DTT, stanziati altri 120 milioni di euro

La Tv non demorde e trova un alleato nella Finanziaria, pronta a sostenere lo sviluppo di un mercato che non ne vuole sapere di decollare da solo. Dobloni anche per i decoder e milioni di sesterzi all'emittenza locale

Roma – La televisione digitale terrestre non è morta e se è moribonda non si deve lasciar morire: queste le direttrici seguite dal Governo che ha inserito nell’ormai imminente Legge Finanziaria un contributo di 120 milioni di euro al DTT.

L’idea è di suddividere questi fondi in 40 milioni l’anno per il 2007, il 2008 e il 2009. Al contrario di quanto accaduto in passato , quando i dobloni per il DTT erano sostanzialmente indirizzati a favorire l’acquisto dei decoder da parte degli italiani, in questo caso gli stanziamenti sono ad ampio raggio e pensati per cercare di dar vita ad un comparto che fin qui con le proprie gambe non ha fatto molta strada.

L’articolo 122 della Finanziaria prevede che questi fondi servano a “incentivare la produzione di contenuti di particolare valore in tecnica digitale; incentivare il passaggio al digitale terrestre da parte del titolare dell’obbligo di copertura del servizio universale; favorire la progettazione, realizzazione e messa in onda di servizi interattivi di pubblica utilità diffusi su piattaforma televisiva digitale; favorire la transizione al digitale da parte di famiglie economicamente o socialmente disagiate; incentivare la sensibilizzazione della popolazione alla tecnologia del digitale”.

Sebbene l’esatta ripartizione dei fondi nonché tutte le condizioni per accedervi saranno decise con successivo decreto del ministro delle Comunicazioni , il Governo con questi finanziamenti ribadisce l’intenzione di investire sulla televisione digitale ritenendola essenziale anche per la veicolazione di servizi di pubblica utilità.

A testimoniare questa propensione alla conservazione dei mercati televisivi grazie ai soldi dell’Erario, è anche il fondo speciale messo in campo dall’articolo 187 della Finanziaria, che prevede stanziamenti per 30 milioni di euro per le emittenti televisive locali, un contributo da distribuire nel corso dello stesso triennio.

Emittenti che com’è ovvio sono più che soddisfatte, come ha segnalato la ALPI (Associazione emittenti locali) per bocca del suo presidente Luca Montrone: “Si tratta di un segnale importante, un primo passo che ci avvicina all’obiettivo, tra l’altro previsto dal programma del Governo, che punta a potenziare il ruolo dell’emittenza locale per garantire un vero pluralismo dell’informazione, ma soprattutto per dare una voce alle aziende locali, che attraverso la pubblicità dei propri prodotti, possono crescere, aumentare la produttività e creare nuovi posti di lavoro”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    11 settembre 2001
    "Ma in questi anni, ed esattamente dopo l'11 settembre 2001, qualcosa è cambiato. La Presidenza Bush ha deciso di rafforzare i poteri di sorveglianza e anti-crimine"Qualunque cosa sia successo l'11 9 2001 questa non è sicuramente la causa, quanto certamente il pretesto del rafforzamento della Sorveglianza anti-avversari politici e anti-cultura scomodi. Da questo fatto indiscutibilmente certo sono sorti tutti i sospetti sui fatti dell'11-9, ma dal punto di vista del diritto ciò non ha nessuna importanza. Nessun 11-9 giustifica quello che sta avvenendo, tranne, ahinoi, per la maggioranza degli elettori.Il tuo vicino di banco, il tuo collega che fa le battute simpatiche, tua nonna che guarda la tv, loro sono i complici ignari di questo scempio del diritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: 11 settembre 2001
      Ricordo due cose:1) una Amministrazione Nazionale ha demolito due torri con dentro circa 3000 suoi concittadini usando come specchietto per le allodole due dirottamenti2) una Ambasciatore di questa suddetta Nazione ha consegnato forzatamente un visto d'ingresso ai dirottatori dei suddetti aereri3) la stessa Amministrazione ha dichiarato sano il luogo dell'incidente quando invece l'aria e l'acqua erano pesantemente contaminate da agenti tossiciOh, di questi punti, i primi due sono solamente illazioni supportate dai fatti (Report docet), mentre il terzo punto è una cosa realmente esistita. E dire che il 90% della fobia del terrorismo è comiciata proprio in quella Nazione... Sarà lecito fidarsi di loro??
  • Alessandrox scrive:
    Il peggio elevato a potenza
    Ognuno copia il peggio dall' altro.Il peggio elevato a potenza....
    • EdGreen scrive:
      Re: Il peggio elevato a potenza
      - Scritto da: Alessandrox

      Ognuno copia il peggio dall' altro.
      Il peggio elevato a potenza....Una deriva senza fine, una deriva verso il peggior oscurantismo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il peggio elevato a potenza
      - Scritto da: Alessandrox

      Ognuno copia il peggio dall' altro.
      Il peggio elevato a potenza....se il peggio è elevato a potenza pari, fanno una cosa giusta... p)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il peggio elevato a potenza
      crescita iperbolica verso il peggio
Chiudi i commenti