Digitale terrestre, infuria la tempesta

Polemiche a briglia sciolta. Chiesta la revoca dei finanziamenti per il DTT promessi anche per il 2005. Ma la Tv ora ufficialmente sperimentale e non gratuita, secondo Gasparri farà milioni di abbonati. Pagano gli italiani


Roma – Un numero di canali ridotto, una copertura ancora molto parziale sul territorio, un incentivo già contestato, una presentazione stellare all’ultimo SMAU e l’attacco da parte delle associazioni dei consumatori: da tempo c’erano tutti gli elementi per trasformare l’avventura del Governo sul digitale terrestre in un campo minato. Qualche mina sta ora iniziando ad esplodere.

Dopo la decisione dell’Antitrust con cui si condanna la trasmissione degli spot voluti dal consorzio per lo sviluppo del dtt, il DGTVi , consorzio a cui fanno capo tutti i principali player del settore televisivo, in molti chiedono al Governo di ripensare i contributi pubblici che hanno fin qui spinto la vendita dei decoder digitali.

Ad intervenire sono stati tra gli altri quelli della REA , l’associazione delle radiotelevisioni europee, secondo una cui nota diffusa nelle scorse ore il Ministero delle Comunicazioni “in barba al principio costituzionale sul pluralismo e sulla circolazione delle idee, con il danaro del contribuente, ha messo insieme una serie di soggetti (una sorta di filiera) tutti d’accordo nel sostenere la sfrenata e ingannevole campagna sul digitale televisivo terrestre”.

REA protesta anche contro l’organizzazione delle assemblee che i Corecom regionali stanno organizzando sul digitale terrestre, assemblee alle quali non sono invitate le associazioni dei consumatori, perché si tratta di una “propaganda governativa” che viene effettuata nelle sedi decentrate dell’Autorità delle TLC “violando la neutralità di questi importantissimi organismi”. Una “invasione di campo del Governo” che a detta della REA “potrebbe preludere alla messa in liquidazione delle competenze proprie dell’Autorità di Cheli”.

Ma, secondo il presidente REA, Antonio Diomede, a fare acqua è tutto il progetto di “conversione” alla televisione digitale terrestre . Mentre le imprese di elettronica hanno dimostrato di essere pronte ad immettere prodotti digitali dedicati, le imprese radiotelevisive locali, allo stato, non sono pronte per la conversione degli impianti da analogico in digitale e non lo saranno alla data prefissata del 2006, per mancanza di risorse economiche. “Sul versante dell’utenza – ha spiegato Diomede – anche se la vendita dei decoder ha raggiunto la stimabile cifra di 700.000 pezzi tra gennaio e settembre 2004 non si comprende come si possa prevedere che gli utenti acquistino entro il 31 dicembre 2006 altri 54.300.000 decoder per riconvertire in digitale i televisori esistenti in Italia”.

REA ha dunque chiesto di non rifinanziare il decoder televisivo con il bonus statale, di destinare parte dei fondi alla conversione degli impianti, di finanziare i progetti di contenuti di qualità e di comprendere nello sviluppo del digitale terrestre anche la radiofonia e di destinare un congruo sostegno ai consorzi che investono in DAB.

Mediaset , invece, coinvolta nella decisione dell’Antitrust, ha già fatto sapere che intende fare ricorso spiegando di aver “sempre ritenuto che la sperimentalità del servizio e la limitatezza della copertura fossero nozioni di pubblico dominio sulle quali è sembrato superfluo insistere”. L’azienda ha anche ricordato che gli spot a settembre erano stati considerati, da parte dell’Autorità TLC, completi sotto il profilo dell’informazione ai telespettatori.

In una nota diffusa nelle scorse ore è intervenuta anche Adiconsum , che ha sottolineato come l’intervento dell’Antitrust abbia dato ragione alla propria denuncia basata su quattro elementi fondamentali, ossia che la tv digitale terrestre è in fase sperimentale, non è fruibile da tutti, non è gratuita e non è attualmente interattiva . “L’Antitrust – si legge nella nota – ha fatto chiarezza, in merito alla tv digitale terrestre; ora, non ci sono più verità nascoste. Adiconsum auspica che il processo di sviluppo della tv digitale terrestre prosegua, finalmente, nel pieno del rispetto dei consumatori, senza anticipare le naturali tappe di sviluppo”.

Ma questo non sembra l’orientamento del ministro alle Comunicazioni Maurizio Gasparri che come si ricorderà ha dichiarato che nella Finanziaria 2005 troveranno spazio nuovi fondi “con l’obiettivo di aumentare ulteriormente la platea dei beneficiari”, ossia di chi intende portarsi a casa i nuovi decoder. Gasparri nei giorni scorsi ha anche specificato che si sta studiando la possibilità di utilizzare in modo nuovo i 110 milioni di euro di finanziamento eventualmente riducendo la cifra per singolo decoder “sempre con l’obiettivo di aumentare la platea dei fruitori”. Una riduzione per singolo acquisto che sarebbe giustificata dal calo dei prezzi dei decoder, da 300 euro di inizio anno agli attuali 150. Nel 2005, ha spiegato Gasparri, si intende “incentivare milioni di nuovi utenti per la tv digitale, utilizzando anche i proventi dell’avvio della privatizzazione della RAI”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    In Francia...
    In Francia mio cognato paga ? 30 per:connessione adsl flat 4mbit/500kbps10 caselle posta(!!!)100 mb spazio webforti sconti su chiamate da fisso a fisso, anche internazionali (infatti è sempre lui a chiamare noi (^_^) )più altri "particolari" che adesso non ricordoE Porca Italia / Per un mondo migliore.....
  • Joker0 scrive:
    Re: Ma....
    - Scritto da: Anonimo

    ma chi cavolo userebbe il

    termine "adattatore telematico" ???

    Uno che ha iniziato a connettersi negli anni
    80 usando un 6499, per esempio. Che si
    chiamava, per l'appunto, "adattatore
    telematico".
    www.iht.it/elenco.htm Interessante, ma ha detto (hai detto ? boh, anonimo...) che lo usava prima che io nascessi, cioè prima del 1972: che è solo una "spruzzata" boriosa, soprattutto perchè se usi termini oscuri - o che non si usano più - senza spiegarli (o farli capire), lo fai solo per tirartela: infatti tutto il suo discorso è un lunghissimo "torrone" sbilenco per dimostrare la pochezza del mondo e la superiorità sua, anche con un "adattatore telematico".
  • Anonimo scrive:
    Re: POSSIBILE ALTERNATIVA
    scusami,ma come hai fatto ad ottenere una isdn a 128k con un modem gprs?interesserebbe anche a merotflanzi,strarotfl
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....

    ma chi cavolo userebbe il
    termine "adattatore telematico" ??? Uno che ha iniziato a connettersi negli anni 80 usando un 6499, per esempio. Che si chiamava, per l'appunto, "adattatore telematico". http://www.iht.it/elenco.htm
  • The_GEZ scrive:
    Re: A gennaio ci saranno novità (forse)
    Ciao Anonimo !
    Non credo che dopo aver dichiarato questo a
    milioni di persone, questo dirigente abbia
    il coraggio di smentirsi.BWAHAHAHAHAHAHAHAHA !!!!!!!!!!!!!!Tutti smentiscono tutto senza farsi assolutamente nessn problema.Tra parentesi Chi paga (e lo paga ...) Stanca : Berlusconi.Chi paga striscia : Berlusconi.1 + 1 = presidente del consiglio.
  • The_GEZ scrive:
    Re: POSSIBILE ALTERNATIVA
    Ciao, Anonimo !
    carta SIM-Plus della Tim. (non ricordo il
    prezzo) ma l'offerta comprende connessione
    illimitata e gratuita , si pagano solamente
    6 eurocent per i dati scaricati o upgradati.
    se non erro la "tariffazione" (scusate
    l'itagliano) è per ogni KB.EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEh?Cioe' dopo avere speso 200 e passa euro di roba mi tocca pagare piu' di SEI EURO a megabyte !!!!!E questa sarebbe una interessante altrnativa ?Ma ti sei bevuto il cervello ???
    ps : Un antico proverbio cinese recita
    : è meglio accendere
    una candela piuttosto che maledire il buio.Ma se per farlo bisogna dare fuoco alla casa ...
  • Joker0 scrive:
    Re: Ma....

    Assolutamente NO, perché il Tafazzi
    medio non possiede gli STRUMENTI culturali
    per distinguere le cretinate dalle nozioni
    importanti.Se invece una persona che SA come te, non sa distinguere una caratteristica saliente ed imprescindibile, sinonimo pure di libertà, come la caoticità e l'essere destrutturata di Internet, che ne garantisce il libero e rapido fluire delle pensate umane, allora vuole dire decisamente che lo studio, i libri, e la formazione di qualsiasi livello sono importanti, ma potrebbe comunque uscire un ... Tafazzi che parla come un libro stampato e mescola gli arredi urbani con la condivisione del libero pensiero, usa le proiezioni nello spazio e nel tempo al posto di un semplice "non sa dove collocarle per distinguere giusto dallo sbagliato" e forse desidera un "controllo paritetico" (leggi dittatuta e censure di Internet, e non sei il primo e nemmeno l'ultimo a sognarla).Beninteso: è vero che Internet è destrutturata, ma non è un problema, solo una caratteristica. E' vero che la maggioranza legge su Internet e non sa capire se è giusto o sbagliato quello che legge, ma anche qui non è un problema: forse che qualcuno si preoccupa perchè vengono pubblicati anche dei libri pieni di troiate (e tu dovresti ben saperlo quanti se ne trovano in libreria) ? Ed è pure vero che c'è del protagonismo nel blog (per esempio), ma perchè vogliamo raddrizzar le gambe ai cani ? Il fatto che citi i "sacri" libri dei Maestri, mi fa sospettare che hai ingurgitato una montagna di nozioni, ma ti sei fermato alla luccicante superficie delle cose. Altrimenti avresti capito che la destrutturazione, la caoticità, e il protagonismo sono caratteristiche salienti, ma che più in profondità ci sono altre cose (anche apprezzabili), e che solo se vedi anche queste puoi giudicare nella sua interezza un fenomeno. E' vero che non si trovano su Internet, se non in casi eccezzionali, le cognizioni più importanti e profonde di ogni disciplina, ma .... è un'altra la condivisione che importa, per esempio anche quella - magari banale - di me e te che stiamo tirando fuori le nostre idee su questo forum.
    Mostri di non avere titolo per decidere il
    merito altrui. Ancora! :) Io non VOGLIO ....DECIDERE il merito altrui, questo lo fai tu quando vorresti decidere chi pubblica o no su Internet, io solamente esprimo la mia idea.
    Anche perché usavo
    già un adattatore telematico prima
    che tu nascessi.Si ? Io ho 32 anni, e tu ? E già che ci siamo, per caso sei entrato anche nel mondo del lavoro, o sei rimasto a fare il ricercatore in università, in mezzo alla bambagia, e sotto una campana di vetro ? E poi ... ma chi cavolo userebbe il termine "adattatore telematico" ??? In 10 anni di esperienza da sistemista, ho sentito usare temini simili solo da chi non ha mai messo seriamente le mani dentro un computer/programma.
    Ti lascio volentieri il resto delle tue
    deliranti amenità. Non hai
    minimamente colto il senso della questione,
    inutile discutere oltre.E' tipico di chi non si fa mai venire nessun dubbio, dire che una cosa è "brutta e sporca" per giustificare il fatto che non la si capisce. Io ho capito perfettamente quello che hai scritto e cosa intendevi, ma ho dei dubbi sul contrario ...Comunque il bello di questo mondo, è che nessuno ti impedirà mai di dire simili corbellerie, come anche su Internet. Questa comunemente la si chiama libertà d'espressione, e nei regimi dittatoriali viene strenuamente limitata.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....
    mha..mha.. dopo tutte ste menate mentali e idiozie aliene.., che solo chi tra un anno o due troveremo sicuramente in un trafiletto della cronaca alla voce si è impiccato perchè non aveva niente da fare, ha potuto partorire, adesso sono più fiero di me perchè ho capito di non essere da solo in questo mondo di stronzi...se qualcuno mi oh ci vuole fare compagnia nel tagliarci le vene, si unisca la coro, oppure butti giù na sassaiolata, facendo attenzione però a tirarli con destrezza, per carità non faciamoci riconoscere, se no poi arriva il futuro forcaiolo e ci bacchetta le manine..ehehheheQuesto si fa le seghe...ma quelle vere pero'..meglio annà al mare va...
  • Anonimo scrive:
    E' cosi' come dice
    Non mi trovo spesso d'accordo con Mantellini quando lo leggo su PI, ma questa volta si, al 100%.Perbacco! :@:
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....
    - Scritto da: Joker0
    Quindi per te condividere tonnellate di
    sapere, idee, sentimenti, concetti e -
    perchè no - menate o seghe mentali o
    semplici cretinate, non arricchisce il
    genere umano ? Assolutamente NO, perché il Tafazzi medio non possiede gli STRUMENTI culturali per distinguere le cretinate dalle nozioni importanti. Non ha quella griglia di riferimenti, un sistema di coordinate nel quale si sa ben collocare tutto ciò che conta, e nel quale esiste un metodo per misurare l'importanza delle cose, la loro estensione, le loro radici nello spazio e nel tempo e la loro proiezione nello spazio e nel tempo. Questo, decisamente, non s'impara vagando senza meta in una rete destrutturata e piena di immondizia intellettuale rigurgitata senza controllo paritetico da individui senz'arte nè parte, da tanti minuscoli sedicenti Eco in trentaduesimo e Einstein a piè di pagina, che per il beota sono indistinguibili. La massa NON E' in grado di usare criticamente la televisione, il giornale, il telefonino, l'automobile e neppure internet, questo è il semplice concetto: fondamentale ed incontrovertibile. Aggravato dal fatto che con internet la fruizione diventa anche protagonismo, come nella peggiore TV spazzatura stile defilippi o grandefratello: un'esposizione permanente di persone senza qualità, come già aveva anticipato Musil.
    Quando hai un problema ti
    rinchiudi nella tua stanzetta e ti spremi le
    meningi ? Non sequitur. Io ho imparato dal pensiero di veri Maestri, scritto nero su bianco in libri di carta. AI miei tempi andava di moda così. Internet è solo una comoda appendice dell'enciclopedia, per trovare datasheet, consultare i siti accademici di qualche collega, ordinare i paper ACM e IEEE o per farsi quattro risate. Serve a chi già POSSIEDE una solida cultura, per alimentare un flusso di nozioni ed aggiornamenti, salvo la seccatura di doverle a volte cercare in mezzo al suk degli autoproclamati.
    Decisamente persone come te non meritano di
    avere nemmeno un modem a 57K.Mostri di non avere titolo per decidere il merito altrui. Anche perché usavo già un adattatore telematico prima che tu nascessi.Ti lascio volentieri il resto delle tue deliranti amenità. Non hai minimamente colto il senso della questione, inutile discutere oltre.
  • Anonimo scrive:
    POSSIBILE ALTERNATIVA
    Buongiorno , vorrei suggerire a tutti coloro che purtroppo non sono coperti da servizi superiori al modem analogico a 56K di non farsi il fegato marcio e di intraprendere una strada alternativa. Con questo non voglio assolutamente dire che dobbiate smettere di protestare , anzi... sebbene io sia coperto da ADSL firmo regolarmete le petizioni su questa tematica.Ma veniamo alla possibile via alternativa.Soltanto ieri ,con mio grosso stupore,sono venuto a conoscenza dell'esistenza della possibilità di connettere il proprio telefonino tramite USB (per i telefonini dotati di questa porta di connessione) al proprio computer e di utilizzare una scheda SIM per la connessione via etere alla Rete. (non parlo di WAP , ma di Internet)Tale connessione consente di avere una linea ISDN (128K) e se si è muniti di (computer) portatile di averla ovunque , in quanto usa il GPRS.Per mia fortuna ho provato tale soluzione e devo dire che è una valida alternativa alla misera copertura itaGliana.Ne sono venuto a conoscenza e l'ho provato perchè ieri ho aiutato un amico possessore di un Apple Powerbook G4 a usufruire del servizio , in quanto il CD di installazione dotatogli con il kit di connessione comprendeva il software per i soli sistemi operativi uindovs ed il mio amico è abbastanza utonto e si rivolge a me per ogni cosa che non capisce e non riesce a risolvere da se.Attualmente non esistono molti telefonini dotati di USB ma non sono impossibili da trovare e non hanno costi proibitivi e/o esorbitanti. L'unico inconveniete è che se usate il telefonino per navigare , naturalemnte, non potrete ne fare ne ricevere telefonate ; ma a questo si può ovviare comprando un secondo telefonino da usare esclusivamente per questo scopo. Alla fine è un investimento più profiquo di un abbonamento a 56K che comunque paghereste mensilmente (+ canone di attivazione) , mentre il telefonino e la scheda li paghereste una volta sola. (a seconda delle opzioni della SIM e delle offerte che sottoscrivereste)Per farvi l'esempio specifico del mio amico :telefonino : motorola C330 (regalatogli da un amico , ma non costa molto)kit USB 50 euri = cavo specifico per il modello di telefonino + cd di installazione (solo per uindovs) , le soluzioni per il Mac si trovano su http://www.macity.it/cgi-bin/forum1/discus.cgi nella sezione cellulari , nello specifico caso la soluzione è stata questa --

    http://www.macity.it/cgi-bin/forum1/board-auth.cgi?lm=1097685112&file=/234636/104887.shtmlcarta SIM-Plus della Tim. (non ricordo il prezzo) ma l'offerta comprende connessione illimitata e gratuita , si pagano solamente 6 eurocent per i dati scaricati o upgradati. se non erro la "tariffazione" (scusate l'itagliano) è per ogni KB.Spero di essere stato utile a qualcuno.Barone dello Zwanlandshire(linux)ps : Un antico proverbio cinese recita : è meglio accendere una candela piuttosto che maledire il buio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bravo Stanca
    Tutti vorrebbero uno Stanca al proprio governo!!!!!!!!!!!!!Buhahahahahahahaaha!
  • Bruco scrive:
    Re: [OT] Richiesta informazioni...
    - Scritto da: Anonimo
    Qualcuno sa se oltre a NGI c'è
    qualche altro provider che non obbliga ad
    avere una linea telefonica fissa per
    ottenere un accesso ADSL?cheapnet
  • Anonimo scrive:
    Re: A gennaio ci saranno novità (forse)
    - Scritto da: Anonimo
    Un paio di settimane fa, quando quelli di
    "Sriscia la notizia" hanno intervistato a
    Milano un dirigente della Telecom e gli
    hanno chiesto come mai in Italia l'adsl
    costa molto di più che in Francia,
    questi dopo aver sciorinato come scusanti un
    pò di cose che in realtà non
    significano niente, ha promesso che per
    metà gennaio 2005 ci saranno delle
    novità e quelli di Striscia hanno
    detto che a gennaio torneranno.
    Non credo che dopo aver dichiarato questo a
    milioni di persone, questo dirigente abbia
    il coraggio di smentirsi.L'Italia e' il paese della smentita continua, non vedo dove stia il problema.Tra l'altro sarebbe molto facile far passare la cosa inosservata: "qualcuno" telefona a Ricci e gli dice di non rompere piu' i coglioni a quel tale dirigente, Striscia non torna a Gennaio e noi tutti (o quasi) ci dimentichiamo della promessa.Poi, sia chiaro, liberi voi di credere nella buona fede di certe trasmissioni, o piu' in generale dell'informazione in TV.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Richiesta informazioni...
    Insisti (vedi ad oltranza finche' non trovi l'operatore che ti dice "si") anche con tin.it .Probabilmente pagherai anche il costo di attivazione, pero'...
  • Anonimo scrive:
    non sono d'accordo
    a livelllo di contenuti scrivi quello che vuoi, metti pure i contenuti che vuoi, ma a livello di qualità di contenuti come conformità agli standard (W3C etc) qualche linea guida, qualche "raccomandazione" non puo far che bene
  • Anonimo scrive:
    internet in italia
    sono in una zona non coperta e sono costretto a lavorare con un modem 52.000 bps con bollette mensili da pazzi.qui si vuole fare di internet la stessa cosa che si fa per l'internet da telefonino, un monopolio sui contenuti da vendere ai navigatori a caro prezzo. rosso alice non è innovazione tecnologica, innovazione tecnologica è:1) utilizzare i whi fi da 2 ghz che spara a 50 km e creare tramite abonamenti flat internet la possibilità di essere sempre connessi da pc cellulari con cui videotelefonare a costo nullo eliminando le reti telefoniche dei telefonini.2) non far pagare 20.000 euro all'anno per 1 megabit di connessione flat agli isp che ospitano i siti web.Telecom sta aumentando la banda agli utenti ma ai fornitori di accesso però fa pagare il traffico a 40 euro al mega trasferito o 20.000 euro all'anno per un mega/secondo di banda e continua a non diminuire le tariffe.grazie stanca
  • Anonimo scrive:
    Re: Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000
    - Scritto da: Anonimo
    Cosa dire in conclusione? l´Italia é
    in dietro a confronto alla Germania per
    quanto riguarda i Computer, probabilmente
    per questioni di interessi privati dei
    grandi offerenti.Mah non mi sembra così indietro sinceramente, io di tutta questa gente che spara merda sul nostro paese non ne posso più. Quando vado all'estero non mi sembra sia tutto oro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000

      Mah non mi sembra così indietro
      sinceramente, io di tutta questa gente che
      spara merda sul nostro paese non ne posso
      più. Quando vado all'estero non mi
      sembra sia tutto oro.forse perchè l'italia è un paese di merda???abitato da gente di merda???puo darsi per questo ....non credi??Mr R
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000
        Siamo il solito popolo di pecoroni!Che bello pagare una dsl 640 40euri!Ancora che ci vogliono far credere di voler portare la banda larga a tutti,ma quanto ci guadagnano sulle tariffe internet in italia!Vorrei solo ricordarvi che in Francia una 2mbit by telecom viene quasi 6? hanno una buona copertura del territorio e costa un decimo dell'italia invece di stare a sentire le prese per il c**o che ci fanno perche non ci riuniamo in una mega lettera di protesta e ci facciamo sentire ogni tanto
        • Joker0 scrive:
          Re: Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000

          invece di stare a sentire
          le prese per il c**o che ci fanno perche non
          ci riuniamo in una mega lettera di protesta
          e ci facciamo sentire ogni tantohttp://www.petitiononline.com/digdivit/petition.htmlQualcuno ci ha già pensato....
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000
      Già, ma la Francia non ha perso la guerra come l'Italia. E poi la Francia ha l'energia nucleare che noi abbiamo bandito. Poi la Francia ha molte più risorse di materie prime che l'Italia non ha.
  • Akiro scrive:
    grande!
    Fra un proclama e l'altro, chieda il Ministro agli operatori telefonici (che si apprestano a raddoppiare per la seconda volta in un anno la banda disponibile per l'utenza adsl mantenendone invariato il costo mensile) di predisporre contratti a larga banda "sociali" lasciando immutata la banda e dimezzando il prezzo di accesso. Per esempio una adsl flat 256/128 a 10 euro al mese. speriamo!!!ma non è nei loro interessi, ci guadagnerebbero meno... "poveri" -_-
  • ldsandon scrive:
    Re: Ma....

    Meglio occuparsi di calcio..."Panem et circenses"? Anzi, solo "circenses", visto il costo della vita? Bravo, continua così... l'Italia va male perché non ha "cittadini" ma solo "tifosi" dell'una o dell'altra parte.
    • chef scrive:
      Re: Ma....
      - Scritto da: ldsandon

      Meglio occuparsi di calcio...
      "Panem et circenses"? Anzi, solo
      "circenses", visto il costo della vita?
      Bravo, continua così... l'Italia va
      male perché non ha "cittadini" ma
      solo "tifosi" dell'una o dell'altra parte.ehm ... state dicendo la stessa cosa
  • Anonimo scrive:
    Qui in Germania T-DSL 1000-2000-3000 Kbs
    Io credo ci si dovrebbe concentrare su un Wi-Fi sicuro criptato perché puó coprire tutte le zone e non avrebbe un costo elevato per i lavori.Io sto a Stuttgart ed ho avuto il T-DSL 768 Flat che ora lo hanno passato a T-DSL 1000, addirittura i download andavano oltre i 768 ... fino a 910 ho visto con StarDownload.Cosa dire in conclusione? l´Italia é in dietro a confronto alla Germania per quanto riguarda i Computer, probabilmente per questioni di interessi privati dei grandi offerenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Davvero?
    ditemi solo dove devo firmare per far smettere questo continuo scempio dell'informatica e di internet.. sono entrato in universita' credendo che l'informatica fosse un gran cosa, ma evidentemente al giorno d'oggi non e' altro che un mezzo per mescolare il pentolone del commercio. avrei dovuto laurearmi in fisica, cosi' almeno non avrei dovuto fare un lavoro circondato da incompetenti che prendono piu' di me per lavori infantili e inutili in senso lato. a cosa serve la pubblicita'? ci si chiede perche' l'italia non ha ripresa: non ce l'ha perche' in italia sono tutti pubblicitari, imprenditori, e si crede che essi ca:::no soldi di forza propria, col risultato che nessuno produce niente, ma per questo nulla esistono milioni di gente che creano finanziamenti e pubblicita'.in italia si vende il nulla, e tutti sono bravissimi a vendere il nulla o le cose prodotte da altri. il problema che gli altri non sono piu' italiani: sono cinesi, tedeschi, giapponesi francesi, americani. a parte la mortadella e i capi firmati, le auto di lusso, non produciamo niente. non facciamo concorrenza a nessuno. io mi chiedo: ma la ricerca? e' da quando avevo dodici anni che ho capito quanto fosse importante la ricerca, e c'e' gente che si sveglia solo adesso? che non si va avanti senza essere in primis motori di qualcosa? mi verrebbe voglia di prendere VERAMENTE a calci quei lardosi .... che governano l'italia..sempre idiozie, sempre fissati sul denominatore comune mentale della gente, a far pressione sulle stupuidaggini che le persone piu' ignoranti ritengono importanti..lo stesso ted nelson, forse il primo che ha iniziato a pensare la rete in grande, diceva che non ci si puo'affidare al denominatore comune della gente, altrimenti non si puo' produrre nulla di utile. il problema e' che lo diceva fin dagli anni 70. e noi che diamine abbiamo imparato, grazie alla pubblicita' e alla informazione (tele)giornalistica, cioe' alal informazione per la gente "non del mestiere"? a dare credito sempre alla sciura maria, al pettegolezzo, alle paure. in questo senso siamo degli americani di serie B, nel senso che gli americani almeno, essendo LA potenza mondiale, possono anche essere paranoici riguardo alle credenze comuni, e flemmatici rispetto al trovare vie piu' percorribili verso un vivere migliore, ma noi?qui non e' questione di essere di destra o sinistra. ci sono oligarchie di personaggi che sono pericolosi aldila' del fatto che appartengano ad un certo schieramento politico. la loro pericolosita' e perpendicolare alla politica.certo, ridiamo tutti quando qualcuno diche che di stiamo avvicinando al mondo nuovo di huxley o al 1984 di orwell, perche' ci sembra una esagerazione.. ma i nostri diritti vengono stuprati uno a uno, e perdendoni pochi per volta ci sembra che alal fine le cose non cambino molto. in realta' i ltrucco e' proprio questo.con il patriot act americano, chiunque senza ragione precisa puo' essere indagato, si puo' leggere la posta altrui e si puo' sapere che libri si legge.. gli hacker sono messi alla stregua dei terroristi. hanno inventato persino una guerra giusta, quando tutte le persone ragionevoli sanno che non esistono guerre giuste e non esistono guerre vinte.e da noi?guardatevi intorno. senza andare troppo lontano, pensate ai brevetti. in america, era prassi comune andare nelel universita', farsi vendere dalel universita' stesse i programmi prodotti e metterli sotto brevetto, cosi' che paradossalmente le stesse persone che li avevano creati avrebbero dovuto pagare per l'uso. ovviamente hanno brevettato tutte le tecniche che qualsiasi persona normale avrebbe ideato senza bisogno di ingegno particolare, cosi' che chiunque le avesse re-inventate, senza neanche bisogno di copiare.. sempre nel gran paese, ci sono aziende che esistono solo per detenere i brevetti e si arricchiscono a fare causa a chi li sfrutta "indebitamente", senza utilizzare questi ultimi.i brevetti non vengono utilizzati per produrre qualcosa, ma monopolizzati dalle multiazionali per abbattere la concorrenza. questo ovviamente va contro lo spirito iniziale del brevetto, che era quello di garantire fondi al ricercatore.vogliamo veramente che anche in italia finisca cosi?o forse non sarebbe meglio che i brevetti non esistessero, cosi' da favorire la ricerca, cosi' come era in origine?io credo che le uniche persone che possano essere favorevoli al governo siano quelle che si arricchiscono o acquistano potere e quelle IGNORANTI. guarda caso, nel fascismo giocavano le stesse ragioni..benvenuto mondo nuovo.. spero solo non mi brevettino il c..o altrimenti defecare potrebbe diventare una cosa per ricchi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero?
      post lunghissimo, ma davvero notevole.hai analizzato l'origine vera di tutti i mali di questo paese che naviga nel nulla ... te lo dice uno che per anni ha "lavorato" nel mondo della pubblicita' e quindi conosce i meccanismi allucinanti della nostra economia drogata.ora grazie a dio faccio qualcosa di piu' normale, ma sicuramente anche piu' dignitoso, e ti assicuro che ora che ne sono fuori, mi chiedo come ho fatto a resistere per anni in quel mondo.complimenti, e non farti scoraggiare da questo periodo davvero terribile per chi sa e vuole guardare oltre il proprio naso.
    • KCM scrive:
      Re: Davvero?
      ..... osservo Buona Domenica o Domenica In ..... mi cadon le speranze, per non dire altro ........ ma come è ridotto l'Italiano?
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero?

      avrei dovuto laurearmi in fisicama de che? io sono laureato da 4 mesi, ormai, e non solo non ho un lavoro, ma ieri per la prima volta ho visto un annuncio in cui si specificava "laurea in fisica".Forse avresti lavorato meglio, ma non credo in italia :(a parte questo, sono d'accordo con te: con una economia in cui il "terziario avanzato" (correggetemi se sbaglio) ha preso il sopravvento al punto di mangiarsi metà dell'economia, il paese è in caduta libera!specie se la metà restante produce, appunto, tondini di ferro, scarpe e auto di lusso.Ma che ci facciamo ancora in italia?!?!?!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....
    Ti sbagli, non c' è aria di fascismo ma di "clerical-fascismo" e il tizio malato di Parkinson e la sua curia ne sono attivi promotori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Ti sbagli, non c' è aria di fascismo
      ma di "clerical-fascismo" e il tizio malato
      di Parkinson e la sua curia ne sono attivi
      promotori. esatto sottoscrivo in pieno...si tratta di clerical-fascino in pieno... loro sono dei poveri martiri e sono anche discriminati (speriamo) in quest'europa....ed era ora dico ioMr R
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ti sbagli, non c' è aria di
        fascismo

        ma di "clerical-fascismo" e il tizio
        malato

        di Parkinson e la sua curia ne sono
        attivi

        promotori.

        esatto sottoscrivo in pieno...
        si tratta di clerical-fascino in pieno...
        loro sono dei poveri martiri e sono anche
        discriminati (speriamo) in quest'europa....
        ed era ora dico io

        Mr Revvai... fronte rosso hasta la victoria, siempre..... :Daltri 80 milioni di morti nei prossimi anni??
        • trepz scrive:
          Re: Ma....
          Non poteva mancare il solito "sono circondato dai comunisti oddio sono dappertuttooooo". Quando la smetterai di guardare solo il tg4 fammi un trillo. trepz (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Ti sbagli, non c' è aria di

          fascismo


          ma di "clerical-fascismo" e il
          tizio

          malato


          di Parkinson e la sua curia ne sono

          attivi


          promotori.



          esatto sottoscrivo in pieno...

          si tratta di clerical-fascino in
          pieno...

          loro sono dei poveri martiri e sono
          anche

          discriminati (speriamo) in
          quest'europa....

          ed era ora dico io



          Mr R

          evvai... fronte rosso
          hasta la victoria, siempre..... :D
          cosa c'entra scusa????mi potresti spiegare gentilmente cosa c'entra il mio post con fronte rosso hasta la victoria etc etc????grazie
          altri 80 milioni di morti nei prossimi anni??a cosa ti riferisci???? forse alle famose RED LINE che i grandi e PACIFICI uomini di chiesa clerical-fasci (vescovi, cardinali etc) hanno attivato negli anni '50 per salvare i "poveri" criminali di guerra nazisti e portali in sudamerica dove hanno prestato i loro servigi ai dittatori di turno???ti riferivi forse a queste pie anime???salutiMr R
    • Anonimo scrive:
      Re: target leggermente diverso
      - Scritto da: Anonimo
      Ti sbagli, non c' è aria di fascismo
      ma di "clerical-fascismo" e il tizio malato
      di Parkinson e la sua curia ne sono attivi
      promotori.mi sa che ti sbagli tu (anche se di poco): per come la vedo io il tizio malato è da solo in mezzo ad un branco di b@st@rdi.Sul resto della curia sono d'accordo (e direi anche di peggio), ma il tizio malato secondo me è fatto di un'altra pasta. Ha le sue idee, certo, condivisibili o meno, ma è assai diverso da ersilio & co
  • Anonimo scrive:
    [OT] Richiesta informazioni...
    Qualcuno sa se oltre a NGI c'è qualche altro provider che non obbliga ad avere una linea telefonica fissa per ottenere un accesso ADSL?Per esempio Tiscali richiede obbligatoriamente una linea telefonica telecom.grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....
    Mi sembra che tutto quello che sta accadendo di questi tempi sia molto strano.Non capisco, pare il pensiero sia passato di moda che non ci rendiamo più conto della pericolosità intrinseca di una proposta come questa che è perfettamente coerente con quella di un uno (non mi interessa come si chiama e non voglio sapere a quale partito appartiene) che appare in TV dicendo "Se avessi la maggioranza assoluta tutto filerebbe meglio".Ma la gente si rende conto del pericolo intrinseco di queste proposte e di queste parole ?Accendo la TV su RAI1 è vedo un tizio che assomiglia a Belzebù al quale il presentatore chiede tendenziosamente : "Perchè l'Iraq e non la Nigeria, L'Iran o Cuba ", risponde sogghignado ... "uno alla volta" .Dico ... Sto sognando ? No ! sono solo le 22.30.Poi oggi alle 13 un'altro cerca di convincermi che il modo migliore per combattere il caro petrolio è spegnere i caloriferi e rifugiarmi in tinello come in tempo di guerra. .... complimenti ... meno male che va tutto bene e che siamo ricchi ! Fanno passare una legge negli Stati Uniti con la quale possono controllare quello che scrivo, quello che faccio, i miei dati medici, la mia carta di credito le mie E.MAIL e tenersi una scheda su di me .... poi scopro che lo potevano fare anche prima perchè non sono cittadino americano .... mah ?Fanno passare una costituzione europea che non posso votare, dove dicono che l'europa si impegnerà attivamente nella guerra preventiva mediante il piano di sviluppo degli armamenti ? Stanno scherzando ?L'unica persona che mi sembra ragionare è un povero cristo malato di Parkinson che tutti i giorni cerca di spiegare che spaccarsi la testa l'un l'altro e pensare solo a f****re il mondo non sia la cosa migliore eppure non è ascoltato da nessuno nemmeno da quelli che si proclamano "Buoni Cristiani" ...Forse è un segno dei tempi di questo modo di essere e di agire, della lobotomizzazione che l'informazione distorta e la cattiva tv (addestrate ad arte) riescono a causare nel classico cefalone teledipendente che si collega ad internet solo per la F**a e Rosso Alice che si sposano perfettamente ma solo per Valentino Rossi (Managgia !).MI sembra che ci sia un'aria di fascismo inteso in senso sociale e non politico che riesce a fare danni mostruosi passando completamente inosservata, speriamo che finisca fino a quando c'è ancora qualcosa da salvare.:|
  • Anonimo scrive:
    Re: A gennaio ci saranno novità (forse)
    Probabilmente la novità sarà che a Gennaio sponsorizzeranno Striscia la notizia magari proponendo proprio qualche "offerta" di Alice e quelli dovranno zittirsi, più o meno come hanno fatto un paio di anni fa con le Iene...
  • Anonimo scrive:
    Re: A gennaio ci saranno novità (forse)

    Non credo che dopo aver dichiarato questo a
    milioni di persone, questo dirigente abbia
    il coraggio di smentirsi.Bah, quanto a coraggio certi personaggi meglio non sfidarli.
  • Anonimo scrive:
    Re: A gennaio ci saranno novità (forse)
    - Scritto da: Anonimo
    Non credo che dopo aver dichiarato questo a
    milioni di persone, questo dirigente abbia
    il coraggio di smentirsi.NON CREDI?Noi abbiamo un Ministro che si rimangia quello che ha detto UFFICIALMENTE (leggi Urbani...) e l'lenco potrebbe essere lungo, moooooooolto lungo.....sai cosa gli frega....
  • Anonimo scrive:
    A gennaio ci saranno novità (forse)
    Un paio di settimane fa, quando quelli di "Sriscia la notizia" hanno intervistato a Milano un dirigente della Telecom e gli hanno chiesto come mai in Italia l'adsl costa molto di più che in Francia, questi dopo aver sciorinato come scusanti un pò di cose che in realtà non significano niente, ha promesso che per metà gennaio 2005 ci saranno delle novità e quelli di Striscia hanno detto che a gennaio torneranno.Non credo che dopo aver dichiarato questo a milioni di persone, questo dirigente abbia il coraggio di smentirsi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma....
    - Scritto da: Anonimo
    dare strumenti a chi il potere ce l'ha solo
    se riesce ad organizzarsi.Tu sei seriamente convinto che gli italioti sarebbero in grado di "organizzarsi", tramite internet o con qualsiasi altro mezzo ?La "grande rete" già scricchiola sotto il peso dei propri difetti intrinseci ("troppa" informazione discordante, incoerente, sconclusionata, frammentata, qualitativamente ridicola è anche peggio che "nessuna" informazione), non c'è bisogno di immaginifiche dietrologie e seghe mentali da complottisti paranoici per spiegarne i problemi. Se si vuole distruggere qualcosa, è sufficiente renderla accessibile a tutti, senza distinzioni. Vale indistintamente per gli arredi pubblici, le panchine dei giardinetti, le cabine telefoniche e per l'informazione e la cultura su internet.I problemi strutturali della rete nell'italietta dei campanili e dell'analfabetismo effettivo al 65% possono solo essere amplificati, semmai, e aggravati da questioni strutturali.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ma....
      - Scritto da: Anonimo
      La "grande rete" già scricchiola
      sotto il peso dei propri difetti intrinseci
      ("troppa" informazione discordante,
      incoerente, sconclusionata, frammentata,
      qualitativamente ridicola è anche
      peggio che "nessuna" informazione), non
      c'è bisogno di immaginifiche
      dietrologie e seghe mentali da complottisti
      paranoici per spiegarne i problemi. Se si
      vuole distruggere qualcosa, è
      sufficiente renderla accessibile a tutti,
      senza distinzioni. Per esempio a TE.Ma ormai il danno e' fatto....Saluti
    • Joker0 scrive:
      Re: Ma....

      La "grande rete" già scricchiola
      sotto il peso dei propri difetti intrinseci
      ("troppa" informazione discordante,
      incoerente, sconclusionata, frammentata,
      qualitativamente ridicola è anche
      peggio che "nessuna" informazione),Prego ?Quindi per te condividere tonnellate di sapere, idee, sentimenti, concetti e - perchè no - menate o seghe mentali o semplici cretinate, non arricchisce il genere umano ? Allora mi stai dicendo che tu ti sei sempre arrangiato con le TUE SOLE idee, perchè le idee della gente sono "troppe, discordanti e incoerenti, frammentate" per essere vagliate, e per imparare da quelle che ti possono sembrare plausibili ? Quando hai un problema ti rinchiudi nella tua stanzetta e ti spremi le meningi ? E' la diversità che arricchisce! Secondo te come mai i giovani che vivono in qualche paese montano con 10 case, fanno il militare in posti lontani e tornano cambiati - spesso in meglio, con la mente un pò più aperta ? Perchè le loro idee si mescolano con altre idee, e anche se non tutte le idee per te (o per me) sono buone, serve comunque.Decisamente persone come te non meritano di avere nemmeno un modem a 57K.
      Se si
      vuole distruggere qualcosa, è
      sufficiente renderla accessibile a tutti,
      senza distinzioni. Ceeeerto, infatti ad esempio le piattaforme del P2P che mettono a disposizione tonnellate di MP3 e DIVX, stanno distruggendo la musica e il cinema, lo dicono quelli delle major, allora sarà pure vero...!Usi un imbuto o ti arrangi direttamente in vena ?
      Vale indistintamente per
      gli arredi pubblici, le panchine dei
      giardinetti, le cabine telefoniche e per
      l'informazione e la cultura su internet.Infatti ci sono un sacco si siti che vengono sporcati con lo spray, biblioteche telematiche con le gif spaccate, noti siti di testate giornalistiche con cassonetti della monnezza rovesciati davanti, e l'elenco è lungo...Ma ti sembrano due ambiti accostabili ?????O forse sei il troll nunero 1984379128 e io sto perdendo tempo.....
    • The_GEZ scrive:
      Re: Ma....
      Ciao Anonimo, no anzi ariano !Viva l' anonimato !!!!Mpf ! Ue, razza superiore, le palle per firmarsi mai, eh ?
      ("troppa" informazione discordante,
      incoerente, sconclusionata, frammentata,
      qualitativamente ridicola è ancheBe' ora che hai citato il lato positivo, dinne uno negativo.
      paranoici per spiegarne i problemi. Se si
      vuole distruggere qualcosa, è
      sufficiente renderla accessibile a tutti,Mi fai pena, non vali neppure la mia rabbia, mi metti solo tristezza.Vorrei scrivere altro, ma non voglio sprecare parole, del resto come tu dici sai gia' tutto ed il meglio di tutto quindi non e' necessario discutere con te.Si lo so, faccio parte di quella razza inferiore che non merita di pensare, ci se gia' tu o uqlli come te che pensano per me, quelli il cui nonno e' morto ad Auschwitz ... cadendo da una torretta.
  • KCM scrive:
    Davvero?
    In realtà non si vuole concorrenza e non si vorrebbe lasciar scelta al cittadino nemmeno sui contenuti.In un paese dove Tronchetti Provera ha appena affermato che dividere l'infrastruttura tecnica della Telecom da quella commerciale sarebbe un grosso danno per l'utente e per la rete in genere (più o meno è come se uno inchiappetandoti ti dicesse "Fa più male a me che a te"), non facciamoci troppe illusioni di uscire dai soliti discorsoni politici inutili di personaggi inutili.
  • Anonimo scrive:
    Ma....
    Non è venuto mai in mente a nessuno che l'obiettivo non è quello di rendere Internet accessibile a tutti, quanto quello di rallentarne l'evoluzione?Non mi pare molto serio (nel mondo che viviamo) per chi vuole mantenere il potere dare strumenti a chi il potere ce l'ha solo se riesce ad organizzarsi.Non mi pare che siano le grandi aziende di comunicazione, gli olo, oppure il govero a voler favorire Internet e, ripeto, questo è normale.D'altra parte, se viviamo in un mondo le cui infinite battaglie si spengono al calar della sera... cosa pretendiamo?E' giusto quelo che dice Mantellini, ma quello che dice Stanca è più vero, fa parte del nostro mondo, della nostra Italia del 2004.Infine niente di nuovo sulla precedenza alle imprese, loro pagano e con quei soldi si possono trovare anche i voti...Meglio occuparsi di calcio...
  • Anonimo scrive:
    oligopolio
    La soluzione monopolistica non ha permesso ne' un abbassamento dei prezzi ne' un serio sviluppo tecnologico del Paese; e senza un abbassamento dei prezzi (o meglio un semplice allineamento ai listini di ogni paese civile che si rispetti) e un rapido sviluppo tecnologico omogeneo ci vorranno non cinque anni ma cinquanta anni per fare accedere la popolazione italiana alle nuove tecnologie.Premettendo cio', Internet rappresenta uno dei tanti sviluppi della tecnologia che portera' innumerevoli e radicali cambiamenti nel modo di vita dell'uomo. E' impossibile ormai fermare lo sviluppo d'Internet, le sue possibilita' e soprattutto il suo futuro hanno affascinato e affascineranno sempre di piu' l'uomo.
Chiudi i commenti