Licenza
gratuito
Sistema operativo
Windows 8
Lingua
Italiano
Dimensione
2.04 Mb
Recensito da

Utility

HostsMan

Gestire il file Hosts con facilità. Gratuito, per Windows

Per chi non lo sapesse, il file Hosts è una risorsa dei sistemi operativi utilizzata per far corrispondere i nomi di hosting agli indirizzi IP. Il file Hosts ha la funzione di tradurre i nomi degli host nel corrispondente indirizzo numerico definito indirizzo IP. Il file Hosts, quindi, è come una sorta di guida telefonica, che fa corrispondere a un nome che identifica una macchina in una rete IP al suo indirizzo numerico.

Il file Hosts viene consultato ogni volta che ci si connette a un sito Web, può essere usato per il controllo del traffico Web o per escludere dalla navigazione siti pericolosi o indirizzi a cui si vuole impedire l'accesso.

Il file Hosts non ha estensione, ma può essere gestito in modo semplice tramite un qualsiasi editor di testo. Chi preferisce uno strumento dedicato, HostsMan è la soluzione giusta. In pratica, il programma include strumenti per abilitare e disabilitare il file Hosts, un editor integrato, una funzione di ricerca errori e di stringhe duplicate, una funzionalità di backup e tanto altro ancora.

Per usare l'applicativo, non si deve fare altro che collegarsi al link indicato nella scheda del programma e decidere se scaricare la versione Installer o la versione portable ( Zip version ), cliccando sugli appositi pulsanti Mirror . Di seguito, si riferisce alla versione portable, che, per sua natura, non ha necessità di installazione. Una volta terminato il download, è necessario estrarre l'archivio e fare doppio clic sull'eseguibile hm.exe . Compare così la schermata del programma.



Il primo pannello, Hosts Updater , permette di configurare delle sorgenti online per aggiornare il proprio file Hosts da servizi in Rete che consentono, ad esempio, di escludere dalla navigazione i siti pericolosi, escludendone l'indirizzo con una specifica clausola nel file Hosts. Per accedere alle sorgenti online, cliccare su Select Sources .



Qui, è possibile selezionare un servizio online di aggiornamento del file Hosts fra quelli disponibili oppure aggiungendone uno a piacimento con un clic su Add Source . Da Options è possibile importare, esportare, resettare la lista, mentre nella parte destra il pulsante Edit permette di modificare i siti già memorizzati, i pulsanti Move Up e Move Down permettono di muovere in alto o in basso la sorgente nella lista e da Source è possibile nascondere il servizio online selezionato. Una volta terminata la configurazione, si esce dalla finestra con un clic su Close .

Il pannello DNS Client Service , invece, fornisce informazioni sullo stato di avvio del servizio DNS integrato nel sistema operativo. Da qui, è possibile effettuare una pulizia della cache DNS con un clic su Flush DNS Cache .



I pulsanti nella parta bassa consentono di accedere all'editor testuale del file Hosts integrato nel programma, al sistema di gestione dei backup e alle opzioni del programma.







Altre funzionalità sono offerte nel menù del programma. Dal menù File , ad esempio, è possibile importare un file Hosts salvato in precedenza o su un'altra macchina o esportare il file Hosts corrente.



Il menù Edit permette di agire sul contenuto del file Hosts, cercando eventuali valori duplicati ( Find Duplicates ), eliminando eventuali commenti, rimpiazzando i valori degli indirizzi IP e via discorrendo.



Infine, il menù Tools permette di accedere alle funzionalità avanzate viste poco sopra (backup ed editor), di aprire la cartella dove è memorizzato il file Hosts e di accedere a un rapido strumento per risolvere gli hostname.





HostsMan integra quindi tutti gli strumenti utili per chi normalmente si trova a lavorare con il file Hosts.