Elettronica futuribile: flessibile è bello

Due diverse ricerche, un unico obiettivo: implementare un certo grado di flessibilità nei circuiti integrati così da permetterne l'impiego nei vestiti, nelle costruzioni e un po' dappertutto

Roma – C’è chi prova a far avanzare il settore dell’elettronica flessibile attraverso l’uso di transistor ai nanotubi di carbonio , e chi invece predilige impiegare transistor formati da composti organici. Ricercatori belgi sono in particolare riusciti a risolvere uno dei problemi posti dall’utilizzo dei suddetti composti organici, e hanno mostrato i risultati del loro lavoro in occasione della recente International Solid-State Circuits Conference .

I transistor formati da materiale organico si comportano in maniera diversa da quelli basati sul silicio e non avendo la stessa struttura mono-cristallina presentano un comportamento parzialmente imprevedibile per quanto riguarda la tensione di soglia .

I composti organici sarebbero insomma inadatti all’impiego per la realizzazione di componenti elettronici , ma gli specialisti del centro di ricerca Imec – sito nella città belga di Leuven – avrebbero risolto agilmente il problema implementando un gate extra sul retro di ogni transistor e rendendo più facile il controllo del campo elettrico di ciascuno di essi.

Il risultato del lavoro dei ricercatori di Imec è un processore organico flessibile – il primo al mondo, sostengono – spesso 25 micrometri e dotato di una potenza equivalente a quella di una CPU degli anni ’70. È solo l’inizio, promettono gli autori, di una tecnologia che dovrebbe poter trovare facile applicazione nel vestiario, le costruzioni, il cibo e persino i medicinali e gli altri prodotti farmaceutici.

Un’altra ricerca all’insegna del “flessibile è bello” arriva infine dalla Corea del Sud, dove il Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) sta provando a realizzare una batteria di grafene dotata di performance superiori rispetto a quelle “inflessibili” in uso attualmente.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvan scrive:
    Commento cinico.
    Ma queste persone pensavano forse che i governanti dello Zimbabwe non lo avrebbero inteso come un incitamento alla rivolta. E' come se un insegnante russo ai tempi dell'Unione Sovietica avesse visionato in classe con i suoi studenti dei video ed articoli giornalistici in favore della rivoluzionaria Primavera di Praga del 1968. L'avrebbero subito accolto nelle "confortevoli" galere bolsceviche e "coccolato" a dovere.
  • ephestione scrive:
    Dalla padella alla brace
    Fermo restando l'orrore umano per la situazione in vigore nei paesi protagonisti dell'articolo, non posso fare a meno di cedere al cinismo, ed immaginare cosa succederà quando verrà spodestato l'attuale regime dittatoriale e entrerà la "democrazia" con internet nel bagagliaio.Dal regime del sig. Mugabe, i cittadini dello Zimbabwe passeranno direttamente a quello di google e della sua coda di inserzionisti, che in maniera più subdola controllerà la loro vita.Perché, alla fine, sempre di "controllo" si tratta, qualunque sia il senso.Neppure potranno godersi una fase intermedia di sana e innocua "modernizzazione asettica".Poi, prima che il solito benpensante di turno mi risponda "gne gne gne sì ma sempre meglio con google con che mugabe tanto io non ho ggnniente da nascondere che mi importa se google vende i miei dati alla pubblicità gne gne viva il progresso", riporto l'attenzione alle prime righe in cui preannuncio il cinismo del contenuto del presente post, quindi tutti gli haters sono da considerarsi automaticamente plonkati.
  • Undertaker scrive:
    Africa moderna
    Nel 1979 la sterlina rodesiana valeva QUANTO LA STERLINA INGLESE.Ora ci vogliono miliardi di dollari zimbabuniani per comprare tre uova.Sudafrica e Rodesia aveano un livello di vita quasi a livello europeo, ora gli ultimi bianchi vengono cacciati e quelle nazioni stanno diventando come il resto dell'Africa.
  • Funz scrive:
    Zimbabwe
    Avevo trovato un sito dove raccontavano fotograficamente l'esplosione dell'inflazione, arrivata a valori di miliardi di %/anno grazie all'illuminato governo Mugabe... mi piacerebbe ritrovarlo.
    • panda rossa scrive:
      Re: Zimbabwe
      - Scritto da: Funz
      Avevo trovato un sito dove raccontavano
      fotograficamente l'esplosione dell'inflazione,
      arrivata a valori di miliardi di %/anno grazie
      all'illuminato governo Mugabe... mi piacerebbe
      ritrovarlo.Ma in quel famoso elenco delle nazioni ordinate per liberta' di stampa, l'italia era davanti o dietro lo zimbabwe?
      • Talking Head scrive:
        Re: Zimbabwe
        Lo Zimbabwe ci da ancora grandi soddisfazioni, il regime di Robert Mugabe è ultimo in tutte le classifiche internazionali, da HDI a GDP a libertà di ogni tipo.Certo, non dobbiamo andare a stuzzicare colossi della libertà come Ghana o Gabon, lì ce le prendiamo :)
    • Rover scrive:
      Re: Zimbabwe
      Comunque già questo rende l'idea:http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/3/3e/ZWDvUSDchart.png/709px-ZWDvUSDchart.pngdal 2001 è 10 alla 31° potenza!!!!!!
      • Valeren scrive:
        Re: Zimbabwe
        Aspé: al cambio ufficiale, un dollaro vale 10^21 ZWD ?
        • Funz scrive:
          Re: Zimbabwe
          - Scritto da: Valeren
          Aspé: al cambio ufficiale, un dollaro vale 10^21
          ZWD
          ?Teoricamente si dato il tasso di inflazione annuo che almeno in teoria ha raggiunto il 10^108% :|In pratica credo che nessuno avrebbe mai accettato ZWD in cambio di USD... comunque lo ZWD è stato abbandonato (e ci credo)http://en.wikipedia.org/wiki/Hyperinflation_in_Zimbabwe[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/3/3e/Zimbabwe_%24100_trillion_2009_Obverse.jpg[/img]Anche se non ha raggiunto i livelli della Ungheria fine anni '40, e le sue banconote da 100 milioni di miliardi ^^[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/33/HUP_100MB_1946_obverse.jpg[/img]
Chiudi i commenti