Corel Linux si fa poliglotta

Corel Linux ambisce alla conquista dell'Europa e lo fa parlando le molte lingue del vecchio continente: tedesco, francese, olandese e presto anche l'italiano
Corel Linux ambisce alla conquista dell'Europa e lo fa parlando le molte lingue del vecchio continente: tedesco, francese, olandese e presto anche l'italiano


Waltham (USA) – Con in mente l’obiettivo di portare Linux sul mercato desktop, Corel ha pensato bene di prendere esempio da Microsoft e localizzare il proprio sistema operativo per le principali lingue parlate sul pianeta, con un occhio di riguarda all’Europa, terra natia di Linux.

Grazie alla partnership con Lionbridge Technologies Corel è già in grado di distribuire versioni localizzate del suo sistema operativo in francese, tedesco e olandese, mentre le versioni in italiano e spagnolo sono attese a breve.

Sebbene l’italiano e gli altri principali idiomi del pianeta facciano già capolino all’interno delle installazioni o delle interfacce grafiche delle principali distribuzioni, una localizzazione è un processo più complesso e raffinato che mira a fornire traduzioni fedeli di GUI, documentazione, applicazioni di base e messaggi di errore, fornendo al contempo le giuste configurazioni per tastiera, fuso orario, valuta, separatore decimale, ecc.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 04 2000
Link copiato negli appunti