Equo compenso, la riscossa

di G. Scorza - La sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea anticipa i nostri giudici nazionali: l'equo compenso va pagato solo sui dispositivi destinati alla copia privata. Ed ora rendiamolo davvero "equo"

Roma – È una Sentenza che, in poche ore, ha fatto il giro dell’intera Europa quella con la quale la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha ridimensionato gli appetiti delle major dell’audiovisivo e delle società di intermediazione dei diritti come l’italica SIAE, in materia di equo compenso. I Giudici di Lussemburgo, infatti, hanno messo nero su bianco un principio che, in realtà, appariva ovvio a tanti, ma che i Governi di molti Paesi – complice un’incessante ed infaticabile attività di lobbying da parte dell’industria dei titolari dei diritti – negli ultimi anni hanno, deliberatamente, scelto di ignorare: l’equo compenso per copia privata deve necessariamente essere ancorato all’effettivo utilizzo – ancorché identificato solo su base presuntiva – del supporto o del dispositivo per la realizzazione di una copia privata.
La semplice idoneità di una tipologia di supporto o dispositivo alla registrazione di una copia privata così come la sua capacità di registrazione non possono rappresentare – e la Corte di Giustizia lo dice senza reticenze ed ambiguità – il presupposto impositivo per l’obbligo di pagamento dell’equo compenso per copia privata.

“L’art. 5(2)(b) della Direttiva 2001/29 deve essere interpretato – scrivono i giudici – nel senso che è necessario un rapporto tra l’applicazione dell’equo compenso per copia privata in relazione ad un dispositivo o supporto ed il suo utilizzo per l’esecuzione di una copia privata”. Aggiunge, inoltre, la Corte di Giustizia – dando così inequivocabilmente ragione a quanti, anche in Italia, avevano sostenuto tale argomento, già all’indomani dell’approvazione del famigerato Decreto Bondi – che “conseguentemente, l’indiscriminata applicazione dell’equo compenso, in particolare, in relazione a dispositivi o supporti distribuiti a soggetti diversi dai consumatori e evidentemente riservati ad usi diversi dall’effettuazione di copie private, è incompatibile con la disciplina europea contenuta nella Direttiva 2001/29”.
Impossibile essere più chiari di così.

La Corte di Giustizia ha fornito la propria interpretazione della disciplina europea della materia a margine di un giudizio tutto spagnolo pendente tra la SGAE – cugina spagnola della SIAE – e la Padawan SL, società di diritto spagnolo operante nel mercato della commercializzazione di supporti di registrazione. Ma, evidentemente, il principio sancito dalla Corte entra a far parte dell’Ordinamento europeo ed è, pertanto, destinato a spiegare i suoi effetti negli Ordinamenti di tutti i Paesi membri.
Ogni norma di legge o regolamento, italiano, francese o, piuttosto tedesco, in materia di equo compenso incompatibile con la disciplina europea della materia, come interpretata dalla Corte di Giustizia UE nella Sentenza del 21 ottobre scorso, dovrà, semplicemente, essere disapplicata dai giudici nazionali senza bisogno di tornare a Lussemburgo a chiedere una nuova decisione della Corte. Proprio per questo gli effetti della recente pronuncia della Corte sono dirompenti e valgono centinaia di milioni di euro in tutta Europa, centinaia di milioni di euro sin qui incassati a titolo di equo compenso, indebitamente, dalle società di intermediazione dei diritti e redistribuiti – in modo più o meno equo – tra i titolari dei diritti.

Si tratta di somme che alla stregua dell’ordinamento europeo non avrebbero mai dovuto essere neppure richieste ai produttori, importatori e distributori di supporti e dispositivi né riaddebitate ai consumatori finali e che, invece, l’ingordigia delle major dell’audiovisivo e delle società di intermediazione dei diritti, assieme all’incapacità di molti Governi – tra i quali il nostro – di mantenere la necessaria equidistanza tra i titolari dei contrapposti interessi, hanno fatto sì che venissero dragate dall’industria tecnologia e dai consumatori di dispositivi e supporti, a tutto vantaggio dell’industria audiovisiva che si è, così, ritrovata a beneficiare di questo straordinario e non dovuto sussidio di Stato.
Ed ora cosa accadrà o, almeno, cosa dovrebbe accadere?

Guardiamo, per il momento, alle cose di casa nostra.
L’ art. 71 septies della legge sul diritto d’autore, prevede che il compenso sia dovuto esclusivamente in relazione a apparecchi o supporti “destinati” alla registrazione di copie private. La nozione di “destinazione” sintetizza – sebbene con una certa approssimazione – il concetto caro ai Giudici della Corte di Giustizia, secondo il quale l’equo compenso può essere preteso solo laddove il supporto o il dispositivo sia effettivamente destinato – e non solo tecnicamente idoneo – alla effettuazione di copie private.
Quello di “destinazione” è dunque un concetto di natura tecnico-commerciale che per poter essere apprezzato richiede una valutazione relativa al mercato ed alle abitudini di uso e consumo degli utenti di ciascuna tipologia di dispositivo o supporto.

Come ricorderanno i lettori di Punto Informatico , tuttavia, il Ministro Bondi, con il suo Decreto del 30 dicembre 2009, ha esteso l’obbligo di pagamento dell’equo compenso ad una gamma di dispositivi e supporti solo tecnicamente “idonei”, “capaci” o, magari “dedicati” alla effettuazione di copie private, travalicando manifestamente il limite imposto dalla disciplina nazionale e da quella europea e, soprattutto, svuotando completamente di significato il concetto di “destinazione”.
È accaduto così che, nel nostro Paese, siano finiti con l’essere assoggettati all’obbligo di pagamento dell’equo compenso supporti e dispositivi venduti a società e professionisti e, pertanto, “non destinati” ad essere – neppure su base presuntiva – utilizzati per l’effettuazione di copie private o, piuttosto, i telefoni cellulari la cui destinazione primaria non è, certamente, quella di consentire l’effettuazione di copie private benché, naturalmente, taluni dispositivi di telefonia siano idonei, anche, a tal fine.

In forza delle disposizioni contenute nel Decreto Bondi, la SIAE, per conto dei titolari dei diritti, ha già incassato, dall’inizio dell’anno, decine di milioni di euro dei quali, una buona percentuale, a fronte della commercializzazione di supporti o apparecchi “non destinati”, ma semplicemente idonei, alla registrazione di copie private.

Si tratta di somme che, da oggi, non possono più evidentemente essere pretese e che, laddove già versate, devono essere restituite.
A seguito della Sentenza resa dalla Corte di Giustizia – almeno sotto il profilo dell’ambito di operatività della disciplina sull’equo compenso – è divenuto persino inutile attendere che si pronunci il TAR Lazio, dinanzi al quale un fronte ampio ed eterogeneo composto da società di telecomunicazione, industria dei dispositivi e dei supporti e consumatori aveva contestato la legittimità del Decreto Bondi.

Già domani mattina i giudici italiani ai quali la SIAE dovesse rivolgersi per ottenere il pagamento dell’equo compenso in relazione a supporti o dispositivi “non destinati” ad essere utilizzati – per ragioni di carattere commerciale o per la qualità degli acquirenti – per l’effettuazione di copie private, dovranno semplicemente respingere al mittente la richiesta, disapplicando le previsioni contenute nel Regolamento sull’equo compenso in quanto incompatibili con la disciplina europea della materia.

È una di quelle occasioni nelle quali i Giudici della Corte di Lussemburgo hanno reso giustizia prima e più efficacemente del giudice nazionale.
È ovvio peraltro che ora un ruolo importante spetta all’industria del settore ed alle associazioni dei consumatori. L’industria dei dispositivi e dei supporti dovrà avere abbastanza coraggio da rifiutare il pagamento di quanto il Ministro Bondi ha illegittimamente stabilito che venga pagato a titolo di equo compenso e non cedere alla facile tentazione di pagare comunque, forte del fatto che, tanto, le somme dovute a titolo di equo compenso potranno essere riaddebitate, a valle, sui consumatori finali. Alle associazioni dei consumatori, invece, spetterà il compito di vigilare perché non vengano riaddebitati a valle importi che l’industria ben potrebbe, oggi, rifiutarsi di pagare a monte.

La parola d’ordine, da oggi, diviene non pagare l’equo compenso laddove non dovuto ovvero laddove il supporto o il dispositivo non sia destinato ad essere utilizzato per l’effettuazione di una copia privata.
Non più, dunque, onerose e complicate procedure per l’ottenimento – peraltro in una percentuale modesta di casi – di un rimborso dalla SIAE ma, più semplicemente, la commercializzazione del supporto o del dispositivo senza versare alcun balzello.

C’è poi – e nei prossimi giorni occorrerà affrontarla – la questione degli importi sin qui versati a fronte di una disciplina nazionale palesemente illegittima. È giusto che tali somme rimangano all’industria audiovisiva ed alle società di intermediazione dei diritti?
Probabilmente no, anche in ragione del fatto che l’illegittimità del decreto Bondi è stata tempestivamente denunziata da tutti e che si è, a lungo e invano, chiesto al Ministro Bondi di disporre una moratoria sull’entrata in vigore della nuova disciplina, attendendo, almeno, la decisione dei giudici.

Chi ha peccato di avidità ed ingordigia dovrebbe oggi essere chiamato a mettere mano al portafoglio e restituire quanto indebitamente incassato.
Siamo solo all’inizio di una nuova puntata dell’interminabile epopea della disciplina sull’equo compenso.
Questa volta, però, le frecce più pungenti sembrano esser nella faretra dell’industria dei dispositivi e dei supporti ed in quella dei consumatori.
A colpi di freccia, probabilmente, un buon Robin Hood, nei prossimi mesi, potrebbe riuscire a bucare i sacchi di monete d’oro dell’industria audiovisiva e della SIAE, facendo cadere, per il 2010, un importo che oscilla tra i 20 ed i 30 milioni di euro sugli 80 o 90 che la SIAE, a fine anno, avrà incassato a titolo di equo compenso per copia privata.
Non è infatti certamente inferiore la somma che ogni anno il Decreto Bondi impone di versare a fronte della commercializzazione di supporti o dispositivi non destinati all’effettuazione della copia privata.

Guido Scorza
Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione
www.guidoscorza.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Ben venga il pennino
    Anche se molti pensano che scrivere con le dita sia un'evoluzione
    • ruppolo scrive:
      Re: Ben venga il pennino
      - Scritto da: Nome e cognome
      Anche se molti pensano che scrivere con le dita
      sia
      un'evoluzioneChissà perché hanno inventato la macchina da scrivere, allora.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ben venga il pennino
        Per firmare, prendere appunti, disegnare, la macchina da scrivere è inutile.. eppoi non serve nemmeno la tastiera, giusto?
        • ruppolo scrive:
          Re: Ben venga il pennino
          - Scritto da: Nome e cognome
          Per firmare, prendere appunti, disegnare, la
          macchina da scrivere è inutile.. eppoi non serve
          nemmeno la tastiera,
          giusto?La tastiera è utile, specie quella scomparsa.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ben venga il pennino
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Nome e cognome

        Anche se molti pensano che scrivere con le dita

        sia

        un'evoluzione

        Chissà perché hanno inventato la macchina da
        scrivere,
        allora.Macchina PER scrivere.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Ben venga il pennino
      - Scritto da: Nome e cognome
      Anche se molti pensano che scrivere con le dita
      sia
      un'evoluzionetendenzialmente che "vantaggi" ha un'azienda nel prendere un slate e a far "scrivere" un suo "impiegato" ?il pennino in questo caso viene impiegato perche' al momento non esistono software che appositamente sfruttano il touch...
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ben venga il pennino
        - Scritto da: Picchiatell o
        - Scritto da: Nome e cognome

        Anche se molti pensano che scrivere con le dita

        sia

        un'evoluzione

        tendenzialmente che "vantaggi" ha un'azienda nel
        prendere un slate e a far "scrivere" un suo
        "impiegato"
        ?


        il pennino in questo caso viene impiegato perche'
        al momento non esistono software che
        appositamente sfruttano il
        touch...Prova a firmare un assegno intingendo il dito nell'inchiostro, vedi un po' se la banca te lo prende.
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Ben venga il pennino
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: Picchiatell o

          - Scritto da: Nome e cognome


          Anche se molti pensano che scrivere con le
          dita


          sia


          un'evoluzione



          tendenzialmente che "vantaggi" ha un'azienda nel

          prendere un slate e a far "scrivere" un suo

          "impiegato"

          ?





          il pennino in questo caso viene impiegato
          perche'

          al momento non esistono software che

          appositamente sfruttano il

          touch...

          Prova a firmare un assegno intingendo il dito
          nell'inchiostro, vedi un po' se la banca te lo
          prende.assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con l'assegno ? magari postdatato ?manco trollate oramai....
          • Zuppolo scrive:
            Re: Ben venga il pennino

            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con l'assegno
            ? magari postdatato
            ?

            manco trollate oramai....Visto che come al solito qui i neuroni si sprecano, assieme all'ironia: prova a firmare un contratto da 15.000.000. di euro intingendo il dito nell'inchiostro; mi raccomando la firma va messa sulla riga tratteggiata.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: Zuppolo

            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con
            l'assegno

            ? magari postdatato

            ?



            manco trollate oramai....

            Visto che come al solito qui i neuroni si
            sprecano, assieme all'ironia: prova a firmare un
            contratto da 15.000.000. di euro intingendo il
            dito nell'inchiostro; mi raccomando la firma va
            messa sulla riga
            tratteggiata.Non mi serve formare con il dito, l'UDID del mio dispositivo firma per me. Funziona già così in alcune applicazioni professionali.Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un bonifico con il tuo conto online, dove firmi con la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del monitor col pennarello?
          • rover scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            Nelle transazioni commerciali, nelle consegna dei corrieri, nei documenti di atti e processi soggetti a certificazione occorre la firma. O cartacea o su monitor, che comunque alla fine sia stampabile.Che poi sia giusto o meno è un'altra storia, ma ora è così e in molte attività soggette a burocrazia lo sarà ancora per un pezzo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ben venga il pennino

            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del mio
            dispositivo firma per me. Funziona già così in
            alcune applicazioni
            professionali.OTTIMO, adesso basta convincere i gestori di carte di credito ad avere un enorme archivio di dispositivi autorizzati al pagamento. Poi basta spiegare ai russi che è male modificare gli apparecchi...
            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un
            bonifico con il tuo conto online, dove firmi con
            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del
            monitor col
            pennarello?Dimmi una cosa per aprire il conto online è stato sufficiente inserire codice e password o ti hanno richiesto un contratto firmato (non col dito)? La firma ha valore legale, tutto il resto...no.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: nome e cognome

            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del mio

            dispositivo firma per me. Funziona già così in

            alcune applicazioni

            professionali.

            OTTIMO, adesso basta convincere i gestori di
            carte di credito ad avere un enorme archivio di
            dispositivi autorizzati al pagamento.Nessun problema.
            Poi basta
            spiegare ai russi che è male modificare gli
            apparecchi...Se non vuoi finire dietro le sbarre...Ma sai, la carta di credito ha una sicurezza instrinseca, per questo la consegni con tranquillità nelle mani del cameriere del ristorante...

            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un

            bonifico con il tuo conto online, dove firmi con

            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del

            monitor col

            pennarello?

            Dimmi una cosa per aprire il conto online è stato
            sufficiente inserire codice e password o ti hanno
            richiesto un contratto firmato (non col dito)? La
            firma ha valore legale, tutto il
            resto...no.Un forma che si mette una sola volta, e poi puoi fare milioni di transazioni per decine di anni, senza apporre altre firme.
          • Jack Rackham scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: nome e cognome
            Dimmi una cosa per aprire il conto online è stato
            sufficiente inserire codice e password o ti hanno
            richiesto un contratto firmato (non col dito)? La
            firma ha valore legale, tutto il
            resto...no.Noi continuiamo a dare per buono che ruppolo conduca un'esistenza normale... Considerando il cumulo di XXXXXte che dice in questo forum, secondo voi quante aziende lo assumono come consulente? E di queste, dopo averlo visto lavorare, quante lo pagano? Il conto online non l'ha aperto, non saprebbe cosa farsene, quei pochi spicci che gli arrivano li spende per comprare gadget Apple, per quello che avanza gli basta il salvadanaio! :D--JackRackham
          • lordream scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Zuppolo


            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con

            l'assegno


            ? magari postdatato


            ?





            manco trollate oramai....



            Visto che come al solito qui i neuroni si

            sprecano, assieme all'ironia: prova a firmare un

            contratto da 15.000.000. di euro intingendo il

            dito nell'inchiostro; mi raccomando la firma va

            messa sulla riga

            tratteggiata.

            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del mio
            dispositivo firma per me. Funziona già così in
            alcune applicazioni
            professionali.piu che alcune ruppolo.. 2/3 delle app su applestore inviano il tuo udid a terzi senza che tu lo sappia.. se ti fidi a pagare in questo modo contento tu.. degno di un applefan

            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un
            bonifico con il tuo conto online, dove firmi con
            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del
            monitor col
            pennarello?ma che razza di esempio è?.. sei sicuro di occuparti di informatica?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Zuppolo



            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con


            l'assegno



            ? magari postdatato



            ?







            manco trollate oramai....





            Visto che come al solito qui i neuroni si


            sprecano, assieme all'ironia: prova a firmare
            un


            contratto da 15.000.000. di euro intingendo il


            dito nell'inchiostro; mi raccomando la firma
            va


            messa sulla riga


            tratteggiata.



            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del mio

            dispositivo firma per me. Funziona già così in

            alcune applicazioni

            professionali.

            piu che alcune ruppolo.. 2/3 delle app su
            applestore inviano il tuo udid a terzi senza che
            tu lo sappia..E dove sta il problema?
            se ti fidi a pagare in questo modo
            contento tu.. degno di un
            applefanSe io mi fido a pagare i questo modo? Se mai a fidarsi dovrebbe essere chi mi fornisce il prodotto o servizio, ma di fatto questo problema è stato risolto molti anni fa.

            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un

            bonifico con il tuo conto online, dove firmi con

            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del

            monitor col

            pennarello?

            ma che razza di esempio è?.. sei sicuro di
            occuparti di
            informatica?È un esempio pertinente con le firme: un ordine di bonifico va firmato. Ed è pertinente anche con l'informatica, dato che viene ordinato e firmato via World Wide Web.Tu, invece, sei sicuro di non essere un nerd cantinaro in età scolare?
          • lordream scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: lordream

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: Zuppolo




            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con



            l'assegno




            ? magari postdatato




            ?









            manco trollate oramai....







            Visto che come al solito qui i neuroni si



            sprecano, assieme all'ironia: prova a
            firmare

            un



            contratto da 15.000.000. di euro intingendo
            il



            dito nell'inchiostro; mi raccomando la firma

            va



            messa sulla riga



            tratteggiata.





            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del
            mio


            dispositivo firma per me. Funziona già così in


            alcune applicazioni


            professionali.



            piu che alcune ruppolo.. 2/3 delle app su

            applestore inviano il tuo udid a terzi senza che

            tu lo sappia..

            E dove sta il problema?per me nessun problema.. ma forse non sai di cosa si tratta e da qui la risposta che hai dato..


            se ti fidi a pagare in questo modo

            contento tu.. degno di un

            applefan

            Se io mi fido a pagare i questo modo? Se mai a
            fidarsi dovrebbe essere chi mi fornisce il
            prodotto o servizio, ma di fatto questo problema
            è stato risolto molti anni
            fa.pare di no visto che non è un modo sicuro per effettuare pagamenti



            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un


            bonifico con il tuo conto online, dove firmi
            con


            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro del


            monitor col


            pennarello?



            ma che razza di esempio è?.. sei sicuro di

            occuparti di

            informatica?

            È un esempio pertinente con le firme: un ordine
            di bonifico va firmato. Ed è pertinente anche con
            l'informatica, dato che viene ordinato e firmato
            via World Wide
            Web.

            Tu, invece, sei sicuro di non essere un nerd
            cantinaro in età
            scolare?mi hanno definito in tanti nerd cantinaro.. per me un punto d'orgoglio visto che mi definisco un informatico.. mi chiedo se per te è lo stesso essere definito applefan con le conseguenze del caso
          • ruppolo scrive:
            Re: Ben venga il pennino
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: lordream


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: Zuppolo





            assegno ? tu paghi i tuoi fornitori con




            l'assegno





            ? magari postdatato





            ?











            manco trollate oramai....









            Visto che come al solito qui i neuroni si




            sprecano, assieme all'ironia: prova a

            firmare


            un




            contratto da 15.000.000. di euro
            intingendo

            il




            dito nell'inchiostro; mi raccomando la
            firma


            va




            messa sulla riga




            tratteggiata.







            Non mi serve formare con il dito, l'UDID del

            mio



            dispositivo firma per me. Funziona già così
            in



            alcune applicazioni



            professionali.





            piu che alcune ruppolo.. 2/3 delle app su


            applestore inviano il tuo udid a terzi senza
            che


            tu lo sappia..



            E dove sta il problema?

            per me nessun problema.. ma forse non sai di cosa
            si tratta e da qui la risposta che hai
            dato..TU non sai di cosa si tratta, perché vivi fuori dal mondo.





            se ti fidi a pagare in questo modo


            contento tu.. degno di un


            applefan



            Se io mi fido a pagare i questo modo? Se mai a

            fidarsi dovrebbe essere chi mi fornisce il

            prodotto o servizio, ma di fatto questo problema

            è stato risolto molti anni

            fa.

            pare di no visto che non è un modo sicuro per
            effettuare
            pagamentiPare di no a te, per il resto del mondo è sicuro.



            Ma poi, dimmi una cosa, quando effettui un



            bonifico con il tuo conto online, dove firmi

            con



            la penna l'ordine del suddetto? Sul vetro
            del



            monitor col



            pennarello?





            ma che razza di esempio è?.. sei sicuro di


            occuparti di


            informatica?



            È un esempio pertinente con le firme: un ordine

            di bonifico va firmato. Ed è pertinente anche
            con

            l'informatica, dato che viene ordinato e firmato

            via World Wide

            Web.



            Tu, invece, sei sicuro di non essere un nerd

            cantinaro in età

            scolare?

            mi hanno definito in tanti nerd cantinaro..Non mi stupisce.
            per
            me un punto d'orgoglioNemmeno questo, mi stupisce. Al massimo mi conferma.
            visto che mi definisco un
            informatico..Puoi definirti anche presidente della repubblica, per quanto vale il tuo pensiero.Io, al contrario tuo, sono definito all'ufficio IVA.
            mi chiedo se per te è lo stesso
            essere definito applefan con le conseguenze del
            casoNon mi fa né caldo né freddo.
          • lordream scrive:
            Re: Ben venga il pennino


            per me nessun problema.. ma forse non sai di
            cosa

            si tratta e da qui la risposta che hai

            dato..

            TU non sai di cosa si tratta, perché vivi fuori
            dal
            mondo.vivo fuori dal tuo mondo.. il recinto apple ruppolo.. il limitato sei tu









            se ti fidi a pagare in questo modo



            contento tu.. degno di un



            applefan





            Se io mi fido a pagare i questo modo? Se mai a


            fidarsi dovrebbe essere chi mi fornisce il


            prodotto o servizio, ma di fatto questo
            problema


            è stato risolto molti anni


            fa.



            pare di no visto che non è un modo sicuro per

            effettuare

            pagamenti

            Pare di no a te, per il resto del mondo è sicuro.si ok..


            Tu, invece, sei sicuro di non essere un nerd


            cantinaro in età


            scolare?



            mi hanno definito in tanti nerd cantinaro..

            Non mi stupisce.ci avrai pensato un sacco per arrivare a tale conclusione eh?.. neurone ridondante


            per

            me un punto d'orgoglio

            Nemmeno questo, mi stupisce. Al massimo mi
            conferma.woz docet


            visto che mi definisco un

            informatico..

            Puoi definirti anche presidente della repubblica,
            per quanto vale il tuo
            pensiero.
            Io, al contrario tuo, sono definito all'ufficio
            IVA.significa che tu paghi per farti definire tale.. cio non ti qualifica ad esserlo veramente.. stai pagando per un titolo senza averne le competenze


            mi chiedo se per te è lo stesso

            essere definito applefan con le conseguenze del

            caso

            Non mi fa né caldo né freddo.si vede che non capisci cosa significhi
        • collione scrive:
          Re: Ben venga il pennino
          buhahahahaha solita magra figura da troll (rotfl)
  • Picchiatell o scrive:
    Epic Fail
    CDOprezzo spropozionato, l'antivirus gia' farà impallare tutto....
    • ruppolo scrive:
      Re: Epic Fail
      - Scritto da: Picchiatell o
      CDO
      prezzo spropozionato, l'antivirus gia' farà
      impallare
      tutto....È già impallato, non vedi che ogni cosa che tocca sulla schermo non succede nulla? È da masochisti pubblicare un filmato del genere. Per non parlare della enorme ridicola penna USB inserita per 3 secondi, che non bastano nemmeno a Windows per berciare "rilevato nuovo hardware".
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Epic Fail
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Picchiatell o

        CDO

        prezzo spropozionato, l'antivirus gia' farà

        impallare

        tutto....

        È già impallato, non vedi che ogni cosa che tocca
        sulla schermo non succede nulla? È da masochisti
        pubblicare un filmato del genere. Per non parlare
        della enorme ridicola penna USB inserita per 3
        secondi, che non bastano nemmeno a Windows per
        berciare "rilevato nuovo
        hardware".Apple sa benissimo che Ipad I e' solo un primo tassello e se farà come iphone lo implementerà a breve 6-8 mesi ? Slate e compagnia possono benissimo venir implementati nell'hardware ma non nel software a meno che non facciano il passo verso altri s.o. (salto nel buio) di qui l'uscita di Ballmer di windows 8 ( a proposito vista II alias seven? non va benissimo ?)data l'impossibilita di mettere windows mobile....VI e' poi da considerare una casa molto importante nel frattempo le vendite di Ipad "privati" possono condizionare le aziende in un secondo tempo a comprarlo visto che i loro collaboratori gia' lo hanno e gia' lo usano come avvenne tempo fa per i pc...in HP vogliono farsi del male....
  • H. J. Simpson scrive:
    Ma???
    Pare solo a me o la radiografia si ingrandisce a scatti? E poi, sempre il medico, quando ruota la visuale, se guardate il riflesso sugli occhiali, pare spegnere il monitor durante la transizione... Aggiungendo il fatto che non fanno mai vedere come funziona a me puzza di bufala.... Hhhmmm, buuufalaaaa...
    • stive giobs scrive:
      Re: Ma???
      - Scritto da: H. J. Simpson
      Pare solo a me o la radiografia si ingrandisce a
      scatti? E poi, sempre il medico, quando ruota la
      visuale, se guardate il riflesso sugli occhiali,
      pare spegnere il monitor durante la
      transizione... Aggiungendo il fatto che non fanno
      mai vedere come funziona a me puzza di bufala....
      Hhhmmm,
      buuufalaaaa...è normale, windows disabilita il video durante la rotazione, si sà che non è un sistema nato totalmente per questi utilizzi, ma contiene solamente degli strumenti.Sicuramente però è + professionale e flessibile di ipad.Ipad va bene per farci i giochini o scaricare le apps (o meglio come si diceva prima, "programmi", però ora è di moda app, c'è una app per tutto, ma alla fine non c'è una app per produrre un altra app.)
      • Rover scrive:
        Re: Ma???
        Concordo.Potrebbe essere il sostituto in ambito professionale/industriale del panasonic cf19.Da 3 Kg a 0,7 Kg c'è un bel passo. E ha la porta USB che consente la connessione di una periferica industriale esterna. E consente di trasferire, senza troppi costi, i sw già funzionanti con XP.Ipad appartiene ad un altro segmento. Ma i fanboy questo non lo possono capire. Sono limitati come l'ipad.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma???
          - Scritto da: Rover
          Concordo.
          Potrebbe essere il sostituto in ambito
          professionale/industriale del panasonic
          cf19.
          Da 3 Kg a 0,7 Kg c'è un bel passo. E ha la porta
          USB che consente la connessione di una periferica
          industriale esterna. E consente di trasferire,
          senza troppi costi, i sw già funzionanti con
          XP.
          Ipad appartiene ad un altro segmento. Ma i fanboy
          questo non lo possono capire. Sono limitati come
          l'ipad.Tu sei limitato.iPad ha il connettore dock, con il quale puoi interfacciarti a qualsiasi hardware.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma???

            iPad ha il connettore dock, con il quale puoi
            interfacciarti a qualsiasi
            hardware.Praticissimo... se voglio usarlo come supporto al magazzino devo semplicemente comprare un lettore a barre appositamente costruito per l'ipad... Se voglio usarlo per le ricevute devo semplicemente comprare un pennino apposito per l'ipadSe voglio leggere i codici bidimensionali devo solo comprare una webcam da attaccare all'apposito adattatore... Come si può faticare a vedere la praticità dell'uso professionale di ipad?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma???
            - Scritto da: nome e cognome

            iPad ha il connettore dock, con il quale puoi

            interfacciarti a qualsiasi

            hardware.

            Praticissimo... se voglio usarlo come supporto al
            magazzino devo semplicemente comprare un lettore
            a barre appositamente costruito per l'ipad...Precisamente.
            Se voglio usarlo per le ricevute devo
            semplicemente comprare un pennino apposito per
            l'ipadNiente pennini, iPad si usa con le dita (che solitamente hai sempre con te)
            Se voglio leggere i codici bidimensionali devo
            solo comprare una webcam da attaccare
            all'apposito adattatore...Certamente, e dove sta il problema?
            Come si può faticare a vedere la praticità
            dell'uso professionale di
            ipad?Come? Pensando come te, naturalmente.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma???


            Praticissimo... se voglio usarlo come supporto
            al

            magazzino devo semplicemente comprare un lettore

            a barre appositamente costruito per l'ipad...

            Precisamente.Non c'era bisogno di precisare, Ruppolo, come funziona il cervello del macaco è noto da un pezzo.
            Niente pennini, iPad si usa con le dita (che
            solitamente hai sempre con
            te)ROTFL, torniamo al discorso del macaco analfabeta che firma con la x.

            Se voglio leggere i codici bidimensionali devo

            solo comprare una webcam da attaccare

            all'apposito adattatore...

            Certamente, e dove sta il problema?Nel concetto di "averlo sempre con te". Il pennino no, meglio firmare con le dita cicciotte e vedere il 90% delle transazioni respinte ma in compenso tocca portarsi dietro un adattatore e ovviamente la webcam...

            Come si può faticare a vedere la praticità

            dell'uso professionale di

            ipad?

            Come? Pensando come te, naturalmente.Beh per fortuna di apple il mondo è pieno di idioti che non la pensano come me...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma???
            - Scritto da: nome e cognome
            Beh per fortuna di apple il mondo è pieno di
            idioti che non la pensano come
            me...Ma anche no.
          • ziovax scrive:
            Re: Ma???
            Bhé, con qualsiasi hardware che abbia il connettore dock.Un'infinitesima parte dell'hardware esistente e futuro.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma???
            - Scritto da: ziovax
            Bhé, con qualsiasi hardware che abbia il
            connettore
            dock.
            Un'infinitesima parte dell'hardware esistente e
            futuro.In ambito professionale le interfacce si progettano e costruiscono in base alle esigenze.La quantità, poi, è irrilevante.
          • lordream scrive:
            Re: Ma???
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: ziovax

            Bhé, con qualsiasi hardware che abbia il

            connettore

            dock.

            Un'infinitesima parte dell'hardware esistente e

            futuro.

            In ambito professionale le interfacce si
            progettano e costruiscono in base alle
            esigenze.
            La quantità, poi, è irrilevante.in ambito professionale è l'interfaccia finale ad adattarsi alla macchina di lavoro non il contrario
        • frida scrive:
          Re: Ma???
          Il prodotto, essendo HP, potrebbe anche essere valido, quanto ad hardware; il problema è che esso avrebbe bisogno di un OS specificamente progettato per girare su un tablet. Windows NON E' pensato per questo tipo di prodotti, altrimenti i vari tablet PC degli ultimi anni avrebbero avuto ben maggiore sucXXXXX. Secondo me, questo slate servirà ad HP come apripista per il suo 'vero' tablet, quello che avrà palm os a bordo; allora si che, senza un OS ingordo di risorse come windows, ne vedremo delle belle...
      • Homer J. S. scrive:
        Re: Ma???
        Accidenti, proprio un affarone lo Slate con un OS cacciato su a forza, quindi. Sinceramente? Ottimizzazione e sfruttamento dell'hardware dove sono?
  • nome cognome scrive:
    mah...
    Non è Ipad ma ho un suo segmento, molto più professional che consumer! Da studente posso dire che trovo più utile questo che l'Ipad (che mi piace solo per leggere i giornali e basta).. mentre questo è un notebook senza la tastiera fisica ma con tutte le sue limitazioni. UN tablet di altri tempi? Si solo che, forse, funziona... poi il video non fa vedere molto come qualcuno giustamente fatto notare!! Ma secondo me, in modo particolare per il segmento business va benissimo... credo!
    • gnulinux86 scrive:
      Re: mah...
      Il prezzo è decisamente esagerato, l'hardware non è idoneo per Win7, ovvio che non mettono video a riguardo basta guardare quelli mostrati mesi fa, il sistema operativo che monta fa tutto più lentamente rispetto Ipad, quest 'ultimo monta un OS Ad HOC e tra un mese circa sarà aggiornato con una versione maggiormente ottimizzata ovvero IOS già disponibile per Iphone.Che sia tablet o netbook, la necessità è sempre quella un OS perfomante su hardware contenuto con un interfaccia grafica specifica, Apple su Iphone e Ipad non è così folle da utilizzare la stessa versione di OS X per Mac.HP Slate con una distro specifica come questa, sarebbe un altra cosa:http://www.ubuntu.com/netbook/features
      • advange scrive:
        Re: mah...
        Assolutamente d'accordo su tutta la linea: sarà un fallimento assicurato e, se proprio volevano far uscire un tablet avrebbero potuto rivolgersi a Canonical (il supporto al touch ce l'avevano, così come un'interfaccia pensata per questi dispositivi).Si sono rivolti a MS? Beh, ognuno è libero di farsi del male come meglio crede.
        • quello la scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: advange
          Assolutamente d'accordo su tutta la linea:si sa che i cogli..i vanno sempre in coppia :D
      • lordream scrive:
        Re: mah...

        HP Slate con una distro specifica come questa,
        sarebbe un altra
        cosa:

        http://www.ubuntu.com/netbook/featuresstesso pensiero.. sto aspettando che qualcuno metta su internet qualche info su hp slate con linux
    • FDG scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: nome cognome
      Non è Ipad ma ho un suo segmento, molto più
      professional che consumer! Da studente posso dire
      che trovo più utile questo che l'Ipad (che mi
      piace solo per leggere i giornali e basta)..
      mentre questo è un notebook senza la tastiera
      fisica ma con tutte le sue limitazioni. UN tablet
      di altri tempi? Si solo che, forse, funziona...
      poi il video non fa vedere molto come qualcuno
      giustamente fatto notare!! Ma secondo me, in modo
      particolare per il segmento business va
      benissimo...
      credo!Mah, di questi oggetti ce ne sono già stati diversi, come è già stato fatto notare. Se avevano già queste caratteristiche o hanno già avuto sucXXXXX nel segmento business o non l'hanno avuto. Mi pare che non l'abbiano avuto, quindi...Invece, riguardo all'iPad buono solo per leggere i giornali, non sono d'accordo. Premetto che parlo dell'iPad ma potrei parlare di qualsiasi table fatto in un certo modo, cioè con un'interfaccia disegnata per essere usata con le dita, quindi non come lo slate. Pensa ad un Autocad WS su un tablet usato in un cantiere (ok, l'iPad non da l'impressione di essere fatto per lavori sporchi e necessiterebbe di una cover). Oppure, ieri sera guardando un documentario dove veniva mostrato un proXXXXX produttivo, un'addetto ai controlli se ne andava in giro con un portatile tenuto completamente aperto come fosse un tablet... un tablet è anche più leggero, no? Oppure:http://www.geardiary.com/2010/04/16/review-basketball-coachs-clipboard-for-iphonetouchipad/Oppure applicazioni mediche (ne sono state rilasciate divese per iPad)...
      • lordream scrive:
        Re: mah...
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: nome cognome


        Non è Ipad ma ho un suo segmento, molto più

        professional che consumer! Da studente posso
        dire

        che trovo più utile questo che l'Ipad (che mi

        piace solo per leggere i giornali e basta)..

        mentre questo è un notebook senza la tastiera

        fisica ma con tutte le sue limitazioni. UN
        tablet

        di altri tempi? Si solo che, forse, funziona...

        poi il video non fa vedere molto come qualcuno

        giustamente fatto notare!! Ma secondo me, in
        modo

        particolare per il segmento business va

        benissimo...

        credo!

        Mah, di questi oggetti ce ne sono già stati
        diversi, come è già stato fatto notare. Se
        avevano già queste caratteristiche o hanno già
        avuto sucXXXXX nel segmento business o non
        l'hanno avuto. Mi pare che non l'abbiano avuto,
        quindi...

        Invece, riguardo all'iPad buono solo per leggere
        i giornali, non sono d'accordo. Premetto che
        parlo dell'iPad ma potrei parlare di qualsiasi
        table fatto in un certo modo, cioè con
        un'interfaccia disegnata per essere usata con le
        dita, quindi non come lo slate. Pensa ad un
        Autocad WS su un tablet usato in un cantiere (ok,
        l'iPad non da l'impressione di essere fatto per
        lavori sporchi e necessiterebbe di una cover).
        Oppure, ieri sera guardando un documentario dove
        veniva mostrato un proXXXXX produttivo,
        un'addetto ai controlli se ne andava in giro con
        un portatile tenuto completamente aperto come
        fosse un tablet... un tablet è anche più leggero,
        no?
        Oppure:

        http://www.geardiary.com/2010/04/16/review-basketb

        Oppure applicazioni mediche (ne sono state
        rilasciate divese per
        iPad)...un'apparecchiatura medica deve rispettare regole abbastanza toste.. ridottissima emissione elettromagnetica.. non deve interferire in nessun modo con altre attrezzature mediche e deve passare dei test piuttosto duri di shock temperature compressione e deve poter essere maneggiato coi guanti di gomma simili a quelli che usano per i piatti.. prova a fare un test emi ad un ipad acceso e vedi che risultatips. evitate di farvi curare dal medico che non usa lo stetoscopio ma lo smartphone
        • mura scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: lordream[rant]caXXo ma quando imparate a quotare XXXXX tXoia[/rant]
          un'apparecchiatura medica deve rispettare regole
          abbastanza toste.. ridottissima emissione
          elettromagnetica.. non deve interferire in nessun
          modo con altre attrezzature mediche e deve
          passare dei test piuttosto duri di shock
          temperature compressione e deve poter essere
          maneggiato coi guanti di gomma simili a quelli
          che usano per i piatti.. prova a fare un test emi
          ad un ipad acceso e vedi che
          risultatiD'accordissimo con te sulla possibile fragilità inoltre deve essere parecchio liquid proof (sui portatili medicali devi poterci anche "sanguinare" sopra senza far danni cosa per cui dubito sia pronto l'iPad) ma non parlarmi di emissioni elettromagnetiche dal momento che su iPad come su qualunque dispositivo il wifi lo puoi spegnere ed inoltre se tu avessi visto un portatile da sala operatoria sapresti che pure questi sono utilizzabili via wifi, cosa tra l'altro indispensabile per poter consultare dati su, ad esempio, un database tramite un applicativo client-server quindi il tuo discorso zoppica un pochino.
        • ruppolo scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: lordream
          - Scritto da: FDG

          - Scritto da: nome cognome




          Non è Ipad ma ho un suo segmento, molto più


          professional che consumer! Da studente posso

          dire


          che trovo più utile questo che l'Ipad (che mi


          piace solo per leggere i giornali e basta)..


          mentre questo è un notebook senza la tastiera


          fisica ma con tutte le sue limitazioni. UN

          tablet


          di altri tempi? Si solo che, forse,
          funziona...


          poi il video non fa vedere molto come qualcuno


          giustamente fatto notare!! Ma secondo me, in

          modo


          particolare per il segmento business va


          benissimo...


          credo!



          Mah, di questi oggetti ce ne sono già stati

          diversi, come è già stato fatto notare. Se

          avevano già queste caratteristiche o hanno già

          avuto sucXXXXX nel segmento business o non

          l'hanno avuto. Mi pare che non l'abbiano avuto,

          quindi...



          Invece, riguardo all'iPad buono solo per leggere

          i giornali, non sono d'accordo. Premetto che

          parlo dell'iPad ma potrei parlare di qualsiasi

          table fatto in un certo modo, cioè con

          un'interfaccia disegnata per essere usata con le

          dita, quindi non come lo slate. Pensa ad un

          Autocad WS su un tablet usato in un cantiere
          (ok,

          l'iPad non da l'impressione di essere fatto per

          lavori sporchi e necessiterebbe di una cover).

          Oppure, ieri sera guardando un documentario dove

          veniva mostrato un proXXXXX produttivo,

          un'addetto ai controlli se ne andava in giro con

          un portatile tenuto completamente aperto come

          fosse un tablet... un tablet è anche più
          leggero,

          no?

          Oppure:




          http://www.geardiary.com/2010/04/16/review-basketb



          Oppure applicazioni mediche (ne sono state

          rilasciate divese per

          iPad)...

          un'apparecchiatura medica deve rispettare regole
          abbastanza toste.. ridottissima emissione
          elettromagnetica.. non deve interferire in nessun
          modo con altre attrezzature mediche e deve
          passare dei test piuttosto duri di shock
          temperature compressione e deve poter essere
          maneggiato coi guanti di gomma simili a quelli
          che usano per i piatti.. prova a fare un test emi
          ad un ipad acceso e vedi che
          risultatiNon hai alba di quello di cui parli. Lascia perdere.
          ps. evitate di farvi curare dal medico che non
          usa lo stetoscopio ma lo
          smartphoneL'unica persona da evitare sei tu.
          • lordream scrive:
            Re: mah...
            quando ho lavorato per l'ospedale nuovo di olbia mi sono dovuto studiare sti mallopponi qui.. muto ruppolo orgoglione di un applefan che non sa le cose
  • ruppolo scrive:
    Ridicolo è dir poco
    Lentissimo, costoso, senza 3G.E i programmi? Ovviamente da usare con la penna, visto che sono i programmi per PC pensati per il mouse.In sostanza è un tablet come quelli fatti negli ultimi 10 anni, inutile.Avanti il prossimo.
    • Rover scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco
      Migliorabile, certo.Ma tu, che ti definsici consulente informatico, dovresti sapere che esiste un mercato pro che non utilizzerà mai ipad sia per problemi di interfaccia con devices esterni particolari, sia di robustezza.Ma sto parlando di settore professionale/industriale, diverso dal consumer di ipad, dove i numeri delle vendite sono certo più limitati, ma la vendita di servizi più redditizia.
      • FDG scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: Rover
        dovresti sapere che esiste un mercato pro che non
        utilizzerà mai ipad sia per problemi di
        interfaccia con devices esterni particolari, sia
        di robustezza.L'interfaccia è l'USB standard e l'adattatore maschio-femmina non credo che sia un problema. Per la robustezza, effettivamente l'iPad è pensato per stare in casa. Ma si può risolvere con una cover. Due spese aggiuntive sicuramente, ma non dovrebbero costituire un grosso problema per il mercato professionale, vero?
        • ruppolo scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: Rover
          E la minore robustezza del dispositivo, anche con
          cover.Minore robustezza? È un monoblocco di alluminio, non ti basta? Lo vorresti in acciaio AISI 316?
          E se per i dispositivi industriali che si devono
          interfacciare none sistono driver x ios? (e non
          esistono e manco te li scrivono). Una grande
          azienda se li può far scrivere. A che
          prezzo?Il prezzo della scrittura di un driver sarebbe un problema per una grande azienda?
          Ogni device e ogni OS ha il suo mondo. ALcune
          componenti di questo mondo sono confinanti e
          quindi si possono trasferire. Alcune sono
          "zoccolo dura", non ideologicamente, ma per
          necessità reali e costi, e quindi puntano
          all'evoluzione del sistema in uso ma non al
          cambio
          radicale.
          Se poi non lo volete capire.Mi pare che quello con le vedute ristrette sei tu.
          • lordream scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Rover

            E la minore robustezza del dispositivo, anche
            con

            cover.

            Minore robustezza? È un monoblocco di alluminio,
            non ti basta? Lo vorresti in acciaio AISI
            316?quindi lo consigleresti per il mercato professionale.. giusto?


            E se per i dispositivi industriali che si devono

            interfacciare none sistono driver x ios? (e non

            esistono e manco te li scrivono). Una grande

            azienda se li può far scrivere. A che

            prezzo?

            Il prezzo della scrittura di un driver sarebbe un
            problema per una grande
            azienda?se non hai la benchè minima idea di cosa si tratti ruppolo evita di fare commenti..


            Ogni device e ogni OS ha il suo mondo. ALcune

            componenti di questo mondo sono confinanti e

            quindi si possono trasferire. Alcune sono

            "zoccolo dura", non ideologicamente, ma per

            necessità reali e costi, e quindi puntano

            all'evoluzione del sistema in uso ma non al

            cambio

            radicale.

            Se poi non lo volete capire.

            Mi pare che quello con le vedute ristrette sei tu.spiegami allora come mai il mercato sia consumer che quello professionale adotteranno per fine anno solamente 10 milioni di ipad visto che funziona da dio come dici.. honeypot/on
          • Orlandofuri oso scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Solamente...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Rover


            E la minore robustezza del dispositivo, anche

            con


            cover.



            Minore robustezza? È un monoblocco di alluminio,

            non ti basta? Lo vorresti in acciaio AISI

            316?

            quindi lo consigleresti per il mercato
            professionale..
            giusto?Certamente.E dello stesso parere è la Crestron, che ha sviluppato un'app sia per iPhone che per iPad.


            E se per i dispositivi industriali che si
            devono


            interfacciare none sistono driver x ios? (e
            non


            esistono e manco te li scrivono). Una grande


            azienda se li può far scrivere. A che


            prezzo?



            Il prezzo della scrittura di un driver sarebbe
            un

            problema per una grande

            azienda?

            se non hai la benchè minima idea di cosa si
            tratti ruppolo evita di fare
            commenti..Se lo sviluppo di un driver è fuori portata dalle grandi aziende, non rimangono che gli Stati: ti risulta che i driver siano sviluppati solo da enti governativi?


            Ogni device e ogni OS ha il suo mondo. ALcune


            componenti di questo mondo sono confinanti e


            quindi si possono trasferire. Alcune sono


            "zoccolo dura", non ideologicamente, ma per


            necessità reali e costi, e quindi puntano


            all'evoluzione del sistema in uso ma non al


            cambio


            radicale.


            Se poi non lo volete capire.



            Mi pare che quello con le vedute ristrette sei
            tu.

            spiegami allora come mai il mercato sia consumer
            che quello professionale adotteranno per fine
            anno solamente 10 milioni di ipad visto che
            funziona da dio come dici..Visto che parli di previsioni, per il prossimo anno sono previsti 40-50 milioni di iPad. Se funzionasse da cani, come sarebbe possibile una simile previsione?
            honeypot/onCredi di sembrare più intelligente?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 ottobre 2010 10.25-----------------------------------------------------------
          • lordream scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Modificato dall' autore il 25 ottobre 2010 10.25
            --------------------------------------------------
          • Rover scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Se per avere vedute ristrette significa riconoscere che ci sono devices (hw+sw) più adatti ad uno scopo di altri, e che non tutti hanno le stesse necessità e quindi lo stesso target di devices, sono FIERO, anzi ORGOGLIOSO di essere definito da te di vedute ristrette!!!!!!!!!!!!!!!
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: Rover
            Se per avere vedute ristrette significa
            riconoscere che ci sono devices (hw+sw) più
            adatti ad uno scopo di altri, e che non tutti
            hanno le stesse necessità e quindi lo stesso
            target di devices, sono FIERO, anzi ORGOGLIOSO di
            essere definito da te di vedute
            ristrette!!!!!!!!!!!!!!! "esiste un mercato pro che non utilizzerà mai ipad sia per problemi di interfaccia con devices esterni particolari" Sai come si chiama questa? Non si chiama "ristrettezza di vedute", si chiama IGNORANZA. Apple mette a disposizione sia un protocollo preconfezionato per interfacciare hardware esterni, sia la possibilità di costruirsi un protocollo ad hoc. Il dock non è certo quell'interfaccia limitata che risponde al nome di USB, pur essendo presente tra i suoi contatti.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: Rover
        Migliorabile, certo.
        Ma tu, che ti definsici consulente informatico,
        dovresti sapere che esiste un mercato pro che non
        utilizzerà mai ipad sia per problemi di
        interfaccia con devices esterni particolari, sia
        di
        robustezza.
        Ma sto parlando di settore
        professionale/industriale, diverso dal consumer
        di ipad, dove i numeri delle vendite sono certo
        più limitati, ma la vendita di servizi più
        redditizia.Io, che mi definisco consulente informatico, dovrei sapere che esiste un mercato pro che...http://www.ipaditalia.com/ipad-sempre-piu-utilizzato-in-campo-medico-23456.htmlhttp://www.appleipaditalia.net/news/ipad-sta-diventando-uno-strumento-sempre-piu-utile-ai-medici/http://informatica.liquida.it/focus/2010/09/03/al-ristorante-i-piatti-si-scelgono-sull-ipad/http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-va-a-scuola/http://www.theapplelounge.com/cultura-societa/business/ipad-nel-mondo-del-lavoro-una-vera-rivoluzione/http://www.macitynet.it/iphonia/articolo/FileMaker-il-database-su-iPad-e-iPhone-coinvolge-Smau/aA46863http://www.apple.com/ipad/business/profiles/Io, che mi definisco consulente informatico, mi informo. Fa parte del mio lavoro. E per la cronaca sviluppo applicazioni professionali con FileMaker anche su iPhone e iPad.Buona giornata.
        • FDG scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          http://www.ipaditalia.com/ipad-sempre-piu-utilizza
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-sta-diven
          http://informatica.liquida.it/focus/2010/09/03/al-
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-va-a-scuo
          http://www.theapplelounge.com/cultura-societa/busi
          http://www.macitynet.it/iphonia/articolo/FileMaker
          http://www.apple.com/ipad/business/profiles/Aggiungo che a settembre sono andato in vacanza in oriente. Per scelta non ho prenotato tutto così da avere un certo grado di libertà. Mi è capitato di entrare in un resort in cerca di una sistemazione, dove mi hanno fatto accomodare nelle poltrone della hall e per mostrarmi le camere disponibili è venuto un addetto con un iPad :oCi sono rimasto veramente sorpreso.p.s.: non avevo ancora letto l'articolo dove se ne parla. No, quello che ho visto io era di un'altra catena meno lussuosa :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2010 16.40-----------------------------------------------------------
          • quello la scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: FDG

            Aggiungo che a settembre sono andato in vacanza
            in oriente. Per scelta non ho prenotato tutto
            così da avere un certo grado di libertà. Mi è
            capitato di entrare in un resort in cerca di una
            sistemazione, dove mi hanno fatto accomodare
            nelle poltrone della hall e per mostrarmi le
            camere disponibili è venuto un addetto con un
            iPad
            :o
            Visto che eri in oriente sarà sicuramente stato un clone:http://canali.kataweb.it/kataweb-itech/2010/06/01/ecco-iped-il-clone-cinese-di-ipad/
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Rover

          Migliorabile, certo.

          Ma tu, che ti definsici consulente informatico,

          dovresti sapere che esiste un mercato pro che
          non

          utilizzerà mai ipad sia per problemi di

          interfaccia con devices esterni particolari, sia

          di

          robustezza.

          Ma sto parlando di settore

          professionale/industriale, diverso dal consumer

          di ipad, dove i numeri delle vendite sono certo

          più limitati, ma la vendita di servizi più

          redditizia.

          Io, che mi definisco consulente informatico,
          dovrei sapere che esiste un mercato pro
          che...

          http://www.ipaditalia.com/ipad-sempre-piu-utilizza
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-sta-diven
          http://informatica.liquida.it/focus/2010/09/03/al-
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-va-a-scuo
          http://www.theapplelounge.com/cultura-societa/busi
          http://www.macitynet.it/iphonia/articolo/FileMaker
          http://www.apple.com/ipad/business/profiles/

          Io, che mi definisco consulente informatico, mi
          informo. Fa parte del mio lavoro. E per la
          cronaca sviluppo applicazioni professionali con
          FileMaker anche su iPhone e
          iPad.

          Buona giornata.Sviluppo applicazioni professionali con FileMaker!!!AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA......AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA..aah......mmh...dicevamo?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: nome e cognome
            Sviluppo applicazioni professionali con
            FileMaker!!!
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHADivertente, vero? Anch'io alle volte rido, specie quando mi arrivano i bonifici delle fatture. D'ora in avanti riderò più di gusto, pensando anche a te.
            ..
            ..
            ..
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
            ..
            aah...
            ...
            mmh...
            dicevamo?Ah niente, si parlava di soldi...
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: nome e cognome

            Sviluppo applicazioni professionali con

            FileMaker!!!

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

            Divertente, vero? Anch'io alle volte rido, specie
            quando mi arrivano i bonifici delle fatture.
            D'ora in avanti riderò più di gusto, pensando
            anche a
            te.



            ..

            ..

            ..

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

            ..

            aah...

            ...

            mmh...

            dicevamo?

            Ah niente, si parlava di soldi...AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAH!!!!Le fatture...chissa quanti soldi che ti girano...AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHH!!!Applicazioni...FileMaker...HAHAHAHAHAHAHAHAoddio...basta ti prego...
        • lordream scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Rover

          Migliorabile, certo.

          Ma tu, che ti definsici consulente informatico,

          dovresti sapere che esiste un mercato pro che
          non

          utilizzerà mai ipad sia per problemi di

          interfaccia con devices esterni particolari, sia

          di

          robustezza.

          Ma sto parlando di settore

          professionale/industriale, diverso dal consumer

          di ipad, dove i numeri delle vendite sono certo

          più limitati, ma la vendita di servizi più

          redditizia.

          Io, che mi definisco consulente informatico,
          dovrei sapere che esiste un mercato pro
          che...

          http://www.ipaditalia.com/ipad-sempre-piu-utilizza
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-sta-diven
          http://informatica.liquida.it/focus/2010/09/03/al-
          http://www.appleipaditalia.net/news/ipad-va-a-scuo
          http://www.theapplelounge.com/cultura-societa/busi
          http://www.macitynet.it/iphonia/articolo/FileMaker
          http://www.apple.com/ipad/business/profiles/com'è che hai linkato solo siti scodinzolanti verso jobs?.. gli altri non se la ****** di pezza la apple?

          Io, che mi definisco consulente informatico,ho cominciato a ridere da qui.. mi
          informo. Fa parte del mio lavoro.qui ho smesso di ridere e ho cominciato a provare pena per te E per la
          cronaca sviluppo applicazioni professionali con
          FileMaker anche su iPhone e
          iPad.qui ho ricominciato a ridere e l'ho fatta anche leggere ad un programmatore che ancora si chiede cosa puoi mai programmare in maniera professionale con filemaker.. come voler scrivere COD4 con gamemaker lol

          Buona giornata.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Continua pure a ridere:http://www.macitynet.it/macity/articolo/Societ-acquista-4.500-iPad-il-tablet-cresce-anche-nel-business/aA46960Il riso abbonda nella bocca degli stolti.
          • lordream scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: ruppolo
            Continua pure a ridere:
            http://www.macitynet.it/macity/articolo/Societ-acq

            Il riso abbonda nella bocca degli stolti.chissa che mi pensavo.. qualcosa del tipo.. la exxon compra 1 milione di ipad per un uso professionale in azienda..invece il solito articolo di un sito scodinzolante.. anzi tra i piu scodinzolanti a detta di un applefan
        • 6c6f676963 scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          http://www. ipad italia.com/ipad-sempre-piu-utilizza
          http://www. appleipa ditalia.net/news/ipad-sta-diven
          http://www. apple ipaditalia.net/news/ipad-va-a-scuo
          http://www.the apple lounge.com/cultura-societa/busi
          http://www. mac itynet.it/iphonia/articolo/FileMaker
          http://www. apple .com/ipad/business/profiles/

          sviluppo applicazioni professionali con
          FileMaker anche su iPhone e
          iPad. :|
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: 6c6f676963
            - Scritto da: ruppolo



            http://www. ipad italia.com/ipad-sempre-piu-u


            http://www. appleipa ditalia.net/news/ipad-st


            http://www. apple ipaditalia.net/news/ipad-va


            http://www.the apple lounge.com/cultura-socie


            http://www. mac itynet.it/iphonia/articolo/Fi


            http://www. apple .com/ipad/business/profiles



            sviluppo applicazioni professionali con

            FileMaker anche su iPhone e

            iPad.

            :|Qualcosa da ridire?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco

      E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,
      visto che sono i programmi per PC pensati per il
      mouse.Si, non tutto può essere gestito a tastoni.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco
      - Scritto da: ruppolo
      Lentissimo, costoso, senza 3G.
      E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,
      visto che sono i programmi per PC pensati per il
      mouse.ROTFL, forse non ti è chiaro che i tablet professionali usano la penna, per definizione. Sappiamo bene che il macaco medio firma con la X (l'analfabetismo è l'unica giustificazione per l'acquisto dei prodotti apple) ma il resto del mondo pretende un riconoscimento accurato della scrittura, la possibilità di fotografare e leggere codici a barre, o scaffali dei negozi, di firmare elettronicamente ricevute, scannerizzare, vistare e spedire fatture... sai tutte quelle cose che vanno un po' al di là dell'angry bird.
      In sostanza è un tablet come quelli fatti negli
      ultimi 10 anni,
      inutile.In sostanza un tablet per business come quelli degli ultimi 10 anni. Gli unici per cui si è trovato un utilizzo un po' più sensato del leggere la gazzetta sul XXXXX.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: ruppolo

        Lentissimo, costoso, senza 3G.

        E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,

        visto che sono i programmi per PC pensati per il

        mouse.

        ROTFL, forse non ti è chiaro che i tablet
        professionali usano la penna, per definizione.AHHAHAHAHAHHA!!!! Che larghe vedute di idee che hai! E magari sei pure giovane...
        Sappiamo bene che il macaco medio firma con la X
        (l'analfabetismo è l'unica giustificazione per
        l'acquisto dei prodotti apple) ma il resto del
        mondo pretende un riconoscimento accurato della
        scrittura, la possibilità di fotografare e
        leggere codici a barre, o scaffali dei negozi, di
        firmare elettronicamente ricevute, scannerizzare,
        vistare e spedire fatture... sai tutte quelle
        cose che vanno un po' al di là dell'angry
        bird.Già già, per questo esistono già vari sistemi di POS gestiti da iOS...

        In sostanza è un tablet come quelli fatti negli

        ultimi 10 anni,

        inutile.

        In sostanza un tablet per business come quelli
        degli ultimi 10 anni. Gli unici per cui si è
        trovato un utilizzo un po' più sensato del
        leggere la gazzetta sul
        XXXXX.Si è visto quanti ne hanno venduti...Ma dimmi, non è per caso che ne hai comprato uno tu? Spiegherebbe tante cose... (rotfl)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco

          AHHAHAHAHAHHA!!!! Che larghe vedute di idee che
          hai! E magari sei pure
          giovane...ROTFL si sono giovane...
          Già già, per questo esistono già vari sistemi di
          POS gestiti da
          iOS...Certo, devi solo comprare un ipod appositamente modificato, e con il pennino.

          In sostanza un tablet per business come quelli

          degli ultimi 10 anni. Gli unici per cui si è

          trovato un utilizzo un po' più sensato del

          leggere la gazzetta sul

          XXXXX.

          Si è visto quanti ne hanno venduti...Lo sai, vero, che apple usava nei gli appstore palmari con sopra windows mobile?
          Ma dimmi, non è per caso che ne hai comprato uno
          tu? Spiegherebbe tante cose...
          (rotfl)No, i tablet restano fondamentalmente delle inutility ma tra un ipad e un tablet con windows 7 non c'è nemmeno da pensarci. Il primo è un giocattolo per guardare la gazzetta al XXXXX, il secondo oltre alla gazzetta, ti permette quantomeno di fare delle video conferenze e accedere ai file che hai sul nas.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: nome e cognome

            AHHAHAHAHAHHA!!!! Che larghe vedute di idee che

            hai! E magari sei pure

            giovane...

            ROTFL si sono giovane... Non avevo dubbi!


            Già già, per questo esistono già vari sistemi di

            POS gestiti da

            iOS...

            Certo, devi solo comprare un ipod appositamente
            modificato, e con il
            pennino.AHHAHAHAHAHAHHAHA povero ignorante (rotfl)


            In sostanza un tablet per business come quelli


            degli ultimi 10 anni. Gli unici per cui si è


            trovato un utilizzo un po' più sensato del


            leggere la gazzetta sul


            XXXXX.



            Si è visto quanti ne hanno venduti...

            Lo sai, vero, che apple usava nei gli appstore
            palmari con sopra windows mobile?"usava"? Come mai "usava"? Se andava tanto bene continuavano ad usarlo, no? (come se non sapessi per cosa lo usavano...)

            Ma dimmi, non è per caso che ne hai comprato uno

            tu? Spiegherebbe tante cose...

            (rotfl)

            No, i tablet restano fondamentalmente delle
            inutility ma tra un ipad e un tablet con windows
            7 non c'è nemmeno da pensarci.Su questo non ci piove, infatti si vede chi vende.
            Il primo è un
            giocattolo per guardare la gazzetta al XXXXX, il
            secondo oltre alla gazzetta, ti permette
            quantomeno di fare delle video conferenze e
            accedere ai file che hai sul
            nas.AHAHAHAHHAHAHH!!!!! Povero NERD, esci dalla cantina, ogni tanto! "file sul nas"... (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • advange scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco
      - Scritto da: ruppolo
      Lentissimo, costoso, senza 3G.
      E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,
      visto che sono i programmi per PC pensati per il
      mouse.Fin qui d'accordo
      In sostanza è un tablet come quelli fatti negli
      ultimi 10 anni, inutile.Qui no: quelli con Android mi sembrano ottimi.Per esempio il Galaxy Tab mi sembra migliore dell'iPad, per via del suo peso e della presenza delle webcam; ovviamente aspetto a provarlo visto che finora ho testato solo l'iPad (decisamente bocciato: troppo, troppo pesante per qualcosa che andrebbe tenuto in mano).
      • ruppolo scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: advange
        - Scritto da: ruppolo

        Lentissimo, costoso, senza 3G.

        E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,

        visto che sono i programmi per PC pensati per il

        mouse.
        Fin qui d'accordo


        In sostanza è un tablet come quelli fatti negli

        ultimi 10 anni, inutile.
        Qui no: quelli con Android mi sembrano ottimi.Primo, quelli con Android non sono quelli costruiti negli ultimi 10 anni.Secondo, Android non è adatto ai tablet (ma questo lo ha detto Google, cosa vuoi che ne sappiano di Android loro?)
        Per esempio il Galaxy Tab mi sembra migliore
        dell'iPad, per via del suo peso e della presenza
        delle webcam; ovviamente aspetto a provarlo visto
        che finora ho testato solo l'iPad (decisamente
        bocciato: troppo, troppo pesante per qualcosa che
        andrebbe tenuto in
        mano).Tu lo hai bocciato, migliaia di altre persone no. Parlo di uso professionale, naturalmente.Tu boccia pure, che il business lo fanno gli altri e tu stai a guardare.
        • advange scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco

          Primo, quelli con Android non sono quelli
          costruiti negli ultimi 10 anni.Sono stati costruiti nel futuro?
          Secondo, Android non è adatto ai tablet (ma
          questo lo ha detto Google, cosa vuoi che ne
          sappiano di Android loro?)È normale e giusto che dicano così: devono pensare a ottimizzare qualcosa per i tablet e in futuro vedremo qualcosa di "più pensato per i tablet".
          Tu lo hai bocciato, migliaia di altre persone no.
          Parlo di uso professionale, naturalmente.Il mondo è bello perché è vario: nei prossimi mesi altri milioni di persone compreranno tablet con Android.
          Tu boccia pure, che il business lo fanno gli
          altri e tu stai a guardare.Io non mi occupo di tablet né di smartphone: sviluppo per il web.E per me la vendita di dispositivi adatti a navigare è sempre una buona notizia, indipendentemente da chi li vende.
          • rover scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Sì, il web ha una importanza notevole, ma ci sono molti altri ambiti.Tu sembri dimenticarlo. Non pensare che ciò che non consoci non esista.
          • advange scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: rover
            Sì, il web ha una importanza notevole, ma ci sono
            molti altri ambiti.Mi sembra di averlo chiaramente scritto in un altro thread: nelle grandi aziende migrare verso sistemi web based è più semplice. Nelle piccole, anche negli studi professionali, sono paradossalmente più lenti.
            Tu sembri dimenticarlo. Non pensare che ciò che
            non consoci non esista.Mi è stata fatta un'obiezione precisa a cui ho risposto che il mio settore è il web: una chiara ammissione di ignoranza da parte mia. Non ho detto che il resto non esiste: ho detto che quanto più l'HW si orienta al web tanto meglio va per me.
          • Rover scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            Ci sono molte applicazioni legacy che non è ne' semplice ne' economico migrare verso servizi web based.Anche perchè nella valutazione dei costi deve per forza entrare in ballo l'adeguamento dell'infrastruttura (leggi banda) e i costi non sono da poco.Rimango dell'idea che il costo di acquisto del dispositivo o del sw sia un aspetto sostanzialmente secondario dell'aspetto economico.E poi c'è un'altra considerazione, che ha un peso rilevantissimo:l'attuale meccanismo di nomina degli AD dei medi-grandi gruppi si riferisce ad una finestra temporale abbastanza breve. Cioè un AD non spenderà mai soldi i cui benefici non siano visibili con la sua gestione, ma con quella di che segue. E questo è un altro punto a favore del mantenimeto della situazione attuale.
          • advange scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: Rover
            Ci sono molte applicazioni legacy che non è ne'
            semplice ne' economico migrare verso servizi web based.
            Anche perchè nella valutazione dei costi deve per
            forza entrare in ballo l'adeguamento
            dell'infrastruttura (leggi banda) e i costi non sono da poco.Nessuno dice che i costi sono bassi, ma la convenienza non si calcola solo sulla base dei costi. Vanno considerati anche i benefici offerti: ad esempio quello di poter utilizzare un sistema virtualmente ovunque. E non vanno dimenticati i costi delle soluzioni tradizionali: montare un SW su decine di migliaia di postazioni ha un costo non indifferente; dipendere da un SO ha un altro costo non indifferente; e aggiornare le decine di migliaia di postazioni è un altro costo notevole.
            Rimango dell'idea che il costo di acquisto del
            dispositivo o del sw sia un aspetto
            sostanzialmente secondario dell'aspetto economico.Ti assicuro che i grossi gestionali per le grandi aziende hanno dei costi altissimi. In ogni caso di solito per tutto ciò che ho sviluppato ho notato che di solito il prezzo a cui vendiamo le soluzioni web based è uguale a quello delle soluzioni tradizionali.
            E poi c'è un'altra considerazione, che ha un peso
            rilevantissimo:
            l'attuale meccanismo di nomina degli AD dei
            medi-grandi gruppi si riferisce ad una finestra
            temporale abbastanza breve. Cioè un AD non
            spenderà mai soldi i cui benefici non siano
            visibili con la sua gestione, ma con quella di
            che segue. E questo è un altro punto a favore del
            mantenimeto della situazione attuale.Purtroppo questo è abbastanza vero; ci vuole lungimiranza. D'altro canto quello di passare al web based è anche un po' la moda del momento: pensa quanto si sente figo un CEO ad utilizzare il gestionale aziendale dal suo iPad.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: advange

            Primo, quelli con Android non sono quelli

            costruiti negli ultimi 10 anni.
            Sono stati costruiti nel futuro?"ultimi 10 anni" sono quelli dal 2001 al 2010, compresi.Vuoi sapere quali?Wikipedia ti è amica:http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_tablet_PCs#Slatehttp://en.wikipedia.org/wiki/Tablet_pc#Timeline_of_tablet_PC_history


            Secondo, Android non è adatto ai tablet (ma

            questo lo ha detto Google, cosa vuoi che ne

            sappiano di Android loro?)
            È normale e giusto che dicano così: devono
            pensare a ottimizzare qualcosa per i tablet e in
            futuro vedremo qualcosa di "più pensato per i
            tablet".E allora oggi chi immette nel mercato tablet con Android, cos'è? Rimbambito lui o che si rivolge a rimbambiti?


            Tu lo hai bocciato, migliaia di altre persone
            no.

            Parlo di uso professionale, naturalmente.
            Il mondo è bello perché è vario: nei prossimi
            mesi altri milioni di persone compreranno tablet
            con
            Android.Prima che Google ne faccia una versione per questi ultimi, o dopo?

            Tu boccia pure, che il business lo fanno gli

            altri e tu stai a guardare.
            Io non mi occupo di tablet né di smartphone:
            sviluppo per il
            web.Come se il web non fosse parte integrante nei tablet e smartphone...
            E per me la vendita di dispositivi adatti a
            navigare è sempre una buona notizia,
            indipendentemente da chi li
            vende.Hai appena detto che non te ne occupi, per cui per quale ragione affermi che per te è una buona notizia?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 ottobre 2010 10.43-----------------------------------------------------------
          • advange scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco

            "ultimi 10 anni" sono quelli dal 2001 al 2010, compresi.Il Galaxy Tab, tanto per fare un esempio, è in commercio nel 2010:http://www.webnews.it/2010/10/22/confronto-ipad-vs-galaxy-tab-vs-playbook-vs-slate-500/
            Vuoi sapere quali?
            Wikipedia ti è amica:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_tablet_Qui se ne sono dimenticati
            http://en.wikipedia.org/wiki/Tablet_pc#Timeline_ofQui no.Se hai tempo aggiorna la prima pagina.
            E allora oggi chi immette nel mercato tablet con
            Android, cos'è? Rimbambito lui o che si rivolge a rimbambiti?Un po' la stessa domanda che dovremmo fare ad Apple che usa praticamente lo stesso SO di iPhone per iPad.Ovviamente tu hai testato il Galaxy Tab per dire che Android non è adatto? Io non l'ho fatto, per cui sospendo il giudizio; di certo quelli che ho letto in giro sono quasi tutti entusiastici, prezzo a parte.

            Prima che Google ne faccia una versione per
            questi ultimi, o dopo?Di mestiere non faccio le previsioni: secondo me già da ora avrà sucXXXXX. D'altro canto in qualche modo bisogna pur spiegare il crollo di iPhone dell'ultimo anno.

            Come se il web non fosse parte integrante nei
            tablet e smartphone...Il web è parte integrante di tablet e smartphone? Ma cosa stai dicendo? Spiegati bene perché detta così sembra una grossa scemenza.
            Hai appena detto che non te ne occupi, per cui
            per quale ragione affermi che per te è una buona
            notizia?Mi sembra una spiegazione autoevidente, che per altro ho già spiegato in un altro thread. Comunque, se io sviluppo programmi web based, sono contento di vedere in giro prodotti che consentono ai miei clienti di navigare sul web. Perché? Perché così hanno più occasioni di usare i miei prodotti.Un esempio terra terra? Se il mio gestionale è web based, significa che il direttore generale dell'azienda a cui vendo il mio prodotto potrà usarlo anche dal suo iPhone / iPad. Cosa che prima con i vecchi telefonini / tablet o non poteva fare o poteva fare in maniera più scomoda.Ti risulta più chiaro?
        • ziovax scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          Secondo, Android non è adatto ai tablet (ma
          questo lo ha detto Google, cosa vuoi che ne
          sappiano di Android
          loro?)Questo non è completamente esatto: Google ha detto che android 2.2 non è adatto per tablet con risoluzione superiore a 1024x600.Tant'è vero che già esistono dei tablet economici solo per il web, presto la archos farà uscire nuovi tablet con funzioni più "PMP oriented" e la prossima versione di android supporterà appieno i tablet.Ovviamente sono meno adatti per il settore professionale, ma sono presentati proprio come PMP (gli archos, intendo).
          • ruppolo scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            - Scritto da: ziovax
            - Scritto da: ruppolo


            Secondo, Android non è adatto ai tablet (ma

            questo lo ha detto Google, cosa vuoi che ne

            sappiano di Android

            loro?)

            Questo non è completamente esatto: Google ha
            detto che android 2.2 non è adatto per tablet con
            risoluzione superiore a
            1024x600.
            Tant'è vero che già esistono dei tablet economici
            solo per il web, presto la archos farà uscire
            nuovi tablet con funzioni più "PMP oriented" e la
            prossima versione di android supporterà appieno i
            tablet.
            Ovviamente sono meno adatti per il settore
            professionale, ma sono presentati proprio come
            PMP (gli archos,
            intendo).Visto che "non è completamente esatto", quale sarebbe la suite per l'ufficio su Android?
          • lordream scrive:
            Re: Ridicolo è dir poco
            io uso ThinkFree per via che mi da un giga dove salvare al volo i doc che faccionon si capisce la logica di questa domanda ma va bene cosi
    • lordream scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco
      - Scritto da: ruppolo
      Lentissimo, costoso, senza 3G.ha il 3g come fai a sapere che è lento.. lo hai provato o è una delle tue solite ca22ate da consulente informatico apple?
      E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,
      visto che sono i programmi per PC pensati per il
      mouse.sempre ca22ate pensate dalla tua mente geniale o hai visto i programmi utilizzabili?

      In sostanza è un tablet come quelli fatti negli
      ultimi 10 anni,
      inutile.lol.. certo che mettendolo a paragone con ipad non so quale sia piu inutile eh..

      Avanti il prossimo.
      • iii scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: ruppolo

        Lentissimo, costoso, senza 3G.

        come fai a sapere che è lento.. lo hai provato o
        è una delle tue solite ca22ate da consulente
        informatico
        apple?Guardando il video, dalle poche scene in cui si vedeva lo schermo anche a me è sembrato lento. O, meglio, poco fluido.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ridicolo è dir poco
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: ruppolo

        Lentissimo, costoso, senza 3G.

        ha il 3g Non ha il 3G.
        come fai a sapere che è lento.. lo hai provato o
        è una delle tue solite ca22ate da consulente
        informatico
        apple?Gli occhi li hai o sei un non vedente?

        E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,

        visto che sono i programmi per PC pensati per il

        mouse.

        sempre ca22ate pensate dalla tua mente geniale o
        hai visto i programmi
        utilizzabili?Ho esperienza di programmi da usare con le dita, a differenza tua.

        In sostanza è un tablet come quelli fatti negli

        ultimi 10 anni,

        inutile.

        lol.. certo che mettendolo a paragone con ipad
        non so quale sia piu inutile eh..Ovvio che non lo sai. Tu non sai un XXXXX, vivi fuori dal mondo.Prova a leggere, se ti riesce:http://www.macitynet.it/macity/articolo/Societ-acquista-4.500-iPad-il-tablet-cresce-anche-nel-business/aA46960
        • lordream scrive:
          Re: Ridicolo è dir poco
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: lordream

          - Scritto da: ruppolo


          Lentissimo, costoso, senza 3G.



          ha il 3g

          Non ha il 3G.sorry ho confuso posizione nella scheda http://www.webnews.it/2010/10/22/confronto-ipad-vs-galaxy-tab-vs-playbook-vs-slate-500/


          come fai a sapere che è lento.. lo hai provato o

          è una delle tue solite ca22ate da consulente

          informatico

          apple?

          Gli occhi li hai o sei un non vedente?io ho visto solamente un video di promo.. quando vedro altri filmati di prova ti dirò



          E i programmi? Ovviamente da usare con la
          penna,


          visto che sono i programmi per PC pensati per
          il


          mouse.



          sempre ca22ate pensate dalla tua mente geniale o

          hai visto i programmi

          utilizzabili?

          Ho esperienza di programmi da usare con le dita,
          a differenza
          tua.un vero genio.. io invece da usare col pc.. siamo decisamente diversi



          In sostanza è un tablet come quelli fatti
          negli


          ultimi 10 anni,


          inutile.



          lol.. certo che mettendolo a paragone con ipad

          non so quale sia piu inutile eh..

          Ovvio che non lo sai. Tu non sai un XXXXX, vivi
          fuori dal
          mondo.dal tuo si per fortuna.. tu sei di proprietà apple e vivi in un recinto
          Prova a leggere, se ti riesce:
          http://www.macitynet.it/macity/articolo/Societ-acqè la seconda volta che me lo linki e ti ho gia risposto su.. un vero applefan orgoglione eh?
    • Funz scrive:
      Re: Ridicolo è dir poco
      - Scritto da: ruppolo
      Lentissimo, costoso, senza 3G.
      E i programmi? Ovviamente da usare con la penna,
      visto che sono i programmi per PC pensati per il
      mouse.Per una volta quoto Ruppolo.I punti no-go per me:- Atom. O ARM o niente.- Windows (se me lo regalano lo vendo)- no 3G (WTF? e che me ne faccio, quando vado al mare/monti/lago?)- 800$ ??? Pur essendo tecnicamente inferiore persino all'ipad, costa decisamente troppo caro :pCose così così- Schermo piccolino e bassa risoluzione.- stilo??? Credo che nemmeno la versione webOS possa sollevarsi sopra la sufficienza.
  • Googler scrive:
    Bocciato!!
    Decisamente...
  • bertuccia scrive:
    bel video
    ma non inquadrano mai quello che succede sullo schermo : ps. il medico mi sa che ha dovuto ricorrere agli occhiali in seguito all'uso prolungato di un sistema pensato per il desktop e ficcato a forza su un tablet
  • Valeren scrive:
    Utile ed economico
    Io sto ancora cercando UNA persona non fanboy e non giornalista che abbia preso un tablet e non si sia pentito della quantità di soldi spesi per qualcosa che non sanno definire nemmeno loro.
    • bertuccia scrive:
      Re: Utile ed economico
      - Scritto da: Valeren

      Io sto ancora cercando UNA persona non fanboy e
      non giornalista che abbia preso un tablet e non
      si sia pentito della quantità di soldi spesi per
      qualcosa che non sanno definire nemmeno
      loro.tu stai cercando una persona che ti dica quello che vuoi sentirti diretutti gli altri li bolli come fanboy
      • lordream scrive:
        Re: Utile ed economico
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: Valeren



        Io sto ancora cercando UNA persona non fanboy e

        non giornalista che abbia preso un tablet e non

        si sia pentito della quantità di soldi spesi per

        qualcosa che non sanno definire nemmeno

        loro.

        tu stai cercando una persona che ti dica quello
        che vuoi sentirti
        dire

        tutti gli altri li bolli come fanboybeh.. gli applefans parlano male di qualunque cosa non sia apple e difendono a spada tratta la apple anche quando fa cag**te,, non e difficile da bollare
    • iii scrive:
      Re: Utile ed economico
      Non so se è vero, ma ho sentito che volevano darne uno a ogni parlamentare. Non penso che si lamenterebbero. Certo, non se ne farebbero niente, ma mica sono soldi loro!
    • ziovax scrive:
      Re: Utile ed economico
      Opinabile sia l'utile che l'economico.Ma chi ha comprato un tablet, si spera l'abbia fatto perché gli serviva.Arriveranno i delusi anche per i tablet, così come per tutti i prodotti, che hanno comprato solo per il gusto di farlo o avendo altre aspettative.Anzi, in vari forum ne ho già sentiti parecchi.
    • MeX scrive:
      Re: Utile ed economico
      mia moglie ha un iPad, da quel momento il mio macbook è sempre liberoemail, internet, puzzle games e io ho finalmente rimonopolizzato il mio computer
      • Funz scrive:
        Re: Utile ed economico
        - Scritto da: MeX
        mia moglie ha un iPad, da quel momento il mio
        macbook è sempre
        libero

        email, internet, puzzle games e io ho finalmente
        rimonopolizzato il mio
        computerLa mia paura è che, quando avrò preso un tablet, ci metteranno le mani sopra moglie e figli e io non lo vedrò più :DE che dovrò discutere per usarlo, come devo discutere adesso per usare il PC... il fatto è che di comprare un netbook extra e un access point finora non ne avevo nessuna voglia.
Chiudi i commenti