Licenza
gratuito/ shareware 59$
Sistema operativo
Lingua
Italiano
Dimensione
3.82 Mb
Recensito da

Accessori

40tude Dialog

Newsreader. Client usenet (win) completo quanto complesso, per utenti esigenti. Gratuito...

" In principio era il newsgroup e il newsgroup era presso usenet e il newsgroup era usenet " leggiamo nelle Sacre Scritture secondo Deja . Poi venne il forum e molti umani dimenticarono e abbandonarono l'antica fonte della Saggezza per preferire le faccette ghignanti e i coloroni saltellanti. Amen.

Per coloro che conoscono e apprezzano i newsgroup, la ricerca del "client perfetto" forse non finisce mai. Per tutti quelli che sono comunque curiosi ecco una buona occasione per provare un vero client: 40tude Dialog. "Provare" Dialog non è cosa che si faccia in pochi minuti e necessita di un paio di requisiti minimi nell'utente: avere bisogno di tutte le sue caratteristiche per poterle apprezzare, impegnarsi a capire.

Visto così può sembrare un po' ostico, ma 40tude Dialog è altamente specializzato (pur potendo servire anche da client e-mail) e quindi per dare tanto richiede anche un po' di impegno. Il programma è gratuito per uso personale ed è disponibile in svariate lingue, tra le quali anche l'italiano.

40tude Dialog supporta più identità, ognuna con più server, un potente sistema di filtri sia sui gruppi che sui contenuti e permette un buon livello di controllo pressochè in ogni ambito che un utente di usenet sia solito bazzicare, a partire dal rispetto degli standard, proseguendo anche solo sul killfile (quanno ce vo' ce vo') passando per i newsgroup binari compresa la codifica e decodifica (dei files suddivisi che in questi si possono trovare: 40tude può, ad esempio, segnalare se sono presenti tutti i segmenti di cui si ha bisogno per ricomporre il file...

Altre chicchette che possono interessare l'utente dei NG possono essere la ricerca diretta via maschera di Dialog su google groups , la particolare attenzione all'unicode e alle codifiche "strane", la capacità di gestire mailing list per thread (come se fossero newsgroup), i sistemi di segnalibri, contrassegni, assegnazione di categorie, filtri, ricerche e il sistema di assegnazione di punteggi. Quest'ultimo in particolare permette (ma sono solo esempi!) di recuperare automaticamente le risposte ai propri post oppure di copiarli in una cartella, nascondere o cancellare articoli che provengono da noti spammer, dare punteggi positivi oppure evidenziare con dei colori i post di amici o di utenti che considerate interessanti in modo da non perderli, unire articoli provenienti dallo stesso gruppo ma da servers differenti, tutti in un unico gruppo per sopperire ad eventuali mancanze... Da notare che è possibile agire considerando tutte le intestazioni sia in fase di download di queste che quando seguono gli articoli completi. Esplorare le possibilità di filtraggio e azione sarà forse un po' arduo ma anche molto soddisfacente nonappena si sia compresa la portata di un simile strumento.

Le caratteristiche dalle più piccole alle più succose non sono di certo finite... persino l'autore non si dilunga in spiegazioni e invita alla... prova su strada.

Dulcis in fundo : quel che fa saltare nell'iperspazio 40tude Dialog è il suo sistema di scripting object-oriented in Pascal : con questo all'utente è reso possibile cambiare il modo in cui il programma lavora o estendere le sue possibilità. Qui trovate già alcuni esempi pronti .

Dialog, per usi non privati è shareware per 60 giorni, dopodichè costa 59$. A tutti gli utenti che lo utilizzano gratuitamente viene comunque proposto un acquisto ad un prezzo da valutare tra le proprie possibilità e il servizio che Dialog offre all'utente.

Questo client è per Windows. In particolare si consiglia di fare attenzione se si sta usando Windows95 e di seguire le istruzioni presenti in questa pagina.

Chi non sa cosa sia un newsgroup alzi pure la mano, tanto non possiamo vederlo: quel che si può fare comunque è informarsi presso questo sito e valutare se non sia il caso di riappropriarsi di uno strumento davvero utile, intelligente e civile della rete.( Giulio Fornasar )