Diablo III, il Terrore fuor di beta pubblica

I server della beta del nuovo capitolo Blizzard vengono improvvisamente aperti al pubblico rivelando novità sul gioco finale. Che sta per arrivare con tanto di romanzo. DRM permettendo
I server della beta del nuovo capitolo Blizzard vengono improvvisamente aperti al pubblico rivelando novità sul gioco finale. Che sta per arrivare con tanto di romanzo. DRM permettendo

Dopo anni di attesa dall’ annuncio iniziale , il prossimo 15 maggio verrà distribuito negli store (digitali e non) di tutto il mondo Diablo III: il nuovo (potenziale) capolavoro annunciato di Blizzard è in dirittura d’arrivo, e in questa fase finale dello sviluppo non mancano gli incidenti di percorso assieme agli annunci di iniziative editoriali per la promozione.

Uno di questi incidenti è avvenuto proprio di recente, quando i server chiusi della beta del gioco – privilegio di pochi fortunati giocatori selezionati su invito nei mesi scorsi – sono stati improvvisamente “aperti” a chiunque avesse avuto un account Battle.net valido.

La breccia nell’accesso controllato ai server è stata prontamente chiusa, ma tanto è bastato a rivelare anzitempo una delle novità in arrivo con l’uscita del gioco: Diablo III sarà disponibile anche sotto forma di “Starter Edition” gratuita, dicono i giocatori che hanno avuto accesso ai server, e parimenti alla Starter Edition di World of Warcraft ci saranno limitazioni e il messaggio reiterato che invita ad acquistare la versione completa del gioco.

Intanto Blizzard si prepara al potenziale exploit di Diablo III – almeno 5 milioni di copie vendute nel primo anno di disponibilità, DRM always-on permettendo – con l’annuncio del rilascio (il giorno stesso dell’uscita del gioco) del romanzo “Diablo III: The Order”.

La storia di questo ennesimo prodotto editoriale ambientato nelle terre fantasy-gotiche di Sanctuary sarà incentrato sul personaggio di Deckard Cairn, la sua giovanissima protetta (presente anche in Diablo III) e la ricerca dei membri del perduto ordine dei maghi Horadrim.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 04 2012
Link copiato negli appunti