Difficile lasciare l'ISDN Telecom

Un lettore lamenta i mesi passati ad aspettare che venisse chiusa l'utenza ISDN e attivata quella ADSL. In attesa di una risposta da Telecom Italia


Roma – Un anno fa su consiglio di amici e compagni di clan ho sottoscritto l’abbonamento alla superlinea ISDN, esclusivamente per il gioco online. Linea tuttosommato stabile e perfetta per il gioco. Oggi sto per passare ad un collegamento superiore (ADSL o Fastweb) e vorrei eliminare la doppia linea. E’ qui che inizia la mia odissea.

Sei mesi fa ho chiesto al 187 le modalità per eliminare la doppia linea e dopo un attesa di venti minuti di canzoncine snervanti la signorina mi ha invitato a mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla centrale Telecom della mia città (Monza, Milano).

Non ha accennato a nessun prezzo per eliminarla, ho pensato fosse gratuito. Dopo qualche giorno mi è ritornata la ricevuta ma da parte di Telecom è stato il silenzio.

Tre mesi dopo, pensando che Telecom in buon fede fosse oberata di lavoro e la mia pratica sotto chili di carta, ho contattato Telecom via internet scrivendo. Ho ricevuto una risposta organica e veloce: “Per toglierla ci vogliono x euro, procedo?”
Finalmente un essere umano mi ha risposto!
“Certo!Procediamo” ho scritto nell’e-mail pregustando già l’ADSL (sicuramente non la BBB).

E’ passato un giorno, due giorni, una settimana, un mese.
Nessuna conferma via e-mail e nessun tecnico in casa. Che succede? Il 5 aprile ho ricontattato il web editor del 187 che ha inoltrato la mia richiesta al customer care ma ancora non ho ricevuto risposta. E adesso?

Sono intrappolato nella centralina ISDN? Chiedo aiuto a voi poichè agli essere umani non resta che rescindere il contratto e farne un altro di base perdendo molti soldi, ma soprattutto molto tempo e vedendo ADSL che mi fa ciao ciao con la manina. Spero che questa lettera mi permetta di avere l’attenzione di almeno un impiegato Telecom! Perchè la Telecom ha atteggiamenti da monopolista? Non era finito il monopolio? Augurandovi buon lavoro porgo cordiali saluti,
Andreas Grisebach

Caro Andreas, non so se quanto accaduto sia un “comportamento monopolista” o sia più semplicemente un disguido. Abbiamo comunque segnalato la tua lettera a Telecom Italia e speriamo nei prossimi giorni di poter ospitare su queste pagine la loro risposta. Un saluto, la Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Soldi
    I soldi che hanno speso per acquistare la tecnologia di protezione (o svilupparla), potevano tenerseli con quelli che spenderanno per rimborsare i cd, e abbassare i prezzi della musica. Mettendo queste assurde protezioni non fanno altro che innervosire i clienti e certo non chi i cd li copia o rippa. Non riesco a capire se i discografici ci fanno o ci sono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soldi
      si infatti, perceh se uno e' proprio intezionato a copiare quel cd ci riesce cmq... e secondo me capita cosi'...senza protezione ipoteticamente:1000 persone compreranno il cd originale dopo di che e' possibile che 500 lo copino e ne mettano ingiro almeno 1 capia a testa...con la protezione...2 persone compreranno il cd... queste 2 persone avranno le palle per riuscire a rimuovere la protezione e ridistribuiranno magari 3 copie sprotette a testa coi a catena si trasformeranno in copi di copie per migliaia di utenti... alla fine ne vendono ancora meno cosi' ... ...
  • Anonimo scrive:
    anche a me lo hanno (quasi) rimborsato
    ho avuto lo stesso problema,ma da mediaworld mi hanno dato un buono per acquistare altra merce senza battere ciglio.conoscevano il problema molto bene, il commesso era persino arrabbiato con la sony... invece sulle bancarelle dei pirati il cd si trova, è sprotetto e costa menosony ha inventato proprio un bel modo per proteggere il mercato: colpisce i consumatori onesti e li spinge a comperare copie piratacomplimenti furboni
  • Anonimo scrive:
    Grazie a DIO c'è PI
    Per fortuna che c'è punto informatico!!! mia sorella mi ha detto che voleva acquistare Celine Dion e lei i cd se li ascolta al lavoro con il pc e le cuffie... visto che il suo lettore portatile si è rotto... non possiede altro lettore CD...le ho consigliato di acquistarlo in un centro commerciale che l'aveva esposto 17 euro...per fortuna che ho letto 2 gg fa su PI che NON è possibile usarlo su PC....Morale della favola mi sono collegato con il PC alla grande rete e nel giro di 4 ore ho ottenuto 2 formidabile copie del cd di celin dion funzionanti dappertutto con tanto copertine... Care case discografiche fate un po' voi il conto ora... ha dimenticavo visto che siete proprio cosi stronzi ho promesso di fare una copia GRATUITA tutti gli amici che me la chiedono.........
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie a DIO c'è PI
      ma così COGLIONE ci sei nato o ci sei divantato?se non lo sai prova a chiedere alla mamma- Scritto da: dj
      Per fortuna che c'è punto informatico!!! mia
      sorella mi ha detto che voleva acquistare
      Celine Dion e lei i cd se li ascolta al
      lavoro con il pc e le cuffie... visto che il
      suo lettore portatile si è rotto... non
      possiede altro lettore CD...le ho
      consigliato di acquistarlo in un centro
      commerciale che l'aveva esposto 17
      euro...per fortuna che ho letto 2 gg fa su
      PI che NON è possibile usarlo su
      PC....Morale della favola mi sono collegato
      con il PC alla grande rete e nel giro di 4
      ore ho ottenuto 2 formidabile copie del cd
      di celin dion funzionanti dappertutto con
      tanto copertine...
      Care case discografiche fate un po' voi il
      conto ora... ha dimenticavo visto che siete
      proprio cosi stronzi ho promesso di fare una
      copia GRATUITA tutti gli amici che me la
      chiedono.........
  • Anonimo scrive:
    Ma se ci lamentiamo sempre delle stesse cose...
    ... perchè nn accontentarci??????????Tutti (me compreso) crediamo che il modo migliore per eliminare la pirateria, che ci consente di avere la musica a prezzi bassissimi ma nn come il cd originale, sia quello di abbassare i prezzi e di non mettere queste protezioni!!! Quello che nn capisco io è che NOI GLI STIAMO DICENDO QUAL'è IL PROBLEMA E COME RISOLVERLO... e loro (le case discografiche) RISOLVONO IN UN ALTRA MANIERA.Io capisco che hanno i loro (sia delle case discografiche che dei cantanti) interessi ma devono ragionare... se loro vendono 100 cd a 20 euro fanno 2000 euro ma se ne il prezzo è di 10 euro per esempio (credo già sia abordabile) non ne vendono 100, neanche 200 bensì 500!!! Sono stato macchinoso nella spiegazione.. :PPP scusate ma credo che lo sfogo sia lecito!
  • Anonimo scrive:
    DAI !:Copiatevi il cd e poi fatevi ridare i soldi!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHA
  • Anonimo scrive:
    prima che tolgano tutto
    il numero, prima che tolgano tutto dal sito:Sony Music Entertainment Italy Milano Columbia - Epic - Sony Classical - S4Special Marketing - New Media & TechnologyVia Amedei, 9c.a.p. 20123tel. +39 02 85361fax. +39 02 860175Uff. Commerciale - Centro DistribuzioneSesto Ulteriano (fraz. San Giuliano Milanese) Viale Lombardia, 32/Fc.a.p. 201415tel. +39 02 982551fax. +39 02 98280245Roma Columbia - Epic - S4Via Nicotera, 24c.a.p. 00195tel. +39 06 3609501fax. +39 06 3217692
  • Anonimo scrive:
    io non te l'avrei rimborsato
    se ti compri Celine Dion è solo un bene se poi non la puoi ascoltare!
    • Anonimo scrive:
      Re: io non te l'avrei rimborsato
      pare che anche il nuovo di mar.... manson uscira protetto...demoniazzzz protezzion inzzide...voglio proprio vedere se avrete le palle per copiarlo...
      se ti compri Celine Dion è solo un bene se
      poi non la puoi ascoltare!
    • Anonimo scrive:
      Re: io non te l'avrei rimborsato
      - Scritto da: misha
      se ti compri Celine Dion è solo un bene se
      poi non la puoi ascoltare!:-D
    • Anonimo scrive:
      Re: io non te l'avrei rimborsato
      - Scritto da: misha
      se ti compri Celine Dion è solo un bene se
      poi non la puoi ascoltare!'azz, quanto hai ragione.....avevo scritto le stesse cose a un tipo che si lamentava della protezione sul cd di tiziano ferro!
  • Anonimo scrive:
    Tempestiamoli di richieste ;))
    Potrebbe essere una buona idea, se non fosse che costa tempo e soldi di telefonate.Dice che non avevano mai avuto richieste simili, ok ci voglio credere.Cosa accadrebbe se ne ricevessero, mettiamo, 20 o 30 al giorno?
  • Anonimo scrive:
    Il Negoziante
    Se non sbaglio, in Italia esiste una legge, valida anche per i negozi, che non si può chiaramente applicare ai prodotti freschi, che indica chiaramente l'opzione "errato acquisto", se ne deduce che non erano necessarie tutte le telefonate alla Sony, bastava far valere i propri diritti (magari chiamando la GdF, che è uno spauracchio per tutti i commercianti).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Negoziante
      Lo so... se è x questo, bastava rivolgersi al giudice di pace. Ho chiamato la sony proprio per rompergli un po' le scatole e x mettierli di fronte al problema.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    E' inutile!!!
    E' inutile che le case discografiche continuino a proteggere i nuovi cd......basta avere una scheda audio con uscita digitale,collegarla all' HI-FI e regitrarsi il cd sul pc--
    convertirlo in mp3!Una volta in rete,in pochi giorni si diffonde!Così,non fanno altro che peggiorare la situazione.....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' inutile!!! [Claro]
      Claro. Con queste protezioni blocchi solo chi copia un cd ogni tanto alla ragazza ... Chi del copiare ne fa un mestiere aggira il problema in due secondi netti. E una volta che i waves sono nel disco rigido ... Tempo due settimane e i corrispondenti mp3 saranno in migliaia di altri dischi rigidi, cd, lettori digitali, ecc. !
  • Anonimo scrive:
    Perché le case discografiche proteggono i cd:
    Ecco perché (da leggere tutto fino in fondo):Succede anche in USA: il 'CD burning' uccide i negozi indipendenti Le vendite di dischi precipitano e i piccoli negozi indipendenti annaspano: non solo in Italia, ma anche negli USA. Mentre grosse catene specializzate come Tower Records si salvano dalla bancarotta per il rotto della cuffia, i piccoli commercianti di dischi ancora in attività ? poco più di un migliaio in tutti gli Stati Uniti ? confermano che il 2001 è stato il loro anno peggiore di sempre e si vedono costretti, in qualche caso, a chiudere bottega. L?agenzia Reuters, che al fenomeno ha dedicato in questi giorni un ampio servizio, riferisce che stando ai dati raccolti dalla loro associazione di categoria il crollo di fatturato, per i rivenditori indipendenti, è stato lo scorso anno quasi quattro volte superiore a quello registrato a livello generale dall?industria: - 11 %, contro il - 3 % annunciato dalla RIAA, l?organizzazione delle case discografiche; e il trend negativo è proseguito più o meno sugli stessi livelli nei primi tre mesi di quest?anno. A togliere ossigeno ai piccoli empori musicali, fino a pochi anni fa frequentatissimi dagli studenti dei campus universitari americani, è stata naturalmente la diffusione a macchia d?olio del downloading da Internet e della copia selvaggia su CD-R: come e più che in ogni altra parte del mondo, i giovani consumatori americani a corto di soldi hanno preso ad organizzarsi formando ?gruppi di acquisto? che, preso possesso di un disco nei negozi, lo duplicano in serie distribuendolo a una cerchia di amici e conoscenti. Una conferma esplicita arriva da un?indagine commissionata dalla stessa RIAA, secondo cui tra gli inizi del 1997 e i primi mesi del 2000 le vendite di prodotti musicali sono cresciute del 18 % a livello nazionale, ma sono contemporaneamente calate del 13 % nei negozi ubicati presso le maggiori università del paese. La situazione, che sta obbligando parecchi negozi a convertirsi gradualmente ad altri prodotti merceologici (magliette, merchandising ed altro) preoccupa non poco le stesse case discografiche, che proprio sul ?passaparola? innescato dai negozi indipendenti hanno costruito i primi passi del successo di artisti come Ryan Adams, Lucinda Williams e David Gray in Nord America: un lavoro sul campo (e nei campus) che, ha sottolineato il direttore della distribuzione di Universal Jim Urie, che neppure le grandi catene specializzate sono in grado di sostituire. In Italia, stando ai dati raccolti dalla Confesercenti, il numero dei punti vendita discografici si è ridotto del 5 % nel corso del 2001 (sono meno di 1.000 quelli specializzati). ?E il crollo nel giro d?affari ? aggiunge Arnaldo Albini Colombo, presidente dell?associazione di categoria Vendomusica ? è stato quasi il doppio di quello patito dall?industria, che si sostiene con le assegnazioni e le azioni promozionali?. Tratto da Rockol.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché le case discografiche proteggono i cd:
      Anche le protezioni uccidono i negozi di musica. Se la gente spende tanti soldi e non può neanche ascoltarsi il cd sul Pc smette di comprare musica orginale... è molto semplice.Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché le case discografiche proteggono i cd:
      - Scritto da: Alfredo

      Ecco perché (da leggere tutto fino in fondo):

      Succede anche in USA: il 'CD burning' uccide
      i negozi indipendenti
      Chi me lo fa fare di copiare un CD che costa 5 euro? Tra il cd vergine e il tempo che perdo, a conti fatti ci smeno.Chi me lo fa fare di copiare un CD che costa 20 euro? I 15 euro che risparmio. Per la cronaca io risolvo alla radice il problema NON comprando ne' copiando piu' CD. Ascolto la radio.Cosi' non finanzio direttamente la case discografiche e gli "artisti" (molti dei quali, io credo, hanno a che fare con l'arte come un elefante ha che fare con un ago da cucito) e non commetto comunque azioni illegali nascondendomi poi dietro un dito (della serie: anche se rubi a un ladro sei disonesto!).
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché le case discografiche proteggono i cd:

      Ecco perché (da leggere tutto fino in fondo):invece non e cosi...il mercato e cambiato...il mercato chiede:1) musica a prezzo basso2) tanta musica 3) possibilita di fare quello che piace con questa musica (compilation, ascoltarla su quello che pare e piace)a questo punto le case discografiche possono fare1) adeguarsi al mercato (e purtroppo l'unica ad essere un po piu reattiva e la emi/sony anche se non l'avrei mai detto, sembrava proprio quella che si sarebbe mossa per ultima)2) imporre metodi di forza cercando di riportare il mercato a dov'era prima (strada che vedo stanno facendo, destinata a fallire)o si adeguano e forniscono tanta roba a poco oppure continueranno a vendere poco a tanto...e quel poco diminuira sempre di piu...discorso chiuso...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché le case discografiche proteggono i cd:
        A me sembrava chiarissimo quello che voleva dire l'articolo rispetto alle protezioni, ma evidentemente sragiono visto che non m'ha capitto nessuno.Intendevo dire che le protezioni le mettono per contrastare quelli che nell'articolo sono definiti come "gruppi d'acquisto", che, anche per esperienza personale, sono abbastanza diffusi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Perché le case discografiche proteggono i cd:

          A me sembrava chiarissimo quello che voleva
          dire l'articolo rispetto alle protezioni, ma
          evidentemente sragiono visto che non m'ha
          capitto nessuno.
          Intendevo dire che le protezioni le mettono
          per contrastare quelli che nell'articolo
          sono definiti come "gruppi d'acquisto", che,
          anche per esperienza personale, sono
          abbastanza diffusi...gli utenti vogliono musica (e non solo) ad un basso prezzo...prendiamo 10 amici ogniuno mette 2 euro e uno va a comprare il cd...poi si fa la copia agli altri 9...a questo punto non e la stessa cosa vendere un cd a 20 euro o 10 cd a 2 euro ???? (sto parlando ipoteticamente, tralasciando costi, per dire che il fatturato alla fine non cambia)INOLTRE (COSA DA NON POCO) LE PROTEZIONI NON FUNZIONANO...E PURE ABBASSANO LA QUALITA DEL CD...se gia prima il costo era ritenuto alto, con queste limitazioni credi che non sara piu considerato alto ????? okey cd prottetti pero abbasso il prezzo per compensare il fatto di non poterlo ascoltare ovunque e per aver rotto le palle agli utenti...invece...bhe per quello che mi riguarda che spariscano pure continuando cosi, tanto non metterano in ginocchio gli utenti...e piu rompi i coglioni piu la reazione e maggiore...invece di fare pace con gli utenti gli fanno incazzare...ottimo direi...
  • Anonimo scrive:
    Celine Dion? Se comprate questa spazzatura...
    ...non venite a rompere le scatole! Non succederà mai con un disco dei Punkreas!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Celine Dion? Se comprate questa spazzatura...
      anche perche non c'e bisogno...non c'e nessuno che copierebbe quella roba...
      ...non venite a rompere le scatole! Non
      succederà mai con un disco dei Punkreas!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Celine Dion? Se comprate questa spazzatura...
        Beh.. a me piacciono !Ehi, ma i Punkreas che sono contro il copyright non s'inca22ano se qualcuno fa circolare le loro produzioni alla faccia loro ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Celine Dion? Se comprate questa spazzatura...
      - Scritto da: Paletta
      ...non venite a rompere le scatole! Non
      succederà mai con un disco dei Punkreas!!!deheheee ecco un altro critico musicale da strada che sbatte in faccia al prossimo la sua piccola verita' assoluta per sentirsi importante senza capire il punto della situazione se fosse per quelli come te saremmo ancora a suonare i tamburi nei centri sociali e invece nel mio abbiamo anche un flauto e questo e' progresso
    • Anonimo scrive:
      Re: Celine Dion? Se comprate questa spazzatura...
      Non conosco il tuo gruppo, ma di una cosa sono certo che il cd di celine dion é stato fatto in questo modo solo perché é una delle piu' copiate sui fcomputer by HEROBOY
  • Anonimo scrive:
    ECCO LA VERITA?
    Il signorino è un raccomandato fascista, il quale avendo agganci è riuscito a farsi ridare indietro i soldi.. come direbbe sgarbi: "c..ttone raccomandato !!! "
  • Anonimo scrive:
    Di chi è la colpa ?
    La colpa non è della povera casa discografica. La colpa è TUA che sei un potenziale pirata :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Di chi è la colpa ?
      NON si combatte la pirateria limitando i DIRITTI di chi ancora compra CD ORIGINALI!!!! Io la prossima volta originale non lo compro più! In più è ILLEGALE vendere un prodotto in ITALIA con diciture così importanti SOLO in INLGLESE. Senza poi considerare che non si legge neanche sul DVD (e questo davvero non c'era scritto)!!!! La pirateria si combatte in primo luogo combattendo la criminalità che ci sta dietro e impedendo che migliaia di cd piratati vengano venduti sul 90% delle nostre strade.La tua considerazione non è molto furba!Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Di chi è la colpa ?
        - Scritto da: MDI
        La pirateria si combatte in primo luogo
        combattendo la criminalità che ci sta dietro
        e impedendo che migliaia di cd piratati
        vengano venduti sul 90% delle nostre strade.Resta "solo" da vedere chi sono i criminali...
        • Anonimo scrive:
          Re: Di chi è la colpa ?
          Appunto è da stabilire se è criminale un Senegalese che vende CD a 5 ? per mangiare o il dirigente Sony/EMI/ecc.. che approfittando della situazione vergognosa che si è venuta a creare con la collusione dei governi (attuali e passati) fa vendere i cd a 20 ? per poter andare al lavoro in Ferrari piuttosto che in Porsche
  • Anonimo scrive:
    shakira anche se protetto.......
    Ragazzi il cd di shakira è pure protetto ma io su pc con XP, Nero (ultima versione disponibile sul suo sito) e Power DVD versione XP (ottimo lettore di cd audio protetti) sono riuscito a copiarlo lo stesso. E sicocme il cd di shakira è della sonymusic, sono sicuro che alche il cd di celin dion sia altrettanto copiabile visto ke è prodotto sempre dalla sonymusic. Provare per credere.PS: Non credo che Windows XP sia fondamentale, ma Nero e Power DVD si :-)Ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    La colpa è TUA...
    Ebbene sì, la colpa è TUA che hai scelto di comprare un CD originale. Lo sapevi infatti che stavi buttando via i soldi...La musica è un qualcosa che esiste da quando esiste l'uomo. Non da quando esistono le case discografiche... Meditate gente...
  • Anonimo scrive:
    Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
    In questo sito del Cile: www.feriadeldisco.clvendono Celine Dion, ma anche altri cd non protetti come Shakira a 8-9 $ e vi assicuro che in 3-4 giorni vi arrivano velocemente a casa vostra. Come ho fatto io.Praticamente li pagati un terzo in meno che in Italia, e cosa più importante non sono mai protetti questi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
      - Scritto da: Luca
      In questo sito del Cile: www.feriadeldisco.cl
      vendono Celine Dion, ma anche altri cd nonA me quel sito NON funziona...Impossibile accedere....(BBB ore 9.00 di oggi)
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
      Scusa ma le spese di spedizione? Quelle non le calcoli?Parliamo di almeno 10 euro (cifra solita x spedizioni in italia, quindi mi chiedo quanto potra' costarne una dal cile)
      • Anonimo scrive:
        Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
        E' la 2a volta (la segnalazione era gia stata fatta precedentemente) che tento di accedere ma nn riesco ad accedere al sito... ci prendi per il culo? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
          guarda che sei tu che hai qualcosa che non va, io ci accedo tranquillamente, la next time usa un linguaggio piu' consono
          • Anonimo scrive:
            Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
            - Scritto da: culo
            guarda che sei tu che hai qualcosa che non
            va, io ci accedo tranquillamente, la next
            time usa un linguaggio piu' consonoGuarda che il mio era un tono scherzoso... guarda le faccine next time... e magari conta fino a 100. :p
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
          - Scritto da: Wirelezz
          E' la 2a volta (la segnalazione era gia
          stata fatta precedentemente) che tento di
          accedere ma nn riesco ad accedere al sito...
          ci prendi per il culo? ;)Funziona funziona; è solo lento,oppure hai il browser con i java disattivati.Strumenti
          Opzioni internet
          Protezione
          Media
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete C. Dion non protetto? Compratelo in Chile
      - Scritto da: Luca
      In questo sito del Cile: www.feriadeldisco.cl
      vendono Celine Dion, ma anche altri cd non
      protetti come Shakira a 8-9 $ e vi assicuro
      che in 3-4 giorni vi arrivano velocemente a
      casa vostra. Come ho fatto io.
      Praticamente li pagati un terzo in meno che
      in Italia, e cosa più importante non sono
      mai protetti questi.E sapete il perche'? la colpa non e' (solo) delle case discografiche, ma della SIAE, che impone un bel balzello che in Cile non c'e'. Proviamo a non rendere l'iscrizione alla SIAE obbligatoria e vediamo se le case discografiche non abbassano i prezzi dei loro CD per combattere la pirateria...
  • Anonimo scrive:
    Spesa & Impresa
    Voglio vedere se tutte 'ste telefonate non costano più del prezzo del CD ... e allora chi lo fa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Spesa & Impresa
      Costano! Ma x me è stata una questione di principio! 20.70 euro per un cd che non si sente non sono ammissibili! Le case discografiche se ne devono rendere conto!
  • Anonimo scrive:
    Io me lo masterizzo.........
    ........tra qualche giorno!!! L'ho scaricato qualche giorno fa.....è davvero un bel cd!:-DCiaoooo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me lo masterizzo.........
      - Scritto da: Cisco
      ........tra qualche giorno!!! L'ho
      scaricato qualche giorno fa.....è davvero un
      bel cd!

      :-D

      Ciaoooo.idem con patate
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me lo masterizzo.........
      - Scritto da: Cisco
      ........tra qualche giorno!!! L'ho
      scaricato qualche giorno fa.....è davvero un
      bel cd!io avrei gia fatto uguale, se non fosse che odio quella merd@ !Scherzo, apprezzo tutta la musica.... certo Celin Dion è diventata popolare solo dopo "titanic" mentra ha fatto pezzi + belli di quello in colonna so0nora ;) :p
Chiudi i commenti