Ecco i primi Xeon MP a 64 bit

La nuova generazione è parte di una nuova piattaforma server Intel capace di supportare anche i futuri chip dual-core. Microsoft pronta a lanciare Windows x64
La nuova generazione è parte di una nuova piattaforma server Intel capace di supportare anche i futuri chip dual-core. Microsoft pronta a lanciare Windows x64


Santa Clara (USA) – Intel ha esteso la propria tecnologia x86 a 64 bit, nota come EM64T, anche alle versioni di Xeon dedicate ai server con quattro processori. Lo ha fatto introducendo una nuova piattaforma, chiamata Truland , composta da 5 nuovi modelli di Xeon MP e dal nuovo chipset E8500 (nome in codice Twin Castle ).

Intel aveva inizialmente introdotto le proprie estensioni x86 a 64 bit solo sugli Xeon DP Nocona , chip dedicati ai sistemi biprocessore. Più di recente ha attivato la circuiteria EM64T anche nell’ultima serie di Pentium 4, la 6xx .

I nuovi Xeon MP, che supportano configurazioni a 2 o 4 CPU, si dividono in due versioni: la più economica, detta Cranford , dispone di 1 MB di cache L2; la più potente, denominata Potomac , include invece 4 o 8 MB di cache L3.

Tra i nuovi chip lanciati da Intel vi sono 3 modelli di Potomac a 2,83, 3 e 3,33 GHz, rispettivamente dotati di 4 e 8 MB di cache: il loro prezzo, per ordini di 1.000 unità, varia dai 1.177 dollari del primo ai 3.692 dollari dell’ultimo. Gli altri due modelli appartengono invece alla famiglia dei Cranford e girano ad una frequenza di 3,16 e 3,66 GHz: il loro prezzo va dai 722 dollari del primo ai 963 dollari del secondo.

Il nuovo chipset E8500 supporta la tecnologia d’interconnessione PCI Express e lo standard di memoria DDR2-400, inoltre è in grado di gestire il sistema di power management Enhanced Intel SpeedStep integrato nei recenti modelli di Xeon.

“È la prima volta che Intel combina tutte queste tecnologie nella propria piattaforma server multiprocessore”, ha affermato Intel in un comunicato. “Insieme, queste funzionalità contribuiscono ad espandere la quantità di memoria indirizzabile dal sistema, le prestazioni dei server e l’affidabilità”.

Il chipmaker di Sunnyvale afferma che la sua nuova piattaforma Truland è in grado spingere le performance di molte applicazioni business e scientifiche fino al 70%.

Intel ha spiegato che il chipset E8500 è stato progettato per supportare l’architettura dual-core e la Virtualization Technology alla base di Paxville , lo Xeon MP dual-core atteso per il primo trimestre del prossimo anno.

Tra i primi produttori di server ad aver annunciato l’adozione della nuova piattaforma Truland vi sono IBM, Dell e HP.

Mentre Intel svelava i suoi nuovi chip a 64 bit, Microsoft ha annunciato che Windows Server 2003 x64 Edition debutterà ufficialmente verso la fine di aprile, in occasione della Windows Hardware Engineering Conference (HEC) 2005 di Seattle. Al momento non è chiaro se il lancio riguarderà anche Windows XP Professional x64 Edition.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 03 2005
Link copiato negli appunti