Contrappunti/ iPad, controindicazioni

di M. Mantellini - Un bugiardino da allegare al tablet. Un foglio informativo che chiarisce gli effetti collaterali derivanti dall'uso di massicce dosi di mela morsicata

Roma – Dopo il diluvio di commenti, prime impressioni, unboxing e differenti dissertazioni, non ci sono troppi dubbi che la metafora più adatta alla descrizione di iPad è quella del bivio. Possiamo decidere un percorso oppure un altro e non abbiamo molte idee su dove ci condurrà. Verso una nuova declinazione dell’oggetto computer? Verso la trasformazione di uno strumento di conoscenza in un gadget buono per le aziende? Oppure dentro un vicolo cieco dal quale torneremo indietro rapidamente?

Il cammino è la ragione del viaggio e fosse anche solo per questo varrà la pena comprarlo questo aggeggio: nel frattempo il punto centrale di tutta la discussione su iPad potrebbe essere contenuto nelle due parole citate da Cory Doctorow su Boing Boing : viti e colla.

Vogliamo oggetti che possano essere aperti – scrive Doctorow – e se il suo è tutto sommato un punto di vista noto e prevedibile, vale la pena considerare che la grande maggioranza delle opinioni espresse in Rete in questi giorni sul futuro del tablet di Apple si è tenuta a rispettosa distanza dal punto sensibile. Quello del modello economico che iPad sottende: un modello, come scrive con ragione Doctorow, pensato dal business per il business senza grandi concessioni ad altri soggetti, primi fra tutti ovviamente gli utenti. Di questa prospettiva di Apple avevo parlato sul mio blog qualche tempo fa e la discussione nei commenti, come spesso avviene in questi casi, si era fatta subito accesa. Mi interessa citare in particolare il commento di Fulvio, che descrivendo l’approccio naturale di sua figlia verso lo schermo touch dell’iPhone scriveva:

Ma se una bambina di tre anni e mezzo ha capito da sola come funziona iPhone, io credo che gli anziani di 60/70 anni possono tranquillamente capire e utilizzare un iPad per leggere il giornale, navigare su Internet, scrivere due lettere tramite mail e guardarsi le foto dei nipoti su quello strano aggeggio che si “tocca”

Ecco a voi un’altra questione rilevante. Da un lato Apple estende ad un gadget con qualche solida parentela con un notebook quella che Doctorow chiama la “Wal-Martizzazione” del software, caratterizzata da un controllo assoluto da parte dell’industria sui programmi che ciascuno di noi utilizza; dall’altro iPad, esattamente come è accaduto con iPhone, propone una declinazione dell’esperienze tecnologica capace di avvicinare un numero molto ampio di soggetti che fino a ieri ne erano di fatto esclusi.

È evidente che ci sia un equilibrio da trovare.

Gli ottimisti dicono che le viti prevarranno sulla colla. Che i tentativi più o meno palesi di ridurre il controllo dei consumatori sulle tecnologie che utilizzano è destinato a fallire o ad essere presto o tardi aggirato. Valga a tale proposito osservare che i primi tentativi fruttuosi di “jailbreak” di iPad sono stati annunciati a meno di 24 ore dalla sua commercializzazione. D’altro canto le nicchie non sono così interessanti per il grande business che rivolge la propria attenzione alla maggioranza degli utilizzatori: milioni di persone che nemmeno si pongono la questione dell’orto recintato di Apple, che considerano accettabile affidare il controllo del proprio elegante gadget ad un soggetto che decida quali software sia possibile utilizzare, a quali condizioni e per quanto tempo.

È l’apologia del concetto di “licenza”: ci viene proposto di acquistare una macchina il cui controllo e funzionamento resta in altre mani. Una sorta di abbrutimento del concetto di proprietà: acquistiamo una bella sedia nel cui manuale sta scritto chi potrà sedersi e chi no.

Fra quanti credono che iPad sia il male vale la pena citare Jeff Jarvis che sul suo blog ha toccato un altro punto rilevante. iPad – scrive Jarvis – “è un ritorno al concetto di audience . È questa la ragione per cui le media company e i pubblicitari l’hanno adottato così rapidamente, perché pensano torneranno i cari vecchi tempi nei quali noi semplicemente consumavamo senza creare, quando loro controllavano la nostra esperienza mediatica e noi utilizzavamo i loro modelli di business. La più assurda ed estrema prova di questo è l’applicazione di Time Magazine, essenzialmente un PDF del magazine che è peggio della versione web: non si può commentare, non si può ridistribuire, non si può linkare e costoro credono che tutto questo valga 4.99 dollari a settimana. Però le immagini sono belle”.

Le immagini sono effettivamente belle. Ma la colla ha sostituito le viti ed il risultato di tutto questo è un bel salto nel vuoto. Il bilancio sociale di queste piccole tempeste di innovazione sarà evidente nel giro del prossimo paio d’anni, e attende la discesa in campo di altri soggetti con altre differenti idee e progetti. Nel frattempo Apple fa con iPad quello che ha fatto in questi ultimi dieci anni prima con iPod e poi con iPhone: si siede a cavallo del bivio ed aspetta. È una specie di commerciante laico, produce macchine affascinanti e le circonda di idee discretamente impresentabili. Ma sa far bene entrambe le cose, che i passanti scelgano una o l’altra strada per lei in fondo non fa troppa differenza.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gin_phreak scrive:
    In risposta un pò a tutti
    Io monto server: ora non so se per ignoranza o cos'altro ma windows (in tutte le sue versioni server) è assolutamente inaffidabile. Lo montavo anni fa (la SBM) e ogni 4/6 mesi andava bonificata senza contare che avevo limitazioni un pò in tutto: dal filtrare la posta, ai server di posta in uscita, firewall e altre mille boiate che per un server sono cose basilari.Ora son passato a linux (nel 2005)... ho server che hanno un uptime da allora. Ergo potete dire tutte le boiate che volete, ma se parlate solo per sentito dire allora lasciate perdere. Piuttosto raccontate esperienze vostre che sicuramente risulteranno argomenti costruttivi un pò per tutti (me compreso). Oggi uso ubuntu server che mi ha semplificato la vita: grazzie ubuntu!
    • awdol scrive:
      Re: In risposta un pò a tutti
      - Scritto da: gin_phreak
      Io monto server: ora non so se per ignoranza o
      cos'altro ma windows (in tutte le sue versioni
      server) è assolutamente inaffidabile. Lo montavo
      anni fa (la SBM) e ogni 4/6 mesi andava
      bonificata senza contare che avevo limitazioni un
      pò in tutto: dal filtrare la posta, ai server di
      posta in uscita, firewall e altre mille boiate
      che per un server sono cose
      basilari.

      Ora son passato a linux (nel 2005)... ho server
      che hanno un uptime da allora. Ergo potete dire
      tutte le boiate che volete, ma se parlate solo
      per sentito dire allora lasciate perdere.
      Piuttosto raccontate esperienze vostre che
      sicuramente risulteranno argomenti costruttivi un
      pò per tutti (me compreso). Oggi uso ubuntu
      server che mi ha semplificato la vita: grazzie
      ubuntu!questo sito gira su un server windows e non mi pare che vada giu' tanto spessoè tutta una questione di "esperienza", questo vale su qualsiasi OSse poi ti sei fermato a windows 2000 server, allora è comprensibile
      • bha scrive:
        Re: In risposta un pò a tutti
        - Scritto da: awdol

        questo sito gira su un server windows E di fatti fa cag@re.
      • advange scrive:
        Re: In risposta un pò a tutti

        questo sito gira su un server windows e non mi
        pare che vada giu' tanto spessoDue volte al mese, quando va bene

        è tutta una questione di "esperienza", questo
        vale su qualsiasi OSNo, assolutamente: Windows ha uptime inferiori a Linux. Google i server non li sceglie a caso (e nemmeno MS, che usa anche server Linux)

        se poi ti sei fermato a windows 2000 server,
        allora è comprensibileHa fatto il passaggio nel 2005: ergo al più sarebbe fermo a Windows 2003.
  • hacher scrive:
    ubunto il miglior sistema operativo
    ubunto da circa 2 hanni si stà dimostrando il miglior sistema operativo x le masse. Semplice da usare,leggero,affidabile , sicurissimo e aggratis! ;-)Con la versione LTS (long tempo di servizio) anche chi ha un'attività può contare su una versione stabile e sicura nel tempo. Quando viene installata ha già quasi tutti i software necessari all'uso quotidiano. Insomma , pocho possono vantare simli vantaggi ;-) W UBUNTO!!!! da molti anni sul mio compiuter!
    • angros scrive:
      Re: ubunto il miglior sistema operativo
      No, cioé, vi prego ditemi che é uno scherzo e che questa é una candid camera!Ma chi é questo contadino informatico (senza offesa per i contadini veri)???ubuntO?compIuter??hacHer???long TEMPO di SERVIZIO????E poi... Semplice da usare,LEGGERO,affidabileOddio! Che orrore...
      • plinio il vecchio scrive:
        Re: ubunto il miglior sistema operativo
        - Scritto da: angros
        No, cioé, vi prego ditemi che é uno scherzo e che
        questa é una candid
        camera!
        Ma chi é questo contadino informatico (senza
        offesa per i contadini
        veri)???

        ubuntO?
        compIuter??
        hacHer???
        long TEMPO di SERVIZIO????

        E poi... Semplice da usare,LEGGERO,affidabile
        Oddio! Che orrore...Guarda che stai dando del bifolco all'unico mago della compiuteristica presente su PI
        • hacher scrive:
          Re: ubunto il miglior sistema operativo
          - Scritto da: plinio il vecchio

          Guarda che stai dando del bifolco all'unico mago
          della compiuteristica presente su
          PIgrazie plinio, ma non mi reputo un mago. Però mi difendo un pochino in tecnica compiuteristica. Ogni tanto devo chiedere aiuto sul forun di ubunto italia che mi aiuta se mi si presenta un problema.Io ho la 9.10 fatta con 64 bit e tu?
          • plinio il vecchio scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            - Scritto da: hacher
            - Scritto da: plinio il vecchio




            Guarda che stai dando del bifolco all'unico mago

            della compiuteristica presente su

            PI

            grazie plinio, ma non mi reputo un mago. Però mi
            difendo un pochino in tecnica compiuteristica.
            Ogni tanto devo chiedere aiuto sul forun di
            ubunto italia che mi aiuta se mi si presenta un
            problema.
            Io ho la 9.10 fatta con 64 bit e tu?fc12 e debian lenny
          • hacher scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            la fc 12 non so che cosa é, da bebiam non é quel so che usa lo stesso kernen dell'ubunto?
      • hacher scrive:
        Re: ubunto il miglior sistema operativo
        secondo te x usare un compiuter bisogna essere scenziati? anche i contadini anno diritto e capacità di usarlo. Io non so usare ubunto con il riquadro di comando ma però sono anni che lo adopero con l'interfaccia usabile. E faccio tutto quello che devo fare senza problemi, scrivo la e-posta, navigo nell'internet, guardo i filmati si yutube, copio i dischi e uso i programmi perr for perr.
      • angros scrive:
        Re: ubunto il miglior sistema operativo
        E chi è questo impostore che cerca di farsi passare per me?
        • hacher scrive:
          Re: ubunto il miglior sistema operativo
          - Scritto da: angros
          E chi è questo impostore che cerca di farsi
          passare per
          me?non sei molto sveglio se non ti sei registrato e ti rubano il nicname ;-)
          • angros scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            Se ci tieni, posso anche cambiarlo...Comunque non serve, come non serve registrarsi (vedi quello che hanno fatto a Pepito il breve)
          • hacher scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            che cosa gli anno fatto?
          • angros scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            Un altro si era registrato con un nick quasi identico (cambiava solo per uno spazio) e lo stesso avatar
          • Sgabbio scrive:
            Re: ubunto il miglior sistema operativo
            Li è un bug noto di PI che non risolveranno mai perchè sono "un sito di gnus".Però se ti registri, se non fai come pepino il preve, stai tranquillo che difficilmente di accade :D
    • Funz scrive:
      Re: ubunto il miglior sistema operativo
      - Scritto da: hacher
      ubunto da circa 2 hanni si stà dimostrando il
      miglior sistema operativo x le masse. Semplice da
      usare,leggero,affidabile , sicurissimo e
      aggratis!
      ;-)
      Con la versione LTS (long tempo di servizio)
      anche chi ha un'attività può contare su una
      versione stabile e sicura nel tempo.

      Quando viene installata ha già quasi tutti i
      software necessari all'uso quotidiano. Insomma ,
      pocho possono vantare simli vantaggi ;-)

      W UBUNTO!!!! da molti anni sul mio compiuter!LOL troll linaro simpatico e sgrammaticato, che cerca di convincere gli altri che Ubuntu è un SO Per le masse. Astuto :D7,5/10 :D
  • suc scrive:
    è l'ennesimo polpettone indigesto
    Ubuntu è il solito kernel linux con sopra un polpettone di applicazioni prelevate qua e la per il mondo, ed incollate e rattoppate, senza un preciso progetto architetturale d'insieme: tutto ciò è lungi da essere un vero OS!
    • Damage92 scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      - Scritto da: suc
      Ubuntu è il solito kernel linux con sopra un
      polpettone di applicazioni prelevate qua e la per
      il mondo, ed incollate e rattoppate, senza un
      preciso progetto architetturale d'insieme: tutto
      ciò è lungi da essere un vero
      OS!Prego, stiamo aspettando la tua distro! (non sto scherzando)
    • gnulinux86 scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      Dovella?
    • collione scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      non hai mai visto le XXXXXte che si nascondono nei software windows allora
    • dariocaruso scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      - Scritto da: suc
      Ubuntu è il solito kernel linux con sopra un
      polpettone di applicazioni prelevate qua e la per
      il mondo, ed incollate e rattoppate, senza un
      preciso progetto architetturale d'insieme: tutto
      ciò è lungi da essere un vero
      OS!se preferisci il polpettone dos scondito e un pò malaticcio, con un codice rinfrescato qua e la ogni tanto, scegli quello... costa 100 ogni 2 anni. A via di warez antivirus firewall e programmi pachidermici (come nero e office, sempre e comunque craccati) diventa un grosso polpettone, sicuramente più goffo di una distro linux.Contento tu..
    • Rainheart scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      Dovella o Ruppolo logga pure dai.
    • paparazzo scrive:
      Re: è l'ennesimo polpettone indigesto
      - Scritto da: suc
      Ubuntu è il solito kernel linux con sopra un
      polpettone di applicazioni prelevate qua e la per
      il mondo, ed incollate e rattoppate, senza un
      preciso progetto architetturale d'insieme: tutto
      ciò è lungi da essere un vero
      OS!Sarà un polpettone rattoppato ma almeno è qualcosa di più del mspaint+blocconote+moviemaker che costituisce l'incredibile software di base di Wintrolls (che è già raffazzonato di suo)Che trollata inutile.
  • Dirigente capo scrive:
    colleziono
    Ubuntu 10.10 si chiamerà Maverick Meerkatbelloo io colleziono tutte le versioni di Ubuntu... aiuto non ho piu spazio in casa !
  • DarkOne scrive:
    Io vorrei capire soltanto una cosa...
    Ma tutti questi rilasci semestrali, queste "rivoluzioni" annunciate ad ogni release che ca**o portano veramente di così rivoluzionario o innovativo?Sono anni che vedo sempre la stessa solfa, oramai mi sono anche scocciato di provarle queste release tutte uguali, con interfacce incoerenti e GUI primitive.XXXXX miseria, gnome è fermo da secoli su quella interfaccia del medioevo e si pensa che FORSE tra altri 6 mesi si potrà avere una nuova interfaccia?Ma dove sta questa rivoluzione?KDE non ne parliamo proprio...è diventato un clone di windows, un vero schifo.Il sistema audio di linux è un qualcosa di veramente allucinante, fa SCHIFISSIMO! Ogni applicazione si gestisce le sue impostazioni audio, anzichè avere un sistema centralizzato che se ne occupa tanto per dirne una, e potrei continuare all'infinito.Vedo che ci sono ancora i lamenti circa la chiusura delle specifiche sui chipset vari, ma vi rendete conto delle fesserie che pretendete?Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la NVIDIA che fa schede video per campare, si mette a rilasciare al pubblico open source le specifiche dei propri prodotti? Ma voi siete veramente fuori di testa...In sostanza, cosa sono queste release? Impaccottamento di software alle ultime versioni stabili disponibili, far vedere che all'avvio si accende prima e......e poi? Boh.
    • .. .... scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      grosso modo concordo
    • hacher scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      mah, forse x farti + contento potrebbero fare in modo che anche ubunto prenda i virus o i XXXXXn che ti rubano il numero della carta di credito? :-)
    • advange scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...

      Ma tutti questi rilasci semestrali, queste
      "rivoluzioni" annunciate ad ogni release che
      ca**o portano veramente di così rivoluzionario o innovativo?Vorresti dirmi che la 10.04 è uguale alla 8.04 (tanto per rimanere in tema di LTS)? A me sembra che le differenze siano enormi, sensazionali; molte più di quelle che vedo tra Vista e 7; o tra Leopard e Snow Leopard.
      Sono anni che vedo sempre la stessa solfa, oramai
      mi sono anche scocciato di provarle queste
      release tutte uguali, con interfacce incoerenti e
      GUI primitive.
      XXXXX miseria, gnome è fermo da secoli su quella
      interfaccia del medioevo e si pensa che FORSE tra
      altri 6 mesi si potrà avere una nuova interfaccia?Tra 6 mesi esce Gnome 3 con Zeitgeist e Shell: sì direi che la risposta è sì.
      Ma dove sta questa rivoluzione?
      KDE non ne parliamo proprio...è diventato un
      clone di windows, un vero schifo.

      Il sistema audio di linux è un qualcosa di
      veramente allucinante, fa SCHIFISSIMO! Ogni
      applicazione si gestisce le sue impostazioni
      audio, anzichè avere un sistema centralizzato che
      se ne occupa tanto per dirne una, e potrei
      continuare all'infinito.Ma era così fino a qualche mese fa: ti sei perso qualche rilascio?
      Vedo che ci sono ancora i lamenti circa la
      chiusura delle specifiche sui chipset vari, ma vi
      rendete conto delle fesserie che pretendete?
      Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la
      NVIDIA che fa schede video per campare, si mette
      a rilasciare al pubblico open source le
      specifiche dei propri prodotti? Ma voi siete
      veramente fuori di testa...Se lo fanno possono sperare che la comunità sviluppi o aiuti nello sviluppo, gratis; altrimenti ci basterebbero dei driver closed, ma decenti.
      In sostanza, cosa sono queste release?
      Impaccottamento di software alle ultime versioni
      stabili disponibili, far vedere che all'avvio si
      accende prima e......e poi? Boh.Usarli: tu invece cosa ci fai?Ti dedichi all'onanismo guardando quanto è figo il desktop?Scherzi a parte, a parte il problema dell'audio che pare risolto, di cos'altro ti lamenti, concretamente? Cosa ti serve?
    • Damage92 scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      - Scritto da: DarkOne
      Ma tutti questi rilasci semestrali, queste
      "rivoluzioni" annunciate ad ogni release che
      ca**o portano veramente di così rivoluzionario o
      innovativo?

      Sono anni che vedo sempre la stessa solfa, oramai
      mi sono anche scocciato di provarle queste
      release tutte uguali, con interfacce incoerenti e
      GUI
      primitive.
      XXXXX miseria, gnome è fermo da secoli su quella
      interfaccia del medioevo e si pensa che FORSE tra
      altri 6 mesi si potrà avere una nuova
      interfaccia?
      Ma dove sta questa rivoluzione?
      KDE non ne parliamo proprio...è diventato un
      clone di windows, un vero
      schifo.

      Il sistema audio di linux è un qualcosa di
      veramente allucinante, fa SCHIFISSIMO! Ogni
      applicazione si gestisce le sue impostazioni
      audio, anzichè avere un sistema centralizzato che
      se ne occupa tanto per dirne una, e potrei
      continuare
      all'infinito.
      Vedo che ci sono ancora i lamenti circa la
      chiusura delle specifiche sui chipset vari, ma vi
      rendete conto delle fesserie che
      pretendete?
      Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la
      NVIDIA che fa schede video per campare, si mette
      a rilasciare al pubblico open source le
      specifiche dei propri prodotti? Ma voi siete
      veramente fuori di
      testa...

      In sostanza, cosa sono queste release?
      Impaccottamento di software alle ultime versioni
      stabili disponibili, far vedere che all'avvio si
      accende prima e......e poi?
      Boh.Gnome non è "primitivo", è "semplice", sono due concetti diversi.Anche la Gui di MacOs allora sarebbe primitiva? O_oRiguardo l'audio, da una parte hai ragione, però bisogna ammettere che va migliorando. Almeno sul mio pc pulseaudio funziona *bene*, rispetto a qualche mese fa! Non è vero che ogni applicazione ha un suo sistema per l'audio, almeno su pulseaudio puoi regolare qualsiasi applicazione da un solo pannello.Riguardo ai chipset, basterebbe che rilasciassero i driver, no? In fondo se guardi le schede grafiche, mi sembra che vada sempre meglio. Non saranno sofisticati quanto quelli di windows, ma cavolo, un minimo di driver li possono sviluppare!Ovvio che è assurdo pretendere che rilascino le specifiche...Alla fine, se prendi il mio pc, Ubuntu funziona meglio di Windows.anche se stiamo parlando di un pc vecchiotto... su gli ultimi arrivati le cose (probabilmente) sono diverse :(Quindi, si, queste release sono impacchettamenti di software alle ultime versioni, che però funzionano sempre meglio, e hanno sempre più senso (anche grazie al lavoro di chi li mette insieme).E poi la cosa bella è che, se non ti piace qualcosa, puoi creare un'alternativa te! ;)
      • DarkOne scrive:
        Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
        - Scritto da: Damage92
        Gnome non è "primitivo", è "semplice", sono due
        concetti
        diversi.
        Anche la Gui di MacOs allora sarebbe primitiva?
        O_o
        No, la GUI di macos non è primitiva. Basta metterli vicino per capire di che parlo.
        Riguardo l'audio, da una parte hai ragione, però
        bisogna ammettere che va migliorando. Almeno sul
        mio pc pulseaudio funziona *bene*, rispetto a
        qualche mese fa! Non è vero che ogni applicazione
        ha un suo sistema per l'audio, almeno su
        pulseaudio puoi regolare qualsiasi applicazione
        da un solo
        pannello.
        Si ma ti rendi conto dell'arretratezza della cosa? Va migliorando? Ancora!?!?Dopo tanti anni, stiamo ancora con questo schifo di sistema audio? Non hanno avuto nemmeno l'ardire di stabilire le basi, si limitano ad impacchettare il software. Certo, il software avanza...ma avanza a passi mostruosamente lenti.Mentre ubuntu cerca ancora di pigliare pesci sul sottosistema audio, gli altri hanno messo su il multitouch, per dirne una.
        Riguardo ai chipset, basterebbe che rilasciassero
        i driver, no? In fondo se guardi le schede
        grafiche, mi sembra che vada sempre meglio. Non
        saranno sofisticati quanto quelli di windows, ma
        cavolo, un minimo di driver li possono
        sviluppare!Mi adiravo solo per le richieste assurde di fornire le specifiche dei prodotti...purtroppo è normale che un produttore, vedendo linux poco diffuso, non ci si mette a svilupparci drivers. E' normale.
        Quindi, si, queste release sono impacchettamenti
        di software alle ultime versioni, che però
        funzionano sempre meglio, e hanno sempre più
        senso (anche grazie al lavoro di chi li mette
        insieme).
        Si ma il tutto procede ad una lentezza a dir poco mostruosa...
        E poi la cosa bella è che, se non ti piace
        qualcosa, puoi creare un'alternativa te!
        ;)Macchè, io non ho tempo da perdere...io devo usare ADESSO una cosa che funziona, e bene!E ubuntu non funziona bene, per niente.
        • advange scrive:
          Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
          Però spiegaci esattamente cosa vuoi che funzioni da subito che ti manca.Perché al momento Ubuntu (e anche altre distro Linux) è l'unico SO che:- si adatta a molte architetture (MacOS è solo per i Mac, Windows solo per x86)- ha un gestore unico del SW (qualcosa di simile lo trovi solo sui telefoni)- una sicurezza davvero eccellente- Ubuntu One integrato nel sistemaOra, di cose che non vanno ce ne sarebbero, ma potresti essere preciso?Francamente mi sembra che l'audio sia l'unico dei problemi risolti; e che il multitouch per i PC sia una cosa inutile (e la Apple l'ha dimostrato).
          • DarkOne scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            - Scritto da: advange
            Però spiegaci esattamente cosa vuoi che funzioni
            da subito che ti
            manca.
            Perché al momento Ubuntu (e anche altre distro
            Linux) è l'unico SO
            che:
            - si adatta a molte architetture (MacOS è solo
            per i Mac, Windows solo per
            x86)
            - ha un gestore unico del SW (qualcosa di simile
            lo trovi solo sui
            telefoni)
            - una sicurezza davvero eccellente
            - Ubuntu One integrato nel sistema
            Ora, di cose che non vanno ce ne sarebbero, ma
            potresti essere
            preciso?
            Francamente mi sembra che l'audio sia l'unico dei
            problemi risolti; e che il multitouch per i PC
            sia una cosa inutile (e la Apple l'ha
            dimostrato).Veramente apple ha dimostrato che il multitouch per pc può essere utile, o forse non conosci i trackpad multitouch? Fermo restando che comunque linux non è detto che debba essere montato per forza su un dekstop, ma potrebbe andare veramente in modo eccelso su un tablet. Già solo questo basta ad affossarlo.Comunque, tornando a noi, a me il sitema audio non funzionava bene sulla ultima release e lo avevo già detto. Per prima cosa su skype non mi funzionava l'audio, non ho ne la voglia ne il tempo per capire il perchè. Non funziona e basta.Sempre sull'audio, questi funzionava in modo osceno. Fai riprodurre un MP3 e funziona...premi stop e si sente uno scoppio nelle casse, come quando accendo il pc. Meraviglioso.Ma ci sono tante altre cose, piccole e stupide cose che ne pregiudicano l'usabilità. Per esempio le impostazioni...non si capisce una mazza, è tutto sparpagliato qua e là. Non c'è un unico posto in cui trovare tutte le impostazioni per tutte le cose.Linux da la sensazione di lavorare con quello che in realtà è: un'accozzaglia di programmi messi assieme e integrati alla meno peggio.Ora tu mi puoi dire che ti ci trovi bene, che è facile...ma uno che non ha tempo da perdere e si ritrova avanti una cosa del genere, la prima cosa che fa è formattare.
          • advange scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...

            Veramente apple ha dimostrato che il multitouch
            per pc può essere utile, o forse non conosci i
            trackpad multitouch?Stiamo parlando di due cose diverse o sbaglio?E non mi pare che quella sia stata propriamente una killer application: o vedi in giro milioni di persone con portatili Mac? O forse quello è il settore in cui Apple soffre di più?
            Fermo restando che comunque
            linux non è detto che debba essere montato per
            forza su un dekstop, ma potrebbe andare veramente
            in modo eccelso su un tablet. Già solo questo
            basta ad affossarlo.Affossare chi? Linux? O Ubuntu?Perché a me sembra che Android vada talmente tanto bene che è prevedibile che competerà con iPhoneOS in breve.
            Comunque, tornando a noi, a me il sitema audio
            non funzionava bene sulla ultima release e lo
            avevo già detto. Per prima cosa su skype non mi
            funzionava l'audio, non ho ne la voglia ne il
            tempo per capire il perchè. Non funziona e basta.Una volta era così anche a me: in realtà bastava andare in opzioni fare due tentativi in croce e il gioco era fatto.Da un anno a questa parte è tutto ok: hai più provato?
            Sempre sull'audio, questi funzionava in modo
            osceno. Fai riprodurre un MP3 e funziona...premi
            stop e si sente uno scoppio nelle casse, come
            quando accendo il pc. Meraviglioso.Mai capitato, ma non nego che potrebbe essere capitato. Strano però.

            Ma ci sono tante altre cose, piccole e stupide
            cose che ne pregiudicano l'usabilità. Per esempio
            le impostazioni...non si capisce una mazza, è
            tutto sparpagliato qua e là. Non c'è un unico
            posto in cui trovare tutte le impostazioni per
            tutte le cose.
            Linux da la sensazione di lavorare con quello che
            in realtà è: un'accozzaglia di programmi messi
            assieme e integrati alla meno peggio.Stai confondendo un po' le cose; non per fare il maestrino, ma una cosa è Linux, l'altra è Ubuntu. Con Linux puoi fare di tutto e il contrario di tutto. Lo dimostra il fatto che è il SO più diffuso al mondo (praticamente ogni tv pare avere Linux sotto).Per quello che dicevi prendiamo due esempi: su Ubuntu effettivamente alcune impostazioni sono troppo frammentate (da questo punto di vista stanno migliorando): su Mac è meglio, ma su Windows è anche peggio, ma non mi sembra sia un limite alla sua diffusione, o sbaglio?Viceversa sembra che Android sia un sistema razionale e costruito bene, non trovi?

            Ora tu mi puoi dire che ti ci trovi bene, che è
            facile...ma uno che non ha tempo da perdere e si
            ritrova avanti una cosa del genere, la prima cosa
            che fa è formattare.Io dico che mi trovo bene, che per me è facile, che fa anche troppe cose per le mie esigenze, ma non mi fermo lì: faccio parte di una comunità e se ti posso aiutare sarò felice di farlo. Il mio consiglio è di partire dalla prossima LTS: solo lì avrai la vera stabilità.Da lì in poi (parliamo di fine mese, quindi) possiamo cominciare a ragionare con calma per capire cosa non va; e vedere se il sistema può andare bene anche per le tue esigenze o no.
        • Damage92 scrive:
          Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
          - Scritto da: DarkOne
          - Scritto da: Damage92

          Gnome non è "primitivo", è "semplice", sono due

          concetti

          diversi.

          Anche la Gui di MacOs allora sarebbe primitiva?

          O_o



          No, la GUI di macos non è primitiva. Basta
          metterli vicino per capire di che
          parlo.


          Riguardo l'audio, da una parte hai ragione, però

          bisogna ammettere che va migliorando. Almeno sul

          mio pc pulseaudio funziona *bene*, rispetto a

          qualche mese fa! Non è vero che ogni
          applicazione

          ha un suo sistema per l'audio, almeno su

          pulseaudio puoi regolare qualsiasi applicazione

          da un solo

          pannello.



          Si ma ti rendi conto dell'arretratezza della
          cosa? Va migliorando?
          Ancora!?!?
          Dopo tanti anni, stiamo ancora con questo schifo
          di sistema audio? Non hanno avuto nemmeno
          l'ardire di stabilire le basi, si limitano ad
          impacchettare il software. Certo, il software
          avanza...ma avanza a passi mostruosamente
          lenti.
          Mentre ubuntu cerca ancora di pigliare pesci sul
          sottosistema audio, gli altri hanno messo su il
          multitouch, per dirne
          una.


          Riguardo ai chipset, basterebbe che
          rilasciassero

          i driver, no? In fondo se guardi le schede

          grafiche, mi sembra che vada sempre meglio. Non

          saranno sofisticati quanto quelli di windows, ma

          cavolo, un minimo di driver li possono

          sviluppare!

          Mi adiravo solo per le richieste assurde di
          fornire le specifiche dei prodotti...purtroppo è
          normale che un produttore, vedendo linux poco
          diffuso, non ci si mette a svilupparci drivers.
          E'
          normale.


          Quindi, si, queste release sono impacchettamenti

          di software alle ultime versioni, che però

          funzionano sempre meglio, e hanno sempre più

          senso (anche grazie al lavoro di chi li mette

          insieme).



          Si ma il tutto procede ad una lentezza a dir poco
          mostruosa...


          E poi la cosa bella è che, se non ti piace

          qualcosa, puoi creare un'alternativa te!

          ;)

          Macchè, io non ho tempo da perdere...io devo
          usare ADESSO una cosa che funziona, e
          bene!
          E ubuntu non funziona bene, per niente.La cosa "strana" è che il modo con cui descrivi le tue esperienze con Ubuntu sono simili alle mie con Windows...I problemi tecnici ci saranno sempre (a meno che non stiamo parlando di OEM, allora anche Ubuntu non avrebbe problemi, è ovvio -.-), il punto (almeno per me) è come sistemarli... a volte basta aspettare o provare altre distro, altre volte trovi un how-to su un sito che mette a posto il problema. Per questo dico che la situazione va sempre migliorando.Windows dopo un aggiornamento non riconosce la mia scheda di rete integrata. Neanche con i driver. Non sono un esperto di questo sistema, ma sono bloccato davanti ad una finestrella e non so come fare.Se la stessa cosa accadesse su una distro linux, avrei diverse vie da seguire, l'unico limite sarei io. Se i driver fossero opensource, potrei addirittura mettermi a leggerli e farne il debug!Quindi posso capirti quando dici che non funziona bene tutto e subito (in fin dei conti anche io ho qualche dubbio riguardo all'uso di GNU/linux sui desktop), ma neanche gli altri sistemi sono infallibili. Se poi la sfiga ti persegue, la tua scheda audio fa a botte con tutte le distro e skype non ne vuole sapere, allora compra uno di questi:http://www.dell.com/content/topics/topic.aspx/us/segments/bsd/vostro-v13?c=us&cs=04&l=en&s=bse probabilmente tutto funzionerà subito!Pensa cosa si potrebbe fare con il sistema a repository e un'installazione fatta dal produttore: potrebbe rilasciare aggiornamenti specifici per un particolare hardware! Comodo, no?Poi ci sono anche i Mac, e in fin dei conti anche windows (qualche noia a parte) non fa così schifo (almeno su un desktop, oltre non so...).
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      - Scritto da: DarkOne
      Ma tutti questi rilasci semestrali, queste
      "rivoluzioni" annunciate ad ogni release che
      ca**o portano veramente di così rivoluzionario o
      innovativo?Se la tua critica sui rilasci semestrali riguarda il poco tempo per il testing sono d'accordo, per quanto riguardo le rivoluzioni, solo KDE4 lo è, vorrei capire chiaramente a cosa mirano le tue critiche.
      Sono anni che vedo sempre la stessa solfa, oramai
      mi sono anche scocciato di provarle queste
      release tutte uguali, con interfacce incoerenti e
      GUI
      primitive.Spiegati meglio
      XXXXX miseria, gnome è fermo da secoli su quella
      interfaccia del medioevo e si pensa che FORSE tra
      altri 6 mesi si potrà avere una nuova
      interfaccia?Gnome medioevo!? :|Comunque tra 6 mesi c'è Gnome3
      Ma dove sta questa rivoluzione?Ne parli solo tu.
      KDE non ne parliamo proprio...è diventato un
      clone di windows, un vero
      schifo.Peccato che Win7 a livello di GUI è pesantemente ispirato a KDE4 e non viceversa.
      Il sistema audio di linux è un qualcosa di
      veramente allucinante, fa SCHIFISSIMO! Ogni
      applicazione si gestisce le sue impostazioni
      audio, anzichè avere un sistema centralizzato che
      se ne occupa tanto per dirne una, Forse non usi una distro Linux da parecchi anni
      e potrei
      continuare
      all'infinito.Se la discussione sarà costruttivo, fai pure.
      Vedo che ci sono ancora i lamenti circa la
      chiusura delle specifiche sui chipset vari, ma vi
      rendete conto delle fesserie che
      pretendete?
      Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la
      NVIDIA che fa schede video per campare, si mette
      a rilasciare al pubblico open source le
      specifiche dei propri prodotti? Ma voi siete
      veramente fuori di
      testa...Nvidia rilascia un ottimo driver closed per Linux, ed il il progetto Open " nouveau" è a buon punto.
      In sostanza, cosa sono queste release?
      Impaccottamento di software alle ultime versioni
      stabili disponibili, far vedere che all'avvio si
      accende prima e......e poi?
      Boh.Guarda queste sono le note di rilascio della beta1:"GNOMEUbuntu 10.04 Beta 1 includes the latest GNOME desktop environment with a number of great new features. Mozilla FirefoxDefault search engine has been changed to Yahoo! The default Home Page will use either Google or Yahoo! depending on user setting. Linux kernel 2.6.32Ubuntu 10.04 Beta 1 includes the 2.6.32-16.25 kernel based on 2.6.32.9. KDE SC 4.4Kubuntu 10.04 Beta 1 features the new KDE SC 4.4. For more information about new features in Kubuntu, see the Kubuntu technical overview. HAL removalThis beta sports full removal of HAL from the boot process, making Ubuntu faster to boot and faster to resume from suspend. Major new version of likewise-openThe likewise-open package, which provides Active Directory authentication and server support for Linux, has been updated to version 5.4. The package supports upgrades from both the officially supported versions 4.0 (Ubuntu 8.04 LTS) and 4.1 (Ubuntu 9.10), as well as the likewise-open5 packages from universe.Since this upgrade involves a lot of configuration file changes and in-place database upgrades, testing and feedback is appreciated. New default open source driver for nVidia hardwareThe Nouveau video driver is now the default for nVidia hardware. This driver provides kernel mode setting, which will give improved resolution detection. This driver provides hardware accelerated 2D functionality, like the -nv driver it replaces. The nouveau driver is being actively developed upstream and we anticipate this will enable faster bug fixes for problems encountered. Improved support for nVidia proprietary graphics driversThree different NVIDIA proprietary drivers are currently available: nvidia-current (190.53), nvidia-173, and nvidia-96. Thanks to a new alternatives system, it is now possible to install all three of these packages at the same time (although it is only possible to have one configured for use at a time).Social from the StartWe now feature built-in integration with Twitter, identi.ca, Facebook, and other social networks with the MeMenu in the panel, which is built upon the Gwibber project, which has a completely new, more reliable backend built on top of desktopcouch. Gwibber now also supports a multi-column view for monitoring multiple feeds simultaneously. New boot experienceMultiple changes to look, feel and speed of the boot experience have been included in the Ubuntu 10.04 LTS beta. New IndicatorsThe notification area now features more consistent user experience and design for communication, session management, and many other tasks. New ThemesThe desktop has been beautified with the addition of two brand new themes, Ambiance and Radiance. New wallpaper and icons are also included. Ubuntu One File SyncingSelect any folder in your home directory for sync, pick from your existing contacts when sharing folders. An updated preferences application has been added, with more features. Ubuntu One Music StoreMillions of songs are available for purchase from your Ubuntu desktop, integrated with the Rhythmbox Music Player and using Ubuntu One cloud storage for backup and easy sync. Watch http://one.ubuntu.com/blog for the public beta launch. New features for Ubuntu Enterprise Cloud (UEC)The Ubuntu Enterprise Cloud installer has been vastly improved in order to support alternative installation topologies. UEC components are now automatically discovered and registered, including for complex topologies. Finally, UEC is now powered by Eucalyptus 1.6.2 codebase. "Anche se le LTS sono release di sostanza, la carne al fuoco non manca in questa 10.04.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 aprile 2010 16.35-----------------------------------------------------------
    • angros scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      - Scritto da: DarkOne
      Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la
      NVIDIA che fa schede video per campare, si mette
      a rilasciare al pubblico open source...Ti quoto in toto e aggiungo che i sostenitori di questo Ubuntu, dal mio punto di vista, hanno l'aspettativa che tutto il software che ci gira sopra debba essere open o quantomeno free. Insomma il sistema giusto per perditempo o appassionati che hanno molto tempo da perdere ma che di fatto non ci devono lavorare.Come si fa a vendere un software proprietario (chessó, un gestionale Zucchetti) per Ubuntu se poi la gente si aspetta che te lo regali?Bel modo di fare Business e tirare avanti la baracca.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
        - Scritto da: angros
        Ti quoto in toto e aggiungo che i sostenitori di
        questo Ubuntu, dal mio punto di vista, hanno
        l'aspettativa che tutto il software che ci gira
        sopra debba essere open o quantomeno free.
        Insomma il sistema giusto per perditempo o
        appassionati che hanno molto tempo da perdere ma
        che di fatto non ci devono
        lavorare.Chi vuole Ubuntu senza software closed con sola roba open, scelga gNewSense.
        Come si fa a vendere un software proprietario
        (chessó, un gestionale Zucchetti) per Ubuntu se
        poi la gente si aspetta che te lo
        regali?
        Bel modo di fare Business e tirare avanti la
        baracca.Non tutti hann queste pretese, per chi le ha propongo sempre gNewSense.
        • angros scrive:
          Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
          Io al tuo posto inventere un'altra distro.Se ne sentiva giá la mancanza...
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            No grazie, non ci tengo proprio, c'è già abbastanza frammentazione, con il conseguente spreco di risorse umane ed economiche.
          • angros scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            Guarda che era un impostore, io oggi pomeriggio non ero online....Qui, ti distrai un momento, e cominciano a fare scherzi idioti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            Registrati e passa la paura.
          • angros scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            - Scritto da: Sgabbio
            Registrati e passa la paura.Gia... Adesso registro il nome utente : Angros
          • angros scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            Ecco di nuovo l'impostore
          • angros scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            - Scritto da: angros
            Ecco di nuovo l'impostoreNo, io sono un altro.
          • angros scrive:
            Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
            Due impostori che copiano il mio nick? Dovrei sentirmi onorato...
      • angros scrive:
        Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...

        Ti quoto in toto e aggiungo che i sostenitori di
        questo Ubuntu, dal mio punto di vista, hanno
        l'aspettativa che tutto il software che ci gira
        sopra debba essere open o quantomeno free.Quella è la mia aspettativa, ed è uno dei motivi per cui ho scelto linux; tu stai usando un nick già usato da me. Usa un altro nick,
        Insomma il sistema giusto per perditempo o
        appassionati che hanno molto tempo da perdere ma
        che di fatto non ci devono
        lavorare.Io ci lavoro. Evita le trollate (oppure falle a nome tuo e non a nome mio)

        Come si fa a vendere un software proprietario
        (chessó, un gestionale Zucchetti) per Ubuntu se
        poi la gente si aspetta che te lo
        regali?Non si vende; sai bene come la penso in proposito.
    • cantinaro scrive:
      Re: Io vorrei capire soltanto una cosa...
      - Scritto da: DarkOne
      Ma tutti questi rilasci semestrali, queste
      "rivoluzioni" annunciate ad ogni release che
      ca**o portano veramente di così rivoluzionario o
      innovativo?Necessari per mantenere l'hype. E' un buon modo per spostare l'attenzione sulla distro :)
      Sono anni che vedo sempre la stessa solfa, oramai
      mi sono anche scocciato di provarle queste
      release tutte uguali, con interfacce incoerenti e
      GUI
      primitive.
      XXXXX miseria, gnome è fermo da secoli su quella
      interfaccia del medioevo e si pensa che FORSE tra
      altri 6 mesi si potrà avere una nuova
      interfaccia?Un'interfaccia è un'interfaccia. Può essere minimalista e razionale come Gnome (non a caso ispirata a macos) oppure più scintillante e più configurabile come Kde.Per il resto forse ti riferivi al cambio di paradigma, come potrebbe essere con gnome shell + zeitgeist o nepomuk, il desktop semantico di Kde ma ci vorrà ancora del tempo.Dall'altro lato non mi pare di vedere queste grandi rivoluzioni.
      Ma dove sta questa rivoluzione?
      KDE non ne parliamo proprio...è diventato un
      clone di windows, un vero
      schifo.Giusto il supporto al blur con la 4.5. Per il resto sono due mondi completamente differenti. Credo che il tuning di Kde sia molto superiore a quello offerto da Windows
      Il sistema audio di linux è un qualcosa di
      veramente allucinante, fa SCHIFISSIMO! Ogni
      applicazione si gestisce le sue impostazioni
      audio, anzichè avere un sistema centralizzato che
      se ne occupa tanto per dirne una, e potrei
      continuare
      all'infinito.Questa non l'ho capita. E' vero che non funziona bene ed è capitato che avesse dei bachi di memory leak piuttosto seccanti ma il sistema centralizzato esiste già da tempo ed è pulse.Se ti riferisci alla difficoltà nella riproduzione simultanea, hai ragione perché in questi casi si dovrebbe installare un kernel linux a bassa latenza in modo da poter utilizzare un server audio come jack.
      Vedo che ci sono ancora i lamenti circa la
      chiusura delle specifiche sui chipset vari, ma vi
      rendete conto delle fesserie che
      pretendete?
      Ma veramente vi aspettate che un'azienda come la
      NVIDIA che fa schede video per campare, si mette
      a rilasciare al pubblico open source le
      specifiche dei propri prodotti? Ma voi siete
      veramente fuori di
      testa...Mah... Nvidia ala fine vende schede video, non driver.Da quanto affermi, sembra quasi che ci si possa avvantaggiare dalle specifiche per produrre schede video concorrenziali.Allora ati sta sbagliando tutto. Bisognerà avvertirla :)
      In sostanza, cosa sono queste release?
      Impaccottamento di software alle ultime versioni
      stabili disponibili, far vedere che all'avvio si
      accende prima e......e poi?E poi ci si lavora. E anche bene.Sulla mia macchina gira netbeans, apache, tomcat, glassfish, phpmyadmin, mysql oltre a centinaia di altri software di piccola produttività con cui faccio veramente di tutto e senza che mi perda un colpo da più di un anno.Sulla stessa macchina (un dual core con 4 giga di ram. Una macchina onesta) tutta questa roba girava prima su Windows Vista. Che tu ci creda o no, dopo 6 mesi quella macchina diventava sistematicamente inutilizzabile e lentissima.Windows alla fine cos'è? Un SO con il 98% di software di terze parti. Non mi pare che ci sia tutta questa differenza da questo punto di vista.Gnu/Linux non è solo boot istantaneo.
      Boh.Già. Boh.
  • lui scrive:
    Maverick ?
    Io voglio Linux ICEFOX !
  • matik scrive:
    Mozilla
    "Default search engine has been changed to Yahoo!"qualcuno sa cosa sia sucXXXXX tra Mozilla e Google??
    • myname scrive:
      Re: Mozilla
      Niente.Semplicemente Canonical (l'azienda dietro Ubuntu) ha fatto un accordo commerciale con Yahoo per metterlo come motore di ricerca di default per Firefox.Bene per Canonical, che ha così una nuova fonte di reddito.Per chi vuole tornare a Google come motore di ricerca (es. io) basta selezionarlo con 1 clic (automaticamente viene anche riconfigurata l'homepage).
      • lui scrive:
        Re: Mozilla
        - Scritto da: myname
        Niente.
        Semplicemente Canonical (l'azienda dietro Ubuntu)
        ha fatto un accordo commerciale con Yahoo per
        metterlo come motore di ricerca di default per
        Firefox.

        Bene per Canonical, che ha così una nuova fonte
        di
        reddito.

        Per chi vuole tornare a Google come motore di
        ricerca (es. io) basta selezionarlo con 1 clic
        (automaticamente viene anche riconfigurata
        l'homepage).Sempre meglio di Mandriva che ha messo ask.com (praticamente uno spyware)
  • pippo scrive:
    errore
    è 10.04 non 10.10
  • harvey scrive:
    Wine
    Non capisco perche' canonical non preme sull'aggiornamento di wineOnestamente l'unica maniera di attirare certi clienti e' fargli funzionare i software che usano attualmente su ubuntu....Mi pare che il corrispettivo della mela sia più preformate e compatibile
    • Mr. Sallman scrive:
      Re: Wine
      Non mi dire che su 18.000 pacchetti software disponibili per Ubuntu e Debian non hai trovato il software adatto.
      • harvey scrive:
        Re: Wine
        Certo che non si trova ....
      • iRoby scrive:
        Re: Wine
        Io faccio datalogging su USB e seriale e alcuni miei software con Wine non funzionano per problemi banali.Non funzionano neppure su XP con macchina virtuale perché perdono spesso il sincronismo con la sorgente dati.Ciò mi obbliga ad avere ancora un dual boot.Se Wine migliorasse il supporto a librerie particolari come gauge.ocx o lgauge.ocx tutti i programmetti industriali che usano le seriali o l'USB degli ultimi controllori funzionerebbero.Perché con Wine è ancora a mare anche il supporto USB.
    • Damage92 scrive:
      Re: Wine
      - Scritto da: harvey
      Non capisco perche' canonical non preme
      sull'aggiornamento di
      wine

      Onestamente l'unica maniera di attirare certi
      clienti e' fargli funzionare i software che usano
      attualmente su
      ubuntu....

      Mi pare che il corrispettivo della mela sia più
      preformate e
      compatibileL'emulazione è una soluzione temporanea, non puoi certo fare affidamento su software emulato! Piuttosto dovresti premere su altri progetti, in modo da avere software nativo.Inoltre non è che Canonical può "comandare" :D Al massimo incentivare con investimenti...E poi in genere sono poche le volte che si è costretti a ricorrere a wine... se lo usi tutti i giorni forse dovresti pensare di provare un altro sistema...
      • harvey scrive:
        Re: Wine
        L'emulazione e' una fase temporanea per un SOFinche' linux non raggiungerà una massa critica di utenti, molte aziende non svilupperanno per luiUna mossa importante secondo me sarebbe aiutare so sviluppo di wine, che mi pare piuttosto indietro, magari perche' c'e' poca gente che lo segue
        • lui scrive:
          Re: Wine
          Perforza...Chi sviluppa per Linux odia Windows.Chi sviluppa per Windows odia Linux.Chi sviluppa per mac ama il suo BMW e il suo iPod/Pad/Phone
        • collione scrive:
          Re: Wine
          è interessante però vedere che quelle aziende linux lo schiaffano in tutti i loro gadget, salvo riservarsi il diritto di non mettere nemmeno un logo da qualche parte che comunica l'utilizzo di linuxper fortuna la fsf li ha bastonati e costretti a mettere quelle informazioni tra i credits
        • krane scrive:
          Re: Wine
          - Scritto da: harvey
          L'emulazione e' una fase temporanea per un SO
          Finche' linux non raggiungerà una massa critica
          di utenti, molte aziende non svilupperanno per
          lui
          Una mossa importante secondo me sarebbe aiutare
          so sviluppo di wine, che mi pare piuttosto
          indietro, magari perche' c'e' poca gente che lo
          segueServirebbe solo a rallentare lo sviluppo di sw per linux, se gira decentemente emulato perche' farlo nativo ?
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Wine
      - Scritto da: harvey
      Non capisco perche' canonical non preme
      sull'aggiornamento di
      wineSu Lucid, sui repository trovi sia la versione stabile che quella in via di sviluppo di Wine.Cosa intendi di preciso, quando parli di premere sull'aggiornamento di Wine?
      Onestamente l'unica maniera di attirare certi
      clienti e' fargli funzionare i software che usano
      attualmente su
      ubuntu....

      Mi pare che il corrispettivo della mela sia più
      preformate e
      compatibilePer corrispettivo della mela cosa intendi? CrossOver!? esiste anche per Linux.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2010 20.46-----------------------------------------------------------
      • harvey scrive:
        Re: Wine
        - Scritto da: gnulinux86
        Su Lucid, sui repository trovi sia la versione
        stabile che quella in via di sviluppo di
        Wine.

        Cosa intendi di preciso, quando parli di premere
        sull'aggiornamento di
        Wine?Investire, far sviluppare su winePurtroppo al momento con wine ci girano pochi software
        Per corrispettivo della mela cosa intendi?
        CrossOver!? esiste anche per
        Linux.Mi pare sia parallel Ho visto uno usarlo, e devo dire che e' piuttosto potente
        • angros scrive:
          Re: Wine
          Guarda che Parallels non è l'equivalente di Wine, piuttosto è l'equivalente di Qemu: effettua una virtualizzazione ad un livello più basso; Wine o CrossOvers prendono il programma per windows, e lo eseguono nativamente rimpiazzando le chiamate alle API di windows con quelle equivalenti posix, mentre Parallels o QEMU eseguono le API di Windows vere e proprie, su proXXXXXre virtualizzato o emulato.A parità di altre condizioni, Wine è più veloce di Parallels, ma meno compatibile: inoltre, wine esegue solo programmi per Windows (a 16 e 32 bit, per la versione a 64 bit ci stanno lavorando), parallels o qemu possono usare anche altri sistemi.Attenzione, però: per usare Parallels, visto che si usano le vere API di Windows, occorre avere il cd di Windows, mentre con Wine questo non serve: se usi un altro sistema operativo per non comprare Windows (perchè temi che ci siano funzioni spia, perchè non vuoi dare soldi alla Microsoft, o per qualunque altro motivo), non ha senso usare un programma che poi ti chiede comunque di avere Windows.Wine non richiede di avere Windows, perchè le sue API possono sostituirlo (addirittura, sono state usate anche per realizzare ReactOS, un sistema operativo open source equivalente a Windows NT); naturalmente, visto che non sono le API originali di Microsoft, ma API "rifatte" e compatibili, la compatibilità non è perfetta (e non può esserlo, perchè le API di Microsoft cambiano nel tempo, ed è difficile starci dietro)
          • harvey scrive:
            Re: Wine
            - Scritto da: angros
            Guarda che Parallels non è l'equivalente di Wine,
            piuttosto è l'equivalente di Qemu: effettua una
            virtualizzazione ad un livello più basso; Wine oNon conosco il mac, errore mio
          • Sgabbio scrive:
            Re: Wine
            Più che altro è che molte api di windows non sono documentate.
        • angros scrive:
          Re: Wine
          Guarda che Parallels non è l'equivalente di Wine, piuttosto è l'equivalente di Qemu: effettua una virtualizzazione ad un livello più basso; Wine o CrossOvers prendono il programma per windows, e lo eseguono nativamente rimpiazzando le chiamate alle API di windows con quelle equivalenti posix, mentre Parallels o QEMU eseguono le API di Windows vere e proprie, su proXXXXXre virtualizzato o emulato.A parità di altre condizioni, Wine è più veloce di Parallels, ma meno compatibile: inoltre, wine esegue solo programmi per Windows (a 16 e 32 bit, per la versione a 64 bit ci stanno lavorando), parallels o qemu possono usare anche altri sistemi.Attenzione, però: per usare Parallels, visto che si usano le vere API di Windows, occorre avere il cd di Windows, mentre con Wine questo non serve: se usi un altro sistema operativo per non comprare Windows (perchè temi che ci siano funzioni spia, perchè non vuoi dare soldi alla Microsoft, o per qualunque altro motivo), non ha senso usare un programma che poi ti chiede comunque di avere Windows.Wine non richiede di avere Windows, perchè le sue API possono sostituirlo (addirittura, sono state usate anche per realizzare ReactOS, un sistema operativo open source equivalente a Windows NT); naturalmente, visto che non sono le API originali di Microsoft, ma API "rifatte" e compatibili, la compatibilità non è perfetta (e non può esserlo, perchè le API di Microsoft cambiano nel tempo, ed è difficile starci dietro)
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Wine
          - Scritto da: harvey
          Investire, far sviluppare su wineCanonical lo fa già.
          Purtroppo al momento con wine ci girano pochi
          software


          Per corrispettivo della mela cosa intendi?

          CrossOver!? esiste anche per

          Linux.

          Mi pare sia parallel
          Ho visto uno usarlo, e devo dire che e' piuttosto
          potenteCosa centra!? Parallels è una virtual machine, come VirtualBox e VMware player(entrambi disponibili anche per Linux),mentre Wine " is a re-implementation of the Win32 API, allowing applications to run as if natively on the target OS ".
  • pippo scrive:
    disattivare gnome shell
    Ma con Gnome 3.0 si potrà disattivare Gnome Shell e tornare all'interfaccia tradizionale?A me non piacciono gli effetti grafici e soprattutto odio dover scrivere su una barra per trovare una applicazione.Tanto vale allora usare il terminale, dove tra l'altro si possono fare molte più cose.
    • Damage92 scrive:
      Re: disattivare gnome shell
      - Scritto da: pippo
      Ma con Gnome 3.0 si potrà disattivare Gnome Shell
      e tornare all'interfaccia
      tradizionale?
      A me non piacciono gli effetti grafici e
      soprattutto odio dover scrivere su una barra per
      trovare una
      applicazione.
      Tanto vale allora usare il terminale, dove tra
      l'altro si possono fare molte più
      cose.Magari dopo averlo provato potresti cambiare idea ;)Non penso sarà possibile continuare ad usare i classici pannelli (anche se non lo escludo), ma probabilmente potrai trovare un compromesso attraverso qualche altro software/configurazione. Il bello dell'open è che il limite sei te, non il software! :DC'è comunque un menu ad icone che puoi usare alternativamente alla riga.
      • pippo. scrive:
        Re: disattivare gnome shell
        - Scritto da: Damage92
        Magari dopo averlo provato potresti cambiare idea
        ;)Ne dubito. Ho visto i video e fanno pena.Amo l'interfaccia attuale e non la cambiarei per nulla al mondo.Io col computer ci lavoro, miga gioco a spostare le finestre!
        Non penso sarà possibile continuare ad usare i
        classici pannelli (anche se non lo escludo), ma
        probabilmente potrai trovare un compromesso
        attraverso qualche altro software/configurazione.
        Il bello dell'open è che il limite sei te, non il
        software! :DSe mi cassano l'interfaccia penso che ci sia poco da fare.Presto o tardi dovrò piegarmi ad usare quell'obrorio o migrare verso altri lidi.Il più simile sembra XFCE, anche se è anni luce dall'interfaccia attuale di Gnome.
        C'è comunque un menu ad icone che puoi usare
        alternativamente alla riga.Che però è nettamente meno confortevole di quello attuale.I fronzoli proprio non li sopporto.L'interfaccia attuale e praticamente perfetta.
        • barra78 scrive:
          Re: disattivare gnome shell
          si, l'interfaccia normale, così come metacity saranno disponibili (per l'hardware che non è in grado di fare girare clutter).Io però ti dico che:- compilo gnome-shell quotidianamente praticamente da quando ne è iniziato lo sviluppo.- su karmic era diventato il mio "DE" predefinito, molto più comodo del "normale" gnome.- Su lucid sono per ora mi accontento di usare il nuovo ubuntu "classico". Mi piace molto l'integrazione tra i vari componenti del DE ed è un peccato perderla.- Se impari ad usare il tasto super per accedere al menu attività diventa più rapido dell'attuale gnome. scommetto comunque che con Maverik sarà possibile scegliere da GDM quale delle 2 interfaccie usare (come succede ora con UNE). P.s. anche io uso linux x lavoro ed è proprio li che gnome-shell fa la differenza, almeno dopo avere superato la necessaria fase di "apprendimento".
  • vistabuntu.wordpress.com scrive:
    Soddisfatto di questa Distro
    Onestamente, devo dire che Ubuntu mi sta sempre più soddisfacendo. Se non fosse per il fatto che è carente lato software per il lavoro che faccio, potrei dire tranquillamente che potrebbe tranquillamente (o quasi) sostituire Windows. Quello su cui Mark deve ora puntare e' l'interazione con gli OEM (come giustamente diceva tempo fa GnuLinux86) in modo da spingere le software house ad aprire gli occhi a questo nuovo sistema operativo emergente. Sono stato talmente ispirato da questa lucid che ho ripreso in mano il mio bloggo ed ho fatto pure un articolo profetico :)http://vistabuntu.wordpress.com/2010/04/02/ubuntu-tra-ventanni/Altro grande progresso secondo me e' l'apertura dell'Ubuntu Music Store...forse cosi' canonical riuscira' a fare qualche soldino in più. Speriamo sia così, ora come ora un allargamento di Canonical non potrebbe fare altro che bene ad Ubuntu. Lato stabilità, posso dire che Lucid ha risolto sul mio ruzzino (MSI Wind), tutti i problemi che Karmic si portava appresso (vedi schermo intermittente, vedi problema wireless, vedi penne usb che non montavano).In definitiva, un plauso a Canonical, speriamo che che tra vent'anni si realizzi quello che ho forse un po troppo sboronamente immaginato.
    • advange scrive:
      Re: Soddisfatto di questa Distro

      Onestamente, devo dire che Ubuntu mi sta sempre
      più soddisfacendo. Se non fosse per il fatto che
      è carente lato software per il lavoro che faccio,
      potrei dire tranquillamente che potrebbe
      tranquillamente (o quasi) sostituire Windows.
      Quello su cui Mark deve ora puntare e'
      l'interazione con gli OEM (come giustamente
      diceva tempo fa GnuLinux86) in modo da spingere
      le software house ad aprire gli occhi a questo
      nuovo sistema operativo emergente. Sono stato
      talmente ispirato da questa lucid che ho ripreso
      in mano il mio bloggo ed ho fatto pure un
      articolo profetico :)

      http://vistabuntu.wordpress.com/2010/04/02/ubuntu-Sì, ma su certe cose continuano a latitare, sprecando energie inutilmente; star lì ancora a promuovere il servizio ShipIt buttando inutilmente denaro, perdere tempo e denaro a sviluppare per due DE diversi (ma a che serve? si sprecano risorse e si fanno pure brutte figure - vedi noti problemi con KDE).

      Altro grande progresso secondo me e' l'apertura
      dell'Ubuntu Music Store...forse cosi' canonical
      riuscira' a fare qualche soldino in più. Speriamo
      sia così, ora come ora un allargamento di
      Canonical non potrebbe fare altro che bene ad
      Ubuntu. Lato stabilità, posso dire che Lucid ha
      risolto sul mio ruzzino (MSI Wind), tutti i
      problemi che Karmic si portava appresso (vedi
      schermo intermittente, vedi problema wireless,
      vedi penne usb che non montavano).Sul Music Store si sono mossi anche con troppo ritardo: era da almeno un paio d'anni che dovevano farlo. Da segnalare anche Ubuntu One che è veramente comodo e che può essere un'altra fonte di guadagno (anche se qui andrebbe pensata l'integrazione con sistemi di backup).Su Karmic: le distro di ottobre sono sempre sperimentali; con questa hanno davvero esagerato.
      In definitiva, un plauso a Canonical, speriamo
      che tra vent'anni si realizzi quello che ho
      forse un po troppo sboronamente immaginato.Boh, vedremo.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Soddisfatto di questa Distro
        - Scritto da: advange
        Sì, ma su certe cose continuano a latitare,
        sprecando energie inutilmente; star lì ancora a
        promuovere il servizio ShipIt buttando
        inutilmente denaro, No, il servizio shipit non è più gratuito, se vuoi o CD/DVD li devi pagare.
        perdere tempo e denaro a
        sviluppare per due DE diversi (ma a che serve? si
        sprecano risorse e si fanno pure brutte figure -
        vedi noti problemi con
        KDE).Sono d'accordo.
        Sul Music Store si sono mossi anche con troppo
        ritardo: era da almeno un paio d'anni che
        dovevano farlo. Da segnalare anche Ubuntu One che
        è veramente comodo e che può essere un'altra
        fonte di guadagno (anche se qui andrebbe pensata
        l'integrazione con sistemi di
        backup).Sono 2 servizi, che dovrebbero aiutare Ubuntu ad avere una certa autonomia economica, speriamo bene.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2010 20.30-----------------------------------------------------------
        • VistabuntuN onLoggato scrive:
          Re: Soddisfatto di questa Distro
          Modificato dall' autore il 04 aprile 2010 20.30
          --------------------------------------------------Spero solo che, col passare del tempo, arrivino software professionali. Da questo punto di vista ubuntu latita parecchio. Ad esempio mi e' impossibile lavorare in autocad o in programmi di calcolo strutturale. Una nota software house ha trasportato "si fa per dire visto che gira su parallel" il suo software per mac, ma purtroppo per Ubuntu niente da fare...se le software house iniziassero a produrre per ubuntu la situazione cambierebbe drasticamente,ma perche' ubuntu si diffonda dovrebbe seguire la manovra di Jobs, ovvero marketing e prezzi allucinanti. In questo modo la gente associerebbe nel lato oscuro del suo cervello la parola costoso, alla parola "moda", "figo", "must have". Senza alcuna offesa per i macachi ovviamente, possiedo un iphone 3gs, ed a parte la batteria che fa semplicemente pena ed il software che latita di alcune cose basilari (e qua ai voglia ruppolo a difendere) come usabilità e touchscreen siamo su altri livelli davvero.
          • harvey scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: VistabuntuN onLoggato
            ubuntu latita parecchio. Ad esempio mi e'
            impossibile lavorare in autocad o in programmi di
            calcolo strutturale. Una nota software house ha
            trasportato "si fa per dire visto che gira suInfatti, una delle tante pecche di linuxSono contenti dei software che hanno e non vogliono capire che molti non possono lavorarci perche' hanno degli standard da rispettare. Qualsiasi utilizzatore di autocad e' costretto a usare windows, non ha scelta
            per i macachi ovviamente, possiedo un iphone 3gs,
            ed a parte la batteria che fa semplicemente pena
            ed il software che latita di alcune cose basilari
            (e qua ai voglia ruppolo a difendere) come
            usabilità e touchscreen siamo su altri livelli
            davvero.LO sai, con il passare del tempo si perdono le funzioni utili.Sia sull'iPhone che su WM per usare la sveglia deve essere acceso il cellulare...Cosa mai vista su tutti i cellulari precedenti!
          • vistabuntu.wordpress.com scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: harvey
            - Scritto da: VistabuntuN onLoggato

            ubuntu latita parecchio. Ad esempio mi e'

            impossibile lavorare in autocad o in programmi
            di

            calcolo strutturale. Una nota software house ha

            trasportato "si fa per dire visto che gira su

            Infatti, una delle tante pecche di linux

            Sono contenti dei software che hanno e non
            vogliono capire che molti non possono lavorarci
            perche' hanno degli standard da rispettare.

            Qualsiasi utilizzatore di autocad e' costretto a
            usare windows, non ha
            scelta


            per i macachi ovviamente, possiedo un iphone
            3gs,

            ed a parte la batteria che fa semplicemente pena

            ed il software che latita di alcune cose
            basilari

            (e qua ai voglia ruppolo a difendere) come

            usabilità e touchscreen siamo su altri livelli

            davvero.

            LO sai, con il passare del tempo si perdono le
            funzioni
            utili.

            Sia sull'iPhone che su WM per usare la sveglia
            deve essere acceso il
            cellulare...

            Cosa mai vista su tutti i cellulari precedenti!Difatti alcune scelte mi stupiscono, ma d'altro canto, per riprendere le parole di qualcuno che non ricordo, "non farà anche molte cose, ma le cose che fa le fa bene (a parte la gestione messaggi aggiungo :) ).
          • advange scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            Ma veramente sull'iPhone la sveglia non funziona a terminale spento?Dai, questa sarebbe veramente oltre l'assurdo: sono cose che qualunque cellulare da 20 fa (e da 15 anni!).Sarebbe un salto all'indietro di 20 anni (ora che ci penso ho avuto l'iPhone per 2 settimane, ma non ho mai provato la funzione sveglia; appena posso me lo faccio ridare: questa cosa sarebbe tragicomica).
          • harvey scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            E' così :(Oramai solo nokia fa cellulari, gli altri tralasciano le cose più importanti dei cellulare. Cioe' sveglia, e telefonate. Le uniche cose che usavo qualche anno fa
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: harvey
            Sono contenti dei software che hanno e non
            vogliono capire che molti non possono lavorarci
            perche' hanno degli standard da rispettare.

            Qualsiasi utilizzatore di autocad e' costretto a
            usare windows, non ha
            sceltaGuarda che se Autodesk non sviluppa una versione nativa di AutoCAD per Linux, non è colpa delle distro Linux e tanto meno dei suoi utenti.Alcuni software commerciali su Linux, non ci sono per il semplice motivo che allo stato attuale tale piattaforma non ha una quota di diffusione elevata in ambito desktop.
          • harvey scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: gnulinux86
            Guarda che se Autodesk non sviluppa una versione
            nativa di AutoCAD per Linux, non è colpa delle
            distro Linux e tanto meno dei suoi
            utenti.Mai detto questoDico soltanto che finché linux sarà un SO di nicchia, autodesk (come altre) non farà applicazioni per luiPer far crescere le utenze, serve più "compatibilità"Secondo me sarebbe un ottima mossa per canonical (come per le grani distribuzioni) portare avanti il progetto wine
            Alcuni software commerciali su Linux, non ci sono
            per il semplice motivo che allo stato attuale
            tale piattaforma non ha una quota di diffusione
            elevata in ambito
            desktop.Quello che intendevo io
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: harvey
            - Scritto da: gnulinux86

            Guarda che se Autodesk non sviluppa una versione

            nativa di AutoCAD per Linux, non è colpa delle

            distro Linux e tanto meno dei suoi

            utenti.

            Mai detto questoMa dal tuo commento precendete si direbbe il contrario.
            Dico soltanto che finché linux sarà un SO di
            nicchia, autodesk (come altre) non farà
            applicazioni per
            luiServe preinstallato e ottimo marketing per risolvere questo problema.
            Per far crescere le utenze, serve più
            "compatibilità"A che genere di incompatibilità ti riferisci?
          • harvey scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            - Scritto da: gnulinux86
            Serve preinstallato e ottimo marketing per
            risolvere questo
            problema.Anche quello.Cosi' potresti conquistare il mercato consumer di basso livello (i giochi vanno solo su windows per ora)Ma quello business ha bisogno di compatibilità
            A che genere di incompatibilità ti riferisci?Le solite, ad esempio autocad
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            Quindi parli di compatibilità software Windows su Linux, guarda Crossover in questo aiuta molto, ma non risolve il problema, ritagliarsi uno spazio importante nel settore desktop dove vige il monopolio del preinstallato Windows è quasi impossibile, tale settore lo puoi smuovere solo con un altro preinstallato., ma ci vuole un sapiente marketing, in ambito Linux solo Canonical spinge sul serio per Linux su desktop, ma dato che è l'unica ci vuole tempo, io spero fiducioso, i passi in vanti fatti fin adesso lasciano sperare bene ma senza fare stupidine illusioni, del tipo il fallimento di Microsoft.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Soddisfatto di questa Distro
            Lo so, purtroppo mancano alcuni software importanti, ma questo problema si potrà risolvere solo quando Linux su desktop avrà una quota di diffusione maggiore.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Soddisfatto di questa Distro
      Questa LTS sarà tutta sostanza, parola d'ordine stabilità.Come ricordi tu, allo stato attuale il problema principale di Ubuntu è il poco preinstallato(unico mezzo per muovere il settore desktop), però Canonical sta stringendo nuove partnership, speriamo bene.
  • prius scrive:
    Kde o Gnome?
    Questo è il dilemma di chi un pò smanetta.Ma che ci frega del desktop envirement che ,volendo, si cambia in un paio di click?La verità è che ci serve una distro che funzioni e che legga tuto l'hardware.Ormai Ubuntu tralascia l'hardware vecchio e canonical stà puntanto anch'essa al cloud computing, abbiamo avuto un assaggio con UbuntuOne, storage on line....Non so quanti utenti doc di Ubuntu resteranno fino al rilascio della 10.10 ma ho la sensazione che in molti non la installeranno!E che dire della 10.04?Bastava posticipare di un mese per averla veramente innovata con debian nuovo e invece si pensa ai rilasci semestrali....Mozilla non rilascia mai un software non rinnovato e se ne frega dei rilasci semestrali...Bah, il mio è umo sfogo da ubuntista deluso che , pur di non usare win , è migrato su lidi più felici e davvero open!
    • pabloski scrive:
      Re: Kde o Gnome?
      - Scritto da: prius
      La verità è che ci serve una distro che funzioni
      e che legga tuto
      l'hardware.beh quello è compito del kernel e dei suoi driver....non c'è molto da fare quando nvidia continua a tener chiuse in cassaforte le specifiche delle geforce
      Ormai Ubuntu tralascia l'hardware vecchio e
      canonical stà puntanto anch'essa al cloudbeh non mi pare visto che su pc vecchi funziona decisamente...ho avuto ad esempio problemi con un hd 3470 e una hd 5770 con i driver open, ma il mio vecchio del con la x600 funziona a meraviglia
      computing, abbiamo avuto un assaggio con
      UbuntuOne, storage on
      line....se non sei nel cloud non esisti...lo so è una XXXXXXX a la facebook ma il mondo ormai gira così
      Non so quanti utenti doc di Ubuntu resteranno
      fino al rilascio della 10.10 ma ho la sensazione
      che in molti non la
      installeranno!dipende da cosa tireranno fuori
      E che dire della 10.04?
      Bastava posticipare di un mese per averla
      veramente innovata con debian nuovo e invece si
      pensa ai rilasci
      semestrali....se salti i rilasci, di mese in mese, fai la fine di microsoft che c'ha messo 5 anni per creare quel mostro di vista
      Mozilla non rilascia mai un software non
      rinnovato e se ne frega dei rilasci
      semestrali...certamente per certi versi è meglio come fa mozilla ma i sistemi operativi vanno aggiornati, specialmente linux visto che è fatto di tanti pezzi che cambiano continuamente....come dire, se oggi esce gnome 3 non puoi permetterti di far uscire la nuova release della tua distro che incorpora gnome 3 fra 2 anni
      Bah, il mio è umo sfogo da ubuntista deluso che ,
      pur di non usare win , è migrato su lidi più
      felici e davvero
      open!non ci piove che c'è di meglio...chi usa archlinux sa cosa intendo, però ubuntu ha comunque il merito di essere il linux per le masse
    • barra78 scrive:
      Re: Kde o Gnome?
      Post pieno di inesattezze e banalità...L'hardware vecchio non viene testato? hai presenteo come funziona lo sviluppo di Ubuntu? se segnali un bug qualcuno riponde, patcha, la patch finisce in debian qualche tempo dopo e, si spera, questa viene inclusa nel kernel (visto che stiamo parlando di driver) o cmq in mainline del progetto. Sono davvero rari i casi in cui il supporto hardware sulle vecchie configurazioni sia peggiorato e quasi sempre è dovuto al cambio di parte del kernel. Canonical paga un gruppetto di persone (un 20ina ora se ben ricordo ma sono in aumento) che lavorano sul kernel, a questi si aggiungono i "volontari". Con questi numeri pensi che sia possibile testare ogni singolo componente hw? Il tutto si sistemerebbe con i produttori che certificano l'hardware come compatibile per linux? Questo è il punto sul quale canonical sta spingendo in questa direzione. Ubuntu one che problemi ti da? non lo vuoi? non lo usi, io sinceramente sono ESTREMAMENTE FELICE di avere uno strumento di questo tipo (che viene integrato in tomboy, evolution ecc.Stesso discorso per ubuntu one music store (eccellente servizio anche se un pò povero come numero di canzoni...)Gnome 2.30 (intendevi quello quando hai scritto debian?)ci sarà, o almeno in buona parte. Si è scelto di non includere (salvo modifiche dell'ultima ora) applicativi come evolution 2.30 perchè sono stati fortemente modificati per mantenere la compatibilità con gtk3 (nel caso di evolution ad esempio rimuovere libbonobo come dipendenza è stato abbastanza complesso, è stato riscritto molto codice e il rischio di problemi di instabilità è reale e inaccettabile in una distro lts).Lavorare con rilasci semestrali serve per definire degli obbiettivi. Per una certa data si vuole ottenere un certo risultato. Si pubblica questo risultato, si sente che aria tira nella comunità, si procede con lo step successivo, valutando (anche ma non solo) i commenti sul lavoro precedentemente svolto. fanno così più o meno tutte le principali distro linux (fedora, mandriva e opensuse quest'ultima con tempi un pò diversi)
      • prius scrive:
        Re: Kde o Gnome?
        Non direi visto che deb 2.30 è ancora in beta.Forse lo rilasceranno dopo con gli aggiornamenti ma per ora...Se non sbaglio in molti all'annincio della 10.04 dissero che non ci sarebbe stata, almeno per aprile, l'ultima versione di debian e , se leggi anche sui forum in inglese e leggi l'intervista a Shuttleworth vedrai che la 10.10 non avrà deb 3!Ora mi dirai che è preferibile la stabilità e allora perché in canonical puntano a puntualizzare quel mezzo secondo in meno all'avvio? Ps "Suricato" poi è un nome che potevano risparmiarsi!
        • di passaggio scrive:
          Re: Kde o Gnome?
          Se per deb intendi GNOME, ti devo correggere non è in beta.La versione 2.30 stabile è stata rilasciata il 31 marzo
        • barra78 scrive:
          Re: Kde o Gnome?
          parli senza sapere di cosa stai parlando, questo è evidente in un post impreciso e pieno di piccole inesattezze.Deb3??? l'ultima versione di debian?Non sai di cosa stai parlando....
      • angros scrive:
        Re: Kde o Gnome?
        Mi hanno klonato il cervello, maledetti bimbiminkia!
    • ullala scrive:
      Re: Kde o Gnome?
      Sarà il tuo dilemma, io vado benissimo con xfce, molto più leggero, meno ingombrante, ma soprattutto iper personalizzabile. Non mi piacciono ne il look and feel alla "ghe pensi mi " di gnome ne quello troppo pesante e plasticoso di kde. Xfce ti permette di sistemarti le cose come ti piace e avere quello che si adatta di più al tuo modo personale di lavorare. - Scritto da: prius
      Questo è il dilemma di chi un pò smanetta.
      Ma che ci frega del desktop envirement che
      ,volendo, si cambia in un paio di
      click?
      La verità è che ci serve una distro che funzioni
      e che legga tuto
      l'hardware.
      Ormai Ubuntu tralascia l'hardware vecchio e
      canonical stà puntanto anch'essa al cloud
      computing, abbiamo avuto un assaggio con
      UbuntuOne, storage on
      line....
      Non so quanti utenti doc di Ubuntu resteranno
      fino al rilascio della 10.10 ma ho la sensazione
      che in molti non la
      installeranno!
      E che dire della 10.04?
      Bastava posticipare di un mese per averla
      veramente innovata con debian nuovo e invece si
      pensa ai rilasci
      semestrali....
      Mozilla non rilascia mai un software non
      rinnovato e se ne frega dei rilasci
      semestrali...
      Bah, il mio è umo sfogo da ubuntista deluso che ,
      pur di non usare win , è migrato su lidi più
      felici e davvero
      open!
    • krane scrive:
      Re: Kde o Gnome?
      - Scritto da: prius
      Questo è il dilemma di chi un pò smanetta.
      Ma che ci frega del desktop envirement che
      ,volendo, si cambia in un paio di click ?Veramente chi smanetta non ha dubbi : Xfce.
  • MAH scrive:
    Ubuntu ha fatto il suo tempo
    Ringraziamo Canonical per aver avvicinato Linux alla massa.Ora pero' Ubuntu ha fatto il suo tempo.1) Molti sviluppatori si sono stufati di essere considerati come pura manodopera da Mark.2) Le ultime release sono qualitativamente non soddisfacenti.3) Gnome è destinato a morire, a vantaggio di KDE. Kubuntu è un progetto di importanza completamente secondaria in Canonical, come dimostra il recente rebranding.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
      - Scritto da: MAH
      Ringraziamo Canonical per aver avvicinato Linux
      alla
      massa.
      Ora pero' Ubuntu ha fatto il suo tempo.

      1) Molti sviluppatori si sono stufati di essere
      considerati come pura manodopera da
      Mark.
      2) Le ultime release sono qualitativamente non
      soddisfacenti.
      3) Gnome è destinato a morire, a vantaggio di
      KDE. Kubuntu è un progetto di importanza
      completamente secondaria in Canonical, come
      dimostra il recente
      rebranding.5) 21/12/2012 la fine del mondo secodo i Maya.6) 22/12/2012 gli alieni verrano sulla terra per salvarci secondo X-File.(rotfl)Come utente Winaro trollalero disfattista di ciò che non è by Redmond sei il N°1.
    • barra78 scrive:
      Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
      - Scritto da: MAH
      1) Molti sviluppatori si sono stufati di essere
      considerati come pura manodopera da
      Mark.?? abbastanza falso visto che i contributori sono ancora in aumento e non mi risulta che ci sia stata UNA SOLA persona ad avere abbandonato lo sviluppo. La polemica è nata tra gli utenti e "personale non tecnico", i classici blogger XXXXXXXXXX che danno contro tutte le scelte a prescindere. Tutti quelli che sanno come lavora il team che segue lo sviluppo di Ubuntu appoggiano il metodo di lavoro (anche quando le scelte fatte non piacciono) che mette le persone giuste a fare le scelte.
      2) Le ultime release sono qualitativamente non
      soddisfacenti.Forse, però Ubuntu cresce, gli altri stanno a guardare.... Ubuntu è sui pc di vari marchi (HP, dell, sharp, toshiba e vari minori tra cui in italia abaco computer e un'azienda di napoli che ha iniziato a commercializzare un bellissimo tablet con su ubuntu) , Fedora, opensuse, mandriva dove li vai a comprare? Non è un caso che in Canonical stiano cercando molto personale (una 30ina di persone mi risulta) che seguano il mercato OEM. fedora 11 è più stabile di Karmic? sul mio pc Anaconda nemmeno parte in modalità testuale e crasha di brutto l'installer grafico (stessa cosa per la 10).Vuoi la stabilità? ti prendi una lts e la mantieni. altrimenti devi essere consapevole che qualche problemino possa esserci...
      3) Gnome è destinato a morire, a vantaggio di
      KDE. Kubuntu è un progetto di importanza
      completamente secondaria in Canonical, come
      dimostra il recente rebranding.- Il rebranding ha appena interessato anche Kubuntu. E' stato un lavoro più lungo ma è arrivato. - Gnome destinato a morire? LOL... Mi sembra il contrario, KDE4 è arrivato e non ha fatto il botto, a differenza di quanto tanti ritenevano scontato. Il motivo di questo "flop" non è tecnico ma legato alle scelte fatte. Si è messa la persona sbagliata a capo del progetto, questa è corsa x mesi dietro a quel XXXXXllo in alto a destra e si è dimenticata del resto del DE. Non a caso con l'elezione del nuovo leader del progetto le cose sono iniziate ad andare meglio (Aaron Seigo si è dimostrato un vero fallimento, nonostante nessuno lo voglia ammettere....). IMHO però ormai è tardi....
      • prius scrive:
        Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo

        fedora 11 è più stabile di Karmic? sul mio pc
        Anaconda nemmeno parte in modalità testuale e
        crasha di brutto l'installer grafico (stessa cosa
        per la
        10).Ehm sei indietro sulle versioni di Fedora,c'è la 12 da un bel pò!E detto sinceramente la 9.10 di ubuntu faceva schifo e speriamo nella 10.04...Se però si pensa che essere più veloci significa essere i migliori allora si che si fa il gioco di ms!Ad oggi non sono ancora riuscito a configurare la wi-fi su ubuntu 9.10 e mi sa che non ci riuscirò nemmeno com la 10.04!Eppure ho una intel e su fedora 12 non ho problemi.
        • barra78 scrive:
          Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
          ho sbagliato con i numeri di versione, cmq ho provato ad installare le ultime 2 versioni di Fedora e nemmeno si avvia l'installer (sul fisso, sul mio netbook invece funziona quindi non è un problema della iso).Di problemi su un singolo hw ce ne possono essere su qualunque distro, ma in linea di massima Ubuntu gira su più hardware di altri sistemi, questo è innegabile.
          • prius scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            E sui miei, un compaq 2104 e un acer 5920g, non girano più le versioni recenti di ubuntu!Sfigato?Forse ma con fedora gira tutto a meraviglia!Ps prova a usare l'usb live di fedora e vedrai la differenza con Ubuntu.Proprio oggi ho usato wubi 10.04 beta sull'acer e , pur leggendo la wi-fi non posso navigare!Esattamente quello che mi succede con la 9.10...E non posso usare neanche l'eth che non lo rileva proprio.Ho scaricato a parte anche wicd con le relative dipendenze ma non va!- Scritto da: barra78
            ho sbagliato con i numeri di versione, cmq ho
            provato ad installare le ultime 2 versioni di
            Fedora e nemmeno si avvia l'installer (sul fisso,
            sul mio netbook invece funziona quindi non è un
            problema della
            iso).

            Di problemi su un singolo hw ce ne possono essere
            su qualunque distro, ma in linea di massima
            Ubuntu gira su più hardware di altri sistemi,
            questo è
            innegabile.
          • barra78 scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            Come ho già scritto la pessima scelta dell'hardware sul quale fare girare linux non penso che sia imputabile a Canonical. Cercare di supportare tutto e tutti senza essere considerati dai produttori è assurdo e impossibile e la strada scelta da Canonical, come ti ho già scritto è un'altra. non piace? tanti saluti le alternative non mancano.Il sucXXXXX di fedora e il sempre più ampio margine sugli "inseguitori" (google trends e 1000 altre fonti che confermano questa mia frase) sono a dimostrazione che la strada sembra essere quella giusta.
        • lui scrive:
          Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
          certo se hai una scheda wireless della ChinaCom che fa driver solo per windows 95a di cosa ti lamenti ? tira fuori i soldi e comprati una Intel o una Broadcom e di problemi non ce ne saranno.
      • prius scrive:
        Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
        "Fedora, opensuse, mandriva dove li vai a comprare?"Questa frase non l'avevo letta!Quello che dici è una ca...ta totale!Se ti hanno venduto Ubuntu allora ti hanno fregato di brutto.Riguardo a hp, del e company: hanno abbandonato Ubuntu e hanno installato win xp!E sai perché?Perché i loro pc dovevano essere venduti!E se tu vendi un pc con linux sopra rimane nello scaffale!E sappi che le versioni per netbok esistono anche di fedora e opensuse ma hanno nomi diversi dalla distro principale!
        • barra78 scrive:
          Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
          mi sembrava abbastanza scontato che il discorso fosse "comprare pc e netbook con su ubuntu". Se compri un dell mini hai un supporto tecnico dedicato ad ubuntu e la GARANZIA di un corretto funzionamento dell'hardware....Dell lancerà una nuova linea di macchine con su Ubuntu, qualche giorno dopo il rilascio di lucid e cmq di netbook con su linux ne vendono un sacco (dalle mie parti sono stati vendute in 2 giorni le 1000 macchine messe in offerta da una grande catena) di hp con su UNR se ne trovano ancora (pochi hai ragione), non so toshiba e Sharp perchè erano macchine dedicate al mercato orientale (vedi il parlmare 5" di sharp). Ho avuto modo di parlare con i responsabili di abaco computer e si sono detti molto soddisfatti delle vendite e che non hanno mai ricevuto grandi lamentele per il sistema installato. Certo, qualcuno avrà sostituito ubuntu con la copia pirata di 7 ma questi sono gli stessi che comprano i notebook con su 7home per poi formattare e mettere su 7ultimate, convinti di fare una genialata....Mi risulta che MSI installi Suse, non opensuse e non è un caso che MSI abbia dichiarato che le vendite siano state uno schifo. Se parli delle versioni Moblin delle 2 distro,belle, peccato che nessun produttore di hw abbia mai venduto qualcosa con su questo sistema. Speriamo che le cose cambino con il nuovo meego ma questo ha poco a che fare con RH e simili
          • prius scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            Peccato che poi ha installato win xp.Il motivo è semplice: uno se vuole linux se lo scarica e se lo installa!Invece con win xp ha una licenza originale.Il tutto per pochi euro in più!
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            Che io ad esempio non voglio spendere. E non sono l'unico, tra parentesi.
          • angros scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            Giá. Non sei l'unico a non voler pagare.Il problema é proprio questo, ed é comune a tutti i sostenitori di "Ubuntu".Chissá perché in ambito informatico non vogliono spendere una lira per il software???Su ragazzi, siate seri: sembra che tutto vi sia dovuto e tutto deve essere conXXXXX gratis.Ma dove vivete? Qualcuno nell'ambito del software deve pure vendere e tirare avanti la baracca e far quadrare i conti a fine mese.Mi sembrate quel "cogl10ne" del mio omonimo che sostiene che tutto quello che puó essere copiato senza togliere nulla all'autore, allora é conXXXXX.E cosí giú tutti a copiare musica e software, quando non si trova quello giá gratis.Togliere i ricavi alle aziende lo trovate giusto?Andate a zapare la terra va...
          • barra78 scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            discorso che vale davvero poco, soprattutto se poi ci si lamenta dei problemi di driver e C. Da un produttore che vende Hardware con ubuntu mi aspetto supporto e compatibilità. Se compro un pc con su windows, ci metto linux, non va e il produttore mi dice XXXXX tuoi alla fine ha ragione lui.....
          • Mr. Sallman scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo

            Il tutto per pochi euro in più!Il punto è che non sempre spendere significa portarsi a casa qualcosa di utile.E' fin troppo facile prevedere che nell'arco di qualche mese i sistemi win si estingueranno come i dinosauri.Il meteorite in avvicinamento si chiama Ubuntu :)
          • pippo75 scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo


            Il meteorite in avvicinamento si chiama Ubuntu :)vuoi dire che si sbriciola nell'atmosfera e se va bene lo trovi al polo nord formato sassolino? :)
      • pabloski scrive:
        Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
        - Scritto da: barra78
        Forse, però Ubuntu cresce, gli altri stanno a
        guardare.... Ubuntu è sui pc di vari marchi (HP,
        dell, sharp, toshiba e vari minori tra cui in
        italia abaco computer e un'azienda di napoli che
        ha iniziato a commercializzare un bellissimo
        tablet con su ubuntu) , Fedora, opensuse,
        mandriva dove li vai a comprare? Non è un casodel resto se valutiamo obiettivamente le varie distribuzioni solo ubuntu ne esce beneio cerco da sempre di valutare le distribuzioni in maniera obiettiva e sono stato un fan di suse nel lontano '98 fino al 2001 circa ma cavolo infilare il dvd e vedere che crasha durante l'installazione è davvero troppolo stesso ha fatto redhat con fedora...ho usato le vecchie redhat per alcuni mesi ma dalla prima uscita di fedora ho notato uno scadimento incredibile nella qualitàche ci piaccia o no opensuse e fedora sono solo delle versioni di test per suse e rhel e usano gli utenti come caviechiaramente un OEM non può permettersi di usare distribuzioni che hanno bug di una certa importanza...yum è un buon package manager, ma cavolo è lento come la morte e t'impalla il pc che è una bellezzainsomma, qualche glitch qui qualche glitch lì e l'esperienza d'uso va a farsi friggere
        fedora 11 è più stabile di Karmic? sul mio pc
        Anaconda nemmeno parte in modalità testuale e
        crasha di brutto l'installer grafico (stessa cosa
        per la
        10).ecco appunto, stessa esperienza
        - Gnome destinato a morire? LOL... Mi sembra il
        contrario, KDE4 è arrivato e non ha fatto il
        botto, a differenza di quanto tanti ritenevano
        scontato. Il motivo di questo "flop" non è
        tecnico ma legato alle scelte fatte. Si è messa
        la persona sbagliata a capo del progetto, questa
        è corsa x mesi dietro a quel XXXXXllo in alto a
        destra e si è dimenticata del resto del DE. Non a
        caso con l'elezione del nuovo leader del progetto
        le cose sono iniziate ad andare meglio (Aaron
        Seigo si è dimostrato un vero fallimento,
        nonostante nessuno lo voglia ammettere....). IMHO
        però ormai è
        tardi....si effettivamente kde4 meritava di più e Seigo sa il fatto suo ( e lo si vede dalle ultime release )....speriamo che nokia spingendo qt riesca a rianimare anche kde4non ci conterei però visto che ormai qt ( ma anche gtk/clutter ) ha una vita autonoma...mettere kde4 su un netbook o peggio su uno smartphone sarebbe un suicidio :D
        • Sickboy scrive:
          Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
          - Scritto da: pabloski
          - Scritto da: barra78


          Forse, però Ubuntu cresce, gli altri stanno a

          guardare.... Ubuntu è sui pc di vari marchi (HP,

          dell, sharp, toshiba e vari minori tra cui in

          italia abaco computer e un'azienda di napoli che

          ha iniziato a commercializzare un bellissimo

          tablet con su ubuntu) , Fedora, opensuse,

          mandriva dove li vai a comprare? Non è un caso

          del resto se valutiamo obiettivamente le varie
          distribuzioni solo ubuntu ne esce
          bene

          io cerco da sempre di valutare le distribuzioni
          in maniera obiettiva e sono stato un fan di suse
          nel lontano '98 fino al 2001 circa ma cavolo
          infilare il dvd e vedere che crasha durante
          l'installazione è davvero
          troppo

          lo stesso ha fatto redhat con fedora...ho usato
          le vecchie redhat per alcuni mesi ma dalla prima
          uscita di fedora ho notato uno scadimento
          incredibile nella
          qualità

          che ci piaccia o no opensuse e fedora sono solo
          delle versioni di test per suse e rhel e usano
          gli utenti come
          cavie

          chiaramente un OEM non può permettersi di usare
          distribuzioni che hanno bug di una certa
          importanza...yum è un buon package manager, ma
          cavolo è lento come la morte e t'impalla il pc
          che è una
          bellezza

          insomma, qualche glitch qui qualche glitch lì e
          l'esperienza d'uso va a farsi
          friggere


          fedora 11 è più stabile di Karmic? sul mio pc

          Anaconda nemmeno parte in modalità testuale e

          crasha di brutto l'installer grafico (stessa
          cosa

          per la

          10).

          ecco appunto, stessa esperienza


          - Gnome destinato a morire? LOL... Mi sembra il

          contrario, KDE4 è arrivato e non ha fatto il

          botto, a differenza di quanto tanti ritenevano

          scontato. Il motivo di questo "flop" non è

          tecnico ma legato alle scelte fatte. Si è messa

          la persona sbagliata a capo del progetto, questa

          è corsa x mesi dietro a quel XXXXXllo in alto a

          destra e si è dimenticata del resto del DE. Non
          a

          caso con l'elezione del nuovo leader del
          progetto

          le cose sono iniziate ad andare meglio (Aaron

          Seigo si è dimostrato un vero fallimento,

          nonostante nessuno lo voglia ammettere....).
          IMHO

          però ormai è

          tardi....

          si effettivamente kde4 meritava di più e Seigo sa
          il fatto suo ( e lo si vede dalle ultime release
          )....speriamo che nokia spingendo qt riesca a
          rianimare anche
          kde4

          non ci conterei però visto che ormai qt ( ma
          anche gtk/clutter ) ha una vita
          autonoma...mettere kde4 su un netbook o peggio su
          uno smartphone sarebbe un suicidio
          :DAnche io avevo avuto l'impressione che yum fosse lento come la morte... apt/synaptic/aptitude vari sono molto più rapidi nell'aggiornamento delle liste dei pacchetti, nella rimozione e installazione dei nuovi pacchetti.Io ho sempre usato Linux per fini svariati, non lo uso come unico os desktop anche se ora è finalmente diventato piacevole da utilizzare.Qualche tempo fa un mio amico si prese un 2510p, un notebook aziendale dell'HP prodotto con i soliti canoni business, notebook che ho anche io.Gli consigliai di provare Ubuntu perchè era quella con meno problemi nel riconoscimento di periferiche, un solo cd per installarla e qualche programmino comodo di default... E il tema marrone si può rimuovere da root :DQuesto è stato sempre fissato con red hat, è un ex sistemista passato su workstation unix di svariati tipi... Vederlo ammettere che ubuntu è stato un buon consiglio significa che un obbiettivo, bello grosso, l'hanno centrato.Sui netbook moblin è fantastico, ma è troppo limitato... Un mio amico l'ha messo su un Acer One, ma ha problemi a connettersi alle reti universitarie dato che non è stata implementata nel gestore network la possibilità di utilizzare autenticazioni PEAP e varie! Per il resto è una scheggia, ci vuole quasi lo stesso ad avviarlo che a farlo uscire dallo standby.
        • pippo75 scrive:
          Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo

          del resto se valutiamo obiettivamente le varie
          distribuzioni solo ubuntu ne esce
          beneho provato ubuntu 10.04 beta, la prima pecca che ho trovato e' la non coerenza delle interfacce, sia quella di apertura file che quella di stampa.Non possono uniformarla, se non sbaglio Fedora lo ha fatto, è una piccola pecca, ma se almeno i programmi preinstallati nel CD fossero uguali darebbe ( secondo me ) un impressione migliore.
          nel lontano '98 fino al 2001 circa ma cavolo
          infilare il dvd e vedere che crasha durante
          l'installazione è davvero troppoAl tempo preferivo Mandrake, se non ricordo male l'apoteosi del negativo l'ha raggiunta con la versione 9.2 ( andava a pezzi da sola ).
          • Shiba scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            - Scritto da: pippo75

            del resto se valutiamo obiettivamente le varie

            distribuzioni solo ubuntu ne esce

            bene

            ho provato ubuntu 10.04 beta, la prima pecca che
            ho trovato e' la non coerenza delle interfacce,
            sia quella di apertura file che quella di
            stampa.
            Non possono uniformarla, se non sbaglio Fedora lo
            ha fatto, è una piccola pecca, ma se almeno i
            programmi preinstallati nel CD fossero uguali
            darebbe ( secondo me ) un impressione
            migliore.Al momento mi viene in mente solamente la finestra di stampa di OpenOffice.org, che non usa Gnome. Ne hai presente qualcun'altra?
          • pippo75 scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo

            Al momento mi viene in mente solamente la
            finestra di stampa di OpenOffice.org, che non usa
            Gnome. Ne hai presente
            qualcun'altra?Pe le finestre di stampa, sicuramente OO è diverso dalle altre.Speriamo che si arrivi ad unificare.Visto che non ho stampanti, i programmi generalmente mi danno la possibilità stampa su file e posso scegliere PDF/PosrtScript/svg.La stessa guida di Gnome mi fa scegliere solo File .PS .Comunque devo riconoscere un miglioramento da questo punto di vista rispetto la precedente versione.come gui inevece preferivo la versione precedente ( Rivoglio il marrone Terra di Siena, il Rosa Shokking non mi piace ).
          • barra78 scrive:
            Re: Ubuntu ha fatto il suo tempo
            Per la versinoe definitiva tutto dovrebbe essere sistemato. E' uno dei classici problemi che si notano nelle versioni di sviluppo di Ubuntu!
  • buu scrive:
    Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
    Ero rimasto ai tempi in cui alla canonical volevano tirar via Gimp dal livecd e lasciare tomboy, che consumava decine di mega perche' si portava dietro tutto i framework mono. Cosa hanno deciso in merito?Il bello del software open e' che se mi serve comunque gimp (e nell'uso anche domestico non so come farei a meno dei suoi plugins come il resynthesizer) lo posso pescare gia' pronto comunque tra i pacchetti di ubuntu, se mi serve su un livecd da portarmi in giro posso usare remastersys e farmi l'ubuntu personalizzata. L'ancora piu' bello e' che a ubuntu magari preferisco sidux sul desktop e debian sui server e avlinux sul pc di casa, quello che ho imparato su una distro lo posso trasferire quasi sempre sulle altre.Il brutto della questione pero' e' che lasciare dentro mono e tirare via gimp sa di decisione politica piu' che tecnica e la trovo difficile da spiegare anche se poi non ha avuto seguito, anche volendo tralasciare i problemi, ideologici E pratici, che derivano dall'affidarsi a mono (problemi già discussi abbastanza...)
    • advange scrive:
      Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
      È finita che gimp non sarà sul cd, quindi se ti servo o vai di remastersys o cambi distro.IMHO, la decisione è giusta: un SW professionale non dovrebbe essere installato di default, soprattutto visto che le alternativa leggere si sprecano.
      • pabloski scrive:
        Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
        - Scritto da: advange
        È finita che gimp non sarà sul cd, quindi se ti
        servo o vai di remastersys o cambi
        distro.
        IMHO, la decisione è giusta: un SW professionale
        non dovrebbe essere installato di default,
        soprattutto visto che le alternativa leggere si
        sprecano.infatti, gimp è un software professionale che vuole imitare photoshop e ha oltretutto una curva d'apprendimento molto ripida...tenerlo di default sarebbe stato un crimine vero e propriol'utonto vuole togliere gli occhi rossi e applicare gli effettinimolto probabilmente, quando sarà ultimato, la scelta migliore sarà questo http://pinta-project.com/ che è un clone di paint.netp.s. in fondo se si vuole copiare "la magia" di macos bisogna rendere le cose semplici e dirette-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 aprile 2010 09.43-----------------------------------------------------------
        • advange scrive:
          Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
          Hai perfettamente completato il mio pensiero: molte delle cose che hai scritto le davo per sottointese.Aggiungo che in verità quello di cui stiamo parlando sono dettagli: ci vogliono ancora importanti e coraggiosi cambiamenti da apportare (ovviamente parlo per la diffusione di massa: a me già ora va tutto più che bene)
        • vistabuntu.wordpress.com scrive:
          Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
          Modificato dall' autore il 03 aprile 2010 09.43
          --------------------------------------------------Non conoscevo pinta...effettivamente sembra un software valido, attualmente a che livelli e' rispetto a Paint?
          • pabloski scrive:
            Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
            beh so che è stato avviato 3 mesi fa quindi non mi aspetterei chissà cheperò è pur vero che per adesso si può disegnare, colorare e applicare qualche effettoin ogni caso ci vorrà ancora tempo prima che raggiunga paint.net
          • UhUh scrive:
            Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
            Pinta sembra proprio quello che cercavo!
      • buu scrive:
        Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?

        un SW professionale non dovrebbe essere installato di defaultCapisco quel che intendi dire, ma il fatto che la gente spesso si pirati photoshop piuttosto che usare paint mi pare relativizzare il discorso.
        • advange scrive:
          Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
          Appunto: pirata .Non metterlo di default ti consente comunque di installarlo con due semplici click: Applicazioni -
          Ubuntu SW Center -
          Gimp.
    • barra78 scrive:
      Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
      Vedi li problema è che togliere tomboy significa risparmiare 2mb sul cd con gimp sono 30+ mb. Mono è cmq presente per altri applicativi (f-spot e forse qualcos'altro) quindi non si sarebbe liberato un grande spazio.Inoltre quanti usano GIMP per cose più complesse del ritagliare un'immagine o correggerne luminosità e contrasto? Gli stessi sviluppatori di GIMP hanno approvato questa scelta, meglio avere meno utenti ma più consapevoli che riempire forum e caselle di posta con le solite banali domande.Per finire: alla stragrande maggioranza degli utenti di Ubuntu non interessano questioni politiche, soprattutto ora che sono passate di moda visto che si è chiarita la questione legale. Restano "fuorilegge" windows.forms e alcune altre cose che però non sono usate su linux. Se tanti dei nuovi sviluppatori linux scelgono mono un motivo poi ci sarà. Anche Zeitgeist e Gnome activity journal sarebbero stati scritti in mono (fonte Seif Lotif, principale sviluppatore e padre di questi 2 progetti) se non fosse stata una scelta che avrebbe allontanato RH e parte degli sviluppatori, rendendone difficile la presenza in gnome3
    • LaNberto scrive:
      Re: Gimp fuori dal livecd, come va a finire?
      "gimp" e "professionale" nella stessa frase senza una negazione nel mezzo sono un ossimoro.Sarà anche pasquetta, ma quelle proprio marchiane no!
  • iRoby scrive:
    Si torna ad innovare
    Sono contento, la Maverick promette bene.Mi piacerebbe vederla snella e adatta ai Netbook.Mi piacciono questi oggettini ma l'unico che ho comprato l'ho rivenduto perché era letteralmente inutilizzabile con le attuali versioni di XP, Vista, Seven e anche Ubuntu, senza che venissero minuziosamente snellite.Se viene ottimizzata già out-of-the-box e gira bene sui netbook, tornerò a comprarne uno.
    • Luigi De Santis scrive:
      Re: Si torna ad innovare
      Prova Mint.
    • franz1789 scrive:
      Re: Si torna ad innovare
      non ti pare esagerato venderlo? bastava installare una Arch, le derivate di Ubuntu sono obese e terribili, meglio debian a sto punto. Personalmente odio a morte il sistema di rilascio delle versioni di ubuntu, e ancora di più quello di debian, meglio le rolling release...
      • buu scrive:
        Re: Si torna ad innovare
        - Scritto da: franz1789
        e ancora di più quello
        di debian, meglio le rolling
        release...Debian ha il rolling release, si chiama sid.Essendo possibile qualche rogna negli upgrade che richiede un po' di conoscenza del sistema aggiornamento pacchetti software per andare a posto, si puo' andare su sidux. Per entrambi meglio sapere l'inglese.Per distro leggere c'e' tinycore puppy linux slitaz oltre alla da te citata arch e, perche' no, debian (dici che basta installare appena finito il sistema minimo e ti installi tutto il resto con aptitude)
  • dariocaruso scrive:
    gnome 3
    voi cosa ne pensate di gnome 3?? io l'ho provato un pò di volte. effettivamente è davvero molto "diverso", di sicuro bello a vedersi e non troppo difficile da gestire. Di sicuro qualcosa di nuovo dal punto di vista dell'esperienza utente.cosa ne pensate?
    • nome e cogn scrive:
      Re: gnome 3
      dove lo hai provato? Ma ubuntu 10.04? non è che stia seguendo molto ultimamente
      • dariocaruso scrive:
        Re: gnome 3
        basta installare gnome-shell e activity-journal. Sono in beta, ma si possono usare ogni tanto per testarli. Su ubuntu ci sono già i repository.
    • Masturbatin g Monkey scrive:
      Re: gnome 3
      Io penso che questa volta saluto Gnome definitivamente. KDE 4.4 è troppo bello.
      • nome e cogn scrive:
        Re: gnome 3
        Hai ragione .. è uno spettacolo il 4.41 .. se abiliti il repo apposito ti becchi l'ultimissima :D .. pero son curioso del gnome 3.0 ... magari lo innovano
        • nome e cogn scrive:
          Re: gnome 3
          La uso su un 22" ... è uno spettacolo il kde 4.41 .... altro che mac os x che innova ... ( avrai notato gli effetti di kde, ossia quelli rubati da apple e da microsoft per il suo win7 )Arrivano DA KDE ... kde innova, gli altri rubano :D
    • napodano scrive:
      Re: gnome 3
      mah.. l'ho provata ma sinceramente non so cosa pensarne.. c'è da dire che ho potuto provarla solo su di un notebook con schermo a 15", magari su di uno schermo più grande l'effetto è differente, ma personalmente sono abbastanza abituato alle interfacce con meno fronzoli (XP classico e GNOME senza compiz), lavoro quasi sempre con finestre non massimizzate e quindi non sento quasi mai l'esigenza di un "organizzatore" di finestre come gnome-shell.
  • Conformista informatico scrive:
    Ecco l Ubuntu che conta per i piu
    Ecco l Ubuntu che la maggioranza metterà, esattamente come la maggioranza degli utenti Ubuntu usa Karmic ora.Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della stabilità ad ogni costo, e voi?
    • Fabrizio scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      - Scritto da: Conformista informatico
      Ecco l Ubuntu che la maggioranza metterà,
      esattamente come la maggioranza degli utenti
      Ubuntu usa Karmic
      ora.
      Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della
      stabilità ad ogni costo, e
      voi?tradotto in italiano vuol dire?
    • aaaa scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      io mi sono un pò rotto i testicoli di aggiornare ogni 6 mesi, ancora quando avevo la 7.10, e da li avevo deciso di aggiornare solo ogni LTS rilasciata (3 anni)
      • dariocaruso scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        - Scritto da: aaaa
        io mi sono un pò rotto i testicoli di aggiornare
        ogni 6 mesi, ancora quando avevo la 7.10, e da li
        avevo deciso di aggiornare solo ogni LTS
        rilasciata (3
        anni)sono 2 anni tra una lts e l'altra
      • pipistrello padano scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        - Scritto da: aaaa
        io mi sono un pò rotto i testicoli di aggiornare
        ogni 6 mesi, ancora quando avevo la 7.10, e da li
        avevo deciso di aggiornare solo ogni LTS
        rilasciata (3
        anni)Pure io. Al momento ho una kubuntu hardy 8.04 che fila come un treno da quasi 2 anni. Anche se devo ammettere che quello che mi ha frenato di piu nell aggiornare si chiama kde 4.
        • Conformista informatico scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          - Scritto da: pipistrello padano
          - Scritto da: aaaa

          io mi sono un pò rotto i testicoli di aggiornare

          ogni 6 mesi, ancora quando avevo la 7.10, e da
          li

          avevo deciso di aggiornare solo ogni LTS

          rilasciata (3

          anni)
          Pure io. Al momento ho una kubuntu hardy 8.04
          che fila come un treno da quasi 2 anni. Anche se
          devo ammettere che quello che mi ha frenato di
          piu nell aggiornare si chiama kde
          4.potresti provare la Mepis 8.5 che è appena uscita, forse il suo kde4 funzionerà meglio di altri in precedenza, se questo è il problema.
        • ephestione scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          Non vedo tutto il dramma dell'aggiornamento, soprattutto per i "serverini".L'ubuntu che ho installato sulla mia schedina asrock itx superintegrata non è solo un sistema stabile a cui appoggiarmi per compiti relativamente "critici" (domesticamente parlando...), ma anche un'occasione di "smanettare", e aggiornare una release evitando le potenziali noie della procedura guidata synaptics, è quella di modificare manualmente le righe di /etc/apt/sources.list cambiando in questo caso karmic in lucid.Per i repository aggiunti con add-apt-repository non ce n'è neppure bisogno.Siccome è un serverino, potrà continuare a svolgere il suo compito abituale mentre scarica daccapo tutti i pacchetti e li installa, per poi essere riavviato.
      • belze scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        ed allora passa a debian sid (visto che vieni da ubuntu) o a qualsiasi rolling release come arch o gentoo.
      • barra78 scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        Quindi aggiorni questo giro. CMQ ottima scelta. Mentre è capitato che le distro "semestrali" abbiano (almeno in parte) toppato le LTS sono sempre una garanzia e lo dimosta anche questa nuova Lucid che uso già dalle alpha (e sul pc del lavoro, per quanto avessi ancora da parte il disco con karmic) ed è spettacolare per le novità e la stabilità.Io a differenza di te non ce la faccio a stare senza l'ultima versione :d
        • Conformista informatico scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu

          Io a differenza di te non ce la faccio a stare
          senza l'ultima versione
          :dparli di versione di sistema oppure di applicazione?si perchè nella testing le aplicazioni saranno sempre piu aggiornate ;)
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Beh io in questo momento ho su lucid ma ho già messo mano a un paio di repo per avere le ultime versioni di banshee e non ricordo che altro. Inoltre compilo quotidianamente gnome-shell, zeitgeist, gnome activity journal e pitivi :D
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: barra78
            Beh io in questo momento ho su lucid ma ho già
            messo mano a un paio di repo per avere le ultime
            versioni di banshee e non ricordo che altro.


            Inoltre compilo quotidianamente gnome-shell,
            zeitgeist, gnome activity journal e pitivi
            :De vabbe! ma questo non vale!quanti utenti sono capaci di pasticciare i repo e compilare? la massa si terra Karmic o ci ritornerà non appena si accorgerà che qualcosa manca :)
      • GoldenBoy scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        Più che altro mi son rotto i testicoli che ad ogni aggiornamento si sXXXXXXX qualcosa...invece se lo installo da zero va tutto bene.E senza avere repo strani...mah, mistero dell'aggiornamento di ubuntu.
        • advange scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          La prima regola di Ubuntu è "Non eseguire l'avanzamento"La seconda regola di Ubuntu è "Non eseguire MAI l'avanzamento".
          • GoldenBoy scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            La terza per caso è "Non eseguire MAI E POI MAI l'avanzamento"?Comunque mi pare ridicolo che ad ogni nuova release debba riformattare tutto e ripersonalizzare il sistema...ok il windows like, ma così è troppo!
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            è assurdo, ma è così.alla fine a pensarci bene spendi solo il costo di un cd.Ma nei fatti avanzare costa:- tantissima banda (quasi quanto quella dell'ISO)- molto più tempo (un'ora anziché 15 minuti)il tutto per avere un sistema a rischio instabilità.Questa è un'altra perla di inutilità che forse Canonical ci potrebbe risparmiare.
    • Do not feed Dovella scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      - Scritto da: Conformista informatico
      Ecco l Ubuntu che la maggioranza metterà,
      esattamente come la maggioranza degli utenti
      Ubuntu usa Karmic
      ora.
      Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della
      stabilità ad ogni costo, e
      voi?tradotto in lingua italiana?
    • Super_Treje scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      Io aggiorno quando ne ho bisogno.
    • Masturbatin g Monkey scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      - Scritto da: Conformista informatico
      Ecco l Ubuntu che la maggioranza metterà,
      esattamente come la maggioranza degli utenti
      Ubuntu usa Karmic
      ora.
      Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della
      stabilità ad ogni costo, e
      voi?Per ora è stabile come una bomba ad orologeria. Quando fra 6 mesi sarà finalmente abbastanza stabile, passerò alla prossima bomba.
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        - Scritto da: Masturbatin g Monkey
        - Scritto da: Conformista informatico

        Ecco l Ubuntu che la maggioranza metterà,

        esattamente come la maggioranza degli utenti

        Ubuntu usa Karmic

        ora.

        Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della

        stabilità ad ogni costo, e

        voi?

        Per ora è stabile come una bomba ad orologeria.
        Quando fra 6 mesi sarà finalmente abbastanza
        stabile, passerò alla prossima
        bomba.lo stesso che farò io dal 9.10 al 10.10 :)
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      Guarda, io sono contrario al concetto del rilascio semestrale, perchè a mio avviso, 6 mesi sono pochi per stabilizzare il tutto, la 10.04 non deriva da Debian Unstable ma dalla Testing, di conseguenza 6 mesi per stabilzzare il tutto in questo caso sono sufficienti, come fai notare tu l'imminente LTS sarà decisamente molto più stabile rispetto gli ultimi rilasci, credo che sarà un ottima distro in ambito aziendale, uso server e per coloro che cercano stabilità e tranquillità(come me) e non vogliono magagne ogni 6 mesi.
      • barra78 scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        già, sulla stabilità hai ragione, Debian e ubuntu d'ora in avanti avranno rilasci allineati delle ditro LTS e testing. Questa IMHO è un'ottima cosa visto che così si hanno 2 grandi team al lavoro sui componenti "principali": kernel, librerie di base ecc.
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        - Scritto da: gnulinux86
        Guarda, io sono contrario al concetto del
        rilascio semestrale, perchè a mio avviso, 6 mesi
        sono pochi per stabilizzare il tutto, la 10.04
        non deriva da Debian Unstable ma dalla Testing,
        di conseguenza 6 mesi per stabilzzare il tutto in
        questo caso sono sufficienti, come fai notare tu
        l'imminente LTS sarà decisamente molto più
        stabile rispetto gli ultimi rilasci, credo che
        sarà un ottima distro in ambito aziendale, uso
        server e per coloro che cercano stabilità e
        tranquillità(come me) e non vogliono magagne ogni
        6
        mesi.quindi è perfetto per te, ma se durante il periodo della LTS spunta qualche applicazione nuova sulla testing che potrebbe servirti subito, che fai?se alcune applicazioni sulla testing andassero meglio perchè sono in quel momento piu aggiornate?
        • Shiba scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          https://launchpad.net/ubuntu/+ppas ;)Molte volte risolve grandi problemi.
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: Shiba
            https://launchpad.net/ubuntu/+ppas ;)
            Molte volte risolve grandi problemi.si ma si usa per rattoppare Lucid?, ad esempio per avere applicazioni piu aggiornate?
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            I repo PPA servono per quello. Lucid è ancora in beta ma io ho già su il repo PPA di Banshee perchè non riesco a fare a meno diq uesto applicativo. Se usi solo repo ufficiali (e tutti iprogrammi decenti ne hanno) la stabilità del sistema non è intaccata.
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: barra78
            I repo PPA servono per quello. Lucid è ancora in
            beta ma io ho già su il repo PPA di Banshee
            perchè non riesco a fare a meno diq uesto
            applicativo.


            Se usi solo repo ufficiali (e tutti iprogrammi
            decenti ne hanno) la stabilità del sistema non è
            intaccata.e quindi forse è meglio usare Karmic con repo ufficiali ritrovandosi con un sistema magari piu stabile di un Lucid con le "pezze" per avere l ultimo Firefox.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Beh su karmic per avere i nuovi temi, plymouth,ubuntu one music store, ubuntu one (profondamente rivisto, c'entra davvero poco con l'originale, almeno dal punto di vista tecnico, sono state implementate api evolute), il nuovo kernel, le maggiori prestazioni (la differenza su un pc di fascia alta è evidentissima) devi sudare non poco...Inoltre ritendo lucid in beta + stabile di karmic, l'aver sincronizzato il rilascio con debian testing è stato un notevole vantaggio IMHO.Poi per dirla tutta: sono uno smanettone e non riesco a farmi piacere un sistema che semplicemente "funziona". Devo avere un giocattolo nuovo con cui passare il tempo libero e se contemporaneamente posso contribuire con qualche segnalazione di bug (ok, qualche bug c'è :D) sono felice di essere di aiuto.
          • dariocaruso scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: barra78
            Beh su karmic per avere i nuovi temi,
            plymouth,ubuntu one music store, ubuntu one
            (profondamente rivisto, c'entra davvero poco con
            l'originale, almeno dal punto di vista tecnico,
            sono state implementate api evolute), il nuovo
            kernel, le maggiori prestazioni (la differenza su
            un pc di fascia alta è evidentissima) devi sudare
            non
            poco...

            Inoltre ritendo lucid in beta + stabile di
            karmic, l'aver sincronizzato il rilascio con
            debian testing è stato un notevole vantaggio
            IMHO.

            Poi per dirla tutta: sono uno smanettone e non
            riesco a farmi piacere un sistema che
            semplicemente "funziona". Devo avere un
            giocattolo nuovo con cui passare il tempo libero
            e se contemporaneamente posso contribuire con
            qualche segnalazione di bug (ok, qualche bug c'è
            :D) sono felice di essere di
            aiuto.quoto, ma tengo in dual boot una versione corrente. avendo la home condivisa il tutto è sincronizzato e mi bastano soli 30 giga in più. La somma dei due sistemi 8in termini di gb), è pur sempre più bassa di osx o windows. diciamo 2 sistemi al prezzo di 0 ;).
          • Shiba scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: Conformista informatico
            - Scritto da: Shiba

            https://launchpad.net/ubuntu/+ppas ;)

            Molte volte risolve grandi problemi.

            si ma si usa per rattoppare Lucid?, ad esempio
            per avere applicazioni piu
            aggiornate?A rattoppare ci pensano gli aggiornamenti di sicurezza, che è diverso dall'avere applicazioni più aggiornate.
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: Conformista informatico

            - Scritto da: Shiba


            https://launchpad.net/ubuntu/+ppas ;)


            Molte volte risolve grandi problemi.



            si ma si usa per rattoppare Lucid?, ad esempio

            per avere applicazioni piu

            aggiornate?

            A rattoppare ci pensano gli aggiornamenti di
            sicurezza, che è diverso dall'avere applicazioni
            più
            aggiornate.vabbe ma se io voglio sempre l ultima versione di Firefox mi tengo la testing perchè magari Lucid con i repo per avere Firefox aggiornatissimo non sarà poi cosi stabile,no!?
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Karmic usa FF 3.5, lucid il 3.6.Entrambi stabili, entrambi ufficiali. Il 3.6 è una semplice evoluzione del 3.5 e la principale delle differenze dovrebbe essere proprio il minor numero di bug (da quel che so sulla 3.5 e sulle rel precedenti vengono fixati solo i bug x la sicurezza, non altri problemi).
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: barra78
            Karmic usa FF 3.5, lucid il 3.6.

            Entrambi stabili, entrambi ufficiali. Il 3.6 è
            una semplice evoluzione del 3.5 e la principale
            delle differenze dovrebbe essere proprio il minor
            numero di bug (da quel che so sulla 3.5 e sulle
            rel precedenti vengono fixati solo i bug x la
            sicurezza, non altri
            problemi).e se fra 6 mesi il sucXXXXXre di Karmic userà ad esempio il 3.9 e Lucid continuerà ad andare avanti con il 3.7?
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Il sucXXXXXre di Karmic è Lucid, non arriverà tra 6 mesi ma tra 20gg circa...Lucid con il rilascio di Maverik (ubuntu 10.10) non cambierà. resteranno gli aggiornametni per la sicurezza per tutti i programmi, ma non ci saranno aggiornamenti alle nuove versioni degli stessi (in parole povere: si a Firefox 3.6.4, 3.6.5 ecc no a firefox 3.7).E' così da sempre. Se vorrai usare su lucid Firefox 3.7 dovrai installarlo a mano o tramite un repository aggiuntivo (e farlo oggi grazie a launchpad è una cosa alla portata di tutti: basta un copia/incolla)
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: barra78
            Il sucXXXXXre di Karmic è Lucid, non arriverà tra
            6 mesi ma tra 20gg
            circa...certo che lo sapevo

            Lucid con il rilascio di Maverik (ubuntu 10.10)
            non cambierà. resteranno gli aggiornametni per la
            sicurezza per tutti i programmi, ma non ci
            saranno aggiornamenti alle nuove versioni degli
            stessi (in parole povere: si a Firefox 3.6.4,
            3.6.5 ecc no a firefox
            3.7).hooo adesso ci si capisce ben bene, è propio quello che mi dici che mi interessava sapere in pratica...

            E' così da sempre. Se vorrai usare su lucid
            Firefox 3.7 dovrai installarlo a mano o tramite
            un repository aggiuntivo (e farlo oggi grazie a
            launchpad è una cosa alla portata di tutti: basta
            un
            copia/incolla)lo immagino che è facile ma mi terro la testing ora e continuerò con la 10.10 ,se poi usando Lucid a fine mese come cd live mi troverò bene allora potrei farci un pensiero ma non ora visto che il mio portatile si trova bene con Karmic poi a ottobre se il 10.10 mi darà dei problemi di compatibilità hardware seri come me li ha dati l attuale LTS sul mancato spegnimento,metterò certamente Lucid.D ora in avanti il mio modo di fare sarà conforme alla testing tranne eccezzioni se dovessi necessitare di servizi extra che la/le testing non ha/hanno....be staremo a vedere.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            non mi è chiaro cosa intendi per "testing" Su ubuntu non esistono versioni Testing. Sono tutte release stabili (naturalmente nel proXXXXX di sviluppo sono intervallate da alpha e beta) e le LTS sono "avvantaggiate" da un supporto tecnico esteso (5 anni per le server, 3 per le desktop). Hardy, l'ultima LTS è stata la migliore distro del 2008, senza ma o se.Per Lucid è facile preventivare un sucXXXXX anche maggiore. Penso invece che Maverik per vari motivi non sarà una distro così "alla portata di tutti". Gnome3, il completamento del passaggio alle nuove strategie di marketing (con conseguenti modifiche alle strategie di sviluppo, il nuovo UNE (volutamente non introdotto con lucid per evitare "poltigli" con una distro LTS) ecc sono segnali che probabilmente mi terranno alla larga da ubuntu 10.10 (mento spudoratamente, solo un'amante dei sistemi "instabili" :D, ho sempre un disco con su "porcherie" instabili e incompleta, dove finirà la alpha2 di Maverick!!) o cmq probabilmente mi faranno "sconsigliare" questa release.
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            per testing intendo le versioni non LTSse l ultima LTS è ok dillo al mio portatile che con con quella non si riesce a spegnere nemmeno se piangi, non sono il solo....vedrai che la 10.10 andrà bene, altrimenti come detto sopra ci piazzo su la Lucid e mi "lucido" :D
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Ai tempi di Hardy Alberto Milone (il papà di envy, applicativo nato per semplificare l'installazione dei driver nvidia e ati) ancora non lavorava per Canonical. Oggi il team che segue kernel e C. è grande, molto più di allora e i problemi di compatibilità hardware sono molti meno. Hai provato karmic? e Lucid (non da live, dove per vari motivi tante cose non vanno)?
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            È vero che non esistono versioni di testing, ma è anche vero che di fatto le non LTS sono dei testing per le LTS; in particolare quelle di ottobre sono pura sperimentazione (in questo KK è stato uno spettacolare esempio). Resta da capire perché Canonical pubblicizzi così tanto le non LTS facendosi, di fatto, una brutta nomea: se una volta poteva essere figo sfornare e mostrare una distro ogni 6 mesi ora, sinceramente, devono capire che sono diventati grandi e certe cose non gli fanno bene.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            E' però anche vero che fino a po chi mesi fa Canonical era troppo piccola per gestire tutto al meglio e buona parte della comunità ubuntu non era abbastanza esperta per mantenere i pacchetti che invece seguiva. Le distro più "sperimentali" sono sempre state un pò più problematiche, IMHO oggi con le numerose assunzioni degli ultimi mesi (il team è praticamente raddoppiato in un anno) le cose dovrebbero andare meglio, non a caso il cambio di colore e la nuova strategia di marketing arrivano solo ora che Canonical è probabilmente abbastanza grande da considerarsi "adulta" e pronta a scontrarsi con Apple e MS alla pari.
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Alla pari no, ma da SO adulto e non sperimentale sì.Io da tempo suggerisco di concentrarsi su poche cose, ma fondamentali.Anche la mania di stare dietro a più DE non è molto proficua.A me sinceramente della guerra Gnome vs KDE frega meno di zero.Quindi che ne scelgano uno e si concentrino su quello: il resto può essere lasciato alla comunità di appassionati. Al più un secondo DE potrebbe essere pensato per i netbook: quindi basta XUbuntu, Edubuntu, Kubuntu...Forse anche una distro ogni 6 mesi e troppo: meglio un'uscita in meno, magari privilegiando la possibilità di fare aggiornamenti SW, come tu chiedevi (la 8.04 ha ancora FF 3.0 e OO 2.4!!!).
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            I tuoi pensieri bene o male sono quelli che hanno portato in canonical 3/4 sviluppatori KDE e 1o che segue tutte le altre "derivate ufficiali" mentre i team dedicati a kernel, server e gnome sono decisamente ampi (quest'ultimo in particolare oggi racchiude un grandissimo numero di sviluppatori interni e vari "membri di primo piano" della comunità. I rilasci semestrali sono uno standard gnome, offrono un metodo di sviluppo che dà garanzie nel rispetto di tempi e modi, offre agli sviluppatori la possibilità di confrontarsi 2 volte l'anno con gli utenti. Io approvo questo metodo di sviluppo.
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu

            I tuoi pensieri bene o male sono quelli che hanno
            portato in canonical 3/4 sviluppatori KDE e 1o
            che segue tutte le altre "derivate ufficiali"
            mentre i team dedicati a kernel, server e gnome
            sono decisamente ampi (quest'ultimo in
            particolare oggi racchiude un grandissimo numero
            di sviluppatori interni e vari "membri di primo
            piano" della comunità.Beh, questi 4 o 5 sviluppatori COSTANO e sono sottratti a cose ben più importanti. Soprattutto per i Server non credo che servano davvero tutti quei rilasci.
            I rilasci semestrali sono uno standard gnome,
            offrono un metodo di sviluppo che dà garanzie nel
            rispetto di tempi e modi, offre agli sviluppatori
            la possibilità di confrontarsi 2 volte l'anno con
            gli utenti. Io approvo questo metodo di sviluppo.L'aggancio a GNOME è chiaro e conosciuto: ma pensiamo a quanto tutto ciò costi. Dover supportare una release per 18 mesi, il tutto per due volte all'anno: nemmeno MS e Apple fanno così. Meno quantità (in rilasci, in DE supportati...) più qualità.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Sul discorso server:Canonical deve rincorrere RH, Novell, Oracle, MS ecc. Per recuperare deve correre più di altri e si è scelto di cercare di arrivare per primi sulle nuove tecnologie. Per primi hanno scelto KVM per la virtualizzazione quando tutti usavano XEN(scelta poi "replicata" da RH) e per primi hanno spinto sui servizi Cloud: quasi il 50% delle risorse offerte da Amazon, la principale azienda a fornire tecnologie e "risorse" per servizi cloud sono usate da sistemi basati su ubuntu server.Quando parliamo di server bisogna distinguere webserver/fileserver/server di posta da server per servizi più evoluti e complessi. Questi spesso necessitano di risorse più recenti, spesso anche solo per testare le future soluzioni. Karmic server includeva risorse non abbastanza mature ma che si sono evolute, sono state testate da tante aziende e che con Lucid entreranno in produzione. Per i DE: Mantenere il supporto ai rilasci semestrali è poco impegnativo, applicare una patch a più repo immagino che sia molto banale. Spesso le patch per la sicurezza sono infatti comuni a più release dello stesso software (ad esempio Firefox).La scelta di portare avanti più DE è poi IMHO obbligata. Se nel giro di 2 anni KDE dovesse prendere il posto di Gnome e Canonical non avesse mai lavorato su questo DE significherebbe probabilmente la morte di Canonical.
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Sul discorso server hai perfettamente ragione; su quello DE la pensiamo diversamente. Per quanto "poco" impegnativo quel poco potrebbe essere indirizzato altrove e potrebbe risultare importante; e non va dimenticato il discorso immagine: basti pensare alle critiche piovute per alcune versioni di KUbuntu. La questione "e se scompare XYZ" mi pare risibile: se è così semplice manutenere più DE non è che se domani scompare GNOME Canonical rimane improvvisamente spiazzata e deve chiudere i battenti; anche perché è inverosimile che chiuda domani, è la stessa Canonical a finanziarla e le avvisaglie si presenterebbero per tempo. E, in ultima analisi, XUbuntu a cosa servirebbe (per i netbook c'è già la UNR e forse sarebbe meglio LXDE)? Ed Edubuntu? Tutto questo ovviamente IMHO.PS: via Google Wave stavo portando avanti una discussione in merito con amici; se mi fornisci un indirizzo ti invito.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            L'indirizzo è barra78@gmail.com, sono mesi che non apro Wave, all'inizio sembrava essere uno strumento molto comodo ma non lo usa più nessuno!
          • advange scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            A me sembra utile quando si fanno brainstorming come questo; per il resto non ne vedo l'utilità.Comunque non so come si fa ad aggiungere contatti, quindi ti ho mandato un invito.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          - Scritto da: Conformista informatico
          quindi è perfetto per te, ma se durante il
          periodo della LTS spunta qualche applicazione
          nuova sulla testing che potrebbe servirti subito,
          che
          fai?Ovvio, installo a parte.
          se alcune applicazioni sulla testing andassero
          meglio perchè sono in quel momento piu
          aggiornate?Ci stann sempre i backports e i pacchetti .deb.
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            - Scritto da: gnulinux86
            - Scritto da: Conformista informatico


            quindi è perfetto per te, ma se durante il

            periodo della LTS spunta qualche applicazione

            nuova sulla testing che potrebbe servirti
            subito,

            che

            fai?

            Ovvio, installo a parte.


            se alcune applicazioni sulla testing andassero

            meglio perchè sono in quel momento piu

            aggiornate?

            Ci stann sempre i backports e i pacchetti .deb.ok ma sei sicuro che una Lucid messa in quel modo rimanga stabile oppure assomigli come stabilità ad una Karmic?
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Certo che ne sono sicuro.
          • barra78 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Beh dai dipende.L'utilizzo di repo PPA aggiuntivi è spesso un terno al lotto. Ad esempio per avere l'ultimo pitivi devi usare il repo "testing" di Gstreamer e questo posso assicurarti che è tutto meno che stabile (per questo compilo da git pitivi, tanto sono 3 comandi a terminale).
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
            Di solito uso i backports ufficiali, non ho mai avuto problemi, capita anche che installo qualche applicazione più aggiornata tramite .deb, ma solo se la versione più recente risolve qualche problema.
    • Scardola Delmo scrive:
      Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
      - Scritto da: Conformista informatico
      Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della
      stabilità ad ogni costo, e
      voi?Io dico che i fan della stabilità ad ogni costo dovrebbero mettere Debian Lenny, una Red Hat o derivate oppure una FreeBSD.
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        - Scritto da: Scardola Delmo
        - Scritto da: Conformista informatico


        Il 10.4 io lascio ai "serverini" e ai fan della

        stabilità ad ogni costo, e

        voi?

        Io dico che i fan della stabilità ad ogni costo
        dovrebbero mettere Debian Lenny, una Red Hat o
        derivate oppure una
        FreeBSD.forse anche la nuova pcbsd che è avviabile come live?
      • barra78 scrive:
        Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
        ho circa 50 serverini in giro con ubuntu LTS e vanno benone, dalla prima installazione solo problemi hardware e i problemi di configurazione, grazie alla grandissima comunità sono risolti in pochi minuti.
        • Zago scrive:
          Re: Ecco l Ubuntu che conta per i piu
          - Scritto da: barra78
          ho circa 50 serverini in giro con ubuntu LTS e
          vanno benone, dalla prima installazione solo
          problemi hardware e i problemi di configurazione,
          grazie alla grandissima comunità sono risolti in
          pochi
          minuti.anche io in azienda ho un server lamp + server mail da quasi un anno ... c'è una 8.04 server e non ha mai fatto un solo verso strano al contrario del win server 2003 che c'era prima
Chiudi i commenti