Eee Keyboard, le specifiche ufficiali

Sul sito della FCC è apparsa la Eee Keyboard di Asus così come presentata dalla prima versione del manuale del prodotto. Tra i componenti chiave, un decoder video HD

Roma – Sono pochi i dettagli dell’ Eee Keyboard a non essere già trapelati qui e là in Rete, ma è ora possibile dare una sbirciata alle specifiche ufficiali fornite da Asus alla Federal Communications Commission ( FCC ) statunitense. Specifiche che, va precisato, risalgono però all’agosto scorso, e potrebbero dunque subire delle minime variazioni da qui all’effettiva commercializzazione del prodotto.

la tastiera Come noto, l’Eee Keyboard è un PC a foggia di tastiera dotato di schermo LCD da 5 pollici con risoluzione di 800 x 480 pixel, chassis in alluminio con tasti a isola e speaker stereo integrati. Le specifiche riportate sul manuale del prodotto pubblicato sul sito di FCC (v. immagine a fondo articolo) confermano la presenza nel sistema di una CPU Atom N270, un chipset 945GSE, 1 GB di memoria RAM DDR2, un SSD da 16 o 32 GB e un modulo wireless Ultra-Wideband (UWB).

Le specifiche elencano poi un decoder video HD di Broadcom, un adattatore Gigabyte Ethernet, un modulo WiFi 802.11n e uno Bluetooth 2.1, nonché le tradizionali interfacce di espansione: HDMI, VGA, USB e audio. La batteria è accreditata di 4 ore di autonomia massima, mentre l’alimentatore è da 36 watt.

Il dispositivo misura 14,5 x 42,5 x 2,5 centimetri e pesa 1,4 chilogrammi. Il sistema operativo riportato è Windows XP, ma è possibile che il prodotto finale arrivi corredato di Windows 7.

Tra le caratteristiche più interessanti dell’Eee Keyboard, oltre allo stile da home computer anni ’80, c’è l’uso della giovane tecnologia UWB, utilizzata per replicare – attraverso un ricetrasmettitore wireless – tutte le principali interfacce verso l’esterno: audio, HDMI, miniUSB e USB. Presumibilmente, il ricetrasmettitore potrà essere posizionato anche a diversi metri di distanza dall’unità centrale.

Grazie al supporto HD, alla ricca dotazione di interfacce e all’integrazione della tecnologia UWB, il futuro membro della famiglia Eee si presta ad essere utilizzato anche come media center domestico, un compito che potrebbe assolvere persino meglio del cugino EeeBox .

Altre immagini del dispositivo e del relativo manuale così come apparsi sul sito di FCC sono riportati qui da Engadget .

Specifiche Eee Keyboard

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    adblock e similari
    C'è un particolare che mi sfugge..............Esistono ormai decine e decine di sistemi per evitare di vedere le pubblicità sui browser.Io conosco e utilizzo i seguenti:- blocco dei pop-up (ormai di default su tutti i browser)- adblock e noscript per firefox,- la funzione di blocco dei contenuti su opera, (o la semplice navigazione a immagini disabilitate, tra l'altro implementabile tramite plug-in anche su firefox)- un file adblock.ini dedicato a Iron (per chi non lo conoscesse, un quasi clone di google chrome ripulito dalle funzioni "spia" e con un adblock.ini scaricabile dal sito e liberamente customizzabile)ma sono certo che ne esistono di altri, anche per I.E.Ora, a parte la truffa pura e cruda (dico di mettere il banner in una pagina web e non lo metto ma batto cassa ugualmente) come si fa a vendere banner pubblicitari? si può verificare se è bloccato in qualche modo dai filtri sopracitati o da altri filtri?
    • Antony scrive:
      Re: adblock e similari
      se il banner viene bloccato, significa che non viene caricato...quindi al 101% non viene conteggiato tra le visualizzazioni.E' che è talmente facile raggirare chi vuole pagare per far visualizzare la propria pubblicità, che alla fine non so quanto convenga.Basta un piccolo Javascript o un CSS per questo tipo di truffa...
  • Pietro Mantovani scrive:
    Passo indietro
    "un rapporto più stretto tra chi i banner li fornisce e chi poi li pubblica sullo spazio web di sua proprietà." Mi pare un storia già sentita.. allora forse è meglio tornare agli scambi in natura perchè c'è del denaro falso in circolazione? Forse sarebbe meglio consigliare alle aziende di rivolgersi a parnter più affidabili. E magari dare qualcvhe consiglio per come sceglierli.
    • Antony scrive:
      Re: Passo indietro
      alla fine se c'è del denaro falso, potrebbero darti (nel pagamento in natura che proponi) una donna che simula l'orgasmo ;)
Chiudi i commenti