download gratis
Sistema Operativo Linux
Lingua Inglese
Dimensione Kb
Recensito da Luca Tringali

Google Task Desktop

Gestire i propri task dal desktop

Google Tasks Desktop è una interfaccia non ufficiale per gestire i propri Google Task dal desktop. Oggi come oggi la vita è sempre piena di impegni, e si rischia di dimenticarne qualcuno. Per non sbagliare si può sempre ricorrere a una lista delle cose da fare, una lista di task. Invece di usare il classico post-it cartaceo, in molti sono ormai abituati a usare delle app per smartphone, come Google Task.

Google Task Desktop

Tuttavia, l’app di Google ha il difetto di essere abbastanza scomoda da usare se non si ha a portata di mano il proprio smartphone: non ha un client ufficiale per il computer desktop. Ecco che quindi questa interfaccia non ufficiale si rivela utile proprio per tutte quelle occasioni in cui il proprio smartphone ha la batteria scarica o, semplicemente, non è comodo, e c’è la necessità di modificare la propria lista di attività da fare.

Per prima cosa serve l’accesso alle API di Google Task. Lo si può abilitare visitando la pagina

https://console.developers.google.com/apis/library/tasks.googleapis.com

ed eseguendo l’accesso con il proprio account Google. Fatto il login si va nella sezione Credentials, cliccando su Create credentials OAuth client ID Other Create. Si otterrà un file JSON, da caricare sull’applicazione al primo avvio.

Sull’interfaccia del programma dovrebbe comparire il pulsante Get code. Fatto questo si apre una finestra con il codice univoco che autorizza l’accesso ai dati di Google Task. Basta copiare questo codice nell’apposita casella e confermare: l’applicazione è ora in grado di funzionare senza dover chiedere ogni volta il login.

L’interfaccia è minimale e molto efficiente: si vede la lista dei propri task e si possono modificare quelli esistenti. Ovviamente, se ne possono anche aggiungere di nuovi, e controllare la lista di quelli “vecchi” ormai completati. L’applicazione offre anche la modalità notturna, con scritte bianche su sfondo nero, per non affaticare troppo la vista.