Licenza
gratuito /20$
Sistema operativo
WindowsXP
Lingua
Italiano
Dimensione
11.44 Mb
Recensito da

Lightbox

Editor per rendere migliori le foto digitali. Con parecchi strumenti comunemente disponibili...

Editor di immagini gratuito per maneggiare le proprie foto e renderle migliori , per Windows da XP in poi, solo in inglese. L’approccio e l’interfaccia di Lightbox sono improntati alla “full immersion” da subito: aprire le immagini, iniziare a trafficare con i cursori ed avere subito istruzioni su cosa puoi fare con questo strumento e come funziona .

Gli strumenti a disposizione sono all’incirca tutti quelli che, in effetti, si cercano quando si vogliono rendere più belle le proprie foto. Se la foto di base non è mal fatta questo può divenire realtà, o perlomeno ci si può provare usando Lightbox free: fornisce gli strumenti per aggiungere una cornice alla foto, tonalità e saturazione, luminosità e contrasto colore, per lavorare su alte luci, mezzitoni, ombre.

Si può intervenire sulle componenti RGB, offre uno strumento avanzato per la rimozione degli occhi rossi, per sistemare bilanciamento del bianco e dominanti di colore, per utilizzare luci di schiarita con controlli apprezzabili. Si può inoltre provvedere alla conversione a livelli di grigio, invertire i colori, c’è una funzione di ritaglio (anche con anteprima “cartolina bordata”), si può ridimensionare la foto, renderla più nitida e contrastata. Infine, si può anche decidere di quanti livelli di undo si intende disporre.

Lightbox mette anche a disposizione anche una visualizzazione “prima e dopo”. I formati supportati sono JPG, TIFF e RAW.

Può essere scaricato in versione completamente free da sola, oppure assieme ad una versione di prova 30 giorni di LightBox Plus , il cui costo è di 19,95 dollari. Quest’ultimo offre anche il pennello scherma e brucia, il timbro clone (anzi, il “pennello clone”), versioni migliori degli automatismi nei bilanciamenti e nel controllo dei livelli di colore, il “pennello undo”, miglior controllo sulle ombre, la possibilità di visualizzare i vari stati dell’immagine nella cronologia, lavoro a 48 bit, metodo di saturazione dei colori in spazio colore HSL e LAB, la mascheratura (un piccolo dettaglio tralasciato nella versione free) il cui uso viene promesso come “super semplice”, ed un controllo superiore di luci e ombre.

Tanto superiore da spingersi a dire che in questo sono superiori agli standard industriali, per livellare immagini ad altissimo contrasto mantenendole naturali (!). La versione pro offre anche le funzioni “Dinamic Light” e “Smart Contrast”, nonché le funzioni di sfocatura più o meno potente, da combinare con il “pennello cronologia”.

Lightbox free non è piccolissimo, ma è completamente autonomo: non richiede installazione. ( Giulio Fornasar )