Da MS Office a StarOffice con un SDK

Per promuovere la sua suite per l'ufficio a basso costo, Sun rilascerà un kit per sviluppatori che, fra le altre cose, integrerà un tool per la conversione degli script di MS Office in relative macro di StarOffice


Santa Clara (USA) – Cavalcando l’onda delle difficoltà incontrate da Microsoft nell’introduzione delle nuove licenze sul software, e con l’obiettivo di rendere la propria suite per l’ufficio maggiormente appetibile per gli utenti business, Sun sta sviluppando un kit per sviluppatori (SDK) che semplifichi la creazione di add-on e di applicativi per StarOffice.

Sun sostiene che l’SDK, la cui data di rilascio non è ancora stata annunciata, conterrà un tool che consentirà di convertire gli script Visual Basic di MS Office nelle corrispondenti macro per StarOffice utilizzanti le API di Java. E se le parole “macro” e “script” potrebbero far venire alla mente virus e altri codicilli malevoli, Sun assicura che, una volta convertite in Java, le macro di MS Office divengono “innocue come agnellini”.

Con questo kit di sviluppo Sun spera di rendere ancora più agevole la migrazione degli utenti verso la propria suite e di incrementare il numero di plug-in, macro e applicativi disponibili per StarOffice. In passato il supporto di Sun agli sviluppatori si è limitato al rilascio di documentazione e di qualche plug-in per il suo ambiente di sviluppo integrato ONE Studio Java.

Gli sforzi di Sun per rendere StarOffice un’alternativa sempre più interoperabile con le altre suite per l’ufficio si è concretizzata proprio di recente con la sottomissione al gruppo di standardizzazione OASIS di un insieme di formati dei file basati su XML e direttamente derivati da quelli di OpenOffice, l’ormai nota suite free basata sulla porzione di codice open source di StarOffice.

Il prossimo anno Sun conta di scagliare contro il pompatissimo Office 11 di Microsoft una nuova versione di StarOffice che integrerà tutte le nuove funzionalità partorite nel frattempo dalla comunità di OpenOffice.org più diversi altri add-on proprietari mirati alle aziende. Per il rilascio del nuovo StarOffice si parla di ottobre 2003.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    perchè?
    non è più facile trasformare i suoni in lettere, piuttosto che immagini
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè?
      - Scritto da: leogiov
      non è più facile trasformare i suoni in
      lettere, piuttosto che immaginiovviamente no...
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè?
        Si possono fare tutte e due le cose, e gli israeliani al telefono mi hanno confermato che presto ci sara' anche il testo.Il problema e' che la stessa lettera in lingue diverse si pronuncia in maniera diversa, per cui devono incrociare questa informazione con la lingua parlata, ma anche per questo stanno sviluppando un sistema.shalom da Tel Aviv (... io speriamo che me la cavo...)
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè?
          e' nobile questa cosa... pero' essendo Sordo ho tentato di capire la dimostrazione italiana che e' presente nel loro sito:incapibile.Sia ben chiaro, uso sia la lettura labiale sia la lingua dei segni. Francamente penso sia decisamente meglio il sottotitolo.per le problematiche legate alla interpretazioni vocali....eh...e' una cosa decisamente complessa e sopratutto richiede hardware di una certa potenza...figurarsi il cellulare.Ciao SZ
Chiudi i commenti