E Ink e Epson, insieme verso i 300 dpi

Una partnership per portare alta risoluzione e densità record anche sui display degli e-reader, che già utilizzano il leggibilissimo inchiostro elettronico

Roma – Gli schermi degli attuali lettori di e-book non puntano sull’altissima risoluzione ma possono ugualmente contare su una leggibilità eccezionale. Secondo Epson e E Ink Holdings si può comunque fare di meglio, per quanto riguarda la “densità” dei questi particolari display: i due colossi hanno scelto di unire le forze per portare la qualità “retina” sui prossimi e-reader.

Il super-pannello presentato recentemente infila una risoluzione di 2400 x 1650 pixel in 9,68 pollici di diagonale. Requisiti tecnici record per un e-reader, che si traducono in una densità “fisica” di 300 punti per pollice e che eclissano l’acclamato schermo del nuovo Kindle da 6 pollici: 800 x 600 pixel, 167 punti.

Come noto, utilizzando una densità così elevata viene migliorata ulteriormente la visibilità, perché l’occhio umano non è in grado di distinguere artefatti e scalettature. Stando al comunicato stampa raddoppiare la densità su e-reader sarà utile soprattutto per illustrazioni, diagrammi e ideogrammi asiatici. Non si parla invece di passi in avanti per quanto riguarda la velocità di aggiornamento (refresh), vero tallone d’Achille dei lettori e-book.

In questa ennesima scommessa E Ink si occuperà del pannello mentre Epson darà il suo contributo sulla componentistica elettronica. L’annuncio è stato dato sul palco del SID Display Week , nota conferenza del settore che ha anche premiato con le classiche medaglie i progressi compiuti sul campo da E Ink, Apple e Samsung .

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IBrFfpPRyds rlBCLwt scrive:
    StwXoEkjRyxhqnAh
    This is your employment contract http://esuf.org/about/ subprime loan lenders "We still see some light at the end of the tunnel - the biasis for short rates to begin to move up and for the cash curve tosteepen. It's just that the moves won't come as early as we werethinking a month ago," Deborah Cunningham, chief investmentofficer of global money markets at Federated, said in a note.
  • aPtyfuJdbdS sXS scrive:
    fAdZjAsLBIKxqTbb
    I have my own business http://www.theferrerspartnership.com/profile-of-trevor-potter short term loans republic of ireland Several European governments, such as Britain and France,plan to build new nuclear power stations, but many companies areshying away from investing in the expensive technology withoutthe safeguard of government support.
  • LAEOaxoHesE UTp scrive:
    DHUNBIMGYbQEBGD
    bObMTG http://www.FyLitCl7Pf7kjQdDUOLQOuaxTXbj5iNG.com
  • ruppolo scrive:
    Nel frattempo
    la biblioteca di New York ha fatto l'applicazione solo per iPad.
    • bubba scrive:
      Re: Nel frattempo
      - Scritto da: ruppolo
      la biblioteca di New York ha fatto l'applicazione
      solo per
      iPad.ed e' come il 90% delle cosidette appz web-based o serve anche a qualcosa?
    • Gasogen scrive:
      Re: Nel frattempo
      Quindi se la Rai usa Silverlight è giustificata, no? :D
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Nel frattempo
      che vincerà il premio di app peggiore dell'universo a brevehttp://www.nypl.org/blog/2010/11/20/enypl-apple-ipad-iphone-ipod-touch
    • Funz scrive:
      Re: Nel frattempo
      - Scritto da: ruppolo
      la biblioteca di New York ha fatto l'applicazione
      solo per
      iPad.e mal gliene incoglierà, quando gli toccherà riprogrammarla da zero per Android e chissà quanti altri sistemi, pena restare confinati nella nicchia Apple.Ca**i loro, comunque :p
  • pippO scrive:
    e playboy ?
    come pensano di fare senza un po di p0rn ;)
Chiudi i commenti