Dati genetici in pubblico dominio

Dieci persone mettono a disposizione online la sequenza del proprio DNA insieme ai propri dati medici. Per incoraggiare la ricerca e reclutare altri 99990 volontari

Roma – Una porzione della sequenza del DNA di dieci volontari è stata condivisa online nel quadro del Personal Genome Project : i dati sono a disposizione di tutti coloro che vogliano lavorarci per innovare.

Lego DNA - mknowles Il progetto , coordinato da George Church , docente di Harvard e co-inventore della prima tecnica di sequenziamento diretto del DNA, matura da tempo fra cospicui finanziamenti, ansie e aspettative . Conoscere la sequenza completa del DNA e le caratteristiche dei marcatori genomici di una persona significa poter prevedere i rischi e le opportunità inscritte nei suoi geni: una manna per datori di lavoro e assicuratori che si affidino pedissequamente al determinismo genetico, un incubo per cittadini che potrebbero essere marchiati con uno stigma di cui non si possono liberare.

Ma la sequenza completa del DNA di una persona è altresì materiale che la ricerca può macinare per soppesare quale sia l’incidenza dei fattori ambientali e della predisposizione genetica per lo sviluppo di certe patologie, per trovare cure alle malattie, per delineare gli stili di vita che più si addicano al profilo genetico di ciascuno. Si potrebbe configurare dunque un futuro di diagnosi più precoci e accurate, di medicine più efficaci, di maggiore benessere.

Per questo motivo Church e altri nove volontari si sono prestati alla condivisione del proprio profilo genetico insieme ai dati relativi al proprio stato di salute: l’obiettivo è offrire alla ricerca un panel di dati genetici e sanitari di 100mila persone, in modo che chiunque possa estrarre informazioni, elaborare teorie e operare per far progredire la ricerca e migliorare la qualità della vita delle persone. ( G.B. )

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ilpiccolo scrive:
    Laurar
    Andasi a laurar
  • Massi cadenti scrive:
    Abolire leggi contro libertà di parola
    Il Partito Pirata dovrebbe, per essere tale, anzitutto abolire le leggi che limitano la libertà di parola. Leggi create in epoca fascista e tuttora in vigore, anche se cozzano contro vari diritti sanciti dalla Costituzione Repubblicana.Tali leggi sono:- art.414 codice penale (istigazione a delinquere e apologia di reato): per poter asserire (e fare pressione sull'opinione pubblica e politica) che una legge con effetti penali (cioè un reato) vada abolita o quantomeno cambiata, bisogna poter motivare nel dettaglio perché si ritiene tale legge ingiusta o comunque da abolire, cioè (secondo giurisprudenza) se ne fa l'apologia. Questo è già di per sé un reato. Quindi innanzitutto bisogna abolire la legge che prevede l'apologia di reato.- art.416 codice penale (associazione a delinquere, non mafiosa): se un gruppo di persone si associa per promuovere l'abolizione o comunque la modifica di una legge penale, per l'articolo sopra è associazione a delinquere. Questo anche se la legge che si vuole cambiare o abolire non venisse effettivamente violata. Se si viola una legge comunque basterebbe la pena prevista dalla legge stessa, non c'è bisogno di un articolo specifico. Tale articolo andrebbe abolito, soprattutto se nessuna legge viene violata. Paradossalmente (perché è un paradosso giuridico, si chiama PRECRIMINE ed è uno schifo totale che può essere usata come scusa dal magistrato di turno anche solo per avviare un'intercettazione basata su NESSUNA prova) se un gruppo di 3 o più persone ***PROGETTA*** di violare, o anche solo di cambiare o abolire, una legge penale, è già incriminabile per associazione a delinquere. Questo si chiama precrimine, è una cosa INDEGNA di un Paese civile (ma tanto l'italia non è un paese civile) ed è uno dei tanti motivi che mi fa ***VERGOGNARE*** di essere italiano.Solo abolendo entrambi questi articoli del codice penale l'Italia potrebbe avere il Partito Pirata, che sarebbe un VERO partito, con un suo peso in Parlamento.PROPOSTA PROVOCATORIA: L'ITALIA ESCA DALL'UNIONE EUROPEA E SI ASSOCI ALL'IRAN. Tanto peggio di così...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2008 00.39-----------------------------------------------------------
    • fred scrive:
      Re: Abolire leggi contro libertà di parola
      Per modificare una legge servono deputati e senatori, serve una proposta di legge deliberata, una votazione a maggioranza dei si contro i no alla camera senza modifiche, una votazione a maggioranza dei si contro i no e astenuti senza modifiche e la firma del capo dello stato.Fino a prova contraria questi numeri non ci sono.
      • fred scrive:
        Re: Abolire leggi contro libertà di parola
        correggoPer modificare una legge servono deputati e senatori, serve una proposta di legge deliberata, una votazione a maggioranza dei si contro i no alla camera senza modifiche, una votazione a maggioranza dei si contro i no e astenuti senza modifiche al senato e la firma del capo dello stato.Fino a prova contraria questi numeri non ci sono.
        • Maurizio scrive:
          Re: Abolire leggi contro libertà di parola
          Non credo sarà mai attuabile perchè l'istituzione pubblica, dal senato al parlamento, è in mano a fascisti (che si etichettano di destra e di sinistra, non faccio propaganda, solo un ignorante non lo capirebbe). Non voglio trollare ma una così bella iniziativa non avrebbe un seguito se segue l'iter che viene imposto dal governo.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Abolire leggi contro libertà di parola
      Guarda che le leggi italiane sono il massimo esempio di leggi-autoproteggenti, fatta una legge questa mette in moto un meccanismo tale che: - o non si vuole più cambiarla perchè fa comodo - o non la si cambia perchè ci si è "dimenticati" (e se ne fa un'altra uguale o magari contraria e quindi non si sa più se ha ragione A o B) - o non la si cambia per ragioni storiche - o non la si cambia perchè non interessa - o altre leggi, se non direttamente se stessa, vietano di cambiarlaDovremmo difendere il nostro Codice delle leggi, potrebbe diventare patrimonio nazionale ed entrare tra le specie protette delm WWF
    • lufo88 scrive:
      Re: Abolire leggi contro libertà di parola
      Sai cosa vuol dire istigazione a delinquere? Vuol dire che incito uno a fare un'attività illecita. VA punita una persona del genere. Non vuol dire limitare la libertà di espressione. La legge sull'editoria limita la libertà di espressione, l'ordine dei giornalisti limita la libertà di espressione.
      • Massi cadenti scrive:
        Re: Abolire leggi contro libertà di parola
        - Scritto da: lufo88
        Sai cosa vuol dire istigazione a delinquere?Una roba tipo"Vai a rubare"Apologia invece sarebbe una roba tipo"Sarebbe bello poter rubare"
        Vuol
        dire che incito uno a fare un'attività illecita.
        VA punita una persona del genere.Sinceramente non vedo il perché. Se tu segui il "consiglio" sei tu che rubi (o uccidi o comunque commetti reato). Il nostro codice di procedura penale dice (giustamente) che la responsabilità penale è personale, quindi la colpa di un reato è di chi lo commette, non di altri. Per quale motivo uno che ha solo parlato dovrebbe essere incriminabile? Questa cosa non cozza con la libertà di espressione? A meno che tu non lo faccia per mio conto (nel qual caso sarei ovviamente corresponsabile), ma "Vai a rubare" o "Sarebbe bello poter rubare" è diverso (e molto) dal dire "Vammi a rubare quella cosa e portamela".
        Non vuol dire
        limitare la libertà di espressione.Perché?
        La legge
        sull'editoria limita la libertà di espressione,E infatti anche quella andrebbe cambiata.
        l'ordine dei giornalisti limita la libertà di
        espressione.E infatti anche quello andrebbe cambiato.Non ho mica detto che sono le uniche due leggi da cambiare o abolire. Certo però che quelle due sono proprio macroscopiche, se non si arriva a vederle è perché non si VUOLE arrivare a vederle. IMHO.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2008 23.55-----------------------------------------------------------
        • lufo88 scrive:
          Re: Abolire leggi contro libertà di parola
          Quindi secondo te Hitler è innocente perché non ha ucciso nessuno?
          • Massi cadenti scrive:
            Re: Abolire leggi contro libertà di parola
            - Scritto da: lufo88
            Quindi secondo te Hitler è innocente perché non
            ha ucciso
            nessuno?Quale parte di A meno che tu non lo faccia per mio conto (nel qual caso sarei ovviamente corresponsabile) , ma "Vai a rubare" o "Sarebbe bello poter rubare" è diverso (e molto) dal dire "Vammi a rubare quella cosa e portamela". non hai capito?O stai forse dicendo che non è stato Hitler a dire ai suoi seguaci "ammazzatemi tutti gli ebrei"? E a fare le leggi razziali e via dicendo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 ottobre 2008 14.47-----------------------------------------------------------
    • CCC scrive:
      Re: Abolire leggi contro libertà di parola
      - Scritto da: Massi cadenti[...]
      Paradossalmente (perché è un paradosso giuridico,
      si chiama PRECRIMINE ed è uno
      schifo totale che può essere usata come scusa dal
      magistrato di turno anche solo per avviare
      un'intercettazione basata su NESSUNA prova) se un
      gruppo di 3 o più persone ***PROGETTA*** di
      violare, o anche solo di cambiare o abolire , una
      legge penale, è già incriminabile per
      associazione a delinquere. Questo si chiama
      precrimine, è una cosa INDEGNA di un Paese civile
      (ma tanto l'italia non è un paese civile) ed è
      uno dei tanti motivi che mi fa ***VERGOGNARE***
      di essere
      italiano.Premessa: concordo con te sulla sostanzaMa esageri un po' quando dici che anche solo pensare di cambiare una legge è un comportamento incriminabile perché apologia di reato...Come la mettiamo con le proposte di referendum con cui si vuole cambiare anche solo parzialmente il testo di una legge?Il comitato promotore del referendum (a cui appartengono prevalentemente privati cittadini non protetti da alcuna immunità) è una associazione a delinquere?I cittadini che firmano per un referendum sono complici o favoreggiatori di queste bande di criminali?
    • emmeesse scrive:
      Re: Abolire leggi contro libertà di parola
      Da vice presidente del PP ti assicuroche stiamo bene attenti a queste "trappole" giuridiche.E per questo, a volte, veniamo accusati di poca "pirataggine"e di "fuffosita' "Per questo abbiamo inserito il maldigerito (dai piu') "principio di legalita' " nello statuto e nel manifesto.La strada e' lunga e va percorsa con il passo adatto.
  • piriponzio scrive:
    SIAMO CON VOI !!
    dateci dentrofate sentire la vostra grazie !
  • francososo scrive:
    difendere il diritto dei pochi ....
    difendere il diritto dei pochi contro quello dei molti !Pare ovvio ! :s
Chiudi i commenti