Ed ecco il chipset DDR di Intel

Intel sfida i chipmaker taiwanesi e rilascia finalmente il suo primo chipset per Pentium 4 che porta sul suo nuovo chippone il supporto alle memorie DDR


Las Vegas (USA) – A due mesi di distanza dal rilascio del suo primo chipset, l’i845, che portava sul Pentium 4 il supporto alle economiche memorie SDRAM PC133, Intel ha ora rilasciato sul mercato il fratellino, l’845-D, che porta invece supporto alle più veloci e costose memorie DDR SDRAM.

Il chipset, inizialmente atteso per il primo trimestre del 2002, fa seguito ai prodotti analoghi già rilasciati da Via e SiS, la prima delle quali è stata recentemente denunciata in diversi tribunali da Intel per aver commercializzato chipset per il P4 senza la relativa licenza.

La mossa di Intel riflette il nuovo rapporto contrattuale stipulato con Rambus lo scorso settembre, un accordo che finalmente spezza quei vincoli che fino a poco tempo fa la incatenavano alla partner e che le permette di supportare per il Pentium4 le memorie rivali delle RDRAM di Rambus.

Secondo quanto riporta il quotidiano taiwanese DigiTimes.com, i produttori di schede madri avrebbero espresso dubbi circa l’attuale politica di Intel di offrire, in tempi così ravvicinati, due versioni dello stesso chipset con identico prezzo e simili funzionalità: secondo i produttori, questo renderà molto difficile posizionare i due prodotti sul mercato, ponendoli in diretta concorrenza fra loro.

In ogni caso Intel sembra rivolgersi, al momento, solo alla fascia più alta del mercato visto che, rispetto ai chipset DDR offerti dai propri concorrenti, l’i845B ha un prezzo decisamente superiore: sia il P4X266 di Via che il 645 di SiS costano infatti 25$, 17$ meno della controparte Intel.

Intel spera che l’i845 possa finalmente dare la spinta giusta al Pentium 4 per sbarcare sul mercato di massa, un obiettivo che dovrà essere raggiunto entro un arco di tempo relativamente breve visto che, come Intel ha annunciato di recente, la produzione di Pentium III cesserà a partire dai primi di dicembre.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Siamo alle solite
    Si vuole levare l'uso dei coltelli da cucina a tutti perchè qualcuno li usa per ammazzare. Bah!
  • Anonimo scrive:
    Scusatemi, non riesco a capire!
    Ci ho pensato. Poi ci ho ripensato. Ci ho ancora pensato. E ci ho pensato di nuovo.Alla fine ho riesaminato tutto il mio pensare: ma come pensano che funzioni un cookie 'sti politici?Un cookie e' un meccanismo che si basa FORTEMENTE sull'autorizzazione del client.Se il browser non lo accetta il server non puo' fare niente. Altro che infilarlo di nascosto del computer dell'utente!Se poi di default il browser non ti segnala che ti stanno mandando un cookie...Io spesso uso Lynx quando sono al lavoro e, non avendo preso la briga di configurarlo completamente, mi rompe in continuazione le scatole chiedendomi se voglio accettare il cookie di questo o quell'altro sito.Perche' invece non hanno fatto una legge che obblighi i produttori di browser internet a mettere a ON di default il controllo sui cookie (che comunque si puo' attivare volendo)?Ve lo dico io perche': dopo due minuti di continue dialog box che chiedono se accettare o meno questo cookie o quell'altro l'utente spunta la voce "Non ripetere la domanda in futuro" e clicca su "Si".Non pretendo che tutti noi si sappia la fisica del motore a scoppio, ma se guidi un'automobile ti viene richiesto di conoscerne i principi fondamentali di funzionamento (sono fra l'altro argomenti dell'esame per la patente).Perche' per chi utilizza un PC o naviga su Internet non si richieda (o non si presuma) che conosca almeno i principi base di funzionamento dell'oggetto con cui intende interagire?Purtroppo Internet e i computer sono visti dai piu' come oggetti complessi e pericolosi, invece di valutarli in modo analogo a quanto viene fatto con altri oggetti e altre tecnologie (vedi anche il problema della brevettabilita' del software).
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusatemi, non riesco a capire!

      Alla fine ho riesaminato tutto il mio
      pensare: ma come pensano che funzioni un
      cookie 'sti politici?Mi hai anticipato, e' la stessa cosa che ho pensato anche io...;-)
      Se poi di default il browser non ti segnala
      che ti stanno mandando un cookie...Beh, anche Internet Explorer 6 ha introdotto una policy per i cookie che ritengo accettabile, quindi non vedo comunque il problema.
      Perche' invece non hanno fatto una legge che
      obblighi i produttori di browser internet a
      mettere a ON di default il controllo sui
      cookie (che comunque si puo' attivare
      volendo)?IE 6 ha per default un livello di protezione medio che e' a mio avviso piu' che accettabile(basta vedere in dettaglio cos'e' che blocca -e lo fa senza chiedere nulla-). Dotto
      • Anonimo scrive:
        NON PER POLEMIZZARE SU IE6
        Ma sbaglio o IE6 ha un baco per cuitutti i server possono leggere icookie di altri siti.Violando così tutte le forme di sicurezzache si basano sui cookie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusatemi, non riesco a capire!
      - Scritto da: Rompi.B
      Non pretendo che tutti noi si sappia la
      fisica del motore a scoppio, ma se guidi
      un'automobile ti viene richiesto di
      conoscerne i principi fondamentali di
      funzionamento (sono fra l'altro argomenti
      dell'esame per la patente).
      Perche' per chi utilizza un PC o naviga su
      Internet non si richieda (o non si presuma)
      che conosca almeno i principi base di
      funzionamento dell'oggetto con cui intende
      interagire?92 minuti di applausi!!!!!!!!!!!!!!!e' lo stesso paragone che faccio sempre io, purtroppo c'e' un problema di fondo...
      Purtroppo Internet e i computer sono visti
      dai piu' come oggetti complessi e
      pericolosi,...oppure come il genio della lampada che deve fare TUTTO al posto nostro (ma come, ci ho speso tanti soldi e mi tocca ancora di pensare??)non tutti ma ancora troppi non hanno la minima voglia di imparare neanche le basi che sarebbero loro utili, e per chi cerca di fare alfabetizzazione telematica tutto cio' puo' essere frustrante...per tenere il paragone, e' come se anche per cambiare una ruota (cosa per la quale si puo' fare a meno anche di conoscere i rudimenti del motore) ci si rivolgesse al soccorso stradale o al meccanico di fiducia
  • Anonimo scrive:
    Non esageriamo!
    Questa legge suo cookies è effettivamente un'idiozia, ma in fondo cosa cambia?Basterà mettere un disclaimer a carattere piccolino "questo sito utilizza cookies" Come del resto già diversi webmaster fanno.
  • Anonimo scrive:
    Ottimo esempio di IGNORANZA dei Politici
    Non ci sono commenti ! Tutto cio' dimostra come le leggi le facciano sempre le persone PIU' IGNORANTI IN MATERIA !
  • Anonimo scrive:
    Idea...

    Va detto però che sull'opt-out la decisione
    presa dall'assemblea comunitaria appare
    contraddittoria. Il meccanismo dell'opt-out è
    stato scelto, infatti, solo per quanto riguarda
    la posta elettronicaPerché non sottoscriviamo tutti gli indirizzi e-mail dei parlamentari europei a un mezzo centinaio di mailing-list ad alto traffico?
  • Anonimo scrive:
    Basta che posso spammare
    SPAM THE UNIVERS huahuahuahauhauhauahu
  • Anonimo scrive:
    Favorevoli e contrari
    www3.europarl.eu.int/omk/omnsapir.so/pv1?PRG=CALDOC&LANGUE=IT&TPV=PROV&FILE=011113&TYPE=PARTIE_39
  • Anonimo scrive:
    mi mandi spam? ok, la guerra e`aperta
    Cari furbetti che sperate di mandare spam indisturbati, attenzione...Pino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
    Per chi dice "VAI" "GRANDE" "ERA ORA !! " una premessa : - Caro amico , Internet non l'hai proprio capito ! La legge 675 ha provocato un morboso attaccamento alla privacy che se ci guardiamo attorno proprio non esiste . Dopo la legge tutti ti dicono che se vuoi una cosa devi autorizzare l'uso dei dati e quindi prendere o lasciare . Come dire ... fatta legge .. trovato l'inganno . I cookies servono a gestire molte funzioni importanti che facilitano la vita dell'utente ( voglio vedere se in un sito devi mettere la pass ogni pagina che sfogli o se basta una sola volta ) nei siti internet. In cambio il gestore del sit riesce a sapere "chi fa cosa" ma non per gusto e libidine personale o per divulgarlo come pettegolezzo da cortile . Questi profili servono a inserire i contenuti sempre piu' a misura d'utente . In pratica se frequenti un sito e ti piace avere info su un determinato argomento ne troverai sempre di piu' . Non vuoi i cookies ? Pazienza il nostro servizio diminuisce il valore costruito anche e cio' che si trovera' nella rete pure. Ricordiamoci che gli utenti internet pagano solo la telefonata !! Il resto della rete e finanziata da chi rischia denaro in cambio di un solo cookie ... o di poche informazioni .Ragazzi !? Andiamo per priorità !! Prima bisogna combattere chi distrugge internet e la rende debole ( hacker , virus , spammer ecc ) poi Mettiamo regole all'uso dei cookies . Ciao a tutti . Si accettano risposte .. sono gradite anche le solite polemiche .
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
      - Scritto da: now
      Per chi dice "VAI" "GRANDE" "ERA ORA !! "
      una premessa : - Caro amico , Internet non
      l'hai proprio capito !

      La legge 675 ha provocato un morboso
      attaccamento alla privacy che se ci
      guardiamo attorno proprio non esiste . Dopo
      la legge tutti ti dicono che se vuoi una
      cosa devi autorizzare l'uso dei dati e
      quindi prendere o lasciare . Come dire ...
      fatta legge .. trovato l'inganno .

      I cookies servono a gestire molte funzioni
      importanti che facilitano la vita
      dell'utente ( voglio vedere se in un sito
      devi mettere la pass ogni pagina che sfogli
      o se basta una sola volta ) nei siti
      internet. In cambio il gestore del sit
      riesce a sapere "chi fa cosa" ma non per
      gusto e libidine personale o per divulgarlo
      come pettegolezzo da cortile .
      Questi profili servono a inserire i
      contenuti sempre piu' a misura d'utente .
      In pratica se frequenti un sito e ti piace
      avere info su un determinato argomento ne
      troverai sempre di piu' . Non vuoi i cookies
      ? Pazienza il nostro servizio diminuisce il
      valore costruito anche e cio' che si
      trovera' nella rete pure.
      Ricordiamoci che gli utenti internet pagano
      solo la telefonata !! Il resto della rete e
      finanziata da chi rischia denaro in cambio
      di un solo cookie ... o di poche
      informazioni .
      Ragazzi !? Andiamo per priorità !! Prima
      bisogna combattere chi distrugge internet e
      la rende debole ( hacker , virus , spammer
      ecc ) poi Mettiamo regole all'uso dei
      cookies .
      Ciao a tutti .
      Si accettano risposte .. sono gradite anche
      le solite polemiche . Ti sei dimenticato una cosa importante:L'alternativa al cookie è di scrivere su db tutte queste preferenze di cui parli.Quindi x l'utente finale cambia ben poco...Per i siti cambia invece il carico di lavoro sul db...
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
        Parlo con cognizione di causa perchè la mia tesi di laurea si occupa di portali internet adattivi e metodologie correlate....Il database con le preferenze dell'utene VIENE sempre compilato quando questi compila la form di registrazione, sceglie una login e una password etc..Ma il cookie serve per una seconda fase del processo di personalizzazione dei contenuti offerti all'utente: ovvero riconoscerlo quando si collega al sito, presentargli istantaneamente le cose che più incontrano i suoi gusti anche se non effettua la procedura di login...Eliminando i cookie vedremo i portali e i siti multicontenuti diventare accessibili solo mediante obbligatoria login...Se UE ha sabilito che dobbiamo compilare ogni volta due campi anche solo per leggere una notizia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
          - Scritto da: Artemis
          Parlo con cognizione di causa perchè la mia
          tesi di laurea si occupa di portali internet
          adattivi e metodologie correlate....Beh, io lo faccio x lavoro...:-)
          Il database con le preferenze dell'utene
          VIENE sempre compilato quando questi compila
          la form di registrazione, sceglie una login
          e una password etc..ok
          Ma il cookie serve per una seconda fase del
          processo di personalizzazione dei contenuti
          offerti all'utente: ovvero riconoscerlo
          quando si collega al sito, presentargli
          istantaneamente le cose che più incontrano i
          suoi gusti anche se non effettua la
          procedura di login...
          Eliminando i cookie vedremo i portali e i
          siti multicontenuti diventare accessibili
          solo mediante obbligatoria login...Se UE ha
          sabilito che dobbiamo compilare ogni volta
          due campi anche solo per leggere una
          notizia...okspesso in questio cookie si mettono anche le preferenze oltre a username e password.eliminano i cookie ci sarà la login come dici te, ma poi le preferenze non le si leggono dal cookie, ma dal db.
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
          - Scritto da: Artemis
          Parlo con cognizione di causa perchè la mia
          tesi di laurea si occupa di portali internet
          adattivi e metodologie correlate....
          Il database con le preferenze dell'utene
          VIENE sempre compilato quando questi compila
          la form di registrazione, sceglie una login
          e una password etc..
          Ma il cookie serve per una seconda fase del
          processo di personalizzazione dei contenuti
          offerti all'utente: ovvero riconoscerlo
          quando si collega al sito, presentargli
          istantaneamente le cose che più incontrano i
          suoi gusti anche se non effettua la
          procedura di login...
          Eliminando i cookie vedremo i portali e i
          siti multicontenuti diventare accessibili
          solo mediante obbligatoria login...Se UE ha
          sabilito che dobbiamo compilare ogni volta
          due campi anche solo per leggere una
          notizia...E allora a cosa servono i vari programmini Spyware???
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
        Ma senza Cookies non hai univocità nello scrivere i dati nel DB .
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
          - Scritto da: Now
          Ma senza Cookies non hai univocità nello
          scrivere i dati nel DB . ?????????
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
          Questa non l'ho capita nemmeno io....Mi spieghi?- Scritto da: Now
          Ma senza Cookies non hai univocità nello
          scrivere i dati nel DB .
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti

          Ma senza Cookies non hai univocità nello
          scrivere i dati nel DB . se ti riferisci alle sessioni, stai affermando una stronzata; altrimenti il tuo post manca di senso...
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
        - Scritto da: x - :
        Ti sei dimenticato una cosa importante:
        L'alternativa al cookie è di scrivere su db
        tutte queste preferenze di cui parli.
        Quindi x l'utente finale cambia ben poco...
        Per i siti cambia invece il carico di lavoro
        sul db...Ma scherziamo ? Devo appesantire il carico del server per una cosa del genere ?Signori e' molto piu' semplice: chi vuole utilizzare il servizio approva un contratto di servizio con una clausola che autorizza l'uso dei cookie per il mio servizio. Se l'utente mi autorizza entra nel sito, altrimenti sono fatti suoi. Tutto qua!Per i siti che non fanno un uso "commerciale" dei cookie, bastera' mettere un "alert" all'apertura della prima pagina, in cui si chiede di approvare l'uso dei cookie per ragioni di servizio.Sinceramente non vedo questo gran problema: chi fa un uso "pulito e corretto" dei cookie non avra' problemi! Chi ne fa un uso "sporco" e delinquenziale andra' contro la legge.
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
          - Scritto da: lord auberon

          - Scritto da: x - :

          Ti sei dimenticato una cosa importante:

          L'alternativa al cookie è di scrivere su
          db

          tutte queste preferenze di cui parli.

          Quindi x l'utente finale cambia ben
          poco...

          Per i siti cambia invece il carico di
          lavoro

          sul db...

          Ma scherziamo ?
          Devo appesantire il carico del server per
          una cosa del genere ?E' esattamente quello che ho detto.Uso i cookie apposta x questo!
          Signori e' molto piu' semplice: chi vuole
          utilizzare il servizio approva un contratto
          di servizio con una clausola che autorizza
          l'uso dei cookie per il mio servizio. Se
          l'utente mi autorizza entra nel sito,
          altrimenti sono fatti suoi.
          Tutto qua!Se dico una cosa simile ai miei clienti, minimo mi sparano!Scherzi?Chi vuole utilizzare il servizio?Un portale deve fare di tutto x attirare utenti!E te proponi questo tipo di out-out?
          Per i siti che non fanno un uso
          "commerciale" dei cookie, bastera' mettere
          un "alert" all'apertura della prima pagina,
          in cui si chiede di approvare l'uso dei
          cookie per ragioni di servizio.L'ho provato su un mio sito amatoriale.Su 6 utenti invitati da me, 3 hanno accettato,2 mi hanno chiamato il giorno dopo x chiedere spiegazioni e hanno approvato in seguito.Uno non ha neanche chiamato.Ed erano amici, avvisati di persona da me!
          Sinceramente non vedo questo gran problema:
          chi fa un uso "pulito e corretto" dei cookie
          non avra' problemi! Chi ne fa un uso
          "sporco" e delinquenziale andra' contro la
          legge.LA legge doveva punire questi ultimi, non limitare tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
            Guarda un po' questo sito: o rispondi OK oppure non entri! Evidentemente hanno un buon fatturato comunque! (http://ita.... NO GRAZIE!!)http://italy.lgservice.com/
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
            - Scritto da: elmix
            Guarda un po' questo sito: o rispondi OK
            oppure non entri! Evidentemente hanno un
            buon fatturato comunque! (http://ita.... NO
            GRAZIE!!)
            http://italy.lgservice.com/Che razza di sito è?Mi fa scaricare un file .exe !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
            E' il sito della LG (elettronica e Monitor di discreta qualità!!).Ho avuto un problema con un monitor, e telefonando al numero verde, ti suggeriscono di visitare il loro sito!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
            Togli Getright... o chi per lui e il sito si apre... certo, un applauso al webmaster a nominare la home page .exe :)))Ciaooooooooooooooooooooooo W i coockies
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
            - Scritto da: Busana
            Togli Getright... o chi per lui e il sito si
            apre... certo, un applauso al webmaster a
            nominare la home page .exe :)))ROTFL-issimo!
            Ciaooooooooooooooooooooooo
            W i coockiesThanx
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamone a meno e tutto ricade cmq sugli utenti
      Guarda, il tuo commento è veramente azzeccato. Con questa storia della privacy e dello spam la gente ti si attacca come un mastino se gli mandi una mail, poi la sera prende la macchina (e sul parabrezza ci sono i volantini), torna a casa e lì trova la casella di posta (fisica) strapiena di volantini dei vari iper e supermercati...... nessuno si lamenta di questi!!! Non è forse posta non sollecitata? Non è forse SPAM? Per inciso, questi volantinari spesso lasciano la loro merce fuori della casella, basta un po' di vento e lo spam del vicino viene nel mio giardino, e io la domenica mattina lo devo anche raccogliere! Come lo odio!!!!!Io faccio parte di una struttura che offre servizi di connettività per aziende. Una volta mi si è rivoltato un tipo che aveva ricevuto da uno dei nostri clienti, possessore di un indirizzo di posta presso di noi, una (una, non dieci) e-mail che pubblicizzava un servizio. Ci ho messo due minuti a scoprire che questo tipo aveva pubblicato la sua casella di posta sul suo sito internet, con tanto di invito (se volete contattarci...). Poi quando lo contatti minaccia la denuncia alla polizia postale... Questa è gente che non ha nulla da fare tutto il giorno!!!!Ma tant'è, e lo dico con il massimo disgusto, siamo italiani. Quando siamo in fila in un ufficio pubblico e l'impiegato allo sportello chiacchiera con un suo amico al telefono, la gente in fila bofonchia, ma nessuno ha mai il coraggio di dirne quattro sul muso all'impiegato: dopo, chissà che fine farebbe la mia pratica.... Poi però uno si nasconde dietro l'anonimato di una casella di posta per sfogare tutti i suoi più bassi istinti sbandierando privacy e libertà. Scusate lo sfogo.
  • Anonimo scrive:
    Esiste un SW per...
    ...simulare una risposta automatica dal tuo indirizzo email che segnali l'inesistenza del indirizzo stesso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste un SW per...
      Si ! E' un componente ASP che verifica l'esistenza di una casella prima di accettare una registrazione in una form . Cerca nei siti che offrono componenti per pagine ASP .
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste un SW per...
        Mi spiego meglio. Qualcuno mi manda una mail di spam, io (il SW) gli devo far credere che il mio indirizzo non esiste...
        • Anonimo scrive:
          Re: Esiste un SW per...
          Non so a cosa possa servire visto che in genere lo spam e' fatto da robot, ma puoi comporre una mail ad hoc da rispedire indietro ai tipacci: (sostituisci i vari campi al tuo caso e l'effetto sara' divertente)Oggetto: Returned mail: User unknownCorpo:The original message was received at Fri, 15 Sep 2000 10:44:06 +0200from NOMEHOSTDELTUOSMTP [215.22.11.5] ----- The following addresses had permanent fatal errors ----- ----- Transcript of session follows -----... while talking to 194.141.25.5.:


          RCPT To:
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste un SW per... (ah dimenticavo)
            mettiti anche come email mittente: MAILER-DAEMON@NOMEHOSTDELTUOSMTPe come nome mittente: Mail Delivery Subsystemdivertiti
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste un SW per...

            Non so a cosa possa servire visto che in
            genere lo spam e' fatto da robotInfatti non serve assolutamente a nulla se non a perdere tempo (ed a contribuire all'eccesso di mail provocato dallo spam) proprio per il motivo che dici.Una soluzione minimale ma almeno un minimo efficace consiste nell'uso di filtri a livello di server, ossia il TUO mail server dovrebbe rispondere negativamente (parlo di risposte secondo lo standard SMTP, non di email!) quando il mittente viene riconosciuto come uno spammer.Altrimenti se parliamo di normali utenti l'unica arma a tua disposizione e' l'uso di software anti-spam: prova Spam Terminator (www.sertel.net/terminator/), e' freeware e l'ho creato qualche anno fa proprio perche' nessun programma aveva le caratteristiche di filtraggio che cercavo (ed il recente Terminator 2.2 e' in grado di filtrare automaticamente -ossia senza alcun intervento da parte dell'utente- oltre il 90% dello spam!)ABBASSO LO SPAM! Dotto
  • Anonimo scrive:
    Piu' che giusto!
    E' l'utente che deve poter decidere cosa filtrare. Anzi, un firewall ormai dovrebbe essere integrato ne lsistema operativo. E' ora di finirla con gli spy-ware.
  • Anonimo scrive:
    ADUC
    PARLAMENTO EUROPEO E MESSAGGI E-MAILCOMUNICATO STAMPA DELL'ADUCAssociazione per i diritti degli utenti e consumatoriURL: http://www.aduc.itmailto aduc.it@aduc.itTel.055290606 - 0552302266DECIDERE DI NON DECIDERE: IL SALVAGENTE PER LE SITUAZIONI SCOMODE QUESTAVOLTA IMPEDISCE DI AMMAZZARE LA POSTA ELETTRONICA.Firenze, 14 Novembre 2001. Ieri il Parlamento Eruopeo ha deciso di nondecidere rispetto ad alcune regole per l'invio di E-mail pubblicitarie. Gia'nello scorso settembre aveva rinviato la seduta, ma ieri, di fronte alsistema opt-in (l'invio solo a chi ne fa esplicita richiesta) e a quelloopt-out (la sospensione dell'invio a chi ne fa esplicita richiesta), hausato -dice il presidente dell'Aduc, Vincenzo Donvito- il tradizionalesalvagente comunitario per tutto cio' su cui non riesce a trovare un accordosoddisfacente: ogni Stato nazionale faccia come crede. Alla facciadell'Europa unita alla soglia dell'euro!Rispetto alla ventilata approvazione del sistema opt-in, e' evidente che noipreferiamo questa situazione: l'invio di pubblicita' solo a chi ne avessefatto esplicita richiesta, sarebbe come se, per mettere un fogliopubblicitario in una cassetta postale nel portone di un palazzo, ognioperatore dovesse avere prima il consenso del proprietario di quellacassetta, o se qualunque call-center, prima di telefonare dovesse chiedereun esplicito consenso a farlo. Il preambolo per relegare alla serie B laposta elettronica, non consentendo di fare con questo sistema cio' che e'lecito per tutti gli altri: un campanello di allarme ad un ridimensionamentodell'E-mail, quasi come "mezzo dorato", regno conquistato di una presuntaprivacy, e quindi meritevole anche di una tassa (questo mentre in Usa -causaallarme antrace- lo stesso Governo invita insistentemente a fare uso solo diposta elettronica). L'obbligo dell'opt-in puo' venire in mente solo a chi hauna concezione e una pratica statica della Rete, dove tutto deve rimanerefermo al sistema "chiamata telefonica / pagamento a tempo di connessione",per cui scaricare tanta posta costa di piu': un sistema che, nonostante lelimitazioni dell'operatore monopolista dell'ultimo miglio e della bandalarga e il continuo tentennare dell'Autorita' Tlc che non sblocca lasituazione, non potra' non essere superato, con quei collegamenti che (comel'Adsl) non sono a tempo, ma a contratto per un uso 24 ore su 24.Per cui, per il momento, meglio cosi'. Avremmo preferito un colpo diintelligenza del Parlamento Europeo, magari decidendo di non decidereperche', in materia, non ci possono essere regole italiane o europee, inquanto nessuno impedisce ad una azienda di farsi pubblicita' inviandomessaggi E-mail da un provider delle isole Vanuatu (Oceania) che sottosta'al diritto e alle leggi di quel Paese. Sarebbe stato un segnale nonsecondario negli intricati, difficili e spesso impossibili metodi di normareInternet. Ma il Parlamento Europeo ha preferito lavarsene le mani e quindisoldi, persone, traduttori, spostamenti (insomma tutto cio' che e' connessoai costi economici della tenuta di diverse sessioni in commissione aBruxelles e plenarie a Strasburgo), non sono serviti a nulla. Ci sara' unmomento in cui i salvagenti degli Stati nazionali non ci saranno piu', eognuno, specialmente un organo legislativo come un Parlamento, sara'responsabile delle sue azioni? Ce lo auspichiamo, anche a rischio chevengano approvate norme che non ci piacciono, ma di fronte alle qualiavremmo un interlocutore preciso e con precisi poteri e capacita' didecidere.
    • Anonimo scrive:
      Re: ADUC
      ADUCMAN non c'e speranza ora si spammaiuuuuuuuuuu
    • Anonimo scrive:
      Re: ADUC
      - Scritto da: ADUCMAN
      Rispetto alla ventilata approvazione del
      sistema opt-in, e' evidente che noi
      preferiamo questa situazione: l'invio di
      pubblicita' solo a chi ne avesse
      fatto esplicita richiestaLo sappiamo bene che siete degli spammer di merda.
    • Anonimo scrive:
      Re: ADUC
      - Scritto da: ADUCMAN
      PARLAMENTO EUROPEO E MESSAGGI E-MAILCerto che è bello leggere un messaggio antispam in plurale majestatis di un campione dello spam.Complimenti! Poche idee ma confuse eh?
    • Anonimo scrive:
      Cara ADUC... stai sbagliando!

      COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
      Rispetto alla ventilata approvazione del sistema opt-in, e' evidente che
      noi preferiamo questa situazione: l'invio di pubblicita' solo a chi ne
      avesse fatto esplicita richiesta, sarebbe come se, per mettere un foglio
      pubblicitario in una cassetta postale nel portone di un palazzo,
      ogni operatore dovesse avere prima il consenso del proprietario di
      quella cassettaCara ADUC, mi spiace doverlo notare ma qui stai sbagliando e questo mi delude molto visto che in passato ho avuto modo di apprezzare i vostri interventi.Primo, in quanto associazione in difesa dei consumatori dovreste avere piu' a cuore i diritti dei consumatori rispetto a quelli delle aziende.Secondo, il paragone da voi fatto e' assolutamente ridicolo ed insulta l'intelligenza vostra e dei vostri tutelati: il volantino messo nella cassetta ha un COSTO unitario ben preciso e non trascurabile ed e' a carico dell'azienda che promuove tale pubblicita', mentre la mail ha costo ZERO.Quindi se io nella mia cassetta postale trovo ogni giorno uno o due volantini posso riconoscerli immediatamente e cestinarli, non mi danno particolare fastidio. Discorso diverso e' per l'email: dato il suo costo nullo e la possibilita' di raggiungere un numero elevatissimo di persone, ne viene fatto un uso (ossia un abuso) da parte di molte aziende, tanto che si puo' arrivare a percentuali elevatissime di e-mail non desiderate, con conseguente sovraccarico non solo della capacita' delle caselle e delle linee dati che veicolano questi MILIONI di emssaggi indesiderati, ma anche un lavoro da parte dell'utente che e' scomodo (ricordiamoci che un volantino lo riconosco subito perche' e' diverso dalla normale posta, uno spam e' apparentemente identico alle altre!) e fastidioso.Spero quindi che rivediate presto la vostra posizione in merito, poiche' per altre cose vi ho apprezzato ma a mio modesto avvio il suo persistere potrebbe provocare malcontento nei vostri associati e, in fin dei conti, discreditare la vostra immagine di "difensori" dei consumatori. Ed a' l'ultima cosa che un'associazione di difesa dei consumatori dovrebbe volere.A meno che non sia lei stessa interessata allo spam. Dotto
  • Anonimo scrive:
    Europarlamentari????????
    La pubblicità che giornalmente mi trovo nella cassetta della posta va bene, quella che mi trovo in email no?Fra l'altro posso informare il sito per evitare di spedirmele mentre con quella di casa....A me sembra che quella gente abbia del buon tempo libero........
    • Anonimo scrive:
      Re: Europarlamentari????????
      - Scritto da: Bilbo
      La pubblicità che giornalmente mi trovo
      nella cassetta della posta va bene, quella
      che mi trovo in email no?La pubblicita' in cassetta occupa circa 3sec. del mio tempo per essere buttata.La pubblicita' in casella occupa molto di piu' (dipende dalle dimensioni della mail e dal pattume che c'e' dentro) e oltretutto occupa spazio prezioso.Pero' se a te piace ti mando anche la mia.
      Fra l'altro posso informare il sito per
      evitare di spedirmele mentre con quella di
      casa....Cosi' il sito cambia indirizzo di spedizione il giorno dopo e te la rimanda. Geniale.
      A me sembra che quella gente abbia del buon
      tempo libero........beh calcolando che sono riusciti a fare il contrario di quello che gli veniva chiesto lo penso anche io
      • Anonimo scrive:
        Re: Europarlamentari????????

        La pubblicita' in cassetta occupa circa
        3sec. del mio tempo per essere buttata.Invece nel client di posta quanto ci metti x cancellarla? e la carta x stampare quella della buchetta? quanti alberi hanno tagliato?
        La pubblicita' in casella occupa molto di
        piu' (dipende dalle dimensioni della mail e
        dal pattume che c'e' dentro) e oltretutto
        occupa spazio prezioso.HD da 20Gb = 400.000L1Mb = 20Lveramente troppo prezioso....

        Fra l'altro posso informare il sito per

        evitare di spedirmele mentre con quella di

        casa....
        Cosi' il sito cambia indirizzo di spedizione
        il giorno dopo e te la rimanda. Geniale.invece quella in buchetta te la manda senza nemmeno il pb di dover cambiare indirizzo...
        A me sembra che quella gente abbia del
        buon tempo libero........su questo tutti d'accordo invece :Dpeace
        • Anonimo scrive:
          Re: Europarlamentari????????
          - Scritto da: max




          La pubblicita' in cassetta occupa circa

          3sec. del mio tempo per essere buttata.
          Invece nel client di posta quanto ci metti x
          cancellarla? e la carta x stampare quella
          della buchetta? quanti alberi hanno
          tagliato? Ok, non volevo certo dire che la pubblicita' in cassetta era cosa gradita...

          La pubblicita' in casella occupa molto di

          piu' (dipende dalle dimensioni della mail
          e

          dal pattume che c'e' dentro) e oltretutto

          occupa spazio prezioso.
          HD da 20Gb = 400.000L
          1Mb = 20L
          veramente troppo prezioso....parlavo di spazio server... a casa ho tutte le mail ricevute dal '96 (con tutta la pubblicita' cancellata, of course)... in quanto al costo mi capita spesso di usare il cellulare, e 100k non graditi (peraltro cancellati senza neanche guardarli) mi rompono le scatole. Se butto via soldi per colpa mia mi da fastidio, regalarli ai ladri delle TLC per ricevere una mail inutile mi irrita. Sono delicato?


          Fra l'altro posso informare il sito per


          evitare di spedirmele mentre con
          quella di


          casa....

          Cosi' il sito cambia indirizzo di
          spedizione

          il giorno dopo e te la rimanda. Geniale.
          invece quella in buchetta te la manda senza
          nemmeno il pb di dover cambiare indirizzo...Come sopra. Non ho detto che sono felice di ricevere idiozie in cassetta, sono felice che il mio nome non sia sull'elenco telefonico (chissa perche'...) e non ho intenzione di mettercelo, indovina un po' perche'?

          A me sembra che quella gente abbia del

          buon tempo libero........
          su questo tutti d'accordo invece
          :D

          peacepeace
          • Anonimo scrive:
            Re: Europarlamentari????????

            parlavo di spazio server... a casa ho tutte
            le mail ricevute dal '96 (con tutta la
            pubblicita' cancellata, of course)... in
            quanto al costo mi capita spesso di usare il
            cellulare, e 100k non graditi (peraltro
            cancellati senza neanche guardarli) mi
            rompono le scatole. Se butto via soldi per
            colpa mia mi da fastidio, regalarli ai ladri
            delle TLC per ricevere una mail inutile mi
            irrita. se la metti cosi'... in effetti è una rogna. anche se continuo a pensare che sia 1000 volte peggio la carta!
            Sono delicato?assolutamente :Dpeace
    • Anonimo scrive:
      Re: Europarlamentari????????
      - Scritto da: Bilbo
      La pubblicità che giornalmente mi trovo
      nella cassetta della posta va bene, quella
      che mi trovo in email no?Spam = pubblicita' in buca e' il parallelo che fanno tutti quelli ignoranti (nel senso che ignorano) su internet. Compresi i nostri politici.
  • Anonimo scrive:
    E VAI
    Finalmente posso spammare iuuuuuuuuuuu
  • Anonimo scrive:
    Tutto il contrario di ciò che andava fatto!!!
    incredibile hanno fatto ESATTAMENTE tutto il contrario di ciò che andava fatto..!!!Così:COOKIE1. I siti stranieri con strapotere e quelli europei nullo.OPT-OUT2. Dal resto del mondo ci arriverà tanta di quella merda.. incredibile I N C R E D I B I L E
  • Anonimo scrive:
    opt_out & cookie
    Opt_Out:Ho una proposta.Hanno approvato questa buffonata, ora sarebbe bello fargli capire che cosa significhi cancellare ogni giorno decine di mail inutili.Da oggi inviero' con cadenza oraria a vari europarlamentari email completamente inutili fino a che non mi chiederanno di piantarla (ora e' legale e posso farlo :)))Se lo facessimo tutti, forse un po di fastidio glielo procuriamo.Cookie:Questa e' veramente fantastica. La maggior parte delle applicazioni web si basa sui cookies (autenticazione utente, preferenze varie...) e ora voglio proprio vedere che cosa bisognera' inventarsi per modificare il codice esistente.E' bello quando dei perfetti imbecilli legiferano su cose che nemmeno conoscono.
    • Anonimo scrive:
      Re: opt_out & cookie

      Opt_Out:
      Ho una proposta.
      Hanno approvato questa buffonata, ora
      sarebbe bello fargli capire che cosa
      significhi cancellare ogni giorno decine di
      mail inutili.5 secondi per email100 email= 500 secondi, meno di 10 minutivuoi dirmi che non hai 10 minuti di tempo da "buttare" viaoppure ti arrivano 1.000 proposte il giorno?
      Cookie:
      Questa e' veramente fantastica. La maggior
      parte delle applicazioni web si basa sui
      cookies (autenticazione utente, preferenze
      varie...) e ora voglio proprio vedere che
      cosa bisognera' inventarsi per modificare il
      codice esistente.d'accordo

      E' bello quando dei perfetti imbecilli
      legiferano su cose che nemmeno conoscono.anche questo è inconfutabile
  • Anonimo scrive:
    La classe politica torni a scuola!
    Niente cookie senza permesso?Bene!Date l'addio ai siti di e-commerce.Aspettatevi la chiusura di TUTTI i portali per modifiche del codice.Riabituatevi a dover riscrivere ogni volta username e pwd.Spesso mi chiede se chi legifera su internet ne capisca veramente qualcosa.:-(((
    • Anonimo scrive:
      Re: La classe politica torni a scuola!
      Esagerato, basta fare in modo che venga chiesto all'utente se vogliono o meno accettare i cookies.Punto-informatico fa' parzialmente cosi (a parte per la pubblicita').Probabilmente a certi eccessi non si arriverebbe se 'certi' broswer non facessero le cose in maniera nascosta senza chiede conferma all'utente.
      • Anonimo scrive:
        Re: La classe politica torni a scuola!
        - Scritto da: --
        Esagerato, basta fare in modo che venga
        chiesto all'utente se vogliono o meno
        accettare i cookies.
        Punto-informatico fa' parzialmente cosi (a
        parte per la pubblicita').

        Probabilmente a certi eccessi non si
        arriverebbe se 'certi' broswer non facessero
        le cose in maniera nascosta senza chiede
        conferma all'utente.Il punto è che non so se basti farlo presente all'utente una volta (nel caso di PI che hai citato alla registrazione) o ad ogni accesso all'HD tramite cookie.Comunque non riesco ancora a vedere che danno alla privacy possa fare un cookie che non possa essere fatto con una normalissima pagina ASP (o JSP o php o altro).
        • Anonimo scrive:
          Re: La classe politica torni a scuola!
          - Scritto da: x - :]zac[
          Il punto è che non so se basti farlo
          presente all'utente una volta (nel caso di]zac[Il dubbio e' legittimo considerando la testa dei pollitici ...
          Comunque non riesco ancora a vedere che
          danno alla privacy possa fare un cookie che
          non possa essere fatto con una normalissima
          pagina ASP (o JSP o php o altro).Mettiamola cosi, i sistemi di pubblicita', i sistemi di tracciamento, i sistemi anti privacy, con la complicita' di broswer 'non ti faccio vedere e poter scegliere niente', hanno creato una situazione 'pericolosa' in cui l'utente e' quasi uno 'schiavo', siccome i tizi di cui sopra non vogliono sentir ragione perche' li ci fanno i soldi, gli arriva la mazzata da un'altra parte.Tipo con quelli delle sigarette, avete voluto fare i furbi e negare ai vostri utenti le necessarie informazioni (e quindi di poter scegliere)? giu' legnate a suon di risarcimenti.
  • Anonimo scrive:
    La rovina dei siti di ecommerce
    come da Titolo
  • Anonimo scrive:
    Non abbattete i Cookie
    Non li toccate.Senza i cookie come faccio a sapere che siti vedete?Senza i cookie come faccio a spiarvi?E mi volete levare anche gli spyware??? EPPOI?????? La rivoluzione?????????
  • Anonimo scrive:
    No Spam
    Chi usa l'opt out è un maleducatoL'europa è maleducata se sceglie l'opt outAllucinante
Chiudi i commenti