Dell, veleno per i lavoratori cinesi

Le fabbriche cinesi che riforniscono il colosso statunitense trattano gli operai in maniera disumana, con turni massacranti e persino fumi tossici. Un video accusa la società, che però promette indagini

Roma – Anche la statunitense Dell entra nel novero delle aziende messe sotto accusa per il trattamento disumano riservato agli operai cinesi dai suoi fornitori, un fenomeno che è letteralmente esploso nell’ ultimo periodo grazie a “indagini sul campo” con tanto di video a corredo per mostrare a tutti quanto costa, alla “fabbrica del mondo”, produrre dispositivi elettronici a basso costo.

L’ultima indagine in ordine di tempo arriva grazie a una partnership tra la danese DanWatch e China Labor Watch , una raccolta di informazioni sul campo che riguarda nomi noti dell’industria tecnologica (HP, Samsung, Microsoft) ma che prede in particolare di mira Dell per l’appalto di fornitura di sistemi informatici al governo di Copenaghen.

Le prove di prima mano raccolte dagli infiltrati nelle fabbriche cinesi sono, com’è oramai tradizione, impressionanti da un punto di vista occidentale: gli operai vengono costretti a montare componenti elettronici per un salario mensile compreso fra 358 e 489 dollari statunitensi, con turni di lavoro estesi in maniera indefinita e che possono protrarsi fino a 6-7 giorni la settimana.

Le quattro fabbriche sotto accusa utilizzano poi studenti giovanissimi (18 anni) in gran quantità, un materiale umano più adatto a sostenere i turni di lavoro massacranti. In due delle fabbriche i lavoratori sono stati esposti a fumi e prodotti chimici potenzialmente pericolosi, denuncia il report, e non mancano le escoriazioni alla pelle dovute al contatto – diretto o indiretto – con i circuiti integrati durante il lavoro.

Le unità produttive visitate dai reporter sono riconducibili a Mingshuo Computers, Hipro Electronics, Taida Electronics, e Micro-Star International, tutte aziende con sede a Taiwan. Dell, dal canto suo, dice di essere impegnata nella verifica delle condizioni di lavoro in tutti e quattro gli stabilimenti. Mistero, al momento, sui risultati di tali verifiche e le infrazioni eventualmente rilevate dagli ispettori.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vituzzo scrive:
    Il software VOIP opensource
    I protocolli ed il software VOIP esistevano prima di Skype e continueranno ad esistere anche dopo.Non sapete quali sono? Eccovi accontentati:http://www.voip-info.org/wiki/view/Open+Source+VOIP+Software
  • anverone99 scrive:
    Mah...
    Era meglio se lasciavano MSN Messenger! (rotfl)
  • lordalbert scrive:
    Linux?
    Credo che il supporto futuro della versione per Linux sia a rischio :(Sullo stesso Android, da quando Microsoft ha iniziato ad effetture modifiche, Skype non funziona più. Il client si disconnette da solo, continuamente, ogni volta che lo metti in background. Oppure vedi online amici che non lo sono. O loro vedono online te quando non lo sei. Inoltre, scrivi un messaggio ma viene spedito 10 minuti dopo.Credo che Skype sia arrivato alla fine...
    • krane scrive:
      Re: Linux?
      - Scritto da: lordalbert
      Credo che il supporto futuro della versione per
      Linux sia a rischio
      :(

      Sullo stesso Android, da quando Microsoft ha
      iniziato ad effetture modifiche, Skype non
      funziona più. Il client si disconnette da solo,
      continuamente, ogni volta che lo metti in
      background. Oppure vedi online amici che non lo
      sono. O loro vedono online te quando non lo sei.
      Inoltre, scrivi un messaggio ma viene spedito 10
      minuti
      dopo.

      Credo che Skype sia arrivato alla fine... Ma magari guarda, non vedo l'ora.
      • pippo scrive:
        Re: Linux?
        Credo che skype sia finito quando è stato acquisito dalla microsoft !!!
        • Cesco scrive:
          Re: Linux?
          - Scritto da: pippo
          Credo che skype sia finito quando è stato
          acquisito dalla microsoft
          !!!imho skype è sempre stato sin dalla sua nascita un software finito, così come tutto ciò che è closed... prima o poi muore da solo.
    • collione scrive:
      Re: Linux?
      non temere, su windows è da una vita che funziona così :Dskype è una ciofeca, non c'è altro modo per definirloil bello ( se così vogliamo dire ) è che ms ha eliminato l'architettura p2p in skype, asserendo la necessità di risolvere proprio i problemi che citii problemi sono rimasti, ma adesso i server sono centralizzati, ergo il motivo è un altro ( NSA ) :D
      • thebecker scrive:
        Re: Linux?
        - Scritto da: collione
        non temere, su windows è da una vita che funziona
        così
        :D

        skype è una ciofeca, non c'è altro modo per
        definirlo

        il bello ( se così vogliamo dire ) è che ms ha
        eliminato l'architettura p2p in skype, asserendo
        la necessità di risolvere proprio i problemi che
        citi

        i problemi sono rimasti, ma adesso i server sono
        centralizzati, ergo il motivo è un altro ( NSA )
        :Dche c'entra Microsoft! I server per far funzionare Skype sono suhttp://www.nsahosting.com/ (funziona questo indirizzo ahahah)(rotfl)
Chiudi i commenti