Eqal, la ragazza non è più sola

I padri di LonelyGirl produrranno altre serie. 5 milioni di dollari il capitale per creare nuovi fenomeni di culto tra i netizen
I padri di LonelyGirl produrranno altre serie. 5 milioni di dollari il capitale per creare nuovi fenomeni di culto tra i netizen

LonelyGirl15 avrà degli eredi: i creatori della celebre serie sulla fittizia vita di una teenager vlogger di nome Bree hanno dato vita ad Eqal , società che, sfruttando la popolarità della serie, lancerà altri tormentoni. L’hype è già avviato: un trailer postato online dagli inizi di agosto fa calare il sipario sugli webisodi dedicati alla ragazza solitaria e lancia il nuovo show, promosso anche sui principali social network.

Bree, la ragazza solitaria A formare l’azienda, le stesse menti del progetto LG15 , evolutosi in versione UK in Kate Modern una volta tirata giù la maschera. Miles Beckett e Greg Goodfried hanno portato in dote per il progetto circa 5 milioni di dollari, raggranellati tra vari investitori. Una cifra notevole, se considerata in rapporto alla prima sperimentazione che poteva contare su un budget prossimo allo zero. Il successo è stato decretato dal pubblico, con milioni e milioni di visite per ogni webisodio .

Ora è il momento di cavalcare l’onda: il sito LG15.com diverrà un vero e proprio portale di social networking con un vasto corollario di feature che permetteranno ai fan di dare sfogo e spazio alle proprie idee e all’interazione. Ma non solo: come riportato da TechCrunch , lo staff di Eqal pensa ad un portale gestito in maniera autonoma, un sito camaleontico che cambierà forma, look e funzionalità di pari passo con i nuovi scenari offerti dalle varie serie in streaming.

Nel grande calderone di Internet sono stati vari i tentativi di ottenere successo con il viral marketing, e la serie incentrata su Bree è stata forse la prima a riuscirci. LonelyGirl15 è ormai divenuto un marchio di fabbrica che ha ben saputo giostrarsi tra il web ed il passaparola, seminando in terreni fertili come quelli dei grandi aggregatori di teenager pronti a decretare come cool il nuovo fenomeno. Altre realtà sono già presenti nel web – basti citare lo Spiderman italiano , divenuto un cult per molti utenti – e contribuiscono a consolidare un nuovo tipo di linguaggio video fatto di mini episodi da pochi minuti, di interattività e di passaparola. Da agosto è online il trailer della nuova serie intitolata LG15: The resistance che tra polemiche e attese sfiora già le 200 mila visite su YouTube.

I vertici di Eqal stanno negoziando vari accordi per diffondere i vari contenuti su portali molto frequentati come MySpace , YouTube , Veoh e Hulu . Va comunque detto che il punto di riferimento sarà sempre e comunque LG15.com : sul sito saranno rilasciati costantemente nuovi update in linea con lo storyboard, notizie necessarie per poter seguire l’evolversi dell’intera vicenda.

Vincenzo Gentile

( fonte immagine )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 08 2008
Link copiato negli appunti