Contrappunti/ No, non è la BBC...

di Massimo Mantellini. Internet è una sfera trasparente che costringe l'informazione a scendere a patti con la realtà, anche quando si parla di movimenti oculari che sostituiscono il mouse o del cellulare in un dente


Roma – Esiste una idea, non so quanto diffusa ma alla quale credo, secondo cui il mondo in rete, quello la cui geografia è rappresentata da un fitto groviglio di linee fra computer di tutto il mondo, sia un mondo più trasparente. Immagino si tratti di un concetto discutibile ma nonostante ciò sono fra quanti continuano a pensare che più informazione (in senso assoluto e anche senza controlli di qualità) sia meglio di miglior informazione , specie se il discrimine fra buona e cattiva informazione, fra grande scoperta e fake è quello solito delle fonti che ogni giorno consultiamo.

A supportare questa ipotetica prevalenza vorrei citare due notizie innocue, entrambe provenienti per una casualità dall’Inghilterra, che abbiamo un po’ tutti letto nelle ultime settimane. Si tratta ovviamente di notizie tecnologiche, diffuse da fonti autorevoli quali la BBC, l’agenzia Reuters etc. e per tali ragioni rimbalzate sulla stampa di tutto il mondo. Si tratta inoltre – da un certo punto di vista – di due autentiche stupidaggini.

La prima di queste è quella relativa allo studio del Prof. Guang Zhong Yang dell’Imperial College di Londra, il quale da tempo dedica parte dei suoi sforzi alle correlazioni fra movimenti oculari e computer. Come ci fa notare Franco Carlini su L’Espresso di questa settimana, si tratta di studi per nulla nuovi e comunque assolutamente distanti da ogni possibile prossima applicazione pratica: eppure i giornali di tutto il mondo, complice una intervista galeotta della BBC hanno immediatamente sprecato fiumi di parole per descrivere un futuro prossimo nel quale il click del nostro occhio renderà inutile l’utilizzo del mouse o di qualsiasi altro device.

La seconda è la fantastica news della prossima disponibilità del cosiddetto telefono dentale o denti-telefono come qualche amante dei neologismi lo ha subito definito. L’idea è talmente affascinante che ne hanno scritto davvero tutti e forse qualcuno fra i lettori, sull’onda dell’entusiasmo avrà interpellato il proprio dentista per chiedere se durante la prossima detartrasi non fosse magari stato possibile farsi montare un simile aggeggino in un molare. Le informazioni disponibili negli articoli divulgativi sul denti-telefono facevano pensare ad una sua prossima imminente messa in opera e con molta concretezza si fantasticava un po’ ovunque di trasmissione ossea dell’impulso sonoro, di microchip appositi etc.etc.

Tuttavia la rete Internet e il mondo con lei sono oggi una grande sfera trasparente, almeno per certi piccoli fatti come questo, ed ognuno di noi ha potuto, avendo 5 minuti di tempo, rendersi conto personalmente di come tale nuova pagina dell’evoluzione tecnologica legata alla implantologia telefonica, sia invece tutt’altro: la assai teorica e per nulla concreta pensata di due studenti del Royal College of Art i quali, alle prese con una tesi che potesse stupire, si sono inventati il design del telefono dentale.

Design e un pizzico di antropologia quindi, ma nulla di concreto come fra le righe anche la BBC – a differenza di quasi tutti gli altri media – è stata costretta a scrivere . E che di pura teoria si tratti lo testimonia il fatto che i due, balzati all’onore delle cronache planetarie, sono immediatamente stati assunti dalla sezione irlandese del Media Lab del MIT, istituzione statunitense ben nota per aver studiato per anni le decine di applicazioni possibili dei cosiddetti “computer indossabili” senza averne mai concretizzata alcuna.

Non sarebbe troppo difficile partorire idee simili: che ne dite della telecamera oculare o del polpastrello scanner, tanto per citare le prime due idee innovative tecnologiche che mi vengono in mente? Si tratta di invenzioni di analoga intelligenza e praticabilità rispetto a quelle appena citate con l’unica non trascurabile differenza della autorevolezza della fonte che le divulga. Oggi, in un mondo reso un po’ più trasparente dalle reti di PC, che lo dica la BBC o Mantellini o chiunque altro – con le dovute proporzioni – cambia molto meno che un tempo. Ed è una buona ragione, almeno per me, per amare Internet.

Massimo Mantellini
Manteblog

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non riescono a bloccare gli mp3 figuriamo i jpg ;)
    Che fessacchiotti :| huauha che vogliono bloccare anche i jpg imponendo il copyright? vabbè che vuoi che sia, saremo tutti pirati :PAh mi metto in coda per il brevetto sullo 0 e l'1 almeno così mi garantisco un'ottima pensione integrativa ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non riescono a bloccare gli mp3 figuriamo i jpg ;)
      ecco perchè i brevetti non devono esistere... quella del software stà diventando la più grande guerra industriale di tutti i tempi prepariamoci!
  • Anonimo scrive:
    Brevetto il W.C.: Bill mi devi pagare!!!
    Attenzione, Attenzione,Confermo che e' in corso di brevettazione da me medesimo il famoso W.C..Per cui da questo forum lancio un monito a tutti gli utilizzatori di tale tecnologia: dovete pagarmi le royalties!!!E' gia' in corso di studio un sistema da usarsi come contatore per l'uso del W.C.Insomma Bill e tutti gli altri, ogni volta che vi scappa e' ora di pagare!!!Si prevede anche un codice di registrazione con validazione tramite collegamento ad Internet, altrimenti dopo 30 giorni il W.C. smette di funzionare.Buona c*g**a a tutti!!!
  • Anonimo scrive:
    Ci cadete sempre!
    Raga',ma di che vi allarmate. Ricordate che e' gia' successo con GIF? Per caso paghiamo qualcosa per usarlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci cadete sempre!
      - Scritto da: faberio
      Raga',

      ma di che vi allarmate. Ricordate che e'
      gia' successo con GIF? Per caso paghiamo
      qualcosa per usarlo? Si.Ogni volta che compri un programma che puo' salvare file in formato gif paghi le royalities per l'uso del gif.
  • Anonimo scrive:
    ma dai......... datevi all'ippica
    ah si in america brevettano gli algoritmi?e se noi in europa ci mettessimo a brevettare tutti i teoremi matematici (dimostrati tutti da gente europea) cosa succederebbe?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dai......... datevi all'ippica
      - Scritto da: Archimonde
      ah si in america brevettano gli algoritmi?

      e se noi in europa ci mettessimo a
      brevettare tutti i teoremi matematici
      (dimostrati tutti da gente europea) cosa
      succederebbe?e se gli arabi decidesero di brevettare i nostri numeri?
      • Anonimo scrive:
        Re: Voi che vi indignate tanto...
        huh, grazie per avermelo ricordato!devo brevettare la ruota!vostro affezionatissimo Ugh MLCVXIII
  • Anonimo scrive:
    Una domandina innocente...
    Scusate, si può brevettare l'acqua calda?No,...perchè ci avrei fattomun pensierino...
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domandina innocente...
      certo, la brevetti come "sollecitazione atta a far accellerare molecole presenti nei liquidi, in maniera tale da farle scontrare e produrre attriti. Soluzione ideale per tale sviluppo e 2 parti di idrogeno per ogni parte di ossigeno."e potresti inoltre estendere anche a:"sollecitazione atta a far accellerare molecole presenti nella soluzione di due parti di idrogeno per ogni parte di ossigeno, nella quale viene immerso un concentrato disidratato compatto a forma cubica (brevetto STAR/KNORR)di carni o verdure"volgarmente detto brodino caldo...Ciao ;)
  • Anonimo scrive:
    ...che mi vengano pure a chiedere soldi...
    ...vedrai che risate...
  • Anonimo scrive:
    Il brevetto frena il progresso.
    Bisognerebbe cambiare le leggi sul brevetto.Dato l'altissimo costo, oggi un brevetto internazionale se lo può permettere soltanto una grossa azienda. Se un povero disgraziato inventa qualcosa di buono, spesso se la prende nel sacco dato che con il solo brevetto italiano ci fa poco.Così le aziende più facoltose brevettano anche l'acqua calda, speculando ulteriormente.Tutto questo frena il progresso. Si privilegiano i grandi (economicamente), interessati più al guadagno che all'innovazione.
  • Anonimo scrive:
    Importante x tutti
    Ho brevettato il cazzo.O pagate o ve lo tagliate!
  • Anonimo scrive:
    Le nuove tattiche.
    Ci avete badato? Lasciano che la 'nuova invenzione' si diffonda per bene, che le aziende la introducano nelle loro lavorazioni, poi, quando tornare indietro sarebbe antieconomico, cominciano a chiedere le royalties... Ci stanno provando col brevetto del 'link', ed ora col JPEG... Piccoli pusher crescono... La malavita ha invaso da tempo il business... Dove credete investano i soldi ricavati da decenni di spaccio di droga, taglieggiamenti, etc??? Li riciclano nel 'legale' ed assistiamo così a fatti incredibili (speculazioni della madonna in borsa, fusioni tra megaproduttori, colpi bassi, etc...). Ovvio che anche la mentalità imprenditoriale cambi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le nuove tattiche.
      - Scritto da: HotEngine
      Ci avete badato? Lasciano che la 'nuova
      invenzione' si diffonda per bene, che le
      aziende la introducano nelle loro
      lavorazioni, poi, quando tornare indietro
      sarebbe antieconomico, cominciano a chiedere
      le royalties... Ci stanno provando col
      brevetto del 'link', ed ora col JPEG...
      Piccoli pusher crescono... La malavita ha
      invaso da tempo il business... Dove credete
      investano i soldi ricavati da decenni di
      spaccio di droga, taglieggiamenti, etc??? Li
      riciclano nel 'legale' ed assistiamo così a
      fatti incredibili (speculazioni della
      madonna in borsa, fusioni tra
      megaproduttori, colpi bassi, etc...). Ovvio
      che anche la mentalità imprenditoriale
      cambi.bisognerebbe riuscire a rendere la droga poco produttiva
  • Anonimo scrive:
    Normale no?
    E' un nuovo tipo di "protezione commerciale".L'America sta brevettando di tutto senza tante storie in modo che se un'azienda europea vuole vedere sul mercato americano non lo possa fare senza pagare royalty a brevetti che, piu' o meno assomigliano a quel prodotto dell'azienda europea.E' una barriere per evitare che altri "mangino" nel loro mercato.Quindi succede che a forza di brevettare l'ovvio, qualcuno prima o poi si faccia vivo e pretenda la sua parte da chi usa: coltello e forchetta, tavoletta del WC e file in formato JPGAvete mai provato a brevettare qualcosa in Europa? Non e' per nulla facile, in America e' facile non costa molto e si puo brevettare anche "il dondolo laterale".
    • Anonimo scrive:
      Re: Normale no?
      - Scritto da: W i parassiti
      E' un nuovo tipo di "protezione commerciale".
      L'America sta brevettando di tutto senza
      tante storie in modo che se un'azienda
      europea vuole vedere sul mercato americano
      non lo possa fare senza pagare royalty a
      brevetti che, piu' o meno assomigliano a
      quel prodotto dell'azienda europea.
      E' una barriere per evitare che altri
      "mangino" nel loro mercato.

      Quindi succede che a forza di brevettare
      l'ovvio, qualcuno prima o poi si faccia vivo
      e pretenda la sua parte da chi usa: coltello
      e forchetta, tavoletta del WC e file in
      formato JPGE io brevetto il bidet, tanto loro non ce l'hanno!Sono fissati con l'igiene, ma mica se lo lavano il ....

      Avete mai provato a brevettare qualcosa in
      Europa? Non e' per nulla facile, in America
      e' facile non costa molto e si puo
      brevettare anche "il dondolo laterale".Ah si? Beh, allora mi sono fatto sfuggire l'occasione di brevettare l'idiozia... sai quanti soldi mi sarei fatto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Normale no?

        Ah si? Beh, allora mi sono fatto sfuggire
        l'occasione di brevettare l'idiozia... sai
        quanti soldi mi sarei fatto!E' vero, ma il fatto che brevettino cose idiote non fa di loro degli idioti ma dei furbetti che hanno paura che in business gli sfugga di mano.Insomma i soldi veri li vogliono fare solo loro !e' una guerra e tutte le furbate sole lecite legittime e legali. :-/
  • Anonimo scrive:
    Porca vacca alla studentessa....
    Cioe' sta qui ha brevettato un'altra cosa ovvia?Una di quelle che tutti "credono già brevettate"?Mi si rigirano le budella!!
  • Anonimo scrive:
    mjepg mpg1/2
    Non e' che questo algoritmo viene per caso usato anche nei formati video mjpeg e mpeg 1 e 2?Se si cambia qualcosa?
  • Anonimo scrive:
    brevettare le ricette di cucina
    ...e se brevettasero la pizza?in fondo tra una ricetta di cucina e un algoritmo non c'è poi molta differenzadati iniziali = ingredientiuna sequenza di operazioni su i dati iniziali(tagliuzzare, mescolare, cuocere ecc)risultato finale = il piatto pronto per la tavola
    • Anonimo scrive:
      Re: brevettare le ricette di cucina
      - Scritto da: astroboy
      ...e se brevettasero la pizza?
      in fondo tra una ricetta di cucina e un
      algoritmo non c'è poi molta differenzaPer la precisione: una ricetta di cucina non é un algoritmo. Infatti frasi quali "aggiungere sale quanto basta" non sono ammissibili, per via della loro ambiguita', in un contesto algoritmico!;-))
  • Anonimo scrive:
    Limiti ai concetti del brevetto
    Il problema dei brevetti negli ultimi anni e' sollevato spesso non da chi ha ideato l'algoritmo o la tecnologia, ma da terze parti che la comprano.Credo sia una cosa ridicola. Da ingegnere ritengo che la possibilita' di sfruttare un'invenzione non debba certo essere messa al bando ma e' ora di finirla di veder arricchire non l'inventore, ma l'affarista di turno. Stesso discorso vale anche per i musicisti, per gli scrittori e per tutte le opere di ingegno in generale. L'autore becca quasi sempre le briciole.Il brevetto, cosi' come i diritti di copyright dovrebbero essere incedibili. Potrebbero essere concesso su licenza la produzione di un dato bene ma mai la vendita di un brevetto. E' un non senso. Il brevetto dovrebbe proteggere gli interessi dell'ideatore e non dei produttori.Se cosi' fosse non esisterebbe la minaccia Microsoft su OpenGL o la minaccia di questi altri sciacalli su jpeg dove in entrambi i casi il brevetto e' stato acquistato.Stiamo rasentando il ridicolo.L'altra settimana nella mia universita' una ragazza ha brevettato una tecnologia tipo 'telepass' per pagare alle casse dei supermercati. La ragazza ha fatto questo lavoro per la sua laurea in scienze politiche. Di tecnico non capisce una banana. Ha utilizzato tecnologie gia' esistenti. Che brevetto e' mai l'idea di mettere un'etichetta 'intelligente' ai prodotti cosi' da eliminare le casse. E' l'uovo di Colombo. Non si puo' continuare cosi' con sti brevetti, perche' allora ha ragione quello che dice 'io mi brevetto la scopata e poi mi faccio pagare le royalties'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto

      cosi' con sti brevetti, perche' allora ha
      ragione quello che dice 'io mi brevetto la
      scopata e poi mi faccio pagare le
      royalties'.State scherzando con il fuoco.....Se un imprenditore legge sto forum tempo 2 mesi succede davvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto
      - Scritto da: JoCKerZ
      Il problema dei brevetti negli ultimi anni
      e' sollevato spesso non da chi ha ideato
      l'algoritmo o la tecnologia, ma da terze
      parti che la comprano.
      Credo sia una cosa ridicola. Da ingegnere
      ritengo che la possibilita' di sfruttare
      un'invenzione non debba certo essere messa
      al bando ma e' ora di finirla di veder
      arricchire non l'inventore, ma l'affarista
      di turno. Stesso discorso vale anche per i
      musicisti, per gli scrittori e per tutte le
      opere di ingegno in generale. L'autore becca
      quasi sempre le briciole.
      Il brevetto, cosi' come i diritti di
      copyright dovrebbero essere incedibili.Ca/_/_ate, uno fa ciò che vuole con quel che ha inventato. Semmai bisogna contestare i brevetti in generale, i brevetti rallentano l'innovazione, è uno scotto che non ci possiamo permettere....
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto
      Ma in pratica, basta brevettare quello su cui un prodotto si appoggia per metterlo nel culo agli altri?Quindi si potrebbe brevettare lo 0 e l' 1 per metterlo nel culo a tutti i produttori di software e di prodotti elettronici, oppure addirittura il concetto di numero.E brevettare il concetto di la causa legale?
      • Anonimo scrive:
        Re: Limiti ai concetti del brevetto
        - Scritto da: vaira
        [...]
        Quindi si potrebbe brevettare lo 0 e l' 1
        per metterlo nel culo a tutti i produttori
        di software e di prodotti elettronici,
        oppure addirittura il concetto di numero.
        E brevettare il concetto di la causa legale?lo sai che hai appena citato il brevetto della peugeot? la peugeot ha brevettato l'uso dello 0 in mezzo a altre 2 cifre...E' per questo che non vedremo mai la fiat 407, o la alfa romeo 105...fate voi....poi ho sentito (ma non ho verificato) che due fratelli tedeschi hanno registrato i diritti (visto che non c'erano) sui toni emessi dalla tastiera telefonica...così facendo, in teoria, ogni volta che uno compone un numero di telefono dovrebbe pagare una royalty ai due fratellini, royalty sui diritti d'autore della musica composta con il suono del tastierino del telefono......io sono convinto sempre di più di una cosa: noi siamo dentro il Matrix e qualcuno è riuscito a crackarlo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Limiti ai concetti del brevetto

          io sono convinto sempre di più di una cosa:
          noi siamo dentro il Matrix e qualcuno è
          riuscito a crackarlo...Siamo dentro The Matrix, che è compilato con le MFC
          • Anonimo scrive:
            Re: Limiti ai concetti del brevetto
            - Scritto da: Vaira
            Siamo dentro The Matrix, che è compilato con
            le MFCnooooooooooooooooo le mfc noooooooo :))prepariamoci a sparire dentro un'enorme blu screen of death (altro che tunnel con la luce bianca)
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto
      - Scritto da: JoCKerZ
      [...]
      L'altra settimana nella mia universita' una
      ragazza ha brevettato una tecnologia tipo
      'telepass' per pagare alle casse dei
      supermercati. La ragazza ha fatto questo
      lavoro per la sua laurea in scienze
      politiche. Di tecnico non capisce una
      banana. Ha utilizzato tecnologie gia'
      [...]grande idea....e se io metto gli articoli dentro una busta frigo opportunamente rivestita internamente di stagnola??mangio gratis per tutta la vita?
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto
      Io in linea di principio sono d'accordo con te. Tuttavia, non posso fare a meno di pensare che molti brevetti (la quasi totalità , direi) , come anche la maggior parte delle opere di ingegno , sono prodotte , create , sviluppate grazie al supporto economico di qualcun'altro che NON è l'inventore,il musicista , ecc ecc.Sicuramente è sbagliata la ripartizione economica fra chi "inventa" e chi "fa affari". Ma quest'ultimo ha un suo ruolo non trascurabile , anzi direi determinante nella maggior parte dei casi.E circa la tua amica , il tuo ragionamento non fa onore al tuo titolo di "ingegnere" :) innanzitutto , come rispose Colombo "bisognava pensarci" , e in secundis OGNI singola nuova tecnologia si basa su un qualcosa di precedente. E' la combinazione di precedenti idee che permette di crearne di nuove. E il valore aggiunto sta nel "come combinarle".Saluti! - Scritto da: JoCKerZ
      Credo sia una cosa ridicola. Da ingegnere
      ritengo che la possibilita' di sfruttare
      un'invenzione non debba certo essere messa
      al bando ma e' ora di finirla di veder
      arricchire non l'inventore, ma l'affarista
      di turno. Stesso discorso vale anche per i
      musicisti, per gli scrittori e per tutte le
      opere di ingegno in generale. L'autore becca
      quasi sempre le briciole.
      • Anonimo scrive:
        Re: Limiti ai concetti del brevetto
        [cut]
        E circa la tua amica , il tuo ragionamento
        non fa onore al tuo titolo di "ingegnere"
        :) innanzitutto , come rispose Colombo
        "bisognava pensarci" , e in secundis OGNI
        singola nuova tecnologia si basa su un
        qualcosa di precedente.
        E' la combinazione di precedenti idee che
        permette di crearne di nuove. E il valore
        aggiunto sta nel "come combinarle".Quello che si intendeva dire è che a tutto vi è un limite. E poi l'idea in questione non è affatto nuova, l'ho già vista qualche mese fa in Francia dove attraverso un apposito lettore di codici a barre che si dava al cliente (alla lunga + economico delle etichette intelligienti) permetteva al cliente di accreditare il tutto sulla carta di credito del supermercatoCU
    • Anonimo scrive:
      Re: Limiti ai concetti del brevetto 110 e lode!!!
      Benissimo!!!Ha trovato un sistema per far soldi sul lavoro degli altri.110 e lode. Sicuramente fara' una sfolgorante carriera politica,ha gia' capito il lavoro :-))
  • Anonimo scrive:
    Che durata hanno i brevetti sugli algoritmi?
    Se non sbaglio i brevetti hanno una scadenza. Qual'e' quella dei brevetti sugli algoritmi?Andrea
    • Anonimo scrive:
      Re: Che durata hanno i brevetti sugli algoritmi?
      - Scritto da: Andrea Polci
      Se non sbaglio i brevetti hanno una
      scadenza. Qual'e' quella dei brevetti sugli
      algoritmi?150 anni dopo la morte dell'ultimo pronipote di chi ha inventato l'algoritmo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che durata hanno i brevetti sugli algoritmi?
        verissimo, negli ultimi 2 secoli la durata legale dei brevetti e passata da una quindicina di anni (o 25? non ricordo) a una data oltre la morte dell'autore... siamo al paradosso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Che durata hanno i brevetti sugli algoritmi?
          non sono 70 anni dopo la morte, come per le opere letterarie, sbaglio?- Scritto da: qweasdzxc
          verissimo, negli ultimi 2 secoli la durata
          legale dei brevetti e passata da una
          quindicina di anni (o 25? non ricordo) a una
          data oltre la morte dell'autore... siamo al
          paradosso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che durata hanno i brevetti sugli algoritmi?
            Mah, se la normativa non è cambiata negli ultimi due anni (da quando ho dato diritto industriale) il brevetto dura in genere 20 anni, credo 5 per i circuiti integrati. Il software è brevettabile solo se inscindibile dall'hardware (es. i driver), mentre per le applicazioni vige il copyright. In nessun caso il brevetto è rinnovabile. Credo stiate facendo confusione con il copyright, sono due cose diverse.
  • Anonimo scrive:
    png ...
    a quanto so e' un formato libero ...per quanto riguarda la notizia invece,spero che questa ditta faccia i soldi con quel brevetto, cosi' forse il mondo si rendera' contodi quanto siano ridicoli i brevetti software .Forza Forgent !!! anche M$ e IBM ti devono pagare leroyalty !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: png ...
      Si il png è un formato Open Source, di ottima qualità :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: png ...
        - Scritto da: puccio
        Si il png è un formato Open Source, di
        ottima qualità :-)Ma non puo' sostituire il jpeg, non e' un formato lossy. Va benone invece al posto del gif.
        • Anonimo scrive:
          Re: png ...
          - Scritto da: rdce
          Ma non puo' sostituire il jpeg, non e' un
          formato lossy. Va benone invece al posto del
          gif.be, lossy vuole dire sacrificare parte delle informazioni del file originale, non è una bella cosa.png non garantice per files complessi come foto una compressione simile al jpg, ma è comunque una compressione buona e la qualità notevolmente migliore di jpg (soprattutto perchè questo è lossy) e gif (perchè ne supera le limitazioni, oggi ormai eccessive anche per un uso semi professionale, però continua ad esistere dato che il brevetto fa guadagnare qualcuno che conta).
  • Anonimo scrive:
    Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc ecc
    Grazie di aver usato jpeg nelle foto/videocamere così ora i diritti ce li paghiamo noi... e pensare che c'era PNG... ma come si può ragionare così?? Mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
      Vi prego... prima di dire sciocchezze simili perche' non vi informate? Almeno un pochino, magari chiedendo a qualcuno che ne sa piu' di voi...Se hanno usato il jpeg c'e' una ragione validissima, anzi, due. Intanto la sua diffusione (e' supportato da qualsiasi cosa, mentre non e ' ancora cosi' per il png...). Poi (piu' importante) per le sue qualita' "tecniche": e' assolutamente perfetto per foto e immagini ricche di sfumature e colori, mentre il png (come il gif) lavora meglio su immagini con ampie aree dello stesso (IDENTICO) colore. Il png poi comprime senza perdita di qualita', e quindi e' "costretto" a creare file mediamente molto piu' grandi (salva una jpeg in png e capirai di che parlo...), il che, visti i costi dei supporti di memorizzazione delle fotocamere digitali, non mi sembra un grande vantaggio...bye, Andrea"C'e' un perche' in ogni cosa. O quasi..."
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
        - Scritto da: Kappei
        Vi prego... prima di dire sciocchezze simili
        perche' non vi informate? Almeno un pochino,
        magari chiedendo a qualcuno che ne sa piu'
        di voi...E tu saresti uno di quelli?
        Se hanno usato il jpeg c'e' una ragione
        validissima, anzi, due. Intanto la sua
        diffusione (e' supportato da qualsiasi cosa,
        mentre non e ' ancora cosi' per il png...).
        Poi (piu' importante) per le sue qualita'
        "tecniche": e' assolutamente perfetto per
        foto e immagini ricche di sfumature e
        colori, mentre il png (come il gif) lavora
        meglio su immagini con ampie aree dello
        stesso (IDENTICO) colore. Il png poi
        comprime senza perdita di qualita', e quindi
        e' "costretto" a creare file mediamente
        molto piu' grandi (salva una jpeg in png e
        capirai di che parlo...), il che, visti i
        costi dei supporti di memorizzazione delle
        fotocamere digitali, non mi sembra un grande
        vantaggio...Bravo, bella ca**ata hai detto. Sul png puoi selezionare il livello di compressione, nel caso non te ne fossi ancora accorto. Quindi la tua frase "(salva una jpeg in png e capirai di che parlo...)" è una sciocchezza visto che il png posso salvarlo in molti modi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e


          magari chiedendo a qualcuno che ne sa piu'

          di voi...
          E tu saresti uno di quelli?Mai detto questo ;)
          Bravo, bella ca**ata hai detto. Sul png puoi
          selezionare il livello di compressione, nel
          caso non te ne fossi ancora accorto. Quindi
          la tua frase "(salva una jpeg in png e
          capirai di che parlo...)" è una sciocchezza
          visto che il png posso salvarlo in molti
          modi.Vorrei che tu fossi piu'chiaro. In che senso posso selezionare il livello di compressione??? Quali sarebbero questi molti modi? L'argomento mi interessa...Con la frase che hai citato intendevo dire "con un risultato finale comparabile" (in termini di qualita'). Chiaro che se riduco la palette (tavolozza di colori) a, diciamo, 6 bit (64 colori) ottengo un immagine di minori dimensioni, ma anche una *schifezza* visivamente parlando (beninteso, partendo da una foto, che e' poi l'ambito di utilizzo del jpeg...)bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            - Scritto da: Kappei
            Vorrei che tu fossi piu'chiaro. In che senso
            posso selezionare il livello di
            compressione??? Quali sarebbero questi molti
            modi? L'argomento mi interessa...Nel senso che con un software che lo supporta (e gimp è uno di questi) si possono salvare in vari modi le .png, si possono fare interlacciate, si può selezionare il livello di compressione (e quindi ne uscirà un immagine lossy o non-lossy), ed altre 3/4 opzioni. Questo mi permette di ottenere un immagine grande e perfetta o una perdita di dettagli anche abbastanza marcata ma con un guadagno in kb occupati.
            Con la frase che hai citato intendevo dire
            "con un risultato finale comparabile" (in
            termini di qualita').Ad "occhio" con una qualità uguale la png occupa qualcosa di più, mi pare, ma comunque non tanto. In compenso png mi offre altre features interessanti tipo la trasparenza ed altro...Io non sono un grafico sia ben chiaro, quindi non pretendere spiegazioni dettagliate... ho riferito solo la mia esperienza.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            Vedro' di informarmi meglio sul png, visto che non pensavo fosse anche un formato "lossy" (profondita' di colore a parte).E comunque grazie per aver risposto in modo cortese. E' bello vedere che si puo' ancora discutere educatamente, magari imparando qualcosa l'uno dall'altro. Leggendo i forum di PI spesso mi sembra che la gente pensi solo a offendendersi a vicenda... mah!bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            - Scritto da: Kappei
            Vedro' di informarmi meglio sul png, visto
            che non pensavo fosse anche un formato
            "lossy" (profondita' di colore a parte).E' l'acronimo di Portable Network Graphics, non potrebbe essere altrimenti ;-)
            E comunque grazie per aver risposto in modo
            cortese. E' bello vedere che si puo' ancora
            discutere educatamente, magari imparando
            qualcosa l'uno dall'altro. Grazie anche a te =) Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            Si, ma comunque bisogna che vi rendiate conto che e' già stata una rivoluzione, per le case "hardware" utilizzare jpg e non formati proprietari o modalita di interfaccia con programmino apposito...A parte il discorso "tecnico" dell'occupazione di memoria (non conosco PNG, ma se fanno anche il video partendo da Jpg un motivo ci sarà. Non credevo PNG fosse lossy, c'e' il rischio che sia piu "complesso" come algoritmo) Sony sceglierà SEMPRE il formato piu universalmente "supportato".Se non e' BMP sarà JPG o GIF ma... PNG?Vai a spiegare alla tua mamma cosa cacchio e' PNG, che cosa deve installare sul suo PC per vederelo/stamparlo (la mamma o il verduraio non usano linux) quando JPG e' supportato da Windows, lo si vede in tutti i browser, e' rapido da "creare" e da visualizzare....Non mi sembra giusto fare guerre di religione su ste cose...(comunque ora vado a cercare un programma che salva in PNG e faccio 2 prove... io campo anche comprimendo immagini, mi interessa!! anzi, se hai consigli per windows [lo so, fa schifo! che ci vuoi fare sono sadomaso!!] dimmi pure)CiaoP.S. Ma quanti siamo ancora qui?PERCHE NON SI VA TUTTI AL MAREEEEEEEEEE??????
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            - Scritto da: Gian
            Se non e' BMP sarà JPG o GIF ma... PNG?
            Vai a spiegare alla tua mamma cosa cacchio
            e' PNG, che cosa deve installare sul suo PC
            per vederelo/stamparlo (la mamma o il
            verduraio non usano linux) quando JPG e'
            supportato da Windows, lo si vede in tutti i
            browser, e' rapido da "creare" e da
            visualizzare....Metti una immagine png sul tuo disco e ti accorgerai che uindos la apre senza problema alcuno con i programmi di default.
            Non mi sembra giusto fare guerre di
            religione su ste cose...Ma quale guerra, rileggiti l'articolo...
            (comunque ora vado a cercare un programma
            che salva in PNG e faccio 2 prove... ioIl paint di windows (senza opzioni di compressione), salva in png....Il problema non è di png ma delle persone che non vedono ad un palmo dal loro naso.
            campo anche comprimendo immagini, mi
            interessa!! anzi, se hai consigli per
            windows [lo so, fa schifo! che ci vuoi fare
            sono sadomaso!!] dimmi pure)Non fa schifo, perchè dovrebbe. Per windows, c'è gimp. www.gimp.org .Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            Perche' non siamo tutti al mare? Bella domanda... prima o poi finira' questa tesi...Vabbe' torniamo al png...Allora: il png NON e' un formato lossy. In fondo era stato progettato come alternativa al gif, proprio per una questione di brevetti... che la storia possa ripetersi anche col jpeg? Non sarebbe una brutta cosa :)Le opzioni di compressione di gimp modificano si' la dimensione del file, ma NON riducendone la qualita'. Perche' esistono, allora? Be', e' come per lo zip, e' un compromesso tra velocita' ed efficienza... magari e' comodo salvare rapidamente mentre si lavora sull'immagine, e poi ottimizzare il tutto soltanto alla fine.Inoltre, mantenendo la stessa qualita' (parliamo di fotografie, non si puo' scendere sotto i 24 bit, 16 milioni di colori) una foto tipica come un paesaggio o un gruppo di amici risulta 4 o 5 volte piu' grossa in png che in jpeg (compressione 20%, tipicamente usata). Puoi fare tutte le prove che vuoi. E questo mette fine alla discussione... :)Comunque ho scoperto un utile programmino che ottimizza le immagini png, e che consiglio vivamente (anche i programmi commerciali che supportano png non utilizzano che una minima parte delle opzioni di compressione previste da questo formato): scrivete "pngcrush" su google e andate direttamente in cima alla lista...bye, Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            Ha ragione Kappei e torto aS. Il PNG non può essere data lossy: leggete qui.Compressione ? PNG punta tutto sulla compressione non distruttiva. Non esistono opzioni per salvare un file PNG in modo non compresso né opzioni per salvarlo con una compressione distruttiva. Però l'algoritmo non distruttivo alla base di PNG è davvero potente. I risultati che si ottengono sono in genere del 20% migliori di quelli ottenibili con la compressione GIF. Lo strumento di compressione, gratuitamente utilizzabile da chiunque, è zlib - una variante dell'algoritmo LZ77 -, sviluppato per la parte di compressione da Jean-loup Gailly (http://gailly.net/) e per quella di decompressione da Mark Adler (http://www.alumni.caltech.edu/~madler/), ed attualmente giunto alla versione 1.1.3.In più la capacità di compressione del PNG può in certi casi essere di molto aumentata grazie all'adozione di particolari filtri: si tratta di sistemi di trasformazione dell'ordine dei dati che costituiscono l'immagine, studiati per esaltare il coefficiente di compressione raggiungibile. Addirittura vi è il caso limite di un'immagine che, non compressa, occupa 48 Mb, compressa con PNG ma non filtrata occupa 36 Mb, filtrata, infine, si riduce ? incredibile ma vero! ? a soli 115.989 byte. Il filtro, in questo caso, migliora di ben 300 volte la capacità del motore di compressione incorporato in PNG! Il file in questione è un'immagine RGB di 512 x 32.768 pixel che mostra in sequenza tutti i 16.777.216 colori codificabili con 24 bit per pixel. Chi volesse testare direttamente questo file molto particolare, può farlo collegandosi
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e

            Leggendo i forum
            di PI spesso mi sembra che la gente pensi
            solo a offendendersi a vicenda... mah!Basta selezionare, io partecipo a parecchi thread fiki
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e
            - Scritto da: aS
            [...]
            Nel senso che con un software che lo
            supporta (e gimp è uno di questi) si possono
            salvare in vari modi le .png, si possono
            fare interlacciate, si può selezionare il
            livello di compressione (e quindi ne uscirà
            un immagine lossy o non-lossy), ed altre 3/4
            opzioni. Questo mi permette di ottenere un
            immagine grande e perfetta o una perdita di
            dettagli anche abbastanza marcata ma con un
            guadagno in kb occupati.fermo fermo.PNG NON è lossy... quando in "quei" programmi si parla di compressione in realtà stanno parlando di ottimizzazione del formato.come per le gif esiste la possibilità di ottimizzarsi a priori l'immagine per fare in modo che l'alogoritmo di compressione (una variante di LZ) comprima meglio l'immagine in modo lossless.quindi PNG è un'alternativa al GIF (che ora ha problemi di copyright) ma non del jpeg....e comunque se il png fosse alternativo al jpeg vorrebbe dire che usa una tecnica "simile" al jpeg e basata, quindi, sul "sistema di codifica per ridurre la ridondanza".In altre parole: il sistema brevettato dalla Forgent va pagato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc e

            Ad "occhio" con una qualità uguale la png
            occupa qualcosa di più, mi pare, ma comunque
            non tanto.Quanto "non tanto" ... cmq perchè non pubblichi sul tuo sito alcuni esempi di immagini fotografiche sia in versione .png che in versione .jpg, almeno vediamo tutti quanto è questo "non tanto" a parità di risoluzione e qualità dell'immagine.
            In compenso png mi offre altre
            features interessanti tipo la trasparenzaVero ... se solo avessero aggiunto i layer a quest'ora i vari gimp, photoshop, paintshop etc. non avrebbero nemmeno avuto bisogno di un formato proprietario..
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc ecc
      e pensa che usano DV per i filmati (che tra parentesi fa abbastanza cagare) invece di Huffyuv che è qualitativamente migliore, libero e gratuito. Perchè ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Sony, Olympus, Nikon, Philips ecc ecc ecc
        - Scritto da: BrUtE AiD
        e pensa che usano DV per i filmati (che tra
        parentesi fa abbastanza cagare) invece di
        Huffyuv che è qualitativamente migliore,
        libero e gratuito. Perchè ?e perche' si usano i VHS invece dei BETA?il VHS sta al BETA come il Garelli3Marce sta al Ducati600.E' stato scelto VHS perche' commercialmente era supportato da più case produttrici.Puo' essere che un giorno se tutte le case produttrici (sony, philips, jvc, panasonic,...) si metteranno daccordo verrà adottata la compressione lossless huffyuv, ma probabilmente quando lo faranno ci sarà già un'alternativa più performante e noi saremo qui a chiederci: "e perche' non hanno scelto la mjpeghuffyuvdivx9 ?"
  • Anonimo scrive:
    OK, sposto il sito
    Qualcuno conosce un buon server free europeo e non italiano? ^__^
    • Anonimo scrive:
      Re: OK, sposto il sito
      Ti consiglio di spostarti anche fuori europa, come ho fatto io ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: OK, sposto il sito
        - Scritto da: BrUtE AiD
        Ti consiglio di spostarti anche fuori
        europa, come ho fatto io ;)Si, e dove? Mi vado a cercare un provider senegalese?(magari ne esistono ottimi, ma lo trovo improbabile)
        • Anonimo scrive:
          Re: OK, sposto il sito
          Repubblica Ceka, Slovakia, Polonia, Ungheria...... devo continuare ?
          • Anonimo scrive:
            Re: OK, sposto il sito
            - Scritto da: BrUtE AiD
            Repubblica Ceka, Slovakia, Polonia,
            Ungheria...
            ... devo continuare ?Si ma se vogliono il sito te lo fanno chiudere pure se ce l'hai là (presente quello delle bestemmie?)
          • Anonimo scrive:
            Re: OK, sposto il sito
            - Scritto da: BrUtE AiD
            Repubblica Ceka, Slovakia, Polonia,
            Ungheria...
            ... devo continuare ?Ehm... quelli sono paesi europei ^___^CMQ hai qualche suggerimento su quelli?
  • Anonimo scrive:
    introdurre il free per poter lavorare
    le grosse corporation introdurranno loro stesse degli standard free per poter lavorare senza rompic______ Quando è troppo è troppo.
  • Anonimo scrive:
    Ma si dai brevettiamo tutto....
    Tanto alle persone piacciono i brevetti e le soluzioni proprietarie.Tu mio caro utilizzatore di sistema operativo chiuso proprietario con tutto quello che ne consegue, non ti lamentare dei brevetti di nessun genere perche' sei tu che alimenti questo sistema.PAga e taci come hai sempre fatto.Se pensi di essere furbo perche' non paghi ma "pirati" sappi che la tua e' solo illusione.(Questo discorso non vale per chi e' costretto a usare "roba brevettata" per motivi di non rara superiorita' tecnica)Ciao da un fiero utente open/copyright free.
  • Anonimo scrive:
    è ora
    di fare capire a questi qua che non siamo vacche da mungere.ma perchè lo capiscano bisogna NON comportarsi, appunto da gregge o mandria ignava ed intellettualmente inerme come nostro solito.è necessario utilizzare in massa, pofessionisti e utenti comuni, formati liberi da rojalties, come nel caso in questione .png.i nostri dati, i nostri lavori sono un bene troppo prezioso pèerchè qualcuno imponga brevetti anche sul formato in cui sono salvati. devono lavorarci e creare formati sempre migliori, ma a gratis e rilasciandone completamente e pubblicamente le specifiche, e guadagnare sul prodotto, non sul formato di files.Il lavoro finale è nostro, è per noi è un bene che sia interscambiabile, fruibile da tutti e che se in futuro quella compagnia o quel formato finiranno nel dimenticatoio, poter ancora usare e recuperare il nostro lavoro!I formati chiusi, non pubblici e le rojalities sui formati di salvataggio non portano alcun vantaggio all'utente. Scegliete formati aperti e pubblici!
    • Anonimo scrive:
      Re: è ora
      sono completamente d'accordo con te! ma che tristezza vedere leggi come queste che pongono un freno all'evoluzione della conoscenza e del sapere.. prima il GIf, poi ora il JPG.. Che poi a quanto ho capito, non è l'intero formato ad essere oggetto di una disputa sul brevetto, ma la routine di compressione (e forse solo una parte, in quanto JPG è un acronimo di Joint Picture Experts Group) ora, esiste un formato di compressione lossy totalmente open source? PNG mi pare non lo sia, ma non ho verificato...DarKStaR
  • Anonimo scrive:
    ALL'ERTA?!?!?!?!
    Ma dai...
    • Anonimo scrive:
      Re: ALL'ERTA?!?!?!?!
      Ti vedo tranquillo
      • Anonimo scrive:
        Re: ALL'ERTA?!?!?!?!
        Si riferiva all'ortografia un po' spericolata.- Scritto da: Corrado
        Ti vedo tranquillo
        • Anonimo scrive:
          Re: ALL'ERTA?!?!?!?!
          - Scritto da: SS
          Si riferiva all'ortografia un po'
          spericolata.

          - Scritto da: Corrado

          Ti vedo tranquilloChe c'e' di sbagliato? Allerta si puo' scrivere All'ertaSono buone entrambe.Pensavo fosse un commento piu' "ficcante"
          • Anonimo scrive:
            Re: ALL'ERTA?!?!?!?!
            Infatti ho scritto "ortografia spericolata". Comunque alla redazione hanno pensato bene di trasformarlo in "allerta".- Scritto da: Corrado
            - Scritto da: SS

            Si riferiva all'ortografia un po'

            spericolata.



            - Scritto da: Corrado


            Ti vedo tranquillo

            Che c'e' di sbagliato?
            Allerta si puo' scrivere All'erta
            Sono buone entrambe.
            Pensavo fosse un commento piu' "ficcante"
  • Anonimo scrive:
    E le GIF?
    Io uso Gimp sia sotto Win che sotto Linux, quando lo ho scaricato non era previsto il salvataggio in formato Gif in quanto era protetto da brevetto e per poterlo utilizzare bisognava scaricarsi un miniplugin.Chi usa Photoshop ha già incluso, nel costo della licenza, i diritti per usare le gif.E' giusta la mia interpretazione?PNG Rulez ;-)Cla
  • Anonimo scrive:
    Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...
    ...vogliono brevettare tutte le tecniche di compressione?voglio dire, pressoche` tutte le tecniche di compressione binaria si basano sulla riduzione della "ridondanza" dei codici piu` usati nel file originale, con l'assegnazione di stringhe di bit la cui lunghezza e` inversamente proporzionale alla frequenza del corrispondente codice nel file, codificato secondo un albero binario (compressione di Huffman, Lempel-Ziv, tutti usano questo espediente, e` l'unico in grado di comprimere qualsiasi sequenza di dati)...e quelli che hanno brevettato pkzip che direbbero?(comunque, in effetti e` solo l'ultimo passo della codifica JPEG, ma mi pare di capire che e` il brevetto sulla riduzione della ridondanza, che rivendicano)a me sembra del tutto assurdo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...
      E' vero, del resto il loro brevetto parla di "sistema di codifica per ridurre la ridondanza".e non sono solo 10 anni che questa riduzione della ridondanza avviene.quando a scuola ci facevano scrivere:2x+1=x-1 e lo si trasformava inx=-2non era forse ridurre la ridondanza di informazioni?a chi vorrebbero chiedere le royalty, all'inventore della matematica?e se il brevetto si riferisce solo al campo sw, come fanno a richiedere le royalty quando sono anni che si usa i vari pkzip, arj, arc, tar.se i giudici avranno un minimo di dignità capiranno che non si puo' brevettare una cosa che esiste da anni e soprattutto non è stata inventata dal detentore del brevetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...
        Ma ci hai pensato o te la hanno suggerita una scemenza del genere ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...

          Ma ci hai pensato o te la hanno suggerita
          una scemenza del genere ?se ci pensi non è una scemenza.l'unica cosa che serve è pensare.provaci, forse ce la fai.se non ci riesci prova a mandare all'assistenza il cervello, magari è ancora in garanzia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...
      Per quanto ne so, la riduzione di ridondanza nel JPEG dovrebbe riferirsi a diffuzione del colore nell'immagine.Se fosse solo compressione non si spiegerebbe come mai l'immagine peggiora/perde definizione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh? ridondanza? vorranno mica dire che...
      - Scritto da: alex¸tg
      ...vogliono brevettare tutte le tecniche di
      compressione?
      No, credo abbiano un brevetto valido solo per QUEL particolare algoritmo usato per ridurre la ridondanza nella codifica Jpeg. D'altronde il brevetto è sull'algoritmo, non sul concetto (Zip e Tar e Ace usano lo stesso concetto, ma algoritmi diversi, AFAIK)
  • Anonimo scrive:
    Brevettassero l'universo.....
    che palle con questi brevetti...................
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevettassero l'universo.....
      - Scritto da: dsfds
      che palle con questi
      brevetti...................E vedrai quando M$ cerchera' di far valere il poprio brevetto per "un sistema di segni fonetici tracciabili su carta, atto a semplificare la scrittura ideografica" ed il suo concetto di "wordprocessing basato su una struttura a cristalli di carbone inserita in un supporto cilindrico". La carta, invece la lasceranno free, per permettervi di leggere, ma solo se di colore grigio molto scuro...
  • Anonimo scrive:
    Follia
    Questa storia dei brevetti sugli algoritmi è pura follia. E' fin troppo facile brevettare un bene di pubblico dominio e fare soldi in questo modo.Manca solo che un'azienda americana brevetti il metodo di "sbucciare un uovo"...I sorgenti del codec jpeg è poi disponibile da anni e mi ritrovo una decina di CD con i sorgenti linux (e anche image magick per esempio).Credo che qualcuno dovrebbe organizzare una ricodifica del codec ristrutturandolo in modo leggermente diverso o implementandolo in una specie di PNG esteso, così si liberalizza l'IDEA senza calpestare i diritti di questi signori...Ma FORD non ha mai chiesto i diritti sul metodo di costruzione ad "assembly rig"? Si rovinerebbe tutta l'industria automobilistica ed elettronica...Io al loro posto ci proverei, già che ci stanno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Follia
      hai ragione e poi da quanto tempoesiste il jpg 10 anni ?come mai hanno aspettato fino ad ora perchiedere il brevettoSE c''e qualche programmatore che vuole fare un giochetto puo usare l'algoritmo xvid (GPL) per un immagine fissa, fatto problema risoltoil jpg e' vecchio e se ne parlava tempo fa per rimpiazzarlo con qualcosa che garantisse il drmhanno trovato il modo per uccidere il jpg e non avere il drm forse un algoritmo miglioreSE dovete scegliere in che formato salvare una cosa segliere sempre qualcosa in gpl o bsdavrete sempre la sicurezza di leggerlo indipendentemente dal vostro os dispositivoo altroSapete cosa accade che in usa una fotografica o una telecamera costera di piu che in europa con minori quadagni da parte di Sony nel mercato USA-----------------------------------------Spero che l'europa non si faccia abbindolare e che in usa il congresso si svegli dal suo incuboe che gli algoritmi diventino come i circuiti elettronici: NON BREVETTABILISapete perche un circuito elettronico non e brevettabile: se un circuito e fatto da 3 intrgrati e uno che fa le stesse cose e' fatto da 4 o 1 sono circuiti diversi-----------------------------------------No brevetti sw in europa c'e anche la petizione online
      • Anonimo scrive:
        Re: Follia
        - Scritto da:
        Sapete perche un circuito elettronico non e
        brevettabile: se un circuito e fatto da 3
        intrgrati e uno che fa le stesse cose e'
        fatto da 4 o 1 sono circuiti diversi
        -----------------------------------------
        No brevetti sw in europa c'e anche la
        petizione online
        Ma te l'hanno insegnata a scuola la punteggiatura ? Ci vuole una stele di rosetta per "decifrare" quello che hai scritto ...
  • Anonimo scrive:
    png
    ...appunto (ah... ed anche ogg).
    • Anonimo scrive:
      Re: png
      Il formato png non credo sia un buon sostituto delle jpg, per via della sua compressione, che risulta più adatta ad immagini piccole (come le gif).:)
      • Anonimo scrive:
        Re: png
        Da linuxaro sfegatato volevo solo suggerire che il problema, volendo, e' un non problema. Poi sul piano tecnico non scendo, visto che non sono un programmatore.:-))
        • Anonimo scrive:
          Re: png
          e allora ormai e ora di cambiarenon si usa piu il jpg chi se ne fregala matematica non ha fineil punto e che se si sceglie un algoritmo che obbliga alla gpl come riferimento vedi che poi schiattano coi brevettise ero sony non pagavo anzi nel giro di 4-5 gge' possibile mettere in piedi un algoritmo migliore e poi mettevo online la procedura per aggiornare tutto al nuovo algoritmo o dove andare per aggiornare la telecamera macchinetta fotografica ecc...(sony non fa sw quindi per il software puo usare la gpl senza danni)ovviamente tutta la nuova produziobnne di prodotti avrebbe il firmware che usa un algoritmo diverso) xvid e' utilizzabie anche per un immagine fissaPerche' il diritto non e' stato fatto valere primase affttate un terreno ad uno e non gli chiedete affitto (0 euro) dopo 10 anni e' suo
    • Anonimo scrive:
      Re: png
      Il PNG è un'ottima alternativa al formato GIF (più colori, più compressione) ma è un formato senza perdita di qualità. E comunque Internet Explorer, pur essendo arrivato alla versione 6.0, ha volontariamente incluso finora solo un supporto parziale a questo formato, a conferma che il "free" non piace a mamma Micro$oft.Ci vorrebbe anche una valida alternativa al JPEG, ma chissà se esiste (dato che praticamente hanno brevettato qualsiasi algoritmo.....)
      • Anonimo scrive:
        Re: png
        mah... io direi di cominciare ad utilizzarlo indipendentemente dal fatto che su IE la trasparenza non sia supportata (come dicono tanti, è il browser più diffuso del mondo quindi DEVE essere il migliore, quindi come mai non la supporta? forse che Microsoft può concedersi il lusso di strafregarsene di una tecnologia quando decide che è il momento di strafregarsene?). e quando poi i clienti/utenti finali/amici che vedono il nostro sito personale/eccetera si lamentano di quello sfondino grigio sotto l'ombra sfumata potremo tranquillamente rispondere "mandate una mail a Microsoft perché supporti bene il formato dato che è documentato, libero e diffuso da anni, io non mi assumo il rischio di usare roba coperta da royalties".che ne dici? non mi sembra nemmeno troppo astratto, come discorso.ciaogodz
        • Anonimo scrive:
          Re: png

          sfumata potremo tranquillamente rispondere
          "mandate una mail a Microsoft perché
          supporti bene il formato dato che èIo sarei piu' drastico, farei una specie di "razzismo" come viene fatto da certi server web.Se il browser e' IE invece della pagina gli mandi un link a un browser che supporti png :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: png
          - Scritto da: godzilla
          forse che Microsoft puòCerto che se non riuscite a tirarla in ballo la giornata finisce in depressione eh?
  • Anonimo scrive:
    SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
    poi provvedessero a riscuotere le royalties di tutti quelli che ciulano; un CAZZO di giudice rintronato che gli da ragione forse se lo trovano;brevetto: IoCiUlOmEgLiOdItE.
    • Anonimo scrive:
      Re: SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
      mi devi dei soldi per il fatto di essere nato...:-P
      • Anonimo scrive:
        Re: SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
        Ah si? Allora io brevetto l'invenzione stessa del brevetto, così ogni volta che uno di voi brevettatori morti di fame fa valere i propri "diritti", deve pagare me, EH EH EH.Sono arrivato prima io e mi arricchirò da solo! :P
        • Anonimo scrive:
          Re: SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
          - Scritto da: Il Superbrevettatore
          Ah si? Allora io brevetto l'invenzione
          stessa del brevetto, così ogni volta che uno
          di voi brevettatori morti di fame fa valere
          i propri "diritti", deve pagare me, EH EH
          EH.
          Sono arrivato prima io e mi arricchirò da
          solo! :PArrivi tardi...http://punto-informatico.it/pol.asp?mid=53259&fid=36679;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: SI BREVETTASSERO...
            io ho brevettato l'uso del cervello, ma da qualche anno non vedo più un soldo!
          • Anonimo scrive:
            Re: SI BREVETTASSERO...
            - Scritto da: abc
            io ho brevettato l'uso del cervello, ma da
            qualche anno non vedo più un soldo!e pensa che oltre a non vedere un soldo mi devi pagare perchè hai utilizzato il brevetto da me brevettato!:-P
          • Anonimo scrive:
            Re: SI BREVETTASSERO...

            e pensa che oltre a non vedere un soldo mi
            devi pagare perchè hai utilizzato il
            brevetto da me brevettato!

            :-Pbe, per ideare il brevetto e per pensare bene di depositarlo hai usato ben due volte il mio brevetto!Facciamo che mi devi 15 trilioni di dollari convertibili in una birra e siamo a pari!
    • Anonimo scrive:
      Re: SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
      Mi dispiace,Alien,ma considerato i programmi fidanzata 2.0-moglie 3.0-amante ME temo che la microshit abbia gia' l'esclusiva...Iesta vuelta siamo proprio fuottutiAngel
    • Anonimo scrive:
      Re: SI BREVETTASSERO LA SCOPATA
      - Scritto da: alien
      poi provvedessero a riscuotere le royalties
      di tutti quelli che ciulano; un CAZZO di
      giudice rintronato che gli da ragione forse
      se lo trovano;
      brevetto: IoCiUlOmEgLiOdItE.Brevetto il click del mouse! :-P
Chiudi i commenti