Contrappunti/ Su Internet si trova di tutto

di Massimo Mantellini - Attivare una connessione significa doversi preparare al peggio: orde di pedopornomani, aspiranti bombaroli, consigli sulle droghe del momento. Viene voglia di staccare la spina

Roma – Il fatto è che su Internet si trova di tutto. Vuoi lo schema particolareggiato per costruire una bomba? C’è. Vuoi un software di cifratura impermeabile a qualsiasi tentativo di intercettazione con il quale progettare fra amici la gassificazione di una metropoli a caso fra quelle che non sopporti? C’è. Tutte le cose brutte su Internet ci sono e questa è una novità sgradevole che la tecnologia ha scaricato dentro le nostre vite. Hanno un bel dire che la tecnologia è neutrale e che sono gli esseri umani a decidere come utilizzarla. Balle. Su Internet e solo su Internet si trova di tutto, consigli dettagliati su come uccidere la moglie o su come suicidarsi, tutto. E non si tratta di allarmi infondati: le cronache sono piene di mariti tecno-impediti, ignari dell’esistenza della cronologia di ricerca di Google, che dopo aver ucciso la moglie hanno lasciato nel computer di casa propria ricerche tipo “moglie, cianuro, minestra, funziona?”.

Mentre vi scrivo ho appena trovato questo, sentite un po’ cosa dice questo tizio:

“Nel 2003 alla ricerca di nuovi modi con cui distrarmi dalle paralizzanti responsabilità emotive dell’età adulta, ordinai alcune erbe da un sito web che vendeva “alternative alla marijuana”. Tra queste, speditemi in una busta piuttosto grande, c’era la salvia divinorum che Daniel Pinchbeck descrive nel suo libro “Breaking open the head” come una pianta visionaria, già apprezzata dai primi abitanti dell’America Centrale.”

Il fatto è che in rete tutti possono leggere tutto. Senza alcun filtro. E non mi riferisco solo alla pornografia, che quella, si sa, è ormai dappertutto, perfino nella pubblicità dell’ammorbidente. Mi riferisco a cose ben peggiori. I nostri figli, per dirne una, chi li controlla quando sono in rete? Mia figlia per esempio, tiene Messenger aperto al pomeriggio mentre studia, parla con le sue amiche – mi dice – ma io come posso essere certo che non ci sia un pedofilo in agguato? Mica posso stare tutto il tempo a sbirciare con chi chatta, no? E non si tratta di fissazioni da padre ansioso: lo dice anche Don Fortunato di Noto che le chat sono piene di pedofili. L’associazione Meter di Don Fortunato tiene alta l’attenzione sul problema e produce interessanti numeri che raccontano chiaramente che Internet è un posto pessimo ed in peggioramento, visto che nessuno fa nulla. Non sarà l’Istat l’Associazione Meter ma io li leggo sempre con interesse questi numeri. E c’è da essere davvero preoccupati, anche se secondo me Don Fortunato, nella sua autentica foga positiva, forse un po’ esagera. Tempo due tre anni e se i suoi calcoli sono corretti su Internet ci saranno solo pedofili. E mia figlia. E allora sì che sarà un problema serio.

C’è anche altro di poco piacevole in rete. Vi piacerebbe saltare in aria come bambole di pezza perché un terrorista islamico digitando “Bomb” su Google ha trovato la formula per farci esplodere, magari mescolando il Perlana alla Cibalgina pestata nel mortaio? Non credo. A me almeno non piacerebbe. Del resto, se è possibile creare giochi d’acqua con le Mentos e la Coca-Cola nessuna combinazione strana sembra essere preclusa a chi sa usare decentemente un motore di ricerca.

Ecco il tizio di prima che continua:

“Poi una notte in cui non avevo nulla da fare me ne sono ricordato ed ho deciso di usarla. Ho estratto un pizzico di salvia dalla busta, ne ho fatto una pallina e l’ho messa sotto la lingua: sul web avevo letto che l’assorbimento sublinguale crea trip particolarmente potenti. Il sapore era amaro, ma non eccessivamente. L’ho masticata un po’ e messa sotto la lingua per altri trenta secondi ripetendo il procedimento fino ad ottenere un liquido denso verde e aspro. A tratti ho provato nausea, ma il mio stomaco ha retto. Dopo venti minuti ho sputato l’intera poltiglia nel gabinetto ho messo musica bhangra sull’iPod, mi sono sdraiato sul letto e ho chiuso gli occhi. Le visioni sono cominciate quasi immediatamente.”

Forte eh? Sono questi i rischi in fondo. L’emulazione prima di tutto, ma anche il fatto che qualche spostato decida di usare informazioni di questo tipo per scopi non esattamente pacifici. E così forse si capisce come mai il nostro attuale Ministro degli Esteri Frattini qualche mese fa abbia tuonato dai banchi della Commissione Europea affinché Google impedisse ricerche pericolose come “bomb”. Non se ne è più saputo nulla: forse stanno ancora discutendo sulla lista delle parole da censurare e quelli di Google sono lì che attendono ordini sbuffando. È che non sai mai cosa può succedere in rete: una volta l’informazione veniva almeno controllata da professionisti, passava il vaglio di una redazione, dei giornalisti decidevano cosa potesse essere pubblicato e cosa no. Ma oggi? Oggi con Internet chiunque può cercare “Bomb” su Google e magari, se ha qualche rotella fuori posto, farci saltare tutti in aria perché nessuno controlla più nulla.

Su Internet girano consigli terrificanti: ci sono migliaia di siti che inneggiano a qualsiasi cosa, dall’anoressia al nazismo, ci sono vademecum per evirarsi senza sanguinare (non scherzo, ne ho visto uno per sbaglio una volta su una rivista elettronica che si chiama BME) ed informazioni su come drogarsi in maniera originale. Ecco appunto.

“Grandi e folte liane verdi dall’età incalcolabile nello spazio infinito, mentre una creatura che assomigliava ad un dio azteco volava sopra di me sputando fuoco. Ho visto la mia testa spalancarsi e ne è uscita una poltiglia rossa, che è andata a mescolarsi in quello che sembrava essere il cosmo. Subito dopo un’altra visione più piacevole, in cui danzavo con mio figlio. Nell’universo si è aperto un grande foro, che io ho sorvolato, e una donna bellissima vestita di bianco mi ha preso per mano per attraversarlo. Era, ho saputo più tardi,lo “spirito della salvia” che appare in quasi tutte le visioni prodotte da questa erba.”

Droghe dite? Di droga su Internet ce n’è a bizzeffe, dalle imitazioni cinesi del Viagra in su. Ma non mi riferisco solo alle droghe da acquistare. È notizia di questi giorni che ci siano anche droghe che possono essere “scaricate”. Cyber-droghe le chiamano: se ho capito bene sono speciali file audio che ascoltati in cuffia ti mandano il cervello a carte quarantotto. L’allarme lo ha lanciato il Colonnello Rapetto della Guardia di Finanza, un altro nome noto nella Internet italiana quanto don Fortunato, stesse idee chiare, solo che uno è in divisa e l’altro ha la tonaca. Gente che nella rete ci naviga, che sa quali siano i rischi. Così, ora che ci penso, oltre alle chat di mia figlia sarà il caso che controlli le chiavi di ricerca che usa su Google e gli mp3 che sono sul suo computer.

“Io faccio uso di salvia un paio di volte l’anno. Non ho bisogno di ricorrervi più spesso, non saprei gestire un impegno più frequente. Dopo essermi trasferito a Los Angeles ho bazzicato gli ambienti dello spaccio in cerca di una fonte affidabile. L’ho trovata presso una catena di abiti vintage di Melrose. Nel retro dietro i cappotti…un libanese senza un braccio mi ha veduto un paio di bustine di estratto 25X, un concentrato capace di trasportarti rapidamente nel “paese della salvia”. Basta fumarne un po’ con la pipa e sei andato.”

Verrebbe quasi da chiedersi cosa ce ne facciamo di una Internet del genere.

Dice il mio commercialista che per pagarmi le tasse online deve fare lo slalom fra mille imprevedibili ostacoli. Io non so quali siano questi ostacoli di cui parla (sarà mica che il mio commercialista ha un mac?) ma già me lo immagino schivare orde di pedofili, assassini seriali, tossici e meretrici, cani che si fingono umani, spacciatori di Viagra farlocco, che gli intasano la connessione mentre lui cerca solo di fare il suo dovere.

Io di sicuro non lo invidio ed anzi ora mi scollego e vado di là a controllare mia figlia: non vorrei che fra una chat dubbia ed un’altra incappasse nelle istruzioni per sballarsi con la salvia divinorum.

Anzi, nel dubbio spengo anche il suo computer e non se ne parli più. Tolto il dente tolto il dolore. Che se vuole leggere qualcosa ci sono ancora le edicole ed i quotidiani, per fortuna.

nota: i brani in corsivo di questo Contrappunti sono tratti dall’articolo “Confesso sono un mangiatore di salvia” apparso sul supplemento di sabato scorso di uno dei più letti quotidiani italiani. Ironia della sorte l’articolo non è disponibile online.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 1977 scrive:
    40 km/h e Roma
    La puoi giusto usare nel tuo quartiere, un'auto così.
  • Flow scrive:
    La macchina elettrica e' gia' superata
    Gli interessi economici riguardo il petrolio sono il meno, il fatto e' che la macchina elettrica e' gia' vecchia ancora prima di essere.E poi' l'energia elettrica dipende ancora dalla centrali nucleari, non si tratta affatto di un'energia pulita..Il futuro e' l'energia magnetica, e' sempre stata li' e nessuno se n'e' accorto.. L'energia magnetica rivoluzionera' il concetto stesso di trasporto, ed e' l'unica energia che sia veramente pulita, oltre che illimitata..
    • pietro scrive:
      Re: La macchina elettrica e' gia' superata

      Il futuro e' l'energia magnetica, e' sempre stata
      li' e nessuno se n'e' accorto..

      L'energia magnetica rivoluzionera' il concetto
      stesso di trasporto, ed e' l'unica energia che
      sia veramente pulita, oltre che
      illimitata..cos'è?nel mio corso di fisica II all'università si sono dimenticati di spegarmela
    • Vega scrive:
      Re: La macchina elettrica e' gia' superata
      a ingegneria elettrica "l'energia magnetica" non ce l'hanno spiegata.... oppure... non certo come fonte.ti spieghi meglio?
    • vac scrive:
      Re: La macchina elettrica e' gia' superata
      L'ho sermpre detto che le droghe leggere sono pericolose...Quella roba fa male!!Non c'è bisogno di fare Fisica 2 all'università per conoscere la legge di LavoisierL'automobile che va ad acqua o l'auto di Tesla (che funzionerebbe grazie ad un misterioso campo elettromagnetico) sono solo delle pie illusioni.L'automobile elettrica invece esiste da un secolo ed ora, con le batterie al litio potrebbe ampliare notevolmente il suo raggio d'azione.
      • devid2g scrive:
        Re: La macchina elettrica e' gia' superata

        L'automobile che va ad acqua o l'auto di Tesla
        (che funzionerebbe grazie ad un misterioso campo
        elettromagnetico) sono solo delle pie
        illusioni.Non intende l'auto della Tesla motors
    • iRoby scrive:
      Re: La macchina elettrica e' gia' superata
      Cerca Eliica su Google, un'auto elettrica semplicemente fantastica.http://video.google.com/videoplay?docid=-6097886891032222403&q=ellica&ei=KIWESNn2G4Gw2QLlosW9Bg
      • Manuel88 scrive:
        Re: La macchina elettrica e' gia' superata
        - Scritto da: iRoby
        Cerca Eliica su Google, un'auto elettrica
        semplicemente
        fantastica.

        http://video.google.com/videoplay?docid=-609788689questa si ke è una macchina !!
    • electron scrive:
      Re: La macchina elettrica e' gia' superata
      [yt]1vg0zqzcI3c[/yt][yt]_OkIydMmwLA[/yt]
  • trillo scrive:
    E le altre?
    Che fine ha fatto quel motore che emette vapore acqueo?Che fine ha fatto quell'altro (Renault se nn sbaglio) che fa 100 Km/L ?Che fine ha fatto la macchina ad aria compressa?E cmq anche produrre energia elettrica inquina...
    • vac scrive:
      Re: E le altre?
      E' una questione di rendimento:Una Saxo elettrica con 12 Kw/h percorre circa 50-70 km sul ciclo urbano (anche 100 su strade extraurbane)Anche se l'energia elettrica fosse tutta prodotta dal petrolio sarebbe comunque + efficente.http://vaconline.altervista.org/car/
    • devid2g scrive:
      Re: E le altre?
      IL motore che fa vapore acqueo credo sia la macchina a idrogeno e fidati non è una buona soluzione a meno che tu non voglia avere lunghe autonomie ma con un rendimento anche inferiore alla macchina a benzina, la macchina che fa 100km/l l'ho vista e forse arriverà nel 2010 ma ha solo 2 posti e il bagagliaio almeno nei prototipi è quasi nullo, la macchina ad aria compressa era un'idea simpatica ma come per l'idrogeno l'aria copressa è da fare e il rendimento termodinamico del ciclo compressione espansione lo avvicina già a un motore a benzina considerando che l'energia elettrica è da produrre prima rende probabilmente meno del benzina tradizionale.
    • z f k scrive:
      Re: E le altre?
      - Scritto da: trillo
      Che fine ha fatto quel motore che emette vapore
      acqueo?L'emissione di vapore acqueo come sottoprodotto si ottiene sostanzialmente con i motori a idrogeno.Ci sono due modi:- motore a combustine interna tradizionale- cella a combustibile + motore elettricohttp://it.wikipedia.org/wiki/Pila_a_combustibilehttp://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Fuell_cell-it.pngL'idrogeno viene fatto combinare con l'ossigeno dell'aria, provocando nel primo caso una reazione fortemente esotermica (esplosione) sfruttata dai pistoni e nel secondo la cattura degli elettroni emessi (oltre al calore) senza esplosione.La combinazione di idrogeno (H2) e ossigeno (O2) crea acqua (H2O) ed elettroni (e calore).I problemi che nascono sono due:- l'estrazione/produzione dell'idrogeno (http://it.wikipedia.org/wiki/Idrogeno#Produzione)- il trasporto dell'idrogeno; comunemente avviene per mezzo di bombole, ma in caso d'incidente l'esplosione di una bombola di idrogeno e' un tantinello piu' distruttiva di una di gpl o metano (nota: tempo fa c'e' stato un incidente sulla tangenziale di Mestre, che ha visto coinvolto un trasporto di bombole di idrogeno, con incendio dei mezzi; nonostante fossero investite dalle fiamme, le bombole hanno retto; una menzione d'onore ai vigili del fuoco che sono stati li' ad innaffiarle sapendo quello che rischiavano). Un altro metodo allo studio e' l'mmagazzinamento negli idruri metallici (http://www.fi.isc.cnr.it/idrogeno/hydrides.htm), immaginate l'analogo di una spugna che anziche' strizzare dovete riscaldare.CYA
  • gisus scrive:
    invendibile
    la pubblicità dell'auto parla di robe del tipo: erigiti a poeta della strada, potrai finalmente dominare l'asfalto, dalla linea aggressiva (?!?) manco fosse un veicolo da guerra...Se questa è la pubblicità che passa a nastro, è perchè è quella che funziona. Se questa è la pubblicità che funziona significa che la gente nella testa ha cazzi gravi, gente che non ha bisogno della macchina per arrivare dal punto A al punto B, ma di uno strumento col quale esprimere la propria virilità, il proprio machismo, la propria ficosità. Che prima dei consumi, si preoccupa della LINEA della macchina, dell'estetica!Un automobile che non inquina e non supera i 40all'ora secondo me è eccezionale se uno non si fa trento-bari tutti i giorni per lavoro, diciamo per chi non supera la 50ina di km al giorno. Diventerebbe difficilissimo ucciderci delle persone.Fino a che il consumo sostenibile non diventerà FICO, con michelle hunziker che ci spiega perchè è giusto, ste macchine ahimè temo non si venderanno. Al limite se rimane solo una casa a produrle, può stare a galla vendendo a tutte le persone che la pensano come me.Ma questo significherebbe niente concorrenza, giocoforza niente innovazione in tal senso.
    • sono elettrico scrive:
      Re: invendibile
      condivido in pieno il tuo pensiero ma.....



      SONO OTTIMISTA!...tra 5/6 anni dovrò sostiutire la mia auto e, se in italia non trovo l' auto ELETTRICA (basta con carburanti vincolanti da comperare alle pompe!!!)


      me la vado a prendere (o faccio arrivare) all' estero.....Qualcosa si muove già ora in italia:
      http://www.aae.it/indice.htm.... se la trovo in italia o comunque in europa
      meglio, i miei soldi resteranno "nei paraggi".......e comunque si può già modificare la propria
      http://www.jacopofo.com/node/4573
    • di passaggio scrive:
      Re: invendibile
      puoi essere fico anche con un'auto elettrica... ma deve essere tipo teslamotor... ora nn dico proprio quella... ma una cosa più graziosa, dalle prestazioni consistenti e dalla linea carina (sì, guai se la linea è brutta) si puà fare, anche a prezzi da auto tradizionali... addio se nn costa 16.000 dollari. mi sta bene! vorrei trovare un'audi a3, ad esempio, così com'è, cn motore elettrico... in grado da fare 0-100 magari in 8-10 secondi (anche se le elettriche hanno molto da dire in qsto campo da quel ke mi risulta), in grado si spararsi i suoi 200 e che abbia un'autonomia di magari 500 km..
      • Ernesto scrive:
        Re: invendibile
        - Scritto da: di passaggio
        puoi essere fico anche con un'auto elettrica...
        ma deve essere tipo teslamotor... ora nn dico
        proprio quella... ma una cosa più graziosa, dalle
        prestazioni consistenti e dalla linea carina (sì,
        guai se la linea è brutta) si puà fare, anche adietro la tesla machine c'e' google. in effetti e' il progetto meglio riuscito, speriamo continuino su quella strada.
        • di passaggio scrive:
          Re: invendibile
          che c'entra google? cioè anche se è vero? così per dire?:-)beh però appunto, l'unico difetto della tesla è ke è troppo estrema come tipo di auto, e come costo anche...na macchina "normale" da 25.000-30.000 euro manca...
  • Momento di inerzia scrive:
    Il mio sogno per la mobilità del futuro
    Prima di continuare a leggere vi prego di soffermarvi sul fatto che questo che sto per esprimere è un sogno.Quindi non me ne frega niente se ci sono mille problemi tecnico-etici, se non si può fare, se mina la libertà o formatta i calzini di Steve Jobs.E' un sogno.Neanche tanto originale, dato che si è visto in Minority Report.Un sistema di strade "a binario" su cui viaggiano delle "automobili" guidate da un pilota automatico, mosse da un motore elettrico alimentato a induzione dalla sede stradale stessa.A bordo puoi farti i fatti tuoi, anche dormire, finché sei sulla strada dotata di questo servizio.Quando vuoi uscire, lo segnali al sistema (oppure lo hai preimpostato nella pianificazione di viaggio e il computer ti avverte X chilometri prima), ti rimetti alla guida e il motore sta sulle batterie (che nel frattempo si sono ricaricate).Fine degli incidenti, fine delle code, fine dei limiti di velocità castranti, fine del tempo sprecato in viaggio...
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
      per riprendere due post che scrissi (non così tanto) tempo fa...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1552342&m=1553146#p1553146http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1645462&m=1646098#p1646098"serie" Il Traffico Automatico® 8)Ok, ci mettiamo in affari prima che ci freghino l'idea? (newbie)
    • gerry scrive:
      Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Fine degli incidenti, fine delle code, fine dei
      limiti di velocità castranti, fine del tempo
      sprecato in
      viaggio...Siamo i re delle vetture da sogno (Ferrari, Lamborghini, ...).Il tuo sogno per qualcuno è come spararsi nelle p@11e :D
    • frk scrive:
      Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
      Secondo me c'è un problema. Ti tocca recintare e mettere in sicurezza tutte le strade e trovare un sistema per vigilare entrate e uscite.Perchè se non lo fai (e comunque non so se è sufficiente) non so quanto questi sistemi automatici siano in grado di evitare un bambino o un animale che attraversa incautamente o viceversa non andare in blocco per un ramo e quattro foglie in mezzo alla strada che il sensore scambia per un "ostacolo".Senza considerare poi il maltempo o i guasti alla vettura che ti precede sul binario e che non puoi superare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 luglio 2008 14.00-----------------------------------------------------------
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
        - Scritto da: frk
        Perchè se non lo fai (e comunque non so se è
        sufficiente) non so quanto questi sistemi
        automatici siano in grado di evitare un bambino o
        un animale che attraversa incautamente o
        viceversa non andare in blocco per un ramo e
        quattro foglie in mezzo alla strada che il
        sensore scambia per un
        "ostacolo".Le auto che si guidano da sole esitono già su gomma, figuriamoci su binario...
        Senza considerare poi il maltempo o i guasti alla
        vettura che ti precede sul binario e che non puoi
        superare.Hai mai giocato col sorpasser?Era una pista delle automobiline come la Polystil, con la differenza che potevi sorpassare...Basta che i binari siano magnetici (e non sto dicendo che il sorpasser funzionasse così) e non fisici e puoi fare quello che vuoi
        • frk scrive:
          Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro

          Le auto che si guidano da sole esitono già su
          gomma, figuriamoci su
          binario...Ah si? Non ne ho viste molte in giro qui a Roma... le uniche cose automatiche (senza pilota) che ho visto nella vita reale sono le navette su binario sopraelevato (Aereoporti vari, collegamento tra hotel a Las Vegas, la Miami Metro-rail) ma viaggiano su percorsi protetti (binari sopraelevati) dove appunto non trovi alcun ostacolo e non rappresentano un pericolo per gli altri.

          Senza considerare poi il maltempo o i guasti
          alla

          vettura che ti precede sul binario e che non
          puoi

          superare.

          Hai mai giocato col sorpasser?
          Era una pista delle automobiline come la
          Polystil, con la differenza che potevi
          sorpassare...Beh, per le strade non la farei così semplice, perchè c'è sempre il problema degli ostacoli imprevisti durante una manovra. Bisognerebbe comunque passare in modalità "controllo umano".
          • Remo Dasolo scrive:
            Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
            Le autostrade sono già a sede separata con accessi e uscite controllati...il concetto c'è già, basta fare delle variazioni sul tema.Per quanto riguarda i "binari" cerca in rete il progetto della Ansaldo per i mezzi pubblici alimentati dal "binario" interrato-sicuro. Molte metropolitane sono senza guidatore su percorso sicuro con accessi controllati. Un esempio in Italia è la metro di Torino: stupenda.Il progresso arriva dal coraggio di osare e dalla tenacia di insistere.Salutoni- Scritto da: frk

            Le auto che si guidano da sole esitono già su

            gomma, figuriamoci su

            binario...

            Ah si? Non ne ho viste molte in giro qui a
            Roma... le uniche cose automatiche (senza pilota)
            che ho visto nella vita reale sono le navette su
            binario sopraelevato (Aereoporti vari,
            collegamento tra hotel a Las Vegas, la Miami
            Metro-rail) ma viaggiano su percorsi protetti
            (binari sopraelevati) dove appunto non trovi
            alcun ostacolo e non rappresentano un pericolo
            per gli
            altri.



            Senza considerare poi il maltempo o i guasti

            alla


            vettura che ti precede sul binario e che non

            puoi


            superare.



            Hai mai giocato col sorpasser?

            Era una pista delle automobiline come la

            Polystil, con la differenza che potevi

            sorpassare...

            Beh, per le strade non la farei così semplice,
            perchè c'è sempre il problema degli ostacoli
            imprevisti durante una manovra. Bisognerebbe
            comunque passare in modalità "controllo
            umano".
          • Ernesto scrive:
            Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro

            Bisognerebbe mettere le autostrade sotto "campane
            di vetro", in pratica dentro tubi di plastica. Ma
            al momento mi pare ancora al di là da
            venire.o campi di forza ... comunque i binari vanno bene per il trasporto pubblico. adesso se vogliamo rendere tutto il trasporto pubblico puo' anche andare, rimane il fatto che non mi fido a farmi guidare da un cieco, se c'e' un problema durante il percorso e l'unica cosa che puoi fare e' andargli incontro non mi pare una bella idea.oppure possiamo muoverci virtualmente.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Il mio sogno per la mobilità del futuro
            - Scritto da: frk

            Le auto che si guidano da sole esitono già su

            gomma, figuriamoci su

            binario...

            Ah si? Non ne ho viste molte in giro qui a
            Roma...Ho detto per caso che sono in vendita?http://www.google.com/search?q=self+driving+car&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t
            Beh, per le strade non la farei così semplice,
            perchè c'è sempre il problema degli ostacoli
            imprevisti durante una manovra. Bisognerebbe
            comunque passare in modalità "controllo
            umano".Guarda, io ho visto una FIAT Regata attrezzata col pilota automatico fare l'alce senza problemi...
  • Maz scrive:
    il problema e' lo spreco
    Specie per il mercato USA il problema non e' elettricitaQuello che mi lascia veramente perplesso e' lo spreco!!Anche la normale vettura familiare e' da 6-8 cilindri da 4000cc in su!!E su ogni macchina..una sola persona!Per motivi di lavoro devo viaggiare ed affittare auto negli USA.Una volta mi hanno dato una Ford Explorer, enorme per me ma taglia media per gli americani (dovevo trasportare roba pesante, non atteggiarmi a figo, quindi era scelta obbligata). Aveva il computer di bordo con il consumo istantaneo (miglia per gallone).. non c'e' stato verso di fagli raggiungere le decine.. tutto il tempo a 8-9 MPG anche con un filo di gas...Con milioni di vetture simili... se gli americani le rimpiazzassero con 1.6 4 cilindri.. diesel magari..quanti miliardi di litri di petrolio si risparmierebbero???
    • Alessandrox scrive:
      Re: il problema e' lo spreco
      Che ci vuoi fare... hanno il mito della grandezza
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: il problema e' lo spreco
        Infatti adesso stanno iniziando a importare 500 e Smart come forsennati.
        • Maz scrive:
          Re: il problema e' lo spreco
          io me la farei sotto ad andare in giro su una Smart su una freeway!!entrerebbe nel posacenere dei camion che circolano sull'autostrada!! :D
    • Ste scrive:
      Re: il problema e' lo spreco

      Con milioni di vetture simili... se gli americani
      le rimpiazzassero con 1.6 4 cilindri.. diesel
      magari..
      quanti miliardi di litri di petrolio si
      risparmierebbero???Già...infatti quando ci sono stato io (e la benzina era già a 3,80 al gallone) ho espressamente prenotato una Toyota Corolla 1.6, che da loro risulta come "compatta"...mentre da noi è una bella berlina comoda (e con un gran bel bagagliaio! Inoltre negli USA viene etichettata come "a basso consumo"...cioè fa circa 16Km/l (forse poco di più), cosa che da noi la rende solo una macchina "nella media".Detto tutto ciò all'atto del ritiro mi hanno subito proposto un "free upgrade" verso uno dei loro "barconi" 4000 e rotti di cilindrata...al che gli ho risposto: "Ma perchè dovrei spendere il doppio di carburante?". L'impiegato mi ha risposto quasi schifato, visto che lui mi aveva offerto un free upgrade verso una macchina secondo loro "migliore". Ecco, questo è l'approccio che hanno.
  • Nilok scrive:
    Einstein
    Augh,lascio la parola a chi ne sa mooolto ma mooolto più di me:Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.Albert EinsteinHa parlato.Nilok
  • a n o n i m o scrive:
    Ma queste sono chiacchiere delle Lobby!
    Questo signore in giacca e cravatta piò anche menarmi per la barba quanto vuole, sparare numeri e cifre casuali quanto vuole per scoraggiarne l'investimento da parte degli utilizzatori alzare le spalluccie quanto vuole quando gli chiedono lumi sulla disponibilità,tabno io ho visto che noi Italiani come sempre le cose le sappiamo fare: http://www.eurozev.org/Cinquino.htm[img]http://www.eurozev.org/AlboFotografico/AutoecoTorino14.jpg[/img][img]http://www.eurozev.org/AlboFotografico/AutoecoTorino5.jpg[/img][img]http://www.eurozev.org/AlboFotografico/Trasformazione13.jpg[/img]http://www.eurozev.org/Cinquino.htm[yt]Ee4v7nlUM9M[/yt] 8)mi raccomando quindi: facciamoci inchiappettare l'idea da qualche industriale straniero invece di imporre a FIAT di lavorarci sopra!
    • ...ci siamo... scrive:
      Re: Ma queste sono chiacchiere delle Lobby!
      - Scritto da: a n o n i m o

      ....mi raccomando quindi: facciamoci inchiappettare
      l'idea da qualche industriale straniero invece di
      imporre a FIAT di lavorarci
      sopra!......femminilizzati:in culo si!, in testa no!(rotfl)
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ma queste sono chiacchiere delle Lobby!
      Ah!L' ho vista viaggiare coi miei occhi... e sentita con el mie orecchie: un sibilo/ronzio inconfondibile, ho pure fatto una chiaccherata con il suo costruttore/proprietario (eravamo ad una cena di gruppo), un tipo veramente con molte conoscenze su tanti aspetti ingegneristico, tecnico/scientifici e legislativi.
  • Max scrive:
    E usare le candele FireStorm?
    Sarebbe già buona cosa usare le candele FireStorm.- Più potenza al motore- Aumento dell'autonomia del 44-50%- Drammatica riduzione delle emissioniE tutto cambiando la "forma" della candela...http://peswiki.com/index.php/Directory:Firestorm_Spark_Plug
    • a n o n i m o scrive:
      Re: E usare le candele FireStorm?
      - Scritto da: Max
      Sarebbe già buona cosa usare le candele FireStorm.

      - Più potenza al motore
      - Aumento dell'autonomia del 44-50%
      - Drammatica riduzione delle emissioni

      E tutto cambiando la "forma" della candela...

      http://peswiki.com/index.php/Directory:Firestorm_Sok.dove le compero?
    • Alessandrox scrive:
      Re: E usare le candele FireStorm?
      http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1485076&st=0l' inventore non riesce a trovare nessun finanziatore produttoreMa a parte questo ci sarebbero varie modifiche da poter fare (filtri e altro) rispetto alla dotazione standard, ognuna delle quali da un contributo non da poco e tutte insieme permetterebbero persino di fare a meno della catalizzazione, che poi e' un espediente alla non perfetta combustione, problema che invece di essere risolto e' aggirato con degli inutili costi in piu'.Ma la cosa che non dovrebbe mancare mai, la prima fonte di risparmio e' una costanet e corretta manutenzione
    • Vega scrive:
      Re: E usare le candele FireStorm?
      mah.... posso essere scettico?
      • Max scrive:
        Re: E usare le candele FireStorm?
        - Scritto da: Vega
        mah.... posso essere scettico?Liberissimo, però ricorda che questo non è il tipico "meccanico sotto casa" ma un ingegnere che ha lavorato alla GM e alla Ford. Di motori se ne capisce abbastanza.Io peronalmente non credo che sia una bufala. Penso piuttusto che queste candele non vengano prodotte perché ci sono troppi interessi in gioco (candele che non si usurano mai, meno petrolio venduto, meno marmitte catalitiche prodotte etc...). Come al solito.
  • fox82i scrive:
    Batterie ed autonomia ed inquinamento
    Oltre alle tradizionali batterie al nickel e litio ci sono pure queste:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=289292http://www.cellulari.it/telefoni-cellulari/accessori/le-batterie-al-magnesio-e-allalluminio.htmlChissà perché i produttori di auto elettriche sbattono la testa sul litio quando invece ci sono altri tipi di batterie molto migliori sia per resa che per capacità di smaltimento
    • Caio Iulio Caesar scrive:
      Re: Batterie ed autonomia ed inquinamento
      Forse perché non arrivano alle correnti necessarie... le prime che hai postato dichiarano 7 ampère solamente, vanno bene per alimentare dispositivi elettrici come pc e simili, non per autotrazione.
  • pizza margherita scrive:
    ma quanto durano le batterie?
    e come si smaltiscono?ammettiamo che oggi circolino un milione di veicoli ibridi..fra otto anni devo smaltire otto (diciamo dieci con i ricambi per guasti che accadono..) milioni di batterie contenenti metalli pesanti e altri inquinanti...Siamo sicuri che rispetto all'inquinamento "tradizionale" c'è convenienza?Credo sia un problema simile a quello dello smaltimento dei pannelli solari fotovoltaici...
    • sid scrive:
      Re: ma quanto durano le batterie?
      c'è l'associazione cobat che si occupa dello smaltimento batterie.riguardo l'inquinamento, in generale un po' tutte le tecnologie per le batterie sono riciclabili e di sicuro molto di più del petrolio che brucia nei motori e vola via nell'atmosfera finchè la natura in qualche milione di anni lo riconverte in petrolio (quando la razza umana sarà estinta...).
  • BLah scrive:
    Troppo lenta
    Ma 40km/h ? Magari se arrivassero a 60km/h sarebbe ragionevole.Tra l'altro io auguro tutto il bene del mondo a chi prende queste iniziative, solo ho paura per loro, qualcuno ai piani alti li fermerà.I mezzi del futuro li abbiamo già, ma qualcuno sta decidendo di non farli uscire prima di aver mangiato tutto con il petrolio.
    • er meglio scrive:
      Re: Troppo lenta
      concordo pienamente.tuttAVIA se tutti avessimo paura queste idee non ci sarebbero. Certo, so che è facile parlare e mettere in praticA molto più complesso, ma tutti noi nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa. E opporci al volere dei pochi, che pensano solo ai loro interessi, è la soluzione.poi dai..chi va piano va sano e va lontano..tempo un anno e magari questi gioellini avranno un avelocità maggiore!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 luglio 2008 11.46-----------------------------------------------------------
    • Manuel88 scrive:
      Re: Troppo lenta
      - Scritto da: BLah
      Ma 40km/h ? Magari se arrivassero a 60km/h
      sarebbe
      ragionevole.

      Tra l'altro io auguro tutto il bene del mondo a
      chi prende queste iniziative, solo ho paura per
      loro, qualcuno ai piani alti li
      fermerà.

      I mezzi del futuro li abbiamo già, ma qualcuno
      sta decidendo di non farli uscire prima di aver
      mangiato tutto con il
      petrolio.esattamentese va così piano questa non la prenderà davvero nessuno...possibile che non pensino a cose del genere prima di lanciarsi in queste iniziative??
      • devid2g scrive:
        Re: Troppo lenta
        Di macchine elettriche migliori ne esistono già ma sono macchine normali modificate come panda elettrica e smart ma hanno costi troppo alti per via della modifica quasi artigianale
        • Manuel88 scrive:
          Re: Troppo lenta
          - Scritto da: devid2g
          Di macchine elettriche migliori ne esistono già
          ma sono macchine normali modificate come panda
          elettrica e smart ma hanno costi troppo alti per
          via della modifica quasi
          artigianalesi lo so ma almeno raggiungono velocità accettabili e quando (e se) le macchine alimentate a carburanti estratti dal petrolio staranno per estinguersi,saranno quelle le macchine che cominceranno a vendere e non quelle che vanno a 40 all'ora -.-" è questo ke dicevo ^^
  • Felice scrive:
    Io tifo Vectrix
    Ho avuto modo di provare il Maxi scooter Vectrix, uno scoterone ben fatto e per niente assomigliante ad una bici elettrica.Si e' diffuso molto nelle grandi città, costa ancora un po', ma la strada che hanno intrapreso e' quella giusta.Peccato per l'autonomia appena 50 Km ad una velocita di 60 Km/h circa (Il Vectrix ha una velocita' massima di 100Km/h).Se si e' interessati qui c'e' un articolo sulla prova.http://www.vespare.it/vis_dettaglio.php?primo_livello=menu&id_livello=782
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: Io tifo Vectrix
      Considerando la normale usura delle batterie, io che abito a 20 Km da dove lavoro, praticamente dopo il primo anno di utilizzo dovrei iniziare a preoccuparmi seriamente di dover dormire in ufficio...Ci vogliono le infrastrutture: pensa che figata potersi fermare al distributore e fare il cambio del pacco batterie con uno carico e ripartire in un paio di minuti...Ma non abbiamo neanche i distributori di metano, figuriamoci...
      • login scrive:
        Re: Io tifo Vectrix
        Veramente con un minimo di accortezza (ricarica completa da zero una volta al mese) quelle batterie ti fanno 100.000 km senza perdere granchè in autonomia...La cosa bella è che fai 100km spendendo 1.5, anzichè 7-8 di un burgman 150Certo, è un mezzo per andare al lavoro, non per le gite fuoriporta!
        • Ok Ok Ok Ok Ok scrive:
          Re: Io tifo Vectrix
          - Scritto da: login
          Veramente con un minimo di accortezza (ricarica
          completa da zero una volta al mese) quelle
          batterie ti fanno 100.000 km senza perdere
          granchè in
          autonomia...
          La cosa bella è che fai 100km spendendo 1.5,
          anzichè 7-8 di un burgman
          150

          Certo, è un mezzo per andare al lavoro, non per
          le gite
          fuoriporta!Il ragionamento e' corretto: per questo penso che l'uso dell'auto a batteria sia ostacolato sopratutto dallo stato: tu potresti ricaricarire l'auto di notte con energia elettrica presa dalla rete E QUINDI NON COMPRERESTI PIU' IL CARBURANTE GRAVATO DALLO STATO COL 60% - 70% DI TASSE, mentre il metano ed il gasolio usati dalle centrali elettriche non sono tassati allo stesso modo: LO STATO ANDREBBE A RAMENGO con tutti i suoi parassiti , prima di tutto i politici..........col SUV e la macchina bleu con autista a nostre spese.
          • Io che non ragiono... scrive:
            Re: Io tifo Vectrix

            Il ragionamento e' corretto: per questo penso che
            l'uso dell'auto a batteria sia ostacolato
            sopratutto dallo stato:Non penso, visto che ci sono incentivi...
            tu potresti ricaricarire
            l'auto di notte con energia elettrica presa dalla
            rete E QUINDI NON COMPRERESTI PIU' IL CARBURANTE
            GRAVATO DALLO STATO COL 60% - 70% DI TASSE,BRAVO! Infatti, quanto pensi che ci metterebbero ad innalzare le tasse sull'energia elettrica?
            mentre il metano ed il gasolio usati dalle
            centrali elettriche non sono tassati allo stesso
            modo: LO STATO ANDREBBE A RAMENGO con tutti i
            suoi parassiti , prima di tutto i
            politici..........Mai, caro, perchè loro decidono quanto del tuo stipendio puoi usare per te e quanto possono usare loro. Sempre e comunque. Quindi, prima che affondino loro, affondi tu!
            col SUV e la macchina bleu con autista a nostre
            spese.Esatto, quindi torni da me...
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Io tifo Vectrix
            - Scritto da: Io che non ragiono...

            Il ragionamento e' corretto: per questo penso
            che

            l'uso dell'auto a batteria sia ostacolato

            sopratutto dallo stato:

            Non penso, visto che ci sono incentivi...http://www.myphill.com/infatti questo in Italia è illegale...
          • trillo scrive:
            Re: Io tifo Vectrix


            http://www.myphill.com/
            infatti questo in Italia è illegale...A me sembra legalissimo, lo importa un'azienda di Bolzanohttp://www.alpengas.it/main.php?page_id=partner_azienda&p_num=02
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Io tifo Vectrix
            Ci sono tante cose che si possono acquistare senza che si possano usare.Puoi acquistare una pistola, tanto per dirne una, ma portarla in giro senza un porto d'armi è illegale.L'aggeggio in questione non è omologato in Italia e il suo uso è illegale perché si tratta di evasione della tassa carburanti.
          • Giancarlo Ruberti scrive:
            Re: Io tifo Vectrix
            - Scritto da: trillo



            http://www.myphill.com/

            infatti questo in Italia è illegale...

            A me sembra legalissimo, lo importa un'azienda di
            Bolzano
            http://www.alpengas.it/main.php?page_id=partner_azIl fatto che si venda non significa che lo puoi utilizzare.Evaderesti le accise sui carburanti per autotrazione con conseguenze amministrative e (se non erro) anche penali.Diverso il discorso del: "e come mi beccano?" :DDovrebbero annusare i fumi di scarico visto che il metano per autotrazione e quello per uso domestico sono odorificati (si può dire?) in modo diverso...
    • taijipanda scrive:
      Re: Io tifo Vectrix
      Quando sono stato in cina 2 anni fa mi sono meravigliato quanto fossero diffusi gli scooter elettrici. Venduti a 200-300 euro, e non erano neanche male in fatto di look e prestazioni. Capisco le omologazioni ma perche qua devono costare 20 volte tanto?
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Io tifo Vectrix
        perché da loro non fanno un cacchio di test per la sicurezza?Guarda la Tata: neanche la possono importare perché per risparmiare non fa i crash test.E poi non ha airbag e ABS (obbligatori per legge) che ne farebbero alzare il prezzo ai livelli di una C1.In Europa abbiamo scelto la strada della qualità e della sicurezza e quindi dobbiamo pagare.
  • Momento di inerzia scrive:
    L'inutilità delle ibride
    Dal sito della Toyota apprendo che la Prius in ciclo combinato è accreditata dalla casa per 23,3 Km/lSullo stesso ciclo la mia Ford Focus 1.6 TDCi fa 22,7 Km/l misurati e costa 10000 euro in meno della Prius (incentivi compresi).Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi delle batterie?
    • pottigher scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      Il problema sta nel fatto che non si ha una domanda elevata di macchine elettriche quindi il prezzo rimane alto.Poi l' offerta non è che sia il massimo dell' estetica(molto probabilmente volutamente per difendere il più a lungo possibile la lobby dei petolieri).In termini finanziari magari il risparmio per il momento non c'è,ma vuoi mettere a confronto una macchina con un motore asincrono trifase ed un rendimento di circa il 90% con una il cui rendimento max può essere esagerando il 25% a regime?!...e l' inquinamento?!Il futuro è la macchina elettrica.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        Completamente elettrica posso essere d'accordo, ma le ibride sono totalmente inutili.Pari i consumi, pari il rendimento, pari l'inquinamento.
        • Guido Angeli scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: Momento di inerzia
          Completamente elettrica posso essere d'accordo,
          ma le ibride sono totalmente
          inutili.
          Pari i consumi, pari il rendimento, pari
          l'inquinamento.Le ibride attualmente sono inutili nel 99% dei casi.Possono esser sensate per chi ha nei suoi tragitti abituali parecchia (taaaaanta) strada da percorrere quasi solo elettricamente, o con molti stop&go. Strade molto arzigogolate ad esempio. Bisognerebbe calcolare quanto sono i consumi reali, però. La mia yaris è dichiarata per 17km/litro, ma tenendola proprio buona buona più di 13 non riesco a fargliene fare. Chissà perché? (sarà perché la valutazione dei consumi la fanno sui rulli, trascurando del tutto la questione attrito viscoso dell'aria....? )cmq sono un passo in avanti per motivare qualcuno a diffondere una rete di distribuzione dell'energia elettrica per auto.Voglio dire, se io fossi proprietario di una "tesla", dovrei farmi mettere anche un attacco elettrico per ricaricarla. E se anziché farlo in un garage, privato e disponibile solo a me, faccio un distributore self service esterno?Diversamente, chi si compra una prius difficilmente avrà i soldi per farsi il proprio distributore, ma se c'è il vicino di casa con la tesla dove ricaricarsi le batterie, potrebbe diventare conveniente.Se poi il motore elettrico potesse essere abbastanza prestante da essere utilizzato in esclusiva all'interno di un ciclo urbano, utilizzando l'alimentazione a carburante solo in strade a scorrimento veloci... con l'aumentare del prezzo del petrolio, imho potrebbe diventare conveniente.Ma ovviamente sono considerazioni del futuro. Attualmente la Prius è inutile.
          • Maz scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Il famoso attacco elettrico serve solo per gli USA, dove il voltaggio e' a 110V.La corrente e' distribuita su trifase da 208V (fase a fase 208, fase a terra 110V).In pratica bisogna mettere in garage un connettore che prende due fasi su tre da 110V per avere 208V ...In Europa, se mai la vendessero qui, una presa domestica da 230V a 16 amperes *dovrebbe* essere sufficente.
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Maz
            Il famoso attacco elettrico serve solo per gli
            USA, dove il voltaggio e' a
            110V.

            La corrente e' distribuita su trifase da 208V
            (fase a fase 208, fase a terra
            110V).

            In pratica bisogna mettere in garage un
            connettore che prende due fasi su tre da 110V per
            avere 208V
            ...

            In Europa, se mai la vendessero qui, una presa
            domestica da 230V a 16 amperes *dovrebbe* essere
            sufficente.sì ma in quante ore la ricarichi?io speravo si ricaricasse con la trifase a 400v...
      • Rude scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        Il futuro forse è la macchina elettrica, ma non prima di aver realizzato una fonte di energia credibile e pratica per farla muovere. Qualsiasi alternativa ai combustibili fossili o biologici, allo stato attuale delle cose, è assolutamente non proponibile. Ci fosse una batteria di peso e ingombro paragonabile ai comuni serbatoi di combustibile delle auto e che garantisse una analoga autonomia e facilità di ricarica allora sì che l'elettrico soppianterebbe il motore a scoppio, ma fin quando non ci sarà resterà una utopia.
        • pottigher scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          Ma guarda fino a quando il "LORO" brain-washing avrà effetto come su di te non ci sarà mai ricerca ed innovazione!Basta lasciare la ricerca in mano alla lobby del petrolio.RINNOVABILE!e poi se andiamo a vedere il rendimento di un motore a scoppio(40% a regime in massima marcia ed a bassi giri) ed uno Elettrico(anche il 90% globalmente) non ce paragone!
      • ndr scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride

        Il futuro è la macchina elettrica.Finchè l'elettricità la produci mediante combustione di idrocarburi e simili è soltanto fumo negli occhi.
        • Guido Angeli scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: ndr

          Il futuro è la macchina elettrica.

          Finchè l'elettricità la produci mediante
          combustione di idrocarburi e simili è soltanto
          fumo negli
          occhi.non è del tutto esatto, l'efficienza della produzione energetica centralizzata è di gran lunga superiore a quella decentralizzata in ogni singolo motore.
          • ndr scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Concordo, il problema è che spesso la gente crede che l'auto in modalità elettrica abbia emissioni zero...la percezione in questo ambito è particolarmente distorta da punti di vista non obiettivi.Non dico che l'elettrico sia un male, ma l'informazione al riguardo è spesso tendenziosa. E nessuno parla piuttosto di "ridurre la necessità degli spostamenti". L'unica auto a emissione zero è quella spenta.Trovo tra l'altro scandaloso che gli autobus urbani non siano elettrici per legge. Non gli serve superare i 50 orari, hanno tutto il posto che vuoi per le batterie, possono avere la piazzola di ricarica in autorimessa. Non ci si può affidare soltanto alla buona volontà di amministratori ed aziende...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: ndr
            Concordo, il problema è che spesso la gente crede
            che l'auto in modalità elettrica abbia emissioni
            zero...la percezione in questo ambito è
            particolarmente distorta da punti di vista non
            obiettivi.
            Non dico che l'elettrico sia un male, ma
            l'informazione al riguardo è spesso tendenziosa.
            E nessuno parla piuttosto di "ridurre la
            necessità degli spostamenti". L'unica auto a
            emissione zero è quella
            spenta.

            Trovo tra l'altro scandaloso che gli autobus
            urbani non siano elettrici per legge. Non gli
            serve superare i 50 orari, hanno tutto il posto
            che vuoi per le batterie, possono avere la
            piazzola di ricarica in autorimessa. Non ci si
            può affidare soltanto alla buona volontà di
            amministratori ed
            aziende...ne ho visti molti a idrogeno e a metano. Elettrici qualcuno.Imho ci sono ancora problemi di coppia, non insormontabili ma le cui soluzioni sono abbastanza onerose attualmente.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Guido Angeli
            Imho ci sono ancora problemi di coppia, non
            insormontabili ma le cui soluzioni sono
            abbastanza onerose
            attualmente.I treni sono elettrici, che problemi di coppia vuoi che ci siano? la crisi dei 7 anni?Dovrebbero essere tutti filobus per legge.Con un contatto aereo decente, che non si sganci a ogni curva.
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: Guido Angeli

            Imho ci sono ancora problemi di coppia, non

            insormontabili ma le cui soluzioni sono

            abbastanza onerose

            attualmente.

            I treni sono elettrici, che problemi di coppia
            vuoi che ci siano? la crisi dei 7
            anni?
            il treno ha il pantografo, il corpo motore è tutto motore; il bus elettrico dovrebbe avere delle batterie, che sono pesanti (ni-mh) e costose (li-ion), ed entrambe hanno una scarsa potenza specifica. I problemi di coppia derivano proprio da questo peso aggiunto e dalle caratteristiche elettriche delle pile.Sulla tesla devono aver risolto con supercondensatori, ma è un campo di ricerca ancora da esplorare, e attualmente i costi sono elevati.Insomma, stai paragonando mele con pere.
            Dovrebbero essere tutti filobus per legge.
            Con un contatto aereo decente, che non si sganci
            a ogni
            curva.Dovrebbero anche esserci automobili alimentati a scoreggie, così tra una fagiolata e l'altra non ci sarebbe mai bisogno di fare il pieno.
          • di passaggio scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            problemi di coppia? è troppa?cavolo ho visto auto elettriche che lasciano abbondantemente dietro una ferrari, tanto per dirne una...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: di passaggio
            problemi di coppia? è troppa?
            cavolo ho visto auto elettriche che lasciano
            abbondantemente dietro una ferrari, tanto per
            dirne
            una...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2362875&m=2364404#p2364404per curiosità: quali auto hai visto?
          • di passaggio scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Electric car vs Ferrari...video su google.. certo quella è proprio na cosa strana, nemm una macchina sembra... poi c'è la Tesla... il bus navetta della mia città nn fa i 100 km orari sicuram, ma parte e raggiunge subito la sua velocità.. e ho sentito diverse persone dire ke il bello dei motori elettrici è ke sn sempre in coppia... il grafico nn è la classica curva...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: di passaggio
            Electric car vs Ferrari...video su google.. certo
            quella è proprio na cosa strana, nemm una
            macchina sembra... poi c'è la Tesla... il bus
            navetta della mia città nn fa i 100 km orari
            sicuram, ma parte e raggiunge subito la sua
            velocità.. e ho sentito diverse persone dire ke
            il bello dei motori elettrici è ke sn sempre in
            coppia... il grafico nn è la classica
            curva...l'ho detto, i motori sono ok, il problema è il peso delle batterie, e la loro potenza specifica! senza di quelle, la coppia è più che sufficiente, a patto di alimentare il motore con una corrente proporzionale alla coppia che ti serve... altrimenti... è come pretendere un'illuminazione da stadio con una pila, anche collegandola ad una lampada da 1000w, non è possibile. Neanche se la pila è grossa. Mentre affiancandola ad un condensatore, si può fare.boh poi magari ho scritto una cazzata eh! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 luglio 2008 07.40-----------------------------------------------------------
          • Stever scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            quoto ! e trovo aconra più assurdo che tranne in rarissimi casi gli autobus non sono trasformati (è possibile anche partendo da un mkotore a gasolio) a metano !
        • aaaaaaaaaaa scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: ndr

          Il futuro è la macchina elettrica.

          Finchè l'elettricità la produci mediante
          combustione di idrocarburi e simili è soltanto
          fumo negli
          occhi.anche ammesso che la si produca cosi' un conto e' tanti piccoli motori alternativi 4 tempi che nel 90% del tempo girano a regimi con basso rendimento e un conto e' poche grosse turbine a gas che girano sempre al regime di massimo rendimento
        • www scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: ndr

          Il futuro è la macchina elettrica.

          Finchè l'elettricità la produci mediante
          combustione di idrocarburi e simili è soltanto
          fumo negli
          occhi.Secondo te in futuro sarà più facile cambiare il modo di produrre energia in qualche centinaio di centrali oppure in qualche milione di veicoli?
          • ndr scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            Secondo te in futuro sarà più facile cambiare il
            modo di produrre energia in qualche centinaio di
            centrali oppure in qualche milione di
            veicoli?Approccio integrato, il mio discorso è questo.Non contesto l'auto elettrica o le centrali, semplicemente è inutile far credere alle persone che andare a batteria risolva i problemi.Le persone devono agire consapevolmente, così come gli enti preposti devono convertire la produzione centralizzata verso forme alternative alla combustione. E promuovere alternative alla mobilità motorizzata, anche mediante una corretta localizzazione dei servizi.Che poi ci si possa gingillare con l'auto elettrica tanto meglio, ma credere che sia la soluzione ai problemi (come, credimi, pensa l'utente medio) potrebbe portare più danni che benefici.Pochi sanno ad esempio che gli inquinanti atmosferici in città sono dovuti per la maggior parte agli impianti di riscaldamento, non alle auto.
        • pottigher scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          Non è fumo negli occhi è la prima goccia per ricreare il mare!E poi puntiamo sul rinnovabile!SI PUò FARE!!!
    • Guybrush scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Dal sito della Toyota apprendo che la Prius in[...]
      Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi delle
      batterie?Quando quel km in piu' vuol dire 5 cent in meno per km.Ecco cosa.Non sara' per questa estate ma il petrolio superera' i 150$ al barile e non si fermera', non puo' perche' e' "finito".GT
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: Guybrush
        Quando quel km in piu' vuol dire 5 cent in meno
        per
        km.
        Ecco cosa.Forse non hai notato che il chilometro in più viene dal fatto che la misura per la mia macchina è reale, mentre quella della Prius è quella dichiarata...
        Non sara' per questa estate ma il petrolio
        superera' i 150$ al barile e non si fermera', non
        puo' perche' e'
        "finito".Infatti il presidente arabo ha detto che non c'è nessun motvo per cui il barile debba costare così tanto se non la speculazione.Che debba aumentare non c'è dubbio, ma lo scorso anno l'ENI ha realizzato 10 miliardi di euro di utili...
        • Sus Scrofa scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          io la vorrei vedere la tua Focus 1.6 turbodiesel fare 22 chilometri con un litro di gasolio.Forse se quei 22 chilometri li fai:1) in pari2) in quinta3) senza considerare la fase di accelerazione4) a velocità costante5) a c/a 70 chilometri orariEcco, rispettate queste condizioni posso anche credere a quello che stai dicendo.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Non crederci, non mi cambia niente.L'importante è che ci credano il mio portafogli e il mio benzinaio
      • ndr scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride

        Non sara' per questa estate ma il petrolio
        superera' i 150$ al barile e non si fermera', non
        puo' perche' e'
        "finito".Il petrolio è ben lontano dall'essere esaurito, fidati.Ci sono tanti di quei giacimenti ancora da sfruttare, ed oltre a questi il progresso nelle tecniche estrattive porta a riaprire anche giacimenti che dieci anni fa non erano più sfruttabili...Se aspettiamo che il petrolio finisca stiamo freschi, i motivi del cambiamento devono essere ben altri.Che poi gli speculatori paventino il terrorismo del "c'è poco petrolio" per tenere alto il prezzo è un altro discorso...se ci fai caso stando a quel che dicevano 30 anni fa dovremmo essere già senza. Ne riparliamo fra 30 anni e non sarà cambiato molto.
    • selidori scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride

      Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi delle batterie?Le batterie della prius (come tutta la parte elettrica includente il motore, l'alternatore, il cambio, ecc) sono coperte al 100% dalla garanzia Toyota per 8 anni (che è la durata tipica di un'auto in Italia, al nord pure di meno).Era giusto una precisazione.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: selidori

        Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi
        delle
        batterie?

        Le batterie della prius (come tutta la parte
        elettrica includente il motore, l'alternatore, il
        cambio, ecc) sono coperte al 100% dalla garanzia
        Toyota per 8 anni (che è la durata tipica di
        un'auto in Italia, al nord pure di
        meno).

        Era giusto una precisazione.La normale usura non è coperta da nessuna garanzia su nessun prodotto in nessuna parte del mondo.E le batterie decadono, garanzia o no.Inoltre vorrei proprio vedere le note in piccolo perché secondo me la garanzia è subordinata all'effettuazione di tutti i tagliandi periodici.
      • Sus Scrofa scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        Si, ma va anche precisato che le batterie della toyota, vengono smaltite dalla casa a fine vita e vengono stoccate in un sito che attualmente è diventata una vera e propria "zona morta" inquinata per non so quante centinaia di anni dove non cresce nemmeno un filo d'erba.
    • tizio incognito scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Dal sito della Toyota apprendo che la Prius in
      ciclo combinato è accreditata dalla casa per 23,3
      Km/l

      Sullo stesso ciclo la mia Ford Focus 1.6 TDCi fa
      22,7 Km/l misurati e costa 10000 euro in meno
      della Prius (incentivi
      compresi).
      Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi delle
      batterie?ciaoio ho una priusnon conosco le emissioni di una focus, comunque una prius fa 104g/km (di meno in italia c'e' solo la smart)ha un confort di guida impareggiabile per la silenziosita'.i problemi di batterie in realta' non ce ne sono... e' come non averle.comunque, a ognuno il suo.
      • ndr scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        Curiosità che ho sempre avuto, senza voler suscitare flames: in che percentuale usi le modalità fuel - elettrica?
        • tizio incognito scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: ndr
          Curiosità che ho sempre avuto, senza voler
          suscitare flames: in che percentuale usi le
          modalità fuel -
          elettrica?molti mi chiedono "ma e' vero che fino a 50km/h va elettrico e poi a benzina"questa e' una leggenda metropolitana. in relta' non sei tu a decidere, e' il computer di bordo che passa da una modalita' all'altra.questo avviene continuamente, non solo a basse velocita'. anche in autostrada, se molli l'acceleratore, il termico si spegne e si ricarica l'elettrico.quindi non saprei dirti quanto di una modalita' o dell'altra si usa, in effetti esiste solo una modalita': quella ibrida.
          • ndr scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Però sarebbe interessante saperlo. Se alla fine dei conti l'ibrido ti va al 20% elettrico e 80% combustibile finisce che questi ci prendono in giro...
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: ndr
            Però sarebbe interessante saperlo. Se alla fine
            dei conti l'ibrido ti va al 20% elettrico e 80%
            combustibile finisce che questi ci prendono in
            giro...dipende tutto dal tipo di percorso che faise fai molto misto, particolarmente in citta' con frenate, ripartenze, ecc, sfrutti al massimo l'ibrido e i consumi ti vanno sui 4,3/4,5 l/100kmse invece fai molta autostrada (come me) usi poco l'elettrico puro, anche se sfrutti i due motori contemporaneamente. io ho una media di 5 l /100kmle emissioni rimangono comunque 104gr/kmla presa in giro non capisco dove starebbe, forse sei tu che hai delle aspettative da macchina elettrica su una macchina che e' di un altro tipo.
          • Macatrozzo scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Non ci credo nemmeno se ti stendi qui all'istante che fai 5l/100km con una auto a benzina....io la prius l'ho usata sul misto andando a meno di 70 km/h per fare di notte senza traffico un tragitto sempre dritto senza semafori o curve e ha fatto 12 km con un litro. Per fare una prova invece di guardare il computer di bordo, fai il pieno.... arrivi a destinazione, rifai il pieno e fai la differenza.... troverai quanti litri hai consumato nel tragitto, dividerai per i km fatti e capirai che ci avrai detto 5litri per 100km in buona fede ma facendo la figurina dell'allocco:)Le ibride cavalcano l'onda del moderno ecologismo modaiolo...ma consumano di piu' di un'auto diesel o benzina efficienti come le mercedes o bmw di serie piu' alta.
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            Non ci credo nemmeno se ti stendi qui all'istante
            che fai 5l/100km con una auto a benzina....io la
            prius l'ho usata sul misto andando a meno di 70
            km/h per fare di notte senza traffico un tragitto
            sempre dritto senza semafori o curve e ha fatto
            12 km con un litro. Per fare una prova invece di
            guardare il computer di bordo, fai il pieno....
            arrivi a destinazione, rifai il pieno e fai la
            differenza.... troverai quanti litri hai
            consumato nel tragitto, dividerai per i km fatti
            e capirai che ci avrai detto 5litri per 100km in
            buona fede ma facendo la figurina
            dell'allocco:)ciaose avessi guardato il sito che ho indicatowww.spritmonitor.deavresti trovato conferma a quello che ho dettola procedura che dici tu io la faccio da 45000 kme la media e' quella che ho detto

            Le ibride cavalcano l'onda del moderno ecologismo
            modaiolo...ma consumano di piu' di un'auto diesel
            o benzina efficienti come le mercedes o bmw di
            serie piu'
            alta.se le dici tu che le hai provate tutte di notte sara' sicuramente vero.
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: tizio incognito
            - Scritto da: ndr

            Curiosità che ho sempre avuto, senza voler

            suscitare flames: in che percentuale usi le

            modalità fuel -

            elettrica?

            molti mi chiedono "ma e' vero che fino a 50km/h
            va elettrico e poi a
            benzina"
            questa e' una leggenda metropolitana.
            in relta' non sei tu a decidere, e' il computer
            di bordo che passa da una modalita'
            all'altra.
            questo avviene continuamente, non solo a basse
            velocita'. anche in autostrada, se molli
            l'acceleratore, il termico si spegne e si
            ricarica
            l'elettrico.
            quindi non saprei dirti quanto di una modalita' o
            dell'altra si usa, in effetti esiste solo una
            modalita': quella
            ibrida.Toglimi una curiosità: posso ricaricare il motore elettrico?Posso commutare manualmente in modo da usare solo uno dei due motori, ad esempio quello elettrico nel caso di blocco del traffico oppure di tragitti brevi e tortuosi dove l'accensione del motore è più uno spreco che un vantaggio?posso vedere in qualche led o cosa, l'attività dei due motori, in modo da regolarmi per le accelerazioni e acquisire un'attitudine "ecologista" alla guida?
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            Toglimi una curiosità: posso ricaricare il motore
            elettrico?in america ci sono dei prototipi di plug-in hybrid, con batterie al litio per aumentare l'autonomiapare che la nuova prius 2009 sara' cosi'anche google ha una sezione su google.org con delle prius plug-in delle quali monitorano i consumi vedi http://www.google.org/recharge/
            Posso commutare manualmente in modo da usare solo
            uno dei due motori, ad esempio quello elettrico
            nel caso di blocco del traffico oppure di
            tragitti brevi e tortuosi dove l'accensione del
            motore è più uno spreco che un
            vantaggio?puoi usare una modalita' solo elettrico, va max 50km/h ma hai pochissima autonomia (3-4km)di solito ci pensa la macchina a spegnere e accendere il termico quando serve, anche in base alla temperatura e mille altre cose.
            posso vedere in qualche led o cosa, l'attività
            dei due motori, in modo da regolarmi per le
            accelerazioni e acquisire un'attitudine
            "ecologista" alla
            guida?certo, il computer di bordo e' chiarissimo e la sua funzione principale e' proprio quellavedihttp://it.youtube.com/watch?v=bRQVd1zVjcY o mille altri video
      • Tizio Incognito scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: tizio incognito IMPOSTORE!!! :@ :@ :@ :@
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: tizio incognito
        non conosco le emissioni di una focus, comunque
        una prius fa 104g/km (di meno in italia c'e' solo
        la
        smart)Le hai misurate o sono i dati forniti dalla casa?Su che ciclo?Ti ricordo che nulla si crea e nulla si distrugge.Se per fare 100Km bruci 5 litri di carburante, le tue emissioni sono quelle delle scorie di 5 litri di carburante.Sicuramente i dati forniti dalla casa sono basati su un'ipotesi di percorso che non sempre è verificata.
        i problemi di batterie in realta' non ce ne
        sono... e' come non
        averle.Scusa, ma tu ogni quanto cambi la batteria del cellulare?
        • tizio incognito scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride

          Le hai misurate o sono i dati forniti dalla casa?
          Su che ciclo?ovviamente non le ho misurate io, sono quelle medie dichiarate dalla casa, cosi' come quelle delle altre auto.
          Ti ricordo che nulla si crea e nulla si distrugge.
          Se per fare 100Km bruci 5 litri di carburante, le
          tue emissioni sono quelle delle scorie di 5 litri
          di
          carburante.
          Sicuramente i dati forniti dalla casa sono basati
          su un'ipotesi di percorso che non sempre è
          verificata.come per tutti i dati di tutte le case... se le altre ti danno come media 140gr/km e' pur sempre una media.se guardi suhttp://www.spritmonitor.de/en/overview/49-Toyota/439-Prius.htmlvedrai che c'e' chi riesce a fare 8l/100km (!!) ma anche chi arriva a 3.per le emissioni non sono in grado di entrare in dettagli, sicuramente se ti interessa l'argomento troverai molti esperti disponibili quihttp://www.toyotaclubitalia.it/forum/forumdisplay.php?f=37o anche quihttp://www.hybrid-synergy.eu/


          i problemi di batterie in realta' non ce ne

          sono... e' come non

          averle.

          Scusa, ma tu ogni quanto cambi la batteria del
          cellulare?non capisco il paragoneci sono prove documentate di prius con 500000 km ed ancora le batterie originali.in ogni caso e' possibile cambiarle, costano circa 3-4k euro. la garanzia della casa sulla parte elettrica e' comunque di 8 anni.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: tizio incognito
            ovviamente non le ho misurate io, sono quelle
            medie dichiarate dalla casa, cosi' come quelle
            delle altre
            auto.I dati della Focus che ho postato sono misurati da me medesimo.Quindi sono reali, al contrario di tutti i dati dichiarati dalle case che sono sempre gonfiati
            come per tutti i dati di tutte le case... se le
            altre ti danno come media 140gr/km e' pur sempre
            una
            media.Ma su una macchina ibrida è molto facile prendere in giro i numeri: basta cambiare percorso di riferimento, che ci vuole?
            se guardi su
            http://www.spritmonitor.de/en/overview/49-Toyota/4
            vedrai che c'e' chi riesce a fare 8l/100km (!!)
            ma anche chi arriva a
            3.E infatti la media è 5.5 che è più o meno quello che dichiara la Toyota.Io faccio 4.5, come la mettiamo?

            Scusa, ma tu ogni quanto cambi la batteria del

            cellulare?
            non capisco il paragoneIl problema è che se si degradano per normale usura, perdono le loro caratteristiche originali e sei costretto a cambiarle.Questi sono i problemi delle batterie di cui non voglio sobbarcarmi l'onere per un chilometro in più al litro.
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            I dati della Focus che ho postato sono misurati
            da me
            medesimo.
            Quindi sono reali, al contrario di tutti i dati
            dichiarati dalle case che sono sempre
            gonfiaticiao, parlavo di emissioni, non di consumi.
            Ma su una macchina ibrida è molto facile prendere
            in giro i numeri: basta cambiare percorso di
            riferimento, che ci
            vuole?perche', con le macchine tradizionali non e' possibile??
            E infatti la media è 5.5 che è più o meno quello
            che dichiara la
            Toyota.
            Io faccio 4.5, come la mettiamo?beh, se vuoi una pacca sulla spalla non ho problemi a dartela.con qualsiasi veicolo si possono abbassare i consumi guidando con una certa accortezza.se tu guidassi una prius con la stessa accortezza con cui guidi la tua focus sono convinto che avresti una media ancora migliore.pero' la tua focus e' diesel... quindi il confronto non e' proprio alla pari, sia per consumi che per inquinanti.
            Il problema è che se si degradano per normale
            usura, perdono le loro caratteristiche originali
            e sei costretto a
            cambiarle.
            Questi sono i problemi delle batterie di cui non
            voglio sobbarcarmi l'onere per un chilometro in
            più al
            litro.infatti secondo me non ha senso prendere la prius con il miraggio di risparmiare soldi perche' si spende di meno per la benzina. gia' il costo iniziale piu' alto non giustificherebbe questa spesa.la prius io l'ho presa perche' e' un concentrato di tecnologia, e' silenziosissima, e' molto comoda, inquina di meno. mi piace il fatto che venga recuperata energia che in altre auto e' sprecata.il costo totale nel corso degli anni non sono sicuro che sia piu' basso. i litri di benzina sicuramente si.se ci saranno da cambiare le batterie fra qualche anno non ho problemi a farlo... comunque ti ripeto che ci sono prius con 500k km e le batterie originaliinfine dovresti considerare che anche tutti i costi di manutenzione sono molto piu' bassi.in ogni caso non sono interessato a convincere nessuno a comprarla, anche se tu mi sembri un po' prevenuto.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: tizio incognito
            ciao, parlavo di emissioni, non di consumi.I dati di inquinamento sono strettamente legati a quelli di consumo.Non esiste la macchina che fa 1km/l e inquina come una che ne fa 20.
            perche', con le macchine tradizionali non e'
            possibile??Truccare i dati di inquinamento su una macchina tradizionale è molto più difficile.Su una macchina ibrida basta scegliere un percorso in cui il motore termico sia sempre a massima efficienza in ricarica dell'elettrico per abbassare drammaticamente consumi ed emissioni rispetto al caso medio.
            con qualsiasi veicolo si possono abbassare i
            consumi guidando con una certa
            accortezza.Tiro le staccate alle rotonde...
            pero' la tua focus e' diesel... quindi il
            confronto non e' proprio alla pari, sia per
            consumi che per
            inquinanti.Infatti un diesel tenuto bene inquina molto meno di un benzina...
            infatti secondo me non ha senso prendere la prius
            con il miraggio di risparmiare soldiEd è per questo che sono inutili.Vuoi fare il figo con l'ultimo ritrovato della tecnologia?Ok, nessun problema.Ma che non mi si venga a dire di prenderla perché consumo e inquino meno, perché semplicemente non è vero.
            in ogni caso non sono interessato a convincere
            nessuno a comprarla, anche se tu mi sembri un po'
            prevenuto.Semplicemente ritengo che se si vuole fare una politica seria di abbattimento degli inquinanti bisogna incentivare di più.Non ci si può aspettare che il cittadino i faccia carico delle maggiori spese derivanti dall'adozione di una nuova tecnologia.Io sono per l'elettrico puro.L'ibrido mi sembra una presa in giro.
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            Semplicemente ritengo che se si vuole fare una
            politica seria di abbattimento degli inquinanti
            bisogna incentivare di
            più.
            Non ci si può aspettare che il cittadino i faccia
            carico delle maggiori spese derivanti
            dall'adozione di una nuova
            tecnologia.
            Io sono per l'elettrico puro.
            L'ibrido mi sembra una presa in giro.la toyota dice che l'ibrido non e' la macchina del futuro, ma in attesa di nuove tecnologie (elettriche, idrogeno, ecc) e' sicuramente meglio di quelle tradizionali.per il resto se secondo le tue prove annedotiche basate sul tuo consumo sono piu' valide di dati di migliaia di utenti reali e di organismi governativi indipendenti dai costruttori, buon per te. riguardo agli inquinanti le tue affermazioni sono poi quantomeno approsimative. sicuro che la tua focus non sia stata colpita da un fulmine, abbia preso vita, e si sia automodificata per consumare di meno?buone staccate alle rotonde.con cordialita'.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Vabbeè, se dobbiamo fare del facile umorismo, allora non vale la pena discutere.Io parlo di quello che so e che sperimento con mano, tu parli di dati provenienti da chissà chi e non posti neanche uno straccio di dato sul reale consumo della tua auto...
          • tizio incognito scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Vabbeè, se dobbiamo fare del facile umorismo,
            allora non vale la pena
            discutere.
            Io parlo di quello che so e che sperimento con
            mano, tu parli di dati provenienti da chissà chi
            e non posti neanche uno straccio di dato sul
            reale consumo della tua
            auto...tu parli con la tua esperienzai dati te l'ho detto da dove provengonohttp://www.spritmonitor.de/en/overview/17-Ford/148-Focus.html?fueltype=1&sort=3la media di 733 utilizzatori di ford focus e' 6,17 l /100kmhttp://www.spritmonitor.de/en/overview/49-Toyota/439-Prius.html?sort=3la media di 496 utilizzatori prius e' 5,25 l / 100kmla mia media e' 5,4 su 45000 km, non presa dal computer di bordo ma calcolata inserendo tutti i rifornimenti che ho fatto.
          • Macatrozzo scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride

            la prius io l'ho presa perche' e' un concentrato
            di tecnologia, e' silenziosissima, e' molto
            comoda, inquina di meno. Non e' vero...fai 12 km con un litro come tutte le auto a benzina, recupera energia in frenata e la spreca non avendo un motore efficiente come lo ha una mercedes o una audi da 50 mila euro.mi piace il fatto che
            venga recuperata energia che in altre auto e'
            sprecata.Anche a me piace l'idea... ma un guadagno io in un investimento lo guardo alla fine....non mi importa di guadagnare 100 euro se alla fine SO che l'investimento mi fara' perdere molto di piu'.
        • Suricato scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: Momento di inerzia

          Scusa, ma tu ogni quanto cambi la batteria del
          cellulare?mi intrometto: ho un sony ericsson da circa 4 anni o più, mai cambiata la batteria nonostante sia al Ni-Mh ed è quasi come nuova prevedo che durerà altri 2-3 anni minimo
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Beato te.Le mie durano molto meno... anche se c'è da dire che io non li spengo mai, neanche di notte
    • bilop scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Dal sito della Toyota apprendo che la Prius in
      ciclo combinato è accreditata dalla casa per 23,3
      Km/l

      Sullo stesso ciclo la mia Ford Focus 1.6 TDCi fa
      22,7 Km/l misurati e costa 10000 euro in meno
      della Prius (incentivi compresi).
      Chi me lo fa fare di sobbarcarmi i problemi delle
      batterie?Premesso che non ho dati sulla Ford Focus, si può ragionevolmente dire:1) Il motore della Prius, gestito dal computer di bordo, andrà per la maggior parte del tempo ad un regime che ottimizza il rendimento. La tua FF scalderà spesso l'aria.2) Ne consegue che inquinerà/consumerà di meno, specialmente nei percorsi urbani. Infatti si sta diffondendo fra i tassisti (almeno a Milano).3) E' probabile che le ore di manutenzione del motore siano minori, visto che va a regime ottimale.ciaonicola.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: bilop
        1) Il motore della Prius, gestito dal computer di
        bordo, andrà per la maggior parte del tempo ad un
        regime che ottimizza il rendimento. La tua FF
        scalderà spesso
        l'aria.Alla fine però il consumo totale di quattro anni di utilizzo è quello che ho postato.Magari sono più bravo del computer della Prius...
        2) Ne consegue che inquinerà/consumerà di meno,
        specialmente nei percorsi urbani. Infatti si sta
        diffondendo fra i tassisti (almeno a
        Milano).Come ho scritto io consumo quanto la Prius.E quindi inquino allo stesso modo.
        3) E' probabile che le ore di manutenzione del
        motore siano minori, visto che va a regime
        ottimale.E questo come puoi ragionevolmente affermarlo?I motori elettrici hanno bisogno di manutenzione molto più estesa di quelli termici.
        • Giancarlo Ruberti scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: Momento di inerzia
          I motori elettrici hanno bisogno di manutenzione
          molto più estesa di quelli termici.E questa da dove l'hai presa?
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Esperienza personale, perché?
          • Giancarlo Ruberti scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Esperienza personale, perché?Lavorando nel settore industriale ho notato che i motori elettrici, nella loro semplicità, hanno una longevità molto superiore dei motori termici, che al contrario sono composto da un elevato numero di parti in movimento, leveraggi, cinghie, alberi a camme, valvole etc...Per questo domandavo...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: Giancarlo Ruberti
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Esperienza personale, perché?

            Lavorando nel settore industriale ho notato che i
            motori elettrici, nella loro semplicità, hanno
            una longevità molto superiore dei motori termici,
            che al contrario sono composto da un elevato
            numero di parti in movimento, leveraggi, cinghie,
            alberi a camme, valvole
            etc...
            Per questo domandavo...infatti ha detto una cazzata.
    • www scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      Mi stupisco sempre quando la gente si accanisce così tanto e senza motivo contro le cose innovative... Cmq non si può confrontare la focus con la prius, sono due macchine molto diverse... se proprio le volete confrontare fate riferimento a 4 ruote:Focus 1.6 TDCi (90CV) 5p.http://www.quattroruote.it/listino/scheda.cfm?mar=39&cmod=3807&call=76567&aa=2007&mm=12&ccar=2Priushttp://www.quattroruote.it/listino/scheda.cfm?mar=103&cmod=3471&call=61972&aa=2006&mm=1&ccar=2cmq giusto 2 cose che ha in più la prius (già nel modello base):- consuma meno nel ciclo urbano- più spaziosa- cambio automatico- chiusura keyless- 0-100 in 11 secondi- garanzia sistema ibrido 8 anni (comprese batterie)- tagliandi più economici (vedi prezzi fissi sul sito toyota)la differenza di prezzo inoltre non è di 10.000 euro
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: L'inutilità delle ibride
        - Scritto da: www
        Mi stupisco sempre quando la gente si accanisce
        così tanto e senza motivo contro le cose
        innovative... Cmq non si può confrontare la focus
        con la prius, sono due macchine molto diverse...
        se proprio le volete confrontare fate riferimento
        a 4
        ruote:Non è accanimento, ma semplice constatazione di un fatto.E il fatto è che il consumo *misurato* della mia Focus è pari a quello *dichiarato* della Prius.
        cmq giusto 2 cose che ha in più la prius (già nel
        modello
        base):
        - consuma meno nel ciclo urbanoGuarda, nel ciclo urbano la mia arriva a punte di 40 chilometri con un litro, quindi proprio no.
        - più spaziosaE questo riduce i consumi?
        - cambio automaticoCome sopra
        - chiusura keylessCome sopra
        - 0-100 in 11 secondiCome sopra
        - garanzia sistema ibrido 8 anni (comprese
        batterie)Vincolata a cosa?Copre anche l'usura?
        la differenza di prezzo inoltre non è di 10.000
        euroLa Focus 14000 euro circa (c'era la pubblicità con l'offerta fino a un mesetto fa), la Prius 24000 (prezzi presi dal sito Toyota) dopo gli incentivi.
        • tizio incognito scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: Momento di inerzia
          Non è accanimento, ma semplice constatazione di
          un
          fatto.
          E il fatto è che il consumo *misurato* della mia
          Focus è pari a quello *dichiarato* della
          Prius.ti ho gia' indirizzato su spritmonitor.de dove puoi facilmente vedere i consumi basati su dati reali prova anche su http://www.fueleconomy.gov/feg/bestworst.shtml
        • bilop scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride


          - consuma meno nel ciclo urbano

          Guarda, nel ciclo urbano la mia arriva a punte di
          40 chilometri con un litro, quindi proprio
          no.WOW!! Vado subito a comprare una Focus!!
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Magari pensi a una trollata, ma ti posso garantire che a 70 all'ora il consumometro è inchiodato su 2.7l per 10 Km e a 50 ancora meno.Purtroppo non posso farti una foto del cruscotto per evidenti ragioni di sicurezza ^^;;
          • www scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            Ti svelo un piccolo segreto: i consumi riportati su molti "computer di bordo" sono taroccati e fasulli!posso anche credere che tu sia in buona fede ma ti assicuro che non esiste nessuna auto diesel o benzina capace di fare 40km con un litro!!! e per di più in ciclo urbano!!! Ma scherziamo?! Magari qualche prototipo ma non certo auto comunemente vendute...
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: www
            Ti svelo un piccolo segreto: i consumi riportati
            su molti "computer di bordo" sono taroccati e
            fasulli!Quelli misurati dal mio portafogli no.
        • www scrive:
          Re: L'inutilità delle ibride
          - Scritto da: Momento di inerzia
          Vincolata a cosa?
          Copre anche l'usura?si, 8 anni senza vincoli di km effettuali
          La Focus 14000 euro circa (c'era la pubblicità
          con l'offerta fino a un mesetto fa), la Prius
          24000 (prezzi presi dal sito Toyota) dopo gli
          incentivi.la prius te la danno anche molto a meno (forse perchè in italia non vende molto, a differenza del resto d'europa e america)
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: L'inutilità delle ibride
            - Scritto da: www
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Vincolata a cosa?

            Copre anche l'usura?

            si, 8 anni senza vincoli di km effettualiNon si tratta di Km, ma di normale usura.Non mi risulta che esista una garanzia che copre la normale usura, altrimenti i produttori di pneumatici starebbero freschi...
            la prius te la danno anche molto a meno (forse
            perchè in italia non vende molto, a differenza
            del resto d'europa e
            america)Vabbè. io parlo dei dati ufficiali Toyota rintracciabili sul sito, se tu conosci concessionari più economici, buon per te.Quando gli ho chiesto il costo di una Yaris, quello vicino casa mia mi ha dato la fotocopia del listino dicendo "a ogni prezzo c'è da aggiungere la vernice metallizzata" :S
    • guast scrive:
      Re: L'inutilità delle ibride
      L'auto ibrida é sul mercato da molti meno anni del diesel e su volumi nettamente inferiori. Questo significa che la sua evoluzione é appena iniziata.I margini di miglioramento delle auto ibride sono superiori a quelli delle auto diesel. Anche perché dipendono dagli accumulatori che in questo periodo stanno migliorando notevolmente.Tutto questo senza considerare la possibilitá di un ibrido diesel elettrico.
  • Suricato scrive:
    opinione mia
    opinione mia è:1) un giocattolo2) troppo lenta3) fa poca strada x andare al max a 50km/hvorrei solo citare un'altra società che fa auto (sportive è dir poco) puramente elettriche con motori trifase:http://www.teslamotors.com/costerà 91000$ o giù di lìperò guardando le rispettive prestazioni/durata batteriami pare che le due abbiano un divario eccessivo...non si chiede di avere un'accelerazione spaventosa e il design della lotus (che poi credo sia il motivo principale del costo dell'auto) come la teslama per 16.000$ qualcosa di più di 50 km/h si poteva combinare imho
    • Cippo Lippo scrive:
      Re: opinione mia
      - Scritto da: Suricato
      opinione mia è:
      1) un giocattolo
      2) troppo lenta
      3) fa poca strada x andare al max a 50km/h

      vorrei solo citare un'altra società che fa auto
      (sportive è dir poco) puramente elettriche con
      motori
      trifase:
      http://www.teslamotors.com/
      costerà 91000$ o giù di lì
      però guardando le rispettive prestazioni/durata
      batteria
      mi pare che le due abbiano un divario eccessivo...uno che ha 90mila dollari da spendere per una macchina se ne frega di una macchina elettrica, con 90mila dollari si prende il suo bel suv e fa i suoi 200 dollari di pieno ogni 4giorni
      • pottigher scrive:
        Re: opinione mia
        GRANDE Surricato!X cippo lippo:uno che ha 90000$ e li spende in un suv è 1pirla, perchè sono troppi da mettere su un mezzo inutile.La benzina che il pirla può PAGARE la devo pagare anche io e tu in termini di inquinamento,cosa evitabbilissima con una macchina elettrica.
        • Cippo Lippo scrive:
          Re: opinione mia
          - Scritto da: pottigher
          GRANDE Surricato!
          X cippo lippo:
          uno che ha 90000$ e li spende in un suv è 1pirla,
          perchè sono troppi da mettere su un mezzo
          inutile.a mio parere spendere 90000$ sono inutili a prescindere che sia suv o meno, ma ognuno li spende come vuole
          La benzina che il pirla può PAGARE la devo pagare
          anche io e tu in termini di inquinamento,cosa
          evitabbilissima con una macchina
          elettrica.peccato che l'elettricità che ti arriva in casa è prodotta da centrali che vanno a petrolio, non credere che l'inquinamento con l'elettricità sia risolto, anzi, è solo spostato
          • Alessandrox scrive:
            Re: opinione mia
            [motore elettrico] e' molto piu' efficente di sonseguenza.
          • Cippo Lippo scrive:
            Re: opinione mia

            No
            ormai il 90% delle centrali elettriche a comb.
            fossile sono a GAS (turbina +
            cogeneratore)
            a la nota combustione fossile che non inquina.le centrali come ho già dettoià non bstano per tenere acceso 1 frigorifero, figuriamoci se quell'elettricità dovesse essere impegnata per caricare milioni di macchine elettriche. mi sa che non ci rendiamo conto che l'elettricità non basta, è più se ne usa più costerà, e calcolando che l'energia elettrica è usata per far funzionare tutto, quando si aggiungeranno macchine sarà veramente l afine e un "litro" di elettricità alla macchina costerà il doppio di un litro di benzina alla pompa-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 luglio 2008 13.06-----------------------------------------------------------
          • Suricato scrive:
            Re: opinione mia
            io immagino, anzi spero tanto, che in un breve futuro tutte le case siano dotate di pannelli fotovoltaici, se non altro parte della produzione elettrica si sposta dalle centrali...sarebbe ancora meglio se si trovasse il modo/si producesse pannelli con un maggior rendimento...si risolverebbero diversi problemi sia a livello familiare(bollette) sia a livello statale (meno importazione di energia elettrica dall'estero e meno importazione di materie prime per le centrali)oh il sole è lì e scalda aggratis (ancora per un po' di anni) sarebbe da idioti non sfruttarlo in massa
          • pietro scrive:
            Re: opinione mia

            oh il sole è lì e scalda aggratis (ancora per un
            po' di anni) sarebbe da idioti non sfruttarlo in
            massanon sarebbe, è, perchè è quello che stiamo facendo.
          • Suricato scrive:
            Re: opinione mia
            dico "sarebbe" e parlo di futuro perché ora come ora il costo per un po' di sabbia per fare i pannelli solari è ancora troppo alto per una diffusione di massa...
          • di passaggio scrive:
            Re: opinione mia
            perfettam d'accordo su qsto..l'inquinam è solo spostasto...ma nn solo..già nei periodi critici le centrali nn ce la fanno per le città.... voglio vedere qndo già solo il 20% ricaricano l'auto alla presa cosa accade..intanto ke il costo dell'elettricità skizza alle stelle.
          • pottigher scrive:
            Re: opinione mia
            L inquinamento di una centrale è molto più controllabile rispetto a quello di una macchina
        • er meglio scrive:
          Re: opinione mia
          - Scritto da: pottigher
          GRANDE Surricato!
          X cippo lippo:
          uno che ha 90000$ e li spende in un suv è 1pirla,
          perchè sono troppi da mettere su un mezzo
          inutile.
          La benzina che il pirla può PAGARE la devo pagare
          anche io e tu in termini di inquinamento,cosa
          evitabbilissima con una macchina
          elettrica.quioto in pieno!90000$ li spenderei in teconologia o in viaggi! ma non in macchine! e inquinamento!
        • Suricato scrive:
          Re: opinione mia
          - Scritto da: teddybear
          Non è assurdo spostare un mezzo di 13 volte più
          pesante del proprio carico utile?un po' lo è però calcola anche il fatto che se ti sfracelli contro un muro con la moto elettrica o con l'auto di cartone ti fai male, se lo fai con un'auto con tutti i sistemi di sicurezza che pesa 13 volte te forse hai più possibilità di restare incolume, senza pensare poi alle intemperie: ti becchi la bora a Trieste e ti cappotti tu e la macchina...e tutto il restose poi guardi solo il fattore consumo energia son d'accordo con te, ma non si può pretender tutto e subito dalla vita :)
          • teddybear scrive:
            Re: opinione mia
            - Scritto da: Suricato
            - Scritto da: teddybear

            Non è assurdo spostare un mezzo di 13 volte più

            pesante del proprio carico utile?

            un po' lo è però calcola anche il fatto che se ti
            sfracelli contro un muro con la moto elettrica o
            con l'auto di cartone ti fai male, se lo fai con
            un'auto con tutti i sistemi di sicurezza che pesa
            13 volte te forse hai più possibilità di restare
            incolume, senza pensare poi alle intemperie: ti
            becchi la bora a Trieste e ti cappotti tu e la
            macchina...
            e tutto il restoGiusto ieri sera stavo guardando la seconda puntata di un interessantissimo programma sul mondo dell'automobile. Ad un certo punto hanno confrontato due incidenti, fatti a 80km/h frontale con una automobile identica. (entrambe quindi andavano a 40kmh).Paradossalmente era assai più sicuro fare un incidente con una 127, quarant'anni fa, che oggi con una "grande punto".Questo perchè la massa inerziale che ti viene addosso, nel caso della 127, era assai inferiore a quella della grande punto. Le automobili, proporzionalmente, erano assai più guidabili, manovrabili ed era assai più facile, sempre proporzionalmente, evitare eventuali ostacoli.
        • pottigher scrive:
          Re: opinione mia
          ma informati un prototipo di macchina elettrica straccia ma di brutto una ferrari ed un porsche.Ovviamente ai facilmente abbindolabili gli spruzzano negli occhi la macchinina lenta e brutta e voi diprezzate il motore migliore che il grande Tesla ha inventato ormai piùdi un secolo fa!Ma senza un economia di scala non potranno mai venire alla luce mezzi elettrici decenti.
      • Guido Angeli scrive:
        Re: opinione mia
        - Scritto da: Cippo Lippo
        - Scritto da: Suricato

        opinione mia è:

        1) un giocattolo

        2) troppo lenta

        3) fa poca strada x andare al max a 50km/h



        vorrei solo citare un'altra società che fa auto

        (sportive è dir poco) puramente elettriche con

        motori

        trifase:

        http://www.teslamotors.com/

        costerà 91000$ o giù di lì

        però guardando le rispettive prestazioni/durata

        batteria

        mi pare che le due abbiano un divario
        eccessivo...

        uno che ha 90mila dollari da spendere per una
        macchina se ne frega di una macchina elettrica,
        con 90mila dollari si prende il suo bel suv e fa
        i suoi 200 dollari di pieno ogni
        4giorniLa maggior parte dei clienti tesla ha sia la tesla sia il suv sia una monovolume per la città, tipo un classe A. Alcuni hanno anche il ferrarino/lamborghini.E la moto.
      • TLH scrive:
        Re: opinione mia
        Infatti non vedo l'ora che finisca il petrolio per vedere quegli idioti col SUV, che per spostarsi di 100 m prendono il loro bel SUV infischiandosene dell'inquinamento, disperati e costretti a prendere la bicicletta. Dovremmo andare verso auto leggere, meno inquinanti, essenziali, e invece non fanno altro che aumentare le dimensioni, aumentando l'inquinamento, diminuendo i posti per i parcheggi, creando ulteriore caos nelle città.
        • Guido Angeli scrive:
          Re: opinione mia
          - Scritto da: TLH
          Infatti non vedo l'ora che finisca il petrolio
          per vedere quegli idioti col SUV, che per
          spostarsi di 100 m prendono il loro bel SUV
          infischiandosene dell'inquinamento, disperati e
          costretti a prendere la bicicletta. Dovremmo
          andare verso auto leggere, meno inquinanti,
          essenziali, e invece non fanno altro che
          aumentare le dimensioni, aumentando
          l'inquinamento, diminuendo i posti per i
          parcheggi, creando ulteriore caos nelle
          città.Quando finirà il petrolio molti di quelli con il SUV prenderanno il risciò.E tu sarai lì a pregarli che scelgano il tuo.(troll2)
      • di passaggio scrive:
        Re: opinione mia
        vuoi mettere la spinta di un'auto elettrica? e cmq cn quei soldi una super coupè sportiva o un berlinone di lusso... anche i SUV mi piacciono cmq...
    • Guido Angeli scrive:
      Re: opinione mia
      - Scritto da: Suricato
      opinione mia è:
      1) un giocattolo
      2) troppo lenta
      3) fa poca strada x andare al max a 50km/h

      vorrei solo citare un'altra società che fa auto
      (sportive è dir poco) puramente elettriche con
      motori
      trifase:
      http://www.teslamotors.com/
      costerà 91000$ o giù di lì
      però guardando le rispettive prestazioni/durata
      batteria
      mi pare che le due abbiano un divario eccessivo...

      non si chiede di avere un'accelerazione
      spaventosa e il design della lotus (che poi credo
      sia il motivo principale del costo dell'auto)
      come la
      tesla
      ma per 16.000$ qualcosa di più di 50 km/h si
      poteva combinare
      imhoil motivo principale del costo sono le batterie.il secondo motivo principale del costo, è che ti ci devi mettere un distributore di elettrica ad alto amperaggio nel tuo garage, per ricaricare la macchina in tempi non biblici. E non è compreso nel prezzo.
Chiudi i commenti