Coop e Telecom Italia, affare fatto

Si chiamerà CoopVoce l'offerta di telefonia mobile che nasce dall'accordo siglato tra l'incumbent e le cooperative

Milano – I telefonini da supermercato stanno per diventare realtà. Come preannunciato la scorsa estate , Coop sta per fare il debutto nel business della telefonia mobile. È infatti arrivata nel pomeriggio di ieri la conferma ufficiale dell’accordo siglato tra il marchio della GDO con Telecom Italia .

L’offerta di Coop si chiamerà “CoopVoce”. Lo ha riferito lo stesso gruppo, in una nota diffusa ieri, che prelude ad una presentazione ufficiale del servizio, che avrà luogo oggi durante una conferenza stampa organizzata all’uopo a Milano e a cui prenderanno parte il presidente di Coop Italia Vincenzo Tassinari, il presidente Ancc-Coop Aldo Soldi e l’amministratore delegato di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero.

CoopVoce, brand del futuro MVNO o ESP, sarà accessibile dai 1.302 punti vendita di cui Coop dispone in Italia. Come noto, la novità è solo per l’Italia: i precedenti già esistenti in Europa sono legati ai brand di supermercati come Aldi in Germania, Tesco nel Regno Unito, Auchan e Carrefour in Francia. In Svizzera, l’omonimo marchio Coop ha già una propria offerta TLC, commercializzata attraverso il brand Coop Mobile .

Telecom Italia potrebbe quindi aver battuto sul tempo Vodafone : l’operatore in gennaio aveva infatti dichiarato un impegno formale ad adoperarsi per fare “quanto ragionevolmente possibile al fine di concludere entro il 31 marzo 2007, con un soggetto disponibile, un accordo giuridicamente vincolante, preparatorio o definitivo, avente ad oggetto la fornitura di servizi di accesso wholesale alla propria rete di comunicazione mobile presente in Italia”. Nei giorni scorsi si è vociferato che la concretizzazione di questo intento fosse legata ad un’intesa con Poste Italiane , che si è dichiarata pronta a debuttare nel business della telefonia mobile. Ma non esiste ancora una conferma ufficiale.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    WIND AL TAPPETO
    Qualcuno doveva pur pensarci ad aprire questa utilissima discussione :D
  • Anonimo scrive:
    ANDIAMOCENE TUTTI
    A chi ha sempre light consiglio di passare a TimClub 19 cent senza scatto alla risposta e a secondi e 3 numeri a scelta a 9 cent E MANDIAMO WIND CON L'EGIZIANO A FARE SERVIZIO GIU' DAI CAMMELLI!!
  • Anonimo scrive:
    sempre light a scatto zero NEW
    Dal sempre light allo scatto zero NEW ...Entrambi tarrifazione a secondi sempre light 25 cent per i primi 3 minuti dopo il terzo minuto riduzione del 50%Dopo 24 cent senza riduzione !!Bel passaggio ... e se non sono daccordo posso solo disdire e passare ad un altro operatore.
  • Anonimo scrive:
    Rimodulazione Wind 12: protestare si può
    Salve, volevo ricordare che sul portale www.milanoineuropa.it si raccolgono dal 17 marzo fino al 15 Aprile le email di protesta nei confronti della rimodulazione imposta da Wind (da Wind 10 a Wind 12 a partire dal 1 maggio). tali email verranno inviate a Wind, all'AGCOM, alle Associazioni dei consumatori, a stampa e televisione. Fino ad oggi (02/04) migliaia e migliaia di accessi e quasi mille email.
  • statis scrive:
    Chi è peggio tra WIND e BERSANI
    Stiamo assistendo alla solita soluzione dei problemi all'italiana.Pur dotati di ben due Autorità piene di funzionari e dirigenti retribuiti il triplo di un normale dipendente pubblico di livello equivalente, dobbiamo assistere all'inerzia delle medesime ed alla politica politicante che, anziché sanzionarle, si sostituisce ad esse ed alle regole del mercato, ingerendo impropriamente nell'economia di un paese. Penso che l'unica 'deregulation' cui la politica avrebbe potuto e dovuto ottemperare riguardi la tassa di concessione governativa, abuso che, al pari del canone RAI, appare un tributo di altri tempi e che ha creato l'anomalia italiana delle schede ricaricabili (ove il costo della ricarica di 5 euro era appunto il valore equivalente, con il vantaggio di poterlo esborsare anche solo una volta all'anno). Invece si è preferito annullare per decreto quello che è diventata solo una componente della tariffa, lasciando soggette a modifica tutte le altre. Peraltro, solo Wind aveva consentito di non pagare questo balzello, semplicemente ricaricando la scheda di 60 euro (40 con carta di credito). Chi non impiega 60 euro in un anno? Adesso mi ritrovo, penso con molti altri, nella situazione paradossale di poter non pagare una ricarica (che già non pagavo), ma con una tariffa che, da poco sottoscritta a certe condizioni, mi è aumentata di botto del 20% per la voce, e del 50% per i messaggi. Noto anche che da giugno non si potrà sottoscrivere più nemmeno la tariffa internet mega 300, utile per chi dispone di una buona connessione a casa e/o al lavoro e necessita di un piccolo 'appoggio' quando è altrove (in vacanza, in missione e quant'altro), nonché la impraticabilità di fatto di accedere ad Internet dall'estero (considerati i nuovi costi). Non posso non insinuare, a questo punto, che vi sia un disegno governativo preciso nel voler spiazzare i competitori più giovani, per favorire i soliti noti e, soprattutto, i servizi che stanno per arrivare, quali CoopVoce e quello espletato con Posteitaliane, soggetti ben 'ammanicati' con la politica. Sono rimasto molto stupito dall'entusiasmo con il quale Tim ha annunciato l'ingesso di questo nuovo concorrente, che si appoggerà alla propria rete (non dimentichiamo, costruita con i denari del solito Pantalone)! Ricordo quanto era forte l'ostracismo dei big della telefonia nostrana quando, un paio di anni fa, Tele2 provò analogamente a chiedere di poter svolgere sul nostro territorio servizi mobili come operatore virtuale, ossia appoggiandosi su rete altrui, come aveva potuto fare in altri paesi.Quindi: grazie da parte di tutti i consumatori ai governi che interferiscono con l'economia, e grazie anche ai gestori che si fanno un baffo dell'imperizia dei medesimi governanti (per inciso, prevedo che anche Gentiloni ci farà fare in Europa una figura peggiore di Gasparri con la sua riforma radiotv: chi vivrà vedrà). PS: costruttivamente, suggerirei a Wind solo di poter continuare il rapporto COME PRIMA: SENZA TRASGREDIRE LA LEGGE attuale, chi si impegna a ricaricare di un certo importo almeno una volta all'anno, dovrebbe poter ancora usufruire della amata Wind 10. Il top sarebbe, poi, poter scegliere anche una tariffa Internet del tipo: 5 euro/mese per 50 mega di traffico. 10 per 100 mega, e così via, facendo pagare dall'estero 5 volte tanto o su di lì, a seconda del paese. Per quanto mi riguarda, assicurerei fedeltà eterna. Ringrazio tutti per la pazienza e l'attenzione prestata.
    • sonoio scrive:
      Re: Chi è peggio tra WIND e BERSANI
      Problema risolto .Disdetta wind mega-no-limit, tanto aveva poca copertura umts .E telefonate al minimo.Chissà se altri faranno cos?
  • Anonimo scrive:
    cosa c'è meglio di Wind 12?
    sono un cliente Wind 10, ovviamente abbastanza incazzato, ho guardato i siti di tutti gli altri operatori, ma non ho trovato niente di meglio.C'è qualche suggerimento?
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa c'è meglio di Wind 12?
      - Scritto da:
      sono un cliente Wind 10, ovviamente abbastanza
      incazzato, ho guardato i siti di tutti gli altri
      operatori, ma non ho trovato niente di
      meglio.

      C'è qualche suggerimento?penza a campà
  • Anonimo scrive:
    WIND sempre il più conveniente
    Wind resta sempre il gestore più conveniente e chiaro per un uso privato. 6 centesimi ogni 30 secondi con la possibilità di raddoppio delle ricariche per un anno fino a 600 euro e sopratutto senza alcun contratto o impegno da parte del cliente, non mi sembra che ci sia altro operatore in Italia che faccia simili prezzi. Invece di premiare Wind e fargli una positiva pubblicità .............A me sembra che gli altri operatori sono lontani delle tariffe di wind. Tim "La trasparenza si vede", vodafone "la vita è ora", Tre 10 cent minuto senza alcun raddoppio, con assistenza al 133 a pagamento.
  • Anonimo scrive:
    lo avevano già fatto..
    già in passato avevano fatto lo stesso con l'offerta noi 2, cambiata UNILATERALMENTE da quella iniziale di 2 euro al mese per 500 minuti gratis su un altro numero wind fino ad arrivare a 3 euro al mese per 400 minuti...tanto siamo sempre noi a subire...per non essere volgari...per la cronaca chiamai il 155 per protestare ma mi dissero che loro si riservavano questa possibilità al momento della firma del contratto...peccato che io il contratto non l'ho mai firmato avendo attivato l'opzione proprio via 155...marco
    • Anonimo scrive:
      Re: lo avevano già fatto..
      - Scritto da:
      già in passato avevano fatto lo stesso con
      l'offerta noi 2, cambiata UNILATERALMENTE da
      quella iniziale di 2 euro al mese per 500 minuti
      gratis su un altro numero wind fino ad arrivare a
      3 euro al mese per 400
      minuti...
      tanto siamo sempre noi a subire...per non essere
      volgari...per la cronaca chiamai il 155 per
      protestare ma mi dissero che loro si riservavano
      questa possibilità al momento della firma del
      contratto...peccato che io il contratto non l'ho
      mai firmato avendo attivato l'opzione proprio via
      155...
      marcoparli a 0,75 centesimi al minuto e pure ti lamenti ! roba da matti ! (troll3)
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    Al limite si potrebbe fare la portabilità, ma devi considerare, caro amico, che col cambio operatore attualmente non è che si guadagni granché: le nuove tariffe sono così care che compensano ampiamente le compagnie, dell'abolizione dei costi di ricarica. E poi non conviene cambiare perché se lo ha fatto la Wind, anche le altre compagnie potrebbero, un mese prima comunicarti un cambio piano tariffarioa tuo svantaggio, e se lo fanno tutte, noi utenti siamo come al solito fregati. MA come? Ci hanno appena levato i costi di ricarica e ci aumentano le tariffe? Ma il Garante che fa? Dorme?Queste nuove norme sono una fregature: io ho una tariffa vecchissima dal 2000, e prima hanno tentato in tutti i modi subdoli di farmela cambiare. Ora potrebbero mandarmi un sms un mese prima e il gioco sarebbe fatto.Nicola da Nuoro
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      Per quanto nessuna compagnia sia completamente "politically correct" ti garantisco che solo Wind poteva fare una cosa del genere, anche perché già in passato (chi ricorda il Pieno Wind di qualche anno fa?) aveva modificato le condizioni dell'offerta.Tim e Vodafone ad esempio mantengono gli stessi piani tariffari da anni, COME DA CONTRATTO, caspita! E voglio ricordare lo spot della tariffa "Wind 10": . Non è assolutamente una mossa lecita. E visto che ti danno la possibilità di recedere (mancherebbe altro), chi può farlo (ovvero chi non ha contratti con validità di x mesi, lo faccia e cambi operatore. E' una vergogna.A meno che, come è successo il mese scorso per i costi di ricarica, la società faccia marcia indietro.....
  • Anonimo scrive:
    operatore 155
    Ciao a tuttiparlo da operatore 155.Chiaramente non posso parlare formalmente perchè non autorizzato, cmq prima di cambiare gestore telefonico aspettate 1 maggio. Avete tutti i vostri motivi per essere arrabbiati però visto i precedenti wind (costo di ricarica prima fatto pagare poi restituito)io aspetterei di cambiare....Poi cmq se cambiate cambiate con i piani telefonici nuovi dei vari operatori (cioè con i rincari postbersani)Quindi attendete gli eventi......e quando chiamate 155 siate gentili perchè non è colpa nostra.
    • Anonimo scrive:
      Re: operatore 155
      - Scritto da:
      Ciao a tutti
      parlo da operatore 155.un operatore 155 in carne ed ossa ?ma allora esistete !pensavo foste una leggenda !!
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    tutta colpa di bersani....che per tutelare gli utenti togliendo il costo di ricarica...questi stessi utenti (me compreso!) si trova sotto il gioco della vessazione contrattuale per puri fini d'introitoquesto dimostra come alla wind non esista una politica intelligente su come compensare i soldi in meno del decreto bersani mantenendo la sacrosanta trasparenza con gli utenti.......non avendo idea di come fare si agganciano a clausole e a commi pensando che sia sufficiente dare trasparenza con un sms se proprio volevano fare una cosa sensata e fatta bene avrebbero dovuto inviare a tutti i clienti una lettera tramite raccomandata in cui si informava del cambio piano obbligato, indicando su quest'ultima tutte le opzioni di scelta come previsto da altri commi (che attualmente hanno violato). Risultato? azione illegale che da i legittimi stimoli a protestare e anche a voce alta!!fare soldi non è facile...e la wind come la tim o la fiat o un semplice dipendente lo sanno bene...non sono bravi a fare soldi tutto qua!e sicuramente non basta cambiare operatore per risolvere...ci sono altre strade per farsi valere e mantenere intatti i propri interessi finalizzati per lo piu ad avere una tariffa conveniente (che magari altri operatori non offrono)io sono un utente wind e stò vedendo il comportamento della mia compagnia telefonica dall'alto sperando che non arrivino a mandare un sms per farmi cambiare forzatamente il piano sempre light a mio parere uno dei migliori piani tariffari da quando cè la telefonia mobilese dovessero farlo sò come agire.....e questo grazie a persone che del buon senso ce l'hanno (per fortuna!): vedi l'opportunità di farsi valere ...e vincere (come è gia successo con il costo di ricarica a inizio mese!)salutiAle
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      - Scritto da:
      tutta colpa di bersani....che per tutelare gli
      utenti togliendo il costo di ricarica...questi
      stessi utenti (me compreso!) si trova sotto il
      gioco della vessazione contrattuale per puri fini
      d'introito

      questo dimostra come alla wind non esista una
      politica intelligente su come compensare i soldi
      in meno del decreto bersani mantenendo la
      sacrosanta trasparenza con gli
      utenti....

      ...non avendo idea di come fare si agganciano a
      clausole e a commi pensando che sia sufficiente
      dare trasparenza con un sms


      se proprio volevano fare una cosa sensata e fatta
      bene avrebbero dovuto inviare a tutti i clienti
      una lettera tramite raccomandata in cui si
      informava del cambio piano obbligato, indicando
      su quest'ultima tutte le opzioni di scelta come
      previsto da altri commi (che attualmente hanno
      violato). Risultato? azione illegale che da i
      legittimi stimoli a protestare e anche a voce
      alta!!

      fare soldi non è facile...e la wind come la tim o
      la fiat o un semplice dipendente lo sanno
      bene...

      non sono bravi a fare soldi tutto qua!

      e sicuramente non basta cambiare operatore per
      risolvere...ci sono altre strade per farsi valere
      e mantenere intatti i propri interessi
      finalizzati per lo piu ad avere una tariffa
      conveniente (che magari altri operatori non
      offrono)

      io sono un utente wind e stò vedendo il
      comportamento della mia compagnia telefonica
      dall'alto sperando che non arrivino a mandare un
      sms per farmi cambiare forzatamente il piano
      sempre light a mio parere uno dei migliori piani
      tariffari da quando cè la telefonia
      mobile

      se dovessero farlo sò come agire.....e questo
      grazie a persone che del buon senso ce l'hanno
      (per fortuna!): vedi l'opportunità di farsi
      valere ...e vincere (come è gia successo con il
      costo di ricarica a inizio
      mese!)

      saluti

      Alema tu lo sai quanto costa oggi come oggi una raccomandata ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta che cambiate operatore...
        sicuramente una raccomandata è la strada piu corretta e sopratutto legale per imporre agli utenti un forzato cambio tariffario....costa? sfiga!!!sicuramente un sms non risolve il problema....e da adito alle proteste ...piu che legittime!no excuse !
  • Anonimo scrive:
    wind bastarda
    non accetto questo cambio di tariffa,sono con voi utenti nn molliamo
    • Anonimo scrive:
      Re: wind bastarda
      - Scritto da:
      non accetto questo cambio di tariffa,sono con voi
      utenti nn
      molliamoboja ki moLLa
    • Anonimo scrive:
      Re: wind bastarda
      SONO CON TE!!!Non accetto e manderò le raccomandate, una al Garante delle tlc e l'altra alla spettabile, ma si può ancora chiamare così'? wind. E Una copia della lettera per conoscenza all'Aduc.Non devono vincere loro! Ma come si fa a non capire che se passa per Wind, lo faranno anche le altre compagnie e non potremmo mai più stare tranquilli con le tariffe.
      • Anonimo scrive:
        Re: wind bastarda
        - Scritto da:
        SONO CON TE!!!
        Non accetto e manderò le raccomandate, una al
        Garante delle tlc e l'altra alla spettabile, ma
        si può ancora chiamare così'? wind. E Una copia
        della lettera per conoscenza
        all'Aduc.
        Non devono vincere loro! Ma come si fa a non
        capire che se passa per Wind, lo faranno anche le
        altre compagnie e non potremmo mai più stare
        tranquilli con le
        tariffe.ma se le tariffe sono diminuite del 60% negli ultimi 8 anni !!! roba da matti + pagano poco e piu' si lamentano !
        • Anonimo scrive:
          Re: wind bastarda
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          SONO CON TE!!!

          Non accetto e manderò le raccomandate, una al

          Garante delle tlc e l'altra alla spettabile, ma

          si può ancora chiamare così'? wind. E Una copia

          della lettera per conoscenza

          all'Aduc.

          Non devono vincere loro! Ma come si fa a non

          capire che se passa per Wind, lo faranno anche
          le

          altre compagnie e non potremmo mai più stare

          tranquilli con le

          tariffe.

          ma se le tariffe sono diminuite del 60% negli
          ultimi 8 anni !!! roba da matti + pagano poco e
          piu' si lamentano
          !
          Quando sono passato da TIM a Wind sono stato convinto dalla pubblicità che recitava: "10 cent al minuto PER SEMPRE"!!!!Ora potevano anche aumentare da 10 cent a 10,1 ma PER SEMPRE significa PER SEMPRE.
          • Anonimo scrive:
            Re: wind bastarda
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            SONO CON TE!!!


            Non accetto e manderò le raccomandate, una al


            Garante delle tlc e l'altra alla spettabile,
            ma


            si può ancora chiamare così'? wind. E Una
            copia


            della lettera per conoscenza


            all'Aduc.


            Non devono vincere loro! Ma come si fa a non


            capire che se passa per Wind, lo faranno anche

            le


            altre compagnie e non potremmo mai più stare


            tranquilli con le


            tariffe.



            ma se le tariffe sono diminuite del 60% negli

            ultimi 8 anni !!! roba da matti + pagano poco e

            piu' si lamentano

            !




            Quando sono passato da TIM a Wind sono stato
            convinto dalla pubblicità che recitava: "10 cent
            al minuto PER
            SEMPRE"!!!!

            Ora potevano anche aumentare da 10 cent a 10,1 ma
            PER SEMPRE significa PER
            SEMPRE.Se il governo avesse fatto il suo lavoro, , ovverossia punire le pubblicità ingannevoli e sorvegliare la concorrenza, invece di tagliare bruscamente i costi di ricarica per i contratti già in essere, a quest'ora tu avresti pagato ancora quella tariffa. Se poi ci fai caso, tenendo conto che adesso non paghi piu' i costi di ricarica, la tariffa finale è sempre la stessa.
      • Anonimo scrive:
        Re: wind bastarda
        - Scritto da:
        SONO CON TE!!!
        Non accetto e manderò le raccomandate, una al
        Garante delle tlc e l'altra alla spettabile, ma
        si può ancora chiamare così'? wind. E Una copia
        della lettera per conoscenza
        all'Aduc.
        Non devono vincere loro! Ma come si fa a non
        capire che se passa per Wind, lo faranno anche le
        altre compagnie e non potremmo mai più stare
        tranquilli con le
        tariffe.Gli altri non ne hanno bisogno, hanno già i prezzi alti.
  • Anonimo scrive:
    Viene fatto ciò che non serve
    Assurdo intervenire su di un offerta aziendale. Il mercato deve essere libero e trasparente. Quindi se proprio si doveva intervenire su qualche cosa si doveva togliere lo scatto alla risposta che a mio modo di vedere le cose è premiare un disservizio : La linea cade, si ritelefona e via un'altro scatto, e questo grazie ad una linea scadente. Altra cosa da elimiare è la tassa di concessione governativa. E tra tutte queste cose che cosa si va ad eliminare ? il costo di ricarica... la meno fastidiosa, anche perchè era gia possibile non pagarla con le opportune ricariche. Ed in ogni caso è una libera offerta commerciale. Se a me non piace una cosa non la compro. Se mi piace e me la posso permettere la compro. Che il governo non metta il naso in faccende che non lo riguardano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Viene fatto ciò che non serve
      - Scritto da:
      Assurdo intervenire su di un offerta aziendale.
      Il mercato deve essere libero e trasparente.
      Quindi se proprio si doveva intervenire su
      qualche cosa si doveva togliere lo scatto alla
      risposta che a mio modo di vedere le cose è
      premiare un disservizio : La linea cade, si
      ritelefona e via un'altro scatto, e questo grazie
      ad una linea scadente.I piani senza scatto alla risposta esistono già da tempo, chi ci obbliga a prenderne uno con scatto alla risposta ?
      la tassa di concessione governativa. Ovviamente per lo stato è stato molto piu' semplice eliminare i ricavi di aziende private piuttosto che eliminare i propri.Si potrebbe eliminare questa tassa ovviamente, ma si potrebbero eliminare tutte le tasse se è per questo.
      queste cose che cosa si va ad eliminare ? il
      costo di ricarica... la meno fastidiosa, anche
      perchè era gia possibile non pagarla con le
      opportune ricariche. Ed in ogni caso è una libera
      offerta commerciale. Se a me non piace una cosa
      non la compro. Se mi piace e me la posso
      permettere la compro. Che il governo non metta il
      naso in faccende che non lo
      riguardano.Beh un po' strano il tuo ragionamento, proponi di eliminare lo scatto alla risposta (pur esistendo già piani senza scatto) e poi dici che il governo si deve fare gli affari suoi e lasciare il mercato alla libera concorrenza. Boh !
  • Anonimo scrive:
    Io aspetto le Poste
    Quindi per me (utente wind 10) il problema non esiste più.Comunque...potevano farmi meno promozioni (o anche zero) e mantenermi la wind 10, non è che ci volesse tanto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Io aspetto le Poste
      - Scritto da:
      Quindi per me (utente wind 10) il problema non
      esiste
      più.
      Comunque...potevano farmi meno promozioni (o
      anche zero) e mantenermi la wind 10, non è che ci
      volesse
      tanto...Aspetti LE POSTE? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Cambiano anche le offerte MEGA
    "Dal 28/04/2007 l'offerta MEGA non sarà più valida per il traffico generato all'Estero.In questo caso si applicheranno le tariffe a consumo previste all'Estero."
  • SiN scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    - Scritto da:


    -E' piccola come compagnia telefonica se
    paragonata ad altre, pero' certo e' che abbassare
    i prezzi del 10% gli porterebbe TUTTI i clienti
    che ci sono sul suolo
    italiano.questa è una balla colossale.Wind è stata per anni la compagina + conveniente, eppure la gente preferiva TIm e Vodafone.E se il 5% di costoro lo faceva per maggior copertura, tutti gli altri?CMQ sia, Wind sta rischiando di perdermi, come cliente, se continua così...
  • Anonimo scrive:
    E' il mercato ..
    che deve bastonare l'operatore , non lo Stato.Sono stato sempre contrario all'abolizione per decreto del costo di ricarica.Abbiamo 2 autority. Che hanno fatto in tutti questi anni ? Perche' il ministro non ha cacciato i responsabili delle 2 autority? Perche' non ha imposto il rispetto della legge agli operatori mobili ?Se proprio il ministro ha evidenziato il trust del costo della ricarica , perche' non ha provveduto a sanzionare pesantemente gli operatori ? Perche' non ha aperto il mercato della comunicazione mobile ? Solo con la concorrenza vera , il mercato puo' decidere. Perche' se la direttiva 2002/19CE recepita dal ns ordinamento , che prevede gli operatori virtuali non viene applicata ? Ci sono tanti perche' .......
    • Anonimo scrive:
      Re: E' il mercato ..
      Già il mercato bastona, però solo dove esiste il mercato, ma qui in Italia non c'è , non c'è mai stato, per tua stessa ammissione c'era un Trust e c'è voluto un privato cittadino che ha fatto ricorso all'unione europea per segnalare che in Italia, solo in Italia esistevano questi fantomatici costi di ricarica.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' il mercato ..
        - Scritto da:
        Già il mercato bastona, però solo dove esiste il
        mercato, ma qui in Italia non c'è , non c'è mai
        stato, per tua stessa ammissione c'era un Trust e
        c'è voluto un privato cittadino che ha fatto
        ricorso all'unione europea per segnalare che in
        Italia, solo in Italia esistevano questi
        fantomatici costi di
        ricarica.E' l'unione europea sai cosa gli ha risposto al tuo beneamato cittadino ? "Visto che i costi di ricarica sono un'anomalia tutta italiana non spetta a noi prendere decisoni in merito. Stop"
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    - Scritto da:
    il fatto è che tu hai accettato anche la clausola
    che permette loro di cambiarlo unilateralmente,
    mettendoci sopra la firma. Quindi saluti, riprova
    e sarai più
    fortunatoForse non ti è chiaro il concetto di clausula vessatoria .
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...

      Forse non ti è chiaro il concetto di clausula
      vessatoria .Fino a ieri questo concetto non era chiaro a nessuno dei tanti che hanno protestato con i centralini Wind senza sapere che la legge li tutela e che quindi avrebbero dovuto mandare una raccomandata di messa in mora, come dice ADUC.Purtroppo, anche se la legge non ammette ignoranza, non e' colpa delle persone se non conoscono TUTTE le possibili leggi e TUTTE le possibili applicazioni legali delle suddette leggi...Io il tipo che scrive "Hai firmato e quindi ti tieni il contratto" lo capisco anche, dopotutto non si nasce avvocati, e per diventarlo ci vogliono anni di studio, oppure qualcuno che ti informa correttamente (da noi, una cosa rarissima)
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta che cambiate operatore...
        La clausola vessatoria sono legittimi se approvate per iscritto come dice art. 1341 e 1342 cc. Trattasi di cluasole abusive, quindi nulle, ex art. 1469 bis e ss cc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta che cambiate operatore...
          - Scritto da:
          La clausola vessatoria sono legittimi se
          approvate per iscritto come dice art. 1341 e 1342
          cc. Trattasi di cluasole abusive, quindi nulle,
          ex art. 1469 bis e ss
          cc.cazzo ! preferisco pagare i costi di ricarica piuttosto che leggere ste robe !
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta che cambiate operatore...
        - Scritto da:

        Forse non ti è chiaro il concetto di clausula

        vessatoria .

        Fino a ieri questo concetto non era chiaro a
        nessuno dei tanti che hanno protestato con i
        centralini Wind senza sapere che la legge li
        tutela e che quindi avrebbero dovuto mandare una
        raccomandata di messa in mora, come dice
        ADUC.

        Purtroppo, anche se la legge non ammette
        ignoranza, non e' colpa delle persone se non
        conoscono TUTTE le possibili leggi e TUTTE le
        possibili applicazioni legali delle suddette
        leggi...

        Io il tipo che scrive "Hai firmato e quindi ti
        tieni il contratto" lo capisco anche, dopotutto
        non si nasce avvocati, e per diventarlo ci
        vogliono anni di studio, oppure qualcuno che ti
        informa correttamente (da noi, una cosa
        rarissima)E' questo il male dell'italia, troppi regolamenti e troppi cavilli.Ma credo che la maggior parte delle persone normali se ne freghi, se non gli va di chiamare con un operatore butta la SIM e se ne compra un'altra. Mica possiamo perdere tempo a fare raccomandate !
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    Esiste una normativa che sostanzialmente dice che il consumatore è sempre la pate debole in un contratto,, specie nei confronti di realtà economiche come wnd, vodafone, tim, tre. Esisono le clausore abusise, introdotte già con la normativa precedente al codice di commercio di "recente" introduzione. Sono gli operatori che hanno introdotto un'anomalia tutta italiana del costo delle ricariche, sono loro che hanno bastato i loro busines plan a medio lungo periodo facendo conto della debolezza contrattuale dei loro clienti.E noi per i loro errori dobbiamo subire una modifica contrattuale delle tariffe senza un giustificato motivo? E del mio diritto ad essere informato subito sulla possibilità di recesso dove lo mettiamo? Dovevano risparmiare pur sugli sms che loro oltretutto non pagano?Facciamo i seri e si alzi un polverone su questa schifezza
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      - Scritto da:
      E noi per i loro errori dobbiamo subire una
      modifica contrattuale delle tariffe senza un
      giustificato motivo?Secondo te come pagano i 19 cent/min di costo di interconnessione con Tre?Anche la Wind12 attuale è sottocosto.Abolire in questo modo i costi di ricarica è stato un errore madornale.Dove agire l'authority facendo le cose per bene, magari riducendo contemporaneamente i costi di interconnessione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta che cambiate operatore...
        i costi di interconnessioni si compensano fra i diversi operatori. non credi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta che cambiate operatore...
          - Scritto da:
          i costi di interconnessioni si compensano fra i
          diversi operatori. non
          credi?in caso di parità di chiamate si, ma se sopravviene uno squilibrio evidentemente no.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      - Scritto da:
      Esiste una normativa che sostanzialmente dice che
      il consumatore è sempre la pate debole in un
      contratto,, specie nei confronti di realtà
      economiche come wnd, vodafone, tim, tre. Esisono
      le clausore abusise, introdotte già con la
      normativa precedente al codice di commercio di
      "recente" introduzione.

      Sono gli operatori che hanno introdotto
      un'anomalia tutta italiana del costo delle
      ricariche, sono loro che hanno bastato i loro
      busines plan a medio lungo periodo facendo conto
      della debolezza contrattuale dei loro
      clienti.
      E noi per i loro errori dobbiamo subire una
      modifica contrattuale delle tariffe senza un
      giustificato motivo? E del mio diritto ad essere
      informato subito sulla possibilità di recesso
      dove lo mettiamo? Dovevano risparmiare pur sugli
      sms che loro oltretutto non
      pagano?
      Facciamo i seri e si alzi un polverone su questa
      schifezzascusa ma non capisco ... recesso de che ? qualcuno ti obbliga ad effettuare le tue chiamate con un operatore ?
  • pegasus2000 scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    Come la fai facile...E chi è passato ad Wind ed ha usufruito del rimborso delle ricariche di 6 o 12 mesi? Si ritrova con un fottìo di credito che non può trasferire da un operatore all'altro!!!Collegare il cervello prima di aprire bocca, please! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      con le nuove regole al cambio di operatore si passa anche il traffico residuo
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      - Scritto da: pegasus2000
      Come la fai facile...

      E chi è passato ad Wind ed ha usufruito del
      rimborso delle ricariche di 6 o 12 mesi? Si
      ritrova con un fottìo di credito che non può
      trasferire da un operatore
      all'altro!!!

      Collegare il cervello prima di aprire bocca,
      please!
      ;)allora era meglio che non te le radoppiavano le ricariche , cosi' potevi cambiare subito operatore
  • Anonimo scrive:
    Aumenti anche per il WAP di wind
    Voglio aggiungere che oltra la passaggio wind 10 -
    12 è stato operato un altro aumento passato inosservato a molti che prevede lAGGIUNTA dello scatto alla risposta DI BEN 30 centesimi per i collegamenti WAP siano essi GPRS che UMTS.Personalmente non mi collego in WAP, ma ciò non toglie che per chi usa questo servizio il rincaro è notevole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aumenti anche per il WAP di wind
      - Scritto da:
      Voglio aggiungere che oltra la passaggio wind 10
      -
      12 è stato operato un altro aumento passato
      inosservato a molti che prevede lAGGIUNTA dello
      scatto alla risposta DI BEN 30 centesimi per i
      collegamenti WAP siano essi GPRS che
      UMTS.
      Personalmente non mi collego in WAP, ma ciò non
      toglie che per chi usa questo servizio il rincaro
      è
      notevole.non è passato inosservato. ma il servizio DATI GPRS a consumo era talmente costoso che non lo usavo neanche quando non c'era lo scatto figuriamoci adesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta che cambiate operatore...
    Già perchè su sms e telefonate non percepivano niente? Ma mi faccia il piacere.. mi faccia! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta che cambiate operatore...
      - Scritto da:
      Già perchè su sms e telefonate non percepivano
      niente? Ma mi faccia il piacere.. mi faccia!
      ;-)Su sms e telefonate percepiscono la stessa cifra di prima. Solo che adesso devono fare a meno degli introiti derivanti dai costi di ricarica.Ecco la differenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta che cambiate operatore...

        Su sms e telefonate percepiscono la stessa cifra
        di prima. Solo che adesso devono fare a meno
        degli introiti derivanti dai costi di
        ricarica.
        Ecco la differenza.Ok, ma il punto e' : Perche' devi scaricare i costi sull'utenza, perdipiu' FREGANDOLA usando clausole vessatorie ?A norma di legge, le clausule del contratto sono vessatorie, ho letto il modulo sul sito dell'ADUC e la legge parla chiaro.Quindi alla fine stanno pure facendo una cosa illegale.IO (e poi ognuno fara' come gli pare) ho cambiato operatore.Che se la vedano loro della Wind adesso, cosi' prima di fregare il prossimo utente valutano un po' se gli conviene (economicamente, ovvio).
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta che cambiate operatore...
          Probabilmente sono stato poco chiaro. Non intendevo giustificare il comportamento di Wind, ma ovviamente cercano di riprendere i soldi derivanti dalle ricariche in altro modo.Ovvio che poi sia illegittimo l'obbligo a cambiare piano tariffario
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta che cambiate operatore...
            - Scritto da:
            Probabilmente sono stato poco chiaro. Non
            intendevo giustificare il comportamento di Wind,
            ma ovviamente cercano di riprendere i soldi
            derivanti dalle ricariche in altro
            modo.

            Ovvio che poi sia illegittimo l'obbligo a
            cambiare piano
            tariffarionon è affatto illegittimo, puoi scegliere se accettare o disdire, come da contratto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta che cambiate operatore...
            - Scritto da:
            non è affatto illegittimo, puoi scegliere se
            accettare o disdire, come da contratto.No, è illegittimo che ti obblighino a cambiare piano SE vuoi restare con Wind.E ribadisco che loro cambiano il piano in virtù di una clausula vessatoria nel contratto.Non esiste infatti nessun valido motivo per questo cambio di piano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta che cambiate operatore...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            non è affatto illegittimo, puoi scegliere se

            accettare o disdire, come da contratto.

            No, è illegittimo che ti obblighino a cambiare
            piano SE vuoi restare con
            Wind.
            E ribadisco che loro cambiano il piano in virtù
            di una clausula vessatoria nel
            contratto.

            Non esiste infatti nessun valido motivo per
            questo cambio di
            piano.Se una clausola sia vessatoria o meno non devi stabilirlo tu, ma eventualmente la magistratura.Io credo che non ci sia nulla di vessatorio in un contratto in cui non sei costretto a pagare niente mentre (a tuo dire) loro sarebbero costretti a fornirti un servizio vita natural durante al prezzo che dici tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta che cambiate operatore...
            A me invece pare illegittimo...Tenendo anche conto del fatto che la pubblicità del wind10 diceva: "PARLI E MANDI SMS CON WIND 10, A 10 CENT, PER SEMPRE"E a me quel "per sempre" A QUESTO PUNTO sembra una bella presa per il culo...Quantomeno la pubblicità è ingannevole...
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta che cambiate operatore...
          - Scritto da:

          Su sms e telefonate percepiscono la stessa cifra

          di prima. Solo che adesso devono fare a meno

          degli introiti derivanti dai costi di

          ricarica.

          Ecco la differenza.

          Ok, ma il punto e' :

          Perche' devi scaricare i costi sull'utenza,
          perdipiu' FREGANDOLA usando clausole vessatorie
          ?

          A norma di legge, le clausule del contratto sono
          vessatorie, ho letto il modulo sul sito dell'ADUC
          e la legge parla
          chiaro.
          Quindi alla fine stanno pure facendo una cosa
          illegale.

          IO (e poi ognuno fara' come gli pare) ho cambiato
          operatore.
          Che se la vedano loro della Wind adesso, cosi'
          prima di fregare il prossimo utente valutano un
          po' se gli conviene (economicamente,
          ovvio).se tu stesso hai affermato di avere abbandonato la wind allora mi dici quale sarebbero le clausole vessatorie ?ke strano modo di ragionare :|
  • Anonimo scrive:
    Nessun problema, passo a Vodafone !
    Sono passato da un anno a wind perchè la tariffa mi era più conveniente, ora che non lo è più esaurisco il credito e addito. Grazie Wind, è stato bello fin che è durato. Speriamo solo che con i nuovi introiti investirete sull'alfabetizzazione del vostro customer service, visto che la situazione è sconfortante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
      Curiosità, che tariffa hai scelto? perchè comunque per le chiamate lunghe meglio della wind 12 non ne trovo... (tranne 3 che prende da schifo qui...). Grazie :-)
    • eu scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
      - Scritto da:
      Sono passato da un anno a wind perchè la tariffa
      mi era più conveniente, ora che non lo è più
      esaurisco il credito e addito. Grazie Wind, è
      stato bello fin che è durato. Speriamo solo che
      con i nuovi introiti investirete
      sull'alfabetizzazione del vostro customer
      service, visto che la situazione è
      sconfortante.Premesso che sono d'accordo con quanto dici non mi è chiaro quale tariffa di Vodafone è più conveniente di Wind 12
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !

      con i nuovi introiti investirete
      sull'alfabetizzazione del vostro customer
      service, visto che la situazione è
      sconfortante.Sono tutti terroni, non avranno fatto nemmeno le medie...se e' tanto!Una signorina arrogante continuava a insistere che mi aveva disattivato un servizio (flat a 20 euro al mese) e non era vero allora le ho chiesto se mi forniva il suo nome o il numero operatore e quando mi ha parlato in fretta le ho detto che non capivo se poteva parlare in italiano...e ha riattaccato!Dopo si lamentano perche' prendono 500 euro al mese.... non valgono di piu' come lavoratori mi spiace.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
        [OT] Il collegamento tra terrone e grado di istruzione è molto interessante...soprattutto espressione di un ragionamento di alto livello...complimenti!Eppure...non mi sembra proprio che i terroni abbiano questo grado inferiore di istruzione scolastica...tutt'altro....e forse è per questo che il nord Italia è invaso da professionisti meridionali. Scusate per l'OT ma mi sembrava dovuto per rispondere ad un poverello ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
          - Scritto da:
          [OT] Il collegamento tra terrone e grado di
          istruzione è molto interessante
          ;)Beh, ma scherzi? Non lo sapevi che i fieri e produttivi villici del Nord (come l' autore del post sopra ) che vanno ai comizi della Lega con le loro belle camicine verdi e gli elmi da vichingo sono tutti laureati in Fisica?Ehh sti terroni... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
          .....Professionisti del sud? certo! Lì i titoli basta comprarli!Siamo invasi da professionisti meridionali, professionisti extracomunitari.... ma chi li forma questi "professionisti"? altri "professionisti" che fino a ieri portavano il gregge al pascolo!Bisognerebbe istituire un esame per riconoscere i titoli meridionali... o un corso di approfondimento di 4-5 anni....
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:
            .....Professionisti del sud? certo! Lì i titoli
            basta
            comprarli!
            Siamo invasi da professionisti meridionali,
            professionisti extracomunitari.... ma chi li
            forma questi "professionisti"? altri
            "professionisti" che fino a ieri portavano il
            gregge al
            pascolo!
            Bisognerebbe istituire un esame per riconoscere i
            titoli meridionali... o un corso di
            approfondimento di 4-5
            anni....Considerato il disprezzo che lasci trapelare parlin sicuramente per sentito dire, visto che al Sud non ci avrai mai messo piede (figurarsi entrare un una scuola/università).Inoltre mi piacerebbe sapere quale criterio adotti per giudicare i "titoli meridionali" peggiori degli altri. Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:
            Inoltre mi piacerebbe sapere quale criterio
            adotti per giudicare i "titoli meridionali"
            peggiori degli altri.
            Grazie.Le classifiche universitarie, sia internazionali che nazionali (tipo quella di repubblica). Stranamente le migliori università stanno sempre da roma in su.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Inoltre mi piacerebbe sapere quale criterio

            adotti per giudicare i "titoli meridionali"

            peggiori degli altri.

            Grazie.

            Le classifiche universitarie, sia internazionali
            che nazionali (tipo quella di repubblica).
            Stranamente le migliori università stanno sempre
            da roma in
            su.1. Le classifiche si riferiscono alle strutture. Non è un segreto che il sud del paese sia più povero (ma non per questo "voi" del Nord non ne approfittate a man bassa...)2. Ci sono tanti studenti del Sud nelle università del Nord. Le qualità di uno studente o di un professionista non si misurano in base alla residenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Inoltre mi piacerebbe sapere quale criterio


            adotti per giudicare i "titoli meridionali"


            peggiori degli altri.


            Grazie.



            Le classifiche universitarie, sia internazionali

            che nazionali (tipo quella di repubblica).

            Stranamente le migliori università stanno sempre

            da roma in

            su.

            1. Le classifiche si riferiscono alle strutture.
            Non è un segreto che il sud del paese sia più
            povero (ma non per questo "voi" del Nord non ne
            approfittate a man
            bassa...)
            Leggitele bene, le struttre (intese come edifici e servizi extra-didattici) sono uno dei parametri, anche il meno importante. I parametri più importanti sono altri, tra cui qualità della didattica, qualità della ricerca, quantità della ricerca.
            2. Ci sono tanti studenti del Sud nelle
            università del Nord. Le qualità di uno studente o
            di un professionista non si misurano in base alla
            residenza.Appunto. Gli studenti del sud vengono al nord, il viceversa non l'ho quasi mai visto. Essere terroni è uno stato mentale, non una questione di residenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:
            .....Professionisti del sud? certo! Lì i titoli
            basta comprarli!Informati come è stata rilasciata a migliaia di Ufficiali delle 4 Forze Armate la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università di Trieste.o la Laurea in Scienze Strategiche all'Università di Torino (solo Esercito).Ah, già, se lo metti per iscritto in seguito ad una convenzione non è vendita di titoli.- Laurea in Scienze Strategiche presso l'Università di torino: pagamento di 1 anno di tasse scolastiche (al tempo 500.000 lire) e rilascio della laurea a seguito del riconoscimento degli esami di Accademia.- Laurea in Scienze Politiche presso l'Università di Trieste: iscrizione e pagamento delle tasse scolastiche e discussione della tesi lo stesso anno (circa 1000 ).Posso assicurarti che è così: ho entrambe le Lauree. D'accordo con voi che è uno schifo, ma sarei rimasto l'unico senza laurea in un universo di bilaureati.P.S. Sul biglietto da visita NON ho scritto Dottore
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            .....Professionisti del sud? certo! Lì i titoli

            basta comprarli!

            Informati come è stata rilasciata a migliaia di
            Ufficiali delle 4 Forze Armate la Laurea in
            Scienze Politiche presso l'Università di
            Trieste.

            o la Laurea in Scienze Strategiche all'Università
            di Torino (solo
            Esercito).

            Ah, già, se lo metti per iscritto in seguito ad
            una convenzione non è vendita di
            titoli.

            - Laurea in Scienze Strategiche presso
            l'Università di torino: pagamento di 1 anno di
            tasse scolastiche (al tempo 500.000 lire) e
            rilascio della laurea a seguito del
            riconoscimento degli esami di
            Accademia.

            - Laurea in Scienze Politiche presso l'Università
            di Trieste: iscrizione e pagamento delle tasse
            scolastiche e discussione della tesi lo stesso
            anno (circa 1000
            €).

            Posso assicurarti che è così: ho entrambe le
            Lauree. D'accordo con voi che è uno schifo, ma
            sarei rimasto l'unico senza laurea in un universo
            di
            bilaureati.

            P.S. Sul biglietto da visita NON ho scritto
            DottoreOk, però da questi discorsi è il caso di escludere le lauree per militari che non siano quelle dell'accademia. Dubito che le tue lauree possano valere qualcosa fuori dall'ambito statale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
            Son sempre quello delle 2 lauree...Non mi risulta di simili convenzioni al Sud...
      • nelchael81 scrive:
        Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
        Io sono un terrone e pensa te... ho finito l'università....
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
          In effetti credo che al Nord molti dei laureati siano o terroni o discendenti di terroni.gli indigeni stanno a protestare per le quote latte, a tirare letame sulle forze di polizia e a fare a botte allo stadio quando c'è Atalanta-Brescia...Post scritto apposta per dimostrare quanto è semplice generalizzare, se poi si vuole continuare ce n'è altro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
      - Scritto da:
      Sono passato da un anno a wind perchè la tariffa
      mi era più conveniente, ora che non lo è più
      esaurisco il credito e addito. Grazie Wind, è
      stato bello fin che è durato. Speriamo solo che
      con i nuovi introiti investirete
      sull'alfabetizzazione del vostro customer
      service, visto che la situazione è
      sconfortante.customer service gratuito a differenza di quello dell'operatore che probabilmente hai scelto (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
      Non è molto carino da parte fare tutta erba un fascio per quanto riguarda gli operatori 155 gli incapaci ci sono anche tra quelli della vodafone che è da dicembre che non riescono a risolvermi un problema e mi sono rotta a chiamare. qundi rispetta il lavoro altrui
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessun problema, passo a Vodafone !

        Non è molto carino da parte fare tutta erba un
        fascioIo fare di erba tutto fascio, tu operare a 155?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
      A parte che personalmente ho già tre schede con due operatori diversi, vodafon compresa, proprio per cercare di risparmiare. E' stato ammesso pubblicamente dalla vodafon che le sue nuove tariffe hanno lo scopo di risarcirla del mancato introito dei costi di ricarica. E questo ovviamente vale per le nuove tariffe di tutte le compagnie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessun problema, passo a Vodafone !
        - Scritto da:
        A parte che personalmente ho già tre schede con
        due operatori diversi, vodafon compresa, proprio
        per cercare di risparmiare. E' stato ammesso
        pubblicamente dalla vodafon che le sue nuove
        tariffe hanno lo scopo di risarcirla del mancato
        introito dei costi di ricarica. E questo
        ovviamente vale per le nuove tariffe di tutte le
        compagnie.e questo si sapeva ancora prima che i costi di ricarica fossero aboliti. I gestori mica son li' per regalarci le telefonate !
  • Anonimo scrive:
    Una questione di trasparenza
    So che mi attirerò l'ira di tantissimi nell'esprimere la seguente posizione, ma penso che una voce fuori dal coro possa aiutare ad inquadrare meglio la situazione.La soppressione dei costi di ricarica è stata una misura sacrosanta: il motivo per questa opinione non è certamente perché il servizio costerà di meno, ma e' molto semplice: le tariffe telefoniche in Italia, sia sul fisso che sul mobile, hanno una caratteristica ben specifica: sono studiate e strutturate con diabolica precisione in modo da non far capire nel modo più assoluto al consumatore quale sia il costo reale del servizio.Il modo di operare delle Telco è certamente truffaldino, nel vero senso legale del termine, in quanto tutto l'impianto è costruito in balzelli una tantum più o meno nascosti in modo da ingannare il consumatore in ogni modo possibile sul costo del servizio. Si acquistano servizi i cui costi sono dichiarati a meno dello scatto alla risposta, a meno del costo di ricarica, a meno dell'IVA, a meno di una serie impressionante di balzelli con lo scopo preciso di raggirare l'utente: si è convinti di pagare 10 centesimi al minuto, ma questo è assolutamente falso. Il costo medio di un minuto di conversazione, una volta calcolati tutti i costi nascosti, è certamente maggiore, e sono assolutamente certo che siccome la maggior parte delle chiamate stia statisticamente sotto i 3 minuti, il costo dichiarato differisce dal costo finale nella quasi totalità delle telefonate esattamente del doppio.La normativa che ha mirato ad abolire i costi di ricarica, dunque, era sacrosanta. Il prossimo passo è certamente quello di eliminare lo scatto alla risposta, una delle più grandi truffe continuative ai danni dei cittadini di questo Paese. Lo scatto alla risposta è da paragonarsi a qualcosa di simile a un "diritto di cassa" a un supermercato: tu vai la spesa al discount convinto di spendere meno, però c'è una commissione sull'utilizzo della cassa di due euro. Una cosa che qualunque autorità a tutela dei consumatori non può permettere, ma che qui viene ormai passata come normale, come se le truffe fossero una cosa che fanno parte del sistema Italia.Al di là dei metodi, penso che un rincaro delle tariffe fosse francamente ovvio, per il semplice motivo che il costo del servizio di fatto non era quello dichiarato. Siccome la normativa punta a fare chiarezza eliminando una parte minoritaria dei balzelli-truffa, almeno ora sappiamo che Wind, Infostrada e TIN chiedono esattamente 10, 12, 15 o 20 centesimi per minuto di conversazione. Lo scopo della normativa era di portare trasparenza nei costi, non certo di ridurli. Uno Stato non può certamente decidere quale sia il costo sul mercato di un servizio, ma ha il dovere di fare in modo che i cittadini siano tutelati da evidenti abusi atti ad ingannarlo. Gli articoli di questo e di altri giornali cavalcano l'ondata emotiva dei rincari per populismo, ma delle analisi di cui sopra, né qui, né su Repubblica, sul Corriere né su altri giornali online se ne è vista alcuna traccia.Le cose che ho letto con più disgusto sono definire l'introduzione dei rincari tariffari la trasformazione del decreto Bersani in una "vittoria di Pirro". Pensare che uno Stato voglia o possa porsi come obiettivo di abbassare per legge i costi di un servizio è sbagliato, e pericoloso. Il decreto Bersani va visto come una vittoria della trasparenza dei costi, non certo come una legge punitiva verso le Telco. La trasparenza le punisce a sufficienza. Il prossimo passo che mi aspetto, ma che non arriverà mai per evidenti agganci politici, è la abolizione dello scatto alla risposta, molto prima del canone, il quale oggettivamente copre una fetta di costi ben chiaramente visibili e imputabili, ovvero quelli di manutenzione della infrastruttura.Dunque mi spiace essere costretto a dovere bollare con forza e disprezzo quanti qui volevano una riduzione dei costi per legge come persone piccole ed ignoranti degli scopi che uno Stato si deve prefiggere nel regolamentare un mercato libero. Francamente, ogni qualvolta lo Stato ha imposto le tariffe si è sempre visto un disastro. Lo Stato deve garantire la trasparenza e il libero mercato nelle veci di controllore, non nelle veci di parte attiva, ma qui si sconfina nelle opinioni politiche.Quanto invece al MODO in cui le Telco, Wind in modo più naive ma tutto sommato chiaro, seppure ai limiti della legalità, Infostrada in modo infinitamente più subdolo e truffaldino, hanno modificato i contratti e introdotto per l'ennesima volta servizi non richiesti merita un capitolo assolutamente a parte.E' su queste azioni che le associazioni dei consumatori devono intervenire, e la autorità garante deve iniziare a punire in maniera severissima, rapida e quanto mai possibile pubblica e con risalto mediatico. Sono questi gli abusi da combattere, non certamente un innalzamento delle tariffe da imputarsi al fatto che il decreto ha tolto il telo su costi nascosti che pagavamo comunque, ma in modo truffaldino.Oggi ci sono in rete decine di petizioni per l'abolizione di qualunque cosa, e la maggior parte di queste petizioni sono montate con lo scopo di uomini piccoli piccoli di pagare meno. Queste persone non possono che causare danni enormi a chi invece combatte battaglie giuste, fondate su principi etici e legali sacrosanti, mescolando la propria piccola voglia di rivalsa economica (sulle quali le compagnie telefoniche avranno SEMPRE l'ultima parola) e di protestare ragliando contro qualunque cosa.Francamente, una persona che combatta seriamente per i diritti dei consumatori deve combattere delle battaglie per la trasparenza dei prezzi, non certamente per il loro abbassamento indiscriminato, mantenendole all'interno di un sistema interamente strutturato su milioni di micro truffe quotidiane ai danni di altrettanti utenti e consumatori.Se alla fine di questo iter pagheremo 15, 16, 17 centesimi al minuto, ma sapremo con certezza assoluta la tariffa che stiamo pagando, questa sarà una vittoria assoluta, ed è questo tipo di vittoria da perseguire, perché è solo nella trasparenza che le compagnie telefoniche saranno costrette a farsi realmente concorrenza.Perseguire qualunque altro tipo di battaglia al di fuori di quella per la trasparenza significa fare il gioco di chi in Italia produce miliardi di euro di fatturato su truffe continuate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una questione di trasparenza
      se proprio si doveva abolire qualcosa avrei preferito abolire lo scatto alla risposta... o quantomeno ridurolo per legge, così si avrebbe avuto una base minima di partenza per farsi concorrenza.allo stato attuale sono le aziende che decido che 160 caratteri (massimi) equivalgono a 0.15, 60 secondi di telefonata equivalgono a 0.15+0.1x.se uso fonia VOiP pago la metà della metà della metà.allora mi chiedo se l'acqua che mi arriva in bagno per farmi la doccia e l'acqua che mi arriva in cucina per farmi la pasta la pago allo stesso modo.il VOiP è trasmissione di datila telefonata verso fisso o mobile è trasmissione i datil'sms è trasmissione di datiperchè per lo stesso servizio ho una forbice enorme nei costi?soratutto paragona al VOiP non capisco perchè c'è questa grandissima disparità visto che i canali di trasmissione usati sono sempre gli stessi: cavi telefonici, trasmettitori in etere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una questione di trasparenza
        - Scritto da:
        se proprio si doveva abolire qualcosa avrei
        preferito abolire lo scatto alla risposta... o
        quantomeno ridurolo per legge, così si avrebbe
        avuto una base minima di partenza per farsi
        concorrenza.

        allo stato attuale sono le aziende che decido che
        160 caratteri (massimi) equivalgono a 0.15, 60
        secondi di telefonata equivalgono a
        0.15+0.1x.

        se uso fonia VOiP pago la metà della metà della
        metà.

        allora mi chiedo se l'acqua che mi arriva in
        bagno per farmi la doccia e l'acqua che mi arriva
        in cucina per farmi la pasta la pago allo stesso
        modo.

        il VOiP è trasmissione di dati
        la telefonata verso fisso o mobile è trasmissione
        i
        dati
        l'sms è trasmissione di dati
        perchè per lo stesso servizio ho una forbice
        enorme nei
        costi?

        soratutto paragona al VOiP non capisco perchè c'è
        questa grandissima disparità visto che i canali
        di trasmissione usati sono sempre gli stessi:
        cavi telefonici, trasmettitori in
        etere.Beh con il VOIP tu devi già possedere una linea ed un abbonamento ADSL , e per questo paghi un canone mensile (che non sono quattro soldi). Nella telefonia cellulare non paghi nessun canone , quindi paghi molto di piu' le telefonate gli sms etc .Mica bisogna essere laureati a Harvard per capire certe cose.
    • MisterEmme scrive:
      Trasparenza per sempre
      A proposito di trasparenza,a me era stato detto "chiami a 10 centesimi al minuto PER SEMPRE..."
      • Anonimo scrive:
        Re: Trasparenza per sempre
        Ti sbagli, la frase gisuta è "Paghi 10 centesimi al minuto per sempre FINCHE' LO VOGLIAMO NOI" :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Trasparenza per sempre
          - Scritto da:
          Ti sbagli, la frase gisuta è "Paghi 10 centesimi
          al minuto per sempre FINCHE' LO VOGLIAMO
          NOI"
          :DMolto meglio pagare il doppio alla concorrenza vero ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Trasparenza per sempre
        - Scritto da: MisterEmme
        A proposito di trasparenza,
        a me era stato detto
        "chiami a 10 centesimi al minuto PER SEMPRE..."
        probabilmente se non ci fosse stata l'abolizione dei costi di ricarica la promessa sarebbe stata mantenuta, io ho la stessa tariffa da 6 anni e nessuno me l'ha mai cambiata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Trasparenza per sempre
          probabilmente un corso, visto che Wind già in passato ha variato i costi unilateralmente, di un piano (che possedevo, ma di cui adesso non ricodo il nome) e di Noi2!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Trasparenza per sempre
            - Scritto da:
            probabilmente un corso, visto che Wind già in
            passato ha variato i costi unilateralmente, di un
            piano (che possedevo, ma di cui adesso non ricodo
            il nome) e di
            Noi2!!!con Noi 2 parli a 0,75 centesimi al minuto e pure ti lamenti ? Roba da pazzi !
      • pastafrolla scrive:
        Re: Trasparenza per sempre
        Niente è "PER SEMPRE"
    • napodano scrive:
      Re: Una questione di trasparenza
      complimenti, sei uno dei pochi che ha effettivamente compreso l'obiettivo del decreto anti-CDR: trasparenza.gli operatori possono pure triplicare le tariffe, ma gli utenti devono essere in grado di percepirlo immediatamente e decidere di conseguenza.un'altra bella cosa da fare sarebbe impedire le pubblicità ingannevoli, censurandole *PRIMA* che vengano trasmesse, non mesi dopo con delle multe ridicole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una questione di trasparenza
      - Scritto da:
      So che mi attirerò l'ira di tantissimi.....
      fare il gioco di chi in Italia produce miliardi
      di euro di fatturato su truffe
      continuate.STANDING OVATIONQUOTO IN TOTO!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Una questione di trasparenza
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        So che mi attirerò l'ira di tantissimi
        .....

        fare il gioco di chi in Italia produce miliardi

        di euro di fatturato su truffe

        continuate.

        STANDING OVATION

        QUOTO IN TOTO!!!!PIOVE GOVERNO LADRO !(P.S. mi aspetto una standing ovation da far accapponare i capelli (cylon))
    • Anonimo scrive:
      Re: Una questione di trasparenza
      A me non sembra affato che le cose stiano come dici tu.Io ho stipulato un contratto con wind, a gennaio, tariffa wind 10; loro a marzo mi mandano un sms e mi comunicano un cambio piano a mio sfavore. Noi ,e quindi io, siamo consumatori, deboli, svantaggiati, e dobbiamo essere tutelati da queste compagnie di truffatori legalizzati che si chiamano compagnie telefoniche: mi viene il sangue amaro quando scopro i profitti che fanno tutte insieme e che ci vengono comunicati dai TG nellenotizie economiche. Un contratto dovrebbe durare almeno un anno o sbaglio? Com'è che prima le TLc se volevano cambiare le nostre tariffe dovevano avere il nostro consenso e ora se ne possono altamente fregare? Forse che il locatore ti manda un sms e dopo soli due mesi ti cambia il canone dell'affitto di casa? Una possiblità del genere di cambiare le carte in tavola durante il gioco non penso esista in nessun mercato del mondo: ci vuole un minimo di stabilità, altrimenti finisce che il contratto di telefonia dura un mese, e potrebbe anche straci, però allora dovrebbero consentirci il cambio operatore con la portabilità in un'ora, non come adesso in 10 gg quando va bene, in 15 o un mese quando va male.Io sono liberista, ma in condizioni di cartello o di oligopolio come quello attuale, lo Stato ha il dovere di intervenire per frenare i prezzi: qual'è il costo merceologico(tecnico, di produzione o quello che vuoi costi alla tlc) di un minuto di telefonata almeno questo lo sai? Da quel che so io, si aggira sulle 13 delle vecchie lire, tradotto in euro, nemmeno un cent, o probabilmente un centesimo. Gli stessi operatori delle compagnie, a microfoni spenti, hanno sempre sconsigliato le nuove tariffe, ancor prima che fossero aboliti i costi di ricarica. Non mi pare poi che il mercato della telefonia possa essere trattato alla stregua del mercato delle banane: le compagnie sono comunque pochissime e la concorrenza è scarsa.Nicolada nuoro
      • Anonimo scrive:
        Re: Una questione di trasparenza
        - Scritto da:
        A me non sembra affato che le cose stiano come
        dici
        tu.
        Io ho stipulato un contratto con wind, a gennaio,
        tariffa wind 10; loro a marzo mi mandano un sms e
        mi comunicano un cambio piano a mio sfavore. Noi
        ,e quindi io, siamo consumatori, deboli,
        svantaggiati, e dobbiamo essere tutelati da
        queste compagnie di truffatori legalizzati che si
        chiamano compagnie telefoniche: mi viene il
        sangue amaro quando scopro i profitti che fanno
        tutte insieme e che ci vengono comunicati dai TG
        nellenotizie economiche. Un contratto dovrebbe
        durare almeno un anno o sbaglio? Com'è che prima
        le TLc se volevano cambiare le nostre tariffe
        dovevano avere il nostro consenso e ora se ne
        possono altamente fregare?

        Forse che il locatore ti manda un sms e dopo soli
        due mesi ti cambia il canone dell'affitto di
        casa?

        Una possiblità del genere di cambiare le carte in
        tavola durante il gioco non penso esista in
        nessun mercato del mondo: ci vuole un minimo di
        stabilità, altrimenti finisce che il contratto di
        telefonia dura un mese, e potrebbe anche straci,
        però allora dovrebbero consentirci il cambio
        operatore con la portabilità in un'ora, non come
        adesso in 10 gg quando va bene, in 15 o un mese
        quando va
        male.
        Io sono liberista, ma in condizioni di cartello o
        di oligopolio come quello attuale, lo Stato ha il
        dovere di intervenire per frenare i prezzi:
        qual'è il costo merceologico(tecnico, di
        produzione o quello che vuoi costi alla tlc) di
        un minuto di telefonata almeno questo lo sai? Da
        quel che so io, si aggira sulle 13 delle vecchie
        lire, tradotto in euro, nemmeno un cent, o
        probabilmente un centesimo. Gli stessi operatori
        delle compagnie, a microfoni spenti, hanno sempre
        sconsigliato le nuove tariffe, ancor prima che
        fossero aboliti i costi di ricarica. Non mi pare
        poi che il mercato della telefonia possa essere
        trattato alla stregua del mercato delle banane:
        le compagnie sono comunque pochissime e la
        concorrenza è
        scarsa.
        Nicola
        da nuoro13 lire ? ma sei matto ? :odove l'hai letto ? su Topolino ? (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Pezzi di m3rda
    Apprezzavo wind una volta: erano gli unici a pubblicizzare le tariffe iva compresa. Ma questo avveniva quando wind era di Enel.Poi enel l'ha venduta e da qualche anno e' diventata l'operatore piu' pezzo di merda che ci sia in giro: continuano a prendere multe dall'antitrust per pubblicita' ingannevole (un grazie ai mongoloidi di aldo giovanni e giacomo) e si rifanno su noi utenti impugnando il diritto di cambiarti piano quando vogliono: con la loro carta dei servizi mi ci pulisco il culo.Spero TUTTI cambino operatore e wind fallisca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pezzi di m3rda
      - Scritto da:
      Apprezzavo wind una volta: erano gli unici a
      pubblicizzare le tariffe iva compresa. Ma questo
      avveniva quando wind era di
      Enel.
      Poi enel l'ha venduta e da qualche anno e'
      diventata l'operatore piu' pezzo di merda che ci
      sia in giro: continuano a prendere multe
      dall'antitrust per pubblicita' ingannevole (un
      grazie ai mongoloidi di aldo giovanni e giacomo)
      e si rifanno su noi utenti impugnando il diritto
      di cambiarti piano quando vogliono: con la loro
      carta dei servizi mi ci pulisco il
      culo.

      Spero TUTTI cambino operatore e wind fallisca.tu pensa x te.
Chiudi i commenti