Dischi ottici verso il TB

Sony e Panasonic presentano ufficialmente il nuovo formato per l'archiviazione professionale, destinato nei prossimi anni a raggiungere capacità da primato. E forse a entrare nelle case dei consumatori mainstream
Sony e Panasonic presentano ufficialmente il nuovo formato per l'archiviazione professionale, destinato nei prossimi anni a raggiungere capacità da primato. E forse a entrare nelle case dei consumatori mainstream

La già annunciata partnership tra Sony e Panasonic ha dato frutto ad “Archival Disc” (AD), un formato per la “next-generation” dello storage su supporti ottici destinato, nel corso dei prossimi anni, a servire le crescenti esigenze di archiviazione da parte di aziende e professionisti.

Il formato Blu-ray è al momento in grado di supportare capacità massime di 100-128 Gigabyte (BDXL), mentre un disco AD di prima generazione potrà contenere 300 Gigabyte e sarà dual-side, quindi con 150 GB per ogni lato del supporto.

I primi dischi AD arriveranno nel 2015, spiega il comunicato rilasciato dalle due corporation nipponiche, e col tempo il formato si evolverà con la commercializzazione di supporti da 500 Gigabyte (250 GB per lato) e addirittura da 1 Terabyte (500 GB per lato).

AD

Sony e Panasonic sottolineano le “eccellenti proprietà” dei supporti ottici nell’archiviazione dati a lungo termine, la capacità di proteggere le informazioni dalle condizioni ambientali (resistenza alla polvere e all’acqua) e di garantire la compatibilità sul lungo periodo grazie alla tecnologia oramai standardizzata alla base di tutti i dispositivi ottici dal debutto dei CD-Audio di Philips in poi.

I dischi AD sono destinati all’uso in ambiti professionali e aziendali, dicono le corporation, ma nulla vieta che il formato possa arrivare anche sul mercato consumer soprattutto in vista, sul medio-lungo periodo, di una diffusione crescente dei contenuti in Ultra-HD difficili – se non impossibili – da trasmettere in streaming anche su connessioni a banda ultra larga.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 03 2014
Link copiato negli appunti