Crescono i server di controllo delle botnet

Gli ultimi numeri sullo "stato di salute" delle reti malevole evidenziano una crescita continua dei server di comando&controllo, un fenomeno particolarmente preoccupante quando si prendono in esame i gadget IoT insicuri

Roma – Stando agli ultimi dati forniti da Spamhaus , il numero dei server di comando&controllo (C&C) usati per gestire le botnet di PC “zombificati” ha sperimentato un livello di crescita annuale significativo. Vanno forte soprattutto le botnet basate su dispositivi IoT , una minaccia che nei mesi scorsi ha dimostrato tutta la sua pericolosità con la proliferazione del codice di Mirai.

In totale, fra il 2016 e il 2017 c’è stato un incremento del 32% dei server C&C che sono proliferati fino a raggiungere e superare le 9.500 unità; per i soli server C&C delle botnet IoT, invece, si parla di una vera e propria esplosione dai 393 server del 2016 ai 943 risultati attivi alla fine dell’anno scorso.

Le botnet analizzate da Spamhaus sono adoperate dai cyber-criminali per ogni genere di azione malevola come attacchi distribuiti DDoS , invio di mail spazzatura, gestione dei trojan bancari, distribuzione di malware aggiuntivi o raccolta dei dati sensibili – anche finanziari – rubati agli utenti.

La grande maggioranza (68%) dei centri C&C è rappresentata da server regolarmente acquistati dai criminali presso le società di hosting, dice ancora Spamhaus, mentre il resto è rappresentato da server compromessi e “schiavizzati” allo scopo di controllare le botnet.

Per quanto riguarda gli esemplari di codice malevolo che si nascondono dietro le reti di dispositivi zombi, infine, i numeri incoronano il malware ruba-informazioni Pony come quello più popolare presso i cyber-criminali con 1015 server C&C. I numeri delle botnet da IoT non fanno differenza tra le diverse famiglie di malware, di certo è ipotizzabile l’influenza nefasta del codice sorgente di Mirai sulla popolarità in aumento di questo genere di minacce.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Emilia C scrive:
    FITUSI!
    Oggi sono qui, a Redmond.. FITUSI!Se avete il coraggio scendete!A parlare con me! Vergogna!E io pago tonnellate di licenze! FITUSI! VERGOGNA LADRI!Bill Gates, FITUSI!Ballmer, FITUSI!Nadella, FITUSI!Lo volevo fare a nome di tutti i Winari!HO STRAPPATO L'EULACONDIVIDETE!
  • Adriano scrive:
    incensando
    "incensando" per favore no!
  • Panda Assassino scrive:
    Manca un passaggio
    Il panda ha dato il suo ok a Microsoft?Senza l'ok suo, io continuo ad usare Windows 3.1
  • xte scrive:
    Vorrei suggerire una riflessione
    Mantenere n versioni diverse di un software, per di più enorme, è un lavoro immane ovvero ha un immane costo. Microsoft di soldi e di forza lavoro ne ha, ma la sua massa di codice è razionale pensare sia sempre meno manutenibile quindi deve andar da qualche parte.Se si toglie l'annosa parte dei vecchi contratti avere un solo prodotto, ovvero servizio, vuol dire avere costi MOLTO più bassi e visto che il desktop serve oramai solo da veicolo per propinare lock-in (aka soluzioni cloud) perché preoccuparsi dei lasciti di un business model mutuato dall'industria meccanica del '900?Ora pensate alla tendenza: hardware sempre più legato al software e software smaccatamente non più prodotto e fuori dal controllo dell'utente, sotto il pieno controllo del vendor? Vi suona un campanello? I VOSTRI dati, le credenziali dei VOSTRI servizi ed in ultima analisi una parte dei vostri beni in mano a terzi, anzi a pochissimi terzi, enormi, sovranazionali. Se la cosa non vi piace considerate che quella attuale è una naturale e giusta evoluzione tecnica, il problema non è li, il problema è nel concetto di software proprietario.
    • El Salvator scrive:
      Re: Vorrei suggerire una riflessione
      E già, peccato che il 90% dei Pecoroni non sappia neanche cosa serve per programmare,tutti vogliono il sistema operativo gratis, tutti su "Android", sono gratis.Però a spendere 50cent per upgrade del giochino subito, altrimenti dovete aspettare, uuuu.E allora pagate con la vostra vita, ironia?Voi avete foraggiato i social con tutto quello che serviva, loro sanno chi siete, i vostri amici,i vostri contatti,sanno dove siete, cosa mangiate, dove andate e anche con chi.A si, avete le opzioni privacy, che si aggirano in un nano secondo, e non parlo delle pseudo falle della sicurezza.avevano bisogno di sincronizzare qualche cosa e se la sono inventata, e tutti giu ad aggiornare.E intanto i pecoroni, giu ad eliminare i desktop, sono antichi, bravi bravi.quei 4 gatti che pensano di sapere programmare, li sofferenti a fare app per massimo due piattaforme,casualmente Apple e Android, che fondamentalmente sono troppo simili anche come codice, con le medesime libreriee sniplet di codice, poverini non riescono ad usare Win10, almeno un sistema operativo crossplatform mobile e desktop,le stesse app potevano girare su pc e mobile, no troppo difficile, non ho le librerie compatibili, poverini.Mi vien da piangere, per non parlare del "Social".Una volta si facevano serate con amici, una pizza e tutti a scherzare insieme, ora vedi tavolate di persone chechattano con chi sa chi, magari amico di fronte, mentre aspettano la pizza. che tristezza, W il social.
      • xte scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione
        A me non da fastidio il bipede che sceglie il cetriolo, a me da fastidio che dietro a lui lo prenda pure io IOW mi da fastidio che dietro ai trend attuali mi trovi anche "PC" classici trasformati in dispositivi mobili con lock-in sempre più forte, mi da fastidio e mi DANNEGGIA.Mi danneggia trovare sempre più servizi web-only, per scelta esplicita, sempre più servizi di comunicazione che parlano solo con se stessi anziché usare un qualche standard.Questo è il problema.
        • Simone scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: xte
          mi da fastidio che dietro ai
          trend attuali mi trovi anche "PC" classici
          trasformati in dispositivi mobili con lock-in
          sempre più forte, mi da fastidio e mi
          DANNEGGIA.
          Straquoto. Windows 10 non è male, ma lo diventa appena inizia a voler fare cose che con i desktop ed il mondo aziendale non ci azzeccano una fava, tipo che ogni utente si può scaricare le sue app dallo store.
          Mi danneggia trovare sempre più servizi web-only,
          per scelta esplicita, sempre più servizi di
          comunicazione che parlano solo con se stessi
          anziché usare un qualche
          standard.

          Questo è il problemacondivido
      • panda rossa scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione
        - Scritto da: El Salvator
        poverini non riescono ad
        usare Win10, almeno un sistema operativo
        crossplatform mobile e
        desktop,Non diciamo XXXXXXX.Windows e' una XXXXX, soprattutto da quando hanno imposto un sistema contemporaneamente per desktop che per mobile.Il risultato e' che si riesce ad usare ne' con l'uno ne' con l'altro.
        • pippofranco scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: El Salvator

          poverini non riescono ad

          usare Win10, almeno un sistema operativo

          crossplatform mobile e

          desktop,

          Non diciamo XXXXXXX.
          Windows e' una XXXXX, soprattutto da quando hanno
          imposto un sistema contemporaneamente per desktop
          che per
          mobile.

          Il risultato e' che si riesce ad usare ne' con
          l'uno ne' con
          l'altro.
    • maxsix scrive:
      Re: Vorrei suggerire una riflessione

      Ora pensate alla tendenza: hardware sempre più
      legato al software e software smaccatamente non
      più prodotto e fuori dal controllo dell'utente,
      sotto il pieno controllo del vendor? Vi suona un
      campanello? No. Nessun campanello.Gli utenti hanno fatto sempre quello che noi sviluppatori abbiamo conXXXXX.Perché gli utenti se non vogliono un fermacarte (prezioso o no è indifferente) con un cursore lampeggiante davanti al naso devono "piegarsi" a quello che noi facciamo e a quello che noi vogliamo.
      I VOSTRI dati, le credenziali dei
      VOSTRI servizi ed in ultima analisi una parte dei
      vostri beni in mano a terzi, anzi a pochissimi
      terzi, enormi, sovranazionali. Qui sono d'accordo.
      Se la cosa non vi
      piace considerate che quella attuale è una
      naturale e giusta evoluzione tecnica, il problema
      non è li, il problema è nel concetto di software
      proprietario.Assolutamente no. Il software proprietario è da sempre il motore economico per portare soldi nel mondo IT. Se tu guardi, e sei realista, tutti i software open sono versioni rivedute e corrette di software proprietari, dei cloni se vogliamo, oppure poggiano le loro fondamenta su alternative concettuali di software proprietari.Il software open va bene, lo usiamo tutti, ma ricordiamo sempre che c'è chi sponsorizza. E quella moneta arriva dal software proprietario.Ricordo che lo stesso Linux è tenuto in piedi con i soldi delle major e che mastro torvaldo prendo lo stipendio da loro. Ed è giusto che sia così.E infine vorrei ricordare che Linux sta in piedi anche grazie ai soldi di Microsoft che è uno dei platinum member di Linux Foundation.https://techcrunch.com/2016/11/16/microsoft-joins-the-linux-foundation/Se non si tiene conto di questa semplice verità si fa solo che la figura degli infami.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2018 10.27-----------------------------------------------------------
      • xte scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione

        Gli utenti hanno fatto sempre quello che
        noi sviluppatori abbiamo conXXXXX.Non ci capiamo: un conto è un progetto FOSS dove chi sviluppa è *anche* utente, l'utente "tipo" è vario, ovvero qualcuno contribuisce con patch. bug report, discussioni su ml/gruppi a tema, traduzioni, semplice "pubblicità" utile a far crescere la community e di conseguenza il numero di contributors, un altro è un progetto proprietario in cui chi sviluppa lo fa per vendere, non per usare e l'utente non può che essere un cliente.
        Assolutamente no. Il software proprietario
        è da sempre il motore economico per portare
        soldi nel mondo IT.Se guardi la storia dell'IT vedrai che il software proprietario è nato DOPO l'informatica, quando questa è diventata "popolare" nel senso di diffusione non più elitaria. Un tempo tutte le aziende dell'informatica, dalla DEC alla Xerox erano "aperte", software gratuito con source disponibili al cliente, schemi circuitali ecc idem. E ai tempi si innovava ad una velocità oggi ignota.
        Se tu guardi, e sei realista, tutti i
        software open sono versioni rivedute
        e corrette di software proprietariDimmi: l'infrastruttura informativa di internet dal dns in giù che clone è di cosa? Dimmi il primo browser al mondo di cosa era il clone? Il più famoso motore html al mondo da cosa deriva?Se proprio vogliamo andare all'estremo il 100% del software proprietario è una versione riveduta di software a sorgente aperto, se vogliamo ristare più coi piedi per terra il 90% o più del software proprietario si basa su progetti FOSS e solo grazie ad essi esiste l'informatica odierna...
        E infine vorrei ricordare che Linux sta in piedi
        anche grazie ai soldi di Microsoft che è uno dei
        platinum member di Linux Foundation.Temo che tu non sappia cosa sia il software libero e quale sia il suo modello di sviluppo. Per chiarire FOSS non vuol dire software sviluppato gratis dallo studente brufoloso in garage. Vuol dire software sviluppato per uno scopo, sia dalla studente brufoloso, che dal ricercatore, che dalla più o meno grande azienda o PA le cui source vengono pubblicate e lo sviluppo aperto alla community per avere il proprio software evoluto, espanso, corretto ecc ad un costo incommensurabilmente più basso di quel che si potrebbe avere tentando di realizzarlo in casa. I membri della Linux foundation non sono benefattori o gente che fa donazioni per qualche sgravio fiscale, sono li perché Linux gli serve.
        Se non si tiene conto di questa semplice
        verità si fa solo che la figura degli infami.Temo che tu non comprendendo come funziona il FOSS ti sia fatto un'idea un pelo limitata...
        • max_sux scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          Lascialo perdere è un XXXXXXXX ignorantissimo.
          • maxsix scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: max_sux
            Lascialo perdere è un XXXXXXXX ignorantissimo.Quando parlano gli adulti i bambini stanno zitti e ascoltano.Tua mamma dovrebbe avertelo insegnato.
          • zit struzx scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: max_sux

            Lascialo perdere è un XXXXXXXX
            ignorantissimo.

            Quando parlano gli adulti i bambini stanno zitti
            e
            ascoltano.
            E allora XXXXX parli a fare!?!
        • maxsix scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: xte

          Gli utenti hanno fatto sempre quello che

          noi sviluppatori abbiamo conXXXXX.
          Non ci capiamo: un conto è un progetto FOSS dove
          chi sviluppa è *anche* utente, l'utente "tipo" è
          vario, ovvero qualcuno contribuisce con patch.
          bug report, discussioni su ml/gruppi a tema,
          traduzioni, semplice "pubblicità" utile a far
          crescere la community e di conseguenza il numero
          di contributors, un altro è un progetto
          proprietario in cui chi sviluppa lo fa per
          vendere, non per usare e l'utente non può che
          essere un
          cliente.
          Ok, quindi?Il progetto FOSS ha per la stragrande maggioranza dei casi un obbiettivo. Quello di assolvere a un qualcosa di già esistente per renderlo gratuito. Che gratuito non è, nel senso che si portano a valore 0 tutte le ore degli sviluppatori che contribuiscono.Giusto? Ne si e ne no, sono scelte che si fanno, ma di sicuro non devono e non possono diventare regola universale.

          Assolutamente no. Il software proprietario

          è da sempre il motore economico per portare

          soldi nel mondo IT.
          Se guardi la storia dell'IT vedrai che il
          software proprietario è nato DOPO l'informatica,
          quando questa è diventata "popolare" nel senso di
          diffusione non più elitaria. Un tempo tutte le
          aziende dell'informatica, dalla DEC alla Xerox
          erano "aperte", software gratuito con source
          disponibili al cliente, schemi circuitali ecc
          idem. E ai tempi si innovava ad una velocità oggi
          ignota.Ma anche no. I vari Xerox e DEC brevettavano i loro sistemi e poi li facevano sviluppare ad altri rendendoli pubblici. Un po' come succede oggi, ne più e ne meno. Ma il brevetto c'è, e serve per conservare il proprio investimento aziendale che è fatto di ore uomo e di struttura.Ci sono pochi casi eclatanti in cui questo non è sucXXXXX, uno famoso è quello della GUI e del mouse dove Jobs ha costruito una cattedrale su una cappellata di Xerox.Penso siano ancora li a mangiarsi le mani, ma pazienza.


          Se tu guardi, e sei realista, tutti i

          software open sono versioni rivedute

          e corrette di software proprietari
          Dimmi: l'infrastruttura informativa di internet
          dal dns in giù che clone è di cosa? Dimmi il
          primo browser al mondo di cosa era il clone? Il
          più famoso motore html al mondo da cosa
          deriva?Dico ma prima di scrivere queste scemenze ti documenti un filo?Sarebbe meglio.Internet (o meglio il protocollo TCP/IP) nasce dalle fondamenta di ARPANET, roba militare, la cosa più closed che esista. Sbobba pagata dai contribuenti americani con milioni di dollari. Giusto per capirsi ARPANET nel 66 ottenne 1 milione di dollari per essere costruita, una cifra enorme a suo tempo anche solo comparata all'ammontare totale di tutto il programma Apollo. TCP/IP nasce in quanto ARPANET (fine 60) aveva raggiunto i suoi limiti e bla bla bla arrivando al dominio pubblico negli anni 90.Quindi come vediamo il mio postulato precedente ritrova il suo posto anche qui.

          Se proprio vogliamo andare all'estremo il 100%
          del software proprietario è una versione riveduta
          di software a sorgente aperto, se vogliamo
          ristare più coi piedi per terra il 90% o più del
          software proprietario si basa su progetti FOSS e
          solo grazie ad essi esiste l'informatica
          odierna...
          Ma non diciamo XXXXXXX per piacere.

          E infine vorrei ricordare che Linux sta in
          piedi

          anche grazie ai soldi di Microsoft che è uno
          dei

          platinum member di Linux Foundation.
          Temo che tu non sappia cosa sia il software
          libero e quale sia il suo modello di sviluppo.
          Per chiarire FOSS non vuol dire software
          sviluppato gratis dallo studente brufoloso in
          garage. Vuol dire software sviluppato per uno
          scopo, sia dalla studente brufoloso, che dal
          ricercatore, che dalla più o meno grande azienda
          o PA le cui source vengono pubblicate e lo
          sviluppo aperto alla community per avere il
          proprio software evoluto, espanso, corretto ecc
          ad un costo incommensurabilmente più basso di
          quel che si potrebbe avere tentando di
          realizzarlo in casa. I membri della Linux
          foundation non sono benefattori o gente che fa
          donazioni per qualche sgravio fiscale, sono li
          perché Linux gli
          serve.Stringi stringi abbiamo che il progetto open più grande al mondo è finanziato e mantenuto dai chi sviluppa codice closed. Per i propri fini, certo. E quindi?E quindi Linux oggi esiste ed è quello che è grazie alla Linux Foundation che paga chi gestisce e scrive i core necessari. Questo sto dicendo, che in realtà i progetti open che funzionano e stanno bene hanno SEMPRE dietro chi paga. E abbiamo visto anche che fine fanno i progetti open a cui vengono meno le risorse delle major.E' un legame a doppio filo, per avere un idea precisa devi guardarli entrambi, non puoi sempre e solo guardare quello che c'è in cantina, e sopratutto ringraziare chi lo permette.


          Se non si tiene conto di questa semplice

          verità si fa solo che la figura degli infami.
          Temo che tu non comprendendo come funziona il
          FOSS ti sia fatto un'idea un pelo
          limitata...Io invece temo che tu veda FOSS come una bandiera al vento ma non ti sei accorto perché è li, di chi è il pennone a cui è ancorata, chi la lava quando è sXXXXX e chi la ripara quando si rompe.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2018 15.38-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: maxsix

            Ok, quindi?
            Il progetto FOSS ha per la stragrande maggioranza
            dei casi un obbiettivo. Quello di assolvere a un
            qualcosa di già esistente per renderlo gratuito.No, mica sempre.Spesso e' quello di creare qualcosa che non c'era e di cui si aveva bisogno.
            Che gratuito non è, nel senso che si portano a
            valore 0 tutte le ore degli sviluppatori che
            contribuiscono.Tu non devi misurare in euro, perche' non si usa l'euro per misurare la conoscenza.
            Giusto? Ne si e ne no, sono scelte che si fanno,
            ma di sicuro non devono e non possono diventare
            regola
            universale.La legge dice che dopo tot anni le licenze software scadono e tutto il software diventa pubblico dominio.Quindi la regola universale c'e' gia'.
            Internet (o meglio il protocollo TCP/IP) nasce
            dalle fondamenta di ARPANET, roba militare, la
            cosa più closed che esista. Tutto cio' che e' closed diventa open.Il viceversa non vale.
            Sbobba pagata dai
            contribuenti americani con milioni di dollari.
            Giusto per capirsi ARPANET nel 66 ottenne 1
            milione di dollari per essere costruita, una
            cifra enorme a suo tempo anche solo comparata
            all'ammontare totale di tutto il programma
            Apollo. TCP/IP nasce in quanto ARPANET (fine 60)
            aveva raggiunto i suoi limiti e bla bla bla
            arrivando al dominio pubblico negli anni
            90.Benissimo.Mi pare che l'investimento sia stato ampiamente ripagato.E quindi?
            Quindi come vediamo il mio postulato precedente
            ritrova il suo posto anche
            qui.Proprio no.
          • xte scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            Temo tu non conosca abbastanza la storia dell'informatica per comprendere cosa sia il FOSS. Del resto non comprendi manco perché Linux può benissimo essere finanziato da *n* soggetti diversi ed essere FOSS, non riesci a comprendere che Free Software != gratis.Prova a documentarti e vedrai che la stragrande maggioranza delle innovazioni sono avvenute in epoche dove il codice era aperto, per il resto la stragrande maggioranza del software del mondo è basata o esiste grazie al FOSS. Se vuoi qualche esempio: dimmi chi ha fatto il primo browser (gopher incluso, se sai che è esistito), le prime mail (protocollo e software relativo), dns, ... C'è sempre un progetto FOSS dietro, anche perché non sarebbe mai andato lontano altrimenti.
          • maxsix scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: xte
            Temo tu non conosca abbastanza la storia
            dell'informatica per comprendere cosa sia il
            FOSS. Del resto non comprendi manco perché Linux
            può benissimo essere finanziato da *n* soggetti
            diversi ed essere FOSS, non riesci a comprendere
            che Free Software !=
            gratis.
            E io cosa sto dicendo scusa?Ti sto dicendo che dietro al mondo FOSS che funziona ci sono le major. Ti piace o non ti piace non è un mio problema.
            Prova a documentarti e vedrai che la stragrande
            maggioranza delle innovazioni sono avvenute in
            epoche dove il codice era aperto, per il resto la
            stragrande maggioranza del software del mondo è
            basata o esiste grazie al FOSS. Se vuoi qualche
            esempio: dimmi chi ha fatto il primo browser
            (gopher incluso, se sai che è esistito), le prime
            mail (protocollo e software relativo), dns, ...
            C'è sempre un progetto FOSS dietro, anche perché
            non sarebbe mai andato lontano
            altrimenti.Il codice è aperto se io voglio, altrimenti no.E che questa del codice aperto sia la migliore soluzione possibile, oltre ad inapplicabile è una XXXXXXXta galattica [cit]Ps: il WWW è nato su.... che più closed non poteva essere. A te la ricerca su Wikipedia.
          • xte scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione

            Ti sto dicendo che dietro al mondo FOSS
            che funziona ci sono le major.Continui a NON capire: al mondo abbiamo bisogno di software, libero, che lo scriva tizio, caio o sempronio poco importa. Cosa credi che se Google, IBM, Microsoft, Oracle ecc sparissero sparirebbe anche il FOSS ed i computers? Te l'han venduta così bene quelli del loro marketing?
            E che questa del codice aperto sia la migliore
            soluzione possibile, oltre ad inapplicabile è
            una XXXXXXXta galatticaDOvresti leggerti qualche libro di Frederick P. Brooks, il "padre dei mainframe IBM" aka SystemZ, tipo ad es. The mythical man-month. O pensi che anche lui, come ESR, Jon (maddog) Hall, Rob Pike, ... tutta gente che di informatica non ne capisce nulla immagino, dopotutto son i vecchi inventori della moderna informatica, oramai superati dal markettaro in giacca&cravatta...
      • panda rossa scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione
        - Scritto da: maxsix
        Assolutamente no. Il software proprietario è da
        sempre il motore economico per portare soldi nel
        mondo IT. Balle!Il mondo IT vive su consulenza e su servizi.Vive sulla professionalita' dei tecnici.Il mondo dei bottegai e dei markettari e' finito da un pezzo.Il software proprietario e' una catena al collo.
        Se tu guardi, e sei realista, tutti i
        software open sono versioni rivedute e corrette
        di software proprietari, dei cloni se vogliamo,Ma vatti a nascondere.Tutti i compilatori sono open.Tutti gli algoritmi sono open.La crittografia e' open.I protocolli di comunicazione sono open.
        oppure poggiano le loro fondamenta su alternative
        concettuali di software
        proprietari.Tipo il mac che e' un derivato di BSD?(rotfl)
        Il software open va bene, lo usiamo tutti, ma
        ricordiamo sempre che c'è chi sponsorizza.Ma proprio no.Il software open e' li', e non ha bisogno di sponsor per essere usato.
        E
        quella moneta arriva dal software
        proprietario.

        Ricordo che lo stesso Linux è tenuto in piedi con
        i soldi delle major e che mastro torvaldo prendo
        lo stipendio da loro. Ed è giusto che sia
        così.Linux sarebbe rimasto in piedi comunque, col suo modello iniziale.I soldi delle major servono solo per fare le cose piu' velocemente, non per fare le cose, che verrebbero fatte COMUNQUE.
        E infine vorrei ricordare che Linux sta in piedi
        anche grazie ai soldi di Microsoft che è uno dei
        platinum member di Linux
        Foundation.Linux sta in piedi COMUNQUE. Non ha bisogno di quell'elemosina.
        Se non si tiene conto di questa semplice verità
        si fa solo che la figura degli
        infami.La figura degli infami la fa chi denigra l'open e racconta balle colossali.
        • maxsix scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: maxsix


          Assolutamente no. Il software proprietario è
          da

          sempre il motore economico per portare soldi
          nel

          mondo IT.

          Balle!
          Il mondo IT vive su consulenza e su servizi.Consulenza su?Servizi che riguardano?
          Vive sulla professionalita' dei tecnici.
          Pagati.Altrimenti saremmo tutti sguatteri al McDonald di turno.
          Il mondo dei bottegai e dei markettari e' finito
          da un
          pezzo.
          Il software proprietario e' una catena al collo.
          Detto da uno come te che non ha mai scritto una riga di codice fa solo che sorridere.E quando lo fai qui ridiamo per settimane.

          Se tu guardi, e sei realista, tutti i

          software open sono versioni rivedute e
          corrette

          di software proprietari, dei cloni se
          vogliamo,

          Ma vatti a nascondere.
          Tutti i compilatori sono open.
          Tutti gli algoritmi sono open.
          La crittografia e' open.
          I protocolli di comunicazione sono open.
          E grazie a chi?A te?A me?A Gigi?E visto che è tutto open, per cortesia mi metteresti i sorgenti dell'algoritmo di ricerca di Google?Quello di oggi eh.

          oppure poggiano le loro fondamenta su
          alternative

          concettuali di software

          proprietari.

          Tipo il mac che e' un derivato di BSD?
          (rotfl)
          BSD è finanziata anche da Apple. Come Linux Foundation ha i suoi.Quindi? Torniamo sempre li, l'open esiste perché ci sono i soldi. E i soldi arrivano da chi?E tu come fai a scrivere le tue cagate qui su PI? Qualcuno la pagherà quella maledetta connessione o no?

          Il software open va bene, lo usiamo tutti, ma

          ricordiamo sempre che c'è chi sponsorizza.

          Ma proprio no.
          Il software open e' li', e non ha bisogno di
          sponsor per essere
          usato.
          Ah certo come no. Tanti sviluppano o ci provano, per emergere, per trovare il loro posto nella montagna della moneta sonante.E vediamo anche che quando non succede, bum, tutto cade, tutto fallisce, perché è la moneta o l'idea di farne, che muove tutto questo.

          E

          quella moneta arriva dal software

          proprietario.



          Ricordo che lo stesso Linux è tenuto in
          piedi
          con

          i soldi delle major e che mastro torvaldo
          prendo

          lo stipendio da loro. Ed è giusto che sia

          così.

          Linux sarebbe rimasto in piedi comunque, col suo
          modello
          iniziale.XXXXXXX. Torvaldo ha pescato il suo jolly e ha vinto, bravo lui.Ora non è altro che un prezzolato dipendente di Linux Foundation, nella sua busta paga c'è anche il marchio dell'odiata Microsoft, si quella di Billy cancelli e balmerd. Quella dell'odiato neadella e il suo Azure.Ficcatelo bene in testa.
          I soldi delle major servono solo per fare le cose
          piu' velocemente, non per fare le cose, che
          verrebbero fatte
          COMUNQUE.
          XXXXXXX.Gli sviluppatori non vivono di aria. Possono provarci per un periodo, ma se non funziona si chiude e si passa ad altro. L'open è pieno, strapieno, di casi sifatti.

          E infine vorrei ricordare che Linux sta in
          piedi

          anche grazie ai soldi di Microsoft che è uno
          dei

          platinum member di Linux

          Foundation.

          Linux sta in piedi COMUNQUE. Non ha bisogno di
          quell'elemosina.
          XXXXXXX anche qui.


          Se non si tiene conto di questa semplice
          verità

          si fa solo che la figura degli

          infami.

          La figura degli infami la fa chi denigra l'open e
          racconta balle
          colossali.La figura degli ignoranti è invece non capire che l'open esiste come prolungamento del closed. Ad esso è legato sia per competizione da un lato che per finanziamento economico.Avresti ragione se Linux (o BSD) fossero completamente indipendenti, invece non è, quindi prendi atto della realtà e stai zitto.Che l'ultimo kernel che hai compilato, ha scritto dentro "paid from Microsoft and friends".Quindi non fare l'infame nei loro confronti, non ti conviene.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2018 16.06-----------------------------------------------------------
      • Traduttore automagico scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione
        - Farfugliato da: maxsix
        Gli utenti hanno fatto sempre quello che noi
        sviluppatori abbiamo conXXXXX.
        Perché gli utenti se non vogliono un fermacarte
        (prezioso o no è indifferente) con un cursore
        lampeggiante davanti al naso devono "piegarsi" a
        quello che noi facciamo e a quello che noi
        vogliamo.Traduzione: noi sviluppatori di commenti alle 5.20 del mattino vorremmo avere utonti come quelli di Apple, che si piegano a 90 ad ogni suo volere.
        Il software proprietario è da
        sempre il motore economico per portare soldi nel
        mondo IT. Se tu guardi, e sei realista, tutti i
        software open sono versioni rivedute e corrette
        di software proprietari, dei cloni se vogliamo,
        oppure poggiano le loro fondamenta su alternative
        concettuali di software proprietari.Traduzione: è giunto il momento di fare la solita figura di XXXXX. Sentite questa: il motore economico del software salvato dall'opensource e poi sviluppato ben oltre l'origine non può che essere quella roba che era fallita come closed. Per farla meglio, sorvoliamo sui cloni closed che si scopiazzano l'un l'altro già dal CP/M vs DOS e prima ancora, fino a, ohibò, feature di Windows "ispirate" a Linux.
        Il software open va bene, lo usiamo tutti, ma
        ricordiamo sempre che c'è chi sponsorizza. E
        quella moneta arriva dal software
        proprietario.Traduzione: facciamo finta che Google non esista e che non lo sappiano neanche i muri che la sua moneta arrivi dalla pubblicità, per esempio, o tanto altro:https://en.wikipedia.org/wiki/Business_models_for_open-source_softwarese no la figura di XXXXX non è abbastanza grossa.
        Ricordo che lo stesso Linux è tenuto in piedi con
        i soldi delle major e che mastro torvaldo prendo
        lo stipendio da loro. Ed è giusto che sia
        così.Traduzione: prendo stipendio dalle major e mi vengono questi lapsus qui, quando cerco di fare l'influencer del martedì.
        Se non si tiene conto di questa semplice verità
        si fa solo che la figura degli infami.Traduzione: che infami che siete a non credere a queste XXXXXXX, gne gne!
        • maxsix scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: Traduttore automagico
          - Farfugliato da: maxsix

          Gli utenti hanno fatto sempre quello che noi

          sviluppatori abbiamo conXXXXX.

          Perché gli utenti se non vogliono un
          fermacarte

          (prezioso o no è indifferente) con un cursore

          lampeggiante davanti al naso devono
          "piegarsi"
          a

          quello che noi facciamo e a quello che noi

          vogliamo.

          Traduzione: noi sviluppatori di commenti alle
          5.20 del mattino vorremmo avere utonti come
          quelli di Apple, che si piegano a 90 ad ogni suo
          volere.
          Il tuo dramma è proprio questo. Tu sei sempre piegato agli sviluppatori.Avere il diritto di usare apt-get Install gratuitamente non fa si che tu sia "libero". Stai solo usando liberamente ciò che chi ha sviluppato ti ha conXXXXX.Vuoi toglierti da questo gioco? Prego, il cursore lampeggiante è li che ti aspetta, come ha aspettato noi, del resto.

          Il software proprietario è da

          sempre il motore economico per portare soldi
          nel

          mondo IT. Se tu guardi, e sei realista,
          tutti
          i

          software open sono versioni rivedute e
          corrette

          di software proprietari, dei cloni se
          vogliamo,

          oppure poggiano le loro fondamenta su
          alternative

          concettuali di software proprietari.

          Traduzione: è giunto il momento di fare la solita
          figura di XXXXX. Sentite questa: il motore
          economico del software salvato dall'opensource e
          poi sviluppato ben oltre l'origine non può che
          essere quella roba che era fallita come closed.
          Per farla meglio, sorvoliamo sui cloni closed che
          si scopiazzano l'un l'altro già dal CP/M vs DOS e
          prima ancora, fino a, ohibò, feature di Windows
          "ispirate" a Linux.
          Ma vogliamo invece parlare di quanto i vari DM sono ispirati a windows?O al Mac?No?Non vi inventate niente, e se lo fate avete bisogno come tutti dei soldi per sostenerlo. E i soldi o li metti tu o li mette qualcun'altro che si impossessa di fatto.E' la semplice realtà, se non ti sta bene pazienza.


          Il software open va bene, lo usiamo tutti, ma

          ricordiamo sempre che c'è chi sponsorizza. E

          quella moneta arriva dal software

          proprietario.

          Traduzione: facciamo finta che Google non esista
          e che non lo sappiano neanche i muri che la sua
          moneta arrivi dalla pubblicità, per esempio, o
          tanto
          altro:
          https://en.wikipedia.org/wiki/Business_models_for_
          se no la figura di XXXXX non è abbastanza grossa.
          Google è un ingranaggio del closed ricordatelo bene.E sponsorizza l'open, dove e quando gli conviene, quindi ho ragione anche qui.Te lo sei già dimenticato quel XXXXX di Android che hai in tasca?

          Ricordo che lo stesso Linux è tenuto in
          piedi
          con

          i soldi delle major e che mastro torvaldo
          prendo

          lo stipendio da loro. Ed è giusto che sia

          così.

          Traduzione: prendo stipendio dalle major e mi
          vengono questi lapsus qui, quando cerco di fare
          l'influencer del
          martedì.
          Eh? Coso, guarda che quello che ho detto sono DATI di fatto.Il vostro eroe, mastro torvaldo, è STIPENDIATO da tutte le major.E il suo amichetto, forse, piedi puzzosi, che vuole fare tutto FOSS e open cristallino è ancora fermo alla riga 100 del suo kernel HURD.

          Se non si tiene conto di questa semplice
          verità

          si fa solo che la figura degli infami.

          Traduzione: che infami che siete a non credere a
          queste XXXXXXX, gne
          gne!Guarda che se non credi alla verità non è mica un problema, va di moda.Ma di scie chimiche non si vive, siano open o closed.Puoi andare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Traduttore automagico

            - Farfugliato da: maxsix


            Gli utenti hanno fatto sempre quello
            che
            noi


            sviluppatori abbiamo conXXXXX.


            Perché gli utenti se non vogliono un

            fermacarte


            (prezioso o no è indifferente) con un
            cursore


            lampeggiante davanti al naso devono

            "piegarsi"

            a


            quello che noi facciamo e a quello che
            noi


            vogliamo.



            Traduzione: noi sviluppatori di commenti alle

            5.20 del mattino vorremmo avere utonti come

            quelli di Apple, che si piegano a 90 ad ogni
            suo

            volere.



            Il tuo dramma è proprio questo. Tu sei sempre
            piegato agli
            sviluppatori.Il mondo del terzo millennio e' piegato agli sviluppatori.Di cui alcuni contribuiscono ad incrementare e diffondere la cultura dell'umanita', altri, una minima parte, sono dei rozzi bottegai che pensano solo al loro meschino tornaconto.
            Avere il diritto di usare apt-get Install
            gratuitamente non fa si che tu sia "libero". Stai
            solo usando liberamente ciò che chi ha sviluppato
            ti ha
            conXXXXX.Ha parlato l'uomo apple.Tu pure l'hardware che usi ti viene conXXXXX di usarlo.E lo hai pure pagato!
            Vuoi toglierti da questo gioco? Prego, il cursore
            lampeggiante è li che ti aspetta, come ha
            aspettato noi, del
            resto.Vedi il tuo errore? Il cursore non aspetta lui.Aspetta uno qualunque.Il risultato sara' a disposizione di tutti.

            Non vi inventate niente, e se lo fate avete
            bisogno come tutti dei soldi per sostenerlo. E i
            soldi o li metti tu o li mette qualcun'altro che
            si impossessa di
            fatto.Niente affatto.Il software libero non ha bisogno di soldi.Non confondere quei tre o quattro grossi progetti con le migliaia e migliaia di piccole applicazioni, librerie, estensioni che esistono nel mondo Open, e che non hanno richiesto un solo centesimo.
            E' la semplice realtà, se non ti sta bene
            pazienza.Realta' che tu non conosci e quindi dovresti evitare di parlarne.





            Il software open va bene, lo usiamo
            tutti,
            ma


            ricordiamo sempre che c'è chi
            sponsorizza.
            E


            quella moneta arriva dal software


            proprietario.



            Traduzione: facciamo finta che Google non
            esista

            e che non lo sappiano neanche i muri che la
            sua

            moneta arrivi dalla pubblicità, per esempio,
            o

            tanto

            altro:


            https://en.wikipedia.org/wiki/Business_models_for_

            se no la figura di XXXXX non è abbastanza
            grossa.


            Google è un ingranaggio del closed ricordatelo
            bene.
            E sponsorizza l'open, dove e quando gli conviene,
            quindi ho ragione anche
            qui.
            Te lo sei già dimenticato quel XXXXX di Android
            che hai in
            tasca?Qui abbiamo in tasca tutti una rom libera, altro che Android.
            Il vostro eroe, mastro torvaldo, è STIPENDIATO da
            tutte le
            major.
            E il suo amichetto, forse, piedi puzzosi, che
            vuole fare tutto FOSS e open cristallino è ancora
            fermo alla riga 100 del suo kernel
            HURD.Hai fretta?Io posso aspettare.
            Guarda che se non credi alla verità non è mica un
            problema, va di
            moda.
            Ma di scie chimiche non si vive, siano open o
            closed.Ma di software open si vive benissimo.Sei tu che non sei capace.
            Puoi andare.Dopo di te.
          • maxsix scrive:
            Re: Vorrei suggerire una riflessione
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Traduttore automagico


            - Farfugliato da: maxsix



            Gli utenti hanno fatto sempre
            quello

            che

            noi



            sviluppatori abbiamo conXXXXX.



            Perché gli utenti se non vogliono
            un


            fermacarte



            (prezioso o no è indifferente) con
            un

            cursore



            lampeggiante davanti al naso devono


            "piegarsi"


            a



            quello che noi facciamo e a quello
            che

            noi



            vogliamo.





            Traduzione: noi sviluppatori di
            commenti
            alle


            5.20 del mattino vorremmo avere utonti
            come


            quelli di Apple, che si piegano a 90 ad
            ogni

            suo


            volere.






            Il tuo dramma è proprio questo. Tu sei sempre

            piegato agli

            sviluppatori.

            Il mondo del terzo millennio e' piegato agli
            sviluppatori.
            Ecco bravo, hai capito il concetto.Era ora sistemista.Stammi bene e ramazza la sala macchine.
            Di cui alcuni contribuiscono ad incrementare e
            diffondere la cultura dell'umanita', altri, una
            minima parte, sono dei rozzi bottegai che pensano
            solo al loro meschino
            tornaconto.
            E tu in un modo o nellaltro subisci.Basta che te ne fai una ragione però.

            Qui abbiamo in tasca tutti una rom libera, altro
            che
            Android.
            Una ROM libera? Ma fammi un piacere.... qua di libero ci sono solo le XXXXXXX che ti frullano in testa.
            Sei tu che non sei capace.
            Io uso software libero e proprietario quando e dove mi serve.Non cambia di una virgola il discorso.

            Puoi andare.

            Dopo di te.Nono, gli eroi con il cappello di stagnola sempre per primi.
      • Azzano cronicle scrive:
        Re: Vorrei suggerire una riflessione
        (rotfl)(rotfl)

        No. Nessun campanello.
        Gli utenti hanno fatto sempre quello che noi
        sviluppatori abbiamo
        conXXXXX.Noi chi?(rotfl)(rotfl)L'unica cosa che hai sviluppato (in misura notevole bisogna dirlo) è la capacità di postare stupidaggini su PI.

        tutti i
        software open sono versioni rivedute e corrette
        di software proprietari, dei cloni se vogliamo,
        oppure poggiano le loro fondamenta su alternative
        concettuali di software
        proprietari.
        (rotfl)(rotfl)Quindi internet (fatta di software standard è open) è "ispirata" a che?(rotfl)Annamo bene!2 XXXXXXX su 2 concetti postati.
        • maxsix scrive:
          Re: Vorrei suggerire una riflessione
          - Scritto da: Azzano cronicle
          (rotfl)(rotfl)




          No. Nessun campanello.

          Gli utenti hanno fatto sempre quello che noi

          sviluppatori abbiamo

          conXXXXX.
          Noi chi?
          (rotfl)(rotfl)
          L'unica cosa che hai sviluppato (in misura
          notevole bisogna dirlo) è la capacità di postare
          stupidaggini su
          PI.



          tutti i

          software open sono versioni rivedute e
          corrette

          di software proprietari, dei cloni se
          vogliamo,

          oppure poggiano le loro fondamenta su
          alternative

          concettuali di software

          proprietari.


          (rotfl)(rotfl)
          Quindi internet (fatta di software standard è
          open) è "ispirata" a
          che?
          (rotfl)

          Annamo bene!
          2 XXXXXXX su 2 concetti postati.Toh, giaguaro. Tutto bene? Tu confondi i protocolli di funzionamento con il software che ci gira sopra.Come tra i binari e il treno che ci corre sopra. E pensa quanti treni ci passano li sopra, di tutti i colori e di tutte le forme, ma se non ti sei accorto, come al solito, stiamo parlando di chi i treni lo costruisce, come è chi paga.Insomma, sempre brutte figure.Saluti da Azzano
  • una trriste verita scrive:
    che letamaio
    che è questo sito. Si un sito fallito da decenni, che viene tenuto in vita da falliti pseudo informatici, che postano e ripostano in modo sequenziale, XXXXXXXte e XXXXXXXte che in tutta le rete italiana, non avrebbero ne acXXXXX, ne permesso!LEVATEVI DAL XXXXX TUTTI QUANTI, ALMENO SPARISCE PURE STO' PSEUDO FORUM DEL XXXXX!XXXXX INCALLITI, LEVATEVI DALLA TASTIERA E ANDATE A DONNE, XXXXX DEL XXXXX!
    • 5966976a1b9 scrive:
      Re: che letamaio
      Non mi sembra che il tuo livello culturale sia molto meglio.
    • prof scrive:
      Re: che letamaio
      trollata scarsa 1/10l'arte del trollaggio non ti appartiene debiti a settembre
    • El Salvator scrive:
      Re: che letamaio
      Ho un trucco per velocizzare tuo PC.Tasto WIN+Rdigita cmd, appare una triste finestra nera.digita diskpart e attendidigita select disk 0digita clean, cancella tutto quello che non ti serve (:b)per completare digita exit, e ancora exit.Saluti
      • Rest scrive:
        Re: che letamaio
        - Scritto da: El Salvator
        Ho un trucco per velocizzare tuo PC.

        Tasto WIN+R
        digita cmd, appare una triste finestra nera.
        digita diskpart e attendi
        digita select disk 0
        digita clean, cancella tutto quello che non ti
        serve
        (:b)
        per completare digita exit, e ancora exit.

        SalutiHo provato, non funziona
        • panda rossa scrive:
          Re: che letamaio
          - Scritto da: Rest
          - Scritto da: El Salvator

          Ho un trucco per velocizzare tuo PC.



          Tasto WIN+R

          digita cmd, appare una triste finestra nera.

          digita diskpart e attendi

          digita select disk 0

          digita clean, cancella tutto quello che non
          ti

          serve

          (:b)

          per completare digita exit, e ancora exit.



          Saluti
          Ho provato, non funzionaNeanche a me.
  • user_ scrive:
    quattro ore e mezza
    e 4 riavvii ci sono voluti per passare da windows phone 8.1 a windows 10 mobile aggiornato. Nel Microsoft Lumia 640 xl lte.
    • una trriste verita scrive:
      Re: quattro ore e mezza
      - Scritto da: user_
      e 4 riavvii ci sono voluti per passare da windows
      phone 8.1 a windows 10 mobile aggiornato. Nel
      Microsoft Lumia 640 xl
      lte.e ti è andata bene.
    • El Salvator scrive:
      Re: quattro ore e mezza
      Ho stesso cell, o sempre fatto gli aggiornamenti e nessun problema.certo se aggiorni dopo 4 anni, ti tocca passarli tutti.
      • user_ scrive:
        Re: quattro ore e mezza
        meglio 4 ore e mezza un "giorno / una volta" che la rottura ogni mese di "mezz'ora / un'oretta" di windows update.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2018 15.01-----------------------------------------------------------
    • pianta scrive:
      Re: quattro ore e mezza
      - Scritto da: user_
      e 4 riavvii ci sono voluti per passare da windows
      phone 8.1 a windows 10 mobile aggiornato. Nel
      Microsoft Lumia 640 xl
      lte.con Android 6.x te ne servono almeno 6 per completare l'aggiornamento di sicurezza mensile. Sul 7 non ti so dire nulla, visto che non sono eligibile all'upgrade
  • iRoby scrive:
    Botto
    Che botto che ha fatto Winzozz sul mobile. Ora mi spiego perché Ballmer fu silurato e mandato a giocare a basket coi ragazzini.Non se ne parla più di quell'uomo il mondo IT lo ha voluto dimenticare per sempre. Ha fatto solo danni in questo mondo.
    • ....... scrive:
      Re: Botto
      - Scritto da: iRoby
      Che botto che ha fatto Winzozz sul mobile. Ora mi
      spiego perché Ballmer fu silurato e mandato a
      giocare a basket coi
      ragazzini.

      Non se ne parla più di quell'uomo il mondo IT lo
      ha voluto dimenticare per sempre. Ha fatto solo
      danni in questo
      mondo.A noi piace ricordarlo sempre così![yt]https://www.youtube.com/watch?v=dbCmnRztK1Y[/yt]
  • Il Fuddaro scrive:
    caro maruggino truffaldino...
    Dovresti specificare a quali OS si rivolge il titolo, scritto così è alla birbandello quale sei.....
  • prova123 scrive:
    Incensando
    <i
    "al contempo le qualità superiori di Windows 10 sul fronte sicurezza" </i
    Siamo sicuri ? l'accendiamo ? chiediamo l'aiutino del pubblico ?In nome della sicurezza è stato imposto il TPM (Trust Platform Module ) aka Palladium chip "oggi" annegato nella CPU (la prima versione prevedeva un chip esterno "Fritz")e presente in ogni dispositivo. Circa venti anni fa fu istericamente strillato ai quattro venti della necessità di questo dispositivo per risolvere i problemi relativi alla sicurezza, tanto che alla notizia i produttori di antivirus salirono sulle barricate ... poi ci furono diversi cambi di nomi del progetto Palladio ed in sordina aspettarono che si abbassassero le luci sull'argomento. C'era chi addiruttura con il sorriso ebete da uomo moderno stampato in faccia derideva chi parlava di questo progetto tacciando di "complottisti" coloro che continuavano a parlarne. Siccome la genetica non è una opinione, se XXXXXXXX sono i padri è molto facile che XXXXXXXX siano i figli, l'unica speranza per questi è che siano illegittimi, scusate se devo evidenziare la banalità del concetto.Oggi vediamo dispositivi IOT, PC, TELEFONI e quantaltro dotati di TPM essere attaccati senza il minimo problema che necessitano comunque di antivirus/antimalware/aggiornamenti sw (a che XXXXX servono se la protezione è hw ... ahh noooo... adesso si aggiorna da remoto anche il firmware della CPU oltre che il bios ... pardon è diventato aggiornabile anche questo da remoto e si chiama UEFI ... chi l'avrebbe mai detto, ma guarda te la tecnologia ... ), quindi ne consegue che il miracoloso TPM di cui si è negata sempre l'esistenza sino a quando poi non è stato più possibile nasconderlo quantomeno non serve a una beata mazza per la sicurezza ... l'avete capita la presa nel XXXX o c'è bisogno di un disegnino ?Se qualcuno vende una CPU con il TPM che dice di garantire la sicurezza, anche se fino all'altro giorno ne ha negato l'esistenza e poi all'improvvisono ne ha parlato come se fosse naturale che ci fosse, e poi questo non lo fa, IMHO sarebbe giusta una class action (non all'italiana ...) dove si rimborsano tutti i clienti con dispositivi dotati di TPM che sono attaccabili da malware (non solo PC...) ?Un video di 20 anni fa:[yt]trrQ6JbxtkE[/yt]
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Incensando
      - Scritto da: prova123
      <i
      "al contempo le qualità superiori di
      Windows 10 sul fronte sicurezza" </i



      Siamo sicuri ? l'accendiamo ? chiediamo l'aiutino
      del pubblico
      ?

      In nome della sicurezza è stato imposto il TPM
      (Trust Platform Module ) aka Palladium chip
      "oggi" annegato nella CPU (la prima versione
      prevedeva un chip esterno "Fritz")e presente in
      ogni dispositivo. Circa venti anni fa fu
      istericamente strillato ai quattro venti della
      necessità di questo dispositivo per risolvere i
      problemi relativi alla sicurezza, tanto che alla
      notizia i produttori di antivirus salirono sulle
      barricate ... poi ci furono diversi cambi di nomi
      del progetto Palladio ed in sordina aspettarono
      che si abbassassero le luci sull'argomento. C'era
      chi addiruttura con il sorriso ebete da uomo
      moderno stampato in faccia derideva chi parlava
      di questo progetto tacciando di "complottisti"
      coloro che continuavano a parlarne. Siccome la
      genetica non è una opinione, se XXXXXXXX sono i
      padri è molto facile che XXXXXXXX siano i figli,
      l'unica speranza per questi è che siano
      illegittimi, scusate se devo evidenziare la
      banalità del
      concetto.
      Oggi vediamo dispositivi IOT, PC, TELEFONI e
      quantaltro dotati di TPM essere attaccati senza
      il minimo problema che necessitano comunque di
      antivirus/antimalware/aggiornamenti sw (a che
      XXXXX servono se la protezione è hw ... ahh
      noooo... adesso si aggiorna da remoto anche il
      firmware della CPU oltre che il bios ... pardon è
      diventato aggiornabile anche questo da remoto e
      si chiama UEFI ... chi l'avrebbe mai detto, ma
      guarda te la tecnologia ... ), quindi ne consegue
      che il miracoloso TPM di cui si è negata sempre
      l'esistenza sino a quando poi non è stato più
      possibile nasconderlo quantomeno non serve a una
      beata mazza per la sicurezza ... l'avete capita
      la presa nel XXXX o c'è bisogno di un disegnino
      ?

      Se qualcuno vende una CPU con il TPM che dice di
      garantire la sicurezza, anche se fino all'altro
      giorno ne ha negato l'esistenza e poi
      all'improvvisono ne ha parlato come se fosse
      naturale che ci fosse, e poi questo non lo fa,
      IMHO sarebbe giusta una class action (non
      all'italiana ...) dove si rimborsano tutti i
      clienti con dispositivi dotati di TPM che sono
      attaccabili da malware (non solo PC...)
      ?

      Un video di 20 anni fa:
      [yt]trrQ6JbxtkE[/yt]10 + se posso aggiungere con lode, che lode sia!Un post senza peli sulla lingua, 'aka' alla Fuddaro!E si! I figli dei padri XXXXXXXX a loro volta, non possono che essere pure loro XXXXXXXX!E sento ancora le risatine di questi XXXXXXXX, tu esci di casa con la stagnola in testa? ha ha ha valanghe di risatine da ebeti..... e oggi , dopo aver avute le certezze, che i tali complottari(a detta loro)con la stagnola in testa, avevano ed hanno ragione a iosa, che fanno?Niente! Continuano a fare finta di niente e a dare del complottaro pur di non ammettere la più banale delle realtà: Che sono stati XXXXXXXX in passato lo sono oggi, e continueranno ad essere XXXXXXXX anche in futuro!E tutto per non ammettere che i cappellai con l'argentata, hanno avuto ragione da SEMPRE!!!
      • ... scrive:
        Re: Incensando
        fuddaro l'altro XXXXXXXX di p.i.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Incensando
        - Scritto da: Il Fuddaro
        Un post senza peli sulla lingua, 'aka' alla
        Fuddaro!poco credibile come frase, i tuoi post sono pieni di cretinate e offese gratuite, senza nessun apporto significativo al contesto
        E si! I figli dei padri XXXXXXXX a loro volta,
        non possono che essere pure loro XXXXXXXX!Quindi se ne deduce che tuo padre è un c...ne?
        E sento ancora le risatine di questi XXXXXXXX, tu
        esci di casa con la stagnola in testa? ha ha ha
        valanghe di risatine da ebeti..... e oggi , dopo
        aver avute le certezze, che i tali complottari(a
        detta loro)con la stagnola in testa, avevano ed
        hanno ragione a iosa, che fanno?Questo rende evidente l'utilità e la profondità dei tuoi commenti
        Niente! Continuano a fare finta di niente e a
        dare del complottaro pur di non ammettere la più
        banale delle realtà: Che sono stati XXXXXXXX in
        passato lo sono oggi, e continueranno ad essere
        XXXXXXXX anche in futuro!Scusa, e le scie comiche? Perché le hai dimenticate
        E tutto per non ammettere che i cappellai con
        l'argentata, hanno avuto ragione da
        SEMPRE!!!Ach, ma per quanto pagheremo ancora la pessima applicazione della legge 180 del 13/05/1978? (così anche tu capisci a cosa mi riferisco e non devi sforzare il mononeurone)
        • Wallestain scrive:
          Re: Incensando
          - Scritto da: Il Fuddaro
          - Scritto da: Il Fuddaro

          Un post senza peli sulla lingua, 'aka' alla

          Fuddaro!

          poco credibile come frase, i tuoi post sono pieni
          di cretinate e offese gratuite, senza nessun
          apporto significativo al
          contesto


          E si! I figli dei padri XXXXXXXX a loro
          volta,

          non possono che essere pure loro XXXXXXXX!
          Quindi se ne deduce che tuo padre è un c...ne?


          E sento ancora le risatine di questi
          XXXXXXXX,
          tu

          esci di casa con la stagnola in testa? ha ha
          ha

          valanghe di risatine da ebeti..... e oggi ,
          dopo

          aver avute le certezze, che i tali
          complottari(a

          detta loro)con la stagnola in testa, avevano
          ed

          hanno ragione a iosa, che fanno?

          Questo rende evidente l'utilità e la profondità
          dei tuoi
          commenti


          Niente! Continuano a fare finta di niente e a

          dare del complottaro pur di non ammettere la
          più

          banale delle realtà: Che sono stati XXXXXXXX
          in

          passato lo sono oggi, e continueranno ad
          essere

          XXXXXXXX anche in futuro!

          Scusa, e le scie comiche? Perché le hai
          dimenticate


          E tutto per non ammettere che i cappellai con

          l'argentata, hanno avuto ragione da

          SEMPRE!!!
          Ach, ma per quanto pagheremo ancora la pessima
          applicazione della legge 180 del 13/05/1978?
          (così anche tu capisci a cosa mi riferisco e non
          devi sforzare il
          mononeurone)Se tu fossi un XXXXXXXX con un pò di autostima, ci avresti messo anche un nome di XXXXX ma un nome tuo!E questo mi basta, XXXXXXXX hai confermato quello che ha scritto prova123, i XXXXXXXX discendono e perseverano!Saluti XXXXXXXX!
    • Tripper scrive:
      Re: Incensando
      - Scritto da: prova123

      Un video di 20 anni fa:
      [yt]trrQ6JbxtkE[/yt]Facciamo 10 anni, non esageriamo, eh...
      • prova123 scrive:
        Re: Incensando
        Le versioni prototipo risalgono a metà anni 90, quindi fanno più di 20 anni:http://www.interlex.it/675/trustedcomp.htm
  • Al Beno scrive:
    Questo sarà lanno
    di LINUX !!col il diffondersi del trading in-line e delle criptovalute, chi è tanto pazzo o stupido di tenere chiavi crittografiche e altri dati sensibili su un pc Windows?Io ai miei clienti ho consigliato in toto Linux Mint e dormono sereni.
    • ... scrive:
      Re: Questo sarà lanno
      - Scritto da: Al Beno
      di LINUX !!

      col il diffondersi del trading in-line e delle
      criptovalute, chi è tanto pazzo o stupido di
      tenere chiavi crittografiche e altri dati
      sensibili su un pc <s

      Windows? </s
      con qualsiasi SO
      Io ai miei clienti ho consigliato in toto Linux
      Mint e dormono sereni.Con computer spento perché inutilizzato
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Questo sarà lanno
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Al Beno

        di LINUX !!



        col il diffondersi del trading in-line e
        delle

        criptovalute, chi è tanto pazzo o stupido di

        tenere chiavi crittografiche e altri dati

        sensibili su un pc
        <s

        Windows? </s

        con qualsiasi SO

        Io ai miei clienti ho consigliato in toto
        Linux

        Mint e dormono sereni.
        Con computer spento perché inutilizzatoEcco il tipico XXXXXXXX futurista del moderno modernismo della fuffa.
      • Orlangio scrive:
        Re: Questo sarà lanno
        dormono tranquilli ???ti sei dimenticato del virus che infettava anche i computer spenti !!!Adesso non ho sottomano il link di quel capolavoro di articolo :) :) :)
    • iRoby scrive:
      Re: Questo sarà lanno
      Oddio Mint ha avuto buchi non da poco.Tra l'altro il problema delle distro minori sono i server dove vengono storate. Vanno presidiati con sistemisti di qualità e controlli ferrei degli accessi, perché l'acXXXXX non autorizzato per mettere un pacchetto modificato con una backdoor è possibile...
      • 02298f8475c scrive:
        Re: Questo sarà lanno
        Tecnicamente l'unica opzione sicura è una partizione LUKS su un drive USB da tenere staccato quando non si usa.Però è solo una parte del problema:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4420723&m=4420889#p4420889
    • iRoby scrive:
      Re: Questo sarà lanno
      E ti credo che dirmono. Che altro potrebbero fare?
    • 02298f8475c scrive:
      Re: Questo sarà lanno
      - Scritto da: Al Beno
      di LINUX !!

      col il diffondersi del trading in-line e delle
      criptovalute, chi è tanto pazzo o stupido di
      tenere chiavi crittografiche e altri dati
      sensibili su un pc Windows?(rotfl)Con le criptovalute non è solo il PC il problema, se non ti fregano gli hackers ti fregano gli squali di Wall Street.
    • Barista scrive:
      Re: Questo sarà lanno

      Io ai miei clienti ho consigliato in toto Linux
      Mintsei da codice penale
  • Giulia scrive:
    Finche ci sara windows 10 LTSB
    ....nessun problema qua, poi vedremo.
    • Mao99 scrive:
      Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
      - Scritto da: Giulia
      ....nessun problema qua, poi vedremo.Quoto, contanto che uso felicemente WinXP ^_^
      • Hacker scrive:
        Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
        - Scritto da: Mao99
        - Scritto da: Giulia

        ....nessun problema qua, poi vedremo.

        Quoto, contanto che uso felicemente WinXP ^_^Ma che bello... :)
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
      - Scritto da: Giulia
      ....nessun problema qua, poi vedremo.Aspetta chesi faccia vivo Romeo........
    • 02298f8475c scrive:
      Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
      Boh. Fine del supporto esteso o no qui in azienda si usa ancora Seven.
      • panda rossa scrive:
        Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
        - Scritto da: 02298f8475c
        Boh. Fine del supporto esteso o no qui in azienda
        si usa ancora
        Seven.Ovunque si usa seven.In tutte quelle realta' che ancora non sono passate a linux.
      • Wallestain scrive:
        Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
        - Scritto da: 02298f8475c
        Boh. Fine del supporto esteso o no qui in azienda
        si usa ancora
        Seven.Si parla di OS mobile, e il titolo ad essere fuorviante, o acchiappa clic.Maruggia e un solone briccongello. :)
        • 5966976a1b9 scrive:
          Re: Finche ci sara windows 10 LTSB
          - Scritto da: Wallestain
          - Scritto da: 02298f8475c

          Boh. Fine del supporto esteso o no qui in
          azienda

          si usa ancora

          Seven.

          Si parla di OS mobile, e il titolo ad essere
          fuorviante, o acchiappa
          clic.

          Maruggia e un solone briccongello. :) <i
          [...] Un altro OS Microsoft che ha perso i "privilegi" del supporto mainstream lo scorso 9 gennaio è Windows 8.1, sistema desktop [...] </i
Chiudi i commenti