Covid: addio a multe e obbligo vaccinale? (update)

Covid: addio a multe e obbligo vaccinale? (update)

Il governo dovrebbe annunciare oggi la sospensione delle multe per gli over 50 e il reintegro in servizio del personale sanitario non vaccinato.
Il governo dovrebbe annunciare oggi la sospensione delle multe per gli over 50 e il reintegro in servizio del personale sanitario non vaccinato.

Il nuovo Governo Meloni annuncerà oggi alcune novità relative alla gestione del Covid-19. Il Consiglio dei Ministri, attualmente in corso, cambierà quasi certamente le norme sull’obbligo vaccinale per il personale sanitario e reintegrerà in servizio i cosiddetti “no vax”. Probabile la sospensione delle multe per gli over 50 non vaccinati e l’obbligo delle mascherine FFP2 per i visitatori di ospedali e RSA.

Covid: tutte le novità in arrivo

La prima novità è già in vigore. Il nuovo Ministro della Salute Orazio Schillaci ha deciso che il bollettino dei dati relativi alla diffusione dell’epidemia, ai ricoveri e ai decessi verrà pubblicato su base settimanale e non più giornaliera.

Nel comunicato del 28 ottobre viene inoltre anticipato l’adozione di un provvedimento che permetterà al personale sanitario “no vax” di ritornare in servizio. Ciò sarà possibile perché il governo anticiperà la scadenza dell’obbligo vaccinale al 31 ottobre (in base alle norme attuali, la scadenza è il 31 dicembre).

Nella legge di conversione del decreto Aiuti ter dovrebbe essere inserita la proposta di sospensione delle multe (fino al 30 giugno 2023) per gli over 50 che non hanno fatto il vaccino entro il 15 giugno scorso. Finora sono stati inviati solo gli avvisi di richiesta chiarimenti, mentre l’invio delle multe era previsto per fine novembre.

Non è invece nota la posizione del governo sul Green Pass (ancora obbligatorio per entrare in ospedali e RSA fino al 31 dicembre). Potrebbero infine cambiare le norme sull’uso delle mascherine FFP2. L’obbligo di indossarle in ospedali e RSA termina oggi, come prevede l’ordinanza firmata dall’ex Ministro della Salute. I medici chiedono la proroga dell’obbligo per proteggere le persone fragili. Andrea Crisanti, senatore del PD e direttore di Microbiologia a Padova, ha dichiarato:

Non conoscevo il Ministro, ma se penso che se la prima mossa sia stata quella di togliere le mascherine negli ospedali, allora mi permetto di dire che di sanità pubblica non capisce nulla.

In attesa di conoscere le decisioni del governo, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha emanato un’ordinanza che conferma l’obbligo per visitatori e personale di indossare le mascherine fino al 30 novembre in ospedali e RSA.

Aggiornamento: il governo ha prorogato fino al 31 dicembre l’uso delle mascherine in ospedali e RSA. Tutte le novità verranno illustrate durante la conferenza stampa prevista alle 16:30.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Repubblica.it
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 31 ott 2022
Link copiato negli appunti