Licenza
Sistema operativo
Linux
Lingua
Inglese
Recensito da

Gestione file e computer

GSmartControl

Controllare la salute di un disco rigido

GSmartControl è un'interfaccia per l'esecuzione di test SMART e la visualizzazione dei risultati. Nonostante tutte le novità degli ultimi anni, con i prezzi del cloud computing che sono scesi e la maggiore abitudine degli utenti a fare backup online, i dischi rigidi sono ancora un componente fondamentale della vita informatica di tutti i giorni. E quando si rompono si rischia di perdere grandi quantità di dati, nonostante i backup. Per questo motivo è fondamentale accertarsi regolarmente dello stato di salute dei propri dischi rigidi. Lo strumento migliore, ormai supportato da qualsiasi produttore, è SMART, Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology. Questo sistema esegue autonomamente dei test sulla salute del disco rigido, ma è anche possibile decidere di forzare un test approfondito quando lo si ritiene necessario. Per leggere facilmente i risultati dei test e capire cosa stia succedendo, serve una interfaccia comoda. Come quella di GSmartControl.
Il programma inzialmente offre un semplice elenco dei dischi rigidi collegati al computer (inclusi quelli esterni). Si può verificare se un disco abbia passato il test di salute in passato e se il sistema SMART sia abilitato per questo dispositivo. Naturalmente, il programma deve essere avviato con privilegi di amministrazione.
Andando a visualizzare i dettagli di un disco si possono vedere tutte le informazioni disponibili: il log degli errori, in particolare, e la lista completa degli attributi. Le righe in cui qualcosa è andato storto (per esempio il controllo di un attributo è fallito) sono evidenziate in rosso, e la colonna Type suggerisce il tipo di condizione.
Una condizione pre-failure è solitamente associata a un disco che sta per rompersi definitivamente. Per eseguire manualmente un test, basta andare nella scheda Perform tests e selezionare il tipo di test: quelli da condurre solitamente, per routine, sono quelli brevi, ma si possono eseguire test approfonditi se si teme che il disco sia in pericolo.