ECDL sempre più riferimento ufficiale

Lo sottolinea un nuovo protocollo di intesa firmato dalla Regione Piemonte con l'AICA. Sarà l'ECDL a certificare la capacità all'uso del personal computer per lavoratori e studenti. Avviene già in Veneto e Lombardia
Lo sottolinea un nuovo protocollo di intesa firmato dalla Regione Piemonte con l'AICA. Sarà l'ECDL a certificare la capacità all'uso del personal computer per lavoratori e studenti. Avviene già in Veneto e Lombardia


Roma – La Patente Europea del Computer ECDL (European Computer Driving Licence), già riconosciuta a livello nazionale ed europeo, è stata adottata dalla Regione Piemonte come riferimento per la certificazione della capacità di utilizzare il PC da parte di studenti e lavoratori.

A stabilirlo è un protocollo d’intesa siglato tra l’Assessorato al Legale e Contenzioso, Formazione Professionale, Commercio Estero, Società Partecipate Regione Piemonte e AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico) che gestisce in Italia i programmi di certificazione ECDL.

L’intesa segue le tracce di analoghi accordi già in vigore in Lombardia e Veneto, accordi che rendono l’ECLD un riferimento sempre più “istituzionale” quando si viene alla determinazione delle competenze informatiche di base.

“La Regione Piemonte – ha dichiarato l’on. Matteo Brigandì, Assessore alla Formazione Professionale della Regione Piemonte – attuando una politica di vasta diffusione delle tecnologie informatiche, intende favorire il riconoscimento della patente ECDL quale credito formativo ai fini dell’inserimento nei curricola scolastici o formativi e per l’attivazione delle “passerelle” tra sistema scolastico, sistema della formazione professionale e mondo del lavoro”.

L’accordo prevede l’impegno della Regione nel sostenere e coordinare le iniziative di certificazione che le scuole e i centri di formazione professionale piemontesi decideranno di attuare. Dal canto suo, AICA si impegna a concordare condizioni economiche particolari nell’ambito della formazione professionale per favorire la diffusione della Patente.

L’attuazione dell’intesa è demandata ad una apposita Commissione Paritetica alla quale verrà rimesso il compito di dare carattere operativo al protocollo d’intesa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 06 2003
Link copiato negli appunti