Digitale terrestre, verifica dell'Antitrust

L'annuncia Adiconsum che aveva chiesto l'intervento del Garante contro gli spot dei decoder per il DTT, spot che a suo dire non la dicono tutta
L'annuncia Adiconsum che aveva chiesto l'intervento del Garante contro gli spot dei decoder per il DTT, spot che a suo dire non la dicono tutta


Roma – L’Autorità garante per la concorrenza e il mercato AGCM ha formalmente avviato un procedimento teso a verificare se si siano o meno verificati illeciti negli spot pubblicitari trasmessi da varie emittenti per promuovere le vendite dei set-top box per la ricezione della televisione digitale terrestre.

Ad annunciarlo ieri è stata Adiconsum che di recente aveva chiesto al Garante di intervenire, seguita poco dopo anche dal Movimento difesa del Cittadino.

Secondo l’associazione, gli spot che coinvolgono Mediaset, Nokia, DGTVi e Mediasat non dicono tutto ai consumatori o, meglio, omettono importanti dettagli sulla reale possibilità di fruizione del digitale terrestre.

“Entro 10 giorni – si legge in una nota – le aziende citate dovranno fornire la documentazione riguardante l’effettiva fruibilità delle trasmissioni in tecnica digitale terrestre con riferimento alla copertura, alle condizioni tecniche ed economiche di fruibilità del servizio anche in merito a eventuali problematiche impiantistiche”.

Come si ricorderà, di recente Adiconsum aveva parlato di verità nascoste nel digitale terrestre proponendo un lungo documento di analisi sulle molte cose che a suo dire gli utenti dovrebbero sapere in merito alla nuova tecnologia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 06 2004
Link copiato negli appunti