Connettersi a Wi-Fi pubblici senza VPN: perché non dovresti mai farlo

Connettersi a Wi-Fi pubblici senza VPN: perché non dovresti mai farlo

Connettersi a Wi-Fi pubblici senza VPN? Una vera follia. Eppure secondo un recente sondaggio lo fa più della metà degli utenti.
Connettersi a Wi-Fi pubblici senza VPN? Una vera follia. Eppure secondo un recente sondaggio lo fa più della metà degli utenti.

Sono centinaia di migliaia gli italiani in viaggio per le vacanze natalizie e, nel contesto mondiale, questo numero cresce esponenzialmente.

Durante un viaggio che sia via aerea, su strada, rotaie o quant’altro, vi sono lunghi tempi morti. In questi contesti vi è la forte tentazione di connettersi ai Wi-Fi pubblici per controllare posta elettronica, social network o per godersi un bel video su YouTube è forte.

In un contesto del genere però, ancora troppe persone ignorano quanto sia importante affidarsi a una VPN di comprovato valore.

Questi strumenti infatti, servono ad offuscare la connessione, ottenendo un indirizzo IP diverso dal proprio e crittografando tutti i dati in entrata e uscita dal dispositivo in uso.

A livello pratico dunque, gli hacker che possono potenzialmente sfruttare la connessione pubblica per attacchi, restano a bocca asciutta.

Se per molti utenti questa precauzione è ormai considerata la norma, per molti altri connettersi a una rete pubblica è prassi. Tutto ciò, come è facile intuire, contribuisce non poco alle attività illecite dei cybercriminali.

Connettersi a Wi-Fi pubblici senza VPN? Lo fa più del 50% degli utenti

Per comprendere quanto questo fenomeno sia pericoloso vi sono i numeri di una recente ricerca.

Secondo la stessa, circa il 56% degli utenti intervistati non usa una VPN quando si connette a Wi-Fi pubblici. Anzi, nel 41% dei casi, le persone dichiarano apertamente di non utilizzare affatto una VPN.

Per comprendere la reale efficacia di una Virtual Private Network, basta chiedere a qualunque tipo di esperto IT e di sicurezza informatica. Se fino a qualche anno fa le VPN erano utili in prevalenza nei contesti aziendali, al giorno d’oggi si tratta di precauzioni utili a tutti.

Accedere a rete Wi-Fi non protette, in tal senso, espone a rischi non da poco sotto il punto di vista di privacy e sicurezza. Non sono rari i temuti furti d’identità, con dati personali che vengono poi rivenduti sul Dark Web.

Tenendo presente ciò, va sempre tenuto conto che al di là dei software utilizzati, la prudenza resta una delle migliori armi per evitare di cadere nei tranelli dei cybercriminali.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 dic 2022
Link copiato negli appunti