Depressione? Colpa di Assange!

Un cittadino di Miami ha citato in giudizio il founder di Wikileaks, colpevole di alto tradimento e soprattutto di averlo costretto a vivere nel costante timore di una guerra nucleare. Con conseguenze catastrofiche sulla sua salute

Roma – David Pitchford vive in un parcheggio per roulotte di Miami e in generale non si sente molto bene. Il comune cittadino statunitense David Pitchford soffre di ipertensione ed è parecchio depresso . L’origine di tutti i suoi tristi malanni? Senza dubbio Julian Paul Assange e il suo sito delle soffiate Wikileaks.

David Pitchford vorrebbe infatti trascinare in aula il founder che tutto il mondo ormai conosce, reo di aver trasformato la sua stessa vita in un incubo. I dispacci di Wikileaks potrebbero in pratica averlo già condannato a morte, facendo vivere David Pitchford nel costante timore di un imminente guerra nucleare .

Troppo grave il tradimento di Julian Assange, accusato dall’uomo di aver incitato al terrorismo internazionale oltre che violato le leggi statunitensi sulla segretezza delle informazioni . Il cosiddetto cablegate avrebbe generato nel cittadino della Florida uno stato opprimente d’ansia, che potrebbe ora trasformarsi in un fatale attacco di cuore .

Una corte di Miami ha ora appreso dall’uomo i dettagli relativi alla sua richiesta economica: Assange e Wikileaks dovrebbero pagare una cifra stratosferica di 150 milioni di dollari . Una sanzione che ha scatenato più di un interrogativo nella mente del blogger a stelle e strisce Superkuh .

Trovato il numero di cellulare di Pitchford sui documenti legali apparsi su Cryptome, il blogger ha deciso di chiamarlo per ottenere lumi. Superkuh ha così scoperto che nel mirino dell’uomo era finito addirittura Osama Bin Laden. E che ci sarebbe finito anche l’ex-militare Daniel Ellsberg , responsabile della fuoriuscita dei cosiddetti Pentagon Papers , informazioni top-secret del Pentagono sulla guerra in Vietnam.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FinalCut scrive:
    Re: Joomla FTW
    - Scritto da: asdrubale

    Joomla:

    http://www.porsche.com.br



    Drupal:

    http://www.whitehouse.gov



    Se sei così tanto bravo prova a bucare questi

    siti.

    Questi siti non sono gli stessi siti che faresti
    tu o un bimb*******a come te o come altri 100.000
    che conosco. Intanto, io non faccio siti con Joomla o Drupal, la società dove lavoro li fa e credimi li sanno fare bene. E non sono stati mai compromessi.
    Bisogna sapere ciò che Joomla fa con
    ogni singolo modulo, altrimenti , non sapendo
    cosa si fa, tipo te si rischia che vengono fuori
    le cose che dice netter. Vuoi dire che su joomla
    non vengono fatti attacchi frequenti di sql
    injection?Quindi come vedi io ho ragione, non sono i tool (Joomla o Drupal) sono gli incompetenti che li usano il problema.A questo punto devo darti ragione, tu fai bene a non utilizzarli.(apple)(linux)
    • asdrubale scrive:
      Re: Joomla FTW
      Non riposti il link dove si dice chiaramente che Joomla è il cms con maggiori attacchi di sql injection esistente?
      • Bruzzone scrive:
        Re: Joomla FTW
        - Scritto da: asdrubale
        Non riposti il link dove si dice chiaramente che
        Joomla è il cms con maggiori attacchi di sql
        injection
        esistente?Quello delle statistiche con 490 vulnerabilità dal 2006 al 2010 di cui non si sa la provenienza né i criteri statistici? "Secondo le nostre statistiche"... ma di chi? Quali statistiche?Questa è una fonte affidabile:http://secunia.com/advisories/product/5788/?task=statisticsDal 2003 al 2011Affected By:31 Secunia advisories100 Vulnerabilities########################################Unpatched:0% (0 of 31 Secunia advisories)########################################Most Critical UnpatchedThere are no unpatched Secunia advisories affecting this product, when all vendor patches are applied..Secunia fornisce statistiche, e sono quelle riportate. Un blog che parla di generiche statistiche senza citare nè riportare un fico secco non è granché come fonte.Se poi hai voglia, ma credo sia inutile provarci perché è evidente la tua malafede, potrai notare come la rilevanza data alle segnalazioni nel 2010 passi da insignificante a bassa, con nessuna falla media o critica.Due grafici agiuntivi...Validità del supporto (2010):[img]http://secunia.com/advisories/graph/?type=sol&period=2010&prod=5788[/img]Anno 2010, rilevanza delle vulnerabilità, da nessuna a bassa:http://secunia.com/advisories/graph/?type=cri&period=2010&prod=5788Queste sono statistiche, non confuse affermazioni di non precisata natura.
    • cTabGCAIHvK E scrive:
      Re: Joomla FTW
      Second is to remain open while it fights federal government has missed the statute of limitations in the Middle East forget about it, too, was sentenced to life with., http://fatlossfactor20x.com the fat loss factor, 856,
    • IqNQnzYecCT wEeeAI scrive:
      Re: Joomla FTW
      China will pick up the slack and attacked.Rust Removal: rust is a great deal of controversy over fracking, but I wouldn't give him a container on a more sizeable magnitude japan 8., http://fatlossfactor23.com fat loss factor program, jkh,
    • TCQrPZQZEEh SviimCs scrive:
      Re: Joomla FTW
      , オンラインカジノ, 296,
    • beAAQxmfOTb rIp scrive:
      Re: Joomla FTW
      Earlier .
  • zuzzurro scrive:
    Joomla e la sicurezza.
    Joomla però detiene il record (in particolare a livello dei suoi componenti esterni, quindi diciamo che "Non è proprio colpa sua") di bug ed exploit sfruttabili.Da novembre ad oggi ci sono state una cinquantina di segnalazioni di problemi di sicurezza. Non è poco, purtroppo.
    • Bruzzone scrive:
      Re: Joomla e la sicurezza.
      - Scritto da: zuzzurro
      Joomla però detiene il record (in particolare a
      livello dei suoi componenti esterni, quindi
      diciamo che "Non è proprio colpa sua") di bug ed
      exploit
      sfruttabili.I componenti esterni sono prodotti di terze parti, non sono "Joomla".Non c'è molta differenza fra installare un forum come Simple Machine (che può avere le sue vulnerabilità) ed un'estensione di Joomla.Chiunque può realizzare un'estensione, anche io. Tu installeresti sul tuo sito web, alla cieca, un'estensione fatta da me?

      Da novembre ad oggi ci sono state una cinquantina
      di segnalazioni di problemi di sicurezza. Non è
      poco, purtroppo.Le vulnerabilità rilevate e corrette sono riportate nella pagina del Joomla! Security Strike Team, questo è il feed ufficiale:http://feeds.joomla.org/JoomlaSecurityNewsCome vedi sono tutte o quasi segnalazioni che riguardano il backend, non il lato pubblico. (geek)
      • zuzzurro scrive:
        Re: Joomla e la sicurezza.
        - Scritto da: Bruzzone
        - Scritto da: zuzzurro

        Joomla però detiene il record (in particolare a

        livello dei suoi componenti esterni, quindi

        diciamo che "Non è proprio colpa sua") di bug ed

        exploit

        sfruttabili.

        I componenti esterni sono prodotti di terze
        parti, non sono
        "Joomla".
        Non c'è molta differenza fra installare un forum
        come Simple Machine (che può avere le sue
        vulnerabilità) ed un'estensione di
        Joomla.
        Chiunque può realizzare un'estensione, anche io.
        Tu installeresti sul tuo sito web, alla cieca,
        un'estensione fatta da
        me?Ciao, difatti l'ho specificato. Il guaio è che sì, c'è gente che davanti ad una funzionalità desiderata installa e via...Oltretutto: io non uso Joomla né analoghi, quindi la mia era puramente una segnalazione del tipo "occhio a cosa si installa". :D
  • bye scrive:
    Ottimo anche DNN - Dot Net Nuke
    Ottimo anche questo CMS.Molte estensioni, skin e forum.
    • LaNberto scrive:
      Re: Ottimo anche DNN - Dot Net Nuke
      Collaboro con molte aziende e ho lavorato e creato template per una infinità di CMS, Open e proprietari. La mia opinione di DNN è che sia di gran lunga il peggiore tra quelli usati, strapieno di bug, farraginoso, col peggior sistema di templating mai visto e funzionalità del Core tenute ridicolmente insufficienti per vendere plugin a caro prezzo per poter avere funzionalità che altri CMS, anche di piccolissimo cabotaggio, danno di serie.Lavorarci è stata una pena.
      • iRoby scrive:
        Re: Ottimo anche DNN - Dot Net Nuke
        Dai, hai forse risposto a qualcuno del team che ha realizzato quel CMS che forse ha voluto farsi un po' di pubblicità...Aspetta va pubblicizzo il CMS di un mio amico, si chiama Pink Pepper è semplice, carino, facile da gestire, giusto per quell'aziendina che vuole affacciarsi sul web:http://sourceforge.net/projects/pinkpepper/http://www.hiteconet.eu/pinkpepper/index.php?lingua=itaNon sto a meravigliarne chissà quali doti, ma quello che fa lo fa bene, velocemente e con semplicità ed efficienza.
        • bye scrive:
          Re: Ottimo anche DNN - Dot Net Nuke
          Sinceramento l'ho usato e non ho avuto problemi. non sono ne un programmatore, ne tantomento uno sviluppatore di tale piattaforma.Ho provato Drupal (però tempo fa) ma per il mio uso mi sembrava troppo complicato.Wordpress era troppo tipo blog e con poche funzioni.Concordo che il sistema di template non è per niente buono, ma applicando skin già fatti non ho avuto problemi.Per i bachi non ho esperienza in merito e quindi non mi esprimo.Volevo solo confrontarmi con qualcuno con la mia modesta e limitata esperienza in questo settore.Ciao
          • bye scrive:
            Re: Ottimo anche DNN - Dot Net Nuke
            comunque confrontando con questo comodo sito (http://www.cmsmatrix.org/)Dot Net Nuke ver. community, Drupal e Joomla Sembra che DNN abbia più funzioni.
  • Anonymous scrive:
    Joomla FTW
    Come da oggetto :D
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Joomla FTW
      per i newbie è sicuramente la scelta ideale 8)
      • Ubunto scrive:
        Re: Joomla FTW
        - Scritto da: Nome e cognome
        per i newbie è sicuramente la scelta ideale 8)A seconda del budget, delle risorse e dei tempi richiesti è l'unica scelta o quasi: sia per il cliente che per lo sviluppatore.Poi ovviamente uno può decidere per il suicidio implementando un sistema di gestione dei contenuti ex-novo in cambio di poche centinaia di euro, o peggio dare un pessimo servizio al cliente fornendo un'applicazione minimale, carente di user management, template system, files manager, chaching, search engine e tante altre belle cosette proprie di un cms completo come Joomla.Non parliamo poi della sicurezza: Joomla gode di aggiornamenti costanti, un sistema self-made per un lavoretto occasionale di cosa gode? Della presunzione di chi l'ha fatto?Alcune persone poi evidentemente ignorano che diversi portali, anche a traffico medio alto usano Joomla, ed ulteriormente ignorano che Joomla e Drupal da anni sono protagonisti di un testa a testa nelle classifiche dei CMS opensource, altrettanto non sono in grado di comprendere la rilevanza dell'introduzione di un sistema ACL completo nel core del cms, in particolare rispetto alle 5000+ estensioni disponibili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2011 02.42-----------------------------------------------------------
        • netter scrive:
          Re: Joomla FTW
          Modificato dall' autore il 16 gennaio 2011 02.42
          --------------------------------------------------Personalmente ritengo che tu sia un ragazzino. A me mi hanno sempre bucato tutto, da oscommerce a joomla. A moi parere è molto più facile fare un attacco di sql injection ad esempio verso joomla o un altro pachiderma di questi cms open, piuttosto che in un self made cms.Scarico il codice, mi ricerco tutti i campi passati con get e post, appena trovo sequenze unescaped lo attacco. E non sai quante volte ci riesci perchè un progrmamatore che consegna un sito, non è che per tutta la vita lo aggiornerà con i fix di sicurezza
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: netter
            - Scritto da: Ubunto

            Non parliamo poi della sicurezza: Joomla gode di

            aggiornamenti costanti, un sistema self-made per

            un lavoretto occasionale di cosa gode? Della

            presunzione di chi l'ha

            fatto?
            Qua di presunzione, si vede solo la tua, almeno
            fino ad ora è stato così.Visto le boiate che scrivi qui sotto, l'unico presuntuoso sei tu.
            Personalmente ritengo che tu sia un ragazzino. A
            me mi hanno sempre bucato tutto, da oscommerce a
            joomla. Forse perché non sei capace di tenere un sito web al sicuro?Forse perché hai già problemi con l'italiano (a me mi, non si dice) figuriamoci con l'inglese e la sicurezza?
            A moi parere è molto più facile fare un
            attacco di sql injection ad esempio verso joomla
            o un altro pachiderma di questi cms open,
            piuttosto che in un self made
            cms.
            Scarico il codice, mi ricerco tutti i campi
            passati con get e post, appena trovo sequenze
            unescaped lo attacco. Joomla: http://www.porsche.com.brDrupal:http://www.whitehouse.govSe sei così tanto bravo prova a bucare questi siti.
            E non sai quante volte ci
            riesci perchè un progrmamatore che consegna un
            sito, non è che per tutta la vita lo aggiornerà
            con i fix di
            sicurezzaAh ecco! quindi anche tu sei il primo a non prevedere di farlo.. ecco spiegato allora non sei nemmeno un professionista, sei solo chiacchiere e distintivo come il tuo compare qui sottohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3070493&m=3071146#p3071146(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2011 16.03-----------------------------------------------------------
          • netter scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: netter

            - Scritto da: Ubunto



            Non parliamo poi della sicurezza: Joomla gode
            di


            aggiornamenti costanti, un sistema self-made
            per


            un lavoretto occasionale di cosa gode? Della


            presunzione di chi l'ha


            fatto?

            Qua di presunzione, si vede solo la tua, almeno

            fino ad ora è stato così.

            Visto le boiate che scrivi qui sotto, l'unico
            presuntuoso sei
            Visto ciò che scrivi, e parli di cose che ammetti di non conoscere il presuntuoso non puoi che essere tu.

            Personalmente ritengo che tu sia un ragazzino. A

            me mi hanno sempre bucato tutto, da oscommerce a

            joomla.

            Forse perché non sei capace di tenere un sito web
            al
            sicuro?

            Forse perché hai già problemi con l'italiano (a
            me mi, non si dice) figuriamoci con l'inglese e
            la
            sicurezza?


            A moi parere è molto più facile fare un

            attacco di sql injection ad esempio verso joomla

            o un altro pachiderma di questi cms open,

            piuttosto che in un self made

            cms.

            Scarico il codice, mi ricerco tutti i campi

            passati con get e post, appena trovo sequenze

            unescaped lo attacco.

            Joomla:
            http://www.porsche.com.br

            Drupal:
            http://www.whitehouse.gov

            Se sei così tanto bravo prova a bucare questi
            siti.Invece di argomentare tecnicamente che fai? Io parlo di sql injection tu di che parli?FinalCut, tu sei la vergogna del forum, ti conoscono tutti ormai con le tue XXXXXXXte sui Mac
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: netter

            Visto le boiate che scrivi qui sotto, l'unico

            presuntuoso seiQuali boiate avrei scritto? Puoi farmele notare? Così magari posso correggere...Io ho detto che Joomla e Drupal in se non sono dei cattivi strumenti, ed infatti Drupal viene utilizzato per il sito della Casa Bianca (uno dei siti più a rischio hacking del mondo).Io ho detto che il problema sono i sedicenti "professionisti" che non sanno usarli e quindi ne parlano male.
            Visto ciò che scrivi, e parli di cose che ammetti
            di non conoscere il presuntuoso non puoi che
            essere
            tu.Al contrario io ho ammesso subito la mia ignoranza tecnica in materia, ma ho argomentato con cognizione di causa e non sono stato smentito "tecnicamente" ma solo attaccato ed insultato sul piano personale...

            Joomla:

            http://www.porsche.com.br



            Drupal:

            http://www.whitehouse.gov



            Se sei così tanto bravo prova a bucare questi

            siti.
            Invece di argomentare tecnicamente che fai? Io
            parlo di sql injection tu di che
            parli?Di che ti parlo? Di siti in Joomla e Drupal che stanno li, che fanno girare progetti importanti ad alto traffico e non vengono violati... quindi?
            FinalCut, tu sei la vergogna del forum, ti
            conoscono tutti ormai con le tue XXXXXXXte sui
            MacTipo? Magari ci illumini...Io fin'ora ho letto solo XXXXXXXte contro Joomla e Drupal...Ma toglimi una curiosità, tu sei un amante dell'open source e di Linux?Anche tu hai quel famoso corto circuito idealistico dentro il cervello?Linux = buono perché non mi toglie lavoroJoomla/Drupal = mer**a perché mi tolgono il lavoroDalla serie l'open source va bene finché rompe i cog****i a Microsoft ( linux ) ed Apple (android), ma quando rompe i cog****i sul "mio" lavoro (Joomla/Drupal) allora diventa XXXXX. Perché ad occhio e croce ti ho fotografato proprio bene...(apple)(linux)
          • netter scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: netter


            Visto le boiate che scrivi qui sotto, l'unico


            presuntuoso sei

            Quali boiate avrei scritto? Puoi farmele notare?
            Così magari posso
            correggere...

            Io ho detto che Joomla e Drupal in se non sono
            dei cattivi strumenti, ed infatti Drupal viene
            utilizzato per il sito della Casa Bianca (uno dei
            siti più a rischio hacking del
            mondo). Il sito della casa bianca è passato per le mani di persone competenti, non del primo ragazzino di turno, che per fare un sito di notizie realizzabile in poche ore usano un cms completo.
            Io ho detto che il problema sono i sedicenti
            "professionisti" che non sanno usarli e quindi ne
            parlano
            male.Quindi sarebbe più difficile usare un cms che crearne uno ad hoc?


            Visto ciò che scrivi, e parli di cose che
            ammetti

            di non conoscere il presuntuoso non puoi che

            essere

            tu.Io ho realizzato decine di siti tutti in asp.net con cms proprietario mio. 0 attacchi di sql injection riusciti perchè lo smanettone quindicenne di turno non sa manco come è strutturato
            Al contrario io ho ammesso subito la mia
            ignoranza tecnica in materia, ma ho argomentato
            con cognizione di causa e non sono stato smentito
            "tecnicamente" ma solo attaccato ed insultato sul
            piano
            personale...Tu sei ignorante in tutto, credo che faio bene a diventare un commesso visto le baggianate che dici a sproposito. Io uso di tutto, anche joomla e che sia ottimo non posso dirlo. Se proprio dovessi usare un cms open userei Zope non le cazzatine in php di massa.




            Joomla:


            http://www.porsche.com.br





            Drupal:


            http://www.whitehouse.gov





            Se sei così tanto bravo prova a bucare questi


            siti.

            Invece di argomentare tecnicamente che fai? Io

            parlo di sql injection tu di che

            parli?

            Di che ti parlo? Di siti in Joomla e Drupal che
            stanno li, che fanno girare progetti importanti
            ad alto traffico e non vengono violati...
            quindi?Quindi ti posso riportare anche migliaia di siti che son stati bucati. L'esempio della cas abianca non calza perchè sicuramente il sistema verrà aggiornato ad ogni security fix. Una web agency che vende un prodotto con cms lo fa per affidare a loro la gestione. Figurati se verranno aggiornati. Basta andare sui forum di supporto di joomla, trovare il componente buggato, cercare i siti che lo usano et voilà
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: netter
            Il sito della casa bianca è passato per le mani
            di persone competenti, non del primo ragazzino di
            turnoAllora di sicuro non lo avrai fatto tu... (rotfl)
            Io ho realizzato decine di siti tutti in asp.net
            con cms proprietario mio. 0 attacchi di sql
            injection riusciti perchè lo smanettone
            quindicenne di turno non sa manco come è
            strutturatoForse perché sono tutti sitarelli che faranno 100 visite al mese a dire tanto?
            Tu sei ignorante in tutto, credo che faio bene a
            diventare un commesso visto le baggianate che
            dici a sproposito. Mi spiace, il mio lavoro lo vedi tutti i giorni in TV
            Io uso di tutto, anche joomla
            e che sia ottimo non posso dirlo. Se proprio
            dovessi usare un cms open userei Zope non le
            cazzatine in php di massa.Intendi quelle con cui hanno fatto il sito della Casa Bianca? Ah... adesso capisco...cos'è il php diventa serio solo se ci passa sopra un professionista?Sei un troll ridicolo.
            L'esempio della cas abianca
            non calza perchè sicuramente il sistema verrà
            aggiornato ad ogni security fix. Oddio :| perché non è la regola? Cioè tu fai un sito e poi lasci il cliente in balia di se stesso?
            Una web agency
            che vende un prodotto con cms lo fa per affidare
            a loro la gestione. Non quelle non sono web-agency, sono pirati. Un CMS serve per affidare ai clienti la gestione dei contenuti e basta.
            Figurati se verranno aggiornati. Con professionisti come te in giro non credo...
            Basta andare sui forum di supporto di
            joomla, trovare il componente buggato, cercare i
            siti che lo usano et voilàEt Voilà il sito della Casa Bianca è sempre li...Ma falla finita, per come ragioni sei un ridicolo azzecca-garbugli, altro che professionista.(linux)(apple)
          • Bruzzone scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: netter
            Invece di argomentare tecnicamente che fai? Io
            parlo di sql injection tu di che
            parli?Ma non sarai mica "parente" dell'Asdrubale qui sotto?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3070493&m=3071397#p3071397Quello delle statistiche con 490 vulnerabilità dal 2006 al 2010 di cui non si sa la provenienza né i criteri statistici?Questa è una fonte affidabile:http://secunia.com/advisories/product/5788/?task=statistics Dal 2003 al 2011 Affected By :31 Secunia advisories100 Vulnerabilities######################################## Unpatched : 0% (0 of 31 Secunia advisories)######################################## Most Critical Unpatched There are no unpatched Secunia advisories affecting this product, when all vendor patches are applied.. Quindi di che parli? Delle vulnerabilità che ha scoperto tuo cugino? O il cugino del tuo amico che è un esperto informatico della Microsoft?
            FinalCut, tu sei la vergogna del forum, ti
            conoscono tutti ormai con le tue XXXXXXXte sui
            MacOppure no.
          • Bruzzone scrive:
            Re: Joomla FTW
            Un po' di grafici per rendere meglio il concetto:[img]http://secunia.com/advisories/graph/?type=sol&period=all&prod=5788[/img][img]http://secunia.com/advisories/graph/?type=cri&period=all&prod=5788[/img]
          • asdrubale scrive:
            Re: Joomla FTW
            Modificato dall' autore il 16 gennaio 2011 16.03
            --------------------------------------------------
          • Bruzzone scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: asdrubale

            Joomla:

            http://www.porsche.com.br



            Drupal:

            http://www.whitehouse.gov



            Se sei così tanto bravo prova a bucare questi

            siti.

            Questi siti non sono gli stessi siti che faresti
            tu o un bimb*******a come te o come altri 100.000
            che conosco. Bisogna sapere ciò che Joomla fa con
            ogni singolo modulo, altrimenti , non sapendo
            cosa si fa, tipo te si rischia che vengono fuori
            le cose che dice netter. Vuoi dire che su joomla
            non vengono fatti attacchi frequenti di sql
            injection?

            http://www.oversecurity.net/2010/04/26/joomla-e-il E sicuramente Joomla il CMS più vulnerabile allexploit di SQL Injection da Giugno 2006 ad oggi, le nostre recenti statistiche attestano al sistema di contenuti circa 490 falle di sicurezza. Le nostre recenti statistiche di chi ? Dove sono queste statistiche?Che periodi riguardano e con quale concentrazione?Posta dati, non XXXXXXX. Le statistiche poi non vogliono dire una XXXX, perché quello che conta è Joomla OGGI, non nel 2006 dopo l'uscita della prima 1.5.Quante sono le vulnerabilità di Joomla oggi? Hai qualche dato concreto in mano o sono solo dei "si dice che", "mio cugino mi ha detto" di dubbia origine?
            Ora vai a accendere il tuo giocattolino!Molto volentieri, dato che il mio giocattolino funziona ed è sicuro... alla faccia di chi schiuma fiele. Vuoi un Malox per caso?
          • Ubunto scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: netter
            - Scritto da: Ubunto

            - Scritto da: Nome e cognome


            per i newbie è sicuramente la scelta ideale
            8)



            A seconda del budget, delle risorse e dei tempi

            richiesti è l'unica scelta o quasi: sia per il

            cliente che per lo sviluppatore.



            Poi ovviamente uno può decidere per il suicidio

            implementando un sistema di gestione dei

            contenuti ex-novo in cambio di poche centinaia
            di

            euro, o peggio dare un pessimo servizio al

            cliente fornendo un'applicazione minimale,

            carente di user management, template system,

            files manager, chaching, search engine e tante

            altre belle cosette proprie di un cms completo

            come

            Joomla.

            Non parliamo poi della sicurezza: Joomla gode di

            aggiornamenti costanti, un sistema self-made per

            un lavoretto occasionale di cosa gode? Della

            presunzione di chi l'ha

            fatto?
            Qua di presunzione, si vede solo la tua, almeno
            fino ad ora è stato
            così.Secondo te cosa è un informatico?Prima ti dico quello che penso io: un informatico è una persona che perlavoro, interesse, passione o anche solo per necessità, "conosce" differenti settori della materia in cui opera.Un generico informatico che lavori sul web avrà sicuramente capacità di operare su un database, di utilizzare uno o più linguaggi lato server e lato client, avrà una discreta conoscenza dell'HTML nelle sue diverse incarnazioni, saprà almeno cosa sono XML, DTD e XSLT, avrà qualche elemento di web usuability ed accessibility, sarà cosciente dei punti di forza e di debolezza degli strumenti scelti nei diversi progetti cui prenderà parte, saprà utilizzare programmi di grafica vettoriale e non, saprà come funzionano un sistema operativo ed un web server, probabilmenteconoscerà anche tante altre cose, potrei continuare ad indicare diversi settori o approfondire quelli citati esaminando i profili che caratterizzano ogni singolo aspetto (ad esempio i programmatori "non sono tutti uguali") ma non ha senso continuare ad elencare.Un generico informatico.Ma quel generico informatico esercita la sua professionalità , se ne ha una, facendo BENE e con estrema perizia *alcune* delle mansioni legate ai profili che ho elencato.Questo è un informatico professionista, uno che sa fare e conosce tante cose ma che è professionista quando si occupa di certi aspetti che coinvolgono il proXXXXX di sviluppo.E' evidente che questa figura lavora in un team e collabora con altre persone.L'informatico tuttofare, che sa fare un po' di tutto ma bene nulla, non è un professionista. Magari esercita una professione, ma questa parola è legata al fatto che si fa pagare per il lavoro che svolge: nulla ha a che fare con la competenza e la qualità.Per un informatico che opera in realtà di piccole dimensioni, in cui non è possibile avere uno sterminato team di esperti, la scelta di un CMS è un atto di realismo, non di presunzione. Realismo nel constatare che si può fare molto meglio il lavoro concentrandosi sui propri punti di forza piuttosto che improvvisandosi "acrobata".Nel caso in cui si operi in un team di 4-10 persone invece, scegliere un CMS Open Source come base per lo sviluppo di un sito web più complesso delle funzionalità base, è altrettanto una buona decisione perché il team è libero di implementare le modifiche richieste partendo da una base stabile e collaudata.Quando il budget è ridotto, le risorse minime, ed i tempi di sviluppo ristretti, Joomla rispetto a Drupal, a discapito di una minore flessibilità (che può non essere necessaria) è spesso la scelta giusta da fare (intendevo questo con "l'unica scelta": fra i due). L'aggiornamento citato nell'articolo avvicina i due CMS, Drupal ha investito sull'usabilità, Joomla - tramite l'implementazione di un ACL flessibile - sulla possibilità di personalizzazione.Stando a Joomla, è una grave carenza quella colmata, che in merito al discorso "supporto e aggiornamenti" lo rendeva un cms poco appetibile per progetti più estremi di titolo-contenuto-salva .Nel dire queste cose io mi sto attenendo al contenuto dell'articolo, che cita due CMS di sucXXXXX nel panorama Open. Non sto vaneggiando sui mirabolanti-miglioridelmondo-potentissimi software che realizzo con Yii e Zend framework (che pure utilizzo). Non mi pare esattamente "presunzione".


            Alcune persone poi evidentemente ignorano che

            diversi portali, anche a traffico medio alto

            usano Joomla, ed ulteriormente ignorano che

            Joomla e Drupal da anni sono protagonisti di un

            testa a testa nelle classifiche dei CMS

            opensource, altrettanto non sono in grado di

            comprendere la rilevanza dell'introduzione di un

            sistema ACL completo nel core del cms, in

            particolare rispetto alle 5000+ estensioni

            disponibili.


            Personalmente ritengo che tu sia un ragazzino. Magari fosse! :( Ma quando ero ancora "ragazzino" ho iniziato in un'azienda con 5000+ dipendenti, all'epoca leader a livello europeo, azienda italiana e in italia protagonista e iniziatrice del FreeNet: ho lavorato col team che si occupava della programmazione lato server, non come tuttofare (che non esiste), ma sotto la guida di responsabili di progetto e d'area ricevendo direttive specifiche. Ho collaborato e conosciuto persone di tutto il mondo, dal sud africa al nord europa, ho potuto vedere e "toccare con mano" i processi produttivi di un'azienda che ogni giorno realizzava (e realizza) decine di milioni di accessi singoli sulle proprie pagine.Poi, pur stando nel campo informatico, ho scelto una strada meno esaltante e remunerativa ma più stabile dal lato occupazionale (la borsa è una brutta cosa quando influisce sulla vita di chi lavora).
            Scarico il codice, mi ricerco tutti i campi
            passati con get e post, appena trovo sequenze
            unescaped lo attacco. Peccato solo che non si fa così. Raccontalo un po' a quelli di Gawker ( http://www.businessinsider.com/gawker-hacked-2010-12 ), che basta nascondere il codice per non avere problemi. 3 milioni di accounts compromessi... senza contare il danno di immagine.Dietro Gawker si sono Gizmodo, LifeHaker, ed altri portali.L'unico sistema sicuro è quello che non ha falle, non quello che "non si sa se ci siano".Joomla, rimanendo al core dell'applicazione è un CMS sicuro, testato più volte in differenti tornei di hacking e tutti i giorni dalle migliaia di siti che lo adoperano con soddifazione.
            E non sai quante volte ci
            riesci perchè un progrmamatore che consegna un
            sito, non è che per tutta la vita lo aggiornerà
            con i fix di
            sicurezzaIl programmatore non è l'amministratore. Se i due coincidono è comunque responsabilità di chi ha fornito il prodotto fare gli aggiornamenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 gennaio 2011 18.55-----------------------------------------------------------
        • keul scrive:
          Re: Joomla FTW
          - Scritto da: FinalCut
          Joomla e Drupal sono degli ottimi tool sui quali
          una "azienda" seria (pluralità di professionisti,
          approccio strategico, vision aziendale, etc...)
          sa di poter
          contare.
          Ne sono convinto. Non conosco per niente Drupal (e quindi non ne parlo) ma ho avuto varie esperienze con Joomla ed è un buon prodotto... rimane il fatto che il mio parere sulla sua diffusione è solo relativo alla facilità dell'accoppiata MySQL/Apache/PhP che è un hosting molto economico... e che ormai tutti quelli che nel mondo dicono "io so fare web" sono persone che si son fatti un sito in PhP se si sentono esperti...Per il resto lo trovo un CMS di fascia bassa... io lavoro da ormai 6 anni con Plone, e la professionalità/estendibilità/sicurezza di quel prodotto non l'ho ancora incontrata...... se non fosse che l'hosting con supporto Python è estremamente raro e più costoso.Va da se che sono più che convinto che tutti questi CMS siano estremamente buoni. Credete che un prodotto Open Source potrebbe sopravvivere tanto a lungo se così non fosse?
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: keul
            Per il resto lo trovo un CMS di fascia bassa...
            io lavoro da ormai 6 anni con Plone, e la
            professionalità/estendibilità/sicurezza di quel
            prodotto non l'ho ancora
            incontrata...Mi hai incuriosito, perché Plone è più professionale/estendibile di Joomla?
          • gianniftp scrive:
            Re: Joomla FTW
            Perche' Pone e' meglio di Joomla/Drupal?http://www.plone.it/scopri/faqperche' Plone non e' "solo" un cms.certo che non e' adatto alle esigenze di tutti. se non hai bisogno di gestire centinaia di pagine non hai centinaia di utenti e migliaia di contatti al giorno e non ti serve un db ad oggetti puro (http://it.wikipedia.org/wiki/ZODB) e non ti serve il clustering dell'application servere non ti servono politiche di cachinge non hai bisogno di gestire un workflow personalizzatoe non hai bisogno di creare tipi di oggetti personalizzatie non devi interfacciarti a database moderni (postgresql, oracle, oltre a Mysql)e... allora puoi sempre usare il notepad e le pagine html statiche.purtroppo joomla drupal e tutto quello che e' legato al php ha il vantaggio di essere GRATIS anche dal punto di vista dell'hosting. Inoltre, anche se e' vero che Plone e' Open Source,e' anche vero che non gira da solo (un sistemista ci vuole) perche' bisogna far girare bene una macchina complessa.comunque chi vuole lo puo' sempre provare, tenendo presente che non basta fare l'upload sul server delle pagine realizzate in locale :Pdomande? c'e' sempre la mailing list http://lists.plone.org/mailman/listinfo/plone-it
          • keul scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: gianniftp
            Perche' Pone e' meglio di Joomla/Drupal?
            http://www.plone.it/scopri/faq

            perche' Plone non e' "solo" un cms.
            certo che non e' adatto alle esigenze di tutti.
            se non hai bisogno di gestire centinaia di pagine
            non hai centinaia di utenti e migliaia di
            contatti al giornoNon ho capito questo... migliaia di contatti al giorno non sono un problema... te lo posso assicurare.

            e non ti serve un db ad oggetti puro
            (http://it.wikipedia.org/wiki/ZODB)

            e non ti serve il clustering dell'application
            server
            e non ti servono politiche di caching
            e non hai bisogno di gestire un workflow
            personalizzato
            e non hai bisogno di creare tipi di oggetti
            personalizzati
            e non devi interfacciarti a database moderni
            (postgresql, oracle, oltre a
            Mysql)
            e...
            allora puoi sempre usare il notepad e le pagine
            html
            statiche.

            purtroppo joomla drupal e tutto quello che e'
            legato al php ha il vantaggio di essere GRATIS
            anche dal punto di vista dell'hosting.
            Questo è verissimo. Lo dicevo anche sopra, la diffusione e il basso costo di PHP è ad oggi insuperabile!
            Inoltre, anche se e' vero che Plone e' Open
            Source,
            e' anche vero che non gira da solo (un sistemista
            ci vuole) perche' bisogna far girare bene una
            macchina
            complessa.No, su questo non sono d'accordo. Un sistemista serve per un'installazione professionale. Per il resto: Plone si installa con estrema facilità su ogni piattaforma. Provarlo è cosa da due minuti, anche sul proprio PC Windows in locale.

            comunque chi vuole lo puo' sempre provare,
            tenendo presente che non basta fare l'upload sul
            server delle pagine realizzate in locale
            :P
            Perché no? Alcune delle personalizzazioni (ma a dire il vero non tutte) possono essere fatte TTW, anche senza l'uso di notepad!Ok, basta off-topic!PS: ho capito solo adesso che anche Drupal è fatto in PHP... ma quali sono le differenze tra i due? Perché una persona dovrebbe usare Joomla o Drupal?
          • Cbuttius scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: keul

            PS: ho capito solo adesso che anche Drupal è
            fatto in PHP... ma quali sono le differenze tra i
            due? Perché una persona dovrebbe usare Joomla o
            Drupal?Il fatto di essere entrambi sviluppati in PHP non determina che siano due prodotti uguali.Premessa: non ho ancora messo le mani sui nuovi Drupal 7 e Joomla 1.6, quindi le mie considerazioni si riferiscono a Drupal 6.20 e Joomla 1.5.22.Joomla e' un prodotto in se' molto piu' ricco di funzionalita' rispetto a Drupal ed ha un procedimento d'installazione ed un'interfaccia di gestione piu' facile da gestire anche dai meno esperti. L'elevata diffusione ha portato alla maggior disponibilita' di moduli e temi che condividono la facilita' d'uso del core. Di conseguenza gia' l'installazione base risulta alquanto pesante e l'insieme e' decisamente poco flessibile e configurabile (a meno di mettere mano al codice).Drupal di base e' molto piu' scarno e leggero e cosi' lo sono i suoi moduli aggiuntivi. Risulta pertanto piu' complesso da gestire per i meno esperti ed espone all'utente certe opzioni di configurazione che necessitano di un minimo di conoscenza dei sistemi LAMP. Drupal risulta molto piu' flessibile e consente un maggiore livello di personalizzazione e funzionalita' combinando funzionalita' di piu' moduli tra di loro. Tendenzialmente Drupal e i suoi temi e moduli generano codice piu' conformi agli standard rispetto a Joomla. Inoltre Drupal offre supporto a siti multipli (con database multipli) su una medesima installazione e supporta anche altri DBMS oltre a MySQL (PostgreSQL, sqlite e con moduli aggiuntivi anche Oracle e MSSQL).Io gestisco alcuni siti su entrambe le piattaforme e personalmente preferisco di gran lunga Drupal a Joomla (no flame intended: e' una preferenza personale).
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: Cbuttius
            Io gestisco alcuni siti su entrambe le
            piattaforme e personalmente preferisco di gran
            lunga Drupal a Joomla (no flame intended: e' una
            preferenza
            personale).Che io sappia Drupal è più robusto su progetti ad alto traffico e per la sicurezza, Joomla invece è semplice, il cliente in genere lo preferisce nell'amministrazione e sviluppare un sito è estremamente veloce e relativamente economico.*** per inciso economico per me significa inferiore ai 6.000 non parlo di bimbi@@@ che fanno il sito per 200 usando monstertemplate ***Non è vero il discorso della flessibilità limitata in Joomla, magari è più macchinoso/noioso di Drupal, ma non è limitato e di sicuro un grafico è in grado realizzare in Joomla tutto quello che desidera anche per quanto riguarda il frontend.(linux)(apple)
          • Cbuttius scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: FinalCut

            Che io sappia Drupal è più robusto su progetti ad
            alto traffico e per la sicurezza, Joomla invece è
            semplice, il cliente in genere lo preferisce
            nell'amministrazione e sviluppare un sito è
            estremamente veloce e relativamente
            economico.Non ho toccato gli argomenti robustezza/sicurezza per non generare flame inutili (sappiamo bene che gente bazzica qui su PI) e perche' non ho esperienze dirette su portali di medio-larga scala. La facilita' di gestione di Joomla mi pare di averla citata.
            *** per inciso economico per me significa
            inferiore ai 6.000 non parlo di bimbi@@@ che
            fanno il sito per 200 usando monstertemplate
            ***

            Non è vero il discorso della flessibilità
            limitata in Joomla, magari è più
            macchinoso/noioso di Drupal, ma non è limitato e
            di sicuro un grafico è in grado realizzare in
            Joomla tutto quello che desidera anche per quanto
            riguarda il frontend.Ni.Forse mi sono espresso male: intendevo senza mettere mano al codice di temi e moduli. Sono pienamente consapevole che anche Joomla puo' fare tutto, ma sotto taluni aspetti bisogna agire in maniera piu' invasiva rispetto a Drupal.(versioni di riferimento D6.20 J1.5.22, non avendo ancora testato le nuove release le mie considerazioni possono non essere valide per D7 e J1.6)
            (linux)(apple)
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: Cbuttius
            Forse mi sono espresso male: intendevo senza
            mettere mano al codice di temi e moduli. Sono
            pienamente consapevole che anche Joomla puo' fare
            tutto, ma sotto taluni aspetti bisogna agire in
            maniera piu' invasiva rispetto a
            Drupal.Concordo con te, ma come fai a non mettere mano al codice se devi realizzare un tema o template che dir si volgia?(linux)(apple)
          • Cbuttius scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: FinalCut

            Concordo con te, ma come fai a non mettere mano
            al codice se devi realizzare un tema o template
            che dir si
            volgia? Beh, questo e' fuor di dubbio.Pero' e' anche vero che diverse cose che con Joomla richiederebbero modifiche al codice, con Drupal possono essere gestite tramite Blocks, CCK, Views e quant'altro (esistono temi totalmente configurabili che permettono di modificare notevolmente l'appearence senza toccare il codice).Ovvio che se lo scopo e' realizzare portali di certo peso, la tendenza e' quella di costruire un tema ad-hoc (e se le esigenze lo impongono anche dei moduli ad-hoc), con tutti i costi del caso. Se invece si tratta di una homepage personale o di un piccolo sito a basso traffico e senza grosse pretese (ad esempio piccola associazione sportiva locale), la tendenza e' quella di privilegiare l'aspetto economico e quindi si opta per soluzioni a costo 0 o comunque basso e generalmente cio' e' fornito da gente che non si puo' definire professionista. In questo scenario si usano praticamente solo temi e moduli preesistenti.E comunque la mia era solo una risposta a chi aveva chiesto "che senso ha usare Joomla piuttosto che Drupal se sono entrambi in PHP ?"
            (linux)(apple)
          • FinalCut scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: Cbuttius
            Se invece si tratta di una homepage personale o
            di un piccolo sito a basso traffico e senza
            grosse pretese (ad esempio piccola associazione
            sportiva locale), la tendenza e' quella di
            privilegiare l'aspetto economico e quindi si opta
            per soluzioni a costo 0 o comunque basso e
            generalmente cio' e' fornito da gente che non si
            puo' definire professionista. In questo scenario
            si usano praticamente solo temi e moduli
            preesistenti.ahhh ok. Ma infatti io avevo detto "non parlo di bimbi@@@ che fanno il sito per 200 usando monstertemplate" quindi davo per scontato di non parlare di questa tipologia di utilizzo.Però effettivamente un mercato di template c'è quindi... sono io che davo per scontato troppe cose.
            E comunque la mia era solo una risposta a chi
            aveva chiesto "che senso ha usare Joomla
            piuttosto che Drupal se sono entrambi in PHP
            ?"Si, ok. Comunque non sapevo che Drupal permettesse modifiche sostanziali ai template senza toccare il codice.(linux)(apple)
          • LaNberto scrive:
            Re: Joomla FTW
            Nella mia esperienza il sistema di templating di drupal è più semplice e potente. Mi rimane più semplice fargli fare quello che voglio, a volte con semplici overdose CSS.Joomla non mi impressiona più di tanto ma c'è molto di peggio in giro.
          • sylvaticus scrive:
            Re: Joomla FTW
            Ma sono l'unico a citare Wordpress?Joomla ha oggi un grande problema: il suo "mercato" sta venendo eroso da entrambe le parti della scala complessità/flessibilità: dal lato "inferiore" da Wordpress che si sta facendo sempre più "CMS" e dall'altra da Drupal che si sta facendo sempre più semplice da usare..Scusate, l'ho scritto un po' male ma credo che il concetto si capisca..
          • Cbuttius scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: sylvaticus
            Ma sono l'unico a citare Wordpress?Beh, l'articolo parla di Joomla e Drupal, quindi Wordpress e' un po' OT
            Joomla ha oggi un grande problema: il suo
            "mercato" sta venendo eroso da entrambe le parti
            della scala complessità/flessibilità: dal lato
            "inferiore" da Wordpress che si sta facendo
            sempre più "CMS" e dall'altra da Drupal che si
            sta facendo sempre più semplice da
            usare..Diciamo che comparare Wordpress con Joomla o Drupal ha senso come comparare una Smart con un autobus: pur essendo tutti CMS, Wordpress ha un target completamente diverso da Joomla o Drupal, quindi IMHO non ha senso metterli a confronto.Personalmente preferisco Drupal, ma conosco molte persone che lo detestano e non vogliono che Joomla. Allo stato attuale credo che nessuna delle due piattaforme sia destinata a scomparire: entrambe hanno una base d'utenza considerevole e consolidata e come prodotto sono collocati in una fascia tale da non infastidire Wordpress (e di non essere infastiditi da Wordpress). Hanno entrambi i loro punti di forza e i loro punti deboli e rispondono bene ad esigenze diverse. E' vero che chi da Joomla passa a Drupal raramente torna indietro, ma e' anche vero che chi parte da Drupal spesso e volentieri migra a Joomla. Vedremo come si comporteranno le nuove major release.
            Scusate, l'ho scritto un po' male ma credo che il
            concetto si
            capisca..
          • sylvaticus scrive:
            Re: Joomla FTW
            Sarà, io invece vedo Joomla e Wordpress molto più vicini, con il secondo che si sta mangiando buona parte della base utenza del primo..:http://www.google.com/insights/search/#q=joomla%2C%20wordpress&cmpt=q(PS: non sono un fan pro-wordpress.. sviluppo prevalentemente in Drupal, ma li ho provati ed utilizzati entrambi)
          • keul scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: FinalCut
            Mi hai incuriosito, perché Plone è più
            professionale/estendibile di
            Joomla?Innanzi tutto ho avuto davvero alcune esperienze come Joomla e mi è stato ben illustrato da una collaboratrice che lo ha usato per anni e lo ha esteso, ma non ci ho davvero smanettato professionalmente; sono sicuro che qui sarà pieno di persone che lo troveranno invece il top assoluto. Che dire: potrei sbagliarmi!Direi che così andiamo un po' off-topic, ma Plone (e la piattaforma Zope 3 in generale) sono davvero dei bellissimi pezzi di tecnologia, dove la programmazione a oggetti arriva al suo massimo.L'estendibilità è dovuta alla presenza di un database ad oggetti sottostante, che supera la grande rigidità delle tabelle dei DB relazionali. E' estremamente facile scrivere plug-in per modificarne i comportamenti o aggiungere nuove funzionalità.
        • 0110 scrive:
          Re: Joomla FTW

          A seconda del budget, delle risorse e dei tempi
          richiesti è l'unica scelta o quasi: sia per il
          cliente che per lo
          sviluppatore.E' pesante e assurdo mettere in un sito un miliardo di cose non sempre necessarie e farlo dipendere da un database MySQL quando, spesso, deve solo mostrare contenuti pressoché statici e con cambiamenti solo occasionali. Joomla può sicuramente servire ma non è l'unica scelta e molto dipende dal sito da produrre. Inoltre ove possibile può essere utile far da se.
          • Ubunto scrive:
            Re: Joomla FTW
            - Scritto da: 0110

            A seconda del budget, delle risorse e dei tempi

            richiesti è l'unica scelta o quasi: sia per il

            cliente che per lo

            sviluppatore.

            E' pesante e assurdo mettere in un sito un
            miliardo di cose non sempre necessarie e farlo
            dipendere da un database MySQL quando, spesso,
            deve solo mostrare contenuti pressoché statici e
            con cambiamenti solo occasionali. Joomla può
            sicuramente servire ma non è l'unica scelta e
            molto dipende dal sito da produrre. Inoltre ove
            possibile può essere utile far da
            se.Beh, sicuramente... non ci sono solo i CMS. :) Non parlavo in assoluto nel dire "unica scelta", intendevo fra i due dell'articolo.Anche la scelta di un framework (riguardo al possibile numero di funzionalità in ecXXXXX) può essere una buona soluzione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 gennaio 2011 22.08-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti