Editoria, quella registrazione è una ghigliottina

Anche se richiede solo l'iscrizione gratuita, il sito del Times ha già perso metà dei visitatori. Intanto De Benedetti spera in un'azione congiunta di Apple, Google, Microsoft e editori

Roma – Le prime stime relative all’efficacia dei sistemi di accesso controllato ai contenuti non sembrano dare ragione al modello a pagamento: solo il fatto di chiedere una registrazione si traduce per esempio in un minore flusso di traffico per il britannico The Times .

Lo studio, condotto da Hitwise , mostra che solo la barriera della registrazione, anche se tale misura non comporta alcun pagamento, ha dimezzato il traffico del giornale . Pur se i numeri devono essere presi con le molle dal momento che non si conosce l’effettiva trasversalità dei dati raccolti dall’azienda, sono i primi sul sistema implementato dal giornale britannico.

C’è da sottolineare che Rubert Murdoch, tycoon dell’editoria e leader ideale di questa visione del business delle notizie online, ha sempre affermato che si potranno trarre le dovute considerazioni solo nel momento in cui la maggior parte degli operatori si convertiranno al modello a pagamento e che a questo dato andrebbero integrati i numeri relativi alla vendita della versione cartacea. Ma una diminuzione del 50 per cento solo per la barriera di un’iscrizione gratuita dovrebbe far riflettere gli editori che stanno studiando un nuovo modo per trarre profitto dalle loro notizie.

Oltretutto la statistica mostra anche che, una volta bloccati dalla pagina di registrazione, gli utenti deviano verso un diretto concorrente del Times, come il Telegraph o il Guardian .

Nonostante questo, gli editori continuano a cercare un modo per trasformare l’attuale modello free in un business a pagamento: la crisi economica (costata ai giornali l’improvvisa mancanza delle necessarie entrate finanziarie) sembra aver lasciato il segno. In Italia De Benedetti si chiede , a tal proposito, se sarà iPad o saranno le nuove iniziative di Google a rappresentare la necessaria ancora di salvezza per i giornali online. E auspica un’iniziativa sinergica che coinvolga Cupertino, Mountain View e gli editori. In cui, magari, si potrebbe inserire anche Microsoft, per il momento distaccata su questo settore.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qwa aqw scrive:
    big
    Avete rotto il pazzo voi e le vostre big.Prima bigG, poi bigM, ora bigIFra poco Apple diventerà bigA e Punto Informatico bigP: gran Pacco
  • winboy scrive:
    atom lol
    ahah atom...che ridicoliquasi mi faccio l'iPad.
  • iRoby scrive:
    X86 devi morire!
    Ma perché ancora questi x86 del menga?Intel vuole a tutti i costi vendere quelle schifezze e fare concorrenza ad ARM? Ma vadano via!Su una CPU x86 c'è tutta un'elettronica ridondante di traduzione dal vecchio set di istruzioni x86 al RISC interno del core, che consuma energia.Su un RISC puro ciò non c'è e si risparmia in costi di produzione ed energia. Intel deve smetterla di propinare sempre i suoi prodotti in qualsiasi salsa.Gli smartphone non hanno bisogno di Atom, e sfido produttori a utilizzarli e utenti a comprarli.
    • ullala scrive:
      Re: X86 devi morire!
      - Scritto da: iRoby
      Ma perché ancora questi x86 del menga?

      Intel vuole a tutti i costi vendere quelle
      schifezze e fare concorrenza ad ARM? Ma vadano
      via!
      Su una CPU x86 c'è tutta un'elettronica
      ridondante di traduzione dal vecchio set di
      istruzioni x86 al RISC interno del core, che
      consuma
      energia.
      Su un RISC puro ciò non c'è e si risparmia in
      costi di produzione ed energia. Intel deve
      smetterla di propinare sempre i suoi prodotti in
      qualsiasi
      salsa.
      Gli smartphone non hanno bisogno di Atom, e sfido
      produttori a utilizzarli e utenti a
      comprarli.Quoto tutto
      • Paolo Nocco scrive:
        Re: X86 devi morire!
        Perchè non la pensate da un altro punto di vista?Ritenete che sia poco il fatto di poter installare Android sui Netbook? Io no.
        • iRoby scrive:
          Re: X86 devi morire!
          Non è meglio se i netnook hanno ARM? Migliore autonomia, semplicità e costi inferiori a parità o superiori prestazioni.Toshiba ha rotto il ghiaccio, presentando il primo netbook ARM.Vediamo cosa succede.Questa mossa di Intel, ne mostra la sua paura!
        • ullala scrive:
          Re: X86 devi morire!
          - Scritto da: Paolo Nocco
          Perchè non la pensate da un altro punto di vista?

          Ritenete che sia poco il fatto di poter
          installare Android sui Netbook? Io
          no.Un netbook con atom non rappresenta alcun progresso (rapporto consumo potenza ecc.) .... anzi.Un netbook con tegra2 e A9 dual core si!Non è che non si pensi al netbook anzi!è che occorre un netbook che dal punto di vista costi/consumi sia all'altezza di quanto i moderni SoC posono offrire in fatto di potenza e in fatto di durata della batteria.Intel allo stato attuale non ha soluzioni tecnologiche competitive (Atom è molto lontano da questi traguardi).Intel può fare di molto meglio ma certo per farlo deve abbandonare (per questa classe di proXXXXXri) la architettura x86 in cui per ottenere prestazioni l'unica soluzione è "pompare il clock" e quindi il consumo.Le architetture risc hanno da questo punto di vista vantaggi ENORMI.Non si sta parlando delle architetture finalizzate al mondo "desktop tradizionale" si parla di mobilità e li il fattore consumi è critico!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            Le architetture risc hanno da questo punto di
            vista vantaggi
            ENORMI.Si negli anni 70 forse era così. Studiare e aggiornarsi un po' prima di scrivere.http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.html
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            Le architetture risc hanno da questo punto di

            vista vantaggi

            ENORMI.

            Si negli anni 70 forse era così. Studiare e
            aggiornarsi un po' prima di
            scrivere.Negli anni 70 le architetture singolo chip RISC non esistevano addirittura forse è meglio (oltre a studiare) imparare la storia!Il primo microproXXXXXre è intel 4004 (tutt'altro che risc) a firma di Federico Faggin.Vedi te!

            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.htOra è così!basta guardare i dati di consumo e TDP di arm e x86Leggere (che è anche meno che studiare fa bene...) studiare è meglio ma leggere almeno serve a evitare figure barbine.
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: ullala
            - Scritto da: nome e cognome


            Le architetture risc hanno da questo punto di


            vista vantaggi


            ENORMI.



            Si negli anni 70 forse era così. Studiare e

            aggiornarsi un po' prima di

            scrivere.
            Negli anni 70 le architetture singolo chip RISC
            non esistevano addirittura forse è meglio (oltre
            a studiare) imparare la
            storia!
            Il primo microproXXXXXre è intel 4004 (tutt'altro
            che risc) a firma di Federico
            Faggin.
            Vedi te!Ripeto, leggere, studiare, informarsi prima di scrivere ...http://en.wikipedia.org/wiki/Reduced_instruction_set_computing"The first system that would today be known as RISC was the CDC 6600 supercomputer, designed in 1964, a decade before the term was invented"E per inciso il 4004 è del 71...
            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.ht
            Ora è così!
            basta guardare i dati di consumo e TDP di arm e
            x86Vediamoli.
            Leggere (che è anche meno che studiare fa
            bene...) studiare è meglio ma leggere almeno
            serve a evitare figure
            barbine.Infatti sarebbe meglio se avessi almeno letto, io pero' ti consiglio di studiare un po' (si anche la storia).
          • mura scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.ht

            Ora è così!

            basta guardare i dati di consumo e TDP di arm e

            x86

            Vediamoli.
            "The n450 SOC and the NM10 companion chip(set) still works in a 6.5w TDP while the dual-A9 SOCs are expected to work in a 2W TDP" Fonte:http://soltesza.wordpress.com/2010/01/01/cortex-a9-vs-atom-n450-pine-trail/Chiaro si sta parlando di tecnologia di prossima uscita contro tecnologia già uscita da qualche mese ma nonotante tutto rende perfettamente l'idea.
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: nome e cognome


            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.ht


            Ora è così!


            basta guardare i dati di consumo e TDP di arm
            e


            x86



            Vediamoli.



            "The n450 SOC and the NM10 companion chip(set)
            still works in a 6.5w TDP while the dual-A9 SOCs
            are expected to work in a 2W
            TDP"

            Fonte:

            http://soltesza.wordpress.com/2010/01/01/cortex-a9

            Chiaro si sta parlando di tecnologia di prossima
            uscita contro tecnologia già uscita da qualche
            mese ma nonotante tutto rende perfettamente
            l'idea.Non non la rende: c'è un datasheet contro niente e poi ripeto, occorre TDP e almeno dmips.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: mura

            - Scritto da: nome e cognome





            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.ht



            Ora è così!



            basta guardare i dati di consumo e TDP di
            arm

            e



            x86





            Vediamoli.






            "The n450 SOC and the NM10 companion
            chip(set)

            still works in a 6.5w TDP while the dual-A9 SOCs

            are expected to work in a 2W

            TDP"



            Fonte:




            http://soltesza.wordpress.com/2010/01/01/cortex-a9



            Chiaro si sta parlando di tecnologia di prossima

            uscita contro tecnologia già uscita da qualche

            mese ma nonotante tutto rende perfettamente

            l'idea.

            Non non la rende: c'è un datasheet contro niente
            e poi ripeto, occorre TDP e almeno
            dmips.Puoi prender un arm vecchio a piacere (ixp425, ti-omap) il vantaggio è sempre MOSTRUOSOE più vai verso arm recenti e più il divario aumenta!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            Puoi prender un arm vecchio a piacere (ixp425,
            ti-omap) il vantaggio è sempre
            MOSTRUOSO
            E più vai verso arm recenti e più il divario
            aumenta!Eh sicuramente, cosi' come le performance ovviamente a favore di intel.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            Puoi prender un arm vecchio a piacere (ixp425,

            ti-omap) il vantaggio è sempre

            MOSTRUOSO

            E più vai verso arm recenti e più il divario

            aumenta!

            Eh sicuramente, cosi' come le performance
            ovviamente a favore di
            intel.L'esatto contrario!Ripeto basta leggere il datasheet!e appare chiarissimo che l'unico mdodo di aumentare le prestazioni con atom è aumentare i consumi!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            Ripeto basta leggere il datasheet!
            e appare chiarissimo che l'unico mdodo di
            aumentare le prestazioni con atom è aumentare i
            consumi!Bene li vogliamo vedere questi datasheet? nvidia tegra 2, dmips per mhz e tdp max. Dove stanno?
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            Ripeto basta leggere il datasheet!

            e appare chiarissimo che l'unico mdodo di

            aumentare le prestazioni con atom è aumentare i

            consumi!

            Bene li vogliamo vedere questi datasheet? nvidia
            tegra 2, dmips per mhz e tdp max. Dove
            stanno?Basta anche quello di un TIomap per surclassare Atom!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            Basta anche quello di un TIomap per surclassare
            Atom!Uff si dai... pero' non li stai postando.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            Basta anche quello di un TIomap per surclassare

            Atom!

            Uff si dai... pero' non li stai postando.È pubblicità basta che vai sul sito texas instruments!non è una impresa complessa!Sono dati pubblici!Inoltre ti ho già postato il consumo di un intero sistema (manco solo il proXXXXXre) con ixp425!Se poi voi insistere su cose dimostrabilmente assurde (un sistema come quello che ti ho descritto e con atom al posto del ixp425 non si accende neppure con quei watt!) fai pure tanto quello che ho detto è riscontrabile da chiunque su questo forum datashet del TI OMAP e del ixp425 compresi!Non è che se insisti tu ne esca bene!Anzi.... ti conviene fare lo sforzo di un click su google!vedi te!N.B.Tanto perchè ti sia chiaro ixp425 (aka xscale) era l'unico SoC fatto da Intel in architettura ARM... poi ha venduto tutto (marchio compreso) alla MARVELL che ci sta facendo un pozzo di soldini!Dato che è un SoC che proprio per le sue caratteristiche (crittografia in hardware) è impiegato in milioni e milioni di routers e devices di rete (da Asus a Acer D-link a un sacco di altri) e in paricolare è usatissimo nei routers WiFi di fascia ALTA (quelli da 2 a 4 radio-lan) proprio per la sua enorme versatilità.L'unico SoC a basso consumo di classe x86 è quello di AMD la famosa serie GEODE LX (nelle varie incarnazioni e clock) ma la sua efficenza è ridicola rispetto a un ARM della stessa generazione.P.S.Immagino tu sappia la differenza tra SoC e CPU in senso stretto vero? ;)E che tu sappia che si stanno paragonando pere e mele (praticamente tutte le architetture ARM attuali sono SoC).Un sistema (qualunque) basato su SoC (data la minore complessità circuitale da realizzare e i consumi enormemente più bassi) è enormemente meno costoso e risparmioso.Per questo il 99% dei devices mobili e embedded hanno una architettura SoC.Fino a che intel non si dedica seriamente a questo settore e si limita alle sole CPU in senso stretto la parte del leone continueranno a farla gli altri (MIPS, ARM e PPC in primis).Intel non ha alcun prodotto in quel settore!è un fatto non una opinione!
          • mura scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            Non non la rende: c'è un datasheet contro niente
            e poi ripeto, occorre TDP e almeno
            dmips.Dunque per confrontare le cpu tu ti fidi dei datasheet ufficiali (della serie oste com'è il vino) ? Va bene allora degnati di leggere quello che ti ho postato e vedrai questo paragrafo: "By ARMs specifications, the Cortex A9 core has an approximate raw performance of 2.5 DMIPS/MHz. It can run at 2Ghz when produced on the 28nm GlobalFoundries process. This is 5000 DMIPS/core with an expected 10000 DMIPS for a dual core setup (MP CORE version). Since it is more likely that the first A9 SOCs will be manufactured with a 40nm process, we only calculate with a 1.5 Ghz top frequency which would yield about 7500 DMIPS." e subito dopo ... "Now, performance wise. the new N450 is only marginally better that the earlier Atom chips (5-10%, see this Anandtech article) and several discussions report that the older Atoms get 2.5 DMIPS/Mhz, a 1.6 Ghz Atom yields about 4000 DMIPS (one of the discussions). Pine View Atoms for netbooks (N450 descendants) are not planned to be made dual-core in the near future so we calculate with only one core." Ora in summa mi sembra vero che 7500 (Cortex A9)
            4000 (Atom N450) ed è altrettanto vero che 6.5w TDP (Atom N450)
            2W TDP (Cortex A9).E per finire la carrellata dei numeretti a cui tu ti attacchi per trolleggiare allora vediamo le specifiche ufficiali dei produttori:http://www.arm.com/products/proXXXXXrs/cortex-a/cortex-a9.php (tab performance)http://ark.intel.com/Product.aspx?id=42503 (voce Max TDP)Stando a quanto riportato un cortex A9 a 800 mhz raggiunge un Atom N450 come performance ma ad un ricco 0,5w di consumo.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: mura
            Stando a quanto riportato un cortex A9 a 800 mhz
            raggiunge un Atom N450 come performance ma ad un
            ricco 0,5w di
            consumo.Appunto... anche se "ricco" mi pare in questo caso (si parla di risparmio) non ... è il termine più consono...beh "ricco"... non lo definirei "ricco" casomai il contrario si fa per dire "ricco" in realtà un "miserrimo" vorrai dire è proprio quello il pregio!No? :)
          • mura scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: ullala
            Appunto... anche se "ricco" mi pare in questo
            caso (si parla di risparmio) non ... è il termine
            più
            consono...
            beh "ricco"... non lo definirei "ricco" casomai
            il contrario

            si fa per dire "ricco" in realtà un "miserrimo"
            vorrai dire è proprio quello il
            pregio!
            No?
            :)Si ok dai non stare a fare la punta agli spilli il senso era quello anche se magari il termine non era proprio indicatissimo ;-)In ogni caso aspetto fiducioso anche io un prodotto basato su queste architetture uscenti, sono mesi che ho "on hold" un progettino di home server/nas/media player unificato e mi piacerebbe tantissimo riuscire senza troppi acrocchi o sacrifici ad avere un sistema che sta sotto i 20/25 watt ma che mi permetta comunque di godermi film in hd, magari anche qualche gioco (emulatori in primis) e che regga il carico di un bel raid5 per garantirmi sicurezza dei dati.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: ullala

            - Scritto da: nome e cognome



            Le architetture risc hanno da questo punto
            di



            vista vantaggi



            ENORMI.





            Si negli anni 70 forse era così. Studiare e


            aggiornarsi un po' prima di


            scrivere.

            Negli anni 70 le architetture singolo chip RISC

            non esistevano addirittura forse è meglio (oltre

            a studiare) imparare la

            storia!

            Il primo microproXXXXXre è intel 4004
            (tutt'altro

            che risc) a firma di Federico

            Faggin.

            Vedi te!

            Ripeto, leggere, studiare, informarsi prima di
            scrivere
            ...

            http://en.wikipedia.org/wiki/Reduced_instruction_s

            "The first system that would today be known as
            RISC was the CDC 6600 supercomputer, designed in
            1964, a decade before the term was
            invented"(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Il cdc 6600?Risc?Ma stai scherzando?Il caso vuole che sia il primo computer su cui il sottoscritto ha lavorato!addirittura feci il porting del compilatore pascal (fatto al cern) sul 6600 del cineca (a bologna).Era talmente "risc" che il suo assembler si chiamava "compass" (che era la contrazione di complex-assembler)!Inoltre stai parlando di una CPU che era (mica un microproXXXXXre) totalmente MAINFRAME addirittura con una serie di slot che collegavano la logica delle unità di calcolo specializzate a seconda delle operazioni da fare!Ancora più complesso (in quel periodo) il CDC cyber 76 (il primo disegnato da seymur cray che all'epoca era dipendente di CDC).Conosco ambedue le architetture come le mie tasche!E tutto sono fuor che risc!Casomai l'esatto contrario!

            E per inciso il 4004 è del 71... Certo ma tutto è forchè RISC.I primi veri "RISC" integrati nel senso moderno del termine apparsi sul mercato sono MIPS, SPARK e IBM 6600.E siamo ben oltre gli anni 70!



            http://arstechnica.com/cpu/4q99/risc-cisc/rvc-1.ht

            Ora è così!

            basta guardare i dati di consumo e TDP di arm e

            x86

            Vediamoli.


            Leggere (che è anche meno che studiare fa

            bene...) studiare è meglio ma leggere almeno

            serve a evitare figure

            barbine.

            Infatti sarebbe meglio se avessi almeno letto, io
            pero' ti consiglio di studiare un po' (si anche
            la
            storia).Stai palando di cose che evidentemente ignori... e ti consiglierei di lasciare fuori CDC e CRAY che il sottoscritto non conosce per "sentito dire" ma conosce a menadito proprio per esperienza diretta!Tra tutte le persone che potevi incontrare ti è andata malissimo!Sul CDC 6600 e sul CDC cyber76 del cineca e del cern (oltre che sun un HP 1000 e 21MX che gestivano il feed dei dati) ci ho fatto la tesi e passato nottate!Lascia perdere!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Il cdc 6600?
            Risc?
            Ma stai scherzando?
            Il caso vuole che sia il primo computer su
            cui il sottoscritto ha
            lavorato!
            addirittura feci il porting del compilatore
            pascal (fatto al cern) sul 6600 del cineca (a
            bologna).
            Era talmente "risc" che il suo assembler si
            chiamava "compass" (che era la contrazione di
            complex-assembler)!Quindi il fatto che sparc stia per proXXXXXre scalabile significa che non era risc ma scalabile?
            Inoltre stai parlando di una CPU che era (mica un
            microproXXXXXre) totalmente MAINFRAME addirittura
            con una serie di slot che collegavano la logica
            delle unità di calcolo specializzate a seconda
            delle operazioni da
            fare!
            Ancora più complesso (in quel periodo) il CDC
            cyber 76 (il primo disegnato da seymur cray che
            all'epoca era dipendente di
            CDC).Ma ROTFL quindi secondo te l'essere risc o cisc dipende da quanto è complicata la circuiteria? Cosa si faceva con quell'assembler? Load / Store? Quanti opcode supportava la CPU?
            Conosco ambedue le architetture come le mie
            tasche!
            E tutto sono fuor che risc!
            Casomai l'esatto contrario!Vero infatti ora ci dai la definizione di risc e cisc e ci dici come la definizione coincida con le caratteristiche, giusto?

            E per inciso il 4004 è del 71...
            Certo ma tutto è forchè RISC.
            I primi veri "RISC" integrati nel senso moderno
            del termine apparsi sul mercato sono MIPS, SPARK
            e IBM
            6600.Sparc, non spark. E comunque sono apparsi sul mercato nei primissimi anni 80.
            E siamo ben oltre gli anni 70! Vero, il nome commerciale RISC è apparso nei primi anni 80... proprio ben oltre.
            Stai palando di cose che evidentemente ignori...
            e ti consiglierei di lasciare fuori CDC e CRAY
            che il sottoscritto non conosce per "sentito
            dire" ma conosce a menadito proprio per
            esperienza
            diretta!
            Tra tutte le persone che potevi incontrare ti è
            andata
            malissimo!
            Sul CDC 6600 e sul CDC cyber76 del cineca e del
            cern (oltre che sun un HP 1000 e 21MX che
            gestivano il feed dei dati) ci ho fatto la tesi e
            passato
            nottate!
            Lascia perdere!Osti, e non ti ricordi quanti opcode c'erano?
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Il cdc 6600?

            Risc?

            Ma stai scherzando?

            Il caso vuole che sia il primo computer
            su

            cui il sottoscritto ha

            lavorato!

            addirittura feci il porting del compilatore

            pascal (fatto al cern) sul 6600 del cineca (a

            bologna).

            Era talmente "risc" che il suo assembler si

            chiamava "compass" (che era la contrazione di

            complex-assembler)!

            Quindi il fatto che sparc stia per proXXXXXre
            scalabile significa che non era risc ma
            scalabile?
            Scalabile?Ma che c'entra?Il "complex assembler" si chiamava così perchè tra codice e microcodice c'erano una vagonata di istruzioni macchina con codici differenti!Sveglia!


            Inoltre stai parlando di una CPU che era (mica
            un

            microproXXXXXre) totalmente MAINFRAME
            addirittura

            con una serie di slot che collegavano la logica

            delle unità di calcolo specializzate a seconda

            delle operazioni da

            fare!

            Ancora più complesso (in quel periodo) il CDC

            cyber 76 (il primo disegnato da seymur cray che

            all'epoca era dipendente di

            CDC).

            Ma ROTFL quindi secondo te l'essere risc o cisc
            dipende da quanto è complicata la circuiteria?No da quante sono (e in quanti cicli) le istruzioni e sul cdc erano un mare!

            Cosa si faceva con quell'assembler? Load / Store?
            Quanti opcode supportava la
            CPU?Tantissime erano le istruzioni! il manuale eano 3 tomi impressionanti!


            Conosco ambedue le architetture come le mie

            tasche!

            E tutto sono fuor che risc!

            Casomai l'esatto contrario!

            Vero infatti ora ci dai la definizione di risc e
            cisc e ci dici come la definizione coincida con
            le caratteristiche, giusto?Puoi leggerla da solo dato che è un acronimo!ti metto sulla strada... ;)R sta per reduced... i sta per instruction .... s sta per set... 3 su 4 mi pare sufficiente il resto fallo da solo!(rotfl)




            E per inciso il 4004 è del 71...

            Certo ma tutto è forchè RISC.

            I primi veri "RISC" integrati nel senso moderno

            del termine apparsi sul mercato sono MIPS, SPARK

            e IBM

            6600.

            Sparc, non spark. E comunque sono apparsi sul
            mercato nei primissimi anni 80.Appunto...



            E siamo ben oltre gli anni 70!

            Vero, il nome commerciale RISC è apparso nei
            primi anni 80... proprio ben oltre.CVD



            Stai palando di cose che evidentemente ignori...

            e ti consiglierei di lasciare fuori CDC e CRAY

            che il sottoscritto non conosce per "sentito

            dire" ma conosce a menadito proprio per

            esperienza

            diretta!

            Tra tutte le persone che potevi incontrare ti è

            andata

            malissimo!

            Sul CDC 6600 e sul CDC cyber76 del cineca e del

            cern (oltre che sun un HP 1000 e 21MX che

            gestivano il feed dei dati) ci ho fatto la tesi
            e

            passato

            nottate!

            Lascia perdere!

            Osti, e non ti ricordi quanti opcode c'erano?No non ce ne era un solo set perchè la CPU (tra codice e microcodice) era divisa in unità funzionali...Molto più complesso del set di istruzioni di un qualunque microproXXXXXre!(hint... concentrati sulla parola complesso e vedi che relazione c'è con l' acronimo CISC) ;)Per quello era una architettura (indubbiamente innovativa per quei tempi) ma tutto il contrario che risc casomai si poteva arguire che era una architettura non proprio alla "von neumann" per essere un mainframe!E già li se tu avessi una idea di cosa sia un mainframe neppure prenderesti in cosiderazione la discussione in un microproXXXXXre (figlio delle architetture tipiche da "mini" cioè a bus introdotte da digital commercialmente) ti renderesti conto che parlare di CISC o RISC all'epoca dei mainframe (mainframe veri non finti come quelli odierni) è una eresia!Anche perchè si parla di microproXXXXXri che poco (anzi propriamente nulla) hanno a che vedere con un macchina di quel tipo!In ogni caso la "vera rivoluzione" (per l'epoca) fu il cyber76 (disegnato da cray) l'unico in grado di fornire in tempo reale (all'epoca) i dati di controllo dell'orbita dei satelliti geostazionari (senza quella macchina non sarbbe mai nata la rete dei satelliti GPS).Il 6600 era una macchina (in confronto) piuttosto "tradizionale"... per quanto non del tutto "ortodossa" (cioè alla von neumann).
    • nome e cognome scrive:
      Re: X86 devi morire!
      - Scritto da: iRoby
      Ma perché ancora questi x86 del menga?

      Intel vuole a tutti i costi vendere quelle
      schifezze e fare concorrenza ad ARM? Ma vadano
      via!
      Su una CPU x86 c'è tutta un'elettronica
      ridondante di traduzione dal vecchio set di
      istruzioni x86 al RISC interno del core, che
      consuma
      energia.
      Su un RISC puro ciò non c'è e si risparmia in
      costi di produzione ed energia. Intel deve
      smetterla di propinare sempre i suoi prodotti in
      qualsiasi
      salsa.
      Gli smartphone non hanno bisogno di Atom, e sfido
      produttori a utilizzarli e utenti a
      comprarli.Quante cagate. Volete cacciarvi nella testolina che risc e cisc sono concetti degli anni 80 che non esistono più?Gli ARM consumano meno degli intel solo ed esclusivamente in stand-by perché sono stati progettati per restare inattivi la stragrande maggioranza del tempo. Un PC invece quando è acceso si suppone debba servire a qualcosa, fine del discorso. Intel non deve fare altro che migliorare la resa in stand-by poi la ovvia superiorità tecnologica farà il resto.
      • ullala scrive:
        Re: X86 devi morire!
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: iRoby

        Ma perché ancora questi x86 del menga?



        Intel vuole a tutti i costi vendere quelle

        schifezze e fare concorrenza ad ARM? Ma vadano

        via!

        Su una CPU x86 c'è tutta un'elettronica

        ridondante di traduzione dal vecchio set di

        istruzioni x86 al RISC interno del core, che

        consuma

        energia.

        Su un RISC puro ciò non c'è e si risparmia in

        costi di produzione ed energia. Intel deve

        smetterla di propinare sempre i suoi prodotti in

        qualsiasi

        salsa.

        Gli smartphone non hanno bisogno di Atom, e
        sfido

        produttori a utilizzarli e utenti a

        comprarli.

        Quante cagate. Volete cacciarvi nella testolina
        che risc e cisc sono concetti degli anni 80 che
        non esistono
        più?
        Gli ARM consumano meno degli intel solo ed
        esclusivamente in stand-by perché sono stati
        progettati per restare inattivi la stragrande
        maggioranza del tempo. Un PC invece quando è
        acceso si suppone debba servire a qualcosa, fine
        del discorso.

        Intel non deve fare altro che migliorare la resa
        in stand-by poi la ovvia superiorità tecnologica
        farà il
        resto.Forse è meglio se dai una occhiata ai dati reali di consumo e al TDP da quello che dici non ne hai neppure la più pallida idea della distanza che c'è tra un tegra a9 dual core e un Atom da questo punto di vista!
        • nome e cognome scrive:
          Re: X86 devi morire!

          Forse è meglio se dai una occhiata ai dati reali
          di consumo e al TDP da quello che dici non ne hai
          neppure la più pallida idea della distanza che
          c'è tra un tegra a9 dual core e un Atom da questo
          punto di
          vista!Vediamoli allora, tira fuori il tdp del tegra 250 a9 dual core e la sua potenza di elaborazione in dmips. Chissà come mai quando poi si cercano dati concreti sul consumo di questi chip non si trova mai niente. In compenso si è visto che toshiba dichiara per il famoso netbook un'autonomia di 8 ore, dove sarebbe il miracolo?
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome

            Forse è meglio se dai una occhiata ai dati reali

            di consumo e al TDP da quello che dici non ne
            hai

            neppure la più pallida idea della distanza che

            c'è tra un tegra a9 dual core e un Atom da
            questo

            punto di

            vista!

            Vediamoli allora, tira fuori il tdp del tegra 250
            a9 dual core e la sua potenza di elaborazione in
            dmips.

            Chissà come mai quando poi si cercano dati
            concreti sul consumo di questi chip non si trova
            mai niente.

            In compenso si è visto che toshiba dichiara per
            il famoso netbook un'autonomia di 8 ore, dove
            sarebbe il
            miracolo?Il consumo di una intera scheda (non il solo proXXXXXre) che usiamo in azienda per gli embedded con 256Mb di ram 32MB di flash con ixp425 (arm) è di 6 watt totali!Atom ne consuma di più (la sola cpu) solo per dissipazione termica!Non c'è proprio paragone!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!


            Vediamoli allora, tira fuori il tdp del tegra
            250

            a9 dual core e la sua potenza di elaborazione in

            dmips.



            Chissà come mai quando poi si cercano dati

            concreti sul consumo di questi chip non si trova

            mai niente.



            In compenso si è visto che toshiba dichiara per

            il famoso netbook un'autonomia di 8 ore, dove

            sarebbe il

            miracolo?
            Il consumo di una intera scheda (non il solo
            proXXXXXre) che usiamo in azienda per gli
            embedded con 256Mb di ram 32MB di flash con
            ixp425 (arm) è di 6 watt
            totali!
            Atom ne consuma di più (la sola cpu) solo per
            dissipazione
            termica!
            Non c'è proprio paragone!ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di quale arm, di sicuro non un tegra2. http://ark.intel.com/ProductCollection.aspx?familyId=29035
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome


            Vediamoli allora, tira fuori il tdp del tegra

            250


            a9 dual core e la sua potenza di elaborazione
            in


            dmips.





            Chissà come mai quando poi si cercano dati


            concreti sul consumo di questi chip non si
            trova


            mai niente.





            In compenso si è visto che toshiba dichiara
            per


            il famoso netbook un'autonomia di 8 ore, dove


            sarebbe il


            miracolo?

            Il consumo di una intera scheda (non il solo

            proXXXXXre) che usiamo in azienda per gli

            embedded con 256Mb di ram 32MB di flash con

            ixp425 (arm) è di 6 watt

            totali!

            Atom ne consuma di più (la sola cpu) solo per

            dissipazione

            termica!

            Non c'è proprio paragone!

            ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di quale
            arm, di sicuro non un tegra2.


            http://ark.intel.com/ProductCollection.aspx?familyRotf che?non sai leggere ?il nome del soc è scritto chiaramente IXP425!!!SoC oltretutto VECCHISSIMO!Oggi c'è di molto meglio (a cominciare da omap).Il clock semmai non è stato messo (600 MHZ)...Per la parte ATOM puoi metterne uno qualunque ripeto consuma di più solo per dissipazione!Figuriamoci poi se parliamo del consumo effettivo (utile).
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: ullala
            - Scritto da: nome e cognome



            Vediamoli allora, tira fuori il tdp del
            tegra


            250



            a9 dual core e la sua potenza di
            elaborazione

            in



            dmips.







            Chissà come mai quando poi si cercano dati



            concreti sul consumo di questi chip non si

            trova



            mai niente.







            In compenso si è visto che toshiba dichiara

            per



            il famoso netbook un'autonomia di 8 ore,
            dove



            sarebbe il



            miracolo?


            Il consumo di una intera scheda (non il solo


            proXXXXXre) che usiamo in azienda per gli


            embedded con 256Mb di ram 32MB di flash con


            ixp425 (arm) è di 6 watt


            totali!


            Atom ne consuma di più (la sola cpu) solo per


            dissipazione


            termica!


            Non c'è proprio paragone!



            ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di quale

            arm, di sicuro non un tegra2.






            http://ark.intel.com/ProductCollection.aspx?family
            Rotf che?
            non sai leggere ?Io so leggere, mi chiedo se tu riesci a capire?ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di qualearm, [b]di sicuro non un tegra2[/b]
            il nome del soc è scritto chiaramente IXP425!!!
            SoC oltretutto VECCHISSIMO!Bravo, quindi mi spieghi cosa lo paragoni a fare? Lo zilog z80 aveva un TDP di 1/4 di watt... nel 1980. Quindi sicuramente è migliore di un core i7 che ha un tdp di 130 watt.
            Il clock semmai non è stato messo (600 MHZ)...
            Per la parte ATOM puoi metterne uno qualunque
            ripeto consuma di più solo per
            dissipazione!
            Figuriamoci poi se parliamo del consumo effettivo
            (utile).Eh?
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: ullala

            - Scritto da: nome e cognome




            Vediamoli allora, tira fuori il tdp del

            tegra



            250




            a9 dual core e la sua potenza di

            elaborazione


            in




            dmips.









            Chissà come mai quando poi si cercano dati




            concreti sul consumo di questi chip non si


            trova




            mai niente.









            In compenso si è visto che toshiba
            dichiara


            per




            il famoso netbook un'autonomia di 8 ore,

            dove




            sarebbe il




            miracolo?



            Il consumo di una intera scheda (non il solo



            proXXXXXre) che usiamo in azienda per gli



            embedded con 256Mb di ram 32MB di flash con



            ixp425 (arm) è di 6 watt



            totali!



            Atom ne consuma di più (la sola cpu) solo
            per



            dissipazione



            termica!



            Non c'è proprio paragone!





            ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di
            quale


            arm, di sicuro non un tegra2.











            http://ark.intel.com/ProductCollection.aspx?family

            Rotf che?

            non sai leggere ?

            Io so leggere, mi chiedo se tu riesci a capire?

            ROTFL, di quale atom stiamo parlando e di quale
            arm, [b]di sicuro non un tegra2[/b]


            il nome del soc è scritto chiaramente IXP425!!!

            SoC oltretutto VECCHISSIMO!

            Bravo, quindi mi spieghi cosa lo paragoni a fare?
            Lo zilog z80 aveva un TDP di 1/4 di watt... nel
            1980. Quindi sicuramente è migliore di un core i7
            che ha un tdp di 130 watt.
            Lo z80 è ancora usato pensa te!


            Il clock semmai non è stato messo (600 MHZ)...

            Per la parte ATOM puoi metterne uno qualunque

            ripeto consuma di più solo per

            dissipazione!

            Figuriamoci poi se parliamo del consumo
            effettivo

            (utile).

            Eh?Si lallero!Ripeto con quello ce consuma la scheda che ti ho appena citato una scheda atom based non si accende neppure!
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!


            Lo zilog z80 aveva un TDP di 1/4 di watt... nel

            1980. Quindi sicuramente è migliore di un core
            i7

            che ha un tdp di 130 watt.


            Lo z80 è ancora usato pensa te!Lo so benissimo che è ancora usato, ma non per questo mi sogno di confrontarlo ad un proXXXXXre moderno.

            Eh?
            Si lallero!
            Ripeto con quello ce consuma la scheda che ti ho
            appena citato una scheda atom based non si
            accende
            neppure!E quindi? Volevi dimostrare che ci sono proXXXXXri che consumano meno dell'atom? Un intel 4004 consuma 0,65W in tecnologia 10 micrometri: eccezionale.
          • ullala scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome


            Lo zilog z80 aveva un TDP di 1/4 di watt...
            nel


            1980. Quindi sicuramente è migliore di un core

            i7


            che ha un tdp di 130 watt.




            Lo z80 è ancora usato pensa te!

            Lo so benissimo che è ancora usato, ma non per
            questo mi sogno di confrontarlo ad un proXXXXXre
            moderno.



            Eh?

            Si lallero!

            Ripeto con quello ce consuma la scheda che ti ho

            appena citato una scheda atom based non si

            accende

            neppure!

            E quindi? Volevi dimostrare che ci sono
            proXXXXXri che consumano meno dell'atom? Un intel
            4004 consuma 0,65W in tecnologia 10 micrometri:
            eccezionale.No volevo dimostrare che sul piano pratico l'Atom non è usabile in nessun contesto pratico (non teorico) in cui ha necessità di far durare una batteria più di 10 ore e al tempo stesso ti serve una potenza di calcolo decente!N.B.Il ixp425 ha addirittura una unità crittografica HW per cui se lo metti in contesti un cui tu debba cifrare surclassa qualunque Atom anche con clock doppio o triplo!Ripeto non c'è confronto proprio!E a parità di clock poi neppure a pensarci!
          • iRoby scrive:
            Re: X86 devi morire!
            Il miracolo sta nel fatto che le 8 ore un netbook con ARM come il Toshiba annunciato pochi giorni fa, li ottiene con una batteria da 3 celle. Intel con Atom per arrivare ad 8 ore su un netbook ne necessita 6 di celle.
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: iRoby
            Il miracolo sta nel fatto che le 8 ore un netbook
            con ARM come il Toshiba annunciato pochi giorni
            fa, li ottiene con una batteria da 3 celle.

            Intel con Atom per arrivare ad 8 ore su un
            netbook ne necessita 6 di
            celle.rotfl, il mio scassone aziendale vecchio di 3 anni con dentro un centrino fa tranquillamente 6 ore in uso misto. Miracolo? E comunque si parla di 6 celle anche per l'ac100... http://www.tomshw.it/cont/news/toshiba-ac100-tegra-e-android-salutano-wintel/25919/1.html
      • DarkOne scrive:
        Re: X86 devi morire!
        - Scritto da: nome e cognome
        Intel non deve fare altro che migliorare la resa
        in stand-by poi la ovvia superiorità tecnologica
        farà il
        resto.Dici? E perchè gli atom hanno bisogno di un dissipatore, mentre gli arm no?
        • nome e cognome scrive:
          Re: X86 devi morire!

          Dici? E perchè gli atom hanno bisogno di un
          dissipatore, mentre gli arm
          no?Perchè gli arm più moderni in commercio raggiungono a malapena la potenza di calcolo di un pentium 3 (meno della metà di un atom prima serie).
          • collione scrive:
            Re: X86 devi morire!
            potenza di calcolo? guarda che è il wattaggio che determina il tdp e non la potenzapoi suppongo tu abbia valide prove per affermare la XXXXXXX che hai dettotanto per dirne una http://blog.linleygroup.com/2010/04/arm-outmuscles-atom-on-benchmark.htmle gli atom vanno come un pentium 4
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: collione
            potenza di calcolo? guarda che è il wattaggio che
            determina il tdp e non la
            potenzaROTFL... vuoi dire al grande pubblico da cosa dipende il calore dissipato da un proXXXXXre? E per inciso vuoi dire al grande pubblico da cosa dipende la potenza di elaborazione?
            poi suppongo tu abbia valide prove per affermare
            la XXXXXXX che hai
            detto

            tanto per dirne una
            http://blog.linleygroup.com/2010/04/arm-outmuscles

            e gli atom vanno come un pentium 4Tanto per dirne una vedo che l'atom n280 ovvero un proXXXXXre uscito 2 anni fa va come il più moderno cortex a9 (ovviamente secondo i dati del produttore).Comunque per chi vuole leggere qualcosa di più serio.http://www.slideshare.net/napoleaninlondon/arm-cortex-a8-vs-intel-atomarchitectural-and-benchmark-comparisons
          • collione scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            ROTFL... vuoi dire al grande pubblico da cosa
            dipende il calore dissipato da un proXXXXXre? Edall'assorbimento di potenza dei circuiti digitali
            per inciso vuoi dire al grande pubblico da cosa
            dipende la potenza di
            elaborazione?
            dall'architettura del proXXXXXre, dal livello di complessità delle istruzioni, dalla complessità/velocità delle logiche di branch prediction, dall'efficienza delle pipeline e di tutte le subunità del proXXXXXre a partire dalla CU fino all'ultima delle unità vettoriali, dal numero di istruzioni e thread elaborabili in parallelo e dal numero di core e infine, ma proprio infine metto la frequenza
            Tanto per dirne una vedo che l'atom n280 ovvero
            un proXXXXXre uscito 2 anni fa va come il più
            moderno cortex a9 (ovviamente secondo i dati del
            produttore).
            vado che hai difficoltà pure a leggere, visto che lì è scritto chiaramente che le frequenze dei proXXXXXri testati sono diversia parità di frequenza, il cortex a9 annienta gli atom di ultima generazione
            Comunque per chi vuole leggere qualcosa di più
            serio.

            http://www.slideshare.net/napoleaninlondon/arm-corsi certo, un benchmark dove si confronta un a8 con un atom 330 dual coresenza contare che lì ovviamente si fanno test sull'alu ( e l'atom ne ha più di una ) senza minimamente prendere in considerazione nè la frequenza ( quella di atom è sicuramente più alta ) nè l'evoluzione da a8 a a9 nè tantomeno il fatto che grazie a varie unità specializzate per accelerare di tutto e di più, gli arm in situazioni reali vincono sugli atome tutto questo consumando quanto? 1/4, 1/5 dell'energia degli atomGET THE FACTS (rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            dall'assorbimento di potenza dei circuiti digitaliElabori, candidato: la risposta è troppo vaga.
            dall'architettura del proXXXXXre, dal livello di
            complessità delle istruzioni, dalla
            complessità/velocità delle logiche di branch
            prediction, dall'efficienza delle pipeline e di
            tutte le subunità del proXXXXXre a partire dalla
            CU fino all'ultima delle unità vettoriali, dal
            numero di istruzioni e thread elaborabili in
            parallelo e dal numero di coreOvvero? Riassuma candidato tutte queste belle cose come vengono implementate?
            e infine, ma proprio infine metto la frequenzaEd infine, ma proprio infine, ci metti una XXXXXXX.
            vado che hai difficoltà pure a leggere, visto che
            lì è scritto chiaramente che le frequenze dei
            proXXXXXri testati sono
            diversiVedo che non l'hai nemmeno letto visto che c'è scritto chiaramente che tranne un caso si tratta di dati comunicati dal produttore, il resto sono stime = test non vale niente.
            a parità di frequenza, il cortex a9 annienta gli
            atom di ultima
            generazioneChe oltre a non essere vero, li dentro non ci sono...
            http://www.slideshare.net/napoleaninlondon/arm-cor

            si certo, un benchmark dove si confronta un a8
            con un atom 330 dual
            coreEh poverini, meglio il confronto fatto sui dati dei venditori... e poi dovevano assolutamente procurarsi un cortex a9.
            senza contare che lì ovviamente si fanno test
            sull'alu ( e l'atom ne ha più di una ) senza
            minimamente prendere in considerazione nè la
            frequenza ( quella di atom è sicuramente più alta
            ) nè l'evoluzione da a8 a a9 nè tantomeno il
            fatto che grazie a varie unità specializzate per
            accelerare di tutto e di più, gli arm in
            situazioni reali vincono sugli
            atomOk non hai letto, torna a scrivere quando avrai letto e capito.
            e tutto questo consumando quanto? 1/4, 1/5
            dell'energia degli
            atom

            GET THE FACTS (rotfl)Adesso che hai dimostrato di non sapere nulla di elettronica, torni a studiare o vai a ricompilare il kernel?
          • collione scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            Elabori, candidato: la risposta è troppo vaga.
            Ovvero? Riassuma candidato tutte queste belle
            cose come vengono
            implementate?
            non fai prima a dire che non ne capisci una mazza e che quindi quello che scritto per te è arabo? :D
            Ed infine, ma proprio infine, ci metti una
            XXXXXXX.
            avanti spiegaci, perchè è una XXXXXXX?
            Vedo che non l'hai nemmeno letto visto che c'è
            scritto chiaramente che tranne un caso si tratta
            di dati comunicati dal produttore, il resto sono
            stime = test non vale
            niente.
            quindi posti articoli che non valgono niente? e allora perchè li posti?
            Che oltre a non essere vero, li dentro non ci
            sono...
            e infatti ci sono altri benchmark in cui si vede che il cortex a9 stravince
            Eh poverini, meglio il confronto fatto sui dati
            dei venditori... e poi dovevano assolutamente
            procurarsi un cortex
            a9.
            primo, la mancanza del cortex a9 implica che il test manca di un pezzosecondo, se c'è qualcuno che spara boiate su tdp e performance è proprio intelmi sa che sei tu che ti attieni ai famosi dati del produttore
            Ok non hai letto, torna a scrivere quando avrai
            letto e
            capito.
            torna a scrivere quando sarai cresciuto :D

            Adesso che hai dimostrato di non sapere nulla di
            elettronica, torni a studiare o vai a ricompilare
            il
            kernel?ah si, infatti tu sei un genio vero? lo dimostri postando articoli che capisci si e no al 10%, dicendo XXXXXXX a raffica, non essendo in grado di replicare intelligentemente e tecnicamente a ciò che scrivo e non spiegando un tubo ma puntando solo ad articoli i cui numeretti metterebbero in positivo le tue fallate affermazioni ( salvo poi leggere che il confronto a tra un proXXXXXre a 500 mhz e uno a 1.6ghz e dual core per giunta )
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            non fai prima a dire che non ne capisci una mazza
            e che quindi quello che scritto per te è arabo?
            :DSi farei sicuramente prima, ma non mi piace mentire ai bambini.

            Ed infine, ma proprio infine, ci metti una

            XXXXXXX.
            avanti spiegaci, perchè è una XXXXXXX?Perchè la frequenza è un parametro fondamentale o sei uno di quelli che credono che in un die si possano infilare dentro infiniti transistori da far andare lenti quanto si vuole?

            Vedo che non l'hai nemmeno letto visto che c'è

            scritto chiaramente che tranne un caso si tratta

            di dati comunicati dal produttore, il resto sono

            stime = test non vale

            niente.
            quindi posti articoli che non valgono niente? e
            allora perchè li
            posti?ROTFL! E' il TUO articolo, l'hai postato TU, non l'hai nemmeno letto. Per favore esci, smetti di compilare kernel ti sta facendo veramente male.
            e infatti ci sono altri benchmark in cui si vede
            che il cortex a9
            stravinceCerto, quale cortex? Il tegra 2? L'omap 4? Su quale hardware? Su quale prodotto? Chi l'ha fatto il benchmark? Vediamoli... oh fai attenzione che se c'è una crocetta o un asterisco a fianco e sotto in piccolo c'è scritto "vendor data" non è un benchmark.
            primo, la mancanza del cortex a9 implica che il
            test manca di un
            pezzoil test è stato fatto l'anno scorso, confrontanto quello che c'era sul mercato. Ma anche facendolo adesso dato che di a9 sul mercato ancora non ce ne sono...
            secondo, se c'è qualcuno che spara boiate su tdp
            e performance è proprio
            intelMa ovviamente, e basta venire da te per vedere come intel spari boiate giusto?
            mi sa che sei tu che ti attieni ai famosi dati
            del
            produttoreSi quando il produttore fa i datasheet del proXXXXXre se ci scrive un TDP ti scrive anche in quali condizioni l'ha misurato. Se invece stiamo parlando di chi i proXXXXXri li disegna ma poi non li produce chiaramente parliamo di TDP stimati... e siccome tu sai da cosa dipende la dissipazione dovresti arrivare a capire che il TDP dato da ARM non vale niente perchè poi il chip lo fa samsung.
            torna a scrivere quando sarai cresciuto :DSi ma poi tu rischi di finire l'università e non avere più un acXXXXX ad internet.
            ah si, infatti tu sei un genio vero? lo dimostri
            postando articoli che capisci si e no al 10%,
            dicendo XXXXXXX a raffica, non essendo in grado
            di replicare intelligentemente e tecnicamente a
            ciò che scrivo e non spiegando un tubo ma
            puntando solo ad articoli i cui numeretti
            metterebbero in positivo le tue fallate
            affermazioni ( salvo poi leggere che il confronto
            a tra un proXXXXXre a 500 mhz e uno a 1.6ghz e
            dual core per giunta
            )ROTFL, ennesima dimostrazione che non hai capito niente dell'articolo. Ti do un piccolo indizio, se vai nelle conclusioni noterai che l'articolo sostanzialmente dice che atom e cortex a8 sono equivalenti in termini di performance su frequenza. Ma capisco che sono perle ai porci, uno che posta una tabellina in cui c'è scritto "vendor data" sostenendo che i benchmark parlano chiaro non puo capire un "paper" di diverse pagine.
          • DarkOne scrive:
            Re: X86 devi morire!
            - Scritto da: nome e cognome
            Perchè gli arm più moderni in commercio
            raggiungono a malapena la potenza di calcolo di
            un pentium 3 (meno della metà di un atom prima
            serie).Sei sicuro di quello che stai dicendo? Un arm cortex A9 dual core con piattaforma tegra2 viaggia meno della metà di un atom prima serie?Hai dei test per suffragare queste tue parole? Metti qualche link, sono curioso di capirne di più.
          • nome e cognome scrive:
            Re: X86 devi morire!

            Sei sicuro di quello che stai dicendo? Un arm
            cortex A9 dual core con piattaforma tegra2
            viaggia meno della metà di un atom prima
            serie?Il tegra 2 non è in commercio, quello che si vede è a livello di prototipo. L'arm più avanzato che si trova in giro oggi è il cortex a8 che si, va meno della metà di un atom prima serie.
            Hai dei test per suffragare queste tue parole?
            Metti qualche link, sono curioso di capirne di
            più.Il link l'ho messo sopra. Ora qualcuno può sperare che tra una generazione e l'altra ci sia un tale salto di qualità per cui il cortex a9 potrà stracciare l'atom consumando un decimo... ovviamente quel qualcuno dovrebbe prima studiarsi qualche rudimento di elettronica digitale.
      • Enterprise Profession al scrive:
        Re: X86 devi morire!

        Quante cagate. Volete cacciarvi nella testolina
        che risc e cisc sono concetti degli anni 80 che
        non esistono
        più?Beh, anche tu forse è meglio che torni a scuola. Gli x86, TUTTI, sono proXXXXXri relegati a un'architettura che già nella metà degli anni 80 era obsoleta. Sono potenti solo grazie a pezze su pezze (vedi la famigerata modalità protetta, un trucco per accedere a Ram superiori a 640Kb).
        Gli ARM consumano meno degli intel solo ed
        esclusivamente in stand-by perché sono stati
        progettati per restare inattivi la stragrande
        maggioranza del tempo. Un PC invece quando è
        acceso si suppone debba servire a qualcosa, fine
        del discorso.Gli ARM non sono stati pensati per farci girare Crysis...
        Intel non deve fare altro che migliorare la resa
        in stand-by poi la ovvia superiorità tecnologica
        farà il
        resto.Superiorità tecnologica di un blocco di patch che a paragone Windows è limpido come l'acqua distillata. Vanno ancora bene per i PC superpompati, ma per tutto il resto sarebbe anche ora di liberarci da sta roba.
        • poiuy scrive:
          Re: X86 devi morire!

          Su una CPU x86 c'è tutta un'elettronica ridondante di traduzione dal vecchio set di istruzioni x86 al RISC interno del core, che consuma energia.
          Beh, anche tu forse è meglio che torni a scuola. Gli x86, TUTTI, sono proXXXXXri relegati a un'architettura che già nella metà degli anni 80 era obsoleta. Sono potenti solo grazie a pezze su pezze (vedi la famigerata modalità protetta, un trucco per accedere a Ram superiori a 640Kb).Mi pare che tu non abbia capito bene ciò che affermi.La modalità protetta permette di gestire + di 1MB di ram ma non nasce per quello scopo. Mai sentito parlare di memoria virtuale? E di protezione degli spazi di memoria di altri programmi? E di livello di privilegio di esecuzione di un programma? Questa è la modalità protetta...L'obsolescenza dell'architettura x86 è da dimostrare, ma sicuramente gli argomenti che esponi non sono validi. Gli x86 non sono mai stati RISC... sono CISC e ad oggi la diatriba CISC vs RISC è abbastanza superata. Mai sentito parlare di V-pipe e U-pipe?L'idea di una circuiteria inutile che trasforma le istruzioni CISC in RISC è una cavolata. E' la filosofia (sulla quale si può e si è già discusso) del CISC (Complex Instruction Set Computer) che predilige un set di istruzioni più amplio, perchè una istruzione complessa eseguita dal proXXXXXre è più veloce rispetto a n istruzioni semplici messe in fila dal compilatore.Solo che la parte "RISC" di un CISC risultò più lenta di un RISC puro.I proXXXXXri di oggi però lavorano in pipeline e ci sono delle parti ottimizzate per calcoli semplici e altre per i calcoli più complessi. Solo che quando una istruzione dipende dalla precedente le pipeline presentano ritardi.Ora quello che hai scritto è esposto male (così male da risultare falso), ma mostra effettivamente dei punti di debolezza negli x86.Per questioni di compatibilità il set di istruzioni, il numero di registri e tante altre cose, sono compatibili con il passato. Questo implica circuteria in più effettivamente, e ottimizzazioni mancate.Avere una architettura nuova che non ti vincola alla retrocompatibilità sicuramente ha dei vantaggi e degli svantaggi.Quello che si evince da quello che hai scritto però è che hai leggiucchiato un manuale di elettronica dei proXXXXXri, che non lo hai compreso a fondo, e che ne hai fatto delle verità assolute, basandoti su concetti degli anni 80/90, senza tenere conto che siamo nel 2010.Mi sembra molto più interessante la diatriba consumo/prestazioni che la solita frittata CISC/RISC.Si parla di scalabilità anche, ossia proXXXXXri che consumano quando la richiesta computazionale è bassa, ma che forniscono potenza di calcolo se necessario.Anche questo aspetto nella diatriba ARM vs Intell x86 andrebbe considerata.
  • iRoby scrive:
    X86 devi morire!
    Doppio post-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2010 21.10-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti