E-Governance, la grande consultazione italiana

E-Governance, la grande consultazione italiana

ISOC Italia invita la comunità Internet italiana a confrontarsi sui temi del Forum voluto dall'ONU, per elaborare idee e soluzioni sul futuro della rete. Ecco come partecipare
ISOC Italia invita la comunità Internet italiana a confrontarsi sui temi del Forum voluto dall'ONU, per elaborare idee e soluzioni sul futuro della rete. Ecco come partecipare

Gestione delle risorse critiche della rete, regole e diritti dell'accesso ad Internet, lotta al digital divide, standard aperti, promozione della diversità, alfabetizzazione, libertà di espressione, privacy, diritti umani, sicurezza, Internet e politica: questo in estrema sintesi l'elenco dei temi sui quali gli italiani sono chiamati ad esprimersi . Sono temi da affrontare in una chiave internazionale, perché sono al centro del Forum internazionale voluto dall'ONU sulla governance di Internet. Questioni centrali sulle quali ISOC Italia invita tutti gli italiani a dire la loro.

Partecipare significa contribuire a formare la posizione italiana da portare al Forum IGF , che ogni anno per cinque anni si tiene nel tentativo di allargare il più possibile e in modo coordinato la discussione globale sul presente e il futuro della rete.

La sezione italiana di Internet Society invita formalmente ad esprimersi “tutti coloro che nel nostro paese si occupano dei grandi temi del futuro di Internet”. “Abbiamo organizzato questa iniziativa – ha spiegato il presidente di ISOC Italia e dirigente CNR Stefano Trumpy – allo scopo di sensibilizzare la comunità Internet italiana sui temi che si discuteranno durante l'IGF, il Forum delle Nazioni Unite sulla Governance di Internet, che si terrà a Hyderabad India nel prossimo dicembre. L'impegno del nostro Paese sui temi della gestione futura dell'Internet è andato crescendo a partire dal fondamentale contributo dell'Italia al World Summit on Information Society (2003-2005), continuando con la piena adesione al processo dell'Internet Governance Forum nel 2006 per arrivare ai significativi risultati nell'ultimo Forum di Rio del Novembre 2007. Il nostro obiettivo – prosegue Trumpy – è di allargare l'interesse per raggiungere in futuro risultati sempre più maturi”.

Il prossimo 19 maggio si terrà una prima discussione pubblica sui contributi ricevuti, nel corso della giornata di lavoro Il sistema Internet: verso la costituzione dell'IGF Italia (CNR, Piazzale Aldo Moro 7, Roma, con inizio alle ore 14:00, partecipazione aperta a tutti meglio se con pre-registrazione).

Proprio il 19 sarà l'occasione per presentare quella Carta dei diritti dell'Internet , una esperienza considerata di grande rilievo è che è già stata menzionata all'ultimo IGF, quello di Rio de Janeiro. “Ad illustrare il progetto, i risultati e i prossimi passi da compiere – fa sapere ISOC – sarà il Professor Stefano Rodotà”.

Per partecipare alla consultazione pubblica le pagine di riferimento sono a questo indirizzo .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 04 2008
Link copiato negli appunti