Craigconnects, inserzionisti non profit

Craig Newmark, fondatore di Craigslist, lancia il suo nuovo sito dai connotati solidali. L'intento è quello di connettere le organizzazioni non profit attive in campo sociale

Roma – Si chiama Craigconnects ed è la nuova avventura professionale intrapresa da Craig Newmark, fondatore di Craigslist. Si tratta di una piattaforma che si propone di supportare le organizzazioni non profit e le associazioni di pubblico servizio.

Aiutare le persone a lavorare insieme per il bene comune attraverso l’uso di Internet: questo il proposito dell’iniziativa, impresso sulla homepage del sito. E ancora: “Craigconnects cerca di identificare, connettere e proteggere le organizzazioni impegnate in attività davvero sostenibili, socialmente responsabili e replicabili”.

Newmark, creatore negli anni Novanta del sito di inserzioni più famoso al mondo, afferma che Craigconnects vorrebbe fornire un continuo supporto alle organizzazioni socialmente impegnate: “Sono impegnato da venti anni per Craigconnects, attento in prima battuta alle associazioni non profit e di pubblico servizio che operano in base a principi sostenibili”, afferma l’imprenditore.

La nuova creatura di Newmark non si configura come un network di raccolta fondi o sovvenzioni, bensì intende mettere in contatto e tutelare i gruppi meritevoli , il cui impegno in ambiti specifici (costruzione di comunità, tecnologia per il progresso sociale, integrità nel giornalismo, trasparenza governativa, volontariato, pace in Medioriente) ha sollecitato l’interesse di Newmark.

Un’opera filantropica che, associata a un nome come Craigslist, spera di connettere le persone alle istanze promosse dalle formazioni non profit.

I dubbi sulla riuscita del progetto non mancano, soprattutto se si pensa che, in tempi di esperienze socialmente condivise online, Craigconnects si impegna esclusivamente nell’offrire una vetrina ad altri siti, diversamente, ad esempio, da Jumo, il social network della solidarietà lanciato dal cofondatore di Facebook Chris Hughes.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carla prestigiac omo scrive:
    Certo
    Certo ormai con internet le tecnologie professionali sono alla portata di tutti.Basta fare una ricerca per trovare numerosi siti. Un esempio?Ecco:http://www.spystoreitalia.it/spystoreitalia/
  • Mah scrive:
    La matematica é...
    ...un'opinione?"...il giudice ha accolto la richiesta dei cinque ricorrenti per giudizio sommario e ha ordinato sia al padre che alla figlia di risarcirli con 10mila dollari ciascuno, per un totale, dunque, di 120mila dollari..."Allora sia il padre che la figlia devono dare 10.000 dollari ai 5 ricorrenti che fa 100.000.- Solo aggiungendo il marito (ma allora i ricorrenti sono 6) si arriva a 120.000. Ma allora i ricorrenti sono 6... o no?Al di lá che l'italiano sia opinabile, questo articolo sembra un calcolo enigmatico...
  • bubba scrive:
    mi pare chiaro
    che Dianna dovra' fare causa ai suoi avvocati, per GRAVE negligenza
  • Brucee scrive:
    Padre e figlia?
    Ma perchè deve pagare il padre e la figlia, se la cimice l'ha messa la madre?
    • lux scrive:
      Re: Padre e figlia?
      Perchè erano complici
    • Funz scrive:
      Re: Padre e figlia?
      - Scritto da: Brucee
      Ma perchè deve pagare il padre e la figlia, se la
      cimice l'ha messa la
      madre?No, la frase non è chiarissima, ma qui la figlia è la madre dei bambini, e il padre è il nonno che ha gestito le registrazioni prima di consegnarle all'avvocato. Sono loro a dover pagare il padre dei bambini e altre 5 persone.
  • Sgabbio scrive:
    ma una domanda
    Ma il padre maltrattava la figlia oppure si cercava una scusa per levarli l'affidamento ?
    • shevathas scrive:
      Re: ma una domanda
      - Scritto da: Sgabbio
      Ma il padre maltrattava la figlia oppure si
      cercava una scusa per levarli l'affidamento
      ?credo la seconda. Se hai fondati sospetti della prima la prima cosa che fai è fiondarti dalla polizia a denunciare il tutto non metterti a giocare al piccolo james bond.
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: ma una domanda
        Già! E' che evidentemente negli USA non è come in Italia: se fosse sucXXXXX da noi, dove nelle cause di separazione la madre è intoccabile, non le avrebbero fatto nulla!
        • Undertaker scrive:
          Re: ma una domanda
          - Scritto da: Fai il login o Registrati
          Già! E' che evidentemente negli USA non è come in
          Italia: se fosse sucXXXXX da noi, dove nelle
          cause di separazione la madre è intoccabile, non
          le avrebbero fatto
          nulla!QuotoBasta tirare fuori le bufale sulla "pedofilia" e si é giustificati
  • upr scrive:
    da noi
    Pensate se la madre di Ruby gli avesse regalato un orsacchiotto...
  • harvey scrive:
    E le ha pure pagati gli avvocati?
    Che bravi gli avvocati, hanno pure permesso di presentare queste registrazioni come prove invece di consigliargli di bruciare tutto!
  • il solito bene informato scrive:
    Svegliarsi...
    La "signora" avrebbe potuto caricare dei file mp3 sul computer del marito e poi accusarlo di condivisione di materiale protetto da copyright: irruzione della psicopolizia, cappuccio nero al marito e via... lei avrebbe riavuto sua figlia. Semplice no? :-o(troll2)P.S. Divingnzzo ma che cognome è? Sarei curioso di sentirne la pronuncia...
    • quota scrive:
      Re: Svegliarsi...
      - Scritto da: il solito bene informato
      La "signora" avrebbe potuto caricare dei file mp3
      sul computer del marito e poi accusarlo di
      condivisione di materiale protetto da copyright:
      irruzione della psicopolizia, cappuccio nero al
      marito e via... lei avrebbe riavuto sua figlia.
      Semplice
      no?Secondo me era meglio scattare qualche foto della bimba seminuda da piazzare sul suo pc e accusarlo di pedofilia... 30 anni senza condizionale e avrebbe risolto meglio i suoi problemi (troll1)(troll1)(troll1)
Chiudi i commenti