Danari NASA per il raggio traente

L'agenzia spaziale USA vuole realizzare una delle tecnologie fino a oggi appannaggio della fantascienza. Un raggio laser in grado di "catturare" molecole e trasportarle a distanza

Roma – NASA vuole arrivare sviluppare un raggio traente funzionante, e per favorire il raggiungimento di questo nuovo traguardo tecnologico è disposta a metterci una congrua quantità di quattrini: sono 100mila i dollari messi a disposizione per studiare tre diversi approcci al raggio laser atto allo scopo.

Di valutare le potenzialità delle tecnologie identificate come potenziali raggi traenti si occuperà il Goddard Space Flight Center , struttura guidata dallo scienziato Paul Stysley e che fa riferimento a NASA stessa. “L’intrappolamento basato su laser non è pura fantasia oppure oltre l’attuale conoscenza scientifica”, dice Stysley.

I tre approcci studiati come potenziali raggi traenti comprendono i “tweezer ottici”, con cui si possono “intrappolare” oggetti nel focus di uno dei due raggi laser ma che può funzionare solo in presenza di un’atmosfera, i raggi a solenoidi in cui i picchi di intensità del laser seguono un percorso a spirale, e i raggi Bessel .

Come ha intenzione, NASA, di adoperare i futuri raggi traenti? “Un sistema di intrappolamento ottico – spiega Stysley – potrebbe raccogliere le molecole desiderate dall’alto dell’atmosfera su una sonda in orbita o intrappolarle dal suolo o dalla bassa atmosfera da un lander”.

Con un raggio traente realmente funzionante ci si guadagnerebbe in sicurezza delle missioni (spaziali) e nell’accresciuta capacità di raggiungere gli obiettivi scientifici prefissati, dice Stysley.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pinco Pallino scrive:
    Dipende dal commento...
    Non vedo come l'una e l'altra fazione possano farsi un'opinione senza sapere cosa c'era scritto nel commento....CI sono cose che e' lecito ed e' un diritto dire e cose che sono un lecito motivo per un licenziamento per giusta causa. In ogni paese del mondo.A.
    • krane scrive:
      Re: Dipende dal commento...
      - Scritto da: Pinco Pallino
      Non vedo come l'una e l'altra fazione possano
      farsi un'opinione senza sapere cosa c'era scritto
      nel commento....
      CI sono cose che e' lecito ed e' un diritto dire
      e cose che sono un lecito motivo per un
      licenziamento per giusta causa. In ogni paese del
      mondo.

      A.... E ci sono articoli che non dicono nulla fatti per far scatenare i troll...
  • brego scrive:
    d'accordo col licenziamento
    a mio parere un licenziamento sacrosanto. è dovere di un dipendente non sparlare pubblicamente (privatamente sì, ci mancherebbe)dell'azienda in cui lavora, specialmente se questo è previsto dal contratto di lavoro. la libertà di espressione non c'entra una cippa, il contratto di lavoro è un rapporto tra privati. se io venissi a sapere che un mio collaboratore parla male di me su un forum o in un blog, non ci penserei un secondo a chiudere il rapporto con lui.
    • OldDog scrive:
      Re: d'accordo col licenziamento
      - Scritto da: brego
      a mio parere un licenziamento sacrosanto. è
      dovere di un dipendente non sparlare
      pubblicamente (privatamente sì, ci
      mancherebbe)dell'azienda in cui lavora,
      specialmente se questo è previsto dal contratto
      di lavoro. la libertà di espressione non c'entra
      una cippa, il contratto di lavoro è un rapporto
      tra privati. Quindi? Decadono le libertà e i diritti civili? Ti confondi, quella era la schiavitù, recentemente ricomparsa sotto nomi più eleganti (contratti flessibili, libertà di licenziamento, stage infiniti ecc.)
      se io venissi a sapere che un mio
      collaboratore parla male di me su un forum o in
      un blog, non ci penserei un secondo a chiudere il
      rapporto con lui.In un paese civile, se ti diffama lo quereli e a fronte di una rapida sentenza a te favorevole interrompi il rapporto di lavoro. Altrimenti inghiotti il rospo e ti chiedi perché quella persona ha denigrato il suo lavoro: non è quasi mai un indizio da sottovalutare.Anni fa ho assistito a un confronto direttore-impiegato, a fronte di una situazione nella quale l'impiegato faceva presente che per anni avevo avuto cura dell'azienda come di una cosa sua, dimostrando "fedeltà e attaccamento alla bandiera". Il direttore rispose che la fedeltà all'azienda non era un pregio, perché le persone migliori spremevano tutto dal posto di lavoro e andavano a farlo fruttare nel posto successivo.Se la fedeltà non conta nemmeno in questo caso, che cippa vogliono ora in azienda? Non si ricordano del detto contadino "si raccoglie quello che si semina"?
      • max scrive:
        Re: d'accordo col licenziamento
        - Scritto da: OldDog
        - Scritto da: brego

        a mio parere un licenziamento sacrosanto. è

        dovere di un dipendente non sparlare

        pubblicamente (privatamente sì, ci

        mancherebbe)dell'azienda in cui lavora,

        specialmente se questo è previsto dal
        contratto

        di lavoro. la libertà di espressione non
        c'entra

        una cippa, il contratto di lavoro è un
        rapporto

        tra privati.

        Quindi? Decadono le libertà e i diritti civili?ma che diavolo c'entrano i diritti civili? nessuno ha incarcerato questo impiegato, o lo ha multato, per aver sparlato dell'azienda in cui lavora.
        Ti confondi, quella era la schiavitù,
        recentemente ricomparsa sotto nomi più eleganti
        (contratti flessibili, libertà di licenziamento,
        stage infiniti
        ecc.)questo è un altro discorso. non è ETICO prendere lo stipendio da un'azienda e sXXXXXXXrla su facebook. licenziati se non ti piace, altrimenti ti tolgo l'imbarazzo e ti licenzio io.


        se io venissi a sapere che un mio

        collaboratore parla male di me su un forum o
        in

        un blog, non ci penserei un secondo a
        chiudere
        il

        rapporto con lui.

        In un paese civile, se ti diffama lo quereli e a
        fronte di una rapida sentenza a te favorevole
        interrompi il rapporto di lavorose nel contratto scrivo che tu dipendente non puoi diffamarmi (cosa che mi pare logica) faccio prima. è scritto nel CONTRATTO, se non ti piace questa clausola non prendi il lavoro (anche se questa clausola la troverai più o meno ovunque). Altrimenti
        inghiotti il rospo e ti chiedi perché quella
        persona ha denigrato il suo lavoro: non è quasi
        mai un indizio da
        sottovalutare.se quella persona ha qualcosa da dire lo dice ai suoi superiori, se non loi ascoltano si cerca un altro lavoro. poi scriverà quello che vuole dove cuole, e la sua ex azienda decidera se fargli causa per diffamazione.

        Anni fa ho assistito a un confronto
        direttore-impiegato, a fronte di una situazione
        nella quale l'impiegato faceva presente che per
        anni avevo avuto cura dell'azienda come di una
        cosa sua, dimostrando "fedeltà e attaccamento
        alla bandiera". Il direttore rispose che la
        fedeltà all'azienda non era un pregio, perché le
        persone migliori spremevano tutto dal posto di
        lavoro e andavano a farlo fruttare nel posto
        successivo.
        Se la fedeltà non conta nemmeno in questo caso,
        che cippa vogliono ora in azienda? Non si
        ricordano del detto contadino "si raccoglie
        quello che si
        semina"?la fedeltà all'azienda è impoetante, fino a un certo punto. nella vita si può cambiare, non è un matrimonio.
      • Gibbo scrive:
        Re: d'accordo col licenziamento
        sono d'accordo con Max. L'impiegato non ha fatto reato, può dire ciò che vuole (all'interno del diritto del codice civile), non è stato incarcerato/multato dal giudice, ma licenziato dal datore di lavoro secondo le clausole contrattuali. Il giudice è stato chiamato in ballo per verificare se la suddetta clausa contrattuale contravvenisse il codice civile, nel qual caso non sarebbe stata valida.La libertà d'espressione è salvaguardata, nessuno ti ipone di cancellare il post (sempre ripeto che il post non vìoli il codice).
  • nonmicapaci to scrive:
    forum ajax
    ma avete mai sentito parlare di AJAX ? c'e' bisogno di ricaricare tutta la pagina per leggere un post ? e che cacc
    • ruppolo scrive:
      Re: forum ajax
      - Scritto da: nonmicapaci to
      ma avete mai sentito parlare di AJAX ? E come no:[img]http://www.listropolis.com/wp-content/uploads/2008/04/ajax.jpg[/img]
      • sbrotfl scrive:
        Re: forum ajax
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: nonmicapaci to

        ma avete mai sentito parlare di AJAX ?

        E come no:

        [img]http://www.listropolis.com/wp-content/uploadsNon avevamo dubbi...
  • iRoby scrive:
    Neo-feudalesimo mercantile
    Non è campato in aria tutto il mio commento e il subject.Le corporation stanno iniziando a creare mondi a se, feudi in cui possono infischiarsene del diritto e delle costituzioni dei paesi, ivi compreso il diritto di opinione di chi si è sentito maltrattato... Soprattutto se ciò che l'azienda ha fatto ha rilevanza penale o mancato rispetto di normative sul lavoro...Così come stanno infischiandosene e si fanno modificare dai governi le leggi che regolamentano il lavoro e i diritti dei lavoratori.Approfitto del post per spammare un documento a tema di Paolo Barnard (co-fondatore della trasmissione Report di Rai3), sulla crisi economica ed i livelli di sciacallaggine che stanno raggiungendo le corporation. Dentro si nominano anche Apple, Microsoft e General Electric.Nonna, ti spiego la crisi economica. 1http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=234Nonna, ti spiego la crisi economica. 2http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=235Nonna, ti spiego la crisi economica. 3http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=236Nonna, ti spiego la crisi economica. 4http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=238Nonna, ti spiego la crisi economica. 5http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=239Nonna, ti spiego la crisi economica. 6http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=240Nonna, ti spiego la crisi economica. 7http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=242Nonna, ti spiego la crisi economica. 8http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=243Nonna, ti spiego la crisi economica. 9http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=249Nonna, ti spiego la crisi economica. 10http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=251L'opera completa "Il più grande crimine":http://www.paolobarnard.info/docs/Il_Piu_Grande_Crimine.pdf
  • KeS scrive:
    Basta Apple....
    Basta con questa Apple, saluti a tutti,da oggi eviterò il più possibile articoli su Apple.E anche questo nuovo forum... è lentoooo...
  • Alex P. scrive:
    Il giudice ha un Mac
    Come da titolo, il giudice avrà sicuramente un Mac. Non vedo altra spiegazione. Inoltre Apple dimostra di essere in torto morale pieno, altrimenti avrebbe agito diversamente. Fortuna che i miei soldi non glieli ho mai dati.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Il giudice ha un Mac
      L'assurdo è che il dipendente non è stato licenziato perchè ritenuto colpevole del reato di diffamazione, ma perchè ha infranto una regola interna di apple. Quindi una libertà fondamentale è stata zittita da una regola interna aziendale mi pare una pura follia.
      • Poseidone scrive:
        Re: Il giudice ha un Mac
        Ha infranto una clausola contrattuale.Prova a farlo anche in Italia e vedi che ti capiterà la stessa identica cosa.Nei contratti di lavoro non si leggono solo lo stipendio e quanti giorni di vacanze spettano...
        • iRoby scrive:
          Re: Il giudice ha un Mac
          Si ma se il contratto di lavoro impone subdolamente di non pubblicizzare reati e cose al limite delle leggi, non è una cosa legale o corretta.Ti licenzio perché hai detto che l'assistenza inganna i clienti sulle sue attività di supporto.Praticamente non è più un'azienda ma un'associazione a delinquere, e si usa il ricatto del licenziamento per mantenere l'attività delinquente...
          • Poseidone scrive:
            Re: Il giudice ha un Mac
            C'è sempre una sottile linea di demarcazione che divide le proprie idee dalle calunnie.Se invece la società commette una frode, non posti su facebook ma vai dalle autorità giudiziarie. Ovviamente devi portare delle prove, se non le hai anche qui incorri in calunnie.Non hai idea di cosa abbia visto lavorando per le grandi aziende...
          • sbrotfl scrive:
            Re: Il giudice ha un Mac
            - Scritto da: Poseidone
            C'è sempre una sottile linea di demarcazione che
            divide le proprie idee dalle
            calunnie.
            Se invece la società commette una frode, non
            posti su facebook ma vai dalle autorità
            giudiziarie. Ovviamente devi portare delle prove,
            se non le hai anche qui incorri in
            calunnie.Ok parliamo di evasione fiscale... io so benissimo che l'azienda X(X puoi etterlo a caso... tanto vale per tutte... nessuna esclusa) evade le tasse in maniera indecente posso portare anche le fatture e tutto quanto... basterebbe un stupidissimo controllo incrociato per scoprire cosa succede... quindi le prove le ho! Bene arriva la guardia di finanza... il capocchia gli allunga una busta e puff... tutto è legale...e ho fatto tutto quello che hai detto:1) Ho denunciato alle autorità2) Ho portato le proveFInchè le "autorità" si comportano cosi', l'unico modo è parlare direttamente col popolo. Lui senz'altro non riceve mazzette
            Non hai idea di cosa abbia visto lavorando per le
            grandi
            aziende...Il problema non è tanto il fatto che se non hai prove sei un calunniatore... ma è la gente che ne parla come se fosse una cosa del tutto normale e giusta... non so se vi leggete quando scrivete ma state affermando che è una cosa giustissima che i dipendenti siano ricattabili e che quello ha sbagliato a denunciare il fatto.
  • State Avidi scrive:
    La reputazione della Apple ??!??
    Ehhh ?! Ma e' uno scherzo ?
  • Ego scrive:
    applefans
    qualcuno dei vari mex ruppolo bertuccia applefanboy e primati decerebrati vari, avete pensato anche solo per un attimo che il dipendente potesse avere ragione? anche solo per un attimo, mi piacerebbe saperlo per capire a che grado di bassezza siete arrivati
    • CastigaTrol l scrive:
      Re: applefans
      - Scritto da: Ego
      qualcuno dei vari mex ruppolo bertuccia
      applefanboy e primati decerebrati vari, avete
      pensato anche solo per un attimo che il
      dipendente potesse avere ragione? anche solo per
      un attimo, mi piacerebbe saperlo per capire a che
      grado di bassezza siete
      arrivatiPer un eppolboiz ha torto marcio CHIUNQUE dica qualcosa contro eppol ... ;)
    • sbrotfl scrive:
      Re: applefans
      - Scritto da: Ego
      qualcuno dei vari mex ruppolo bertuccia
      applefanboy e primati decerebrati vari, avete
      pensato anche solo per un attimo che il
      dipendente potesse avere ragione? anche solo per
      un attimo, mi piacerebbe saperlo per capire a che
      grado di bassezza siete
      arrivatiMa non è possibile... ho scritto 5 post stamattina e sono stati tutti tagliati...per niente!!!Vabbè... guarda il post sopra per farti un'idea della situazione
    • Poseidone scrive:
      Re: applefans
      Non so cosa abbia postato, ma se anche avesse ragione ha semplicemente sbagliato modo...
    • Non Me scrive:
      Re: applefans
      - Scritto da: Ego
      qualcuno dei vari mex ruppolo bertuccia
      applefanboy e primati decerebrati vari, avete
      pensato anche solo per un attimo che il
      dipendente potesse avere ragione? anche solo per
      un attimo, mi piacerebbe saperlo per capire a che
      grado di bassezza siete
      arrivatiNon possono commentare per contratto!!!
  • zomas scrive:
    In realtà...
    In Verità, in verità vi dico...quel dipendente è stato licenziato per blasfemia!In California <s
    l'Inquisizione Apple </s
    ...haem, la polizia avrebbe fatto irruzione a casa sua, sequestrato i suoi computer, malmenato il tizio e magari, organizzato un falo' stile Salem...
    • CastigaTrol l scrive:
      Re: In realtà...
      - Scritto da: zomas
      In Verità, in verità vi dico...
      quel dipendente è stato licenziato per blasfemia!

      In California <s
      l'Inquisizione Apple
      </s
      ...haem, la polizia avrebbe fatto
      irruzione a casa sua, sequestrato i suoi
      computer, malmenato il tizio e magari,
      organizzato un falo' stile
      Salem...Ovviamente solo con legno, molto più ecologico della benzina ... ;)
  • nome e cognome scrive:
    hm, pericoloso...
    Se il commento era a disposizione solo di amici e contatti facebook è equivalente ad averlo detto in una conversazione al ristorante... se critico la mia azienda mentre sono a cena fuori e qualcuno riporta la mia critica a qualcun altro, sono licenziabile? Il fatto di lavorare per un'azienda la rende proprietaria delle mie opinioni anche al di fuori del luogo di lavoro? Mhh... in un paese dove la sentenza fa legge, questo giudice si è preso un bel rischio. Comunque apple ha costruito il proprio business sul fatto che i suoi utenti scrivano ogni XXXXXta che gli passa per la testa su fessbuk ... un minimo di coerenza, no - eat your own dog food :D
    • Legione scrive:
      Re: hm, pericoloso...
      - Scritto da: nome e cognome
      Se il commento era a disposizione solo di amici e
      contatti facebook è equivalente ad averlo detto
      in una conversazione al ristorante... se critico
      la mia azienda mentre sono a cena fuori e
      qualcuno riporta la mia critica a qualcun altro,
      sono licenziabile? Magari licenziabile no, ma sei cmq passibile di una censura verbale/scritta o una multa. Poi dipende dalla tipologia di contratto che sottoscrivi. E' molto più semplice evitare l'argomento lavoro al di fuori dello stesso. Tanto se m...a c'è nel prodotto ci si accorge anche al di fuori della ditta, se invece sono i superiori o colelghi ad essere "fuori norma", denunci e in caso tu venga allontanato, avvocato, proXXXXX e solitamente sono obbligati a riassumerti con tanto di danni. Certo non in pochi giorni. Quindi prima di parlare, valutare se il gioco vale la candela e, soprattutto, il potere che si ha in mano (tradotto; conoscenza degli scheletri nell'armadio, che non mancano mai)
    • Pavi scrive:
      Re: hm, pericoloso...
      - Scritto da: nome e cognome
      Se il commento era a disposizione solo di amici e
      contatti facebook è equivalente ad averlo detto
      in una conversazione al ristorante... Dubito che al ristorante si raggiungano audience di 1000 persone.
      • nome e cognome scrive:
        Re: hm, pericoloso...

        Dubito che al ristorante si raggiungano audience
        di 1000
        persone.Visto che non è assolutamente sotto controllo potenzialmente anche di più...
  • panda rossa scrive:
    Ben gli sta!
    Per quanto Apple goda del mio piu' totale disgusto, a questo idiota che ha belato il proprio legittimo pensiero nell'ovile dipinto di blu, gli sta solo bene.Cosi' la gente prima o poi imparera' a tenere separate identita' ed opinioni, visto che nel mondo reale hanno la pessima medievale abitudine di controbattere le opinioni perseguendo le identita'.
    • sbrotfl scrive:
      Re: Ben gli sta!
      - Scritto da: panda rossa
      Per quanto Apple goda del mio piu' totale
      disgusto, a questo idiota che ha belato il
      proprio legittimo pensiero nell'ovile dipinto di
      blu, gli sta solo
      bene.

      Cosi' la gente prima o poi imparera' a tenere
      separate identita' ed opinioni, visto che nel
      mondo reale hanno la pessima medievale abitudine
      di controbattere le opinioni perseguendo le
      identita'.Beh... quoto alla grande la questione delle identità.... visto che a quanto pare è l'unico modo per diffondere le proprie idee senza ripercursioni... pero' è anche vero che l'unico modo per essere credibile è metterci la faccia... e come se venisse qua MeX a dire "Quello è uno XXXXXXX e spara balle." Puo' anche avere ragione ma... chi ti conosce?? Come faccio a sapere se mi dici la verità o meno? Se ci mette la faccia è già più credibile
      • panda rossa scrive:
        Re: Ben gli sta!
        - Scritto da: sbrotfl
        pero' è anche vero che l'unico
        modo per essere credibile è metterci la faccia...
        e come se venisse qua MeX a dire "Quello è uno
        XXXXXXX e spara balle." Puo' anche avere ragione
        ma... chi ti conosce?? Come faccio a sapere se mi
        dici la verità o meno? Se ci mette la faccia è
        già più
        credibileMetterci la faccia non basta piu'.Vuoi un elenco di persone pagate per metterci la faccia?Uno per tutti: chicco testa (scritto volutamente in minuscolo).Non voglio la faccia, io voglio argomentazioni.Quello e' uno XXXXXXX e spara balle? Puo' darsi! Argomenta, portando prove e io posso crederci.Oppure non argomentare, e terro' conto del fatto che non vuoi/puoi argomentare per farmi un'idea.
        • sbrotfl scrive:
          Re: Ben gli sta!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: sbrotfl

          pero' è anche vero che l'unico

          modo per essere credibile è metterci la
          faccia...

          e come se venisse qua MeX a dire "Quello è
          uno

          XXXXXXX e spara balle." Puo' anche avere
          ragione

          ma... chi ti conosce?? Come faccio a sapere
          se
          mi

          dici la verità o meno? Se ci mette la faccia
          è

          già più

          credibile

          Metterci la faccia non basta piu'.
          Vuoi un elenco di persone pagate per metterci la
          faccia?
          Uno per tutti: chicco testa (scritto volutamente
          in
          minuscolo).

          Non voglio la faccia, io voglio argomentazioni.
          Quello e' uno XXXXXXX e spara balle? Puo' darsi!
          Argomenta, portando prove e io posso crederci.
          Oppure non argomentare, e terro' conto del fatto
          che non vuoi/puoi argomentare per farmi
          un'idea.Ok.Ma se non hai argomentazioni, se non la tua testimonianza, cosa porti?Se io ti dico che nel suo ufficio il manager dello store si mette a stuprare le "addette alla vendita" e le minaccia se parlano... cosa vuoi che ti porti come argomentazione?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ben gli sta!
            - Scritto da: sbrotfl
            Ok.

            Ma se non hai argomentazioni, se non la tua
            testimonianza, cosa
            porti?
            Se io ti dico che nel suo ufficio il manager
            dello store si mette a stuprare le "addette alla
            vendita" e le minaccia se parlano... cosa vuoi
            che ti porti come
            argomentazione?E' un esempio non attinente. Mi fai un esempio di un reato penale, e io ti risponderei: "non dirlo a me, vai a dirlo ai carabinieri"Tornando al caso in questione: io ti parlo male dell'azienda dove lavoro.Ci sono due possibilita': o e' uno sfogo, classica chiacchera da bar, e allora il tutto si esaurisce nel tempo in cui ho inviato il messaggio, oppure intendo denunciare anonimamente la cosa, e quindi raccolgo prove, foto, documenti, e metto tutto in rete.
          • Legione scrive:
            Re: Ben gli sta!
            - Scritto da: sbrotfl
            Se io ti dico che nel suo ufficio il manager
            dello store si mette a stuprare le "addette alla
            vendita" e le minaccia se parlano... cosa vuoi
            che ti porti come
            argomentazione?Le addette alla vendita "usate". Mi scusino le signore, ma se porti prove documentabili è una cosa, di chiacchere se ne fanno anche troppe, con attendibilità zero
          • sbrotfl scrive:
            Re: Ben gli sta!
            - Scritto da: Legione
            - Scritto da: sbrotfl

            Se io ti dico che nel suo ufficio il manager

            dello store si mette a stuprare le "addette
            alla

            vendita" e le minaccia se parlano... cosa
            vuoi

            che ti porti come

            argomentazione?
            Le addette alla vendita "usate". Mi scusino le
            signore, ma se porti prove documentabili è una
            cosa, di chiacchere se ne fanno anche troppe, con
            attendibilità
            zeroE cosa dovrei portarti come prova? Un filmino? (prima avevo detto anche altro... ma evidentemente l'hanno ritenuto troppo offensvo
    • ninjaverde scrive:
      Re: Ben gli sta!

      Nella azienda per la quale lavoro qualche collega
      si era avventurato su faccialibro. Li ho
      caldamente sconsigliati, visto che rischiavano di
      divulgare anche notizie riservate. Leggersi bene
      il contratto di lavoro, prima di
      tutto.Questo OK, ma per il semplice fatto che vadano a scrivere su FB sono già sospettabli: poichè poco furbi.
  • DuDe scrive:
    dubbio
    Non conosco la legislazione Britannica, ma puo' un contratto di lavoro derogare sulla liberta' di espressione? a quanto pare, sembra di si, questo pero' porrebbe le basi per tutta una altra serie di deroghe che potrebbero inificiare i contratti nazionali, qualora fossero presenti in terra d'albione.Resta il fatto che sembra che apple non gradisca i commenti negativi sul modo di trattare i suoi dipendenti.A roma pero' i dipendenti apple store protestano eccome.
    • shevathas scrive:
      Re: dubbio
      - Scritto da: DuDe
      Non conosco la legislazione Britannica, ma puo'
      un contratto di lavoro derogare sulla liberta' di
      espressione?
      tranquillamente, vedi ad esempio i contratti con clausole di non disclosure.
      a quanto pare, sembra di si, questo pero'
      porrebbe le basi per tutta una altra serie di
      deroghe che potrebbero inificiare i contratti
      nazionali, qualora fossero presenti in terra
      d'albione.???
      Resta il fatto che sembra che apple non gradisca
      i commenti negativi sul modo di trattare i suoi
      dipendenti.
      A roma pero' i dipendenti apple store protestano
      eccome. <i
      in inghilterra è permesso tutto quello che non è esplicitamente proibitoin germania è vietato tutto quello che non è esplicitamente permessoin russia è vietato anche quello che è permessoin italia è permesso tutto, anche quello che è vietato" </i
      • DuDe scrive:
        Re: dubbio
        :D Be' la non disclosure c'e' anche qui, e in generale serve per proteggere proprieta' intellettuali, mi pare un pochetto diversa dalla liberta' di espressione.Comunque, se ha violato i termini contrattuali allora ne paga le conseguenze.
    • Legione scrive:
      Re: dubbio
      - Scritto da: DuDe
      Non conosco la legislazione Britannica, ma puo'
      un contratto di lavoro derogare sulla liberta' di
      espressione?In Italia si, non puoi "esternare" informazioni aziendali che possano ledere l'immagine o quant'altro dell'azienda, anche quella pubblica. A meno che tu non sia stato autorizzato dal titolare/responsabile farlo. Poi che non si proceda praticamente mai nei confronti di chi "esterna" è un'altra questione :-)Beh, siamo in Italia
      • ninjaverde scrive:
        Re: dubbio
        - Scritto da: Legione
        - Scritto da: DuDe

        Non conosco la legislazione Britannica, ma
        puo'

        un contratto di lavoro derogare sulla
        liberta'
        di

        espressione?
        In Italia si, non puoi "esternare" informazioni
        aziendali che possano ledere l'immagine o
        quant'altro dell'azienda, anche quella pubblica.
        A meno che tu non sia stato autorizzato dal
        titolare/responsabile farlo. Poi che non si
        proceda praticamente mai nei confronti di chi
        "esterna" è un'altra questione
        :-)
        Beh, siamo in ItaliaPurchè non vi siano giornalisti che fanno un servizio sulle ferrovie.... :|
  • Healty scrive:
    Ecco spiegato
    E così è chiarito anche come mai su tutti quei lavoratori di cui parlava Mex solo pochi si lamentavano ._.
    • TheOriginalFanboy scrive:
      Re: Ecco spiegato
      un conto è lamentarsi e criticare, un conto è ledere l'immagine dell'azienda.questo caso è il secondo. quindi il licenziamento è giustissimo.e funziona così in tutte le aziende.
      • attonito scrive:
        Re: Ecco spiegato
        - Scritto da: TheOriginalFanboy
        un conto è lamentarsi e criticare, un conto è
        ledere l'immagine dell'azienda.

        questo caso è il secondo. quindi il licenziamento
        è giustissimo.tu hai letto il post in questione ed esprimi un giudizio ragionato o parli tanto per parlare?I link nell'articolo rimandano ad altri articoli che parlano di "commenti negativi" ma quello che ha detto l'ex-dipendente non si sa.Un conto e' dire "l'iphone fa XXXXXX, i manager sono tutti XXXXXXX" un altro conto e' dire (invento) "ho personalmente constatato che sfregando con un panno di cotone imbevuto di alcol il dorso dell'iphone si scolora, ma il manager mi ha ordinato di non riconscere il difetto e la garanzia al cliente"PS: ecco cosa succede a dire i XXXXX propri su facebook.....
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Ecco spiegato
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: TheOriginalFanboy

          un conto è lamentarsi e criticare, un conto è

          ledere l'immagine dell'azienda.



          questo caso è il secondo. quindi il
          licenziamento

          è giustissimo.

          tu hai letto il post in questione ed esprimi un
          giudizio ragionato o parli tanto per
          parlare?
          I link nell'articolo rimandano ad altri articoli
          che parlano di "commenti negativi" ma quello che
          ha detto l'ex-dipendente non si
          sa.
          Un conto e' dire "l'iphone fa XXXXXX, i manager
          sono tutti XXXXXXX" un altro conto e' dire
          (invento) "ho personalmente constatato che
          sfregando con un panno di cotone imbevuto di
          alcol il dorso dell'iphone si scolora, ma il
          manager mi ha ordinato di non riconscere il
          difetto e la garanzia al
          cliente"

          PS: ecco cosa succede a dire i XXXXX propri su
          facebook.....Completamente d'accordo, specie sull'ultima frase! Per lamentarsi esistono i profili fake!!
Chiudi i commenti