E' nato l'italiano Snortattack.org

Il lancio


Roma – “La finalità del progetto snortattack.org è la creazione di uno Snort User Group italiano, in modo da unire tutti gli utenti italiani di Snort e tutte le loro esperienze a riguardo. Snortattack.org propone anche guide e script in grado di aiutare e semplificare l’installazione di snort in configurazione inline (con due schede in bridge), modalità Intrusion Prevention System, facendo quindi avvicinare chiunque al mondo di Snort”.

Recita così il comunicato di lancio del sito di riferimento per un dispositivo di sicurezza pensato per – spiega la nota – “bloccare gli attacchi segnalati, eliminando o rifiutando i dati del traffico”. “Questo dispositivo – continua la nota – viene introdotto nella rete in maniera trasparente, interfacce di rete in bridge, in modo tale da non modificare l’infrastruttura preesistente”. Un “Intrusion Prevention System”, ovvero un “sistema in grado di bloccare gli attacchi nel momento in cui avvengono (difesa pro-attiva)”.

“Il funzionamento sopra citato – continua la nota – è possibile grazie alla configurazione adeguata delle “rules”, regole caricate nel sistema in grado di riconoscere gli attachi. Queste regole sono scritte principalmente da snort.org e bleedingsnort.com. La community italiana di Snort è rivolta a chiunque voglia parteciparvi, siamo disponibili a dare e ricevere aiuti e consigli.
Siamo in procinto di una collaborazione con hakin9, rivista polacca specializzata in haking e sicurezza, anche loro interessati e pronti con il nuovo numero a illustrare Snort – inline e le sue peculiarità”.

Snortattack è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • danieleNA scrive:
    Re: e... ?
    su Il Mattino, quotidiano di Napoli, stanno dedicando, quasi tutti i giorni, una pagina alle varie zone della città. Le persone sono chiamate a dire la loro.In occasione delle imminenti elezioni vi è un'altra pagina in cui i cittadini sono chiamati ad esprimere le proprie opinioni, richieste. Con un notevole contributo da parte degli studenti.Purtroppo, effettivamente, quando si passa dalle discussioni ai semplici gesti di vita quotidiana, le cose cambiano. Dal sacchetto della spazzatura buttato quando più ci fa comodo, alle auto e moto parcheggiate "dove c'è spazio libero".--A scanso di equivoci, ma dovreste capirlo dal mio nick, io abito a Napoli. Per di più in un quartiere popoloso (o popolare?).
  • Anonimo scrive:
    Re: e... ?

    Dove abiti tu invece di problemi di civiltà non
    ce ne sono? Tu sei, come incivile, l'eccezione
    che conferma la regola?lascia perdere, io a napoli ci vivo e conosco bene il suo profondissimo degrado, soprattutto umano prima che materiale ed economico.Quanto ai paroloni....e' lo stile dei politici locali...Tutto cio' si tradurra' soltanto in commesse miliardarie agli amici degli amici. Proprio ieri un amico mi raccontava di un suo ex collega nominato per meriti speciali (zio sindaco) responsabile informatico di un comune dell'hinterland. In quel comune erano stati comprati server e software per un miliardo, buttati nel piu' completo inutilizzo e ben presto diventati preda di hacker. La ditta che li aveva installati dichiaro' che era tutto a posto :-DMa non importa! Qui c'e' il sole e il mare!
  • Anonimo scrive:
    Re: e... ?
    Dove abiti tu invece di problemi di civiltà non ce ne sono? Tu sei, come incivile, l'eccezione che conferma la regola?Ciao
  • Anonimo scrive:
    e... ?
    tutte ste parolone... e che ci fanno a sta manifestazione ?Bah...... dovrebbero sistemare prima un po' di cose di civiltà, lì a napoli
Chiudi i commenti