Dal primo luglio Windows senza Player

Superati i lunghi mesi di negoziazione e contrasto, ora Microsoft farà quanto chiesto dall'antitrust. Per riattivare le capacità multimediali di Windows, comunque, basterà collegarsi ad Internet
Superati i lunghi mesi di negoziazione e contrasto, ora Microsoft farà quanto chiesto dall'antitrust. Per riattivare le capacità multimediali di Windows, comunque, basterà collegarsi ad Internet


Roma – Microsoft ha accettato le richieste dell’antitrust europeo con soddisfazione della Commissione, questo significa che presto sul mercato nella UE saranno introdotte versioni di Windows prive del celebre Media Player .

L’azienda fondata da Bill Gates, secondo quanto stabilito dai commissari europei, ha abusato della diffusione di Windows per tentare di monopolizzare il mercato dei lettori multimediali. La nuova versione di XP, che mette fine a numerose polemiche , si chiamerà Windows XP N . L “N” indica ovviamente l’assenza di Media Player: il nome inizialmente proposto da Microsoft era Windows XP Reduced Media Edition , una denominazione invisa alle autorità comunitarie.

Grande soddisfazione per Realnetworks , produttrice del lettore RealOne, da tempo impegnata insieme ad Apple in una aspra battaglia legale per contrastare le mosse di Microsoft sul mercato chiave del multimedia .

Microsoft inoltre verserà la multa da 497 milioni di euro prevista dalla Commissione oltre ad aprire il codice di Windows per favorire l’interoperabilità con i software prodotti da altre aziende.

Windows XP N sarà disponibile in cinque linguaggi ufficiali dell’Unione Europea (inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo) a partire dal primo luglio , mentre ci sarà di aspettare entro il 15 dello stesso mese per gli altri principali idiomi. Le modifiche introdotte nella nuova versione del SO di Microsoft sono fondamentalmente tre: sono stati rimossi tutti i file multimediali preinstallati e la loro associazione automatica con il lettore Media Player. Scompaiono inoltre le funzionalità del software Movie Maker .

Microsoft ha tuttavia specificato che per scaricare i componenti rimossi sarà sufficiente aggiornare il sistema col nuovo servizio Update , lanciato pochi giorni fa.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 06 2005
Link copiato negli appunti