F# colonizza Linux e Mac OS X, via Mono

Il linguaggio di programmazione creato da Microsoft sta per diventare patrimonio comune della community open source. Grazie alla distribuzione del codice sorgente sotto licenza Apache

Roma – Il linguaggio di programmazione F# (anche noto come “F Sharp”) dovrebbe presto entrare a far parte degli strumenti di sviluppo a disposizione del mondo open source. Merito di Microsoft che ha deciso di rilasciare il codice sorgente di F# sotto licenza Apache , ma merito anche di chi si è incaricato di adattare il codice ad ambienti e macchine alquanto differenti rispetto a quelli di origine .

Inizialmente sviluppato dal ricercatore Microsoft Don Syme, F# è un linguaggio di programmazione multi-paradigma ( imperative programming , programmazione funzionale e orientata agli oggetti) usabile all’interno dell’ambiente .NET Framework , e non a caso l’adozione di F# all’open source è a opera degli sviluppatori di Mono – l’equivalente FOSS di dotNET.

Il team di Mono fa gentilmente sapere che un componente aggiuntivo in grado di integrare F# nel toolkit è già disponibile ed è in grado di implementare caratteristiche quali IntelliSense , la documentazione dei parametri, il riconoscimento al volo degli errori e il lancio della shell di F# all’intero dell’ambiente di sviluppo.

Grazie a Mono F# approda dunque (tra gli altri) su Linux e Mac OS X, ma i piani di sviluppo futuri sono ancora più ambiziosi : il team guidato da Miguel de Icaza ha intenzione di integrare il linguaggio Microsoft anche nelle versioni di Mono per Android e Nintendo Wii, mentre si sta valutando la possibilità del porting su piattaforme un po’ più “esotiche” – dal punto di vista dello sviluppo software – quali Sony PlayStation 3 e sistema operativo iOS (iPhone/iPad/iPod Touch) di Apple.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Antonio scrive:
    Una prova di Hotpot
    Ieri sera ho trovato questo sito dove hanno fatto una prova interessante di questo nuovo serviziohttp://www.e-minds.it/blog.aspx?id=52
  • lordream scrive:
    alla redazione..
    problema testo in grassetto
    • quota scrive:
      Re: alla redazione..
      - Scritto da: lordream
      problema testo in grassettoE' per rendere l'argomentazione più importante... ovvio...se avessero usato un mac per scriverla invece che un window sarebbe stata anche in italico!!
Chiudi i commenti