Con Oracle anche UnitedLinux è Unbreakable

Oracle fornirà supporto tecnico integrato per i sistemi operativi UnitedLinux così da favorirne la diffusione sul mercato enterprise, lo stesso in cui il noto consorzio di distributori Linux sta tentando di muovere guerra a Red Hat


Hannover (Germania) – Oracle insiste nella sua avanzata strategica sul fronte di Linux e open source sul mercato enterprise, stringendo una partnership con UnitedLinux simile a quella già avviata lo scorso anno con Red Hat e Dell. In base al nuovo accordo, Oracle offrirà ai propri clienti il supporto tecnico diretto enterprise-level anche per i sistemi operativi basati su UnitedLinux.

L’accordo rientra nell’iniziativa Unbreakable Linux con cui Oracle sta cercando, in concorrenza con IBM, di spingere Linux sul mercato enterprise attraverso lo sviluppo di soluzioni di clustering fault tolerance e la fornitura di servizi di assistenza per le aziende.

Oracle sostiene di stare collaborando con i membri fondatori di United Linux – Conectiva, SCO Group, SuSE Linux e Turbolinux – per creare un team di supporto congiunto che offra assistenza alle aziende relativamente all’intera gamma di prodotti Oracle che girano sui sistemi operativi UnitedLinux. Il servizio di supporto sarà disponibile per i clienti con un contratto di supporto di Oracle per i prodotti di quest’ultima e con un contratto di supporto per il sistema operativo con uno dei quattro membri fondatori di UnitedLinux.

“La collaborazione con Oracle si basa sulla portata globale di UnitedLinux affermata grazie ai suoi membri fondatori”, ha dichiarato Paula Hunter, general manager di UnitedLinux LLC. “Con la certificazione dei prodotti dei nostri membri unitamente al supporto globale integrato, prevediamo che questo programma possa contribuire ad aumentare la fiducia dei clienti nell’implementazione di soluzioni Oracle basate su UnitedLinux”.

I clienti che hanno installato prodotti Oracle su piattaforme hardware certificate con UnitedLinux riceveranno assistenza tecnica direttamente da Oracle Support Services. L’obiettivo di Oracle e UnitedLinux è quello di risolvere i problemi più critici con maggiore rapidità e di semplificare le procedure di assistenza grazie alla presenza di un unico punto di contatto per il cliente. Oracle e UnitedLinux lavoreranno poi congiuntamente per lo sviluppo e l’integrazione di fix e patch.

“Insieme a UnitedLinux contiamo di fornire il supporto front line per i clienti Oracle con lo scopo di diagnosticare e risolvere i problemi del sistema operativo Linux e fornire tempestivamente i fix critici di cui hanno bisogno”, ha dichiarato Dave Dargo, vicepresidente Linux Program Office di Oracle. “Attraverso questa collaborazione possiamo offrire un’altra piattaforma Linux Unbreakable che i clienti di tutto il mondo potranno implementare in tutta sicurezza nei loro ambienti mission critical”.

Lo scorso mese UnitedLinux ha completato la certificazione di UnitedLinux versione 1.0 con Oracle9i Database e la tecnologia di clustering per database Oracle9i Real Application Clusters.
I prodotti basati su UnitedLinux 1.0 includono Conectiva Linux Enterprise Edition, SCO Linux Server 4.0, SuSE Linux Enterprise Server 8 e Turbolinux Enterprise Server 8.

Se fino ad un anno fa la piattaforma preferenziale di Oracle per far girare grosse basi di dati era quella Solaris/Sparc di Sun, da diversi mesi il colosso del software ha moltiplicato i suoi sforzi per offrire soluzioni enterprise per la piattaforma Linux/Intel che potessero rivaleggiare, sia in termini di costi che in quelli di affidabilità e sicurezza, con i sistemi Unix/RISC. Oracle, come IBM, ha sviluppato soluzioni di clustering che permettono di utilizzare server basati sull’architettura PC per formare potenti sistemi di calcolo scalabili, tolleranti ai guasti e nettamente più economici dei mainframe.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andymase scrive:
    Leggete il messaggio censurato
    Suggerisco a tutti di andarsi a leggere il messaggio censurato dal moderatore per capire esattamente quale sia la natura dei dialer e di chi ci mangia sopra.Mi pare che risolva ogni dubbio.Saluti
  • Anonimo scrive:
    PER ANDYMASE da yair31@yahoo.it
    r favore scrivimi a yair31@yahoo.it
  • Anonimo scrive:
    PER andymase
    Tu hai scritto :I dialer sono eticamente sempre una **truffa**, e, quasi sempre anche illegali. Comunque tra breve anche quelli legali saranno messi fuorilegge in Italia da apposita legge sulla quale già stanno lavorando, in sede di proposta, alcuni parlamentari con le associazioni di consumatori. ....Io sto organizzando una trasmissione radiofonica sull'argomento, mi dai informazioni mail yair31@yahoo.it
    • andymase scrive:
      Re: PER andymase
      ...... ....... ......... ......-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2008 01.56-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Festival di Sanremo??
    Vabbè tutto... ma con tutta la musica bella che c'è in giro, proprio quella schifezza di Sanremo vanno a distribuire?? ;))))CiaoPS: tutti in galera, andrebbero!!!
  • Anonimo scrive:
    Domanda sui Dialer (maledetti!!!)
    Un mio conoscente ha il computer dell'ufficio impestato dai dialer: ormai non è possibile lasciare il computer acceso che viene innescato un tentativo di connessione.L'installazione dei dialer è avvenuta perchè IE non era settato in maniera sicura (lasciava installare tutto....), la persona non ne sa nulla di computer e il venditore/installatore è stato "un pò" menefreghista.....Domanda: il mancato utilizzo del computer, il danno derivato, il costo dell'intervento, non potebbero essere fatti ricadere sui 'sti dialer (i titolari della linea cui si collegano, i titolari dei siti di riferimento, etc.)? Almeno a livello di principio?In fondo è vero, non proteggere adeguatamente il computer equivale a lasciare aperta la porta di casa, ma se in casa entra uno che mi distrugge i mobili, avrò anche il diritto di fargli un c*lo così, o no?In fondo, che differenza c'è tra un virus e un dialer che non si riesce a disinstallare come un normale programma?Nota: non rispondete che l'utente doveva usare *nix, o altro, che non c'entra un piffero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda sui Dialer (maledetti!!!)

      In fondo, che differenza c'è tra un virus e
      un dialer che non si riesce a disinstallare
      come un normale programma?Che un virus non ti propone prima le condizioni di utilizzo...Per il resto le tecniche utilizzate sono molto simili.
      Nota: non rispondete che l'utente doveva
      usare *nix, o altro, che non c'entra un
      piffero.Però sarebbe un'ottima idea...E comunque usare Opera o Mozilla invece di Internet Explorer aiuterebbe.- Scritto da: Anonimo
      Un mio conoscente ha il computer
      dell'ufficio impestato dai dialer: ormai non
      è possibile lasciare il computer acceso che
      viene innescato un tentativo di connessione.[...]
    • godzilla scrive:
      Re: Domanda sui Dialer (maledetti!!!)
      - Scritto da: Anonimo
      Un mio conoscente ha il computer
      dell'ufficio impestato dai dialer: ormai non
      è possibile lasciare il computer acceso che
      viene innescato un tentativo di connessione.

      L'installazione dei dialer è avvenuta perchè
      IE non era settato in maniera sicura
      (lasciava installare tutto....), la persona
      non ne sa nulla di computer e il
      venditore/installatore è stato "un pò"
      menefreghista.....sarà pure vero, ma cosa c'entra il rivenditore? adesso oltre a venderti un computer deve pure configurarti le opzioni di sicurezza di IE? sono là, sono scritte in italiano, te le configuri da te. se non sai farlo non usarlo che è meglio.ma insomma... poi vi lamentate se l'utenza rimane ignorante!
      Domanda: il mancato utilizzo del computer,
      il danno derivato, il costo dell'intervento,
      non potebbero essere fatti ricadere sui 'sti
      dialer (i titolari della linea cui si
      collegano, i titolari dei siti di
      riferimento, etc.)? Almeno a livello di
      principio?a livello di principio sì, innegabilmente. a livello legale lui ha accettato le condizioni quindi non credo che ci sia nulla da fare, purtroppo
      In fondo è vero, non proteggere
      adeguatamente il computer equivale a
      lasciare aperta la porta di casa, ma se in
      casa entra uno che mi distrugge i mobili,
      avrò anche il diritto di fargli un c*lo
      così, o no?sicuro. ma se uno ti chiede il permesso di entrare e spaccarti i mobili e tu glielo dai... ha pure il diritto di chiamare la polizia se gli alzi le mani!
      In fondo, che differenza c'è tra un virus e
      un dialer che non si riesce a disinstallare
      come un normale programma?su questo ti do ragione. ho sbattuto un pomeriggo a levarne uno dal PC di un amico; per fortuna aveva l'adsl quindi non ha fatto altri danni ^_^
      Nota: non rispondete che l'utente doveva
      usare *nix, o altro, che non c'entra un
      piffero.mah guarda uso sia linux che windows (xp e 2000). sotto linux sto ultrasicuro che non si installano e non si installeranno mai. sotto win mi basta stare attento... non me ne sono mai beccato uno, eppure il mio quoziente intellettivo è assolutamente nella norma.ripeto basta fare attenzione *prima*.salutigodzilla
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda sui Dialer (maledetti!!!)
      non sono d'accordo. non mi sembra corretto il principio secondo cui un programma può essere paragonato ad un virus per il solo fatto che risulti difficile la sua disistallazione. allora dovremmo denunciare la microsoft ogni volta che si blocca il windows e l'office facendo perdere un file importante che è costato lavoro e quindi soldi ;-). il problema deve essere affrontato diversamente: come esiste un firewall e un antivirus, è possibile installare software anti dialer, che per lo più sono gratuiti. E mi corre precisare che io non ho questo tipo di software e non sono un esperto, ma questi dialer non ne ho sul computer. Il software in questione quasi mai si installano da soli, almeno un banner lo devi clikkare... e quindi... per finire il tuo conoscente dovrebbe evitare di navigare dall'ufficio, e se lo fa per lavoro non c'è motivo di clikkare i banner... ciao.
      • andymase scrive:
        Re: Domanda sui Dialer (maledetti!!!)
        - Scritto da: Anonimo
        non sono d'accordo. non mi sembra corretto
        il principio secondo cui un programma può
        essere paragonato ad un virus per il solo
        fatto che risulti difficile la sua
        disistallazione. allora dovremmo denunciare
        la microsoft ogni volta che si blocca il
        windows e l'office facendo perdere un file
        importante che è costato lavoro e quindi
        soldi ;-). il problema deve essere
        affrontato diversamente: come esiste un
        firewall e un antivirus, è possibile
        installare software anti dialer, che per lo
        più sono gratuiti. E mi corre precisare che
        io non ho questo tipo di software e non sono
        un esperto, ma questi dialer non ne ho sul
        computer. Il software in questione quasi mai
        si installano da soli, almeno un banner lo
        devi clikkare... e quindi... per finire il
        tuo conoscente dovrebbe evitare di navigare
        dall'ufficio, e se lo fa per lavoro non c'è
        motivo di clikkare i banner... ciao.Io invece la penso diversamente. E alla grande.Un software in grado di danneggiare gravemente l'utente (direttamente nel portafoglio) e che si nasconde o rifiuta la disinstallazione è assolutamente paragonabile ad un virus.Il fatto che "almeno un banner lo devi cliccare" non modifica minimamente la natura maliziosa e virale (nel senso dei worm) di questo genere di prodotti.Aggiungo che il suo conoscente dovrebbe poter navigare dall'ufficio senza che nessun dialer gli finisca sul pc.Non è fesso chi si dimentica la porta aperta. E' un ladro chi ne approfitta per derubarlo.Non riesco davvero a capire perchè qui nei forum di Punto Informatico viga la legge non scritta che "l'utente sprovveduto debba essere punito". E' un atteggiamento davvero curioso.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda sui Dialer (maledetti!!!)
      SE QUELLO SCEMO HA IL PC PIENO DI DIALERS SI VEDE CHE QUANDO NON LAVORA SI FA UN MARE DI SEGHE DAVANTI AL PC!!! I DIALER NON ESCONO FUORI DAL NULLA! E SE GLI ITALIANI IMPARASSERO A USARE LA CARTA DI CREDITO NON CI SAREBBERO QUESTI PROBLEMI !!! IO HO 34 SITI PORNO CI VIVO E CI LAVORO QUATTRO SCEMOTTI COME VOI DI CERTO NON FERMERANNO IL NOSTRO MERCATO !!! E VI RICORDO CHE E' TUTTO LEGALE DATO CHE I PREZZI DELLA CONNESSIONE SONO AMPIAMENTE SPECIFICATI SUL KIT, QUINDI CHI SI COLLEGA E NON SA QUANTO PAGA E' UNO SPROVVEDUTO !!! ADDIO SFIGATI
  • Anonimo scrive:
    E i furti di telecom?
    La solerzia della Guardia di Finanza contro i dialer è selettiva. Migliaia di famiglie sono state derubate da Telecom con bollette astronomiche grazie ai dialer su numeri a pagamento su cui Telecom lucra molto. Questi vanno bene per la Finanza? E' tutto regolare?
    • Anonimo scrive:
      Re: E i furti di telecom?
      Eh, già. Se si tratta di difendere i discografici la legge diventa subito più attenta. Invece dei cittadini... chissenefrega.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i furti di telecom?
        i dialer non sono illegali, se chi mette i dialer (i siti) spiega attentamente i costi e le modalità d'uso e l'utente decide di farlo allora l'operazione è pulita per tutti e perfettamente legale, se il sito invece non spiega i costi e l'utente vi accede senza sapere cosa gli costa allora è una truffa ma la commette il sito che ospita il dialer e non la telecom. Dire che in questo caso la telecom ruba non è corretto (se lo ha fatto in passato è un altro discorso e altre amministrazioni) ora dare dialer e lucrarci sopra non è reato, io vendo un servizio se tu lo accetti consapevolmente, io non rubo. Se i siti che utilizzano i dialer non sono corretti e fanno i furbi al responsabilità è loro
        • andymase scrive:
          Re: E i furti di telecom?
          E no carissimo. Le cose stanno molto, ma molto diversamente. Può anche essere che sotto un profilo strettamente legale - in attesa di una legge diversa - i dialer che specificano con estrema chiarezza le caratteristiche del servizo siano leciti.Purtroppo però, anche un bambino capisce perfettamente, che i dialer sono *specificamente progettati* per imbrogliare l'utenza. Per arrivarci, basta pensare al fatto che **nessun** essere senziente, potendo ragionarci, sarebbe **mai** disposto a pagare la cifra in questione per ottenere il "servizio (???) offerto dal dialer. Il ciarpame che si ottiene via dialer ha valore nullo e viene venduto a cifre astronomiche, sfruttando la combinazione truffaldina banda stretta/tempo, e svincolano il valore dell'oggetto scaricato dal prezzo pagato dall'utente. A paragone le telefonate erotiche dei 166/144, e persino la vendita di numeri al lotto, sono di gran lunga eticamente più desiderabili e molto "più legali", se mi passi l'espressione. Peraltro eliminano anche quel minimo di controllo sull'accesso al porno da parte dei minori, costituito dall'uso della carta di credito.I dialer giocano comunque sulla "non consapevolezza" di chi li utilizza. E il fatto che gli utenti di dialer siano dei poveri pirla che non si rendono conto di quello che fanno, **non ti autorizza a spillargli i soldi**. I dialer sono eticamente sempre una **truffa**, e, quasi sempre anche illegali.Comunque tra breve anche quelli legali saranno messi fuorilegge in Italia da apposita legge sulla quale già stanno lavorando, in sede di proposta, alcuni parlamentari con le associazioni di consumatori.Per cui affrettatevi a rubare, perchè poi dovrete inventarvi qualche cosa d'altro...Saluti- Scritto da: Anonimo
          i dialer non sono illegali, se chi mette i
          dialer (i siti) spiega attentamente i costi
          e le modalità d'uso e l'utente decide di
          farlo allora l'operazione è pulita per tutti
          e perfettamente legale, se il sito invece
          non spiega i costi e l'utente vi accede
          senza sapere cosa gli costa allora è una
          truffa ma la commette il sito che ospita il
          dialer e non la telecom. Dire che in questo
          caso la telecom ruba non è corretto (se lo
          ha fatto in passato è un altro discorso e
          altre amministrazioni) ora dare dialer e
          lucrarci sopra non è reato, io vendo un
          servizio se tu lo accetti consapevolmente,
          io non rubo. Se i siti che utilizzano i
          dialer non sono corretti e fanno i furbi al
          responsabilità è loro
          • vegeta scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: andymase
            E no carissimo. Le cose stanno molto, ma
            molto diversamente. Può anche essere che
            sotto un profilo strettamente legale - in
            attesa di una legge diversa - i dialer che
            specificano con estrema chiarezza le
            caratteristiche del servizo siano leciti.
            Purtroppo però, anche un bambino capisce
            perfettamente, che i dialer sono
            *specificamente progettati* per imbrogliare
            l'utenza. Per arrivarci, basta pensare al
            fatto che **nessun** essere senziente,
            potendo ragionarci, sarebbe **mai** disposto
            a pagare la cifra in questione per ottenere
            il "servizio (???) offerto dal dialer. Il
            ciarpame che si ottiene via dialer ha valore
            nullo e viene venduto a cifre astronomiche,
            sfruttando la combinazione truffaldina banda
            stretta/tempo, e svincolano il valore
            dell'oggetto scaricato dal prezzo pagato
            dall'utente. A paragone le telefonate
            erotiche dei 166/144, e persino la vendita
            di numeri al lotto, sono di gran lunga
            eticamente più desiderabili e molto "più
            legali", se mi passi l'espressione. Peraltro
            eliminano anche quel minimo di controllo
            sull'accesso al porno da parte dei minori,
            costituito dall'uso della carta di credito.
            I dialer giocano comunque sulla "non
            consapevolezza" di chi li utilizza. E il
            fatto che gli utenti di dialer siano dei
            poveri pirla che non si rendono conto di
            quello che fanno, **non ti autorizza a
            spillargli i soldi**.
            I dialer sono eticamente sempre una
            **truffa**, e, quasi sempre anche illegali.
            Comunque tra breve anche quelli legali
            saranno messi fuorilegge in Italia da
            apposita legge sulla quale già stanno
            lavorando, in sede di proposta, alcuni
            parlamentari con le associazioni di
            consumatori.
            Per cui affrettatevi a rubare, perchè poi
            dovrete inventarvi qualche cosa d'altro...

            Saluti
            belle parole ,i fatti?
          • andymase scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            I fatti di che scusa? Quali fatti ti mancano? Il fatto di dare la colpa delle truffe alla stupidità delle persone è , da sempre, l'ultima spiaggia della difesa dei truffatori.Purtroppo per loro, però, i truffatori rimangono tali indipendetemente dalla stupidità dei truffati.Per me, questi sono fatti.- Scritto da: vegeta

            - Scritto da: andymase

            E no carissimo. Le cose stanno molto, ma

            molto diversamente. Può anche essere che

            sotto un profilo strettamente legale - in

            attesa di una legge diversa - i dialer che

            specificano con estrema chiarezza le

            caratteristiche del servizo siano leciti.

            Purtroppo però, anche un bambino capisce

            perfettamente, che i dialer sono

            *specificamente progettati* per
            imbrogliare

            l'utenza. Per arrivarci, basta pensare al

            fatto che **nessun** essere senziente,

            potendo ragionarci, sarebbe **mai**
            disposto

            a pagare la cifra in questione per
            ottenere

            il "servizio (???) offerto dal dialer. Il

            ciarpame che si ottiene via dialer ha
            valore

            nullo e viene venduto a cifre
            astronomiche,

            sfruttando la combinazione truffaldina
            banda

            stretta/tempo, e svincolano il valore

            dell'oggetto scaricato dal prezzo pagato

            dall'utente. A paragone le telefonate

            erotiche dei 166/144, e persino la vendita

            di numeri al lotto, sono di gran lunga

            eticamente più desiderabili e molto "più

            legali", se mi passi l'espressione.
            Peraltro

            eliminano anche quel minimo di controllo

            sull'accesso al porno da parte dei minori,

            costituito dall'uso della carta di
            credito.

            I dialer giocano comunque sulla "non

            consapevolezza" di chi li utilizza. E il

            fatto che gli utenti di dialer siano dei

            poveri pirla che non si rendono conto di

            quello che fanno, **non ti autorizza a

            spillargli i soldi**.

            I dialer sono eticamente sempre una

            **truffa**, e, quasi sempre anche
            illegali.

            Comunque tra breve anche quelli legali

            saranno messi fuorilegge in Italia da

            apposita legge sulla quale già stanno

            lavorando, in sede di proposta, alcuni

            parlamentari con le associazioni di

            consumatori.

            Per cui affrettatevi a rubare, perchè poi

            dovrete inventarvi qualche cosa d'altro...



            Saluti


            belle parole ,i fatti?
          • Anonimo scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: andymase
            I fatti di che scusa? Quali fatti ti
            mancano? Il fatto di dare la colpa delle
            truffe alla stupidità delle persone è , da
            sempre, l'ultima spiaggia della difesa dei
            truffatori.
            Purtroppo per loro, però, i truffatori
            rimangono tali indipendetemente dalla
            stupidità dei truffati.
            Per me, questi sono fatti.

            Ma che discorsi fai? E xke' secondo te non e' stupido spendere 100 ? per dei pantaloni firmati? Secondo il discorso che fate, allora anche quella di spendere 100 ? per dei pantaloni firmati e' una truffa. Cavolo, con 100 ? me ne compro 5 di pantaloni.
          • andymase scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: andymase

            I fatti di che scusa? Quali fatti ti

            mancano? Il fatto di dare la colpa delle

            truffe alla stupidità delle persone è , da

            sempre, l'ultima spiaggia della difesa dei

            truffatori.

            Purtroppo per loro, però, i truffatori

            rimangono tali indipendetemente dalla

            stupidità dei truffati.

            Per me, questi sono fatti.





            Ma che discorsi fai? E xke' secondo te non
            e' stupido spendere 100 ? per dei pantaloni
            firmati? Secondo il discorso che fate,
            allora anche quella di spendere 100 ? per
            dei pantaloni firmati e' una truffa. Cavolo,
            con 100 ? me ne compro 5 di pantaloni.Mi spiace, ma è una critica che non regge, e anche questa è un'argomentazione abusata dai difensori del circuito dei dialer. L'acquisto di un oggetto è un'attività che, anche sotto il profilo giuridico, richiede "un fare" sufficientemente complesso ed articolato da consentire la presunzione del consenso dell'interessato. Questo anche in quelle situazioni di transazione impersonale, ossia quando l'acquisto avviene on-line e a distanza.L'acquisto di un paio di pantaloni molto costosi è una scelta basata sul fatto che l'acquirente, consapevolmente, attribuisce per esempio alla "griffe" un valore per il quale è disposto a pagare una certa quantità di denaro in più.Il dialer è un meccanismo che invece fa pagare una spropositata quantità di denaro in più ***indipendentemente*** dalle qualità dell'oggetto acquistato. In sostanza è una chiamata internazionale (ossia un servizio a tempo) camuffato (e, sottolineo, camuffato) da "vendita di beni". Ciò significa che, sebbene venga pubblicizzato come il modo per ottenere determinati oggetti (suonerie, foto porno, soluzioni di videogiochi o oroscopi), è in realtà un meccanismo che nasce con il preciso intento di non far capire all'utente che il prezzo da lui pagato è del tutto svincolato dal valore degli oggetti prelevati. In altre parole, se il dialer chiedesse all'utente "vuoi prelevare 4 suonerie per 50euro?"... e l'utente rispondesse "sì", si potrebbe ragionevolmente dire (ma si protrebbe ancora discutere sul valore legale di una transazione talmente rapida) che questi ha espresso una scelta consapevole, pur attribuendo alle suonerie un valore che altri riterrebbero spropositato e assurdo.Ma il dialer si guarda bene dal fare una simile proposta, per il semplice fatto che l'utente medio (ma anche quello minorato), risponderebbero a questa offerta con una sonora pernacchia.Cosa che invece non fanno quando l'offerta viene dissimulata dietro ad un "servizio a tempo".La differenza è netta persino che con i servizi di "hot line erotica" telefonica, che sono decisamente leciti a confronto. In quei casi non c'è la vendita di beni, bensì un servizio a tempo addebitato in bolletta. In quel caso gli euro al minuto corrispondono direttamente e univocamente al tempo trascorso a chiacchierare amabilmente con la signorina, e come tale vengono addebitati all'utente. Ciò che viene pagato corrisponde cioè al valore del servizio. Cosa che ***non è vera*** nel caso del dialer dove può volerci più di un quarto d'ora per scaricare un singolo file MP3, configurando un costo superiore a quello dell'intero CD "fisico" acquistabile nel negozio di musica.E qui - le parole stanno a zero - ci sono tutti gli estremi necessari per una condanna, perlomeno in sede civilistica, per "pubblicità ingannevole". E non ci sono dubbi anche sul fatto che i consumatori presi per i fondelli - quelli che qui qualcuno dileggia come "imbecilli che si meritano di essere truffati" - nel volgere di qualche mese prenderanno la via dei tribunali, supportati dalle associazioni di consumatori che sono in fermento sul tema. Già oggi, chiunque sia incappato in questa disavventura può coinvolgere il Giudice di Pace nella vicenda, e le probabilità di vedersi restituire il maltolto sono ottime. Le prime cause sono in corso, sapremo presto cosa ci attende,, ma, soprattutto cosa ***li**** attende.Si rassegnino i gestori dei dialer. E' tempo di trovarsi un lavoro vero.
          • Anonimo scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: andymase

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: andymase


            I fatti di che scusa? Quali fatti ti


            mancano? Il fatto di dare la colpa
            delle


            truffe alla stupidità delle persone è
            , da


            sempre, l'ultima spiaggia della difesa
            dei


            truffatori.


            Purtroppo per loro, però, i truffatori


            rimangono tali indipendetemente dalla


            stupidità dei truffati.


            Per me, questi sono fatti.









            Ma che discorsi fai? E xke' secondo te non

            e' stupido spendere 100 ? per dei
            pantaloni

            firmati? Secondo il discorso che fate,

            allora anche quella di spendere 100 ? per

            dei pantaloni firmati e' una truffa.
            Cavolo,

            con 100 ? me ne compro 5 di pantaloni.

            Mi spiace, ma è una critica che non regge, e
            anche questa è un'argomentazione abusata dai
            difensori del circuito dei dialer.
            L'acquisto di un oggetto è un'attività che,
            anche sotto il profilo giuridico, richiede
            "un fare" sufficientemente complesso ed
            articolato da consentire la presunzione del
            consenso dell'interessato. Questo anche in
            quelle situazioni di transazione
            impersonale, ossia quando l'acquisto avviene
            on-line e a distanza.
            L'acquisto di un paio di pantaloni molto
            costosi è una scelta basata sul fatto che
            l'acquirente, consapevolmente, attribuisce
            per esempio alla "griffe" un valore per il
            quale è disposto a pagare una certa quantità
            di denaro in più.
            Il dialer è un meccanismo che invece fa
            pagare una spropositata quantità di denaro
            in più ***indipendentemente*** dalle qualità
            dell'oggetto acquistato. In sostanza è una
            chiamata internazionale (ossia un servizio a
            tempo) camuffato (e, sottolineo, camuffato)
            da "vendita di beni". Ciò significa che,
            sebbene venga pubblicizzato come il modo per
            ottenere determinati oggetti (suonerie, foto
            porno, soluzioni di videogiochi o oroscopi),
            è in realtà un meccanismo che nasce con il
            preciso intento di non far capire all'utente
            che il prezzo da lui pagato è del tutto
            svincolato dal valore degli oggetti
            prelevati.
            In altre parole, se il dialer chiedesse
            all'utente "vuoi prelevare 4 suonerie per
            50euro?"... e l'utente rispondesse "sì", si
            potrebbe ragionevolmente dire (ma si
            protrebbe ancora discutere sul valore legale
            di una transazione talmente rapida) che
            questi ha espresso una scelta consapevole,
            pur attribuendo alle suonerie un valore che
            altri riterrebbero spropositato e assurdo.
            Ma il dialer si guarda bene dal fare una
            simile proposta, per il semplice fatto che
            l'utente medio (ma anche quello minorato),
            risponderebbero a questa offerta con una
            sonora pernacchia.
            Cosa che invece non fanno quando l'offerta
            viene dissimulata dietro ad un "servizio a
            tempo".
            La differenza è netta persino che con i
            servizi di "hot line erotica" telefonica,
            che sono decisamente leciti a confronto. In
            quei casi non c'è la vendita di beni, bensì
            un servizio a tempo addebitato in bolletta.
            In quel caso gli euro al minuto
            corrispondono direttamente e univocamente al
            tempo trascorso a chiacchierare amabilmente
            con la signorina, e come tale vengono
            addebitati all'utente. Ciò che viene pagato
            corrisponde cioè al valore del servizio.
            Cosa che ***non è vera*** nel caso del
            dialer dove può volerci più di un quarto
            d'ora per scaricare un singolo file MP3,
            configurando un costo superiore a quello
            dell'intero CD "fisico" acquistabile nel
            negozio di musica.
            E qui - le parole stanno a zero - ci sono
            tutti gli estremi necessari per una
            condanna, perlomeno in sede civilistica, per
            "pubblicità ingannevole". E non ci sono
            dubbi anche sul fatto che i consumatori
            presi per i fondelli - quelli che qui
            qualcuno dileggia come "imbecilli che si
            meritano di essere truffati" - nel volgere
            di qualche mese prenderanno la via dei
            tribunali, supportati dalle associazioni di
            consumatori che sono in fermento sul tema.
            Già oggi, chiunque sia incappato in questa
            disavventura può coinvolgere il Giudice di
            Pace nella vicenda, e le probabilità di
            vedersi restituire il maltolto sono ottime.
            Le prime cause sono in corso, sapremo presto
            cosa ci attende,, ma, soprattutto cosa
            ***li**** attende.
            Si rassegnino i gestori dei dialer. E' tempo
            di trovarsi un lavoro vero.Ti sbagli di grosso e ti contraddici in modo pauroso, se fosse come dici tu non esisterebbe la tariffa telefonica a tempo. Ed allora tu quando fai una chiamata al tua amico non 'e la stessa cosa utilizzando un servizio a tempo facendo ad esempio una chimata da cellulare satellitare? Se ti colleghi ad internet con tariffa a tempo non e' la stessa cosa? Che grande boiata che hai detto.
          • andymase scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: andymase



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: andymase



            I fatti di che scusa? Quali fatti ti



            mancano? Il fatto di dare la colpa

            delle



            truffe alla stupidità delle persone
            è

            , da



            sempre, l'ultima spiaggia della
            difesa

            dei



            truffatori.



            Purtroppo per loro, però, i
            truffatori



            rimangono tali indipendetemente
            dalla



            stupidità dei truffati.



            Per me, questi sono fatti.













            Ma che discorsi fai? E xke' secondo te
            non


            e' stupido spendere 100 ? per dei

            pantaloni


            firmati? Secondo il discorso che fate,


            allora anche quella di spendere 100 ?
            per


            dei pantaloni firmati e' una truffa.

            Cavolo,


            con 100 ? me ne compro 5 di pantaloni.



            Mi spiace, ma è una critica che non
            regge, e

            anche questa è un'argomentazione abusata
            dai

            difensori del circuito dei dialer.

            L'acquisto di un oggetto è un'attività
            che,

            anche sotto il profilo giuridico, richiede

            "un fare" sufficientemente complesso ed

            articolato da consentire la presunzione
            del

            consenso dell'interessato. Questo anche in

            quelle situazioni di transazione

            impersonale, ossia quando l'acquisto
            avviene

            on-line e a distanza.

            L'acquisto di un paio di pantaloni molto

            costosi è una scelta basata sul fatto che

            l'acquirente, consapevolmente, attribuisce

            per esempio alla "griffe" un valore per il

            quale è disposto a pagare una certa
            quantità

            di denaro in più.

            Il dialer è un meccanismo che invece fa

            pagare una spropositata quantità di denaro

            in più ***indipendentemente*** dalle
            qualità

            dell'oggetto acquistato. In sostanza è una

            chiamata internazionale (ossia un
            servizio a

            tempo) camuffato (e, sottolineo,
            camuffato)

            da "vendita di beni". Ciò significa che,

            sebbene venga pubblicizzato come il modo
            per

            ottenere determinati oggetti (suonerie,
            foto

            porno, soluzioni di videogiochi o
            oroscopi),

            è in realtà un meccanismo che nasce con il

            preciso intento di non far capire
            all'utente

            che il prezzo da lui pagato è del tutto

            svincolato dal valore degli oggetti

            prelevati.

            In altre parole, se il dialer chiedesse

            all'utente "vuoi prelevare 4 suonerie per

            50euro?"... e l'utente rispondesse "sì",
            si

            potrebbe ragionevolmente dire (ma si

            protrebbe ancora discutere sul valore
            legale

            di una transazione talmente rapida) che

            questi ha espresso una scelta consapevole,

            pur attribuendo alle suonerie un valore
            che

            altri riterrebbero spropositato e assurdo.

            Ma il dialer si guarda bene dal fare una

            simile proposta, per il semplice fatto che

            l'utente medio (ma anche quello minorato),

            risponderebbero a questa offerta con una

            sonora pernacchia.

            Cosa che invece non fanno quando l'offerta

            viene dissimulata dietro ad un "servizio a

            tempo".

            La differenza è netta persino che con i

            servizi di "hot line erotica" telefonica,

            che sono decisamente leciti a confronto.
            In

            quei casi non c'è la vendita di beni,
            bensì

            un servizio a tempo addebitato in
            bolletta.

            In quel caso gli euro al minuto

            corrispondono direttamente e univocamente
            al

            tempo trascorso a chiacchierare
            amabilmente

            con la signorina, e come tale vengono

            addebitati all'utente. Ciò che viene
            pagato

            corrisponde cioè al valore del servizio.

            Cosa che ***non è vera*** nel caso del

            dialer dove può volerci più di un quarto

            d'ora per scaricare un singolo file MP3,

            configurando un costo superiore a quello

            dell'intero CD "fisico" acquistabile nel

            negozio di musica.

            E qui - le parole stanno a zero - ci sono

            tutti gli estremi necessari per una

            condanna, perlomeno in sede civilistica,
            per

            "pubblicità ingannevole". E non ci sono

            dubbi anche sul fatto che i consumatori

            presi per i fondelli - quelli che qui

            qualcuno dileggia come "imbecilli che si

            meritano di essere truffati" - nel volgere

            di qualche mese prenderanno la via dei

            tribunali, supportati dalle associazioni
            di

            consumatori che sono in fermento sul tema.

            Già oggi, chiunque sia incappato in questa

            disavventura può coinvolgere il Giudice di

            Pace nella vicenda, e le probabilità di

            vedersi restituire il maltolto sono
            ottime.

            Le prime cause sono in corso, sapremo
            presto

            cosa ci attende,, ma, soprattutto cosa

            ***li**** attende.

            Si rassegnino i gestori dei dialer. E'
            tempo

            di trovarsi un lavoro vero.

            Ti sbagli di grosso e ti contraddici in modo
            pauroso, se fosse come dici tu non
            esisterebbe la tariffa telefonica a tempo.
            Ed allora tu quando fai una chiamata al tua
            amico non 'e la stessa cosa utilizzando un
            servizio a tempo facendo ad esempio una
            chimata da cellulare satellitare? Se ti
            colleghi ad internet con tariffa a tempo non
            e' la stessa cosa? Che grande boiata che hai
            detto.Va beh ma allora ci fai!La tariffa a tempo di una telefonata, fa pagare il costo legato al fatto di ***telefonare*** a qualcuno che sta in un determinato posto. Ed è commisurato alla durata del servizio: più parli più paghi.Il dialer ***non è un SERVIZIO a tempo***: corrisponde a un sistema di vendita di beni. Anzichè pagare il prodotto che scarico (es. suoneria) io pago il tempo necessario a scaricarlo. E qui sta la truffa, perchè svincola il costo del prodotto dal prodotto stesso. E' una vendita di beni che vorrebbe applicare una tariffa a tempo! Non riesci a vedere l'imbroglio?Qualcosa mi dice che lo vedi benissimo e ti piace tanto.
          • Anonimo scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            Ma se tu vai allo stadio e paghi 100 ?, stipuli un contratto con la squadra ad esempio vuoi vedere almeno 4 o 5 goal? Se ne segnano di meno ti fai restituire i soldi?Come vedi se sono illegali i dialer, molte cose lo sarebbero anche.Ma non mi sorprende che facciano una legge di questo tipo, perche' l'italia e' il paese per eccellenza delle contraddizioni .
          • andymase scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma se tu vai allo stadio e paghi 100 ?,
            stipuli un contratto con la squadra ad
            esempio vuoi vedere almeno 4 o 5 goal? Se ne
            segnano di meno ti fai restituire i soldi?
            Come vedi se sono illegali i dialer, molte
            cose lo sarebbero anche.
            Ma non mi sorprende che facciano una legge
            di questo tipo, perche' l'italia e' il paese
            per eccellenza delle contraddizioni .No, ma perchè dobbiamo sentire queste cose?? Ma per cortesia. A questo non replico perchè si commenta da sola.
          • OpenCurcio scrive:
            Re: E i furti di telecom?
            - Scritto da: andymase
            E no carissimo. Le cose stanno molto, ma
            molto diversamente. Può anche essere che
            sotto un profilo strettamente legale - in
            attesa di una legge diversa - i dialer che
            specificano con estrema chiarezza le
            caratteristiche del servizo siano leciti.infatti lo sono
            Purtroppo però, anche un bambino capisce
            perfettamente, che i dialer sono
            *specificamente progettati* per imbrogliaree fin qui son d'accordo
            l'utenza. Per arrivarci, basta pensare al
            fatto che **nessun** essere senziente,
            potendo ragionarci, sarebbe **mai** disposto
            a pagare la cifra in questione per ottenere
            il "servizio (???) offerto dal dialer. Il
            ciarpame che si ottiene via dialer ha valore
            nullo e viene venduto a cifre astronomiche,ma sai cosa acquisti e a qual prezzo... se poi clicchi "si"su ogni popup si presenta..va..be...disciulati ,il caso non e' diverso da chi firma senza leggere il contratto
            sfruttando la combinazione truffaldina banda
            stretta/tempo, e svincolano il valore
            dell'oggetto scaricato dal prezzo pagato
            dall'utente. be molte pratiche commerciali si basano su cose eticamente poco corrette...il concetto stesso di "finanza" e quello di "marketing"e' speculatorio
            A paragone le telefonate
            erotiche dei 166/144, e persino la vendita
            di numeri al lotto, sono di gran lunga
            eticamente più desiderabili e molto "più
            legali", se mi passi l'espressione. sono uguali...per quanto mi riguardasarebbero da metter fuori legge insieme ad altre cose (dialer,speculazione finanziaria)
            Peraltro
            eliminano anche quel minimo di controllo
            sull'accesso al porno da parte dei minori,
            costituito dall'uso della carta di credito.la ciuli al papi quellla ..dai..desciules...e poi esistono i siti gratis (ne ricordo 1 ampland non so se esiste ancora)
            I dialer giocano comunque sulla "non
            consapevolezza" di chi li utilizza. E il
            fatto che gli utenti di dialer siano dei
            poveri pirla che non si rendono conto di
            quello che fanno, **non ti autorizza a
            spillargli i soldi**. anche il marketing,il "sistema moda"ecc. e non ti danno nemmeno il disclaimer
            I dialer sono eticamente sempre una
            **truffa**, e, quasi sempre anche illegali.eticamente concordo ma sono quasi sempre legali
            Comunque tra breve anche quelli legali
            saranno messi fuorilegge in Italia da
            apposita legge sulla quale già stanno
            lavorando, in sede di proposta, alcuni
            parlamentari con le associazioni di
            consumatori.
            Per cui affrettatevi a rubare, perchè poi
            dovrete inventarvi qualche cosa d'altro...
            puoi darmi qualche info mi interessa...OpenCurcio*** Per le vittime tutte invendicate, là nel fragor dell'epico rimbombo, compenseremo sulle barricate piombo con piombo. ***
          • DPY scrive:
            Re: E i furti di telecom?

            Comunque tra breve anche quelli legali
            saranno messi fuorilegge in Italia da
            apposita legge sulla quale già stanno
            lavorando, in sede di proposta, alcuni
            parlamentari con le associazioni di
            consumatori.La cosa mi lascia molto perplesso, per due motivi.1) Difficilmente la legge andrà in porto, non sarà facile perlomeno, anche perché si suppone che chi ha interesse a far sì che questo stato di cose permanga darà battaglia, e non dovrebbero essere soggetti di poco conto.2) Anche se nell'ottica dell'emergenza, io prima di proibire cercherei di trovare una soluzione meno traumatica: ad esempio basterebbe che tutti i 709 e 899 venissero disabilitati di default, e abilitati solo dietro richiesta dell'abbonato. Le proibizioni brutali dettate dalla fretta si rivelano molto spesso una pessima idea e rischiano di andare a colpire anche chi non c'entra nulla, è sempre meglio cercare un sistema diverso.
    • vegeta scrive:
      Re: E i furti di telecom?
      - Scritto da: Anonimo
      La solerzia della Guardia di Finanza contro
      i dialer è selettiva. Migliaia di famiglie
      sono state derubate da Telecom con bollette
      astronomiche grazie ai dialer su numeri a
      pagamento su cui Telecom lucra molto. Questi
      vanno bene per la Finanza? E' tutto
      regolare?guarda che puoi disabilitare i dialer.la telecom mangia troppo ma,i dialer si basano sulla stupidità e ignoranza delle persone
      • andymase scrive:
        Re: E i furti di telecom?
        - Scritto da: vegeta

        - Scritto da: Anonimo

        La solerzia della Guardia di Finanza
        contro

        i dialer è selettiva. Migliaia di famiglie

        sono state derubate da Telecom con
        bollette

        astronomiche grazie ai dialer su numeri a

        pagamento su cui Telecom lucra molto.
        Questi

        vanno bene per la Finanza? E' tutto

        regolare?

        guarda che puoi disabilitare i dialer.la
        telecom mangia troppo ma,i dialer si basano
        sulla stupidità e ignoranza delle personeMa guarda che sei veramente un bel tipo!Il fatto che i dialer sfruttino la stupidità e l'ignoranza delle persone è un motivo in più per eliminarli dalla faccia della terra. Chi utilizza un sistema per truffare le persone facendo leva sulla loro ignoranza è tra gli individui più ignobili che si possano ipotizzare. Il fatto che un vuoto legislativo - gravemente colpevole - ancora autorizzi queste forme di "imprenditorialità" mafiosa non significa affatto che siano eticamente accettabili. Anche Wanna Marchi sfruttava l'ignoranza e la stupidità delle persone, ma questo non ha impedito che finisse in galera. E io auspico la stessa cosa per la lobby dei "dialer".Perlatro, per tua informazione, attualmente i dialer possono essere disabilitati ***soltanto a pagamento***. Per disabilitare i 709 la Telecom richiede 14 euro di pagamento, più una sorta di abbonamento mensile di 3/4 euro. Se questo non è un furto legalizzato dimmi tu cos'è. Meglio, è come pagare un racket per mettersi al riparo da estorsioni ancora peggiore.Francamente, per quanto chi coi dialer si è arrichito continui ad inneggiare alla "libertà imprenditoriale", i dialer sono indifendibili sotto tutti i profili. Anche per quanto riguarda la loro legalità, consiglieri a coloro che ancora non sono incappati nelle maglie della giustizia di informarsi meglio, dal momento che la giurisprudenza che si sta creando ritiene "illegali" anche i dialer che esplicitano i costi del servizio e richiedono l'autorizzazione dell'utente.Il famoso sito "Suoneri-Loghi..." ecc. è già stato condannato in tal senso. Anche su Punto Informatico si trova la trascrizione integrale della sentenza, già dell'anno scorso.Per cui occhio. Fonti degne altamente attendibili fanno sapere che su richiesta del Codacons e alcune migliaia di denunce di cittadini depredati, la Polizia Postale (in collaborazione con la GdF) ha avviato una delle sue mitiche indagini a tutto campo. Quelle "che ci mettono un anno", ma che un giorno, all'improvviso, ti entrano in casa alle 4 di notte...
    • OpenCurcio scrive:
      Re: E i furti di telecom?
      - Scritto da: Anonimo
      Migliaia di famiglie
      sono state derubate da Telecom con bollette
      astronomiche grazie ai dialer su numeri a
      pagamento su cui Telecom lucra molto. Questi
      vanno bene per la Finanza? E' tutto
      regolare?si lo e'.Telecom fornisce numeri a pagamento perservizi a pagamento a aziende con regolare partita ivaqueste aziende sono tenute a informare l'utenteche DEVE essere maggiorenne.Qualora l'azienda intestataria del numero non informal'utente questa commette un illecito.Spesso l'utente accetta contratti che vengono COMUNICATI senza leggerli(clicca sempre su si e su avanti)Putroppo a volte il dialer viene scaricato all'acesso al sito(poi il disclaimer e' nel setup) o cliccando su "entra", o formule veritiere ma fuorvianti "con questo programmino potrai...."la soluzione potrebbe essere obbligare a creare una paginacon scritto chiaro e grosso cosa faccia il dialer e poi farlo scaricare da un link inequivocabileOpenCurcio*** Le truffe legali sono organiche al capitale ***
  • Anonimo scrive:
    finalmente.....
    questi dialer sono uno scandalo... purtroppo la maggior parte degli utenti non è preparata in maniera idonea e questi software sono molto invasivi, arrivando fino al "cuore" del pc. se poi aggiungiamo che più volte i dialer sono stati già oggetto di sanzione per pubblicità ingannevole il cerchio si chiude. Complimenti quindi per questo segnale da parte delle forze dell'ordine.
  • lordauberon scrive:
    Due con un colpo solo!
    Meno siti di dialer, e meno mp3 di quell'orrore di S.remo in circolazione! cosa si puo' volere di piu' ? :)
  • Anonimo scrive:
    Sarà giusto?
    Non è che magari i siti proponevano gli mp3 di Sanremo, ma in realtà all'interno del dialer questi non c'erano nemmeno?speriamo che la G.d.F. non si sia sbagliata anche questa volta...
    • OpenCurcio scrive:
      Re: Sarà giusto?
      - Scritto da: Anonimo
      Non è che magari i siti proponevano gli mp3
      di Sanremo, ma in realtà all'interno del
      dialer questi non c'erano nemmeno?
      speriamo che la G.d.F. non si sia sbagliata
      anche questa volta... all'interno del dialer non ci sono mp3 perche e' un SW di connessione a pagamento che ti permette di accedere a servizi (scaricare mp3,porno ecc)se invece intendevi che una volta scaricato il dialer ti colleghi e non trovi MP3 di Sanremo allora non e' un buco nell'acqua della GdF perche si configura il reato di truffa(non so se aggravata e continuata) poiche ti vendono un servizio INESISTENTEOpenCurcio*** soviet piu elettrificazione non fanno il comunismo anche se e' un dato di fatto che a Stalingrado non passano ***
      • Bruco scrive:
        [OT] Re: Sarà giusto?

        OpenCurcio
        *** soviet piu elettrificazione non fanno il
        comunismo anche se e' un dato di fatto che a
        Stalingrado non passano ***Scusa, io non ho capito questa citazione. Me la puoi spiegare?(forse sono un po' tonto, lo so)Vorrei chiederti lo stesso del tuo nick ma forse oso troppo... scusami.
  • Anonimo scrive:
    Solo denunciati??!!
    "A Cinisello Balsamo è stato individuato un carico di 40mila CD che si presume prodotti a Napoli e che sarebbero stati diffusi sul mercato nero del milanese da un'organizzazione gestita da tre rumeni, tutti denunciati."Nella mia città hanno arrestato un ragazzo giorni fa perchè aveva acquistato dei cd pirata e aveva a casa il suo PC con software non originali, e questi che gestiscono un giro in tutta Italia vengono solo denunciati?Bella Legge, complimenti... l'ha redatta Topo Gigio? :-DDD
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo denunciati??!!
      Te l'ha raccontata "tuo cugino" la notizia dell'arresto di questo ragazzo, oppure hai dei riferimenti ben precisi a riguardo (un articolo di giornale, ad esempio)?- Scritto da: Anonimo
      "A Cinisello Balsamo è stato individuato un
      carico di 40mila CD che si presume prodotti
      a Napoli e che sarebbero stati diffusi sul
      mercato nero del milanese da
      un'organizzazione gestita da tre rumeni,
      tutti denunciati."

      Nella mia città hanno arrestato un ragazzo
      giorni fa perchè aveva acquistato dei cd
      pirata e aveva a casa il suo PC con software
      non originali, e questi che gestiscono un
      giro in tutta Italia vengono solo
      denunciati?

      Bella Legge, complimenti... l'ha redatta
      Topo Gigio? :-DDD
  • Anonimo scrive:
    Art 171 bis ecc. ecc.
    La legge violata dai siti è quella sulla riproduzione illecita di materiale coperto da copyright.Non c'entra nulla il fatto che fossero distribuiti tramite dialer.Insomma, il favore lo volevano fare alle case discografiche non agli ignari utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Art 171 bis ecc. ecc.
      Esattamente quello che si deduceva rilevando quello ke ho rilevato io con l'intervento precedente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Art 171 bis ecc. ecc.
      - Scritto da: Anonimo
      La legge violata dai siti è quella sulla
      riproduzione illecita di materiale coperto
      da copyright.
      Non c'entra nulla il fatto che fossero
      distribuiti tramite dialer.Sei sicuro di questo? Cioè sei sicuro che questi siti non fossero a posto con la SIAE (e quindi sia stata contestata la violazione della legge sul D.A.) e non sia stato loro contestato un qualche altro illecito collegato alla forma di distribuzione dei contenuti (=dialers).Dall'articolo infatti non emerge chiaramente e la cosa mi interessa molto, per lavoro.PS: sai mica qual'è la Procura che ha ordinato l'operazione?Ciao e grazie,Marco
      • Anonimo scrive:
        Re: Art 171 bis ecc. ecc.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La legge violata dai siti è quella sulla

        riproduzione illecita di materiale coperto

        da copyright.

        Non c'entra nulla il fatto che fossero

        distribuiti tramite dialer.

        Sei sicuro di questo? Cioè sei sicuro che
        questi siti non fossero a posto con la SIAE
        (e quindi sia stata contestata la violazione
        della legge sul D.A.) e non sia stato loro
        contestato un qualche altro illecito
        collegato alla forma di distribuzione dei
        contenuti (=dialers).
        Dall'articolo infatti non emerge chiaramente
        e la cosa mi interessa molto, per lavoro.
        PS: sai mica qual'è la Procura che ha
        ordinato l'operazione?
        Ciao e grazie,
        Marco"nell'articolo si parla di "operazione anti-pirateria ", cioè nn erano in regola con la SIAE!"
  • Anonimo scrive:
    Giusto per capire...
    ....hanno messo sotto sequestro un sotto dominio e hanno lasciato intatto il resto?!?Sono fuori legge solo i dialer x scaricare MP3?Quelli per scaricare manga sono leciti?Mah...povera Italia...
    • Tony Sarnano scrive:
      Re: Giusto per capire...
      - Scritto da: Anonimo
      ....hanno messo sotto sequestro un sotto
      dominio e hanno lasciato intatto il resto?!?
      Infatti... i dialer soni inaccettabili SEMPRE, e non solo quando vanno a ledere i diritti della SIAE.Comunque sia i titolari dei siti denunciati non mi fanno pena, peccato che poi si continuino a trovare banner che pubblicizzano siti con dialer anche sulle homepage di MSN, Libero, Yahoo...La cosa non mi tocca personalmente, non trovo nulla di interessante sui siti che ho menzionato (e non uso nemmeno Windows), tuttavia per una pura questione di principio mi da molto fastidio che gli ultimi arrivati tra gli utenti di internet vengano subito instradati verso un tale genere di contenuti (e di modalità di fruizione).
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto per capire...
      - Scritto da: Anonimo
      ....hanno messo sotto sequestro un sotto
      dominio e hanno lasciato intatto il resto?!?

      Sono fuori legge solo i dialer x scaricare
      MP3?

      Quelli per scaricare manga sono leciti?

      Mah...povera Italia...Certo che sono leciti i dialer mp3, purche' siano dotati di licenza SIAE.
  • Anonimo scrive:
    una volta tanto...
    ben fatto!
Chiudi i commenti