Da Windows a Linux in pochi clic

Questo promette un tool proprietario che sarà presto rilasciato sotto licenza open source. Con OpenMoveOver sarà possibile trasferire automaticamente da Windows a Linux dati e impostazioni


Singapore – La piccola società Resolvo Systems ha dato vita ad un progetto open source basato sul codice sorgente di una sua utility, chiamata MoveOver, che promette di facilitare la migrazione degli utenti desktop da Windows a Linux.

Originariamente rilasciato come software proprietario, MoveOver consente agli utenti di automatizzare il trasferimento di dati e applicazioni da tutte le versioni di Windows, a partire dalla 95 fino ad arrivare alla 2003, verso alcune delle più diffuse distribuzioni di Linux, tra cui SuSE Professional, Sun Java Desktop System, Novell Linux Desktop, Fedora Core 2 e altri sistemi operativi basati su GNOME.

Le attuali versioni a pagamento di MoveOver, la Standard e la Enterprise, sono in grado di migrare verso Linux cookie, segnalibri del browser, messaggi e account e-mail, documenti, sfondi, font, cursori e configurazioni relative alle principali applicazioni di Windows e Office. La versione Freeware, gratuita, supporta un più ridotto numero di applicazioni e file. Un tabella che compara le diverse versioni del programma si trova qui .

La versione open source del tool, battezzata OpenMoveOver, sarà accompagnata dalla licenza GNU GPL e si baserà probabilmente sul codice della versione Freeware. Resolvo sostiene che con OpenMoveOver sarà possibile portare su Linux il look and feel del proprio desktop Windows “in soli due passi”, salvando in questo modo “fino al 90% del vostro tempo”: questo a patto che si utilizzino software standard, come Outlook, Evolution, Internet Explorer e Mozilla/Firefox, e le distribuzioni supportate. Resta inoltre da vedere se OpenMoveOver conterrà le stesse pesanti limitazioni – come l’assenza del supporto al trasferimento delle e-mail – della versione Freeware.

Con il suo progetto open source la piccola società di Singapore sostiene di voler “accelerare lo sviluppo delle future versioni di MoveOver per soddisfare le esigenze di clienti business e privati”.

Resolvo ha anche varato una speciale sezione del proprio sito, chiamata Resolvo World , dedicata alla comunità open source: qui si trovano comunicati, news, studi, articoli e forum di discussione per gli sviluppatori e gli utenti di Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    certo che anche tu se avessi studiato...
    un po' di più avresti anche imparato a scrivere perlomeno nella tua lingua, ne consegue il bue che dice cornuto all'asino.Non demoralizzarti comunque, finchè c'è vita c'è speranza...
  • Anonimo scrive:
    proposta
    inviamo in busta chiusa una scatola di medicine con su scritto "visto che siete malati cronici della finanza con la bava, da oggi sarà meglio che prendiate queste che di soldi ne avete per curarvi, io neanche quelli" il tutto infiocchettato da un ricco v@ff...ulo alla romana
  • Anonimo scrive:
    Tuonato ?
    "Il file sharing illegale - ha tuonato il chairman di BPI, Peter Jamison - polverizza centinaia di milioni di sterline di guadagni perduti, molti dei quali sarebbero stati investiti per la produzione di nuova musica inglese".Come fanno quelli di PI ha sapere che ha "tuonato" e non semplicemente "detto" ??
  • Anonimo scrive:
    Anche la ditta per cui lavoro...
    ... che chiamerò Acme S.p.A.per il ramo dell'assistenza verso i clienti l'anno scorso aveva stimato di produrre un utile di non so quanti milioni di euro, invece per via della crisi i dirigenti hanno cannato in pieno... Che diamo la colpa anche noi al pear 2 pear?E.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la ditta per cui lavoro...
      - Scritto da: Anonimo
      ... che chiamerò Acme S.p.A.

      per il ramo dell'assistenza verso i clienti
      l'anno scorso aveva stimato di produrre un utile
      di non so quanti milioni di euro, invece per via
      della crisi i dirigenti hanno cannato in pieno...
      Che diamo la colpa anche noi al pear 2 pear?Beh... non so nel caso della tua azienda, ma in effetti senza p2p la gente i CD dovrebbe andare a comprarli... e come andrebbe ? Ovviamente in macchina... Quindi anche la colpa della crisi della FIAT è del p2p... mi sembra evidente...
  • Anonimo scrive:
    Ma si è incantato il disco?
    Possibile che quotidianamente viene riproposto su questo forum sempre il tema del p2p illegale e di tutte le azioni giuridice annesse?? Certo, anche io metterei al rogo tutte le major e tutto i bastardi che ci speculano sopra, ma ricordarci ogni giorno che qualcuno viene arrestato o contattato per risarcire i lor signori incomincia ad essere molto fastidioso. E basta!!!Già abbiamo i pacchetti di sigarette con scritte giganti che ci ricordano a cosa si va incontro fumando, adesso ci si deve mettere anche internet?Fate FESTA!
  • tonicInf scrive:
    si sono dimenticati di una cosa...
    che se fosse stato a pagamento nessuno li avrebbe mai scaricati o non nella misura in cui è stato fatto quindi non hanno perso tutta quella cifra ma molto meno ed è dimostrato che i problemi della vendita dei cd è il contrabbando attraverso immigrati e similare. perchè invece non fanno il conto se si vendesse a metà prezzo quanti se ne venderebbero ?!?!
    • Rex1997 scrive:
      Re: si sono dimenticati di una cosa...
      - Scritto da: tonicInf

      che se fosse stato a pagamento nessuno li avrebbe
      mai scaricati o non nella misura in cui è stato
      fatto quindi non hanno perso tutta quella cifra
      ma molto meno ed è dimostrato che i problemi
      della vendita dei cd è il contrabbando attraverso
      immigrati e similare. perchè invece non fanno il
      conto se si vendesse a metà prezzo quanti se ne
      venderebbero ?!?!
      Perché quando fanno una ca..ta (definirla "canzone" è un po troppo! :) ) di Fondotinta Qualcuno, il ragionamento che ne segue da parte di un "produttore" è sempre lo stesso:1.000.000 di CD prodotti sono 1.000.000 di CD venduti....il fatto che ci sia qualcuno che usa il cervello e NON compra, facendo così saltare la seggiola sotto il c..o del "produttore" per il mancato guadagno, non viene MAI considerato.Tutto qui. :-(
  • Anonimo scrive:
    Fine dei prestiti bibliotecari
    in alcune biblioteche raccolgono firme per fermare una prposta di legge che vorrebbe far finire il prestito gratuito dei libri in biblioteca...(forse la forma piu antica del peer to peer..ci pensate? il peer to peer la condivisione di informazionei risale addirittura alla biblioteca di alessandria?)per farla breve a molti editori non va giu che si possano prendere in prestito gratuito i libri alla biblioteca..e vorrebbero far pagare qualcose per ogni prestito...non sono stato all estero ma dicono che gia in svizzera si deve pagare qualcosina perpoprtarsi il libro a casa da leggere..insomma onon sono solo i file musicali sotto attacco,.....
  • Anonimo scrive:
    Ma figuriamoci!!!!!
    Ma pensa te se io vado a spendere dei soldi per comprarmi dei cd originali,con tutti quelli che devo già spendere per ubriacarmi i fine settimana,fare benza,andare in disco e fare i regali alle tipe perchè me la dianooo!!!Da buon consumatore medio tutto quello che posso avere gratis me lo prendo gratis,punto e basta!
  • yenaplyskyn scrive:
    Ma che cazzate.....
    Mi dimostrino che un file scaricato corrisponde a un cd non venduto....anche se è vero che per un brano buono dovresti acquistare un intero cd mediocre.Seguendo la loro logica non fa una grinza il ragionamento delle perdite.Però, ripeto, come fanno a dimostrare la corrispondenza delle due cose?Ma ci credono tutti cretini?Sono uno dei fortunati che non si lasciano conquistare dalle LORO pubblicità e che non cade in astinenza senza l'acquisto di cd musicali, mi basta la radio e quello che trasmette.Nel mio piccolo combatto così il loro strapotere.Sia ben chiaro che quei files che a suo tempo ho scaricato NON li avrei comunque acquistati, e come me credo sia la maggior parte delle persone che scaricano.Ciò che veramente ho ritenuto valere i miei soldi l'ho sempre acquistato regolarmente. Ora rinuncio anche a questo, ma detto tra noi non è un grande sforzo vista la mediocrità dilagante.Ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che cazzate.....
      ma come mai hai aperto un nuovo thread se il tuo intervento andava benissimo per il precedente? Sono d'accordo con te la mediocrità dilaga e fino a qualche anno fa, vivendo in un paesino dove non c'era alcun negozio dove poter acquistare dei dischi, lamentavo appunto l'impossibilità di farlo e andavo avanti con la radio, registravo dalla radio e facevo quindi un pò come oggi si fa con il download dal web, anche se in questo secondo caso la qualità è nettamente superiore, adesso più di allora ritengo che i veri artisti, quelli che amano profondamente ciò che fanno, dovrebbero sentirsi gratificati dal fatto che la loro musica accompagna in modo significativo la vita di tantissime persone (sempre di più con la pirateria), dovrebbero bastare loro (tanto per sostenere le spese)le entrate dei concerti e magari sarebbe ora che si facessero vedere più in giro, visto che alcuni spariscono per anni
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che cazzate.....
      Scusami per la domanda iniziale stupidissima, solo adesso mi sono resa conto che ci sono in giro vari titoli per uno stesso argomento ma sai non mi capita spesso di venire da queste parti, sono solo di passaggio , giusto per vedere di cosa si discute, per conoscere un pò di più su determinanti argomenti
  • kid scrive:
    Opportunisti cronici
    Certo che bisogna essere proprio dei pirla "per prevedere gli incassi sui dischi". Ma siamo persone o considerati alla stregua che in matrix? Batterie per un sistema che spesso fa acqua. E se la musica inglese in questi ultimi 2 anni avesse prodotto solo merda? Nessuno ha avvallato quest'ipotesi? In base a cosa è stimato il calo del 50% delle vendite? ..punto primo. Punto secondo: chi dice che tutti coloro che hanno scaricato illegalmente musica via p2p avrebbero comprato tutti gli album che hanno ascoltato gratuitamente?Quanti pagano tutti i software proprietari di cui hanno bisogno? WindowsXP non sarebbe il problema del secolo con le sue stronzate se non si scaricasse facilmente via p2p; sarebbe destinato a pochi fissati ed agli acquirenti di nuovi computer. Personalmente non conosco una sola persona che sia andato ad acquistare l'aggiornamento sapendo che una grafica più accattivante (?) non giustifichi affatto il prezzo del prodotto.. i più usano WinXP .. ma zio Bill ha perso ben poco in realtà. Al contrario conosco molti che, nonostate possano avere un album masterizzato, acquistano quello originale che più apprezzano, nonostante i prezzi esorbitanti (per il primo album di caparezza uscito molti anni fa io stesso ho cagato 20 euro = 40.000 lire nonostante avessi già la compilation in mp3.. idem per molti altri). Non è un modo di giustificare l'abuso, se si trattasse di un problema il p2p, ma io parlerei di realtà, sicuramente queste cifre "stimate" andrebbero analizzate andando oltre i meri calcoli matematici statistici.. cazzo siamo persone.. qualcosa di molto più complesso..
    • Anonimo scrive:
      Re: Opportunisti cronici
      hai ragione nei tuoi appunti, ma poi il tutto si vanifica quando la gente per vedersi un concerto spende 100 ? (ben 200.000 £ e la notizia è di questi giorni, The Boss e U2) per vederlo e non si porta in casa niente, credo che loro i conti li facciano li.
      • Anonimo scrive:
        Re: Opportunisti cronici
        giustissimo, grazie al p2p e alla masterizzazione i miei interessi in campo musicale sono almeno raddoppiati e cresce così anche il desiderio di non perdere dei bei concerti, cresce la voglia di far conoscere ad altri quello che ti piace, ad altri che magari li comprano poi i cd originali, perchè hanno più grana di te, di certo, essendo tutto più a portata di mano, se ne parla di più, ed è una buona forma di pubblicità
  • Anonimo scrive:
    che conti sono?
    "mi aspettavo di guadagnare 100, ho guadagnato 40"OK, a parte che bisognerebbe guardare per bene i bilanci, poi, che valenza ha la tua previsione di vendita? Perchè non dire che mi aspettavco di vendere 120, o 1200 tanto per piangere miseria?"quel 60 di differenza lo imputo al p2p"E perchè non imputarlo alla recessione mondiale che fa calare il potere d'acquisto dei tuoi potenziali clienti e di conseguenza i consumi, per primi quelli voluttuari?Vogliamo negare che ci sia questa recessione?O alla guerra del petrolio che ti aumenta i prezzi del petrolio e relativamente materiali plastici per i supporti, combustibili per l'energia che necessitano gli stabilimenti, carburanti per i trasporti della tua rete di vendita?Facciamo finta che questa guerra non ci sia?O perchè non alla SIAE che con le sue tasse aumenta il costo del bene e scoraggia possibili compratori?O perchè non gli artisti incapaci di bissare il carisma di quelli degli anni 70?O perchè non i pubblicitari che fanno pubblicità assurde ed esagerate che sono solo ridicole e fastidiose?O perchè non i propri stessi commerciali che non hanno saputo attuare le giuste strategie di vendita?No, quel 60 lo imputo al p2p e denuncio chi fa p2p!Ma che ci prendono per sc3mi?Mi chiedo cosa sperano di guadagnare a lungo andare a ficcare la testa sotto la sabbia, che vadano a denunciare chi dal p2p ci guadagna veramente, cioè le compagnie telefoniche e chi vende hw/sw (che già si stanno cominciando a scagliare contro le major musicali... venghino, venghino!) o chi gli ha realmente tagliato le gambe alle vendite impoverendo i consumatori e facendo levitare i costi! Che vadano a prendersela con Bush per il costo degli idrocarburi e dell'energia in generale, con la SIAE per le tasse, che se la prendano pure col mondo intero perchè è in recessione, ma che la finiscano con questa farsa!
  • ldsandon scrive:
    Negli UAE CD a 12 euro...
    Ho appena comprato "Feels like home" di Norah Jones in un Virgin Store di Dubai - non su una bancarella di un souk - ed è costato 55 dinari, circa una decina di euro.Sulla copertina campeggiava un adesivo che diceva suppergiù "vendita solo nei paesi asiatici" ma per il resto non sembrava diverso dai CD "euroamericani".Ed il prezzo dei CD, tranne quelli di "importazione", che costano un'ottantina di dinari, è quello.Ora non penso che in certi paesi vendano in perdita solo per farli felici, solo il ricarico sarà minore. Quindi vuol dire che ridurre i prezzi dei CD è possibile ma non lo fanno solo per semplice avidità - basta anche guardare i prezzi dei concerti, ad esempio U2 o Springsteen, che hanno raggiunto prezzi pazzeschi. Purtroppo ci sono sempre i soliti fessi pronti a pagare qualsiasi cifra.==================================Modificato dall'autore il 21/04/2005 11.21.52
    • Anonimo scrive:
      Re: Negli UAE CD a 12 euro...
      Ma un impiegato medio a Dubai quanto guadagna al mese? Minimo 1000 euro come qui o di meno?Altrimenti quei 55 dinari, sono proporzionati al valore del denaro e al costo della vita locale....Spiegaci un po' questa cosa- Scritto da: ldsandon
      Ho appena comprato "Feels like home" di Norah
      Jones in un Virgin Store di Dubai - non su una
      bancarella di un souk - ed è costato 55 dinari,
      circa una decina di euro.

      Sulla copertina campeggiava un adesivo che diceva
      suppergiù "vendita solo nei paesi asiatici" ma
      per il resto non sembrava diverso dai CD
      "euroamericani".

      Ed il prezzo dei CD, tranne quelli di
      "importazione", che costano un'ottantina di
      dinari, è quello.

      Ora non penso che in certi paesi vendano in
      perdita solo per farli felici, solo il ricarico
      sarà minore. Quindi vuol dire che ridurre i
      prezzi dei CD è possibile ma non lo fanno solo
      per semplice avidità - basta anche guardare i
      prezzi dei concerti, ad esempio U2 o Springsteen,
      che hanno raggiunto prezzi pazzeschi. Purtroppo
      ci sono sempre i soliti fessi pronti a pagare
      qualsiasi cifra.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 21/04/2005 11.21.52
      • kid scrive:
        Re: Negli UAE CD a 12 euro...
        significa ben poco quanto guadagni un impiagato.. ciò mostra solo come avvenga una speculazione a livello di case discografiche, non solo (?) a livello di commercianti. Quanti cd originali all'anno si aspettano che si possano acquistare a 20 25 euro? Con un cd io mi dissanguo letteralmente quindi.. nemmeno 1! ma magari ad un prezzo di circa 15 euro (troppo comunque) ne comprerei anche uno al mese. Sembrerebbe una presa per il culo ma è più facile spendere poco e spesso che molto e di rado.. del resto è il trucco per ingrassare. ah.. vecchia lira.. per 30 mila lire l'avrei acquistato un cd al mese.. aspetta.. ma io lo facevo.. ed avevo napster che mi andava alla grande ed un masterizzatore.. e quindi? il p2p non è un problema, ce lo propinano come tale!
        • Anonimo scrive:
          Re: Negli UAE CD a 12 euro...
          Quanto costa un'auto in negli Usa e la stessa auto in un altro qulsiasi paese nel mondo (al netto delle tasse di importazione ovviamente) ? Praticamente la stessa cifra, salvo il 10% in più o in meno a seconda dei costi di trasporto se la produzione non è localizzata.La nuova panda la fanno in repubblica ceca: in Italia mica costa più che la o viceversa. Tutto ciò ripeto al netto di eventuali balzelli locali e tasse specifiche del paese.Sui cd non ci sono tasse locali (iva a parte) siccome il compenso siae non è una tassa vera e propria, visto che non va allo stato ma ai produttori stessi dei cd.Indi per cui a variare è di certo il ricarico ed è la prova che vendono fumo e che il prezzo non è riferito al valore della merce, ma al potere di acquisto della valuta locale...Ma allora un dubbio sorge:perchè negli USA (e non solo li) i cd costano meno?Inoltre fa molto riflettere la questione dei divieti di acquisto all'estero e importazione: se un prodotto è legale e legalmente acquistato non si capisce perchè non lo posso portare dove voglio, pagando ove previste le eventuali tasse doganali (come su tutti i prodotti).
          • Anonimo scrive:
            Re: Negli UAE CD a 12 euro...
            Un mio amico fa il DJ in qualche locale, e ultimamente ha preso il buon "vizio" di comprare CD su internet. La musica, comprando un CD in germania, direttamente dalla casa produttrice costa 10?, il prezzo dello stesso CD in italia è di 24? con l'unica differenza che quello in italia ha il marchio di fiducia SIAE. Ma secondo voi vengono portati uno ad uno a piedi i CD in italia, la SIAE ci guadagna sopra o chi distribuisce purtroppo ci fa troppa cresta sopra!
          • Anonimo scrive:
            Re: Negli UAE CD a 12 euro...
            - Scritto da: Anonimo
            Un mio amico fa il DJ in qualche locale, e
            ultimamente ha preso il buon "vizio" di comprare
            CD su internet. La musica, comprando un CD in
            germania, direttamente dalla casa produttrice
            costa 10?, il prezzo dello stesso CD in italia è
            di 24? con l'unica differenza che quello in
            italia ha il marchio di fiducia SIAE. Ma secondo
            voi vengono portati uno ad uno a piedi i CD in
            italia, la SIAE ci guadagna sopra o chi
            distribuisce purtroppo ci fa troppa cresta sopra!Oi disinformato, la SIAE (cioe' chi ha scritto la musica che tu ascolti) ci guadagna circa un euro!il resto non so dove vada, ma non nelle mie tasche che sono un autore.Mi sembra che qua stia montando pesantemente una protesta a senso unico in cui si demonizzano tutti "a prescindere da".comunque cercate di dare una informazione corretta, non fate "sparate" gratis che poi i fessi ci credono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Negli UAE CD a 12 euro...
            Azz! Non è che si demonizza, ma qua i soldi da qulache parte vanno a finire...peccato che qua no, la nemmeno...dove accidenti finiscono?!?Non è che si voglia demonizzare una categoria piuttosto che un'altra, ma se:1)costo produzione fisica del disco: 1-2 euro (a star larghi)2)remunerazione autore: 1-3 euro (poi dipende da caso a caso, cmq le voci dicono così un po' dovunque)3)promozione commerciale: e chi lo sa, cmq mettiamo pure 2 euro a star larghi.4)distribuzione: poniamo pure che sia carissimo il trasporto e che sia 3 euro.Quindi sui 20-25 euro di un cd tolta l'iva del 20 restano 16 euro o poco più. Quindi i 6-7 euro "vacanti" chi se li piglia? Tutto ricarico del commerciante? Ma allora perchè nei supermercati e nei megastore non costano meno? O mi sono perso qualcosa nei conti di cui sopra?
  • Anonimo scrive:
    tutte frottole
    ho comprato album che non avrei mai comprato altrimenti di gruppi sconosciuti emergenti la musica di questo periodo è nella maggioranza puro sterco...ricerchino la mancanza di guadagni nella qualità e nei prezzi eccessivamente alti di un supporto oramai obsoleto (CD) che dovrebbe essere oramai svenduto...
  • The_GEZ scrive:
    E edesso ti racconto la mia
    Ciao Anonimo (anonimo) !Mi è sempre piaciuta la musica ma le cassette costavano ed io con le mie mance non ci stavo dentro e così comperavo pochissimo ...Poi sono diventato grande e sono andato a lavorare ... ed ho scoperto che non ci stavo dentro peggio di prima dato che prima costava tanto solo la musica ora anche respirare costa troppo.Quando ero piccolo avevo 5.000 lire di mancia alla settimana ma almeno erano intramente disponibili, ora ho 1100 euro al mese ma la cifra disponibile è meno delle vecchie 5.000 lire !!!!Kakkio, meno male che ci sono le "promozioni" ... si ma questo CD è vecchio di 13 anni, cosa promuovi, una cosa di 13 anni fa ... kakkio, 13 anni fa quando lo ho comperato costava meno .... e questa edizione fa veramente cagare !!!E' stata dura ma alla fine la "malattia" della musica mi è passta.
    Sono sicuro che siete tutti con me!Non saprei, io la mia vita l' ho vissuta sulla Terra, terzo pianeta del sistema solare ... la tua non so.==================================Modificato dall'autore il 21/04/2005 11.15.09
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi racconto la storia della mia vita
    Sei un genio! Hai scoperto come è facile avere musica gratis e ti apri un negozio di cd originali! Perche non vai a consigliare la fiat?
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi racconto la storia della mia vita
      - Scritto da: Anonimo
      Sei un genio! Hai scoperto come è facile avere
      musica gratis e ti apri un negozio di cd
      originali! Perche non vai a consigliare la fiat?Secondo me il genio sei tu, ti do due anni per capire il perché
  • Anonimo scrive:
    British Pho(r)nographic...
    "BPI sostiene che gli appassionati di musica tra il 2002 e il 2004 avrebbero dovuto spendere per gli acquisti 1,5 miliardi di sterline ma che, vista la diffusione del peer-to-peer, ne hanno spesi "solo" 858 milioni"Cavolo, a mio cuggino uguale uguale!Sulla base delle SUE proiezioni si aspettava di guadagnare 1,5 miliardi di hiuros dalla vendita di tapirlonghi ma poi il perfido Dottor Male ha messo in circolazione la formula segreta per sintetizzare i temibili antigeni K che, sempre secondo le SUE indagini, hanno ridotto le entrate di mio cuggino a solo 858 milioni di neuri!Ovviamente mio cuggino farà causa a tutti gli antigeni K che gli capiteranno a tiro fino a che non avrà recuperato la differenza di euri che secondo lui gli è dovuta!
    • kanna scrive:
      Re: British Pho(r)nographic...
      Accidenti, mi hai scoperto. Ho sparso in giro agenti K per nulla.Ora pero` c'e` un problema: io mi aspettavo di guadagnare 700 quasilioni di neuri ricattando tuo cuggino, e le sue azioni legali mi hanno sottratto il 30% del 60% di quello che i clienti di tuo cuggino avrebbero comprato da me una volta contaminati dagli agenti K.Senza contare che le sbarbe contaminate sono piu` disponibili, ed ora invece mi danno il due di picche.Come la mettiamo? Facciamo un accordo extragiudiziale? Io cedo il brevetto dell'agente K a tuo cuggino, che lo inserisce nei suoi tapirlonghi, facciamo arrestare una dozzina di ragazzini brianzoli, che fa sempre il suo effetto, e costringiamo il governo a mettere una tassa sui frullatori e sulle idropulitrici, che come e` noto sono la causa principale della diffusione dell'agente K.
      • Anonimo scrive:
        Re: British Pho(r)nographic...

        Io avrei sicuramente conquestato il mercato
        grazie alla mia invenzziooone dell' idropulitrice
        che può essere uasta all' occorrenza come
        frullatore (perchè secondo un miiiiio studio è
        QUESTO che la gente vuole !!!)Ti è andata bene che sono scappati i terribili antigeni K!Se avessi lanciato il tuo idropulifrullatore avresti violato il brevetto che ho in società con Mr X per idropulifrullatori (r) a guida manuale (mani non incluse nella confezione) o da controllare via MMS (gli fai il disegno di quello che devono fare e lo fanno)!E lo sai che i brevetti, una delle massime espressioni del diritto d'autore, vanno tutelati!
        • kanna scrive:
          Re: British Pho(r)nographic...
          Ah ... ma adesso io vi faccio il brevetto sui brevetti, e vi frego tutti, vamola`.
          • francescor82 scrive:
            Re: British Pho(r)nographic...

            Ah ... ma adesso io vi faccio il brevetto sui
            brevetti, e vi frego tutti, vamola`.Troppo tardi anche per quello, bruciato sul tempo... e a proposito ho appena brevettato i thread che contengono parole tipo "antigeni K"... mi dovete tutti un po' di dindini. Come intendete pagare? Accetto tutte le valute eccetto i Pecos plutoniani... la mia banca si rifiuta di cambiarli.
          • Anonimo scrive:
            Re: British Pho(r)nographic...

            ho appena brevettato i
            thread che contengono parole tipo "antigeni K"...
            mi dovete tutti un po' di dindini. Come intendete
            pagare? Accetto tutte le valute eccetto i Pecos
            plutoniani... la mia banca si rifiuta di
            cambiarli.Allora va bene se pago in tapirlonghi? A mio cuggino ne è rimasto un zilione tondo tondo e me ne ha dati un po in cambio delle azioni Canistracci Oil che avevo da parte...;)
          • kanna scrive:
            Re: British Pho(r)nographic...
            Voila`, il cerchio si e` chiuso, non si sa come siam tutti piu` ricchi, abbiamo mandato in mona l'economia di due o tre paesi emergenti, ma in borsa il titolo della Tapirlongi Inc. e` stato sospeso per eccesso di rialzo.E' la niu' economi, bebi :-)PS: ho un cuggino che scambia i credidi Plutoniani con bond argentini, interessa?
          • francescor82 scrive:
            Re: British Pho(r)nographic...

            Voila`, il cerchio si e` chiuso, non si sa come
            siam tutti piu` ricchi, abbiamo mandato in mona
            l'economia di due o tre paesi emergenti, ma in
            borsa il titolo della Tapirlongi Inc. e` stato
            sospeso per eccesso di rialzo.Ho fatto appena in tempo a venderle. ;-)
            E' la niu' economi, bebi :-)

            PS: ho un cuggino che scambia i credidi
            Plutoniani con bond argentini, interessa?Caspita, certo! Visto che ho già trovato chi mi cambia i bond argentini in... vabbè, non posso dirlo.Vabbè, vado a dormire, la tripletta nella partita di calcetto mi ha gasato. :-D Buona notte a tutti!==================================Modificato dall'autore il 21/04/2005 22.40.34
      • Anonimo scrive:
        Re: British Pho(r)nographic...
        - Scritto da: kanna

        Come la mettiamo? Facciamo un accordo
        extragiudiziale? Io cedo il brevetto dell'agente
        K a tuo cuggino, che lo inserisce nei suoi
        tapirlonghi, facciamo arrestare una dozzina diPosso contribuire fornendo straporzilli? Mi aspetto un tribalione di sprunocchi in cambio.
        • francescor82 scrive:
          Re: British Pho(r)nographic...

          Posso contribuire fornendo straporzilli? Mi
          aspetto un tribalione di sprunocchi in cambio.Aspetta, quanti straporzilli mi dai per il tribalione di sprunocchi? Se il cambio non mi piace non si fa niente.
  • Anonimo scrive:
    per questo mi apro una bella bottiglia!!
    650 milioni di sterline non sono entrate nelle tasche dei discografici per questo mi apro una bella bottiglia di vino e brindo contento!!!!purtroppo non potrete ordinare la vostra nuova auto di lusso,o la bella villa nei paradisi fiscali!!!Non v'è notizia migliore per allietarmi la mia giornata!!!
    • The_GEZ scrive:
      Re: per questo mi apro una bella bottigl
      Ciao Anonimo !
      650 milioni di sterline non sono entrate nelle
      tasche dei discografici per questo mi apro una
      bella bottiglia di vino e brindo
      contento!!!!purtroppo non potrete ordinare la
      vostra nuova auto di lusso,o la bella villa nei
      paradisi fiscali!!!Hmm ...Non credo che sia così, nel senso che il discorso è più sul tipo :"Ho guadagnato 350.000 fantastiglioni di paperdollari però SECONDO ME ne avrei potuti guadagnare 5.000.000 di fantastigliardi ... scricatori bastardi !" :(
      • jank scrive:
        Re: per questo mi apro una bella bottigl
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        650 milioni di sterline non sono entrate nelle
        Hmm ...
        Non credo che sia così, nel senso che il discorso
        è più sul tipo :
        "Ho guadagnato 350.000 fantastiglioni di
        paperdollari però SECONDO ME ne avrei potuti
        guadagnare 5.000.000 di fantastigliardi ...
        scaricatori bastardi !"
        :(Cavolo, nooo, mi si sta abbassando la piscina di monete, e fra poco non potrò più tuffarmi dal trampolino del mio deposito...Farò di tutto perchè la Banda Bassotti sia arrestata...:-@
  • Anonimo scrive:
    BOICOTTARE
    Per un anno lasciamoli a secco: NO dvd, NO noleggi, NO pay per view, No CD, No Itunes & C ( un MP3 NON vale 1 euro anche perché non ha nemmeno la qualità di un cd - tecnologia vecchia di 25 anni - nell'era del SACD....).Della musica di oggi possiamo farne a meno e se escono 5 film decenti all'anno è già tanto.
    • Guybrush scrive:
      Re: BOICOTTARE
      - Scritto da: Anonimo
      Per un anno lasciamoli a secco: NO dvd, NO
      noleggi, NO pay per view, No CD, No Itunes & C (
      un MP3 NON vale 1 euro anche perché non ha
      nemmeno la qualità di un cd - tecnologia vecchia
      di 25 anni - nell'era del SACD....).

      Della musica di oggi possiamo farne a meno e se
      escono 5 film decenti all'anno è già tanto.Della musica forse tu puoi fare a meno, ma esiste tantissima musica che richiede pero' orecchie colte...Bach, Beethoven, Brahms... fino a Verdi e passando per Puccini e' tutto materiale libero.Difficile da ascoltare, forse, ma assolutamente sublime.
      GT
  • Anonimo scrive:
    Le major piangono da anni ormai ma...
    ... non riesco a capire come fanno a non essere ancora fallite.Una qualsiasi azienda che in un solo anno perda 650 milioni di sterline di introito finirebbe KO istantaneamente. Le major invece hanno la forza di lamentarsi e pure di andare nei tribunali.I casi sono tre:1) Hanno un mucchio di soldi da parte (magari rubati a noi precedentemente).2) Hanno un margine di guadagno enorme sulle loro vendite.3) Hanno cominciato a pagare meno gli artisti (ma non credo Robbie Williams sia d'accordo).Ai posteri l'ardua sentenza.Saluti a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le major piangono da anni ormai ma..
      - Scritto da: Anonimo
      ... non riesco a capire come fanno a non essere
      ancora fallite.

      Una qualsiasi azienda che in un solo anno perda
      650 milioni di sterline di introito finirebbe KO
      istantaneamente. Le major invece hanno la forza
      di lamentarsi e pure di andare nei tribunali.

      I casi sono tre:
      1) Hanno un mucchio di soldi da parte (magari
      rubati a noi precedentemente).
      2) Hanno un margine di guadagno enorme sulle loro
      vendite.
      3) Hanno cominciato a pagare meno gli artisti (ma
      non credo Robbie Williams sia d'accordo).

      Ai posteri l'ardua sentenza.
      Saluti a tutti.4) Stanno mentendo?
  • Anonimo scrive:
    noi siamo pirati
    perchè usiamo il P2P!mi chiedo come mai ci si impegna nella lotta su sto fronte e ci si chiede perchè la gente lo usi quando per esempio per il concerto degli U2 a milano e Roma chiedono fino a 46?!!!oltre a ciò i biglietti in un giorno sono spariti e guarda caso si ritroveranno tutti nelle mani dei bagarini che come al solito li rivenderanno indisturbati!!!succede con qualsiasi evento!!!al forum di assago due settimane fa c'era una specie di mercatino con entrata a pagamento..bene c'erano pure lì!!!!al concerto di biagio antonacci i bagarini erano persino in tangenziale tra le macchine in coda!!!al concerto dei metallica a bologna un bagarino voleva vendermi un biglietto..io me lo son fatto dare e mi son diretto in biglietteria per vedere se nn era falso..indovina un po..davanti allo sportello tre cari signori mi dicono ke nn posso passare e mi invitano "gentilemente" a non fare vedere il biglietto alla signorina bigliettaia perchè mi assicurano loro essere vero!..ovviamente all'entrata dopo aver speso 40 euro mi buttano fuori perchè ho un bilgietto falso
    • Anonimo scrive:
      Re: noi siamo pirati

      ovviamente all'entrata dopo aver speso 40
      euro mi buttano fuori perchè ho un bilgietto
      falsoFantastico!Direi che e' andata nella miglior maniera possibile.Perche' tu non comprerai piu' un biglietto dal bagarino.Oppure devi buttare altri 40 ??
  • The_GEZ scrive:
    Questa si che è una notizia !
    Ciao ! "L'industria calcola il costo del P2P" Praticamente come scrivere :"L' oste controlla se il vino è buono"L' oste ha recentemente pubblicato uno studio secondo cui il suo vino sarebbe assolutamemente BUONO. "Tutti i test hanno confermato la mia ipotesi, il mio vino è buono." Ha confermato l' oste intervistato sull' argomento .....Ed il bello è che c'è un sacco di gente che CI CREDE !!!!!!!!!!!:@
  • Anonimo scrive:
    Perchè non calcolano.....
    .....quanti soldi abbiamo perso finanziando la fiat, con il fallimento parmalat, o con finanziamenti spariti e opere pubbliche mai ultimate soprattutto in meridione?Più che 650 milioni, saranno 650 miliardi di sterline....
  • NeutrinoPesante scrive:
    Redistribuzione della ricchezza
    Supponendo che i 650 Milioni di sterline siano una stima corretta, personalmente sono ben contento che siano stati spesi in contratti ADSL con le Telco, che creano tecnologia e danno posti di lavoro a migliaia di persone, piuttosto che finire nelle tasche di poche decine di milionari (in Euro) a capo delle varie etichette musicali.Sul lungo termine la diffusione capillare dell'ADSL, indotta principalmente dal file sharing (non siamo ipocriti!), avra' comunque un effetto benefico sul Paese in termini di avanzamento tecnologico e culturale, mentre la minore diffusione dell'ultimo CD della Spears di turno onestamente non penso che rechera' danni irreparabili...Saluti
  • Anonimo scrive:
    P2P sconfitto
    ..evviva le major esultano hanno sconfitto il p2p!adesso inizia l'altra crociata..quella dei produttori di PC,Masterizzatori,supporti vergini,hard disk capienti,provider banda larga..senza p2p stranamente non vendono + una sega!!!!..ci vuole una legge per costringerti lo stesso a comprare queste cose,arrestiamo e denunciamo chi nn li compra!!!!ma vi rendete conto????se i nostri soldi non vanno all'industria del cinema o della musica(che comunque stanno producendo davvero roba de merda da ormai una decina di anni) perchè usiamo il p2p,vuol dire ke stiamo spendendo una cifra per tutte le cose elencate sopra!se preferite torniamo a comprarci un cd all'anno (che continuiamo a comprare lo stesso nonostante il p2p)..e rinunciamo al pc con tutto ciò ke è connesso.10 anni fa mi facevo le cassette dalla radio e i film me li registravo dalla tv.Mo li scarico..dov'è la differenza?l'uncia che riscontro è che nn devo stare davanti all'apparecchio per schiacciare REC al momento giusto
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P sconfitto

      ..evviva le major esultano hanno sconfitto il
      p2p!
      adesso inizia l'altra crociata..quella dei
      produttori di PC,Masterizzatori,supporti
      vergini,hard disk capienti,provider banda
      larga..senza p2p stranamente non vendono +
      una sega!!!!..ci vuole una legge per
      costringerti lo stesso a comprare queste
      cose,arrestiamo e denunciamo chi nn li
      compra!!!!Ti alzeranno qualche tassa per compensare e buonanotte.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P sconfitto
      E la diffusione dei file che propone il P2P è molto più vasto rispetto a quello di copiare dalla radio o dalla tv.
  • Anonimo scrive:
    E allora io mi chiedo...
    come fanno ancora tutt'ora a promettere contratti assurdi ai cantanti per qualche nuova uscita.Non credo che il problema sia il P2P. Chi comprava i cd originali dal negoziante continua a comprare i cd dal negoziante (vedi il sottoscritto). Chi non ha mai comprato niente si butta sul P2P o sul marocchino sotto casa (ormai stanno dappertutto, un giorno li vedremo vendere porta a porta) ma le entrate alla fine sono sempre le stesse.Allora mi chiedo: che cosa vogliono????Il P2P non si combatte con la forza non serve niente.Abbassate i prezzi sia nei negozi che su internet (0,99 c/? sono tanti visto che la qualità audio non è la stessa dei cd e il supporto con i diritti SIAE dobbiamo mettercelo noi) e poi vediamo chi ha ancora da lamentarsi. CIAO
    • The_GEZ scrive:
      Re: E allora io mi chiedo...
      Ciao Anonimo !
      sottoscritto). Chi non ha mai comprato niente si
      butta sul P2P o sul marocchino sotto casa (ormai
      stanno dappertutto, un giorno li vedremo vendere
      porta a porta)Mah .. a Porta a Porta, in effetti c'è uno che spaccia le idee di qualcun'altro ... ma non mi sempra un marocchino ...
      Allora mi chiedo: che cosa vogliono????Più soldi ...
  • Anonimo scrive:
    non-lavoro e non-entrate
    vorrei che qualche sindacalista o qualche persona di buon senso come queste personcine che calcolano i non-introiti si mettesse a calcolare le mancate entrate dei lavoratori del proprio popolo (ognuno nel proprio paese) dovute alla politica delle multinazionali (mica quelle della musica ... ma perchè no, mica faranno solo quello) di mandare il lavoro all'estero dove i lavoratori non hanno diritti.Questo non è morale e toglie dignità e denaro a milioni di persone, al paese.Però mantiene denaro e privilegi dei manager, amministratori delegati e proprietari. E distrugge le famiglie alla base.Questo negli ulimi 20 anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: non-lavoro e non-entrate
      Applaudo...
    • Anonimo scrive:
      Re: non-lavoro e non-entrate
      - Scritto da: Anonimo
      vorrei che qualche sindacalista o qualche persona
      di buon senso come queste personcine che
      calcolano i non-introiti si mettesse a calcolare
      le mancate entrate dei lavoratori del proprio
      popolo (ognuno nel proprio paese) dovute alla
      politica delle multinazionali (mica quelle della
      musica ... ma perchè no, mica faranno solo
      quello) di mandare il lavoro all'estero dove i
      lavoratori non hanno diritti.
      Questo non è morale e toglie dignità e denaro a
      milioni di persone, al paese.

      Però mantiene denaro e privilegi dei manager,
      amministratori delegati e proprietari.

      E distrugge le famiglie alla base.

      Questo negli ulimi 20 anni.Vogliono far produrre laddove la manodopera costa poco, poi esportare qui dove i neodisoccupati non hanno soldi da spendere.Bah, io di macroeconomia non ci ho mai capito molto, ma l'istinto mi dice che alla fine il giocattolo si romperà.
  • Anonimo scrive:
    L'industria deve ringraziare e basta !
    Ma cosa calcolano e calcolano, se il prodotto mi va e mi piace lo compro, se fa schifo o è troppo caro se lo magnano LORO !! Ma è mai possibile che debbano sempre e solo ragionare esclusivamente sul guadagno e come se non bastasse sul guadagno potenziale se qualcuno non facesse qualcosaltro...Ve lo dico io cosa devono fare le industrie ... FALLIRE, CHIUDERE I BATTENTI , SBARACCARE !!!Ragionate un bel po' meno per i soldi, è giusto guadagnare, NON è più ammesso diventare MILIARDARI per vendere un pezzo di plastica bruciacchiata con un laser, per sentire SCHIAMAZZI di qualche ARTISTA.Una volta gli artisti dovevano andar per piazze con il calesse se volevano guadagnare da vivere...... sarebbe ora che rincominciassero !!!Av Salouth !!
  • Anonimo scrive:
    continuano a non voler capire
    Errare humanum est, perseverare diabolicum! Questi proprio non lo vogliono capire che devono allearsi col P2P e non combatterlo se non vogliono soccombere. E' un fatto storico che le nuove tecnologie cancellano le vecchie come è successo con l'auto che ha travolto le carrozze a cavallo. Ma dico io c'è una nuova tecnologia che fa risparmiare almeno quattro costosi passaggi dal produttore al consumato e loro che fanno la combattono? Viene da pensare no?E non venissero a dire che la gente usa il P2P semplicemente perchè è gratis perchè , al contrario, intanti pagano circa un euro a canzone pagando all'incirca come un cd normale per farsi una compilation personalizzata.Senza considerare che c'è gente che paga ben tre euro per una stupida musichetta per il cellulare. Il mercato (il business) c'è e sarà di chi primo ci si butterà e non saranno i membri della RIIA che cadranno nel dimenticatoio nel giro di vent'anni. Buon download a tuttiMichele
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi racconto la storia della mia vita
    6 un troll, ma mi hai fatto ridere... !!!! ;-)
  • Anonimo scrive:
    Prezzi
    Un brano in rete 5 centesimi non di più, un album in rete 50-60 centesimi non di più, un film in rete 1-2 ? non di più.... a questi prezzi loro vendono a palate e gli utenti comprano a palate...
  • Anonimo scrive:
    Se vuoi evitare il rischio di un'azione
    "Se vuoi evitare il rischio di un'azione legale, non usare il file sharing e" - ha aggiunto - compra musica legale".... ma va a spalare letame.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Se vuoi evitare il rischio di un'azi
      - Scritto da: Anonimo
      "Se vuoi evitare il rischio di un'azione legale,
      non usare il file sharing e" - ha aggiunto -
      compra musica legale".

      ... ma va a spalare letame.....io aggiungerei, all'inglese: "ma va' a dar via i ciapp!"
  • Anonimo scrive:
    BPI sostiene che...
    gli appassionati di musica tra il 2002 e il 2004 avrebbero dovuto spendere per gli acquisti 1,5 miliardi di sterline ma che, vista la diffusione del peer-to-peer, ne hanno spesi "solo" 858 milioni.La storia non si fa con i se e con i forse. Ma mettiamo (SOLO PER IPOTESI) che sia realmente così: può voler dire parecchie cose:1) Quello che vendono è troppo caro rispetto alle tasche della gente2)Quello che vendono alla fine è spazzatura (senza offesa per gli artisti) che non piace alla gente3)Qualcuno crede che questa roba non valga i soldi sborsatiIn tutti questi casi mi sebra che si stia cercando di nascondere un problema di gusti di massa dietro del falso moralismo e dei conti che neanche il Doc Brown avrebbe potuto fare con la sua DeLorean.Poi la mia è solo un opinione di parte.
  • Anonimo scrive:
    e il P2P calcola il costo dell'industria
    ...e quindi si conviene che .....
  • Anonimo scrive:
    Re: Vi racconto la storia della mia vita
    No non sono con te ,mi spiace ma finche i prezzi saranno allucinanti e la musica/film=a merda sarò sempre per i p2p che comunque uso pochissimo (punizione divina a 56k)
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi racconto la storia della mia vita
      - Scritto da: Anonimo
      No non sono con te ,mi spiace ma finche i prezzi
      saranno allucinanti e la musica/film=a merda
      sarò sempre per i p2p che comunque uso pochissimo
      (punizione divina a 56k)Condivido quello che dici, però precisa che sei per la distribuzione di file protetti da copyright su p2p, non che sei per il p2p e basta perché se no sembra che del p2p si faccia solo un uso illegale. E' vero che la stragrande maggioranza dell'uso delle tecnologie p2p è illegale, ma questo non cambia il fatto che questa tecnologia abbia anche un sacco di altre applicazioni legittime. Non deve assolutamente passare l'equazione che p2p=pirateria!
  • Anonimo scrive:
    I _se_ ed i _ma_
    "I se ed i ma sono il patrimonio dei bischeri", come si dice qui in Toscana."Se avessi venduto 10000 cd, avrei fatto.........""Ma se avessero comprato 10000 cd, avrei guadagnato...."Provate ad adottare questo ragionamento per il vostro lavoro: poi se ne riparla. Oxford, Harvard, Bocconi o Paperopoli?
  • Anonimo scrive:
    Indy:Auto-Discover FreeMusic to Download
    http://slashdot.org/articles/05/04/20/1757206.shtml?tid=141&tid=95
  • Anonimo scrive:
    Si passerà
    ad altre vie, per esempio: scambio e copia di cd fra conoscenti parenti e colleghi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Si passerà
      Già fatto!Qualità eccezionale e ottima qualità.Che voui di più?Fino a 9 Euro compro DVD, se merita; oltre copio, se merita, altrimenti sto senza.
  • Anonimo scrive:
    ho perso il libretto
    ho perso il libretto degli assegni, ho rovistato per tutta la casa e non lo trovoche pallequalcuno mi aiuta ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ho perso il libretto
      lascia perderece l'ho iocmq non è che avessi moltissimo sul conto, spilorcione...
    • Anonimo scrive:
      Re: ho perso il libretto
      Dovevi comprare un CD/DVD?... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho perso il libretto
        - Scritto da: Anonimo
        Dovevi comprare un CD/DVD?... :)per il dvd pensavo ad un mutuoera per un cd, ma mi sa che pagherò a rate
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il libretto
          io devo ancora decidere se vendere un rene per il cofanetto di star wars, m'e' stato proposto anche di pagare con anima o vergini sacrificali, valutero'Knu
  • Anonimo scrive:
    proposta
    Non si deve più scaricare niente e, allo stesso tempo, non comprare più niente . Un brano dovrebbe costare 10 centesimi , altro che 4 euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: proposta
      - Scritto da: Anonimo
      Non si deve più scaricare niente e, allo stesso
      tempo, non comprare più niente . Un brano
      dovrebbe costare 10 centesimi , altro che 4 euro.sì sì, non dovrebbe esserci la fame nel mondo, i politici dovrebbero essere onesti e i miei capelli non dovevano cadere...purtroppo è così e il boicottaggio non funzionabisogna reagire in modo + forte, bruciando qualche negozio
      • Anonimo scrive:
        Re: proposta
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non si deve più scaricare niente e, allo stesso

        tempo, non comprare più niente . Un brano

        dovrebbe costare 10 centesimi , altro che 4
        euro.

        sì sì, non dovrebbe esserci la fame nel mondo, i
        politici dovrebbero essere onesti e i miei
        capelli non dovevano cadere...
        purtroppo è così e il boicottaggio non funziona
        bisogna reagire in modo + forte, bruciando
        qualche negozioNon servirebbe a unLascia perdere, tanto fra qualche anno gli arabi ci invaderanno e allora sì che la faremo finita del tutto con musica a cazzatine varie al pc
    • Dem-f scrive:
      Re: proposta
      Ma per curiosità, come hai stimato questo "giusto prezzo"??dotF- Scritto da: Anonimo
      Non si deve più scaricare niente e, allo stesso
      tempo, non comprare più niente . Un brano
      dovrebbe costare 10 centesimi , altro che 4 euro.
  • THe_ZiPMaN scrive:
    Non usare il file sharing
    La conclusione che darei io è leggermente diversa ma in linea con l'articolo:Se vuoi evitare il rischio di un'azione legale, non usare il file sharing e " aggiungo io "boicotta tutte queste aziende multimiliardarie non acquistando più nemmeno un CD da loro prodotto.Se proprio vuoi comprare, spendi bene i tuoi soldi scegli musica libera, liberamente duplicabile e prodotta da chi ti rispetta lasciandoti le tue libertà.In alternativa limitati ad ascoltare la radio o le TV musicali e registrati i brani quando li trasmettono. La registrazione dei brani trasmessi per uso personale è legale; già li paghi con l'iniqua tassa sui supporti vergini"Buon boicottaggio a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Non usare il file sharing
      effettivamente la registrazione me l'ero scordatal'ho fatta un milione di voltecol pc è più accessibile la qualità digitale....non ho più nemmeno i problemi di distorsione della cassetta...
      • Marc0s scrive:
        Re: Non usare il file sharing
        vabbè il boicottaggio, ma a me interessa ascoltare la musica, non cambiare ideologicamente il mondo. se per un attimo pensiamo "oggettivamente" al rappoto lavoro guadagno che la produzione di un cd produce ci si rende conto che i veri ladri sono le case discografiche e i vari blue che vivono da paschà e ci intontiscono la testa con la loro merda. dalla radio non c'è un cazzo da prendere e manco dalla tv. quindi io scarico e condivido, per diffondere quella cultura che vendono a prezzi spropositati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non usare il file sharing
          - Scritto da: Marc0squindi io
          scarico e condivido, per diffondere quella
          cultura che vendono a prezzi spropositati.Straquoto ,con la merda che ci propinano qui in italia non c'è altra scelta.Io collaboro con un'etichetta musicale (musica chillout) e si lavora solo all'estero ,del resto io come tanti in italia sono figlio di nessuno contrariamente a es. il (ehm) grande francesco dj e non ho una catena di banche alle spalle (vibrazioni) etc etc(c64)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non usare il file sharing
            Poverini hanno perso tanti soldini ....Era ora che se ne accorgessero , speriamo che vadano in rovina , cosa fisicamente impossibile , sono tutti straricchi e strapotenti , tanto che in america le major discografiche comandano più del popolo sovrano ....Bella democrazia Americana !!!
          • Collimate scrive:
            Re: Non usare il file sharing
            BOICOTTA!Per mia sfortuna, sono un'appassionato di musica e cinema, rimasto scornato parecchie volte, comprando prodotti elogiati da tutti, ma poi in realta' delle ciofeche.Internet mi permette di vedere/sentire le cose, valutando un possibile acquisto o no. se questa cosa non fosse piu' possibile, credo non comprerei piu' nulla.Per esempio, qualcuno di voi comprera' il dvd originale di "shark tale" dopo aver sentito il pessimo doppiaggio del "grande" dj francesco?Comunque li aspetto, che vengano a vedere a casa mia, che vedano quanti prodotti originali ho.http://www.vrbe.org
          • Guybrush scrive:
            Re: Non usare il file sharing
            - Scritto da: Collimate
            BOICOTTA!E' quello che vado dicendo (e metto in pratica) da anni, piu' o meno.
            Per mia sfortuna, sono un'appassionato di musica
            e cinema, rimasto scornato parecchie volte,
            comprando prodotti elogiati da tutti, ma poi in
            realta' delle ciofeche.Caro appassionato: lo sai che esiste l'usato, nevvero? Che esistono gli store online e le offerte speciali, nonche' i negozi specializzati. Poi se vogliamo parlare di musica sappi che quella degli autori morti fino al 1934 e' libera da diritti, inclusa quella prodotta negli USA,anche se negli usa ci sono 90 anni di diritti adesso, in europa quella legge non e' valida.
            Internet mi permette di vedere/sentire le cose,
            valutando un possibile acquisto o no. se questa
            cosa non fosse piu' possibile, credo non
            comprerei piu' nulla.Straquoto, ma ricordati di cancellare quello che decidi di non comprare e di non condividere il resto. Non offire armi al nemico.
            Per esempio, qualcuno di voi comprera' il dvd
            originale di "shark tale" dopo aver sentito il
            pessimo doppiaggio del "grande" dj francesco?ROTFLASC "Shark Tale" e' pura merda, non foss'altro per l'accento italiano associato ai mafiosi. Lo trovo profondamente offensivo.
            Comunque li aspetto, che vengano a vedere a casa
            mia, che vedano quanti prodotti originali ho.Non gliene fottera' nulla e ti multeranno fino a 3050 euro per il materiale non legale che eventualmente detieni.
            GT
          • Anonimo scrive:
            Re: Non usare il file sharing
            - Scritto da: Anonimo
            Poverini hanno perso tanti soldini ....

            Era ora che se ne accorgessero , speriamo che
            vadano in rovina , cosa fisicamente impossibile ,
            sono tutti straricchi e strapotenti , tanto che
            in america le major discografiche comandano più
            del popolo sovrano ....

            Bella democrazia Americana !!!Popolo sovrano? Siamo solo un amassa informe che sa solo blaterare e farsi mettere i piedi in testa con solo un breve accenno di fastidio.....
      • Anonimo scrive:
        scheda tv...
        con digitale terrestre; ti registri il film (in formato dvd)... togli gli spezzoni pubblicitari (tanto che è registrato dalla tv si vede dal logo del canale) con un qualsiasi programma free di editing video... crei i tuoi menù basta nero... masterizzi su dvd e voilà il pranzo è servito... almeno quei 15 o 20 eurini me li guadagno io e non quei magnaccia delle major... la qualità del mio prodotto ottima direi!!!!non ci sono i contenutini speciali? sai quanto me ne frega di sapere che sean connery a 18 anni si è tolto i pantaloni davanti alla prof.ssa di canto gregoriano.... oddio mancano i sottotitoli in uzbeko? cazzo no questo no... vado a comprare un dvd a 25 eurini........ per la musica ci sono le radio sul satellite qualità digitale.....quindi andavela a pija inter quel posto... ancora non ho mai visto dj francesco o chi per lui in corso con il cappello in terra che suona si dimena e ti chiede 1 euro....no non l'ho visto.... per sfortuna sennò sai quanto mi sarei divertito ad urlargli MA VAI A LAVORA' BARBONEEEEEEEE
    • Anonimo scrive:
      Re: Non usare il file sharing
      Quello che non capiscono, è che i soldi non li perdono a causa del p2p, ma per colpa dei prezzi troppo elevati. Personalmente non amo troppo la musica, quindi non mi pongo il problema dei cd-audio originali o meno...Però i film mi piacciono tantissimo...E quasi ogni settimana vado al cinema di giovedì visto che pago solo 3.5?...Perchè io 7? non li posso spendere per vedermi un filmetto...Se abbassassero i prezzi, tutti andrebbero di corsa al cinema, perchè non c'è paragone tra un film al cinema e un divx preso da internet. Poi spesso vado da FNAC e se trovo una bella offerta, mi compro film originali..ma solo quando vedo che il prezzo è giusto...quindi se abbassassero i prezzi degli originali, la gente li comprerebbe.I film presi col p2p, non hanno quasi mai una buona qualità, quindi possono essere considerate preview...visto che di solito si sentono malissimo...qualche film che ho visto in divx che mi è piaciuto, l'ho comprato originale....se soltanto la gente capisse...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non usare il file sharing
        bla bla blapossiamo dire tante cose ma loro guardano a noi come a numeri da spremerecmq se prima non compravo nulla ora non compro nulla e domani non comprero' nulla (almeno a questi prezzi)ma loro vedono un mancato introito se io scaricommmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmche bel ragionamento
    • Anonimo scrive:
      Re: Non usare il file sharing
      non comprate le schifezze delle majors! Se proprio volete acquistare dei cd originali allora orientatevi verso le etichette indipendenti ----
      http://www.magnetbox.com/riaa/
    • Anonimo scrive:
      Re: Non usare il file sharing
      oppure usa un fs crittato e metti quel che scarichi tutto li (in Italia prove come log o analisi del traffico servono solo a ottenere un madato di perquisizione da un giudice ma per condannare qualcuno serve trovare delle prove durante la perquisizione)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non usare il file sharing
        Guarda che mica sono coglioni.... Sanno benissimo come decriptare un archivio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non usare il file sharing
          - Scritto da: Anonimo
          Guarda che mica sono coglioni.... Sanno benissimo
          come decriptare un archivio.Fra cento anni forse lo hanno decriptato.
          • Guybrush scrive:
            Re: Non usare il file sharing
            Molto prima.E non perche' dispongono di computer stracazzuti, ma perche' sanno spaventare perbene... immagina un po' il ragazzino brufoloso che i e' fatto la partizione segreta con PGP o qualche altro cazzutissimo software crittografico.Scarica e condivide il materiale della partizione nascosta e via cosi'.Arriva la pula, crocifigge i genitori i quali a loro volta minacciano il brufoloso di cui sopra di una morte lenta per impalamento anale se non consegna immediatamente la password della partizione ai carramba.O il ragazzino brufoloso e' stato accorto e ha nascosto tutto nella partizione secondaria, oppure ha un HDD removibile e la partizione segreta e' solo una honeypot (in italiano: specchietto per allodole), oppure fornisce alla benemerita il palo che useranno per fare il servizietto a tutta la famiglia (multone da 3000 euro).Sinceramente io spero che continuino ad usare il pugno duro, la gente digerisce male 'ste cose.
            GT
  • Anonimo scrive:
    come li faranno i conti
    mi sembra che la gente pensa che un file scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente in CD o su internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra che la gente pensa che un file
      scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma
      davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche
      centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente
      in CD o su internet.
      mi sembra che la gente PENSI che un file scaricato EQUIVALGA. Ma davvero (vi:cancellato) pensate che un ragazzo... ecc ecc
      • sterlina scrive:
        Re: come li faranno i conti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mi sembra che la gente pensa che un file

        scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma

        davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche

        centinaio di mp3 avrebbe acquistato
        l'equivalente

        in CD o su internet.



        mi sembra che la gente PENSI che un file
        scaricato EQUIVALGA. Ma davvero (vi:cancellato)
        pensate che un ragazzo... ecc eccsei un po' bacchettone, ma dopotutto hai ragione e non posso dirti nulla di più ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          - Scritto da: sterlina

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          mi sembra che la gente pensa che un file


          scaricato equivale ad un brano non comprato.
          Ma


          davvero vi pensate che un ragazzo che ha
          qualche


          centinaio di mp3 avrebbe acquistato

          l'equivalente


          in CD o su internet.






          mi sembra che la gente PENSI che un file

          scaricato EQUIVALGA. Ma davvero (vi:cancellato)

          pensate che un ragazzo... ecc ecc

          sei un po' bacchettone, ma dopotutto hai ragione
          e non posso dirti nulla di più ;-)A me mi sembra che la gente pensasse che un file scaricato ma però e, (virgola) equivalesse a un cd compritato al negrozio di piccì (salute)
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      io mi sono ripromesso che non comprerò mai piu' nulla da questi vampiri musicali (un cd a 20 / 30 euro) su un supporto che cosa 0,20 cents!!!!!O letto che dicono che costano le copertine ::::: non mettele !!!!vi invito a non comprare finchè i prezzi non caleranno (è una legge di mercato).e poi pensate che se non ci fosse il p2p si comprerebbe di piu' ????Auguri a Tutti.Sono contento che si stanno cag...ndo adosso !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: come li faranno i conti
        - Scritto da: Anonimo
        io mi sono ripromesso che non comprerò mai piu'
        nulla da questi vampiri musicali (un cd a 20 / 30
        euro) su un supporto che cosa 0,20 cents!!!!!ok, corretto

        O letto che dicono che costano le copertine :::::
        non mettele !!!!HO letto QUANTO/COSA dicono che costano...

        vi invito a non comprare finchè i prezzi non
        caleranno (è una legge di mercato).Eh già, una legge...

        e poi pensate che se non ci fosse il p2p si
        comprerebbe di piu' ????Ma non scherziamo, son tutte favole, lo sanno tutti

        Auguri a Tutti.

        Sono contento che si stanno cag...ndo adosso !!!!che si STIANO ca-ando....
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          io mi sono ripromesso che non comprerò mai piu'

          nulla da questi vampiri musicali (un cd a 20 /
          30

          euro) su un supporto che cosa 0,20 cents!!!!!

          ok, corretto




          O letto che dicono che costano le copertine
          :::::

          non mettele !!!!

          HO letto QUANTO/COSA dicono che costano...




          vi invito a non comprare finchè i prezzi non

          caleranno (è una legge di mercato).

          Eh già, una legge...




          e poi pensate che se non ci fosse il p2p si

          comprerebbe di piu' ????

          Ma non scherziamo, son tutte favole, lo sanno
          tutti




          Auguri a Tutti.



          Sono contento che si stanno cag...ndo adosso
          !!!!

          che si STIANO ca-ando....Mi sa che il tipo stesse prendendo per il culo :Do no? O_O
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra che la gente pensa che un file
      scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma
      davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche
      centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente
      in CD o su internet.
      Concordo pienamente!!! Ma poi guardate i prezzi dei CD o peggio ancora dei DVD, e chi è che si può permettere di rinunciare a 3 pranzi per un CD? Se poi parliamo di cinema, io personalmente ci vado 1 volta all'anno...ma solo se capita!Facciamo i conti anche noi e non solo l'industria!bye bye
      • Anonimo scrive:
        Re: come li faranno i conti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mi sembra che la gente pensa che un file

        scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma

        davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche

        centinaio di mp3 avrebbe acquistato
        l'equivalente

        in CD o su internet.


        Concordo pienamente!!! Ma poi guardate i prezzi
        dei CD o peggio ancora dei DVD, e chi è che si
        può permettere di rinunciare a 3 pranzi per un
        CD? Se poi parliamo di cinema, io personalmente
        ci vado 1 volta all'anno...ma solo se capita!
        Facciamo i conti anche noi e non solo l'industria!
        bye byeDopo 3 anni sono andato al cinema (7?) a vedere the ring2 ,soldi buttati per vedere una pessima copia del primo film (hanno riciclato tutto pura la musichetta di sottofondo)puah!
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          vabbe', ma sei masochista...già il primo ring era una stronzata...il secondo...informatevi dagli amici o leggete qualche recensione...so che è meglio giudicare da sè, ma se la recensione sbaglia il film potrò sempre noleggiarlo....
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      un cd, dai 15 ai 30 euro per un pezzo di plastica che si trova all'ingrosso anche meno di 30 centesimi, una copertina di carta da 50 centesimi (esageriamo un euro). Totale, meno di 2 euro. Un qualsiasi fattorino fa pagare una consegna 5 euro, portando anche 100 cd al negoziante si riduce a 5 centesimi. In pratica con intelligenza e all'ingrosso un CD non supera i 2/3 euro. Potrebbe essere facilmente venduto a meno di 10 euro, o online a 6 euro con fattorino.Quindi fanculo
      • Anonimo scrive:
        Re: come li faranno i conti
        - Scritto da: Anonimo
        un cd, dai 15 ai 30 euro per un pezzo di plastica
        che si trova all'ingrosso anche meno di 30
        centesimi, una copertina di carta da 50 centesimi
        (esageriamo un euro).
        Totale, meno di 2 euro. Un qualsiasi fattorino fa
        pagare una consegna 5 euro, portando anche 100 cd
        al negoziante si riduce a 5 centesimi. In pratica
        con intelligenza e all'ingrosso un CD non supera
        i 2/3 euro. Potrebbe essere facilmente venduto a
        meno di 10 euro, o online a 6 euro con fattorino.
        Quindi fanculo
        Potrebbe anche essere venduto a 100 euro se chi lo produce ritenesse giusto farlo. Tu fa a meno di comperare. Mica si tratta di pane o di medicine salvavita.
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          Mi chiedo se la BPI abbia mai preso in considerazione, che la proprensione alla spesa e le scelte dei consumatori possano anche essere cambiate.
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          un cd, dai 15 ai 30 euro per un pezzo di
          plastica

          che si trova all'ingrosso anche meno di 30

          centesimi, una copertina di carta da 50
          centesimi

          (esageriamo un euro).

          Totale, meno di 2 euro. Un qualsiasi fattorino
          fa

          pagare una consegna 5 euro, portando anche 100
          cd

          al negoziante si riduce a 5 centesimi. In
          pratica

          con intelligenza e all'ingrosso un CD non supera

          i 2/3 euro. Potrebbe essere facilmente venduto a

          meno di 10 euro, o online a 6 euro con
          fattorino.

          Quindi fanculo



          Potrebbe anche essere venduto a 100 euro se chi
          lo produce ritenesse giusto farlo. Tu fa a meno
          di comperare. Mica si tratta di pane o di
          medicine salvavita.ok pensiamola sempre cosi', poi quando un giorno anche il pane costera' 30e al kilo, dici che non si vive di solo pane...tanto co sto ragionamento bisogna solo starsene zitti e vedere i prezzi lievitare senza dire nulla...taci va che fai piu' figura.
        • The_GEZ scrive:
          Re: come li faranno i conti
          Ciao Anonimo ! (anonimo)
          Potrebbe anche essere venduto a 100 euro se chi
          lo produce ritenesse giusto farlo. Tu fa a meno
          di comperare. Mica si tratta di pane o di
          medicine salvavita.Ok, un CD a 100 euro.E se non lo compra nessuno la colpa è di quei bastrdi che scaricano ...COMPILANSI !!!!(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: come li faranno i conti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          un cd, dai 15 ai 30 euro per un pezzo di
          plastica

          che si trova all'ingrosso anche meno di 30

          centesimi, una copertina di carta da 50
          centesimi

          (esageriamo un euro).

          Totale, meno di 2 euro. Un qualsiasi fattorino
          fa

          pagare una consegna 5 euro, portando anche 100
          cd

          al negoziante si riduce a 5 centesimi. In
          pratica

          con intelligenza e all'ingrosso un CD non supera

          i 2/3 euro. Potrebbe essere facilmente venduto a

          meno di 10 euro, o online a 6 euro con
          fattorino.

          Quindi fanculo



          Potrebbe anche essere venduto a 100 euro se chi
          lo produce ritenesse giusto farlo. Tu fa a meno
          di comperare. Mica si tratta di pane o di
          medicine salvavita.Giusto! Non è nemmeno cultura perche di robaccia stiamo parlando quindi....
        • Anonimo scrive:
          il tronchetto della felicità

          Potrebbe anche essere venduto a 100 euro se chi
          lo produce ritenesse giusto farlo. Allora devi giustificare anche quelli che vendono il tronchetto della felicità a 5000 neuri...e sai il tronchetto dove...
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra che la gente pensa che un file
      scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma
      davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche
      centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente
      in CD o su internet.
      ma torna a scuola...
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra che la gente pensa che un file
      scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma
      davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche
      centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente
      in CD o su internet.
      Giusto! Non si puo dimostrare che quello scaricatore avrebbe comprato tutta quella robacia...il fine di ottenere profitto.....discorsi stupidi di politici di mer......
    • Anonimo scrive:
      Re: come li faranno i conti
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra che la gente pensa che un file
      scaricato equivale ad un brano non comprato. Ma
      davvero vi pensate che un ragazzo che ha qualche
      centinaio di mp3 avrebbe acquistato l'equivalente
      in CD o su internet.
      No. semplicemnete dicono che non tutti gli mp3 equivalgono a brani effettivamente comprati, ma solo una percentuale.Quindi giocando sulle percentuali possono far venir fuori quello che vogliono e quindi farsi fare la legge su misura per la repressione del mezzo che causa danni.EVVIVA! :(
Chiudi i commenti