Licenza
gratuito
Sistema operativo
WindowsXP
Lingua
Italiano
Dimensione
4.81 Mb
Recensito da

Giochi

Connect More

Tetris e Puzzle Bobble mixati con le leggi della fisica, tante palline e tanto co...

Un classico Puzzle Game 3D nello stile di Tetris (ma anche un po' Puzzle Bobble ): invece dei mattoncini incolonna singole palline colorate che seguono persino le leggi della fisica basate sul celeberrimo modello di Newton Physics .

Connect More: a dover essere assemblati qui sono i colori, in un modo originale. Non solo piovono palle ma si possono anche sparare mano a mano che vengono rese disponibili in un tubo trasparente di lancio: tenendo a mente il colore di quelle in arrivo si possono sparare palline nelle vicinanze di quelle dello stesso tipo. È anche possibile "scalzare" palline esistenti per affiancare quelle nuove ad altre dello stesso colore, gettandole alle ortiche dall'altra parte del contenitore del gioco (vedi schermata).

Quando 4 palline uguali entrano in contatto ecco che svaniscono, lasciando scivolare quelle soprastanti e spesso causando reazioni a catena di accoppiamenti cromatici regala-punti.

Come Tetris, gioco senza fine e senza vincitori, l'obiettivo è quello di evitare che il contenitore si riempia fino all'estremo, pena la conclusione della partita. Bisogna quindi cercare di restare in gara il più possibile, sparando ovunque e a raffica o lentamente (ma con metodo!) ed anche fuori dal bersaglio. In tutti i casi musichette tipiche accompagnano l'azione. Se invece di 4 si uniscono anche più palline il punteggio cresce a dismisura: più palle ci sono più punti si fanno!

Connect More è' uno di quei classici giochi che possono rapire per ore senza alcuna ragione se non per non dargliela vinta.. quindi occhio all'orologio e al sugo sul fornello!

Il gioco della Walaber non ha bisogno di installazione (per chiavette USB ludiche), va soltanto scompattato e lanciato dalla cartellina "Release" che viene creata, con un Pc ed una scheda video che supporti almeno le DirectX 9. ( GLT )

Della stessa software house:
i giochi della Walaber