Europa, mercato unico delle divisioni

La proposta di "unificazione" del mercato delle telecomunicazioni in Europa continua a far discutere. E si tratta prevalentemente di critiche, sia sul fronte dell'armonizzazione di regole separate che su quello della net neutrality

Roma – La Commissione Europea vuole un mercato unico delle telecomunicazioni in Europa , ma il resto degli stakeholder del settore ha fin qui accolto la proposta di Bruxelles con toni non troppo entusiastici – quando non di pura e semplice contestazione degli obiettivi fissati dalla UE.

La recente dichiarazione di BEREC (l’associazione dei regolatori delle comunicazioni elettroniche europei) sulla questione del mercato unico è un chiaro esempio dei malumori montanti contro la direzione indicata da Bruxelles: il target finale della Commissione è encomiabile, sostiene BEREC, ma il modo in cui la Commissione intende arrivarci non va.

L’organizzazione contesta soprattutto il modo in cui Bruxelles ha formulato la proposta di legge presentata al parlamento europeo, aggregando svariate misure slegate l’una dall’altra. Il mercato UE è invece un sistema di regolamentazioni complesso che andrebbe affrontato come un insieme coerente, dice BEREC, mentre l’attuale proposta di Bruxelles non fa che mettere a rischio l’integrità di quanto sin qui raggiunto dal framework comunitario in termini di investimenti, concorrenza e benefici per i consumatori.

E mentre il vice-ministro delle telecomunicazioni italiano Antonio Catricalà appoggia la Commissione esaltando l’eliminazione dei costi di roaming per le connessioni dati, la net neutrality continua a rappresentare una delle questioni più dibattute in merito al piano di Bruxelles.

Il parlamentare-informatico Stefano Quintarelli sottolinea ancora una volta i pericoli nascosti nella proposta della Commissione e il perché dell’importanza della neutralità della Rete per tutti, e dall’Openforum Academy arriva uno studio in cui si prendono in esame le varie posizioni adottate dai paesi membri della UE sulla questione. La fotografia, neanche a dirlo , risulta decisamente poco uniforme.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FABIO RED scrive:
    INFINITY
    Le cifre in Euro si sprecano sempre ...peccato che poi quando arrivano sul mercato costano quansi il 50% in piu...l'infinity1 costa 999 euroo. figurati se questo ne costa 200 euro in meno...e se fosse bè chi ha comprato infinity1 lo tirerebbe nella vetrina " virtuale " si ASUS
    • Matteo scrive:
      Re: INFINITY
      In effetti il prezzi del 16GB dovrebbe essere 799 euro, quindi proprio 200 euro in meno. Con l'uscita del Note 3+Smartwatch a oltre 1000 euro, l'iPhone 5C (inferiore al 5) a 650 euro e l'iPhone 5S 16 GB a 830 euro, spenderei molto volentieri i 799 euro per il Padfone A86. Asus dovrebbe investire molto di più sulla rete di vendita (Padfone infinity A80 praticamente non pervenuto in Italia) e magari "agganciarsi" a qualche operatore.
    • Matteo scrive:
      Re: INFINITY
      In effetti il prezzi del 16GB dovrebbe essere 799 euro, quindi proprio 200 euro in meno. Con l'uscita del Note 3+Smartwatch a oltre 1000 euro, l'iPhone 5C (inferiore al 5) a 650 euro e l'iPhone 5S 16 GB a 830 euro, spenderei molto volentieri i 799 euro per il Padfone A86. Asus dovrebbe investire molto di più sulla rete di vendita (Padfone infinity A80 praticamente non pervenuto in Italia) e magari "agganciarsi" a qualche operatore.
  • Paolo scrive:
    di certo non è gratis
    Se così fosse, ne acquisterei due.Ditemi dove lo trovo a quel prezzo, perché qui in Veneto lo si trova a non meno di 1000 euro.
  • Andrea scrive:
    Alternative piú economiche?
    Che voi sappiate questo tipo di dispositivo lo fa solo ASUS?Con i proXXXXXri MTK 4 core non c'è nessun cinese (Huawey, ZTE..) che propone un prodotto simile ma decisamente piú a buon mercato?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Alternative piú economiche?
      Alternativa economica: un computer. Di quelli veri. Risparmi, e non è un giocattolo. Sempre imho.
      • ... scrive:
        Re: Alternative piú economiche?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Alternativa economica: un computer. Di quelli
        veri. Risparmi, e non è un giocattolo. Sempre
        imho.QUOTONE
      • Andrea scrive:
        Re: Alternative piú economiche?
        Alfonso, sono d'accordo con te se dovessi sostiuire un PC o un notebook.Se invece voglio cambiare il mio IDEOS (sono di quelli che non spende molto per seguire le mode) e posso trovare un oggetto stile Padfone ad un prezzo interessante magari ci faccio un pensierino.Poi valuto prima di comprare... valuto e chiedo consigli!
Chiudi i commenti