Computerini IBM per i bimbini di La Spezia

Computerini IBM per i bimbini di La Spezia

Annunciata un'iniziativa pensata per avvicinare alla tecnologia i piccoli tra i tre e i sei anni, mediante una distribuzione di postazioni tecnologiche.. Young
Annunciata un'iniziativa pensata per avvicinare alla tecnologia i piccoli tra i tre e i sei anni, mediante una distribuzione di postazioni tecnologiche.. Young

La Spezia – Avvicinare i più piccoli il prima possibile alla tecnologia informatica, ormai tassello irrinunciabile dei percorsi formativi: questo il senso di una iniziativa voluta dal Comune di La Spezia e da Fondazione IBM Italia annunciata ieri. Un progetto sperimentale per le scuole dell’infanzia comunali “con l’obiettivo – recita una nota – di favorire i processi di apprendimento dei piccoli tra i tre e i sei anni e di facilitare l’integrazione dei bambini immigrati”.

Cuore dell’operazione è la donazione da parte della Fondazione di 17 “postazioni multimediali” denominate Young Explorer . Queste saranno installate presso sette scuole dell’infanzia e vi sarà associato un corso di formazione per gli insegnanti.

Il computerbimbo Per IBM non è una novità: l’azienda promuove a livello internazionale una iniziativa nota come KidSmart che ha lo scopo palese – per usare le parole di IBM – “di avvicinare i bambini in età prescolare a una tecnologia facile da usare, facendo leva sul gioco e sulla creatività”. Ad oggi, KidSmart ha coinvolto più di 200 scuole su tutto il territorio nazionale a cui sono state donate circa 400 postazioni multimediali.

Young Explorer (vedi foto qui sopra) è un computer colorato dalle forme arrotondate pensato per essere usato anche da coppie di bambini seduti su un seggiolino bi-posto. Ma, a fare la differenza, dovrebbe essere la preparazione dei docenti: il corso per loro è sostenuto direttamente dal Comune.

“L’Assessorato al Sistema formativo-Servizi educativi – ha dichiarato l’assessore Paolo Manfredini – nella prospettiva di migliorare e ampliare l’offerta formativa dei servizi comunali per l’infanzia e renderli sempre più riconoscibili e riconosciuti come luoghi di accoglienza, di cura e di attenzione alle esigenze di benessere, di conoscenza, di incontro e di crescita di bambini e adulti, promuove l’elaborazione di percorsi didattici innovativi atti a sviluppare l’acquisizione di capacità, competenze e attitudini di tipo comunicativo, espressivo, logico e operativo”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 10 2006
Link copiato negli appunti