Diavolo di un Web

Paura del satanismo online? La Chiesa non asperge acqua sul fuoco

Roma – L’inferno non produrrà coperchi, ma a quanto pare a pentole e siti Internet non ha confronti: la Chiesa ha lanciato l’allarme sulla diffusione del satanismo tra i giovanissimi per colpa della Rete . E stilato un vademecum anti-Satana.

Secondo gli esorcisti italiani, Internet avrebbe portato ad un pericoloso “satanismo fai da te”: gruppi e discussioni online su tematiche a sfondo diabolico e che coinvolgono i più giovani sono cresciuti di pari passo con la diffusione del Web e dei social network.

Dopo il riavvicinamento a Internet degli ultimi mesi , dunque, una parte della Chiesa parla ora di Internet come un luogo potenzialmente pericoloso per la diffusione addirittura del suo nemico per eccellenza: il demonio.

“Con l’avvento di Internet e soprattutto dei social network – spiega il sacerdote esorcista Gabriele Nanni – il fenomeno è diventato di piazza e ormai il diavolo viene evocato anche attraverso il web”.

I primi a rischiare di finire nella mefistofelica rete sono i più indifesi, i più giovani così come “coloro che lottano contro il maligno – dice sempre Nanni – perché chi vive nella fede è anche il maggior antagonista del diavolo”.

Così sono stati istituiti corsi, organizzati in varie parti d’Italia e in particolarmente all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, dove i sacerdoti esorcisti si riuniscono per affinare le loro armi.
Fra gli aggiornamenti ora “necessari” vi è dunque anche la comprensione del Web.

Inoltre, la diocesi di Frascati ha stilato un vademecum per difendersi da Satana: una spiegazione di come agisce il demonio e “una raccolta di preghiere – dice padre Cesare Truqui, veterano tra gli organizzatori dei corsi per esorcisti – da recitarsi privatamente da parte dei fedeli, quando essi sospettano con fondatezza di essere soggetti ad influssi diabolici”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uno a caso scrive:
    Volete rubare il lavoro a...
    Tom's HardWare??
    • dogui7 scrive:
      Re: Volete rubare il lavoro a...
      seeee Tom's hardware sta dormicchiando non ho visto da mesi novità stanno a dormi sonni profondi
  • Sgabbio scrive:
    Scusate...
    Ma visto l'impegno, sistemare sta cloaca di sito che adesso scazza pure a livello di codifica, nei commenti faceva schifo ?
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Scusate...
      - Scritto da: Sgabbio
      Ma visto l'impegno, sistemare sta cloaca di sito
      che adesso scazza pure a livello di codifica, nei
      commenti faceva schifo
      ?sottoscrivo...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Scusate...
        Come sistemare i forum, che sono ormai in uno stato di morte irreversibile, vista la scarsa visibilità, sistemare la moderazione cloacosa e da butthurt, sistemare la qualità delle notizie mettendo persone che le notizie le cerchino e non facciano una traduzione da google translate...
  • mionick scrive:
    Per la redazione
    InteressanteSarebbe bello vedere come primo articolo l'hardware che c'è dietro la struttura che fa funzionare PI, non tanto a livello di benchmark, ma per capire com'è fatta (server web, proxy, etc). Sarebbe sicuramente un articolo molto interessante
    • senzaesclus iva scrive:
      Re: Per la redazione
      - Scritto da: mionick
      Interessante
      Sarebbe bello vedere come primo articolo
      l'hardware che c'è dietro la struttura che
      fa funzionare PI, non tanto a livello di
      benchmark, ma per capire com'è fatta (server
      web, proxy, etc). Sarebbe sicuramente un articolo
      molto
      interessanteSubscribe
    • Michele Montanari scrive:
      Re: Per la redazione
      - Scritto da: mionick
      Interessante
      Sarebbe bello vedere come primo articolo
      l'hardware che c'è dietro la struttura che
      fa funzionare PI, non tanto a livello di
      benchmark, ma per capire com'è fatta (server
      web, proxy, etc). Sarebbe sicuramente un articolo
      molto
      interessanteGgeeez... Open source (struttura) un sito basato su ASP? Software closed as design?Non ti pare una leggera crasi in termini? :D
Chiudi i commenti