E-privacy 2012, come è andata

Disponibili gli interventi all'ultima edizione del convegno organizzato dal Progetto Winston Smith e dal NEXA di Torino. Tema: e-government e democrazia digitale

Roma – Disponibili online le registrazioni audio dei vari interventi nel corso dell’ultima edizione invernale di e-privacy, tenutasi presso il Politecnico di Torino con la collaborazione del Progetto Winston Smith e del Centro Nexa su Internet e Società. Come noto , il tema di questa edizione ha coinvolto “prospettive e implicazioni sulla privacy” negli ambiti dell’e-government e della democrazia digitale .

“Da diversi anni ormai le amministrazioni pubbliche di tutti gli Stati investono significative risorse nella gestione informatica dei propri processi, tuttavia con il tempo il paradigma di riferimento è andato continuamente mutando”, si legge sul sito e- privacy.winstonsmith.org . Dalla semplice informatizzazione dei processi documentali e organizzativi ad una vera e propria apertura verso il cittadino per la divulgazione di informazioni ed erogazione di servizi .

“Occorre a tal proposito interrogarsi su quali garanzie minime debbano esser assicurate al cittadino, che possibilità debba allo stesso riconoscersi di non essere coinvolto in processi di profilazione e controllo sociale, come debbano essere gestiti gli eventuali rapporti con i soggetti privati che cooperano con la pubblica amministrazione nella realizzazione dei servizi e nella gestione dei dati”, si legge nel comunicato di e-privacy. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dino scrive:
    Pensate all'idea, non ai telefoni
    Beh possiamo stare anni e anni a commentare le differenze tra tutti i telefoni, chi e quale è meglio o peggio. Qui la cosa stupenda è che tre ragazzi si sono messi a studiare, inventare e realizzare un prodotto così semplice (che forse poi così semplice non è). Hanno cercato i finanziamenti e han fatto tutto da soli. Non si sono appoggiati alla apple oppure ad altre grosse aziende per pubblicità. Si sono avventurati in questa idea e l'hanno portata a termine.Parlo così perchè conosco uno dei tre ragazzi (che non è londinese ma italiano). Complimenti all'idea
  • Quelo scrive:
    Galaxy
    Sul mio Samsung S, quando arrivano notifiche (cioè mail messaggi, telefonate eccetera ) i due tasti del menu e del back sotto lo schermo si illuminano.
  • Dumah Brazorf scrive:
    Ridicolo
    Ce l'ha pure il mio huawei da 90euro.Ma che gran patacche 'sti i-cosi.
  • sbertuccia scrive:
    discreto!
    Quando si dice "non farsi notare"...(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • furius scrive:
    bello
    idea molto furba per sopperire ad una delle tante lacune di iPhone ...Già il mitico HTC Nexus One (2009) aveva la trackball che con apposita app (trackball alert) poteva gestire qualsiasi colore e frequenza di lampeggiamento per qualsiasi tipo di notifica (chiamate sms twitter whatsapp ecc... ecc ...) e pure l'alternanza tra i vari colori in caso di notifica multipla ...commuque complimenti a sti ragazzi ...
  • Pippo scrive:
    Non è questa gran novità...
    ... i telefoni Nokia fanno lampeggiare alcune loro parti quando c'è una notifica in sospeso, da anni.Questo testimonia solamente della pochezza delle interfacce Apple nell'uso quotidiano: belli, luccicanti, ma sviluppati per adattare a loro l'utente, pià che per adattarsi loro all'utente.
  • tucumcari scrive:
    e pensare
    che sul mio telefono c'è già la segnalazione led quando c'è un messaggio o una mail o una chiamata persa! ... e per giunta pure gratis!mah!
Chiudi i commenti