Corso ASP/ Lezione 4: l'oggetto Session

Si usa per leggere ed impostare dati che riguardano una sola "sessione", un solo utente. Permette anche la gestione dei cookie, per la personalizzazione estrema del sito


L’oggetto session consente di seguire una “sessione” ovvero di raggiungere il singolo utente del vostro sito, anche tra centinaia, per offrire interattività e per tracciare le sue preferenze.

Tramite l’oggetto Session è possibile impostare variabili che hanno validità solo all’interno di una sessione. Quando l’utente esce dal sito o passano 20 minuti dalla sua ultima richiesta (questo il valore di default) allora le variabili di sessione vengono distrutte.

Con le variabili Session è possibile anche gestire (scrivere e leggere) i mitici cookie sui computer degli utenti del nostro sito. Un ottimo posto per salvare i dati della personalizzazione o per tenere il conto del numero di visite di quell’utente e altri dati utili. Tuttavia bisogna ricordare che non tutti gli utenti gradiscono i cookie e quindi andrebbero usati con circospezione e magari offrendo la scelta.. .

Le variabili definite con l’oggetto Session sono simili nella sintassi a quelle dell’ ogggetto Application . Cambia il target: valgono solo per un utente in ogni pagina e non per tutti in tutte le pagine.

L’oggetto Session possiede tre proprietà: SessionID, Timeout e Abandon.


Data la sua somiglianza con l’ ogggetto Application , utilizzare una variabile di tipo Session è molto semplice:

Session(“MiaVar”) = “XYZ”

Come per Application, anche l’oggetto Session si occupa di registrare la nuova variabile così che diventa possibile assegnarle un nome e un valore nella stessa riga.

Quando l’utente si sposta ad un’altra pagina è sempre possibile accedere alla nostra variabile:

Response.Write Session(“MiaVar”)

Il limite nella durata di questo tipo di variabili viene fissato nella proprietà TimeOut impostata per il sito. Di default, dopo 20 minuti che l’utente non esegue nuove richieste viene generato l’evento Session_OnEnd che dichiara definitivamente chiusa la sessione e distrugge le variabili create per l’utente.


La propietà Session.SessionID restituisce un numero identificativo della sessione corrente.

Session.Timeout=20 (default) imposta la durata media di attesa da parte del server prima di generare l’evento “Session_OnEnd”. Il server attende i minuti indicati come valore della proprietà per una qualche richiesta dal client, poi chiude la sessione.

Session.Abandon permette di terminare forzatamente, e in qualsiasi momento, una sessione.

Per ulteriori esempi, consiglio di seguire i link dei “Riferimenti Web” qui sotto.

Franco Lavarone

Ecco qui sotto un esempio di utilizzo di una variabile Session.


<!–Inizio esempio ASP / Plug-In
(Punto Informatico)–>

<%@ Language=VBScript %>

<HTML>

<HEAD>

</HEAD>

<BODY>

<%’ Qui imposto una variabile “Session” ad un valore stringa

Session(“SesStrTesto”) = “Qui abbiamo utilizzato una variabile Session!<br><br>”

%>

Ecco il contenuto di “Response.Write Session(“AppStrTesto”)”:

<%Response.Write Session(“AppStrTesto”)%>

</BODY>

</HTML>

<!–Fine esempio ASP / Plug-In
(Punto Informatico)–>


La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti