Eolas, il patent troll che voleva il Web

Continua la querelle legale tra i colossi della net-economy e la piccola società. Che sostiene di possedere i brevetti sul Web interattivo. Testimone della difesa pure Sir Berners-Lee

Roma – Ha appena preso il via il processo voluto da Eolas Technologies contro i colossi dell’ICT, a suo dire colpevoli di aver infranto due brevetti fondamentali per le attuali tecnologie del web interattivo, delle “app” e della connettività always-on. Alla sbarra ci sono Adobe, Oracle, Apple, Yahoo!, YouTube e tanti altri, e visti i precedenti Eolas potrebbe anche vincere.

La piccola società statunitense ha infatti una lunga storia di litigiosità legale scatenata contro i big del settore, che l’ha portata a vincere contro Microsoft – che ha pagato una somma di denaro ignota per via extra-giudiziaria – e poi a rivalersi contro le altri grande aziende che avrebbero presumibilmente fatto affari d’oro abusando di brevetti legittimamente riconosciuti dall’apposita organizzazione statunitense (USPTO).

Il nuovo processo appena avviato serve appunto a stabilire la legittimità delle richieste di Eolas, con i giudici e i giurati che dovranno decidere se i fantomatici brevetti ‘906 e ‘985 (risalenti rispettivamente al 1998 e al 2009) siano validi oppure no . Brevetti che, in pratica, attribuirebbero a Eolas potere assoluto su qualsiasi plugin fatto girare all’interno di una pagina Web (come per esempio Flash), o qualunque app che incapsuli contenuto proveniente dal Web stesso.

La corte ha chiamato a testimoniare anche Sir Tim Berners-Lee, il padre riconosciuto del World Wide Web, che ha prevedibilmente chiesto alla giuria di invalidare i brevetti : l’alternativa, ha sostenuto Mr.Berners-Lee, è la ripercussione negativa sull’intero web odierno.

Vista la vittoria già ottenuta in passato contro Microsoft, i timori sono che Eolas riesca ancora una volta a far valere le proprie ragioni: a quel punto si passerebbe a un nuovo processo con l’intento di stabilire il livello di “danno” subito dal patent troll, e le eventuali compensazioni da elargire per riparare al torto subito.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luigi Matteo scrive:
    Monkey Island ITALIAN fan page
    http://www.facebook.com/pages/Monkey-Island/80092312271La mia pagina in italiano, ricca di contenuti su Monkey Island! Vi aspetto numerosi !!!!!
  • Guybrush scrive:
    50.000 dollari USA
    Per comparire, come personaggio, all'interno di un videogioco.Questa dovevo ancora leggerlo.Dati i tempi ridottissimi in cui la cifra è stata raccolta, direi che di personaggi ce ne sono almeno 3-4.GT
    • grubbolo scrive:
      Re: 50.000 dollari USA
      Nel kickstarter si parla di un posto solo per chi offrva 10000 dollari o piùhttp://www.kickstarter.com/projects/66710809/double-fine-adventure
    • ... scrive:
      Re: 50.000 dollari USA
      mezzucci da chi ormai non ha più nulla da offrire al mondo dei videogiochi e campa di rendita, sono abbastanza sicuro che sto gioco non vedrà mai la luce...c'è anche chi ti fa comparire nel gioco gratis, vedi la Radical che ha indetto un concorso con cui vincevi un viaggio da loro e creavano il tuo personaggio su Prototype 2 e avevi l'onore di finire maciullato da Mercer o Heller, tutto questo gratis solo a scopo pubblicitario
      • krane scrive:
        Re: 50.000 dollari USA
        - Scritto da: ...
        mezzucci da chi ormai non ha più nulla da offrire
        al mondo dei videogiochi e campa di rendita, sono
        abbastanza sicuro che sto gioco non vedrà mai la
        luce...
        c'è anche chi ti fa comparire nel gioco gratis,
        vedi la Radical che ha indetto un concorso con
        cui vincevi un viaggio da loro e creavano il tuo
        personaggio su Prototype 2 e avevi l'onore di
        finire maciullato da Mercer o Heller, tutto
        questo gratis solo a scopo pubblicitarioMessa cosi' puzza proprio di invidia sai ?(rotfl)
    • jumpjack scrive:
      Re: 50.000 dollari USA
      Io in un videogioco ci sono già comparso, anni fa c'era un programma per creare avventure punta-e-clicca usando fotografie come facce dei personaggi! :-)- Scritto da: Guybrush
      Per comparire, come personaggio, all'interno di
      un
      videogioco.
      Questa dovevo ancora leggerlo.
      Dati i tempi ridottissimi in cui la cifra è stata
      raccolta, direi che di personaggi ce ne sono
      almeno
      3-4.

      GT
  • uno nessuno scrive:
    Re: Scappa dalla stanza
    Ma sì, il concetto è lo stesso di tante avventure testuali, solo che sono grafiche. Però non le amo. Sarà perché quelle che ho visto erano poco originali, o sarà perché non ho ancora capito cos'abbia Flash più della riga di comando...
  • uno nessuno scrive:
    bello!
    Iniziativa molto intelligente e soprattutto molto bella per noi appassionati di giochi "veri"! :)Però io sostengo da sempre che le migliori avventure sono quelle "semigrafiche" della Sierra, come il primo Larry, i primi due Space Quest e così via. Avventure dove "muovevi l'omino", ma dovevi anche scrivere a manina cosa volevi fare, come nelle vecchie e intramontabili avventure testuali.Tra l'altro alcuni di quei giochi ora sono on line in una versione JavaScript:http://sarien.net/
  • Sutter Kaine scrive:
    Grande grande...
    grande iniziativa...e speriamo seriamente che pensino anche a noi poveri Linuxxari!!!!!!!! Sperem sperem!!!!...
    • uno nessuno scrive:
      Re: Grande grande...
      Beh, per i giochi di quel tipo basta usare gli emulatori, a meno che non usino librerie moderne strafighe... ma in questo caso, dubito che si sarebbero accontentati di quella cifra.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Grande grande...
      - Scritto da: Sutter Kaine
      grande iniziativa...e speriamo seriamente che
      pensino anche a noi poveri Linuxxari!!!!!!!!
      Sperem
      sperem!!!!...Lo vende su Steam che funziona solo per Windows.
      • Dave V scrive:
        Re: Grande grande...
        Leggete bene la FAQ:Q: What about Android or Linux?A: Those are possible too! It all depends on how much money we can raise.E visto che viaggiano sul 400% della cifra originale richiesta, mi pare che sia una possibilità concreta!
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Grande grande...
          - Scritto da: Dave V
          Leggete bene la FAQ:
          Le avevo già lette, se vuoi ti mostro negli ultimi 10 anni quante volte sono state promesse delle versioni per linux per programmi e plugin, per poi non farne niente. Per ora l'unica cosa sicura è questa:STEAM-
          WINDOWS
          • Sgabbio scrive:
            Re: Grande grande...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Dave V

            Leggete bene la FAQ:



            Le avevo già lette, se vuoi ti mostro negli
            ultimi 10 anni quante volte sono state promesse
            delle versioni per linux per programmi e plugin,
            per poi non farne niente. Per ora l'unica cosa
            sicura è
            questa:
            STEAM-
            WINDOWSci sta anche per mac
  • krane scrive:
    Re: Scappa dalla stanza
    - Scritto da: uno qualsiasi
    Sul web si trovano centinaia di giochi
    punta-e-clicca in flash: costituiscono il genere
    "scappa dalla stanza" (o "room escape", in
    inglese), e sono delle vere e proprie avventure
    grafiche punta-e-clicca, solo più brevi.
    In genere, la trama è molto semplice: il
    protagonista non è particolarmente eroico (niente
    Indiana Jones, quindi), e non sta cercando di
    salvare il mondo, ma solo di svolgere le sue
    normali attività quotidiane, quando, per qualche
    motivo, si ritrova intrappolato da solo in un
    locale (ad esempio, un ascensore, un bagno, un
    ufficio...). :-o :-o :-oE sara' proprio la noia data da questi giochi che avra' fatto venire voglia di un'avventura punta e clicca VERA !!
  • topolinik scrive:
    E sarebbe proprio il massimo se...
    Pensate se proprio un Tim Schafer sfornasse una nuova meraviglia che però può girare su residualvm, come il suo Grim Fandango fa da qualche mese (e lui ne frequenta perfino il forum!)La Double Fine Productions non dovrebbe nemmeno più porsi il problema della portabilità, basta vedere su quali e quanti sistemi gira quell'engine ;)A quel punto basterebbe vendere il gioco senza eseguibile, il resto lo ha già fatto la squadra di residualvm.
    • giucam scrive:
      Re: E sarebbe proprio il massimo se...
      Ad onor del vero, non è Tim che frequenta il forum, ma Bret Mogilefsky, lo sviluppatore dell'engine originale.
  • Enjoy with Us scrive:
    Toh ma guarda...
    ... allora non è vero che il gratis e la libera offerta sul web non funzionano... non sarebbe il caso che anche gli artisti incominciassero a levare i DRM e a proporre le loro opere a pochi euro?Chissà magari incassano più di prima, alla faccia di major e di intermediatori inutili, certo che se nessuno ci prova...
    • uno nessuno scrive:
      Re: Toh ma guarda...
      Ehm... no che non è vero, si può sapere dove l'hai sentito dire???Ci sono case editrici che si basano SOLO sul crowd funding: il pubblico legge cosa vogliono pubblicare, se gli interessa finanziano una piccola parte del progetto e i soldi gli torneranno indietro con gli interessi, e se poi entro un certo periodo di tempo non raccolgono abbastanza fondi ridanno i soldi a chi li ha versati.Ora sembra una cosa d'avanguardia, ma vedrai che nel giro di qualche anno diventerà l'unico modo possibile per poter produrre qualcosa. Nell'era di internet non può funzionare il vecchio schema per cui quattro XXXXXXXXX si siedono a un tavolo e decidono che musica ascolteranno i ragazzi nei prossimi 3 anni.
    • uno nessuno scrive:
      Re: Toh ma guarda...
      Ehm... no che non è vero, si può sapere dove l'hai sentito dire???Ci sono case editrici che si basano SOLO sul crowd funding: il pubblico legge cosa vogliono pubblicare, se gli interessa finanziano una piccola parte del progetto e i soldi gli torneranno indietro con gli interessi, e se poi entro un certo periodo di tempo non raccolgono abbastanza fondi ridanno i soldi a chi li ha versati.Ora sembra una cosa d'avanguardia, ma vedrai che nel giro di qualche anno diventerà l'unico modo possibile per poter produrre qualcosa. Nell'era di internet non può funzionare il vecchio schema per cui quattro XXXXXXXXX si siedono a un tavolo e decidono che musica ascolteranno i ragazzi nei prossimi 3 anni.E' per questo che, ogni 2/3 giorni, su punto informatico si leggono i piagnistei delle case discografiche, cinematografiche, editrici, etc etc, con Mariuccia che versa lacrime amare per il diritto d'autore in pericolo.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Toh ma guarda...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... allora non è vero che il gratis e la libera
      offerta sul web non funzionano... non sarebbe il
      caso che anche gli artisti incominciassero a
      levare i DRM e a proporre le loro opere a pochi
      euro?Ma quale Gratis?? Ma quale niente DRM?(rotfl)Ha detto che lo venderà su Steam con tanto di copyright
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Toh ma guarda...
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Enjoy with Us

        ... allora non è vero che il gratis e la
        libera

        offerta sul web non funzionano... non
        sarebbe
        il

        caso che anche gli artisti incominciassero a

        levare i DRM e a proporre le loro opere a
        pochi

        euro?


        Ma quale Gratis?? Ma quale niente DRM?(rotfl)
        Ha detto che lo venderà su Steam con tanto di
        copyrightChi ha parlato di gratis?Chi ha detto senza copyright?Copyright mica è uguale a DRM!
  • Ubunto scrive:
    Eh grazie tante...
    se c'è Ron Gilbert all'opera! :)[img]http://img821.imageshack.us/img821/9935/piratay.png[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 febbraio 2012 17.59-----------------------------------------------------------
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Eh grazie tante...
      - Scritto da: Ubunto
      se c'è Ron Gilbert all'opera! :)
      [img]http://img821.imageshack.us/img821/9935/piratay.png[/img]Se non ne capisce lui di pirateria, chi dovrebbe? :)Tra l'altro la cosa più divertente è il modo in cui nacque il nome Guybrush: lo disegnarono col Deluxe Paint su Amiga e diedero nome al file Guy ("il tizio"). Il programma aggiunse l'estensione .brush :D
      • bubba scrive:
        Re: Eh grazie tante...
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Ubunto

        se c'è Ron Gilbert all'opera! :)


        [img]http://img821.imageshack.us/img821/9935/pirat

        Se non ne capisce lui di pirateria, chi dovrebbe?
        :)
        Tra l'altro la cosa più divertente è il modo in
        cui nacque il nome Guybrush: lo disegnarono col
        Deluxe Paint su Amiga e diedero nome al file Guy
        ("il tizio"). Il programma aggiunse l'estensione
        .brush
        :DLOL divertente... fa divertire anche il fatto che tutti i games SCUMM sono stati LARGAMENTE piratati... ma non mi pare che i programmatori & co siano dei barboni sotto i ponti...
        • brain scrive:
          Re: Eh grazie tante...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          - Scritto da: Ubunto


          se c'è Ron Gilbert all'opera! :)





          [img]http://img821.imageshack.us/img821/9935/pirat



          Se non ne capisce lui di pirateria, chi
          dovrebbe?

          :)

          Tra l'altro la cosa più divertente è il modo in

          cui nacque il nome Guybrush: lo disegnarono col

          Deluxe Paint su Amiga e diedero nome al file Guy

          ("il tizio"). Il programma aggiunse l'estensione

          .brush

          :D
          LOL divertente... fa divertire anche il fatto
          che tutti i games SCUMM sono stati LARGAMENTE
          piratati... ma non mi pare che i programmatori &
          co siano dei barboni sotto i
          ponti...Stanno talmente bene che per produrre qualcosa sono costretti a fare una colletta! :DSotto i ponti magari no, ma col cappello davanti alla metro...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Eh grazie tante...
            Come al solito capisci quello che vuoi capire :DMai sentito parlare di produzioni indipendenti, perchè una certa casa ludica, non trova un distributore che finanzi ?
          • brain scrive:
            Re: Eh grazie tante...
            - Scritto da: Sgabbio
            Come al solito capisci quello che vuoi capire :D
            Mai sentito parlare di produzioni indipendenti,
            perchè una certa casa ludica, non trova un
            distributore che finanzi
            ?chiediti perchè :D
        • brain scrive:
          Re: Eh grazie tante...
          - Scritto da: panda rossa
          L'artista che vive della sua arte, se ne frega
          assai delle copie, anzi, ha solo piacere se c'e'
          piu' gente che apprezza la sua
          arte.E la copia della pagnotta quando passa dal panettiere :D
          Compresi i programmatori di videogames.O quelli che si spacciano come tali...
          • Pornocchio scrive:
            Re: Eh grazie tante...
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: panda rossa

            L'artista che vive della sua arte, se ne
            frega

            assai delle copie, anzi, ha solo piacere se
            c'e'

            piu' gente che apprezza la sua

            arte.

            E la copia della pagnotta quando passa dal
            panettiere
            :DFantastico !!!La fine della fame del mondo magari !!!!
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: Eh grazie tante...
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Ubunto

        se c'è Ron Gilbert all'opera! :)


        [img]http://img821.imageshack.us/img821/9935/pirat

        Se non ne capisce lui di pirateria, chi dovrebbe?
        :)
        Tra l'altro la cosa più divertente è il modo in
        cui nacque il nome Guybrush: lo disegnarono col
        Deluxe Paint su Amiga e diedero nome al file Guy
        ("il tizio"). Il programma aggiunse l'estensione
        .brush
        :DMi manca la parte Threepwood.GT
        • panda rossa scrive:
          Re: Eh grazie tante...
          - Scritto da: Guybrush Fuorisede
          Mi manca la parte Threepwood.la wiki dice che gli autori volevano un cognome difficile da pronunciare.
  • panda rossa scrive:
    Software commissionato
    Visto? Funziona!E' un modello che puo' applicarsi non solo ai giochi, ma anche alla musica, ai libri, ai video, a tutto.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Software commissionato
      - Scritto da: panda rossa
      Visto? Funziona!

      E' un modello che puo' applicarsi non solo ai
      giochi, ma anche alla musica, ai libri, ai video,
      a
      tutto.Ho già visto in passato delle raccolte fondi del genere: qualche anno fa i Marillion (nome molto noto del panorama progressive rock) chiesero ai loro fan di anticipare i soldi per un nuovo cd, che altrimenti non sarebbero riusciti a produrre! La raccolta andò bene, ed il cd venne prodotto!Pensate quanti soldi potrebbe raccogliere quel "grande" artista di Vasco, o Justin Bieber, tanto per citare qualche nome celebre...Tuttavia è sicuro come il sole che questo "credito" lo si dà solo a nomi già conosciuti del panorama artistico: ad un'artista emergente non si darebbero due lire, triste ma praticamente vero!
      • panda rossa scrive:
        Re: Software commissionato
        - Scritto da: Mela avvelenata
        - Scritto da: panda rossa

        Visto? Funziona!



        E' un modello che puo' applicarsi non solo ai

        giochi, ma anche alla musica, ai libri, ai
        video,

        a

        tutto.

        Ho già visto in passato delle raccolte fondi del
        genere: qualche anno fa i Marillion (nome molto
        noto del panorama progressive rock) chiesero ai
        loro fan di anticipare i soldi per un nuovo cd,
        che altrimenti non sarebbero riusciti a produrre!
        La raccolta andò bene, ed il cd venne
        prodotto!
        Pensate quanti soldi potrebbe raccogliere quel
        "grande" artista di Vasco, o Justin Bieber, tanto
        per citare qualche nome
        celebre...

        Tuttavia è sicuro come il sole che questo
        "credito" lo si dà solo a nomi già conosciuti del
        panorama artistico: ad un'artista emergente non
        si darebbero due lire, triste ma praticamente
        vero!Per questo l'artista emergente deve immediatamente liberare e far circolare le sue prime opere.Cosi' si fa conoscere, si fa apprezzare, e la gente ne chiedera' altre di opere, se piacciono.Se invece non piacciono, che si tolga e lasci spazio a qualcuno piu' bravo.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Software commissionato
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Mela avvelenata

          - Scritto da: panda rossa


          Visto? Funziona!





          E' un modello che puo' applicarsi non
          solo
          ai


          giochi, ma anche alla musica, ai libri,
          ai

          video,


          a


          tutto.



          Ho già visto in passato delle raccolte fondi
          del

          genere: qualche anno fa i Marillion (nome
          molto

          noto del panorama progressive rock) chiesero
          ai

          loro fan di anticipare i soldi per un nuovo
          cd,

          che altrimenti non sarebbero riusciti a
          produrre!

          La raccolta andò bene, ed il cd venne

          prodotto!

          Pensate quanti soldi potrebbe raccogliere
          quel

          "grande" artista di Vasco, o Justin Bieber,
          tanto

          per citare qualche nome

          celebre...



          Tuttavia è sicuro come il sole che questo

          "credito" lo si dà solo a nomi già
          conosciuti
          del

          panorama artistico: ad un'artista emergente
          non

          si darebbero due lire, triste ma praticamente

          vero!

          Per questo l'artista emergente deve
          immediatamente liberare e far circolare le sue
          prime
          opere.
          Cosi' si fa conoscere, si fa apprezzare, e la
          gente ne chiedera' altre di opere, se
          piacciono.In teoria hai ragione, ma in pratica ho visto (e soprattutto sentito) molte band che rilasciavano i propri album a gratis, a scopo promozionale, ma poi non hanno avuto molta fortuna...ed erano produzioni di alto livello (sia tecnico che artistico), niente a che vedere con demo amatoriali! Purtroppo non hanno avuto molta fortuna a livello commerciale...
          Se invece non piacciono, che si tolga e lasci
          spazio a qualcuno piu'
          bravo.Beh, attualmente credo che non siano i più bravi a "sfondare", purtroppo...
          • panda rossa scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: Mela avvelenata

            In teoria hai ragione, ma in pratica ho visto (e
            soprattutto sentito) molte band che rilasciavano
            i propri album a gratis, a scopo promozionale, ma
            poi non hanno avuto molta fortuna...ed erano
            produzioni di alto livello (sia tecnico che
            artistico), niente a che vedere con demo
            amatoriali! Purtroppo non hanno avuto molta
            fortuna a livello
            commerciale...Del resto abbiamo dei laureati che lavorano al call center, non ci vedo niente di male se una band, per quanto in gamba, non sfonda.Pero': la figlia di Zucchero ha sfondato, il figlio di Facchinetti ha sfondato, la figlia di Celentano ha sfondato...L'Italia e' fondamentalmente un paese meritocratico e il nepotismo non esiste affatto.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mela avvelenata




            In teoria hai ragione, ma in pratica ho
            visto
            (e

            soprattutto sentito) molte band che
            rilasciavano

            i propri album a gratis, a scopo
            promozionale,
            ma

            poi non hanno avuto molta fortuna...ed erano

            produzioni di alto livello (sia tecnico che

            artistico), niente a che vedere con demo

            amatoriali! Purtroppo non hanno avuto molta

            fortuna a livello

            commerciale...

            Del resto abbiamo dei laureati che lavorano al
            call center, non ci vedo niente di male se una
            band, per quanto in gamba, non
            sfonda.No, certo, ma spesso è un peccato vedere talenti eclissarsi così...
            Pero': la figlia di Zucchero ha sfondato, il
            figlio di Facchinetti ha sfondato, la figlia di
            Celentano ha
            sfondato...Sfondato è una parola grossa...diciamo che hanno (avuto) una certa visibilità, ma niente in confronto ai rispettivi genitori!
            L'Italia e' fondamentalmente un paese
            meritocratico e il nepotismo non esiste
            affatto.poco, ma sicuro! :D
          • bubba scrive:
            Re: Software commissionato


            Pero': la figlia di Zucchero ha sfondato, il

            figlio di Facchinetti ha sfondato, la figlia
            di

            Celentano ha

            sfondato...

            Sfondato è una parola grossa...diciamo che hanno
            (avuto) una certa visibilità, ma niente in
            confronto ai rispettivi
            genitori!Beh a me personalmente il figlio di facchinetti ha SFONDATO le orecchie :D (e sono buono)
          • brain scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: panda rossa
            Del resto abbiamo dei laureati che lavorano al
            call center, non ci vedo niente di male se una
            band, per quanto in gamba, non
            sfonda.

            Pero': la figlia di Zucchero ha sfondato, il
            figlio di Facchinetti ha sfondato, la figlia di
            Celentano ha
            sfondato...
            L'Italia e' fondamentalmente un paese
            meritocratico e il nepotismo non esiste
            affatto.Mi tocca darti ragione, che paese di me@@a! :(
          • user_ scrive:
            Re: Software commissionato
            il figlio di facchinetti ha sfondato i palle
          • Paolo Bitta scrive:
            Re: Software commissionato
            ERESIA!
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Software commissionato
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Mela avvelenata

          - Scritto da: panda rossa


          Visto? Funziona!





          E' un modello che puo' applicarsi non
          solo
          ai


          giochi, ma anche alla musica, ai libri,
          ai

          video,


          a


          tutto.



          Ho già visto in passato delle raccolte fondi
          del

          genere: qualche anno fa i Marillion (nome
          molto

          noto del panorama progressive rock) chiesero
          ai

          loro fan di anticipare i soldi per un nuovo
          cd,

          che altrimenti non sarebbero riusciti a
          produrre!

          La raccolta andò bene, ed il cd venne

          prodotto!

          Pensate quanti soldi potrebbe raccogliere
          quel

          "grande" artista di Vasco, o Justin Bieber,
          tanto

          per citare qualche nome

          celebre...



          Tuttavia è sicuro come il sole che questo

          "credito" lo si dà solo a nomi già
          conosciuti
          del

          panorama artistico: ad un'artista emergente
          non

          si darebbero due lire, triste ma praticamente

          vero!

          Per questo l'artista emergente deve
          immediatamente liberare e far circolare le sue
          prime
          opere.
          Cosi' si fa conoscere, si fa apprezzare, e la
          gente ne chiedera' altre di opere, se
          piacciono.Esatto e i siti come Jamendo esistono apposta.
          • brain scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Per questo l'artista emergente deve

            immediatamente liberare e far circolare le
            sue

            prime

            opere.

            Cosi' si fa conoscere, si fa apprezzare, e la

            gente ne chiedera' altre di opere, se

            piacciono.

            Esatto e i siti come Jamendo esistono apposta.Da cui esco opere di qualità a fiumi :D
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Per questo l'artista emergente deve


            immediatamente liberare e far circolare
            le

            sue


            prime


            opere.


            Cosi' si fa conoscere, si fa
            apprezzare, e
            la


            gente ne chiedera' altre di opere, se


            piacciono.



            Esatto e i siti come Jamendo esistono
            apposta.
            Da cui esco opere di qualità a fiumi :DOpere di qualità ce ne sono, ma nessuno (o quasi) le considera!Ma c'è roba più interessante su Bandcamp: http://bandcamp.com/
          • brain scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato



            Per questo l'artista emergente deve



            immediatamente liberare e far
            circolare

            le


            sue



            prime



            opere.



            Cosi' si fa conoscere, si fa

            apprezzare, e

            la



            gente ne chiedera' altre di opere,
            se



            piacciono.





            Esatto e i siti come Jamendo esistono

            apposta.

            Da cui esco opere di qualità a fiumi :D

            Opere di qualità ce ne sono, ma nessuno (o quasi)
            le
            considera!Che strano :D
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Software commissionato
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: Mela avvelenata

            - Scritto da: brain


            - Scritto da: Luco, giudice di linea
            mancato




            Per questo l'artista
            emergente
            deve




            immediatamente liberare e far

            circolare


            le



            sue




            prime




            opere.




            Cosi' si fa conoscere, si fa


            apprezzare, e


            la




            gente ne chiedera' altre di
            opere,

            se




            piacciono.







            Esatto e i siti come Jamendo
            esistono


            apposta.


            Da cui esco opere di qualità a fiumi :D



            Opere di qualità ce ne sono, ma nessuno (o
            quasi)

            le

            considera!
            Che strano :DSe la maggior parte delle persone hanno gusti di mrd non è colpa degli artisti!
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Software commissionato
      - Scritto da: panda rossa
      Visto? Funziona!

      E' un modello che puo' applicarsi non solo ai
      giochi, ma anche alla musica, ai libri, ai video,
      a
      tutto.TOC TOC c'è qualcuno?Lo sai che quel gioco lo venderanno su Steam(quindi solo per windows) e con tanto di ODIATO COPYRIGHT? Ai bakers verrà solo "regalata" una chiave. Metto regalata tra virgolette perché alla fine si è trattata di una semplice prevendita fatta da un tizio già famoso.
  • Sgabbio scrive:
    solo per nostalgici ?
    E' un genere, che esiste ancora, ma ha una sua "nicchia", chi sa come varrà accolta dal pubblico. (sperando che si possa prendere anche fuori da steam).
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: solo per nostalgici ?
      - Scritto da: Sgabbio
      E' un genere, che esiste ancora, ma ha una sua
      "nicchia", chi sa come varrà accolta dal
      pubblico. (sperando che si possa prendere anche
      fuori da
      steam).E pensare che funzionerebbe così bene sui tablet e smartphone...e dire che a me le avventure grafiche manco piacciono!
      • shevathas scrive:
        Re: solo per nostalgici ?

        E pensare che funzionerebbe così bene sui tablet
        e smartphone...e dire che a me le avventure
        grafiche manco
        piacciono!Non credo molto, penso che sarebbero fra i tipi di gioco maggiormente penalizzati dalla bassa dimensione dello schermo. Quindi o useranno una grafica spartana o dovrai andare pesantemente di scrolling e zoom, azioni abbastanza scomode.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: solo per nostalgici ?
          - Scritto da: shevathas

          E pensare che funzionerebbe così bene sui
          tablet

          e smartphone...e dire che a me le avventure

          grafiche manco

          piacciono!

          Non credo molto, penso che sarebbero fra i tipi
          di gioco maggiormente penalizzati dalla bassa
          dimensione dello schermo. Quindi o useranno una
          grafica spartana o dovrai andare pesantemente di
          scrolling e zoom, azioni abbastanza
          scomode.Per tablet sarebbe perfetto, e per quanto riguarda le azioni basterebbe utilizzare semplici gesture...
Chiudi i commenti