Dialer, Telecom dovrà collaborare

Una sentenza della Cassazione dà nuove speranze a coloro che vogliono combattere i programmi più aggressivi, quelli che si infilano nel PC per far connettere a numeri a pagamento. Si potrà denunciare senza perdere la linea telefonica


Roma – Si accende una nuova luce di speranza per coloro che non intendono subire passivamente gli addebiti, talvolta stratosferici, che compaiono in bolletta per colpa di qualche dialer particolarmente aggressivo. Questi programmi, studiati per far connettere il PC dell’utente a numeri a pagamento, da lungo tempo sono diffusi sul web italiano. Molti di loro hanno provocato danni notevoli all’utenza telefonica.

Ora la Corte di Cassazione ha deciso che nel caso in cui l’utente contesti gli addebiti in bolletta Telecom, anche quelli relativi all’uso di numeri a pagamento per la connessione ad internet, la stessa Telecom Italia dovrà fornire i tabulati delle telefonate nella loro interezza.

A tanti è poi accaduto, di fronte a certe bollette, di non aver pagato le fatture inviate da Telecom Italia e di aver subito conseguentemente il taglio della linea. Per questo la Corte ha deciso che, quando c’è una contestazione degli addebiti, Telecom dovrà rinviare la disattivazione della linea per morosità fino alla fornitura dei tabulati completi delle chiamate.

La questione non riguarda certamente solo i dialer, ma tutti i casi in cui l’utente ritenga ingiustificati gli addebiti in bolletta. La Corte ha peraltro preso in esame la vicenda di un’assistente di volo che ha fatto ricorso dopo essersi vista addebitare numerose chiamate a servizi internet in un periodo nel quale si trovava fuori per lavoro. Ora Telecom dovrà fornire i tabulati completi delle telefonate per giustificare gli addebiti e il distacco della linea.

Sul piano giuridico, la Corte ha spiegato che la lettura del contatore non “integra in sé la prova legale, ma forma piena dei fatti e delle cose rappresentate solo se colui contro il quale le risultanze sono indicate ne disconosce la conformità ai fatti. A fronte della contestazione dell’utente della bolletta telefonica, la Telecom, in virtù anche di quanto disposto dal ministero delle comunicazioni e con apposita circolare, era tenuta a produrre i tabulati, ai fini di far conoscere all’ attrice i numeri chiamati dalla relativa utenza ed in difetto a sospendere l’eventuale dichiarazione di morosità e le conseguenti disattivazioni della linea”.

Ma sugli addebiti ingiustificati in bolletta, e in particolare su quelli relativi alle connessioni internet, si sono mosse due associazioni dei consumatori, ADUC e Adiconsum. Di seguito i dettagli dei loro interventi.


Secondo Adiconsum , addebiti di servizi telefonici e telematici mai fruiti si ripeterebbero a carico degli utenti. In particolare per quanto riguarda la connessione ad internet vi sarebbero servizi, in particolare quelli legati al gioco d’azzardo o alla pornografia, che gonfiano le bollette degli utenti senza averne diritto.

La sede marchigiana di Adiconsum per queste ragioni ha denunciato ignoti per truffa informatica per il ripetersi di questi eventi. Si tratta di una situazione della quale i lettori di Punto Informatico sono da lungo tempo informati , ed è relativa a quelle bollette nelle quali risultano connessioni su numeri 70x effettuate ogni qualche decina di secondi. Questo è il funzionamento di una serie di dialer “aggressivi”, capaci di provocare l’addebito dello scatto alla risposta di costosi servizi di cui l’utente spesso ignora persino l’esistenza.

Adiconsum nella sua denuncia ha sottolineato come la connessione ripetuta dalla durata di circa 20 secondi segnala che del servizio l’utente non ha fruito ma ha solo pagato l’addebito alla risposta.

Sul piede di guerra contro i dialer anche l’ ADUC , associazione per i diritti dei consumatori e degli utenti, secondo cui quando si riscontrano importi abnormi sulla propria bolletta dovuti a queste cause, una volta scovato il dialer è utile denunciarlo all’autorità Antitrust (pubblicità ingannevole) e anche a quella delle Telecomunicazioni e alla Polizia Postale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non è membro TCPA
    la RIAA se la prende con Sun solo perchè non partecipa al progetto TCPA, meditate gente, meditate.
  • banshee scrive:
    OT king crimson
    in effetti è vero, sabato mi sono visto un live dei king crimson del 1973 (si non è un refuso) venduto a 19 euro. Questo non toglie che siamo off topic (imho) :)
  • Anonimo scrive:
    Ragni
    ma che a sti stronzi li ha punti una tarantola che spaccano i marroni a tutti ora . . . . . ma abbassate i prezzi dei CD barboni "kill'em all" dei metallica costa come se fosse uscito ieri . . .e' un disco di 21 anni fa . . . . barboni
  • Anonimo scrive:
    ma come firewall giganti tecnologie
    all'avanguardia e i dipendenti mettono in piedi network di file sharing.sun sun che magra figura, spero che il server era realizzato in java.
  • Anonimo scrive:
    Allora non sono solo gli italiani
    Che passano le ore di ufficio a chattare con la webcam (oggi una ha telefonato a radio rock dall'ufficio, durante l'orario di lavoro e si vantava pure di stare in webcam con loro! Ma siamo pazzi!), scaricare materiale illegale (ma secondo me anche quello legale se non pertinente al lavoro rimane comunque un abuso).Spero che almeno alla Sun a fine mese non baccaglino per lo stipendio ridotto, non rinfaccino al capo di essere un nazista solo perché ti fa notare che il tuo rendimento è prossimo allo zero o che non cerchino in tutti i modi di far passare per essenziale quel nuovo DVD-R da mettere in ufficio per riversarsi in DivX per vederseli sul lettore a casa....Se mi trovano a rubare delle penne dall'ufficio possono fare rapporto e licenziarmi con causa, però se ho 100 dipendenti che mi impongono continui upgrade di banda perché usano la rete per i loro scopi allora non posso fare nulla (anzi sono cattivo se me la prendo con loro). Mi è capitato di fare un intervento presso una grossa società di informatica (circa 300 dipendenti) in cui il 75% dei PC erano in panne per via di CodeRed, diffusosi tramite i soliti mastodontici allegati e spam vari che circolano via mail. Molti dei dipendenti a cui ho fatto notare che usavano le loro postazioni con privilegi di root o senza il minimo criterio hanno fatto spallucce e detto che "tanto poi basta una formattata". Peccato che la società in questione per quella formattata ha perso quasi 20 miliardi di lire. Non ho esitato quando mi hanno chiesto di firmare una perizia che certificava l'incapacità dell'admin della rete e della noncuranza e imperizia di personale ultraqualificato che ha volutamente tralasciato le policy di sicurezza per fare i suoi comodi. Risultato? I sindacati hanno anche fatto ritirare alla ditta un provvedimento che prevedeva un decurtamento del 10% sullo stipendio di tutti (dal dirigente all'impiegato) per il risarcimento dei danni che il personale stesso aveva provocato perché un provvedimento illiberale e dispotico. Dopo di che non c'era un PC uno che non avesse materiale "privato" installato, senza contare le centinaia di GB che abbiamo trovato tra giochi, film e pornazzi nei vari PC, perfino nei file server!
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora non sono solo gli italiani
      Mi meraviglia leggere risposte del genere..Non commento più di tanto, non ce n'è bisogno..Alan (ho firmato, attenzione, ho firmato!! Almeno non vi lamentate anche per questo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora non sono solo gli italiani
        sei servo o padrone ?Caio
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora non sono solo gli italiani
          - Scritto da: Anonimo
          sei servo o padrone ?

          Caioi servi dei padroni spesso sono peggio :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora non sono solo gli italiani
          Sono servo, faccio lo stesso lavoro di chi ha iniziato il thread, e mi rendo conto di quello che dice..Dico solo che ci vuole un po' di scioltezza, l'autore della prima risposta l'ha smontato, deridendolo come fa un bambino "stronzo" ad uno timido..Alan
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora non sono solo gli italiani
        - Scritto da: Anonimo
        Mi meraviglia leggere risposte del genere..
        Non commento più di tanto, non ce n'è
        bisogno..

        Alan (ho firmato, attenzione, ho firmato!!
        Almeno non vi lamentate anche per questo)Alan, il cognome? :)intendevo quello ... fare il "giudice" è facile ... ma avresti parlato diversamente se riconosciuto. E comunque mi dispiace tu l'abbia presa assai male, perchè se hai letto attentamente non sto dicendo che hai totalmente torto .... solo di non fare tanto lo sbacchettatore del mondo, perchè di situazioni "complicate" ce ne sono tante.Magari tu ne hai incontrata una semplicissima, in cui effettivamente c'era solo negligenza di taluni e ignoranza della situazione da parte di altri ... ma chi lo sa.Tu hai valutato un risultato, non conosci ciò che vi ha portato.Pace, comunque.
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora non sono solo gli italiani
          - Scritto da: Anonimo
          Alan, il cognome? :)Scegli tu ;)
          intendevo quello ... fare il "giudice" è
          facile ... ma avresti parlato diversamente
          se riconosciuto. Ah beh, io anche scarico dall'ufficio, ma limitatamente.. mi rendo conto che posso farlo al massimo mezz'ora al giorno, poi devo lavorare... e se ho molto da fare non perdo tempo..
          E comunque mi dispiace tu l'abbia presa
          assai male, perchè se hai letto attentamente
          non sto dicendo che hai totalmente torto
          .... solo di non fare tanto lo
          sbacchettatore del mondo, perchè di
          situazioni "complicate" ce ne sono tante.Beh, non sono io lo sbacchettatore.. sono solo uno che ha bollato la risposta come "scritta per ripicca"..
          Magari tu ne hai incontrata una
          semplicissima, in cui effettivamente c'era
          solo negligenza di taluni e ignoranza della
          situazione da parte di altri ... ma chi lo
          sa.Spesso c'è ignoranza, pero' non si fa niente per risolvere, ma non credo che alla Sun siano tutti deficienti!
          Tu hai valutato un risultato, non conosci
          ciò che vi ha portato.Io ho valutato solo la risposta, forse intendevi dirlo a chi ha scritto il primo post..
          Pace, comunque.E chi la fa la guerra...Saluti :)Alan
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora non sono solo gli italiani
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che la società in questione per
      quella formattata ha perso quasi 20 miliardi
      di lire. Non ho esitato quando mi hanno
      chiesto di firmare una perizia che
      certificava l'incapacità dell'admin della
      rete e della noncuranza e imperizia di
      personale ultraqualificato che ha
      volutamente tralasciato le policy di
      sicurezza per fare i suoi comodi. Risultato?
      I sindacati hanno anche fatto ritirare alla
      ditta un provvedimento che prevedeva un
      decurtamento del 10% sullo stipendio di
      tutti (dal dirigente all'impiegato) per il
      risarcimento dei danni che il personale
      stesso aveva provocato perché un
      provvedimento illiberale e dispotico. ma si deve punire l'effettivo colpevole, semmai, non colpire nel mucchio così non si sbaglia... :@e poi lo devo vedere un capo che paga davvero... 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora non sono solo gli italiani


      Spero che almeno alla Sun a fine mese non
      baccaglino per lo stipendio ridotto, non
      rinfaccino al capo di essere un nazista solo
      perché ti fa notare che il tuo rendimento è
      prossimo allo zero o che non cerchino in
      tutti i modi di far passare per essenziale
      quel nuovo DVD-R da mettere in ufficio per
      riversarsi in DivX per vederseli sul lettore
      a casa....chi ha detto che il "file-sharing" riduca il rendimento?vediamo ... rinuncio a 1 pausa caffe e/o a una pisciataricerco qualche mp3 con winmx , lo metto in download e lavoro MEGLIO ascoltando la musica
      Se mi trovano a rubare delle penne
      dall'ufficio possono fare rapporto e
      licenziarmi con causa, però se ho 100
      dipendenti che mi impongono continui upgrade
      di banda perché usano la rete per i loro
      scopi allora non posso fare nulla (anzi sono
      cattivo se me la prendo con loro). hanno ragione sei cattivo :-)(parola di NetAdmin)
      Mi è
      capitato di fare un intervento presso una
      grossa società di informatica (circa 300
      dipendenti) in cui il 75% dei PC erano in
      panne per via di CodeRed, diffusosi tramite
      i soliti mastodontici allegati e spam vari
      che circolano via mail. Molti dei dipendenti
      a cui ho fatto notare che usavano le loro
      postazioni con privilegi di root o senza il
      minimo criterio hanno fatto spallucce e
      detto che "tanto poi basta una formattata".capita..be qui gli utenti sono 400 e si lamentano senon possono installare SW da soli...
      Peccato che la società in questione per
      quella formattata ha perso quasi 20 miliardi
      di lire. Non ho esitato quando mi hanno
      chiesto di firmare una perizia che
      certificava l'incapacità dell'admin della
      rete e della noncuranza e imperizia di
      personale ultraqualificato che ha
      volutamente tralasciato le policy di
      sicurezza per fare i suoi comodi. Risultato?be' e se il megadirettore fosse contrario aperdere la possibilita di scaricare da winmx per colpa di chiusure di porte del proxy? ma lui non lo sa che quella e' una falla di sicurezza?
      I sindacati hanno anche fatto ritirare alla
      ditta un provvedimento che prevedeva un
      decurtamento del 10% sullo stipendio di
      tutti (dal dirigente all'impiegato) per il
      risarcimento dei danni che il personale
      stesso aveva provocato perché un
      provvedimento illiberale e dispotico. e han fatto bene (parla il militante sindacale ora)siamo sicuri che la colpa sia di tutti? o han sparato "nel mucchio"?
      Dopo
      di che non c'era un PC uno che non avesse
      materiale "privato" installato, senza
      contare le centinaia di GB che abbiamo
      trovato tra giochi, film e pornazzi nei vari
      PC, perfino nei file server!pazienza...
  • Anonimo scrive:
    Lavorate...
    ... al posto di fare sempre causa alla povera MS ;-)
Chiudi i commenti