E-reader, Borders taglia i prezzi. Sony no

La prima rincorre Kindle sul mercato di massa, la seconda non partecipa alla gara ma guarda ad un altro tipo di acquirente. Con un tocco in più
La prima rincorre Kindle sul mercato di massa, la seconda non partecipa alla gara ma guarda ad un altro tipo di acquirente. Con un tocco in più

Borders taglia il prezzo dei suoi dispositivi segnando ufficialmente il passaggio degli e-reader sotto soglia 100 dollari. Ulteriore segno, se ce ne fosse ancora bisogno, della prospettiva di massa in cui è destinato ad operare questo mercato, i cui dispositivi sono ormai arrivati a portata di acquisto di impulso .

Due i modelli che aveva già sul mercato Borders e che cerca ora di rilanciare sull’onda dei tagli dei concorrenti: Kobo arriverà a costare 129 dollari (dieci dollari in meno del nuovo Kindle, che però ha la connessione WiFi), mentre il modello Aluratek scenderà a 99 dollari.

Accanto a questi, la libreria ha annunciato l’avvio dei preordini per due suoi nuovi prodotti con schermo a colori : Velocity Micro Cruz Reader R101 e Cruz Tablet T103 , che avranno un prezzo rispettivamente di 199 e 299 dollari.

Entrambi basati su sistema operativo Android , con un display da 7 pollici e con capacità di navigazione Web e visualizzazione di immagini, si differenziano sia per le caratteristiche dello schermo che per le capacità: il Cruz Reader ha un display con touchscreen resistivo, mentre Cruz Tablet ne ha uno capacitivo, è dotato di più memoria e dovrebbe avere un accento sulla fruizione di contenuti multimediali più che sulla semplice lettura di ebook.

Un’altra concorrente nel settore degli e-reader (sempre più in fermento) è Sony, che però a differenza degli avversati sembra puntare ad una fascia più alta di mercato e non a seguire la strada del taglio del prezzo.

La giapponese, infatti, aggiornerà la sua linea di e-reader aggiungendo ai suoi dispositivi opzioni di navigazione touchscreen. Nessuna novità, invece, sul fronte dei prezzi che dunque restano più alti dei concorrenti : Pocket costerà 179 dollari, Touch 229, Daily Edition (l’unico con connessione WiFi e 3G) sfiorerà i 300.

Le scelte di Sony (e in particolare la concentrazione sulle capacità del touch a discapito delle funzionalità di connessione) sembrano d’altronde evidenziare una scelta di mercato ben precisa: maggiore attenzione al mercato globale rispetto a quello statunitense.

Superando alcuni problemi relativi alla combinazione touch-schermo e-paper , Sony conta infatti di offrire una user experience superiore agli avversari (in particolare rispetto alla striscia di navigazione di Nook e alla latenza tocco-risposta di Kindle). Accanto a questi vantaggi tecnici, i canali distributivi internazionali più estesi gli dovrebbero permettere una capacità di penetrazione superiore ad Amazon.

In linea con la preferenza per i case in alluminio di diversi colori, insomma, Sony sembra aver ben chiaro il suo target di mercato, la fascia internazionale (più ampia per definizione di quella concentrata negli Stati Uniti) e medio alta, discostandosi in questo modo dai concorrenti attualmente impegnati a conquistare il (nascente) mercato di massa degli e-reader.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti