Da Devo due ultraportatili made in Italy

La società italiana ha lanciato due nuovi PC ultraportatili della linea Evobook: uno in stile subnotebook, ma basato sulla piattaforma NanoBook di VIA, e l'altro in stile UMPC, accomodabile in una piccola ventiquattrore
La società italiana ha lanciato due nuovi PC ultraportatili della linea Evobook: uno in stile subnotebook, ma basato sulla piattaforma NanoBook di VIA, e l'altro in stile UMPC, accomodabile in una piccola ventiquattrore

Milano – Nel panorama sempre più affollato di PC ultraportatili tenta di farsi largo il giovane marchio italiano Devo , che fin dalla sua nascita, avvenuta nel 2005, si è specializzata in Tablet PC e Ultra-Mobile PC (UMPC). I due nuovi dispositivi dell’azienda, entrambi parte della linea Evobook, sono il subnotebook N1 e l’UMPC T2.

Evobook N1 L’Evobook N1 si basa sul design NanoBook di VIA , entrato per la prima volta sul mercato europeo con il Belinea s.book 1 di Maxdata , che ha tra le sue caratteristiche di base l’utilizzo del processore C7-M ULV di VIA , il chipset con grafica integrata VX700, un display touch-screen da 7 pollici con risoluzione WXGA (800 x 480 punti), tastiera QWERTY a 90 tasti, hard disk mobile, telefono VoIP bluetooth incassato a lato dello schermo, connettività wireless WiFi (802.11b/g), adattatore Fast Ethernet, porta video DVI, card reader, due porte USB, uscita cuffie, e ingresso microfono. Nella fattispecie, la CPU è un modello a 1,2 GHz, l’hard disk è da 60 GB e la memoria RAM, di tipo DDR2, ammonta a 1 GB. L’Evobook N1 può essere ordinato con Windows XP o Vista preinstallati.

Della dimensione di 23 x 17,1 x 29,4 centimetri, ed un peso di 970 grammi , l’N1 ha un formato molto simile a quello dell’ Eee PC di Asus , ma a tale proposito vanno ricordate le considerazioni già fatte all’epoca dell’s.book 1: l’N1 ha un prezzo – circa 900 euro – più elevato dell’Eee PC , e rispetto a questo si indirizza a utenti più professionali: un target che generalmente necessita di maggiore potenza elaborativa, maggiore spazio di archiviazione e più espandibilità, e che spesso fa un uso piuttosto intenso del VoIP.

Evobook T2 L’ Evobook T2 è invece un dispositivo nel classico formato UMPC, dunque privo di tastiera, che condivide con l’N1 display, processore, chipset, quantità di memoria e connettività wireless. A differenziare il T2, oltre ovviamente al form factor (22,6 x 14,6 x 26,5 cm e 850 grammi), è l’ hard disk da 120 GB , il supporto a Windows Tablet PC Edition e il connettore per il collegamento al cradle opzionale. Il T2 è inoltre dotato di una batteria più capiente, a sei celle (contro le quattro dell’N1), di cui però Devo non dichiara l’autonomia.

Anche l’Evobook T2 parte da un prezzo di circa 900 euro , ed è compatibile con Windows XP e Vista.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 02 2008
Link copiato negli appunti